Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘donazioni’

Convegno su donazione e trapianti

Posted by fidest press agency su martedì, 11 ottobre 2022

Roma martedì 11 ottobre, alle ore 11, presso la sala Tevere della Regione Lazio (via Cristoforo Colombo, 212). Un incontro il cui obiettivo è mettere a confronto esperti del settore e rappresentanti istituzionali al fine di sottolineare l’importanza della formazione e della prevenzione nell’ambito dei rischi sanitari connessi alle infezioni durante gli interventi di trapianto, a cominciare dal Citomegalovirus (CMV). I lavori del convegno saranno introdotti da Massimo Cardillo, Direttore Generale del Centro Nazionale Trapianti (CNT) dell’ISS. Fra i relatori invitati ad intervenire, Alessio D’Amato, Assessore Sanità Regione Lazio; Annarita Egidi, AD Takeda Italia; Franco Citterio del Reparto di Trapianti di Rene presso il policlinico Gemelli; Anna Paola Iori, gruppo GITMO (Gruppo Italiano Trapianto Midollo Osseo); Rita Malavolta, Presidente ADMO Nazionale Onlus; Giulio Corradi, Presidente ADMO Regione Lazio; Flavia Petrin, Presidente AIDO; Pino Toro, Presidente di AIL Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma; Antonio Gaudioso, Capo della segreteria tecnica del Ministro della Salute; Beatrice Lorenzin, deputato; Chiara Colosimo, consigliere Regionale Lazio.I dati. Nel 2021, in Italia, i pazienti sottoposti a trapianto sono stati 5.600 e il 27% ha sviluppato infezione da Citomegalovirus (CMV), a seguito della procedura, generando un elevato tasso di ospedalizzazione, che impatta sia sulla vita del paziente ma anche sui costi del Sistema Sanitario Regionale. Il Citomegalovirus è un virus distribuito al livello mondiale. Si stima che la sieropositività tra gli adulti, corrisponda al 45% degli individui nei Paesi sviluppati e al 100% nei Paesi in via di sviluppo. Negli individui immunocompetenti, il CMV è generalmente asintomatico o latente; in quelli con compromissione immunitaria, come i pazienti sottoposti a trapianto, invece, può riattivarsi e generare gravi complicanze, dall’infezione alla perdita dell’organo trapiantato.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donazioni online per potenziare le ore con insegnanti di sostegno

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 dicembre 2021

In pochi giorni, la campagna di raccolta fondi su piattaforma online lanciata nella Giornata internazionale delle persone con disabilità, ha ottenuto alcune migliaia di euro di donazioni, a riprova che nelle Scuole Faes di Milano il tema dell’accoglienza e dell’inclusione non è solo uno slogan. Il progetto di crowdfunding solidale (crowdfunding.faesmilano.it/projects/inclusione) servirà infatti a costituire un tesoretto per potenziare le ore in cui gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado con bisogni educativi speciali (BES) saranno affiancati da insegnanti di sostegno. All’origine dell’idea, anche una frase di Papa Francesco: “L’educazione è un movimento inclusivo. Un’inclusione che va verso tutti gli esclusi: quelli per la povertà, per la vulnerabilità a causa di guerre, carestie e catastrofi naturali, per la selettività sociale, per le difficoltà familiari ed esistenziali”. “Una scuola più inclusiva e più giusta è una scuola migliore per tutti, perché permette a ciascuno di dare il meglio di sé e di contribuire con i propri talenti al bene dell’intera comunità – spiega Sam Guinea, Direttore della Scuola Faes Argonne, che ha lanciato il progetto perché è nella scuola dell’obbligo che si concentra il maggior numero di bambini con BES -. La nostra non è un’iniziativa assistenzialistica, ma un modo per stare tutti meglio, per imparare tutti di più: le risorse comunali, provinciali e regionali a cui possono accedere le famiglie con figli disabili iscritti alla scuola paritaria coprono appena 9/10 ore settimanali su 30/35 di didattica effettiva, dunque vanno integrate se si vuole disporre più a lungo del sostegno”. Ma ben pochi possono permetterselo con risorse proprie: il monte ore andrebbe aumentato almeno del 50%, o raddoppiato, per fruire maggiormente di docenti che sono una ricchezza per l’intera classe, perché sono a disposizione di tutti gli alunni, affiancano e supportano l’insegnante ‘della materia’ e contribuiscono con la propria competenza alla progettazione didattica. “Come Scuole FAES continueremo a lavorare nelle sedi opportune, insieme alle altre scuole paritarie, per ottenere le giuste risorse da destinare agli alunni BES – conclude Guinea -, ma nel frattempo diamo il nostro contributo a creare un ambiente ancora più inclusivo, sensibilizzando le famiglie, che sempre rispondono con generosità, e facendo adeguata formazione ai docenti attraverso i corsi di Faes Campus, aperti a tutti i colleghi”. Quella per aumentare le ore di sostegno non è l’unica raccolta fondi che Scuole Faes Milano conduce in nome dell’inclusione: negli ultimi 10 anni sono stati versati da 1.120 benefattori oltre 3,5 milioni di euro per garantire rette agevolate a 2.625 alunni, aiutando così 1.050 famiglie che non avrebbero potuto sostenere i costi di iscrizione. Solo nell’anno 2021-22, il 20% dei quasi 1.300 alunni che frequentano le classi dal nido ai licei, e il 12% delle famiglie, ha ricevuto un contributo medio di circa 1.300 euro a ragazzo (3.000 euro a famiglia), per un importo totale di 330.570 euro. Il Faes, ente morale no-profit nato nel 1974, gestisce infatti la scuola paritaria con il maggior numero di rette agevolate erogate, attribuite attraverso un processo rigoroso e trasparente, perché è un’associazione di famiglie per famiglie che vuole rendere i suoi istituti accessibili a chiunque lo desideri e puntare sul valore sociale di un’istruzione di qualità. Il fondo rette agevolate vuole contribuire agli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu, in particolare: istruzione di qualità, parità di genere, lavoro dignitoso e crescita economica, riduzione delle disuguaglianze.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazioni alimentari in tutt’Italia per la Giornata internazionale della solidarietà

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2020

Frutta e verdura di stagione, pasta, conserve di pomodoro, vino e olio degli Agricoltori Italiani in dono alle famiglie in difficoltà a causa della crisi scatenata dalla pandemia. È in questo modo, attraverso una grande campagna di raccolta di cibo, che ASeS, la Ong di Cia, ha deciso di celebrare e dare un significato concreto alla Giornata internazionale della solidarietà, che si tiene ogni anno il 20 dicembre.A collaborare con ASeS in questa nuova iniziativa solidale ci sono le Cia regionali di Lombardia, Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Calabria e Puglia, insieme alla Comunità di Sant’Egidio e a numerose Caritas sul territorio, fondamentali per individuare i beneficiari e consegnare le derrate alimentari raccolte.“L’accesso al cibo deve essere garantito a tutti -spiega la presidente di ASeS-Cia, Cinzia Pagni-. Ma la pandemia ha fatto emergere nuove povertà, tra chi ha perso il posto di lavoro o non ha riaperto l’attività, chi non è rientrato negli aiuti del governo o chi ha una pensione al minimo. Solo nel periodo maggio-settembre, confrontato con lo stesso periodo del 2019, l’incidenza dei nuovi poveri, per effetto dell’emergenza Covid, è passato dal 31% al 45%. Con oltre 2 milioni di famiglie a rischio indigenza e un aumento superiore al 100% del numero di cittadini che si rivolgono ai servizi delle Caritas e degli enti caritatevoli per avere un aiuto per mangiare”. Un problema italiano, ma non solo. La crisi economica scatenata dal Covid, infatti, rischia di far aumentare la povertà a livello globale, quando già ci sono oltre 800 milioni di persone che non hanno cibo a sufficienza in tutto il mondo. Anche per questo motivo, contestualmente alla campagna in Italia, ASeS-Cia lancia iniziative analoghe di donazioni alimentari per la Giornata internazionale della solidarietà presso le sue sedi estere in Paraguay, Senegal e Mozambico, dove porta avanti da anni progetti di cooperazione allo sviluppo.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I militari dell’Esercito impiegati al servizio del Paese per garantire l’immediata distribuzione di materiali necessari alla lotta al Covid-19

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 aprile 2020

Vercelli. Procede senza sosta l’impegno del Reggimento Artiglieria a Cavallo nel contrasto al Covid-19. Da settimane, oramai, gli Artiglieri affiancano ininterrottamente l’avvocato Carlo Olmo, filantropo vercellese, nella distribuzione gratuita di mascherine e Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) nella provincia di Vercelli Anche ieri, infatti, dopo aver onorato le vittime del Covid-19 con un minuto di silenzio rispettato davanti al tricolore a mezz’asta, i veicoli militari hanno varcato il portone della Caserma Scalise, sede del Reggimento Artiglieria a Cavallo, per raggiungere le case comunali di Vercelli, San Germano, Santhià, Tronzano, Rive, Costanzana, Borgo Vercelli, Crova, Stroppiana, Pezzana, Tricerro, Bianzè, Asigliano, Mazzè e Cavaglià, dove sono stati accolti dalla commovente riconoscenza dei Sindaci, dei rappresentanti degli Enti locali, della Polizia Municipale e della Protezione Civile.33.000 mascherine chirurgiche e Ffp2, centinaia di guanti e gel igienizzanti: queste le ultime donazioni che i militari dell’Esercito hanno portato nei 15 Comuni del territorio vercellese.
Mercoledì 8 aprile, inoltre, una ulteriore donazione di 500 camici e 300 visiere Face Shield sarà consegnata dalle Batterie a Cavallo all’ASL 11 di Vercelli, presidi essenziali ai reparti di rianimazione, infettivi e terapia intensiva. Questi dispositivi si aggiungeranno ai 300 mila già approvvigionati dall’Avvocato Olmo e distribuiti nelle ultime 2 settimane dal Reggimento.“Siamo in costante contatto con l’Avvocato Olmo – spiega il Colonnello Christian Ingala, 81° Comandante delle Batterie a Cavallo – che supportiamo nel trasporto delle donazioni affinché il necessario arrivi il prima possibile alle strutture sanitarie, ai medici di famiglia e a tutti coloro che, come noi dell’Esercito, sono in prima linea nel contrasto alla diffusione del virus”. L’impegno del Reggimento, nel contrasto dell’epidemia, abbraccia anche altri fronti. Da venerdì scorso, infatti, un infermiere militare delle Batterie a Cavallo presta servizio nel reparto di terapia sub intensiva dell’ospedale Maggiore di Novara. Inoltre, con la rimodulazione dei servizi di Strade Sicure, oltre 400 uomini e donne del Raggruppamento Piemonte Liguria, del quale il Reggimento ha assunto il comando a dicembre, concorrono affinché la popolazione aderisca a quanto previsto dal decreto governativo sull’ #iorestoacasa, attraverso la vigilanza ininterrotta di decine di obiettivi e siti sensibili e dei punti di accesso e di uscita dai principali centri urbani, dei porti, degli aeroporti e delle stazioni ferroviarie di Vercelli, Novara, Saluggia, Torino, Caselle, Genova e Ventimiglia.Il Reggimento è anche inquadrato nella Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli” ed è l’unico reparto di artiglieria terrestre della Grande Unità da Combattimento del nostro Esercito a fornire gli assetti per la Capacità Nazionale di Protezione dal Mare (CNPM).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata europea della donazione

Posted by fidest press agency su martedì, 12 settembre 2017

vilniusVilnius. E’ stata celebrata la 18a Giornata europea della donazione e del trapianto di organi. Mi trovo in Lituania per un evento dedicato al 30° anniversario del primo trapianto di cuore eseguito in questo paese. Si tratta per me di un’occasione particolare, che mi coinvolge molto a livello personale, perché da giovane chirurgo qual ero ebbi il privilegio di partecipare a quell’intervento. Da allora il numero dei trapianti di ogni tipo è notevolmente aumentato sia nell’UE che nel mondo, solo fra il 2010 e il 2015 nella misura del 14 per cento.
Questo incremento lo si è ottenuto soprattutto grazie all’aumento del tasso di donazioni. È dunque doveroso onorare il contributo degli innumerevoli eroi di tutti i giorni che nell’UE hanno permesso di prolungare e salvare centinaia di migliaia di vite. Un ruolo importante l’hanno rivestito anche altri fattori, quali i progressi della chirurgia, il migliore coordinamento tra le équipe cliniche, il miglioramento degli standard di trasporto e di sicurezza degli organi e l’aumento degli scambi transfrontalieri di organi.
Ed anche l’UE ha dato il suo contributo. Disponiamo infatti di una legislazione a livello di UE che disciplina la qualità e la sicurezza degli organi destinati al trapianto. Per ridurre i tempi delle liste di attesa abbiamo inoltre sviluppato uno strumento informatico che consente al personale medico di uno Stato membro di trovare donatori adatti ai loro pazienti in altri Stati membri. In soli due anni sono stati così eseguiti quasi 90 trapianti, soprattutto su bambini, che altrimenti non sarebbero stati possibili. A breve pubblicheremo una relazione con cui illustreremo chiaramente come la condivisione di risorse e conoscenze in tutta l’UE può contribuire a migliorare in misura notevole i risultati clinici. Dato che nessun paese da solo è in grado di trattare tutte le malattie rare e complesse, all’inizio di quest’anno abbiamo lanciato una nuova iniziativa per migliorare la condivisione delle conoscenze in tutta Europa. Si tratta delle reti di riferimento virtuali europee, grazie alle quali i prestatori di assistenza sanitaria di tutta Europa possono scambiarsi informazioni su patologie complesse o rare che richiedono cure altamente specializzate e una concentrazione di risorse.
Purtroppo nell’UE ogni giorno muoiono ancora 16 pazienti in attesa di organi. Mentre migliaia di altri pazienti rimangono in lista d’attesa. Da medico so bene quanti passi in avanti ha compiuto la medicina. E da Commissario europeo conosco l’importanza fondamentale del coordinamento a livello europeo in tema di donazione e trapianto di organi. Ritengo che insieme ai nostri Stati membri possiamo fare di più. Volere è potere.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assistenza rifugiati siriani

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 dicembre 2014

A seguito di una campagna social senza precedenti, il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) ha annunciato oggi il totale delle donazioni ricevute dai governi a favore della ripresa dell’assistenza alimentare per quasi 1,7 milioni di rifugiati siriani.
Grazie al generoso sostegno dei governi dei paesi donatori, ad oggi sono stati raccolti un totale di 88,4 milioni di dollari. L’obiettivo di 64 milioni di dollari, necessari a finanziare il programma dei rifugiati per dicembre, è stato superato, prifugiati sirianiermettendo quindi al WFP di finanziare parte dei bisogni alimentari dei rifugiati anche per gennaio.Negli ultimi giorni, sono state annunciate le seguenti donazioni (la lista è in ordine alfabetico e in dollari): Arabia Saudita (52 milioni), Belgio (138.000), Germania (5,4 milioni), Irlanda (1,1 milioni), Norvegia (10,2 milioni), Paesi Bassi (7,5 milioni), Qatar (2 milioni), Svizzera (2,1 milioni), Unione Europea (6,2 milioni).La cifra complessiva include anche 1,8 milioni di dollari raccolti grazie alle donazioni di individui e del settore privato.“Siamo molto grati per questo straordinario sostegno che permetterà, già dalla prossima settimana, ai rifugiati siriani nei paesi limitrofi alla Siria di tornare ad acquistare cibo per la propria famiglia nei negozi locali con i propri buoni alimentari elettronici”, ha detto Ertharin Cousin, Direttore Esecutivo del WFP.“Vorrei ringraziare tutti i nostri donatori che, nel corso di questo anno, hanno fornito contributi in denaro permettendo ai rifugiati siriani di avere accesso al cibo. Ora che questa operazione, sempre più complicata da finanziare, entra nel periodo invernale, contiamo sui nostri donatori per tenere alta l’attenzione dei bisogni di queste persone vulnerabili. Stiamo già pensando a gennaio, quando i bisogni saranno altrettanto grandi di adesso”.La pagina web per donare è ancora attiva: http://www.wfp.org/ForSyrianRefugees e le persone possono continuare a donare per la vitale operazione di assistenza del WFP agli sfollati siriani.Dall’inizio del conflitto siriano, nel 2011, il WFP è riuscito a rispondere, nonostante i combattimenti e i problemi di accesso, ai bisogni alimentari di milioni di sfollati in Siria e fino a 1,7 milioni di rifugiati nei paesi vicini di Libano, Giordania, Turchia, Iraq ed Egitto.
Il WFP è la più grande agenzia umanitaria che combatte la fame nel mondo fornendo assistenza alimentare in situazioni di emergenza e lavorando con le comunità per migliorare la nutrizione e costruire la resilienza. Nel 2013, il WFP ha assistito oltre 80 milioni di persone in 75 paesi.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Profughi Siria: donazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 settembre 2013

Flag of UNICEF

Flag of UNICEF (Photo credit: Wikipedia)

L’UNICEF ha accolto con favore l’annuncio da parte di ECHO-European Commission Humanitarian Aid Department di una nuova donazione di 5 milioni di euro, che andrà a beneficio dei bambini siriani in Iraq, Giordania e Siria.La nuova donazione porterà a quasi 16 milioni di euro il contributo di ECHO per i programmi dell’UNICEF in risposta alla crisi in Siria. Nel complesso, la Commissione Europea (attraverso le sue ‘braccia” sviluppo e umanitario) è il terzo più grande donatore dell’UNICEF per questa emergenza, contribuendo con circa 40 milioni di euro. “Siamo profondamente grati che ECHO abbia ancora una volta rinnovato il suo impegno a favore dei bambini siriani, le cui necessità continuano ad aumentare, sia all’interno del paese che fuori”, ha detto Maria Calivis, Direttore regionale UNICEF per il Medio Oriente e Nord Africa. “Questo generoso contributo ci permetterà di continuare a fornire l’acqua – che è altrettanto importante come il cibo – e sostenere i bambini a superare i loro traumi”.I nuovi fondi serviranno a 2,7 milioni di persone – i bambini e le loro famiglie – ad avere accesso all’acqua potabile e a servizi igienico-sanitari adeguati; saranno da supporto ai programmi di protezione dei bambini; in particolare ne beneficeranno i bambini separati dalle famiglie e non accompagnati e i bambini vulnerabili, che hanno bisogno di sostegno psicologico per superare l’impatto subito dal conflitto. “L’Unione Europea nel suo complesso, con la Commissione Europea e l’aiuto bilaterale dei suoi Stati membri, è il più grande donatore nella risposta alla crisi siriana con un contributo di oltre 1,3 miliardi di euro attraverso partner come UNICEF. E’ fondamentale che questi partner abbiano accesso sicuro a milioni di persone bisognose all’interno della Siria e che ai civili sia garantito di attraversare in sicurezza il paese e i suoi confini”, ha sottolineato Marilena Chatziantoniou, Responsabile dell’Ufficio ECHO in Siria.Nel giugno di quest’anno, l’UNICEF ha annunciato che ha bisogno di più di 470 milioni di dollari per i suoi programmi per bambini siriani in Siria, Iraq, Giordania, Libano ed Egitto per quest’anno. Il 40% di questi fondi non è coperto.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà: Donazione sangue

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2012

Roma dal 12 al 15 marzo 2012 ore 8.00 – 11.00 autoemoteca di fronte al Ciao piazzale Aldo Moro 5, Si rinnova l’appuntamento con l’associazione Ad Spem – Associazione Donatori sangue problemi ematologici. Nei giorni che vanno dal 12 al 15 marzo, dalle ore 8 alle 11, infatti, sarà possibile donare il sangue presso l’autoemoteca Ad Spem di fronte al Ciao. Va ricordato che possono fare la donazione le persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con un peso corporeo non inferiore ai 50 kg, con una buona pressione arteriosa e con battiti cardiaci regolari. Prima della donazione sarà possibile fare una leggera colazione con caffè, thè, succo di frutta, biscotti. Il prelievo di sangue è indolore, privo di rischi, effettuato con materiale sterile e monouso, è preceduto da visita medica. Per i lavoratori dipendenti dà diritto a una giornata di riposo retribuito. Alcune cause di esclusione permanente per la donazione sono alcolismo, assunzione di sostanze stupefacenti, epatite B o C, infezione da HIV, diabete insulina dipendente, ipertensione grave, malattie autoimmuni e nefropatie croniche. Esclusioni temporanee possono dipendere da vaccinazioni, malattie infettive, interventi chirurgici maggiori, tatuaggi, trasfusioni, assunzione di farmaci. (Vittoria Ciacci)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione libro: Suore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

Roma 11 febbraio p.v. – ore 17.30 Sala della Protomoteca in Campidoglio –  Presentazione del libro Suore di Maria Pia Bonanate, scrittrice e giornalista di Famiglia Cristiana Nessuno ci racconta mai le loro storie, considerate evidentemente poco interessanti. Meno male che c’è chi ha sentito il bisogno di farlo… Il libro Suore Vent’anni fa spalancò le porte di monasteri e di conventi dei quattro continenti, raccontando storie sconosciute di “donne di Dio”, che avevano lasciato il mondo per viverlo nella pienezza della loro donazione, in mezzo alla gente, con la gente, “fiere corsare dell’amore più difficile”, come le ha definite Claudio Magris sul “Corriere della sera” in un brillante dialogo con l’autrice.Alcune di queste storie avevano affascinato il regista Dino Risi, che ne trasse il film televisivo Missione d’Amore. A distanza di vent’anni l’Autrice è tornata a incontrare alcune di quelle donne straordinarie e ha scoperto altre storie, altre frontiere del dolore e dell’emarginazione: dalla tratta delle “nuove schiave” alla prostituzione in terra di camorra… A riprova del genio femminile che, con impegno, coraggio e fantasia, costruisce speranza, trasforma l’impossibile in possibile. Lo stile giornalistico incalzante e immediato fa di questo libro una lettura molto coinvolgente, che racconta al vasto pubblico la presenza femminile in territori di frontiera, “un mondo rovesciato”, rispetto a quello nel quale viviamo – come ha scritto Dacia Maraini – che offre un modello di condivisione e di impegno umano e sociale tutt’altro che scontato e di cui si parla troppo poco. Alla presentazione interverranno il Presidente della commissione Cultura, sport, Politiche giovanili e Comunicazione del Comune di Roma, On. Federico Mollicone, la scrittrice Dacia Maraini, che ha firmato la prefazione del libro, la Responsabile dell’Ufficio Anti-Tratta dell’USMI Nazionale Suor Eugenia Bonetti, lo scrittore e vaticanista Marco Politi e l’autrice del libro Maria Pia Bonanate. Coordina l’incontro Franca Zambonini, Giornalista di Famiglia Cristiana.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo sistema per prenotare le donazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Maggio 2010

Empoli 14 maggio dalle ore 17 alle ore 19, si svolgerà un incontro introduttivo ed informativo nell’aula magna “Elisabetta Chiarugi” del Centro direzionale dell’Asl 11, in via dei Cappuccini. Nell’occasione parteciperanno Simona Carli, direttore del Centro Regionale Sangue della Regione Toscana, la direzionale aziendale dell’Asl 11, i dirigenti regionali e locali delle associazioni dei donatori di sangue (Avis, Fratres, Anpas e Cri) e il personale del Centro trasfusionale dell’Asl 11. Nel corso della riunione verranno illustrate le modalità di funzionamento, le potenzialità e le opportunità offerte da AgenDona. AgenDona darà la possibilità ai donatori di prenotare giorno e ora in cui effettuare la donazione di sangue con una semplice telefonata alla propria associazione di appartenenza o al Centro trasfusionale, evitando, quindi, code e fastidiose attese. La prenotazione anticipata è un’opportunità che viene offerta ai donatori non un obbligo. Infatti, sarà possibile continuare a donare anche senza prenotarsi ovvero presentandosi direttamente al centro di raccolta. Il sistema a prenotazione agevolerà la procedura di donazioni di sangue ed emoderivati perché, se, da una parte, garantirà certezza di prestazioni, di tempi, il pieno rispetto della privacy per il donatore, dall’altra, le associazioni saranno facilitate nel loro compito di chiamata e i Centri trasfusionali potranno organizzare meglio l’accoglienza dei donatori, calibrando le risorse e migliorando l’efficienza dell’organizzazione in base all’affluenza prevista. Infine, saranno in grado di prevedere e trovare soluzioni per eventuali periodi di carenza. Per utilizzare AgenDona le associazioni non dovranno dotarsi di tecnologie particolari, basterà un computer collegato ad internet senza necessità di installare programmi appositi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo sito ilMioDono.it

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2010

Milano 23 Marzo ore 11.00  Circolo della Stampa – Sala Montanelli, Palazzo Serbelloni Corso Venezia 16 conferenza stampa di presentazione di ilMioDono.it, il nuovo sito di supporto alla raccolta fondi che UniCredit mette gratuitamente a disposizione delle Organizzazioni Non Profit per le donazioni on-line ilMioDono.it integra l’offerta di servizi compresi in universo non profit –  l’iniziativa dedicata al Terzo Settore  recentemente lanciata dal Gruppo – e costituisce un contributo concreto per facilitare il contatto fra le Organizzazioni operanti in questo ambito e la grande moltitudine di soggetti che un Istituto come UniCredit ha la capacità di sensibilizzare verso il tema della donazione. Interverranno in qualità di relatori: Roberto Nicastro –  Deputy Ceo di UniCredit Group Niccolò Contucci – Direttore Generale A.I.R.C. Ugo Castellano – Consigliere Delegato SODALITAS Giangi Milesi – Presidente CESVI Marco Lucchini – Direttore Generale Rete Banco Alimentare Modera: Giuseppe Frangi – Direttore responsabile settimanale VITA Non profit Magazine

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cultura delle donazioni di organi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Empoli. Comunicato dell’Asl 11: “Il desiderio di aiutare chi è affetto da gravi problemi di salute perché abbia una vita migliore, unito al conforto di credere che qualcosa di noi o dei nostri cari possa continuare ad esistere dopo la morte, è la principale motivazione alla base della crescente sensibilità verso la donazione di organi e tessuti. I dati relativi al 2009 confermano, infatti, un andamento positivo nella donazione di organi. Su 39 decessi di pazienti con lesione encefalica acuta, 20 sono state morti cerebrali sulle quali, appurata l’inesistenza di controindicazioni mediche, è stato possibile intervenire con l’espianto di organi. I donatori effettivi, ovvero coloro che hanno presentato una situazione medica favorevole, accompagnata dal consenso espresso in vita o espresso dai familiari, sono stati 12. Nel caso di 5 pazienti deceduti i familiari non hanno acconsentito alla donazione, mentre 3 sono stati i casi in cui non è stato possibile intervenire per l’esistenza di controindicazioni mediche. Nel 2009, inoltre, sono state effettuate anche 18 donazioni di tessuti di cui 12 donazioni di cornee e 6 donazioni multitessuto. L’impegno del personale medico, infermieristico e di supporto dell’Asl 11 è stato fondamentale per il conseguimento di questi risultati. Tuttavia, cittadini e professionisti sanitari possono ancora fare molto per incentivare atti d’amore e di infinito altruismo quali sono le donazioni di organi e tessuti. Ogni consenso alla donazione, infatti, significa speranza di vita e benessere per coloro che soffrono. Occorre ricordare che si può essere donatore, sia di organi sia di tessuti, se in vita si è espressa una precisa volontà in tal senso oppure, in caso di mancanza di assenso, se la famiglia non si oppone al prelievo degli organi. Non esistono limiti di età per essere donatore di organi. Le cornee e i tessuti, ossei e cutanei, possono essere donati entro il 75esimo anno di età.
Le associazioni AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule), ANED (Associazione Nazionale EmoDializzati), VITE (Volontariato Italiano Trapiantati Epatici) svolgono un importante compito di informazione e sensibilizzazione sul problema donazione e trapianto. Insieme operano per la diffusione di una cultura della donazione”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trapianti: 112 nel 2009 da staminali cordonali

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Sono stati 112 i trapianti realizzati lo scorso anno in Italia con cellule staminali prelevate da sangue di cordone ombelicale (da non consanguinei) provenienti da biobanche italiane o estere. A fornire il dato è il direttore del Centro nazionale trapianti (Cnt), Alessandro Nanni Costa, ieri durante la presentazione della campagna promossa dalla Federazione nazionale Associazioni donatori cellule staminali (Adoces) per la corretta informazione sulla donazione solidale di sangue da cordone. In generale, ha spiegato Nanni Costa, nel 2009 i trapianti con cellule staminali emopoietiche da persone non consanguinee sono stati 653, di cui 194 da cellule di midollo osseo, 347 da sangue periferico e 112 da cordone. Sempre nel 2009 le 18 biobanche italiane pubbliche hanno, invece, consegnato 116 unità di cellule per questi trapianti, di cui 88 sono state inviate all’estero: 61 in Europa, 18 negli Stati Uniti, 4 in Canada, 2 in Egitto, 1 in Brasile e 1 in nuova Zelanda. (doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazioni sangue

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Ancora una volta la FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue) si trova a segnalare una grande disattenzione nei confronti della donazione del sangue da parte dei media. Con grande difficoltà si riescono a trovare spazi, nei giornali o nei programmi televisivi, per sensibilizzare la popolazione italiana a questo gesto di civiltà fondamentale per la tenuta del Sistema Sanitario Nazionale.  Ogni giorno, negli ospedali italiani, vengono fatte 11 mila trasfusioni di componenti labili (4 milioni ogni anno), che sono necessarie per interventi chirurgici di alta specializzazione, per i trapianti, per curare pazienti onco ematologici o i malati di talassemia. Dal plasma dei donatori si ricavano i fattori della coagulazione, per i malati che ne hanno carenze e per gli emofilici, e l’albumina, per le persone affette da gravi carenze di proteine, ustionati o in stato di shock. Quanto pensate possa reggere a tutto questo, se non ci viene offerta la possibilità di invitare la cittadinanza ad infoltire il numero dei donatori di sangue e a rinnovarlo di continuo? Ogni anno si stima che circa 40 mila donatori vadano in “pensione” per raggiunti limiti di età, e tutti costori devono essere sostituiti con nuovi donatori affinché ai malati sia resa sempre disponibile una terapia sicura. Dobbiamo sempre aspettare le emergenze per parlare di donazione di sangue o esserne coinvolti in prima persona, quando qualche reparto di ospedale si trova costretto a domandare sangue per qualche nostro congiunto? Malgrado periodici annunci sensazionalistici, che presentano come imminente la produzione di sangue artificiale, il sangue non è ancora producibile in laboratorio, e la donazione volontaria, periodica, gratuita, anonima e consapevole, è la miglior garanzia per la qualità delle terapie trasfusionali e per il controllo della propria salute.
La FIDAS è una federazione alla quale aderiscono 68 Associazioni autonome presenti in 16 regioni. Nel corso del 2008, le sue federate hanno raccolto 395.508 donazioni. I nuovi iscritti alla federazione sono stati 32.171, i quali hanno portato il totale dei soci donatori a 445.476. I giovani donatori (tra i 18 ed i 28 anni) sono, invece, 76.781.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazione organi indicata su carta d’identità

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2010

“La carta d’identità è un documento di riconoscimento, non può contenere i voleri sensibili di una persona, altrimenti viene meno il rispetto della privacy”. Questa la dichiarazione di Luigino Smiroldo, viceresponsabile per la Sanità dell’Italia dei Diritti, a seguito della norma inserita nel “Milleproroghe” secondo cui si deve indicare sulla carta d’identità se si vuole essere o meno donatori di organi in caso di morte. Ieri, 10 febbraio, il governo ha posto la fiducia su quanto previsto ed oggi si riunisce la conferenza dei capigruppo del Senato per deciderne i tempi del voto. “Non sono d’accordo perché questo non è un dato anagrafico ma personale e non è possibile che anche un poliziotto possa sapere il mio volere – continua il rappresentante del  movimento fondato da Antonello De Pierro -. Se intendono scriverlo sulla carta d’identità devono farlo anche sul passaporto, sulla patente di guida, sulla tessera sanitaria, sulla tessera ferroviaria – ironizza Smiroldo -. Insomma queste sono informazioni protette e per poterle leggere bisogna essere autorizzati”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haiti: conto corrente per le donazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 gennaio 2010

Roma.  E’ partita la portaerei Cavour, con la seconda tranche degli aiuti per le popolazioni haitiane raccolti dal Comune di Roma, con il coordinamento della Croce Rossa Italiana.  Il Campidoglio, inoltre, così come annunciato all’indomani della tragedia che ha colpito l’isola caraibica, ha proceduto ad attivare il conto corrente per raccogliere contributi. Attraverso questo conto sarà possibile effettuare donazioni che il Comune utilizzerà per realizzare strutture di assistenza e protezione per i bambini haitiani. Alla concreta realizzazione di queste strutture per i bambini concorreranno anche tutte le aziende municipali del Gruppo Comune di Roma, ciascuna con le proprie competenze. Questi i dati del conto corrente dove è possibile effettuare il bonifico:  Comune di Roma pro terremotati Haiti Unicredit Banca di Roma BIC Ag BROMITR 1052 Codice IBAN: IT89Y0300205117000401289973

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazione degli organi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

Roma, 16 dicembre Teatro Capranica Piazza Capranica 101 – Ore 20 Anche quest’anno l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato organizzerà un’iniziativa a favore della sensibilizzazione alla donazione degli organi. Il 16 dicembre, presso il Teatro Capranica di Roma, avrà, infatti, luogo il Gala grazie al quale, dalla nascita dell’Associazione, sono stati raccolti fondi destinati alla cura di malati di fegato e alla ricerca scientifica. La 4ª edizione dell’iniziativa comprende la tradizionale cena a tavola  su prenotazione,  allietata come sempre da artisti di teatro e musica: quest’anno a fare gli onori di casa saranno il comico Riccardo Rossi e il gruppo gospel Happy Day Gospel Singers. Rilevante la presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, On. Gianni Letta, e del Direttore del Centro Nazionale Trapianti, Dott. Alessandro Nanni Costa, che insieme ad illustri colleghi consegneranno alcune targhe a meritevoli esponenti del mondo scientifico e trapiantologico.Il ricavato della serata sarà destinato prevalentemente a due progetti: l’apertura e la gestione di una casa di accoglienza per i pazienti residenti fuori dalla Regione Lazio e la formazione sulla comunicazione medico-paziente per i giovani medici-specializzandi e operatori sanitari dei reparti trapianti nella Regione Lazio, grazie alla collaborazione con Claudio Belotti, condirettore della  NLP Italy e coautore del testo universitario Comunicazione Medico-Paziente.
Nata nel marzo 2006 per iniziativa di alcuni pazienti trapiantati e alcuni medici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli, l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato ha deciso di iniziare da alcuni anni una campagna di sensibilizzazione alla donazione, ispirandosi ai principi della solidarietà umana, ed informando l’opinione pubblica sulle vitali problematiche della carenza di donatori. L’Associazione si prefigge di fornire informazioni sul trapianto di fegato, di sostenere moralmente pazienti e familiari, prima e dopo il trapianto, e dare loro il necessario aiuto. Collabora inoltre con le strutture specialistiche e promuove attività di studio, formazione e ricerca nell’ambito dei trapianti d’organo. Presidente dell’Associazione è Emanuela Mazza, trapiantata di fegato nel 2003 e autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di Fegato (Armando Editore); Vice Presidente il Prof. Salvatore Agnes,  Direttore Unità Operativa Chirurgia Sostitutiva all’Università Cattolica Sacro Cuore (Istituto di Clinica Chirurgica) e Segretario il Prof. Antonio Gasbarrini, Dirigente Medico Medicina Interna e Angiologia Policlinico Gemelli di Roma.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le fondazioni e la loro dimensione finanziaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2009

In Italia la dimensione finanziaria delle Fondazioni è notevole. Se diamo ad esse la definizione accolta dal Codice Civile come lo “strumento attraverso i quali i privati e la ricchezza privata contribuiscono al raggiungimento di obiettivi di interesse pubblico”, non renderemmo del tutto giustizia al loro ruolo istituzionale. I loro obiettivi possono essere, come in prevalenza sono, di natura sociale ed in ciò raccolgono il significato storico delle donazioni o altre forme di raccolte di fondi sotto la spinta di valori in prevalenza cristiani o di solidarietà laica rivolti alla soluzione dei problemi sociali. Lo Stato, d’altra parte, non mostra di essere in grado di assolvere integralmente le sue responsabilità sociali presenti e future nel contesto in cui opera per ragioni di natura economica. Proprio per questo motivo le fondazioni, se ben orientate, possono incentivare ed incoraggiare scopi e capacità di agire sul terreno sociale e capaci di realizzare alta efficienza ed incoraggiare forme di collaborazione tra risorse finanziarie pubbliche e private mirate all’offerta di servizi sociali (una specie di project financing. Grande importanza possono avere, a questo punto, le regole fissate negli statuti delle fondazioni ed anche un utile inserimento di forme di controllo da parte dello Stato, per una verifica di merito in cambio di sgravi fiscali, là dove mostrano di voler perseguire fini sociali ad alto valore civile come la ricerca del cancro, l’Aids, ecc. Questa forma di controllo ed anche di regolamentazione che si può richiedere ad una fondazione trova la sua ragione d’essere p’er valutare le grandi linee della sua progettazione sociale, per definire i rapporti con il Governo e per valutare l’ampiezza dell’apporto possibile.
Le fondazioni negli U.S.A. La loro consistenza patrimoniale è notevole e si valuta possa essere non meno di 20 miliardi di dollari, poco meno di 20 miliardi di euro (calcolando il cambio quasi alla pari). Vuol dire in pratica  che tale ammontare raggiunge lo 0,50% del PNB ed è l’1,50% del budget federale. Basti pensare che il solo Bill Gates ha finanziato una sua Fondazione con una base di partenza di 100 milioni di dollari. Non è tutta generosità, ovviamente. E’ uno stimolo ben accompagnato dall’interesse ad ottenere sgravi fiscali per i profitti devoluti ad opere di bene. Questo tornaconto, ovviamente,  non diminuisce l’importanza del fatto che il dono tende per lo più a farsi carico dei problemi sociali che lo Stato non riesce ad assolvere in parte o in toto e che hanno una grave ricaduta tra gli esclusi. D’altra parte è ben noto che le disuguaglianze accelerate dal progresso economico e tecnologico tra paesi e tra classi sociali di uno stesso paese rischiano di lacerare il tessuto connettivo della solidarietà che è alla base della stabilità politica e della stessa stabilità economica. Solo con un comune sforzo Stato ed istituzioni private possono meglio ridefinire i termini di una reciproca collaborazione per fronteggiare le nuove emergenze sociali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donazioni e trapianti

Posted by fidest press agency su martedì, 4 agosto 2009

Secondo  i  dati  diffusi  dal Nord Italian Transplant i Riuniti di Bergamo sono  l’ospedale  che  ha registrato  il  maggior numero di donazioni e di trapianti d’organo nel primo semestre del 2009. La Lombardia si conferma la regione  più  attiva.  Donazioni e trapianti in aumento rispetto al 2008 in tutti i centri coordinati dal NITp. Il  resoconto  pubblicato nei giorni scorsi analizza l’attività di tutte le regioni coordinate dal NITp, cioè Lombardia, Veneto, Trentino, Friuli-Venezia  Giulia, Liguria e Marche, che insieme costituiscono un’area di  circa  19  milioni  di  abitanti,  dove  operano  80 ospedali in cui si effettuano  i  prelievi  d’organo,  42 unità di trapianto localizzate in 16 ospedali,  5 Coordinamenti Regionali più quello della Provincia Autonoma di Trento,  e  un  Centro Interregionale di Riferimento per la gestione delle liste d’attesa e l’allocazione degli organi. Nei primi  6  mesi  del  2009 agli Ospedali Riuniti sono stati eseguiti 94 trapianti,  24  in  più  rispetto al medesimo periodo del 2008. A seguire l’Ospedale  Niguarda di Milano con 93 e l’Azienda Ospedaliera di Padova con 87 trapianti. I  Riuniti  confermano  la  propria eccellenza nei trapianti di fegato – 44 trapianti  in  6 mesi, di cui 16 con tecnica split, unico ospedale in grado di  raggiungere questi volumi sui trapianti di emifegato – e di polmone – 5 di  polmone  singolo  e  5  di  doppio  polmone. Al 30 giugno nel Centro di Bergamo  sono  stati  inoltre  eseguiti  20 trapianti di rene e 3 di doppio rene, 14 di  cuore, 1  combinato cuore-rene, 1 combinato fegato-rene e 1 multiviscerale, quello sul piccolo Etion del maggio scorso, che ha ricevuto intestino, fegato, pancreas, milza e stomaco. Dallo  spaccato  restituito  dal  NITp  emerge un significativo aumento dei trapianti  rispetto allo scorso anno in quasi tutti gli ospedali coinvolti. Un  aumento proporzionale all’incremento delle donazioni, in netta crescita nei  primi  6  mesi  di  quest’anno.  Senza  la disponibilità degli organi, infatti,  i  trapianti  non sarebbero possibili. Anche su questo fronte gli Ospedali  Riuniti  sono  il  Centro  che  al  30  giugno  di  quest’anno ha registrato  il  maggior numero di donatori: nei primi 6 mesi del 2009 sono infatti  stati  segnalati  17  possibili  donatori, esattamente come l’anno scorso,  ma  per  ben 12 di loro è stato effettivamente possibile prelevare gli organi a scopo di trapianto contro i 5 dello scorso anno. Dalla  fotografia  restituita  dal  NITp  la  Lombardia è la regione con il maggior  numero  di  donatori  segnalati  ed effettivamente utilizzati: nei primi  sei  mesi  del  2009  sono  stati  segnalati 179 donatori, 48 in più rispetto  allo  scorso  anno,  e  di  questi  122 sono stati effettivamente utilizzati,  47  in più rispetto al 2008. La Lombardia si conferma anche la regione  che  esegue  più  trapianti  tra le 6 coordinate dal NITp: 370 gli interventi  eseguiti  al  30 giugno, 85 in più rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. A seguire la Regione Veneto con 198 trapianti, il Friuli Venezia Giulia con 63, la Liguria con 46 e le Marche con 35.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi o no, l’internauta rimane generoso

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2009

C’è bisogno di solidarietà. Situazioni difficili, a volte di vera e propria emergenza, generano un bisogno e richiedono un aiuto: a questo richiamo il popolo di Internet risponde senza esitare. Anche nel 2008 rimane elevata la quota di navigatori (65%) che ha compiuto una donazione durante l’anno. La sensibilità delle persone rispetto ai meno fortunati rimane dunque elevata: questo il trend, che continua ad essere positivo, emerso dal Monitor delle donazioni, l’osservatorio sulla solidarietà promosso da TomorrowSWG (business unit della società di ricerche SWG) e da Vita Consulting. L’indagine, giunta alla quinta edizione, ha coinvolto oltre 3.000 internauti che, partecipando, hanno a loro volta generato beneficenza. E quanti decidono di fare donazioni in denaro non lesinano di certo: la somma media devoluta in beneficenza dai singoli internauti è di 184€. Una cifra consistente se si pensa alle oggettive difficoltà in cui versa la gran parte delle famiglie italiane a causa della crisi che, ormai da troppo tempo, attanaglia il Paese. I più generosi sono gli ultra55enni: l’importo medio donato nel 2008 è aumentato del 18% arrivando a 261 euro dai 200 euro dell’anno precedente. In aumento anche le donazioni da parte dei più giovani: gli internauti con meno di 25 anni, hanno, infatti, devoluto in media 192 euro, contro i 160 del 2007. Non solo: il popolo della Rete continua a dimostrare una generosità non occasionale. Come negli anni passati, anche nel 2008 si è registrata una quota elevata di navigatori (73%) che dichiara di effettuare periodicamente una donazione. Rispetto alla tipologia di donazione, quella maggiormente gettonata rimane la singola donazione in denaro, che nell’edizione 2009 del Monitor delle donazioni, ha coinvolto oltre sei internauti su dieci (63%). A seguire l’acquisto di prodotti da donare ai meno fortunati, opportunità scelta dal 49% dei donatori. In ripresa, rispetto allo scorso anno, la donazione tramite SMS. Questa modalità rimane la prediletta tra quanti decidono di fare la donazione versando delle somme di denaro: è, infatti, il 41% ad aver utilizzato questo canale per dimostrare la propria generosità verso le persone bisognose di aiuto. L’ambito di intervento che suscita maggior attenzione da parte del popolo della Rete è quello della ricerca scientifica. In assenza di emergenze come guerre e calamità, il problema delle malattie torna ad essere molto sentito: oltre un internauta su due ha, infatti, scelto di donare ad una associazione che opera in questo ambito. E se le motivazioni più forti che portano a fare beneficenza rimangono la spinta solidale (66%) e la voglia di aiutare chi è meno fortunato (59%), si consolida il criterio di scelta che fa propendere per una certa associazione: cresce, infatti, nel 2008 la quota di donatori interessata ad un progetto specifico. Altrettanto importante condividere l’ideologia dell’ente promotore: è ancora il 39% degli internauti a dichiarare di aver scelto un’associazione proprio per questo motivo. Ma il fatto di effettuare una donazione, non può prescindere dall’essere certi che la somma devoluta vada a destinazione: è il 32% dei donatori a scegliere un’associazione perché utilizza i fondi in modo chiaro e trasparente. Una modalità non facile per dimostrare la propria voglia di aiutare il prossimo è di farlo direttamente e, su questo fronte, i navigatori si rivelano decisamente energici: è il 40% ad essere stato impegnato in attività di volontariato nel corso del 2008. Ed è circa la metà (18%) a praticarlo in modo continuativo.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »