Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘dubbio’

Religione: tra il dubbio e la speranza

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

La mia generazione è di quelle che in gioventù, non avendo la possibilità di possedere un televisore, ma disponendo in casa di una libreria, aveva modo di acculturarsi leggendo e tanto che ora posso aggiungere che è stato un bene prezioso che molti giovani di oggi avrebbero potuto farne tesoro. Vi era anche l’abitudine di prestarci i libri e di trovare pure il tempo di commentarli tra un calcio al pallone in cortile e qualche aiuto al menage casalingo.
La libreria alla quale potevo accedere era particolare. Da una parte vi erano i classici e dall’altra, ma in uno spazio più ridotto, si tenevano i libri cosiddetti all’indice, ma chiusi a chiave. Era una iniziativa prudenziale per non consentire ai giovani di accedervi. Manco a dirlo questa misura restrittiva divenne per me una tentazione irrefrenabile e alla fine trovai il modo di violare tanta riservatezza. Così incominciarono i miei dubbi dalle certezze propinate dal catechismo parrocchiano, dai testi scolastici, dalle lezioni moraleggianti e conformiste dei “dotti” di famiglia e dai compagni saputelli ma “bacchettoni”. Questa premessa mi serve per spiegare a chi oggi mi scrive rispolverando i “sacri testi” e fidelizzato dalle interpretazioni ufficiali date dalle autorità preposte, che non vi è scibile umano capace di propinarci certezze. La religione non fa eccezione. Sono dubbi che non provengono da coloro che si dichiarano atei ma dagli stessi religiosi e santi uomini tra i quali alcuni elevati agli onori degli altari. I Concili, a loro volta, sono stati, notoriamente, una palestra di accesi dibattiti e persino causa di profonde rotture scismatiche. Lo stesso cattolicesimo al suo interno presenta posizioni diverse e a volte conflittuali con le gerarchie vaticane. Questo significa che da cattolico posso avere dei dubbi sulla “verginità della madonna” come ci propinano le versioni ufficiali.  Dubbi, per altri versi, avevano Galilei e Copernico sul fatto che la terra fosse ferma e il sole le ruotava attorno, mentre la Chiesa si scagliava contro di essi e la sacra inquisizione ci è mancato poco che li mandasse al rogo. Ma dobbiamo anche renderci conto che l’essere umano cerca disperatamente un punto di appoggio per capire perché nasce e muore, perché deve essere schiavo e non benestante, perché deve soffrire a lungo e gli altri a lungo gioire, perché vi devono essere uomini cattivi e uomini buoni, e poi gli altri e tanti diversi perché. Le religioni sono nate proprio per mediare questo affanno esistenziale e per lasciarci un messaggio di speranza. E se milioni di esseri umani ci credono sino a morire per “fede” dobbiamo dire che c’è qualcuno che sa essere credibile e capace di mettere a frutto il suo carisma. Ora se confrontiamo il pensiero critico di chi ha avuto l’opportunità di credere e di ricrederci e ancora di credere senza la rete di protezione del conformismo e dogmatismo religioso e quello di chi ha solo masticato una versione del racconto biblico e del Nuovo Testamento, dobbiamo convenire che diventa inconciliabile perché quest’ultimo resta con un vocabolario di conoscenze limitato, meno speculativo. Resta, suo malgrado, ancorato alla preistoria. Può essere bella e appagante, ma è pur sempre preistoria. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il caso “Orsi” al comune di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

«È veramente grossolano e pretestuoso il tentativo di associare questa amministrazione alle accuse che sono state rivolte al consigliere Francesco Maria Orsi. Fermo restando la presunzione di innocenza del consigliere Orsi, che non può essere condannato dai giornali senza che questo sia prima avvenuto dalla magistratura, le accuse che gli vengono mosse non hanno nulla a che fare con la sua attività politica. I fatti che gli sono stati contestati riguardano, infatti, la sua vita professionale e privata, su cui fino ad oggi non era mai emersa nessuna ombra e nessun dubbio. Attendiamo ora che il lavoro della magistratura chiarisca al più presto tutta questa vicenda permettendo al consigliere Orsi di dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati». È quanto afferma Simone Turbolente, portavoce del sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dimitris Maninis and his Students

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Si inaugura venerdì, 11 settembre 2009, alle ore 18.00 presso le sale espositive della settecentesca Scola dei Battioro in Campo San Stae, la mostra di Dimitris Maninis, noto artista greco; pittore, ceramista e critico d’arte.  In questa occasione verrano presentate una serie di opere, oli su tela, create negli ultimi dieci anni della sua produzione artistica, in collaborazione con gli studenti del Collegio Americano di Atene, dove Maninis insegna dal 2000. La pittura di Maninis, scrive Enrico Piovano nella presentazione in catalogo, è grande e densa di contenuti e colori. Si può affermare senza dubbio che la sua pittura ha al suo centro l’uomo, l’umanità dell’uomo, ma non in senso banale o fine a se stesso, ma nel senso più alto e nobile del termine. La mostra, patrocinata dall’Assessorato alla Produzione Culturale del Comune di Venezia, è curata da Carlo Coen. Catalogo in mostra. (mirodotes Maninis.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tremende decisioni

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2009

Lettera al direttore. Caro direttore, quando le ragioni che spingono gli uomini dello Stato a prendere decisioni gravissime, che comportano la morte di uomini, sono chiare, evidenti; quando appaiono a tutti assolutamente necessarie, inevitabili, non c’è bisogno di spiegarle quelle ragioni. Quando invece gli uomini dello Stato si affannano a persuadere i cittadini che quelle loro tremende decisioni sono giuste e sacrosante, si ha l’impressione che i primi a non esserne persuasi siano proprio loro. Si ha l’impressione che cerchino di togliersi un peso dalla coscienza. O forse m’inganno? Forse mi piacerebbe che così fosse? Che gli uomini dello Stato avessero qualche dubbio, qualche perplessità, qualche ripensamento? Forse. Chissà. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gridare al Parlamento svuotato è un boomerang

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2009

Evidentemente Franceschini non se ne rende conto. I motivi addotti per criticare il ricorso alla fiducia dal Presidente del Consiglio ottengono l’effetto opposto a quello voluto. Franceschini continua a ripetere che ponendo la fiducia ” si sottrae la possibilita’ di migliorare i provvedimenti del governo” e che  “non ci si limita a fare in fretta con le leggi ma mira semplicemente a sottratte al parlamento il suo potere principale”. Non si rende conto che il ricorso alla fiducia può essere politicamente inopportuno ma rientra nelle facoltà del governo, riduce i tempi del dibattito senza annullarlo e non tocca la libera scelta di ogni parlamentare. Franceschini ragiona come se i parlamentari fossero disponibili a chissà che e cambiassero idea solo perché viene posta la fiducia. Insomma, pare che per lui quelli della maggioranza siano dei pavidi pecoroni. Non lo sfiora neppure il dubbio che viceversa sia l’inconsistenza delle tesi dell’opposizione a non dare motivo alla maggioranza per ribellarsi al governo. Che è quello che intendono i cittadini. Del resto, il vero nodo politico del prossimo Congresso del PD è costruire un progetto alternativo per rispondere alle necessità dei cittadini di vivere le proprie diversità, un progetto che abbandoni i sogni di egemonia e di indistinzione culturale. Perché, con buona pace degli intellettuali che parlano di democrazia liberale senza conoscerla, non è indispensabile che spetti per forza al PD il ruolo di dar vita al progetto alternativo. Se non saranno capaci loro, finiranno per farlo altri. (fonte La Federazione dei Liberali)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mondondoso

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2009

MondondosoNoale 23 giugno  Ore 21.45 – London Lounge (– via Noalese Sud 2/2) Mondondoso Marianna Sassano (autrice e voce), Stefano Bertoldo (tastiere, organo, fisarmonica, armonica), Alvise Favaretto (chitarre), Paolo Cazzin (batteria e percussioni), Roberto Semenzato (basso) Mondondoso dondola. Scricchiola, perché non ha piattaforme salde su cui poggiare. Traballa, e a dirlo ci si sbaglia. Mondondoso è un esercizio per allontanarsi dalla stabilità, dai percorsi predefiniti, per prendere le distanze dalle verità assolute che non ci appartengono. Come un’onda, che si infrange addosso ad un’altra onda, e che, incontrandosi con quell’altra, si scioglie, perdendo la sua forma e generandone una nuova, comune. Mondondoso sta dalla parte del dubbio, che nasce dall’osservazione delle cose e di noi stessi. La musica ci porta in territori sconosciuti, dei quali poter raccontare, e dove il dondolare non è più simbolo dell’instabile, ma delle infinite possibilità. Dove l’incertezza si trasforma in scoperta continua di persone, voci, idee nuove e diverse. Mondondoso è un pensiero ancora prima che un gruppo musicale. È accettare che l’incertezza diventi forza, scoprire la ricchezza di percorsi che non è possibile predeterminare. O almeno così crediamo. Durante la serata saranno eseguiti per lo più brani originali intramezzati da cover di Janis Joplin, Noa, Zucchero e Sarah Jane Morris. ( foto mondondoso)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »