Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘dublino’

Legg Mason apre una nuova sede a Dublino

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 dicembre 2018

Legg Mason, una delle più grandi società di asset management al mondo con 742 miliardi di AUM, ha aperto un ufficio di Legg Mason Investments (Ireland) Limited (LMI Ireland) a Dublino. L’apertura della nuova sede conferma lo storico impegno di Legg Mason in Irlanda, creando – in uno scenario post-Brexit – un hub centrale per gli investitori europei.
La società di gestione risparmi, che ha già circa 80 fondi domiciliati a Dublino, ha aperto il nuovo ufficio irlandese nel complesso noto come Number One Ballsbridge, alla presenza del presidente e CEO Joe Sullivan.Il nuovo team di Dublino, guidato da Penny Kyle, sarà composto da 6 professionisti, con ulteriori assunzioni previste nel 2019. Si occuperà della supervisione degli investimenti, della gestione finanziaria e dei rischi.Penny Kyle ha oltre 20 anni di esperienza nel mondo degli investimenti e negli ultimi due anni ha lavorato con il team che si occupa dei progetti strategici di Legg Mason. In precedenza ricopriva la posizione di Head of North American Equities nell’affiliata Martin Currie.
Fondata nel 1997, LMI Ireland è attualmente autorizzata dalla Central Bank of Ireland come società di gestione di fondi di investimento alternativi e di fondi UCITS. Legg Mason ha attualmente circa 30 miliardi di dollari di masse in gestione nella sua gamma di fondi domiciliati in Irlanda, attraverso cui offre le strategie delle sue nove affiliate a clienti internazionali in oltre 25 paesi. A seguito dell’inaugurazione ufficiale della nuova sede, Legg Mason ha in programma di spostare nel 2019 la gestione e la distribuzione della sua gamma di fondi irlandesi da un’entità di Legg Mason UK a una di LMI Ireland. La gestione dei portafogli dei fondi irlandesi continuerà ad essere delegata alle società affiliate e dunque non subirà alcun cambiamento.Per garantire la continuità del servizio ai suoi clienti europei, gli attuali uffici in Germania, Italia, Spagna e Francia diventeranno filiali di LMI Ireland. LMI Ireland ha inoltre richiesto autorizzazione presso la Central Bank of Ireland per offrire servizi di gestione di portafogli individuali a clienti di conti segregati nell’UE post-Brexit. La gestione del portafoglio di tali conti segregati sarà delegata alle sue nove affiliate indipendenti, dando ai clienti la possibilità di scegliere veicoli e strategie.La decisione di Legg Mason di espandere la sua presenza a Dublino ha lo scopo di a garantire la continuità del servizio ai clienti europei a seguito della prevista uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea a inizio 2019. I clienti britannici continueranno invece ad essere serviti dal team UK.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

30° Concorso dell’Unione europea – EUCYS 2018 per giovani inventori

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Dublino (Irlanda) dal 14 al 19 settembre. L’Italia è presente con 6 studenti e 2 progetti selezionati dalla Fast. Possono vincere sino a settemila euro e vari riconoscimenti come la partecipazione al conferimento dei Nobel. “I neo Archimede tengono alta la bandiera italiana e spero si allunghi la lista dei successi ottenuti dai ragazzi finalisti,” dice Alberto Pieri, segretario generale della Fast, Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche che ogni anno organizza la selezione di EUCYS su incarico della Commissione europea.
I giovani che rappresentano l’Italia alla finale europea di Dublino sono tutti nati nel 2000: Federico Malnati, Matteo Palmieri, Alessandro Sosso dell’Istituto G. Ferraris di Torino con il progetto “(R)evolution simulator” – un simulatore elettronico per calcolare l’adattamento ai cambiamenti ambientali; Nicolò Vallana, Luca Fermi, Edoardo Puce dell’Istituto Belluzzi-Da Vinci di Rimini con il prototipo “Techno B Brace”- una applicazione innovativa per chi ha problemi di schiena. “Il mio personale augurio”, dice il presidente della Fast e coordinatore della Giuria Roberto Cusolito, “ai nostri portabandiera è di approfittare di questa esperienza unica. Se poi ritornano vincitori di premi o riconoscimenti, aggiorniamo volentieri la lista dei successi conseguiti anche quest’anno”.
Sul sito della Fast (www.fast.mi.it) c’è già il bando della nuova edizione del concorso “I giovani e le scienze”; l’iscrizione scade il 1° febbraio 2019. Possono presentare la loro candidatura ragazzi e ragazze tra i 14 ed i 20 anni. Dal 16 al 18 marzo 2019 si tiene a Milano la selezione per la 31° edizione di EUCYS, il concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati che è uno dei più prestigiosi appuntamenti internazionali, voluto dalle istituzioni di Bruxelles (Parlamento, Consiglio e Commissione europea). “I premi ed i riconoscimenti dell’edizione 2019 sono ancora più rilevanti degli anni scorsi”, dice il presidente della Fast, “EUCYS è la vetrina annuale delle migliori idee e delle più interessanti realizzazioni degli studenti dei 28 Stati dell’Unione e di una dozzina di nazioni invitate”. Circa 150 finalisti con una novantina di proposte, risultato di un lungo e severo processo di selezione durato almeno un anno, condividono l’opportunità di incontrarsi e competere con colleghi con analoghi interessi. E’ un percorso che può aprire brillanti carriere nella scienza, nella ricerca e nella tecnologia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il tema immigrazione ruota attorno al regolamento di Dublino”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 giugno 2018

“Se nel 2003, prima delle ‘primavere arabe’ e prima degli attacchi terroristici, poteva avere un senso, ora risulta inadeguato e anacronistico. Non capire il carattere di eccezionalità della sfida sull’immigrazione è il più grave atto di miopia che l’Europa possa fare. Ma non meno miope sarebbe pensare non di risolvere ma di sfruttare l’emergenza per fini elettorali o di consenso. E questo è un tema che riguarda molti governi in Europa”.Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo in Aula a Montecitorio in dichiarazione di voto dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in vista del Consiglio europeo del 28 e 29 giugno.
“Non si può dimenticare che la questione migratoria ha rilevanza europea, ed europea non può che essere la sua soluzione. L’Europa è a un bivio: o prende il toro per le corna e affronta questo problema con una strategia a breve, medio e lungo termine o rischia di essere travolta.
Parliamoci chiaro! L’Italia da sola in questi anni si è fatta carico del soccorso, dell’identificazione e dell’integrazione non solo dei profughi ma di tanti, forse troppi, migranti economici.Possono dire lo stesso altri paesi che affacciano sul Mediterraneo? Possono dire lo stesso i governi che pretendono di dare lezioni all’Italia? Oggi con che coraggio proprio la Francia, che ha gettato nel caos la Libia, si permette di darci lezioni?
Bene ha fatto il ministro Salvini a rispedire al mittente certe affermazioni e ad aver messo di fronte alle proprie responsabilità i partner europei; e altrettanto bene ha fatto il presidente del Consiglio nel ribadire che l’Italia non accetterà soluzioni calate dall’alto”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GLORY Launches Direct Sales & Service Presence in Ireland

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

dublinoDublino. GLORY Ltd announced that it has completed a business purchase through acquiring the assets of Semeci Limited, a leading provider of cash automation solutions to the retail banking industry in Ireland, who traded as Cash Handling Systems (CHS).
Ireland represents an important growth market for Glory. In 2016, economic growth exceeded that of any other country in the Eurozone resulting in increased investment in bank branches and retail stores. With around 70% of all retail transactions completed in cash, businesses across the country are recognising the opportunities presented by automating their cash operations to reduce costs and refocus staff on higher value customer facing activities.Commenting on the acquisition Akihiro Harada, CEO of Glory Global Solutions, said, “This acquisition supports Glory’s strategy of expanding our international business through providing sales and maintenance service directly to our end customers. This is very much in line with the company’s growth strategy, focussing more of our management resources on the expansion of our business beyond Japan.”
Vincent Nakache, Glory’s President Europe, Middle East and Africa said, ‘CHS has been a successful Glory partner with an excellent track record. With Ireland experiencing a resurgent economic climate and a positive growth outlook, we believe the additional synergy and resources that a direct Glory presence offers, coupled with the relationships the existing team has in place, will bring many benefits both to existing and new customers.”John Corcoran, Director of Semeci Limited, commented, “We are delighted to be joining the Glory family. Glory is a world leader in cash technology solutions and we have enjoyed a long association with them. The acquisition means that our customers will have direct access to the extended Glory team while enjoying continuity of the individual relationships we have nurtured over the years. I am very much looking forward to my continued involvement in the business and working closely with my new Glory colleagues.”The new subsidiary company will trade as Glory Ireland.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dublino nominata destinazione di viaggio top per il 2018 da National Geographic

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 dicembre 2017

traveller.jpgDublino è stata selezionata come una delle 21 destinazioni del Best of the World del National Geographic Traveler per il 2018. Il processo di selezione è avvenuto attraverso un numero eccezionale di nomination provenienti da una rete mondiale di giornalisti, editori ed esploratori della pubblicazione. Con i voli diretti Aer Lingus è semplicissimo raggiungere la capitale, direttamente da http://www.aerlingus.com, è possibile acquistare i biglietti e scoprire le migliori offerte. Dublino, capitale con un’importante storia, ricca di cultura ma allo stesso tempo estremamente vivace, giovane e frizzante, è una città poliedrica che sa incontrare i gusti di tutti i visitatori grazie all’ampia offerta di eventi, quartieri innovativi completamente riqualificati, tour originali e dintorni tutti da scoprire. Infatti, in pochi minuti, è possibile lasciarsi alle spalle la frenesia della città per immergersi in uno scenario dominato da villaggi pittoreschi a picco sul mare e costellati da immacolate spiagge deserte.
Perché visitare Dublino nel 2018? Ecco alcuni buoni motivi per pianificare la prossima vacanza nell’Isola di Smeraldo:
1. Prelibatezza gastronomiche. La purezza dei prodotti naturali dell’Isola l’ha resa una delle destinazioni gastronomiche più rinomate d’Europa. Gustarle è semplice nei migliori ristoranti della città, pub o durante i festival e gli itinerari gastronomici che si svolgono tutto l’anno.
2. Musica tradizionale e contemporanea. Dublino ha un’eredità musicale davvero epica. Città natale di grandi artisti come gli U2, Thin Lizzy, Sinead O’Connor, i Kodaline, The Chieftains e The Dubliners, passeggiando per le strade acciottolate del Temple Bar, è facile scoprire come a Dublino la musica sia una passione condivisa.
3. Dublino è la patria della “black stuff” dove alla Guinness Storehouse è possibile seguire le varie fasi della produzione della famosa birra e godere della vista panoramica della città dal famoso Gravity Bar.
4. Phoenix Park. Appena fuori dalla città si trova il parco cittadino più grande d’Europa, che ospita lo zoo di Dublino e il suo spettacolare branco di daini.
5. Dublino è casa del pub più antico di Irlanda, the Brazen Head risalente al 1198 e anche sede del pub più piccolo del mondo, The Dowson Lounge.
6. Il Trinity College è la sede dove hanno studiato artisti del calibro di Oscar Wilde, Jonathan Swift e Jack Gleeson. Il campus ospita il Book of Kells, uno splendido manoscritto miniato dai primi cristiani.
7. Passeggiate nel cuore e nell’anima di Dublino a cura di Stroll. La sua cultura, la sua storia e la sua grande personalità la rendono una città infinitamente interessante da esplorare a piedi.
8. DNA: itinerario a nord di Dublino in 12 tappe. DNA è un affascinante nuovo itinerario che si snoda a nord del fiume Liffey e tocca numerosi luoghi d’interesse, che sono spesso la chiave per entrare nel cuore di Dublino e per scoprire il vero carattere della città e della sua gente, in breve il suo DNA.
9. a/r Dublino: mete in giornata. A un tiro di schioppo c’è il mare, una natura rigenerante e tanti villaggi da scoprire.
Per organizzare al meglio la permanenza in Irlanda e scoprire informazioni utili basta visitare il sito http://www.irlanda.com che fornisce tutte le informazioni necessarie per scoprire e vivere le città irlandesi. Altre interessanti informazioni si possono trovare anche su Youtube, Facebook e Instagram. Aer Lingus offre voli annuali e stagionali dall’Italia per raggiungere la città irlandese di Dublino, le città americane di New York, Boston, Chicago, Los Angeles, Miami, Hartford, Seattle e la città canadese di Toronto. (foto: traveller)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione e Regolamento di Dublino: ciò che era e ciò che diventa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 novembre 2017

camera deputatidi Manlio Di Stefano. Era il 18 dicembre 2014 (diciotto dicembre duemilaquattordici) quando la mozione n.1-00605 a mia prima firma venne approvata in aula. Più precisamente l’impegno approvato della mia mozione recitava: “il superamento dell’attuale quadro normativo (così detto sistema di «Dublino III») attraverso una sua revisione per favorire: l’inserimento dei richiedenti asilo già dal momento dell’avvio della procedura di protezione, nei Paesi dell’Unione dove già vivono propri parenti, prima ancora che acquisiscano lo status di apolide”.
Ora il PD, la Lega Nord (con la sua astensione) e Forza Italia hanno approvato in sede di Parlamento Europeo il nuovo regolamento di Dublino che prevede, tra le altre cose, di trattenere in Italia tutti i migranti cosiddetti economici (definizione impropria che andrebbe superata ma che uso per comodità comunicative). Avete capito bene: Salvini ha acconsentito a una riforma del Regolamento di Dublino che obbligherà l’Italia a gestire tutti i migranti economici arrivati (il 61% nel 2016). Per loro non è previsto nessun ricollocamento, nessuna solidarietà europea, nessuna condivisione degli oneri legati alla gestione dell’immigrazione. Da ricordare che Il regolamento di Dublino II fu adottato nel 2003 e votato in sede di Consiglio dal governo Berlusconi – Bossi (Forza Italia e Lega Nord).
A questo punto la propaganda dei partiti sostiene che finalmente cade il principio del “primo ingresso”, in realtà non è così. La riforma introduce criteri e filtri che di fatto faranno gravare sul Paese di primo approdo tutte le responsabilità della gestione dei migranti e renderanno impossibili i ricollocamenti.Ecco nel dettaglio i tratti salienti del provvedimento:
1) PRIMO FILTRO. Il primo filtro stabilisce che i migranti economici, a differenza dei rifugiati, rimarranno nel Paese di arrivo. La maggior parte dei migranti rimarrà, dunque, in Italia. Non è vero – come i partiti affermano – che verranno redistribuiti fra tutti gli Stati membri: sarà solo l’Italia a farsene carico e saranno difficili i rimpatri visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza;
2) SECONDO FILTRO. Viene introdotto il filtro della sicurezza: anche in questo caso tutte le persone potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica restano nel Paese di primo ingresso. Non siamo contrari alle verifiche sulla sicurezza, ma siamo contrari al fatto che i Paesi di primo ingresso vengono lasciati da soli a gestire questi soggetti potenzialmente pericolosi;
3) PRIMO PAESE DI APPRODO SEMPRE RESPONSABILE. Nasce il criterio della responsabilità permanente. Con le vecchie regole uno Stato membro diventava competente se il richiedente vi aveva soggiornato per un anno anche se era sbarcato in un altro Paese, con la nuova revisione non sarà più così. Per esempio, un migrante entrato illegalmente in Italia che andava in Svezia e vi rimaneva per 1 anno non poteva più essere rimandato in Italia perché la responsabilità dell’Italia cessava. L’Italia come Paese di primo approdo sarà permanentemente responsabile dei migranti arrivati. Altro che solidarietà!
4) RICOLLOCAMENTO SOLO DOPO LE VERIFICHE DEI DUE FILTRI. Il meccanismo di ricollocamento non è affatto automatico: scatterà dopo le procedure dei filtri sulla sicurezza e sulla domanda. Un richiedente asilo potrà, dunque, essere trasferito in un altro Paese dopo molti mesi dal suo arrivo e nel frattempo sarà sempre l’Italia a farsene carico.
5) PAESI POVERI PENALIZZATI. Fra i criteri per redistribuire i richiedenti asilo non c’è il tasso di disoccupazione: restano solo quelli del PIL e della popolazione. Questo significa che non si terrà conto delle difficoltà che hanno i Paesi con i livelli di disoccupazione più alti, come l’Italia e la Grecia. Così c’è il rischio di una “guerra fra poveri”. Da una parte i rifugiati che hanno riconosciuto il diritto a restare in Italia e dall’altra i disoccupati italiani che non trovano lavoro.
6) TEMPI LUNGHI PER I PAESI IN RITARDO. È concesso un periodo di 3 anni di transizione per gli Stati che sono in ritardo con l’applicazione delle procedure di accoglienza. Questi Paesi sono di fatto esonerati dal meccanismo della redistribuzione. Così facendo si legittima l’egoismo di alcuni Stati membri che si rifiutano di applicare norme comuni per il diritto di asilo e l’Italia continuerà in questi tre anni ad avere più migranti degli altri Paesi europei.
Il piano di Minniti siglato con la Libia è fuffa: ha tentato di mettere il problema sotto un tappeto con un accordo siglato con la Libia ma il risultato è stato solo quello di spostare la rotta più a ovest, verso la Tunisia e consegnare i migranti ad una nuova tratta degli schiavi come testimoniato da diversi video agghiaccianti.Il governo del M5S frantumerà il regolamento di Dublino e i successivi fratellastri. Non ci sarà spazio per i buffoni di corte, per chi fa finta di litigare, per chi corregge simboli e programmi, per coloro che dicono di odiarsi ma che poi si incontrano nei motel… o ad Arcore. (fonte: blog 5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dublino: Paese di arrivo non più automaticamente responsabile per domande asilo

Posted by fidest press agency su sabato, 18 novembre 2017

dublinoIl mandato negoziale sulla riforma del sistema d’asilo dell’UE, redatto dalla commissione per le libertà civili, è stato approvato con 390 voti in favore, 175 voti contrari e 44 astensioni. I deputati potranno ora avviare colloqui con il Consiglio, non appena gli Stati membri avranno concordato la propria posizione negoziale. Le modifiche proposte mirano a porre rimedio alle carenze dell’attuale sistema e a garantire che tutti gli Stati membri accettino la propria parte di responsabilità per l’accoglienza dei richiedenti asilo.
Nel quadro della riforma, il Paese in cui un richiedente asilo arriva per primo non sarebbe più automaticamente responsabile del trattamento della domanda di asilo. I richiedenti asilo verrebbero invece ripartiti tra tutti i Paesi dell’Unione europea e sarebbero ricollocati in un altro Stato membro rapidamente e in maniera automatica.I Paesi UE che non accolgono la propria quota di richiedenti asilo rischierebbero, secondo la proposta dei deputati, di veder ridotto il loro accesso ai fondi UE. Più informazioni sulla posizione del Parlamento sono disponibili in questa nota di approfondimento (EN).
Il regolamento di Dublino è l’insieme di regole dell’Unione europea che determina quale Stato membro sia responsabile del trattamento di una domanda di protezione internazionale. Il diritto di chiedere asilo è sancito dalle Convenzioni di Ginevra, che sono state firmate da tutti gli Stati membri e integrate nei Trattati europei. La decisione della commissione per le libertà civili di avviare colloqui con il Consiglio è stata annunciata lunedì in apertura di sessione a Strasburgo. Poiché più di 76 deputati hanno presentato obiezioni alla decisione prima della mezzanotte di martedì, la votazione sul mandato negoziale è stata aggiunta all’ordine del giorno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforma del Regolamento di Dublino

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 ottobre 2017

european parliamentBruxelles. La Comunità di Sant’Egidio incoraggia il Parlamento europeo a sostenere le prime modifiche del Regolamento di Dublino approvate oggi dalla Commissione Libertà Pubbliche. Il voto a larga maggioranza dimostra che il fenomeno dell’immigrazione può essere affrontato dall’Europa in modo più unitario e, soprattutto, meno condizionato da strumentalizzazioni e paure che hanno il solo effetto di allontanare le soluzioni invece di favorirle. È necessario che si esca al più presto dall’obbligo del Paese di primo ingresso per la competenza della domanda di asilo per giungere ad un ricollocamento più equo dei migranti in tutti gli Stati dell’Unione e rispettare, in questo modo, il necessario “principio di solidarietà”. Un altro elemento positivo è la facilitazione prevista dei ricongiungimenti familiari, elemento che contribuisce in modo strategico all’integrazione. Sant’Egidio, che sta continuando, insieme alla Chiese protestanti italiane e alla Cei, in diversi progetti, il programma dei Corridoi Umanitari, auspica che vengano prese sempre più in considerazione la possibilità di aprire nuove vie di ingresso legale in Europa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dublino: stati membri devono accogliere la propria quota di richiedenti asilo

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 ottobre 2017

dublinoDublino. La commissione per le libertà civili ha approvato le sue proposte per un nuovo regolamento di Dublino, pietra angolare del sistema d’asilo dell’Unione europea, che mirano a rimediare alle attuali debolezze e a creare un sistema solido per il futuro.Il primo paese di arrivo non sarà più automaticamente responsabile per i richiedenti asilo. L’attribuzione della responsabilità sarebbe invece basata sui “reali legami” con uno Stato membro, quali la famiglia, l’avervi già vissuto in precedenza o gli studi.In assenza di questi legami, i richiedenti asilo verrebbero automaticamente assegnati ad uno Stato membro dell’UE in base ad un metodo di ripartizione fisso, non appena registrati e dopo un controllo di sicurezza e una rapida valutazione dell’ammissibilità della loro domanda di protezione. Ciò per evitare che gli Stati membri “in prima linea” si assumano una quota sproporzionata degli obblighi internazionali dell’Europa nei confronti delle persone bisognose e per accelerare le procedure di asilo.Gli Stati membri che non rispettano le norme rischiano di veder ridotto il loro accesso ai fondi UE.In questa nota informativa (in inglese) sono disponibili maggiori informazioni sulle proposte del Parlamento.Il progetto di relazione preparato da Cecilia Wikström (ALDE, SE) è stato approvato con 43 voti a favore e 16 contrari, senza alcuna astensione. Il testo costituisce il mandato negoziale del Parlamento per i colloqui con gli Stati membri in seno al Consiglio.
La decisione della commissione per le libertà civili di avviare i negoziati dovrà essere confermata formalmente dalla plenaria durante la sessione di novembre a Strasburgo. Il Consiglio deve ancora approvare il suo mandato.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati: Renzi da incriminare per alto tradimento?

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

“Se la nave che sta per soccorre 1500 migranti batte bandiera norvegese è di tutta evidenza che – se vale il trattato di Dublino – la prima ‘terra’ su cui arrivano i 1500 migranti destinati a Crotone è la Norvegia. Li portassero direttamente a Oslo invece di ‘scaricarli’ come pacchi postali in Italia. A tutto c’è un limite. Se il ‘giullare fiorentino’ ha determinato il cambiamento peggiorativo del regolamento di Dublino, un trattato già capestro per l’Italia che tutti – maggioranza e opposizione – abbiamo chiesto di modificare per renderlo meno punitivo per noi, allora il problema si fa serio perché ci sono gli estremi per accusare Renzi di alto tradimento. La Procura apra un indagine”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regolamento di Dublino: Non è il solo ad essere demenziale

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 luglio 2017

dublino“Nessuno dica più che i Governi di sinistra non riescono ad ottenere deroghe alla normativa internazionale in materia di migranti. Il problema è che bisognerebbe spiegare a questi Governi, e in particolare al Governo Renzi, che le deroghe devono essere fatte per favorire il nostro Paese, non contro. Concetto complesso che tuttavia davamo per scontato: illusi”. Lo dichiara l’On. Sandra Savino, esponente di Forza Italia.“A chiarire il paradosso – prosegue la parlamentare – sono le parole della collega Laura Ravetto, Presidente del comitato parlamentare di controllo su Schengen. L’astutissimo ex Premier ha infatti deciso che il nostro centro marittimo di coordinamento fosse responsabile dell’intero Mediterraneo e che si derogasse al regolamento di Dublino, che avrebbe permesso di assegnare il migrante allo stato di appartenenza della nave soccorritrice”.“Questa storia insegna che, se il regolamento di Dublino è demenziale, esiste sempre qualcosa di più demenziale. Peccato che questo non sia un film comico ma l’ennesima occasione in cui il nostro Governo ha dimostrato tutta la sua debolezza e idiozia a livello internazionale”, conclude Sandra Savino.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Asylum: MEPs demand urgent reform of the Dublin system and effective relocation of migrants

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

dublinThe current Dublin Regulation, which determines the member state responsible of dealing with each asylum claim, needs an urgent reform, according to MEPs of the Civil Liberties Committee in mission in Italy. MEPs also insisted that other EU countries must host some of the asylum-seekers now in Italy and Greece, as agreed in 2015.On Friday, at the end of a four days visit, Barbara Kudrycka (EPP, PL) and Juan Fernando López Aguilar (S&D, ES), heads of the delegation, said: “We came here to observe and listen to the way Italy manages the high number of arrivals of migrants and refugees at its sea borders. Italy is currently one of the biggest entry points of Europe, therefore the current migration situation is a European, not just an Italian issue. Observations and findings of the delegation are very relevant to the current work of the European Parliament for revising EU asylum legislation, in particular the Dublin Regulation.The delegation is impressed and pays tribute to the efforts of the Italian authorities, population, and all stakeholders, specifically in Sicily, to ensure that the fundamental rights of all migrants and refugees are respected and best processing practices, including for registering arriving migrants and ensuring the protection of external borders, are observed by all stakeholders. The delegation could also observe good cooperation between Italian authorities, NGOs, and EU agencies, and noted the valuable support of EASO, Frontex and Europol.The efforts made by Italy and the extraordinary example of the Sicilian people are not just commendable to Italy but they also safeguard the values of the EU as a whole. The efforts to save lives at sea through search and rescue while fighting against smuggling and trafficking of human beings are tremendous. This is all the more important given the increasing instability and worrying situation in neighbouring countries, notably Libya.The new legislation on unaccompanied minors, although it still needs to be put to the test of reality, seems to be a step in the right direction. It is very much needed, given the arrivals of ever-higher figures of minors of ever-lower age among which increasing numbers of trafficking victims.But of course there are still issues to be addressed:
– We realised that many authorities, including local authorities but also the judiciary, are facing important limitations as far as financial and human resources are concerned, recognising that Italy shoulders a greater relative burden in dealing with the migration situation.
– Visiting Italy gave us yet more evidence that the current Dublin regulation does not work, and given the current pitfalls there seems to be an urgent need for reform.
– Relocation of asylum seekers to other Member States needs to be implemented as agreed, to demonstrate solidarity in practice.
– The need for large scale search and rescue operations demonstrates that Europe must create safe and lawful routes for migration. Resettlement in particular needs to be reinforced.
What Italy is dealing with should be wake-up call to Europe for a more collective response and fairer sharing of responsibility.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le migliori aziende irlandesi premiate in un evento esclusivo a Dublino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 febbraio 2017

premiazioneDublino. Le 17 società sono state scelte da una giuria indipendente, formata da dirigenti senior e accademici di spicco, per essere i ‘Campioni Nazionali’ nella più grande competizione di business europea. I partecipanti all’evento hanno avuto l’occasione di parlare con business leader e ascoltare guest speakers come l’ambasciatore britannico in Irlanda Robin Barnett CMG e Julian Caplin di RSM Irlanda.
L’ambasciatore britannico Robin Barnett CMG ha dichiarato: “Sono stato onorato di ospitare questo evento per celebrare il successo delle 17 società scelte per rappresentare l’Irlanda in qualità di Campioni Nazionali nella prima fase degli European Business Awards. I prescelti d’Irlanda possono essere dei buoni esempi per altre aziende grazie alla loro straordinaria innovazione, determinazione e successo. Sono certo che queste aziende continueranno a crescere e a favorire lo sviluppo di grandi opportunità di business, non solo con Regno Unito ed Europa ma con tutto il mondo.”Lo sponsor principale, RSM, è il sesto gruppo mondiale di società indipendenti di auditing, fiscalizzazione e consulenza, ed ha supportato gli European Business Awards fin dalla loro nascita.Julian Caplin di RSM Irlanda ha detto: “Siamo stati onorati di celebrare questo grande successo con i vincitori della notte scorsa. Come campione dei business di fascia media, RSM Irlanda è focalizzata a supportare aziende imprenditoriali. Comprendiamo il significato degli European Business Awards nell’offrire a questi vincitori un palcoscenico europeo per tessere relazioni e collaborare.”
European Business Awards è stata creata per sostenere lo sviluppo di una comunità di business più forte e di successo in tutta Europa. Quest’anno è stata impegnata con oltre 33.000 società in 34 paesi.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank inaugura Lab dati a Dublino

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2016

dublinoDublino Deutsche Bank annuncia l’inaugurazione di un Laboratorio dati a Dublino, creando 40 nuovi posti di lavoro. La Banca annuncia anche l’intenzione di creare ulteriori 125 nuove posizioni lavorative a supporto delle divisioni Global Markets and Corporate & Investment Banking.Il laboratorio dati, chiamato “The Hive”, sarà un centro globale di eccellenza per la Banca con analisi scientifiche e strumenti tecnologicamente avanzati che sosterranno una serie di iniziative della Banca.Come parte della “strategia 2020”, Deutsche Bank sta modernizzando e semplificando la sua tecnologia, automatizzando i processi e utilizzando i dati per adattare i propri prodotti e servizi alle esigenze in continua evoluzione dei clienti. Dublino è un affermato centro di servizi finanziari per l’analisi e la tecnologia dei dati e The Hive integrerà le attività infrastrutturali esistenti della Banca in città.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Great Place to Work: Mars prima in Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2016

opportunita-lavoroMILANO, PRNewswire/Sono le persone il vero segreto del successo di Mars e anche i 350 Associati di Mars in Italia hanno contribuito a far eleggere Mars come Migliore Posto di Lavoro in Europa secondo la classifica del Great Place to Work, evento celebrato all’RDS di Dublino.Con oltre 18.400 Associati in Europa e con alcuni dei prodotti più amati dai consumatori di tutto il mondo, Mars ha battuto la concorrenza di circa 2.250 aziende in 19 Paesi. Mars in Italia (Mars Italia e Royal Canin) ha contribuito al primato grazie al terzo posto nella classifica delle Medie Imprese nella classifica locale.”Mars da sempre considera i suoi Associati prima di tutto come persone, oltre che come lavoratori, e crede fermamente che il loro benessere sia fondamentale per la serenità e il buon prosieguo del lavoro stesso. Solo attraverso un buon equilibrio tra vita professionale e personale, le persone riescono a dare il meglio in termini di produttività, ed è anche per questo che vogliamo contribuire in questo per tutti i nostri Associati – spiega Cristiana Milanesi, People and Organisation Head di Mars Italia – Per questo, ad esempio, dare la possibilità ad un genitore di accompagnare i figli a scuola, entrando al lavoro in un orario diverso, ci sembra il minimo che possiamo fare. Siamo sicuri infatti che la sua maggiore serenità si trasformerà anche in maggiore produttività”. In qualità di ‘family company’ Mars, inoltre, fornisce agli Associati la possibilità di crescere e migliorarsi attraverso un modello formativo di altissimo livello che ha anche lo scopo di incrementare lo spirito imprenditoriale di ciascuno. Il riconoscimento come Great Place to Work in Europa si associa all’inclusione nella lista delle Top100 Best Companies to Work For di Fortune e alla presenza tra i migliori posti di lavoro nelle classifiche Great Place to Work nel resto del mondo. Commentando il risultato, Gilles Morel, Regional President di Mars Chocolate Europe & Eurasia, ha dichiarato “Sono onorato di avere ritirato questo riconoscimento quale esponente di Mars. Si tratta di un premio che testimonia l’orgoglio e la dedizione degli oltre 18.400 Associati di un’azienda che è presente nel nostro continente fin dal 1932.Ho trascorso 26 anni in Mars e posso testimoniare che si tratta veramente di un ‘best place to work’ facendo crescere le persone per far sviluppare l’azienda. Crediamo che i Pprincipi ai quali ci ispiriamo siano in grado di fare la differenza non solo per le nostre persone ma anche per la crescita dei risultati economici, per i consumatori, per lo sviluppo dei territori nei quali operiamo e per il pianeta”.
Mars, Incorporated è un’azienda multinazionale a proprietà familiare e a capitale privato fondata nel 1911. Presente in più di 70 paesi nel mondo, occupa circa 75.000 associati, così vengono definiti i dipendenti, tra uffici e siti produttivi. Con il quartier generale a McLean, in Virginia (USA), Mars, Inc. è tra i leader nel mercato alimentare, con un fatturato di oltre 33 miliardi di dollari. L’azienda opera in sei segmenti di business: Chocolate, Petcare, WrigleyGum&Confections, Food, Drinks, e Symbioscience.
Mars Italia, con sede ad Assago Milanofiori (Mi), è la consociata che commercializza alcuni dei marchi del gruppo sul territorio italiano. L’azienda occupa più di 230 associati e ha un fatturato di oltre 320 milioni di Euro (2014).Mars in Italia si è aggiudicata il 3° posto della categoria Medium Enterprises nella classifica Great Place to Work 2016 che identifica i migliori ambienti di lavoro in Italia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Norme di Dublino: i deputati ribadiscono la richiesta di solidarietà tra gli Stati membri

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 maggio 2016

parlamento europeoParlamento europeo. Le regole comunitarie di “Dublino”, che determinano quale Paese sia responsabile del trattamento delle domande di asilo, non funzionano, hanno ribadito i deputati nel dibattito di mercoledì su una proposta della Commissione europea che modifica tali regole. Queste regole devono essere sostituite con un sistema di asilo efficiente, basato sulla solidarietà tra gli Stati membri, per consentire di gestire efficacemente le richieste.Molti deputati avrebbero preferito una proposta più ambiziosa e hanno messo in dubbio il funzionamento del regime di ridistribuzione proposto. Hanno inoltre criticato il fatto che gli Stati membri potrebbero rifiutarsi di ospitare richiedenti asilo in cambio di un contributo finanziario versato a quegli Stati membri che procedono al trattamento delle domande di asilo.Alcuni deputati invece hanno sottolineato il diritto dei Paesi membri all’autodeterminazione e criticato il piano che chiede loro di contribuire finanziariamente nel caso non accettassero i rifugiati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dublino: il Parlamento discute la proposta di riforma delle norme sul diritto d’asilo

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 maggio 2016

dublinoStrasburgo Parlamento europeo Dibattito: mercoledì 11 maggio. La proposta presentata dalla Commissione il 4 maggio per rivedere le norme di Dublino, che determinano quale Stato dell’Unione è responsabile del trattamento di una domanda di asilo, sarà discussa dal Parlamento e dalla Commissione mercoledì pomeriggio durante la sessione plenaria a Strasburgo.In una risoluzione votata in aprile, i deputati si sono espressi a favore della sostituzione dei criteri validi per il Paese di primo arrivo con uno schema comune che assicuri agli Stati membri una giusta suddivisione dei richiedenti asilo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifugiati: modificare le norme di Dublino, visti umanitari e strategia globale

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 settembre 2015

dublinoIn una risoluzione votata giovedì, i deputati hanno accolto con favore le nuove proposte della Commissione europea per affrontare l’afflusso, senza precedenti, di migranti e rifugiati e si sono dichiarati pronti a lavorare su dei progetti di legge per una politica solida d’immigrazione e di asilo.Ricollocazione. Dopo aver sostenuto la proposta di emergenza per la ricollocazione dei 40.000 richiedenti asilo tra i paesi dell’UE mercoledì, i deputati hanno accolto con favore la nuova proposta per il trasferimento di emergenza di altri richiedenti asilo, provenienti da Italia, Grecia e Ungheria (la Commissione ne propone 120.000) e un meccanismo permanente che modifichi le norme di Dublino, che determinano quale Stato membro è responsabile del trattamento delle domande d’asilo. I deputati chiedono una “chiave di ripartizione equa e obbligatoria” e che siano prese in considerazione le prospettive di integrazione, i casi particolari e le esigenze dei richiedenti asilo. Il Parlamento dichiara l’intenzione di far avanzare i lavori sui progetti di legge “in modo da garantire che gli Stati membri applichino senza ritardi il meccanismo permanente di ricollocazione”.
· Reinsediamento e visti umanitari. Il Parlamento auspica che gli Stati membri accolgano i rifugiati provenienti da paesi terzi, attraverso un programma di reinsediamento obbligatorio, ritenendo “altamente prioritario che l’UE e gli Stati membri creino canali sicuri e legali per i rifugiati”, come ad esempio corridoi umanitari e visti. I deputati ritengono che sia necessario modificare il codice UE dei visti, includendo “disposizioni comuni più specifiche sui visti umanitari” e chiedendo ai paesi UE di rendere possibile la richiesta di asilo nelle ambasciate e negli uffici consolari.
· Elenco comune dell’UE dei paesi di origine sicuri. Questo approccio non dovrebbe compromettere il principio di non respingimento e il diritto individuale all’asilo, in particolare quello delle persone appartenenti a gruppi vulnerabili;
· Norme in materia di asilo. I deputati chiedono che il sistema europeo comune di asilo sia attuato adeguatamente, al fine di garantire l’applicazione di “norme comuni, efficaci, coerenti e umane in tutta l’UE”.
· Schengen. Il Parlamento è favorevole “ad aprire le frontiere all’interno dello spazio Schengen”, pur sottolineando la necessità di garantire una gestione efficace delle frontiere esterne.
· Le cause profonde della migrazione vanno affrontate e il vertice di La Valletta (Malta) dell’11 e 12 novembre dovrebbe essere incentrato su questo aspetto. Sono necessarie inoltre sanzioni penali contro il traffico e la tratta di esseri umani.
· Conferenza internazionale sulla crisi dei rifugiati. Il Parlamento invita la Commissione e il capo della politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini, a convocare una conferenza internazionale sulla crisi dei rifugiati, con la partecipazione dell’UE, dei suoi Stati membri, delle pertinenti agenzie delle Nazioni Unite, degli Stati Uniti, delle pertinenti ONG internazionali e degli Stati arabi, con l’obiettivo di mettere a punto una strategia di aiuto umanitario comune e globale.
Il Parlamento elogia gli sforzi compiuti da gruppi della società civile e da singole persone in tutta Europa che si stanno mobilitando in gran numero per dare accoglienza e aiuto ai rifugiati e migranti. Ritiene che “tali azioni diano prova di vera adesione ai valori europei e siano un segno di speranza per il futuro dell’Europa”. La risoluzione non vincolante è stata approvata con 432 voti a favore, 142 contrari e 57 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regata internazionale di Dublino

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2013

English: Altovetro, Grand Canal Dock, Dublin

English: Altovetro, Grand Canal Dock, Dublin (Photo credit: Wikipedia)

Ha conquistato un meritato secondo posto, nella sezione dei dragoni delle donne operate al seno, la squadra italiana “Donne in Rosa” alla terza edizione della “Dublin International Dragon Boat Regatta”, la competizione internazionale delle Dragon Boat svoltasi nel Grand Canal Dock a Dublino.Fra le 32 pagaiatrici di “Donne in Rosa”, provenienti da Firenze, Milano, Roma e Venezia, presente anche una delegazione delle Astro Dragon Ladies di Empoli composta Rita Biocca, Luana Cabibbo, Roberta Cornia, Franca Criseo Tatiana Kurilova, Claudia Occupati, Donata Ragionieri, Maria Grazia Scarselli, Mina Tomasulo, accompagnate dall’allenatore Flavio Mazzantini.Grande soddisfazione sia per il risultato della regata, ma anche per la riuscita dell’intera visita nella capitale irlandese è stata espressa dalle dragonesse empolesi al loro ritorno, che ringraziano per l’opportunità offerta loro l’Associazione Astro e la Banca di Credito Cooperativo di Cambiano. La delegazione ha anche incontrato l’Ambasciatore d’Italia in Irlanda Maurizio Zanini e partecipato alla conferenza sull’efficacia dello screening mammografico per la prevenzione del cancro al seno, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura, ricevendo, per l’intera durata della loro permanenza, una calorosa accoglienza e profonda disponibilità. Dal canto loro le dragonesse italiane si sono fatte portatrici della forza dello spirito di aggregazione e di condivisione che le accomunano dopo l’esperienza del tumore, ma anche di un messaggio di speranza e di coraggio per la battaglia vinta contro il male.
Le Astro Dragon Ladies sono un gruppo di donne operate di tumore al seno che fanno parte di A.S.T.R.O. (Associazione per il Sostegno Terapeutico e Riabilitativo in Oncologia), e che, fra le altre forme di terapia riabilitativa, hanno deciso di adottare anche quella del Dragon Boat: una vera e propria disciplina sportiva, poco conosciuta, ma molto spettacolare (20 pagaie spingono una barca a forma di drago, guidata da un timoniere e al ritmo di un tamburino), che per una felice intuizione di un medico canadese è diventata anche una valida forma di riabilitazione per le donne operate al seno, tanto che nel giro di pochi anni squadre di “dragonesse” sono nate in tutto il mondo.
L’equipaggio completo vanta altre 8 coraggiose componenti: Clara Andreani, Ilaria Antonelli, Lucia Cioni, Cristina Dami, Donella ed Elena Gaini, Simona Morelli, Maria Statello.Sono supportate nella loro attività dal canottiere Flavio Mazzantini, allenatore e timoniere, da Piero Gori, tamburino, e dalla società Canottieri di Limite che si occupa della custodia e della manutenzione dell’imbarcazione, nonché della preparazione sportiva delle donne interessate a questa iniziativa.
Gli allenamenti si svolgono ogni martedì, dalle ore 19.00 alle 20.00, e il sabato dalle ore 8.30 alle 10.00, alla Mollaia di Limite, sede della società remiera.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »