Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘dupont’

DuPont Pioneer Announces Intentions to Commercialize First CRISPR-Cas Product

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 aprile 2016

dupontJOHNSTON, Iowa – DuPont Pioneer announced waxy corn hybrids as its first commercial agricultural product developed through the application of CRISPR-Cas enabled advanced breeding technology. This next generation of elite waxy corn hybrids is expected to be available to U.S. growers within five years, pending field trails and regulatory reviews.”We’re applying our 90 years of knowledge of corn biology to develop the next generation of high-quality waxy corn hybrids for the benefit of the entire value chain from growers to processors and end users,” said Neal Gutterson, vice president, research and development for DuPont Pioneer. “Starting with an identity-preserved product as our initial CRISPR-Cas offering allows us to lay a solid foundation for success of future larger volume products from this plant breeding innovation.” Pioneer is the leading supplier of waxy corn hybrids globally. In the United States, about a half-million acres of waxy corn are grown each year; however, they traditionally yield less than non-waxy corn hybrids. Waxy corn produces a high amylopectin starch content, which is milled for a number of everyday consumer food and non-food uses including processed foods, adhesives and high-gloss paper. Waxy corn is typically grown on contract through a closed-loop production system commonly referred to as “identity-preserved”.
Johnston“The next generation of waxy hybrids developed with CRISPR-Cas will represent a step-change in how efficiently we bring elite genetic platforms of high-yielding waxy corn to our customers,” Gutterson said.The United States Department of Agriculture (USDA) recently published its response to Pioneer’s “Regulated Article Letter of Inquiry” stating that it does not consider next-generation waxy corn developed with CRISPR-Cas enabled advanced breeding technology as regulated by USDA Biotechnology Regulatory Services.”DuPont Pioneer believes that CRISPR-Cas as an advanced plant breeding tool holds great promise for maintaining the world’s ability to produce an abundant and healthy food supply. The USDA’s confirmation is an important first step toward clarifying the U.S. regulatory landscape and the development of seed products with CRISPR-Cas technology,” said Gutterson. “We continue to consult with global regulatory bodies and government agencies in order to understand the potential regulations around the world.”Pioneer is establishing a CRISPR-Cas enabled advanced breeding platform to develop seed products for greater environmental resiliency with characteristics like disease resistance and drought tolerance, in addition to advancing the development of improved hybrid systems. The technology has applicability for all Pioneer crops of interest.”This is just the beginning: We believe the true value of this important innovation in plant breeding will be achieved through active engagement with customers, academia, governments, NGOs and public research institutes to develop new solutions to the toughest agricultural challenges,” added Gutterson. “Pioneer has a long history of collaboration and broadly advancing science and is open to entering further collaborations which would contribute to developing CRISPR-Cas technology across all crops and geographies for the greater good.” Pioneer previously announced strategic agreements for research collaborations and intellectual property (IP) licenses with Vilnius University and with Caribou Biosciences. These are combined with DuPont’s own IP, technology capabilities, infrastructure and scientific expertise that are being applied in order to advance CRISPR-Cas.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

DuPont celebra l’apertura del più grande impianto di etanolo da cellulosa del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

dupontDuPont celebra l’apertura del suo impianto di biocarburanti da cellulosa a Nevada, Iowa, con una cerimonia che ha visto la partecipazione anche del Governatore Terry Brandstad e di molte altre autorità. Questa bioraffineria è l’impianto di etanolo da cellulosa più grande al mondo, con la capacità di produrre circa 115 milioni di litri all’anno di carburante pulito, con una riduzione del 90 per cento di emissioni di gas serra rispetto alla benzina.Le materie prime usate per produrre l’etanolo sono i residui colturali del mais – gli stocchi, le foglie ed i tutoli rimasti nel campo dopo la raccolta. Lo stabilimento dimostrerà su scala commerciale che i sottoprodotti non alimentari dell’agricoltura possono essere materia prima rinnovabile per sostenere le future necessità energetiche della società. L’etanolo da cellulosa sarà un’ulteriore alternativa al mix di carburanti per l’autotrazione, così come l’eolico ed il solare stanno ampliando le opzioni rinnovabili per la produzione di energia.DuPont offre una combinazione senza pari di competenze scientifiche e di circa 90 anni di esperienza agronomica in Iowa, per sviluppare sia un carburante pulito innovativo che una filiera per la fornitura di biomassa. Cruciali per la filiera di approvvigionamento e per l’intera operatività della bioraffineria di Nevada sono i circa 500 agricoltori locali, dislocati in un raggio di circa 50 chilometri dall’impianto, che forniranno 375.000 tonnellate dupont1secche all’anno di fibra vegetale necessarie a produrre questo etanolo da cellulosa. Oltre a fornire una nuova opportunità di filiera per questi agricoltori, l’impianto creerà 85 posti di lavoro a tempo pieno nello stabilimento e oltre 150 posizioni lavorative stagionali in Iowa.“L’Iowa può vantare una storia ricca di innovazione in agricoltura”, ha detto Terry Branstad, Governatore dell’Iowa. “Oggi celebriamo il capitolo successivo di questa storia, usando i residui agricoli come materia prima per il carburante, in tal modo otterremo eccezionali benefici ambientali per l’intera società e notevoli vantaggi per l’economia dello stato. L’apertura della bioraffineria di DuPont rappresenta un grande esempio di come sia possibile fare innovazione quando le comunità rurali, il loro governo e l’industria privata lavorano insieme per un obiettivo comune”.I business basati sulle biomasse possono generare nuove fonti di reddito e di opportunità hi-tech per le comunità rurali nel mondo. Come azienda globale con attività in oltre 90 paesi, DuPont riveste un ruolo esclusivo nell’applicare la sua tecnologia di cellulosa a livello mondiale, nel settore dei carburanti per autotrazione e in altre industrie.“Con dupont2l’inaugurazione del nostro impianto in Iowa, oggi manteniamo fede alla promessa fatta all’industria dei biocarburanti globali,” ha dichiarato William F. Feehery, presidente di DuPont Industrial Biosciences. “E forse ancora più significativamente, manteniamo fede alla nostra promessa alla società di lanciare nel mercato innovazioni scientifiche che impattano positivamente sulla vita delle persone. I biocarburanti da cellulosa si affiancano all’eolico e al solare come vere alternative ai combustibili fossili, riducendo gli impatti ambientali dannosi ed aumentando la nostra sicurezza energetica.”
In Asia, DuPont ha recentemente annunciato il suo primo accordo di concessione in licenza con la New Tianlong Industry per costruire il più grande impianto di etanolo della Cina, e l’autunno scorso è stato reso pubblico un protocollo d’intesa tra DuPont, Ethanol Europe e il governo della Macedonia per sviluppare un progetto di bioraffineria di seconda generazione. La compagnia sta inoltre lavorando in partnership con Procter&Gamble per usare l’etanolo da cellulosa nei detersivi da bucato Tide nel Nord America.La maggioranza dei carburanti prodotti nella fabbrica a Nevada, Iowa, saranno destinati alla California per soddisfare il Low Carbon Fuel Standard, dove lo stato ha adottato una politica per ridurre la concentrazione di carbonio nei carburanti da autotrazione. L’impianto fungerà anche da dimostrazione su scala commerciale della tecnologia della cellulosa, un luogo in cui gli investitori da tutto il mondo potranno vedere in prima persona come replicare questo modello nelle proprie nazioni di origine.
Fin dal 1802, DuPont (NYSE: DD) porta sul mercato globale le conoscenze scientifiche e ingegneristiche più avanzate sotto forma di prodotti, materiali e servizi innovativi. La società ritiene che, grazie alla collaborazione con clienti, governi, ONG e leader innovativi, si possa contribuire a trovare una soluzione alle sfide globali più pressanti: garanzia di cibo sano e sufficiente ad ogni essere umano, riduzione della dipendenza dai combustibili fossili e protezione dell’ambiente. (foto: dupont)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »