Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘donne’

Le donne di Pietro Mascagni di Francesca Albertini Petroni

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2022

Edizioni Curci, è una narrazione appassionante e documentatissima sul geniale compositore (Livorno 7 dicembre 1863 – Roma 2 agosto 1945), scritto dalla pronipote, fondatrice, insieme con le cugine Guia e Alice, del Comitato Promotore dedicato all’illustre bisnonno. La storia comincia a Roma nel 1970: un terribile incendio nell’appartamento di Emy Mascagni, figlia del Maestro, minaccia un secolo intero di ricordi ma non riesce a frenare il potere evocativo della sua memoria. È così che, riavvolgendo il filo delle generazioni, approdiamo alla Livorno di fine ‘800, dove il giovane Pietro ha appena perso la madre. È la prima di una lunga e affascinante galleria di figure femminili: Giuseppina, la fidanzata che gli spezza il cuore; la moglie Lina, fedele compagna di una vita intera; la musa Anna, amante appassionata e ispiratrice di melodie immortali. E poi ancora la figlia e le nipoti, ma anche le più celebrate interpreti dei personaggi grandiosi, tragici o delicati che animano le sue opere. Si arriva infine al presente e alla nuova generazione di donne mascagnane, impegnate nel compito di divulgare le musiche indimenticabili e il profilo umano di un artista che non è stato soltanto il compositore di Cavalleria rusticana, ma soprattutto un instancabile, geniale sperimentatore e, al contempo, un’icona di stile.Arricchiscono il volume: l’albero genealogico della famiglia Mascagni, la cronologia delle opere, la bibliografia e importanti documenti d’archivio. Dall’introduzione: «Il racconto che state per leggere non è altro che la ricerca di uno di questi fili sottili, che si srotolano lungo le generazioni di ogni famiglia e non si spezzano mai. Il filo c’è sempre, perché c’è sempre una motivazione profonda a orientare le nostre scelte: il carattere o la casualità degli eventi è certo determinante, ma la predisposizione “atavica”, “genetica” della nostra mente lega tutto insieme. È in questa luce che riscopriamo un personaggio, un vero artista, che ha lottato per la sua passione con tutte le sue forze, ricercando e sperimentando il nuovo: è caduto nello sconforto dell’incomprensione, ha vissuto periodi drammatici per sé e per la storia dell’umanità, ha ottenuto la gloria del successo e donato al mondo pagine struggenti».Il volume è stato presentato in anteprima lo scorso 29 agosto al Mascagni Festival in collaborazione con AperiOpera e sarà disponibile in libreria dal 7 settembre 2022.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Uguaglianza di genere: in Italia solo il 3% le donne CEO

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2022

La strada per la parità di genere in Italia è ancora lunga: tutti gli indicatori vanno nella stessa direzione, a partire dal tasso di occupazione. L’occupazione femminile si aggira intorno al 50%: in Francia è del 65% e in Germania supera il 73%. Il problema non riguarda però solo l’accesso all’occupazione, ma anche le condizioni di lavoro. Infatti, esse scontano tutta una serie di penalizzazioni nel mondo del lavoro, che persistono da lungo tempo e sono interrelate fra loro: le forme contrattuali instabili, il part time involontario, la sovraistruzione (disallineamento tra formazione e occupazione), il divario retributivo, e la segregazione professionale. Le diseguaglianze di genere, a livello verticale, secondo l’European Women on Boards del 2022, è del 35% la quota femminile nei Consigli di amministrazione di aziende, quotate e non, nel 2021. Solo il 3% invece le donne Ceo, contro il 4% nel 2020. Da un punto di vista orizzontale, secondo l’Istat (2013), per descrivere il 50% dell’occupazione maschile servono 51 professioni, mentre per descrivere il 50% di quella femminile ne bastano 18, contro le 22 nel 2002. “Certamente le donne appartenenti alle giovani generazioni hanno un atteggiamento diverso: sono più istruite (anzi, ormai hanno superato da tempo i coetanei come presenza fra i laureati) e le aspirazioni professionali sono inscritte stabilmente nel proprio orizzonte di vita – prosegue la Dott.ssa Volpi (Federica Volpi, Non adesso, non ancora. La difficile parità di genere tra vita e lavoro, Aracne editrice, Roma 2021) – Ma anche loro si scontrano con una serie di limitazioni ed ostacoli che spesso ne impediscono la realizzazione, in parte condivisi con i coetanei, in parte specificamente legati al genere. Di fatto, sussistono penalizzazioni e fattori di condizionamento classici che influiscono sui loro percorsi, come ad esempio, la già citata segregazione professionale. I dati di una ricerca che ho seguito personalmente negli ultimi anni, che ha coinvolto giovani italiani residenti in patria o all’estero, mostra che anche le giovani donne sono alle prese, ad esempio, con la segregazione professionale. Se nelle professioni ad elevata specializzazione le giovani donne del campione hanno quasi colmato il gap, circa il 55% dell’occupazione femminile giovanile è concentrato nelle mansioni esecutive di ufficio, nel commercio e nei servizi: quindi le occupazioni classiche per le donne”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio “LEADS – Donne Leader in Sanità”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2022

A Roma, presso l’Auditorium “Cosimo Piccinno” del Ministero della Salute (sede di Lungotevere Ripa), sono stati annunciati i vincitori del Premio “LEADS”: il riconoscimento istituito dall’Associazione Donne Leader in Sanità per promuovere le best practice di Aziende pubbliche e private che si sono distinte nel favorire la leadership al femminile. Sono stati 27 i progetti candidati. Sei i vincitori delle 3 categorie (aziendale, associazioni, enti pubblici e privati accreditati) e due menzioni speciali decretate dalla giuria del Premio, presieduta da Beatrice Lorenzin accanto a figure che hanno ricoperto il ruolo di ministro della Salute o che operano nel settore dell’associazionismo come Renato Balduzzi, Carolina Gianardi, Lella Golfo, Maurizia Iachino, Paola Mascaro, Alessia Mosca, Maurizio Sacconi, Livia Turco. Tra i progetti premiati: UBC farmaceutica S.p.A nella categoria impresa per aver adottato una politica di assunzioni orientata all’equità retributiva e alla flessibilità e autonomia nell’organizzazione e nella gestione del lavoro; Women in Surgery nella categoria associazioni per l’efficacia deli percorsi di mentorship nel sostenere l’avanzamento della carriera delle giovani laureande e specializzande in chirurgia. Tra le Aziende sanitarie pubbliche e private sono state premiate la Fondazione Policlinico Agostino Gemelli, la ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, la Fondazione IRCCS Carlo Besta di Milano, e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa per i diversi programmi di formazione a supporto dello sviluppo professionale e manageriale e per gli interventi volti a favorire l’assunzione da parte delle donne di incarichi di maggior complessità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donne e denaro: Una sfida per l’inclusione

Posted by fidest press agency su domenica, 1 Maggio 2022

Un terzo delle donne in Italia non percepisce fonte di reddito e altrettante considerano le proprie conoscenze in ambito finanziario ancora insufficienti, nonostante la percezione – comune a uomini e donne – di avere la stessa capacità nella gestione del denaro e pari nozioni di educazione finanziaria ricevute in famiglia. Sono queste alcune delle evidenze emerse dalla ricerca della durata di più di un anno “Donne e Denaro: una sfida per l’inclusione”, avviata da Banca Widiba in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e presentata oggi presso la sede milanese dell’Ateneo. L’indagine – che si compone di una parte qualitativa, con focus group che hanno coinvolto donne e Consulenti finanziari, e una quantitativa su oltre 2000 persone, a cui hanno fatto seguito più studi sperimentali – ha permesso, per la prima volta in Italia, una profonda comprensione dei fattori che, ancora oggi, ostacolano le donne nella gestione del denaro, tra cui le credenze stereotipiche che riguardano questo ambito e che influenzano profondamente atteggiamenti e comportamenti finanziari delle persone. Emerge anche che le donne rispetto agli uomini cercano meno frequentemente consigli finanziari attraverso canali professionali, attivando invece in misura maggiore canali informali come amici e parenti. Infine, un dato positivo: gli italiani non percepiscono uno stereotipo negativo sulla competenza delle donne in merito al denaro, ritenendo che entrambi i sessi siano ugualmente capaci di gestire il loro denaro. Emergono invece altri due stereotipi di genere legati al denaro, confermando quanto emerso nella fase qualitativa: il primo è che le donne sono motivate a guadagnare principalmente per realizzare un progetto di vita familiare e relazionale, mentre i soldi non sono importanti per realizzare e valorizzare la propria identità; il secondo è che queste credenze stereotipiche risultano essere associate a una peggiore performance delle donne nei confronti del denaro. Riassumendo: meno soldi e gestiti peggio. Il quadro finale acquisito da questa ricerca, che verrà ulteriormente arricchita con due nuovi studi sperimentali e i laboratori, sarà alla base di un lavoro di riflessione e di progettazione di nuove soluzioni di intervento per avvicinare le donne al mondo della finanza e renderle più forti e solide economicamente, contribuendo al superamento del divario di genere che ancora persiste in questo campo.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Perché le donne aspettano 8 anni per una diagnosi di endometriosi?

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 marzo 2022

Verrebbe da chiedersi solo perché, forse perché la risposta non è per nulla facile. Per dare voce a quante soffrono di endometriosi, il marchio di benessere intimo INTIMINA se da un lato ripropone la campagna di sensibilizzazione “The Wait” (con un video “provocatorio” di bambine di 8 anni che recitano le esperienze lunghe 8 anni di molte donne), dall’altro vuole mostrare come cambia la percezione di questa malattia da chi è direttamente coinvolto e da chi deve dare consigli.Coinvolte nell’intervista, la ginecologa per INTIMINA Manuela FARRIS, e ROBERTA la donna che ha prestato la sua storia alla voce delle bambine nel video “The Wait”. Ha 39 anni e da 3 anni è madre di un bambino, ma non dimentica la fatica che ha fatto (e gli oltre 10 anni da un medico all’altro) per arrivare a una diagnosi e poi alla chirurgia. Fondata nel 2009, Intimina è la linea completa di prodotti a marchio svedese per il benessere intimo delle donne. Con tre gamme di cure (Mestruale, Rinforzo del pavimento pelvico e Benessere femminile), Intimina ha prodotti per donne di tutte le età. Ogni prodotto è realizzato con materiali di alta qualità sicuri per il corpo ed è stato progettato e testato con il supporto di un gruppo mondiale di consulenti medici e ginecologi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Sicilia delle donne – Il Festival del genio femminile in Sicilia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2022

Trapani. Il Comune di Trapani racconterà “L’Autrice dell’Odissea”. In particolare, l’11 marzo alle ore 9.10, nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano” di Trapani, si svolgerà una conferenza rivolta agli studenti dell’Istituto. Interverranno Giacomo Tranchida, Sindaco di Trapani, Rosalia D’Alì, Assessore alla Cultura del Comune di Trapani, Margherita Giacalone, direttrice della Biblioteca Fardelliana, Ornella Cottone, dirigente dell’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano”, Renato Lo Schiavo, docente di latino e greco dell’Istituto di Istruzione Superiore “L.S. V. Fardella – L.C. L. Ximenes”. Quest’ultimo farà un approfondimento storico-letterario sulla suggestiva tesi di Samuel Butler sull’origine del poema omerico, sulla figura della poetessa Nausicaa e sul personaggio omerico. L’Odissea, secondo Butler, sembrerebbe essere stata scritta da una donna. Da una principessa giovane e bella, che abitava in Sicilia, a Trapani, e che nel poema ha tracciato anche il suo autoritratto. L’autrice dell’Odissea, infatti, si nasconde sotto la maschera di Nausicaa, la figlia del re dei Feaci, che nella finzione epica accoglie il naufrago Odisseo e ascolta il racconto delle sue incredibili avventure. La conferenza sarà arricchita da letture di alcuni passi dell’Odissea recitati da studenti che frequentano il Liceo Classico “L. Ximenes” di Trapani. “Siamo davvero entusiasti di partecipare a iniziative come questa che portano alla luce nomi e personalità di donne che si sono distinte negli ambiti dell’espressività, dell’arte, della letteratura, della cultura. Abbiamo voluto coinvolgere il mondo delle scuole e delle nuove generazioni per rendere vivo in loro il ricordo del passato fondamentale per la loro crescita culturale e sociale” – così affermano Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani, e Rosalia D’Alì, assessore alla Cultura del Comune di Trapani. “Siamo particolarmente orgogliosi nell’offrire ai nostri studenti una proposta formativa e culturale d’eccezione. Siamo certi che la ricaduta sugli studenti dal punto di vista culturale sarà efficace e di grande impatto” – così conclude Ornella Cottone, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano”. L’evento, organizzato dal Comune di Trapani in collaborazione con la Biblioteca Fardelliana, l’Istituto Comprensivo “L. Bassi – S. Catalano” e l’Istituto di Istruzione Superiore “L.S. V. Fardella – L.C. L. Ximenes”. sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook Città di Trapani, Trapani Capitale delle Culture Euromediterranee e La Sicilia delle donne. I cittadini e tutte le scuole del territorio potranno collegarsi e potranno assistere in modalità remoto all’evento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A Viterbo la nostra gratitudine alle donne di “Erinna”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2022

Nella giornata in cui si esprime riconoscimento e riconoscenza alla lotta delle donne per la liberazione dell’umanità, nella giornata in cui si richiama l’umanità intera ad unirsi alla lotta delle donne per la liberazione dell’umanita’, nella giornata in cui si commemorano tutte le donne vittime della violenza maschilista e patriarcale – la violenza maschilista e patriarcale che è la prima radice e il primo paradigma e il primo motore di tutte le violenze – e tutte le donne che contro la violenza si sono battute per la liberazione e la salvezza dell’umanità intera e dell’intero mondo vivente, ebbene, in questa giornata in questa città di Viterbo ogni persona consapevole dichiara la propria gratitudine alle donne di “Erinna” per quanto hanno fatto dall’inizio di questo secolo ad oggi, per quanto continuano e continueranno a fare, esistendo e resistendo. In questo otto marzo in cui la guerra infuria ancora anche in Europa – scatenata da un autocrate folle e criminale con la complicità altrettanto folle e criminale dei governi dei paesi più ricchi del mondo – ed innumerevoli vite innocenti divora e l’intera umanità minaccia di distruzione, ed il nostro primo dovere è impegnarci per far cessare immediatamente tutte le stragi e tutte le uccisioni; in questo tempo apocalittico di guerra e di orrori in cui noi pure sappiamo che solo la vittoria del movimento di liberazione delle donne abolira’ la guerra e liberera’ l’umanita’ dalla violenza maschilista e militarista, razzista e schiavista, genocida ed ecocida; ebbene, in questa giornata in questa citta’ di Viterbo ogni persona decente dichiara la propria gratitudine alle donne di “Erinna” per quanto hanno fatto dall’inizio di questo secolo ad oggi, per quanto continuano e continueranno a fare, esistendo e resistendo. Anche chi scrive queste righe, rinnova l’espressione della sua gratitudine alle persone buone che hanno animato ed animano una delle più nitide e luminose esperienze di solidarietà e di liberazione che questa città abbia conosciuto. By Peppe Sini, responsabile del “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donne e astrazione in Italia 1930-2000

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 febbraio 2022

Como 19 marzo – 29 maggio 2022 Villa Olmo, Inaugurazione 18 marzo 2022 ore 17. le sale settecentesche di Villa Olmo ospitano ASTRATTE. Donne e astrazione in Italia 1930-2000, mostra organizzata dal Comune di Como e curata da Elena Di Raddo che racconta alcune protagoniste dell’arte astratta italiana a lungo trascurate o dimenticate che, grazie all’attività critica svolta in particolare negli ultimi vent’anni, stanno tornando al centro dell’attenzione. La storia dell’arte astratta infatti, in Italia come nel resto d’Europa, è una storia sostanzialmente al maschile, scardinata per la prima volta nel 1980 dall’importante mostra L’altra metà dell’avanguardia, a cura di Lea Vergine, che per la prima volta, porta alla luce le donne dimenticate dalla storia dell’arte, tra cui anche alcune artiste parte del gruppo degli astrattisti comaschi, le stesse che sono state raccontate in occasione delle grandi mostre Elles font l’abstraction al Centre Pompidou di Parigi e Women in Abstraction al Guggenheim Museum di Bilbao. ASTRATTE. Donne e astrazione in Italia 1930-2000 prende avvio da quelle stesse artiste comasche allargando poi l’attenzione su altre protagoniste dell’arte italiana dagli anni Trenta del Novecento fino all’inizio del 2000, anni in cui l’indagine sull’astrazione si declina in gruppi e tendenze comprese tra astrazione geometrica, informale, pittura analitica e astrazione post-pittorica.L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo bilingue edito da Antiga Edizioni, a cura di Elena Di Raddo, con testi e saggi critici di Elena Di Raddo, Cristina Casero e Ginevra Addis.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumo libri. Il futuro in mano a giovani e donne

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

I dati Istat 2020 su pubblicazione e tiratura di libri, indicano numeri negativi, mentre tra quel 41,4% che legge almeno un libro all’anno, si registra una crescita del 3% . Certo c’è il 58,6% della popolazione che non legge neanche un libro, ma almeno chi legge ha deciso di dedicarsi di più a questa conoscenza, probabilmente complice il fatto che il 2020 siamo rimasti per molto tempo chiusi in casa per prevenire il covid. Inoltre, il fatto che il libro sia una sorta di compagno di cultura da trattare con cura e accarezzare, ce lo dice il fatto che il 73,6% di chi legge lo fa sui testi cartacei.E se qualcuno crede che i giovani siano i meno attenti, è bene sapere che il 58,6% dei ragazzi tra 11 e 14 anni, ha letto, non per motivi scolastici, almeno un libro. Inoltre le donne (46,4%) sono più degli uomini (36,1%), Con un record tra le ragazze 11-24: oltre il 60% ha letto almeno un libro.Insomma i giovani e le donne sembrano essere più dedite ad informarsi su un libro. Se si considera che la lettura di un libro è mediamente indice di maggiore attenzione a cultura e istruzione, siamo felici di avere conferma che il nostro futuro si basa su giovani e donne. Certo, si possono considerare anche altri tipi di futuri, quelli legati alla cultura e all’informazione di social e alcuni festival canori, per esempio. Ma al momento, se la storia non ci inganna, le persone più istruite, e più riflessive come solo la lettura di un libro può rappresentare, sono quelle che ci hanno fatto stare meglio economicamente, umanamente e socialmente.Non auspichiamo che ci siano continui lockdown perché il numero di lettori di libri cresca, ma grazie al confinamento domestico registriamo la scoperta di se stessi, l’apertura e la riflessione mentale che caratterizza la lettura di un libro. E auspichiamo che questo “contagio culturale”, questo “consumo” di libri si faccia sempre più strada.Un consiglio per tutti: quando leggete un libro, non tenetelo solo per voi, invitate amici a leggere altrettanto libro e a confrontarsi per capire quanto lo scrittore ci ha voluto comunicare. Riuscendo, così, anche a capire meglio, oltre alle riviste e rubriche letterarie, quanto un autore e il suo metodo/pensiero ci possa aiutare a vivere meglio. http://www.aduc.it

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

International Day of Women in Science

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

Nel 2015 le Nazioni Unite hanno dichiarato l’11 febbraio come International Day of Women and Girls in Science per favorire la partecipazione femminile in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM). Secondo il Women in Digital Scoreboard 2021 della Commissione Europea, le donne rappresentano solo un terzo dei laureati STEM in Europa. Il divario di genere colpisce anche l’imprenditorialità, dato che le donne costituiscono solo il 15,5% dei fondatori di start-up nell’UE.Oltre ad avere meno donne laureate nei campi STEM, quest’ultime incontrano ulteriori ostacoli nel ricevere finanziamenti. In Europa centrale e orientale solo l’1% del capitale disponibile va a start-up fondate da donne, e che un ulteriore 5% viene destinato a team di sesso misto. Tuttavia, i dati mostrano anche che le imprenditrici appartenenti a quest’area geografica realizzano di più con il denaro che ricevono, superando gli uomini in termini di produttività del capitale e generando il 96% di entrate in più ogni per 1 euro di finanziamento ricevuto rispetto alle start-up fondate da uomini. Le donne costituiscono la grande maggioranza degli operatori sanitari in Europa (70-80%). E nell’Europa centrale, orientale e meridionale, la percentuale di donne medico è la più alta tra i paesi sviluppati. Nei paesi baltici, nei paesi di Visegrád, in Slovenia e in Portogallo, la maggioranza dei medici sono donne, superando la media OCSE del 49%. Tuttavia, anche se le esperienze professionali delle donne medico avrebbero potuto innescare un cambiamento innovativo nel settore sanitario, il loro slancio imprenditoriale è stato meno evidente di quello dei loro colleghi uomini. Fortunatamente, questo si dimostra essere lo scenario di ieri, poiché l’andamento di oggi ha portato a un numero crescente di donne imprenditrici nella sanità. Secondo la dottoressa Monika Paule, che ha un dottorato di ricerca in scienze sociali ed è esperta nello sviluppo del business high-tech e nel trasferimento tecnologico nell’industria biotecnologica, “dobbiamo rimodellare l’industria biotecnologica in modo che siano favoriti entrambi i generi”. Infatti le donne nell’industria biotecnologica si dimostrano più sensibili all’utilizzo degli ultimi sviluppi nel campo ambientale. Secondo un’indagine dell’OCSE, le donne in tutto il mondo tendono ad essere più attente alle preoccupazioni ecologiche, sono più propense a riciclare, ad acquistare cibo biologico e prodotti con marchio ecologico, ad impegnarsi nel risparmio idrico ed energetico e ad usare forme di trasporto a basso consumo energetico. Questo può anche essere tradotto in idee di sostenibilità più vicine alle sensibilità femminili.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contagi da covid e donne in gravidanza

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2022

“L’andamento dei contagi da Covid19 nella popolazione generale non ha risparmiato, e continua a colpire, anche le donne in gravidanza per le quali le evidenze scientifiche consigliano la vaccinazione quale misura di prevenzione da forme gravi di malattia. Raggiungere tempestivamente quante più gestanti possibili è diventato, quindi, un obiettivo strategico che necessita di potenziamento del personale ostetrico in tutti i setting assistenziali. Nei punti nascita, in particolare, oltre che per prevenire è garanzia di sicurezza dell’assistenza, visti i grandi numeri di gestanti affette da Covid. L’ostetrica/o, professionista di riferimento per i futuri/neo genitori, fornisce, infatti, informazioni concrete, corrette e scientificamente valide in merito alla vaccinazione anti Covid19 consentendo alle famiglie una scelta informata e consapevole”, afferma il Comitato Centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica/o.“L’International Network of Obstetric Survey Systems (INOSS), al quale partecipa anche il gruppo dell’Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) dell’ISS coordinato dalla dott.ssa Serena Donati, segnala un aumento dei casi gravi di malattia da SARS-CoV-2 in gravidanza e puerperio, nel periodo della variante Delta, nei Paesi dotati di sistemi di sorveglianza che partecipano all’INOSS. Inoltre, da un recente studio, è stato evidenziato che tra le donne risultate positive al momento del parto, il 60% non era vaccinato e il 5% aveva sviluppato sintomi respiratori e polmonari tipici della malattia da Covid”, spiegano i vertici della Professione ostetrica.Le Ostetriche/i continuano a fronteggiare quotidianamente, con grande impegno, il rapido e progressivo mutamento dei bisogni delle donne e delle famiglie, a favore di un’assistenza qualitativamente valida e sempre più individualizzata, adeguando e potenziando le proprie competenze per gestire responsabilmente percorsi mai tanto difficili come quelli legati all’epoca che stiamo vivendo. «Incrementare il personale ostetrico in tutti i setting assistenziali è fondamentale per promuovere la salute di genere e delle donne, e consente di fare un’efficace prevenzione. Prendere in carico tempestivamente, infatti, significa avere maggiori probabilità di ottenere buoni esiti di salute – spiegano i rappresentanti nazionali della professione ostetrica -. Una buona politica sanitaria deve garantire assistenza dove e quando serve, potenziando il territorio nella quantità, qualità e sicurezza dei servizi. In particolare, una buona Politica sanitaria non può dimenticare che le famiglie e le persone, mai come in questo periodo, specialmente se in precarie condizioni di salute, non possono e non devono MAI essere lasciate sole.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kamel Daoud: Il pittore che divora le donne

Posted by fidest press agency su sabato, 1 gennaio 2022

Collana le Onde, pp. 208, 15 euro. Uno dei più grandi scrittori arabi, vincitore del Premio Goncourt e del Prix Méditerranée, rivisita il tema dei nudi, del desiderio e della femminilità. Una passeggiata notturna all’interno del Museo Picasso diventa il pretesto per una riflessione, per parlare di eros, di corpi, di cannibalismo, di erotismo, corpi nudi. Immerso in un’atmosfera onirica, in un luogo senza tempo popolato dai personaggi dei quadri di Picasso, Daoud si immedesima in un novello Robinson Crusoe di provenienza arabo-musulmana, di nome Abdellah, e riflette sul differente impatto che la nudità femminile ha nella cultura araba e sul concetto stesso di museo. Un libro divertente e coraggioso, ancora una volta una grande testimonianza di libertà, da parte di un autore su cui pesa la condanna a morte da parte dei fondamentalisti musulmani. In libreria dal 27 gennaio

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevenzione, screening per le principali patologie che riguardano le donne e la terza età

Posted by fidest press agency su sabato, 25 dicembre 2021

Sono solo alcune delle attività che Obiettivo Famiglia Federcasalinghe e Senior Italia FederAnziani porteranno avanti insieme grazie al protocollo d’intesa appena siglato.Obiettivo Famiglia/Federcasalinghe, dal 1982 la più rappresentativa Associazione delle casalinghe, in Italia (9 milioni di donne), e Senior Italia FederAnziani, Federazione delle Associazioni della terza età con i suoi 3,8 milioni di aderenti, si uniscono per realizzare diverse iniziative comuni finalizzate a migliorare la vita delle donne e dei cittadini senior, in particolare in ambito salute. Grazie a questa unione, le due organizzazioni avranno una voce ancora più forte e autorevole quando si tratterà di portare il loro punto di vista rispetto a tematiche di comune interesse. Oltre a ciò, la partnership renderà capillari le campagne di informazione e comunicazione che Senior Italia FederAnziani porta avanti sul territorio attraverso i suoi 3700 centri anziani d’Italia, con progetti di screening e tante iniziative che la federazione mette a disposizione dei suoi aderenti.«Offrire alle persone tutte, una prospettiva di “terza età” ricca di salute, di stimoli e serenità è un obiettivo che perseguiamo da sempre e che oggi potremo realizzare» dichiara Federica Gasparrini, Presidente Nazionale di Federcasalinghe.«Le nostre due organizzazioni dialogano da tempo, e la firma di questo patto darà il via a un percorso di collaborazione ancora più strutturato su tutto il territorio nazionale. Insieme ideeremo nuovi progetti e attività che potranno incidere in modo importante sulla vita delle persone che aderiscono a Federcasalinghe e ai centri sociali per anziani della nostra rete» dichiara Roberto Messina, Presidente Nazionale di Senior Italia FederAnziani.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il diritto delle donne ad essere accompagnate dal proprio partner

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2021

;”Cammina veloce verso il Senato l’emendamento della deputata del Movimento 5 Stelle, Stefania Mammì, che riguarda il diritto delle donne ad essere accompagnate dal proprio partner, o in sua assenza da un parente, nel corso delle visite, esami e controlli prenatali, normati dall’articolo 14 del decreto legislativo 151/2001. Gli stessi, infatti, potranno usufruire di un apposito permesso lavorativo, nel caso in cui le visite siano previste in orario di lavoro.”Alcuni mesi fa il mio emendamento, il 4.55 all’articolo 4, lettera D del DL Family Act, è stato approvato dalla Commissione Affari sociali in sede referente -spiega l’On.Mammì – poi il passaggio in Aula e il vaglio della Ragioneria di Stato e l’inserimento nel testo definitivo del ddl ora in discussione al Senato. Una misura a cui tenevo davvero molto, che vede attuata le pari opportunità nei controlli prenatali, dove anche i papà potranno essere presenti usufruendo di un apposito permesso lavorativo, nel caso in cui le visite siano previste in orario di lavoro. Sono soddisfatta per aver contribuito ad aiutare le donne nella fase più delicata della loro vita, facendo riconoscere un diritto importante e delicato per la coppia che si appresta a conoscere lo stato di salute del nascituro”, conclude la deputata pentastellata, Stefania Mammì.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un tango per combattere la violenza contro le donne. Ritorna anche quest’anno a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2021

Roma 25 novembre 2021, a partire dalle 19.00, presso la Stazione di Porta S. Paolo – Ostia Lido, ( vicino Piramide). “Un tango solidale dalle Scarpe Rosse” , ideato e organizzato da Fatima Scialdone Ass.Cult Tango Eventi con ATAC, e con il Patrocinio della Ambasciata Argentina, I.I.L.A Istituto Italo Latino americano. L’evento, giunto alla IX edizione , si inserisce nell’ambito delle manifestazioni del 25 novembre “ONU – Giornata Internazionale per eliminazione violenza contro donne”.Per sensibilizzare sul tema, tutti gli appassionati del tango argentino, ballo patrimonio dell’umanità secondo il protocollo dell’Unesco, verranno invitati ad indossare un accessorio di color rosso: scarpette per le donne e rosa rossa al polso, gli uomini. Un tango solidale dalle scarpe rosse”, simbolo che unisce le tanguère a tutte le donne che combattono contro la violenza e il femminicidio.”Ritrovare nel Tango l’abbraccio, l’ascolto, la fiducia. Riconquistare l’armonia e ricominciare a creare un cammino insieme – spiega l’organizzatrice Fatima Scialdone – Un abbraccio è un gesto primordiale, forte e indispensabile contro la solitudine della violenza, è una promessa di ascolto da parte della coppia, e una riconquista della fiducia. In ultima sintesi una unione di anime”. Oltre al ballo aperto a tutti, con in consolle il dj Emiliano Naticchioni, si terrá alle 19.00 una performance di tango ideata e interpretata da Fatima Scialdone con il gruppo ” Viajeros de Abrazo e con la partecipazione del ballerino Eduardo Moyano e della bandoneonista argentina Gabriela Galli. Lo spettacolo, dedicato ai bambini, figli di vittime del femminicidio, sarà aperto da un intervento della Banda Musicale della Polizia di Roma Capitale.Nelle scorse edizioni hanno aderito associazioni di Tokyo, Los Angeles, Parigi, Firenze, Milano. L’evento si terrà nel rispetto delle regole anticovid.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Donne vittime di violenza. Le grandissime mancanze del reddito di libertà

Posted by fidest press agency su domenica, 21 novembre 2021

Chi lo ha creato, pensando alla sua “distribuzione” non ha tenuto in adeguata considerazione, o semplicemente ignorato, alcuni aspetti rilevanti. Il primo. Molte donne vittime di violenza non hanno la forza o semplicemente la possibilità di denunciare, e quindi non viene considerato il percorso che le vittime devono affrontare prima di riuscire a denunciare abusi e soprusi. Condizionare la possibilità di accedere al reddito di libertà all’essere seguite da un centro anti-violenza o dai servizi sociali significa escludere da tale possibilità tantissime, troppe, donne. E’ facile comprendere il perché di questa previsione, ovvero voler scongiurare richieste da chi non ha diritto, ma perché per il reddito di libertà sono stati posti paletti inesistenti per il reddito di cittadinanza? Il secondo. Ci fa storcere il naso perché per accedervi occorre essere nella fascia d’età tra 18 e 67 anni. Cosa succede ad una donna che a 68 anni è vittima di violenza? Perché escluderla? Se lo scopo del fondo è anche quello di consentire alla donna di affrancarsi dal proprio aguzzino, perché tale libertà si ferma a 67anni? Perché non è stata prevista la possibilità che una minore chieda l’emancipazione e che, quindi, possa accedere anche prima dei 18 anni al fondo? Il terzo. Che sottolinea la superficialità: perché sono escluse le donne immigrate irregolari, e purtroppo non stiamo parlando di una percentuale infinitesimale.Parliamo di donne che, soprattutto a causa della loro condizione, sono vittime ideali perché i loro aguzzini sanno benissimo di non poter essere denunciati. Sono le stesse donne che spesso sono costrette a prostituirsi o che, pur rimanendo in casa, vengono trattate come esseri inferiori. Il quarto. Connesso alla distribuzione delle somme che costituiscono il Fondo su base Regionale. E’ stato calcolato il numero di donne presente in ogni Regione ed in base a questo calcolo sono state erogate somme maggiori nelle Regioni ove tale numero risultava più elevato. Criterio che appare del tutto risibile. In Lombardia, per esempio, ci sono più donne che in Calabria, ma è anche vero che le donne che lavorano in nord Italia sono molte, molte, di più rispetto a quelle che lavorano nel sud. Ciò comporta che in Calabria sia più facile che un donna dipenda completamente dall’uomo, con la conseguenza che potrebbe essere necessario avere un maggior numero di fondi. Il quinto. Il reddito può essere erogato e poi sospeso o semplicemente non erogato qualora sussistano motivi ostativi che però non vengono indicati. Siamo, quindi, a conoscenza della possibilità che il reddito venga negato ma non possiamo conoscerne le ragioni. Il sesto. E’ quello che maggiormente fa arrabbiare. In data 08 Novembre si dà accesso ad un contributo ma solo fino al 31.12, il tutto ovviamente in base alla priorità della presentazione delle domande, neanche fossimo in una televendita in cui verranno premiate le prime 10 telefonate! L’impressione è che l’erogazione del reddito di libertà sia uno specchietto per le allodole, una corsa ad ostacoli ove a rimetterci saranno nuovamente le donne. Un aiuto può considerarsi tale solo se per ottenerlo non occorre affrontare una gara di resistenza. By Sara Astorino, legale, consulente Aduc

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una Masterclass per rendere le Donne protagoniste dell’innovazione

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2021

Livorono. L’11 e il 12 novembre (Grand Hotel Palazzo a Livorno, in Viale Italia 195) Daxo WomenLab realizzerà la Women 4.0 Masterclass Esperienziale Empowerment e Leadership delle donne nella 4° Rivoluzione Industriale. Due giornate di formazione dove vivere una esperienza unica di crescita personale e professionale. Attraverso esercitazioni e laboratori personali e di gruppo, le donne potranno sviluppare un nuovo mindset e competenze digitali, comportamentali, manageriali e strategiche in ottica Industria 4.0. Le esercitazioni e le esperienze individuali e di gruppo saranno al centro del percorso. L’incontro è rivolto a tutte le donne, indipendentemente dal settore nel quale operano e dal ruolo che ricoprono, perchè la quarta rivoluzione industriale interessa tutti gli ambiti e impone un miglioramento continuo, personale e organizzativo, fondamentale per adattare costantemente il proprio ruolo professionale al cambiamento in atto. Le professioni di alto livello, oltre alle competenze digitali richiedono anche le cosiddette soft skill: lavorare in multitasking, collaborare piuttosto che competere, costruire e valorizzare le reti sociali, mettere in gioco l’intelligenza emotiva per generare ambienti di lavoro empatici e adattarsi con flessibilità alle nuove funzioni lavorative richieste dall’innovazione e dalla nuova visione 4.0. «Si aprono concrete opportunità per le donne che sapranno fare proprie le nuove competenze digitali e soft e che riusciranno a trasformare i loro talenti in nuovi servizi e nuovi modelli di business supportati dalle tecnologie per diventare artefici della trasformazione in atto», ha dichiarato Darya Majidi, imprenditrice tech, presidente dell’Associazione Donne 4.0 nonché Ceo e owner di Daxolab, coworking, acceleratore ed incubatore di imprese che ha dato vita a una quindicina di startup innovative e oggi ospita un eco sistema di professionisti, PMI e grandi aziende. «Nonostante le nuove opportunità, le donne sono tuttora sottorappresentate nelle nuove tecnologie e non sono sufficientemente presenti nello sviluppo dell’intelligenza artificiale, delle start-up digitali e dei prodotti ad alta tecnologia. Per superare questo digital gender gap, è necessario favorire percorsi di crescita e carriera per le donne, sviluppare in loro leadership e consapevolezza e offrire strumenti di re-skill e up-skill per l’industria 4.0 e per incrementare la loro presenza nello sviluppo di piattaforme tecnologiche». Daxo WomenLab è la Business Unit di Daxo Group dedicata all’empowerment delle donne per l’industria 4.0. Affianca imprenditrici, manager e professioniste nello sviluppo delle skills e della cultura del digitale e della leadership, con percorsi e laboratori esperienziali di reskilling e upskilling, utili per individuare la strada da percorrere per lo sviluppo personale e professionale. Per maggiori informazioni: http://www.womenlab.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno “Donne e violenza economica”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2021

Parma lunedì 25 ottobre, dalle 14 alle 18.30, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università, 12). L’appuntamento potrà essere seguito anche in modalità on line Il convegno “Donne e violenza economica: prevenirla e combatterla con l’educazione finanziaria” è organizzato da Doriana Cucinelli e da Maria Gaia Soana, docenti di Economia degli Intermediari Finanziari al Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma. Rappresenta una delle iniziative promosse dal Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) dell’Ateneo all’interno del progetto “Non solo 25 Novembre” e vede anche il patrocinio dell’Associazione nazionale consulenti finanziari, dell’Associazione dei docenti di economia degli intermediari e dei mercati finanziari e finanza d’impresa, e del Comune di Parma. La conferenza si inserisce inoltre nell’ambito delle iniziative “Ottobre Edufin”, rassegna di eventi patrocinati nel mese di ottobre dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria con lo scopo di accrescere le conoscenze di base sui temi assicurativi, previdenziali e di gestione e programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari. Diviso in due sessioni, il convegno, rivolto a studenti, associazioni e a tutta la società civile, affronterà dunque i temi della violenza economica e dell’educazione finanziaria con un approccio multidisciplinare. La prima tavola rotonda verterà sui profili giuridici, psicologici e sociali della violenza economica: interverranno Fausto Pagnotta, Veronica Valenti e Nadia Monacelli (Università di Parma), Samula Frigeri (Centro Antiviolenza di Parma), Nicoletta Paci (Comune di Parma – Assessore alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini). A moderare sarà Anna Maria Ferrari (Gazzetta di Parma). La seconda tavola rotonda svilupperà invece il tema dell’educazione finanziaria delle donne intesa come strumento per prevenire e combattere la violenza economica: le relatrici saranno Doriana Cucinelli e Maria Gaia Soana (Università di Parma), Marilisa Guida e Cristiana Rampazzi (Banca d’Italia), Manuela Prandini (Penso a Te) e Annamaria Lusardi, docente di Economics and Accountancy alla George Washington University School of Business e Direttrice del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. A moderare sarà Giulio Tagliavini (Università di Parma). La partecipazione (online o in presenza) dovrà avvenire previa iscrizione al link https://forms.gle/6unaNQu7XertcYq38.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro donne e parità salariale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2021

“E’ stato fatto un passo importante per superare il cosiddetto gender pay gap, divario retributivo che penalizza, da sempre, le donne e rappresenta una piaga nel mondo del lavoro. Ora occorre il massimo impegno per una rapida approvazione al Senato, in modo da garantire al più presto una pari opportunità sui luoghi di lavoro”. Così la presidente nazionale di Donne in Campo-Cia, Pina Terenzi, dopo l’approvazione all’unanimità alla Camera della legge sulla parità salariale. “Il ruolo delle donne in agricoltura è sempre più vitale. In Italia sono oltre 200.000 le imprenditrici agricole, molte under 35, e il 40% della forza lavoro del comparto è “rosa”. Il loro ruolo è legato strettamente a una visione multifunzionale del settore –prosegue la Terenzi- che coniuga la produzione alimentare con welfare, tutela del paesaggio e salvaguardia della biodiversità. Questo le pone in prima linea di fronte ai cambiamenti in atto: dalle sfide della transizione verde, alla risposta alla terribile crisi pandemica”. Un aspetto del testo unico che viene reputato particolarmente importante è l’istituzione della “certificazione della parità di genere” con premialità per attestare le misure dei datori di lavoro per ridurre il divario di genere su opportunità di crescita in azienda, parità salariale, politiche di gestione delle differenze di genere e tutela della maternità.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mia Kankimäki: Le donne a cui penso di notte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2021

È un diario di viaggio nel quale l’autrice ripercorre, per quanto possibile, parte degli itinerari delle sue eroine, senza mai trascurare le loro biografie, gli aspetti psicologici e le condizioni sociali del loro tempo. Il libro è suddiviso in tre parti: Africa, Esploratici, Artiste. «Africa» è interamente dedicata alla figura di Karen Blixen. Kankimäki ammira immensamente la scrittrice danese e per esserle empaticamente più vicina, parte per la Tanzania e il Kenya. Improvvisamente la vita di Kankimäki si intreccia con quella di Blixen. L’autrice le scrive anche alcune lettere, simulando un’amicizia immaginaria. Kankimäki racconta brani della vita intima e privata di Blixen che rivelano i tormenti e le debolezze di una donna inaspettatamente depressa. Nella seconda parte, «Esploratrici», leggiamo che dopo il ritorno dall’Africa Kankimäki è in crisi perché non trova nuove muse ispiratrici. Le viene in aiuto un libro illustrato sulle donne esploratrici nella Storia, in cui sono ricordate tre signore di mezza età del XIX secolo che, assolti i doveri familiari, scelgono di viaggiare per il mondo. Si tratta di Isabella Bird, Ida Pfeiffer, Mary Kingsley. La terza parte è interamente dedicata alle donne che hanno consacrato la propria esistenza all’arte: Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Artemisia Gentileschi e Yayoi Kusama. Mia Kankimäki ÄKI è un’autrice finlandese. Dopo aver conseguito un master in letteratura comparata all’Università di Helsinki e aver lavorato nell’editoria finlandese, nel 2010 ha lasciato il suo lavoro e si è recata in Giappone per scrivere il suo primo libro.Traduzione dal finlandese di Delfina Sessa Euro 19,00 / 416 pagine IL CAMMELLO BATTRIANO

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »