Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘dosi’

Coronavirus. Vaccinazione unica o a due dosi?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2021

Si apre il dibattito sul numero delle vaccinazioni: una o due dosi? Informiamo che i tre vaccini, attualmente a disposizione, prevedono due dosi da somministrare a scadenza stabilita per avere il massimo di efficacia.Nel Regno Unito, il governo ha deciso di far somministrare una sola dose, per raggiungere il massimo numero di persone e rimandare la seconda dose. Nel resto della Ue e negli Stati Uniti si effettuano le somministrazioni di vaccino in due tempi, come previsto.Vediamo come è la situazione, prendendo a campione due Stati ritenuti efficienti: Regno Unito e Germania. I dati sono al 28.02.2021
Numero di morti per milione di abitanti per Covid
Regno Unito: 1803.
Germania: 841.
Numero di morti totali
Regno Unito: 122.849.
Germania: 70.625.
Totale dei casi di infezione
Regno Unito: 4.176.554
Germania: 2.446.063
Popolazione completamente vaccinata (due dosi), in percentuale
Regno Unito: 1,1%.
Germania: 2,4%.
Popolazione
Regno Unito: 68 milioni.
Germania: 84 milioni.
Dunque, la politica del governo del Regno Unito di somministrare una unica dose non sembra avere gli effetti desiderati, se consideriamo come linea di demarcazione i morti da Covid.Vaccinare con una unica dose e rimandare la seconda (in particolare per i vaccini a mRNA), significa esporsi alle varianti del virus, con difficoltà di efficacia di altri vaccini. Dopo quella “inglese” avremo la variante “italiana”? Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Italia mancano ancora 15 milioni di dosi per il vaccino antinfluenzale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2020

“Bene che entro la metà di gennaio arriveranno le prime dosi di vaccino anti Covid, ma Governo scenda da Marte e torni sul pianeta Terra. In Italia mancano ancora 15 milioni di dosi per il vaccino antinfluenzale e in diverse Regioni – come pubblicato anche dalla stampa – si arriverebbe a coprire una percentuale irrisoria di popolazione, soprattutto per quanto riguarda le fasce a rischio. Dosi in ritardo e in numero non sufficiente. Oggi è questa la vera emergenza da fronteggiare in tempi immediati: garantire, e velocemente, la somministrazione del vaccino antinfluenzale agli anziani e a tutti i soggetti fragili. Governo in grave ritardo”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo per fornire 200 milioni di dosi del candidato vaccino anti-COVID-19 di Janssen

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2020

New Brunswick, N.J.– Johnson & Johnson ha annunciato che la Commissione Europea (CE), per conto dei Paesi membri dell’Unione Europea (UE), ha approvato un contratto preliminare di acquisto secondo cui Janssen fornirà 200 milioni di dosi del suo candidato vaccino contro il COVID-19 ai Paesi membri dell’UE a seguito dell’approvazione o autorizzazione da parte delle autorità regolatorie. I Paesi membri dell’UE avranno anche l’opzione di acquistare fino a 200 milioni di dosi supplementari.Questo accordo segue la conclusione dei colloqui esplorativi avviati con la CE. L’azienda ha un dialogo in corso con diversi interlocutori, tra cui governi nazionali e organizzazioni mondiali, per rendere il candidato vaccino accessibile a livello globale, una volta che ne sia stata dimostrata l’efficacia, la sicurezza e che sia stato approvato dalle autorità regolatorie.Separatamente dall’accordo con la CE, nel quadro più ampio dell’impegno dell’azienda nel contrastare la pandemia di COVID-19, Johnson & Johnson ha annunciato che prevede di destinare fino a 500 milioni di dosi del vaccino per assicurare l’accesso ai Paesi a più basso reddito; le consegne inizieranno a metà del prossimo anno dopo l’approvazione o autorizzazione degli organi competenti. Consapevoli dello straordinario fabbisogno globale di vaccini anti-COVID-19, lavoriamo senza sosta per accrescere ancor più il numero di dosi disponibili. Johnson & Johnson sta sviluppando e testando il candidato vaccino di Janssen contro il COVID-19 in conformità a rigorosi standard etici e a solidi principi scientifici. L’azienda sta valutando un regime a dose singola nel suo trial registrativo di fase 3 su larga scala, esteso a diversi Paesi, iniziato in settembre (ENSEMBLE).[i] Più avanti nel corso di quest’anno si prevede l’inizio di un secondo studio di fase 3 con un regime a due dosi. Johnson & Johnson è impegnata a garantire la trasparenza e a condividere delle informazioni relative allo studio ENSEMBLE di Fase 3.1 Il vaccino sperimentale di Janssen contro il COVID-19 utilizza la tecnologia AdVac®. La stessa tecnologia è stata usata per sviluppare il regime vaccinale di Janssen contro l’Ebola approvato dalla CE, ed è alla base dei suoi candidati vaccini per i virus HIV, RSV e Zika.[ii] Ad oggi, più di 100.000 persone sono state vaccinate utilizzando la piattaforma AdVac® di Janssen.[iii] Sulla base delle conoscenze sulla stabilità dei nostri vaccini, prevediamo che il nostro candidato vaccino sia compatibile con i canali di distribuzione standard senza la necessità di nuove infrastrutture distributive.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Tumore colon retto: Asa a basse dosi riduce il rischio

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Una nuova metanalisi pubblicata su JAMA, che ha raccolto i dati presenti in letteratura sull’asa utilizzata come prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e del cancro, non ha riscontrato un beneficio generale derivante da tale uso del farmaco. In realtà, infatti, aspirina in questo tipo di utilizzo è risultata associata a un rischio diminuito di eventi cardiovascolari, ma anche a un aumento del rischio di sanguinamento maggiore, e non è stato rilevato alcun effetto sul rischio di cancro. «Sono stati pubblicati recentemente tre studi altamente pubblicizzati che suggerivano che dall’utilizzo dell’aspirina in prevenzione primaria derivassero più danni che benefici. Per questo abbiamo pensato di valutare l’associazione tra aspirina in prevenzione primaria ed eventi cardiovascolari e sanguinamento» spiega Sean Zheng, dell’Imperial College di Londra, Regno Unito, primo autore dello studio.I ricercatori hanno esaminato 13 ricerche in cui circa 165.000 adulti senza malattia cardiovascolare sono stati randomizzati a ricevere o meno quotidianamente aspirina. Nel complesso, durante un follow-up medio di 5 anni, il farmaco è risultato associato a un rischio inferiore per i principali eventi cardiovascolari e a un più alto rischio di sanguinamento maggiore, tanto che i ricercatori hanno stimato che sarebbe necessario trattare 265 pazienti per prevenire un evento cardiovascolare, e 210 per causare un evento di sanguinamento. In un editoriale di accompagnamento, tuttavia, Michael Gaziano, del Brigham and Women’s Hospital di Boston, afferma che la questione non è ancora abbastanza chiara, sottolineando che il beneficio dell’aspirina sulla prevenzione del cancro sarebbe visibile solo dopo un follow-up molto più lungo e che il farmaco potrebbe avere un ruolo in alcuni pazienti per quanto riguarda la prevenzione cardiovascolare primaria. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via campagna vaccinale contro l’influenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Il primo di ottobre le Regioni possono dare il via all’immunizzazione contro l’influenza e le farmacie attendono le prime dosi già per la settimana in corso. Lo assicurano Gianni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e Annarosa Racca, presidente di Federfarma. Secondo le indicazioni contenute nella circolare del ministero della salute, dalla fine della settimana le Regioni sono dunque abilitate a mettere in moto la macchina organizzativa rendendo disponibili le dosi di vaccino sia nelle strutture sanitarie, sia negli studi dei medici di famiglia sia nelle farmacie. Nel mese di ottobre il grosso della campagna vaccinale sarà completato e anche quest’anno il ministero raccomanda l’uso della profilassi per anziani, malati cronici e categorie professionali a rischio. I vaccini disponibili sono numerosi e ogni Regione ha fatto bandi per il loro acquisto. A seconda delle indicazioni mediche c’è un tipo di vaccino con adiuvante, raccomandato alle persone con più di 65 anni; un tipo senza adiuvante e uno intradermico «La popolazione – ha spiegato Racca – sarà informata come ogni anno tempestivamente dell’arrivo dei vaccini. Lo facciamo con i cartelli sulle vetrine ma anche con la comunicazione in farmacia. Il vaccino è una straordinaria protezione – ha concluso – ricordo anni fa quando intere famiglie restavano a letto. Ora grazie al vaccino si risparmiano giorni di lavoro e di scuola ma anche tante sofferenze». Il vaccino antinfluenzale, a seconda delle disposizioni regionali, può essere acquistato in farmacia, non appena ci sarà la pubblicazione del relativo decreto dell’Agenzia Italiana del farmaco in Gazzetta Ufficiale, ma per alcune categorie che hanno diritto al farmaco gratuitamente come gli anziani o i malati cronici, se è stato sottoscritto un accordo in questo senso, è possibile trovarlo direttamente negli studi dei medici di famiglia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »