Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘ebreo’

La vita spericolata dell’ebreo che invano supplicò Mussolini

Posted by fidest press agency su domenica, 9 luglio 2017

lo squalo e le leggi razzialiRoma 13 luglio alle 17,30 presso la sede della Fondazione Spirito Piazza delle Muse 25 verrà presentato il libro “La vita spericolata dell’ebreo che invano supplicò Mussolini” (Gianni Scipione Rossi, Lo “squalo” e le leggi razziali. Vita spericolata di Camillo Castiglioni, Rubbettino, € 14,00). Le leggi razziali stanno per essere varate. Le intenzioni di Mussolini sono ormai note. Castiglioni spera, appellandosi alla sua “bontà” di riuscire ad essere riconosciuto “non ebreo”. Mussolini non gli risponderà. Iscritto al Fascio di Vienna, ormai residente a Milano, Castiglioni, l’uomo che aveva dominato i mercati tra la fine della Grande guerra e gli anni Venti del Novecento deve affrontare gli anni più difficili di una vita vissuta sempre sulle montagne russe, come rivela il giornalista e storico Gianni Scipione Rossi nella biografia Lo “squalo” e le leggi razziali.
Triestino, figlio del rabbino capo di Roma Vittorio, Castiglioni aveva raggiunto giovanissimo la capitale imperiale di Francesco Giuseppe. In pochi anni si era imposto come industriale. Costruisce dirigibili e aerei. Rilancia la Austro-Daimler e la BMW. È proprietario di banche, acciaierie, giornali, cartiere. Durante la Grande guerra fonda un impero economico che dopo la sconfitta degli imperi centrali si espande verso la Germania e tutti gli stati balcanici, anche in società con la Fiat di Giovanni Agnelli e la Banca Commerciale di Giuseppe Toeplitz. Squalo o pescecane ebreo lo chiamano sulla stampa, perché specula – come tutti i finanzieri dell’epoca – sull’inflazione galoppante. E una speculazione sul franco francese rischia di essergli fatale nel 1924. Senza rinunciare a uno stile di vita barocco, si ridimensiona ma avvia sempre nuove imprese, mentre da ricco mecenate finanzia un teatro a Vienna e il Festival di Salisburgo.
Italo Zingarelli lo aveva definito “esteta del materialismo”. Il diplomatico Attilio Tamaro lo considerava un ingenuo. Certo era un uomo di ingegno, con una innata predisposizione per gli affari. Di famiglia irredentista, dopo aver avuto ottimi rapporti con la dinastia asburgica si mise a disposizione prima dell’Italia liberale e poi del fascismo. In fondo è la complessità del Novecento che si legge attraverso la sua biografia. Una vita complicata, segnata da grandi successi e catastrofi. Ma Castiglioni – come emerge dalla biografia scritta dall’ex direttore di Rai Parlamento – ha sempre la capacità di andare oltre. Nonostante Mussolini non lo abbia salvato dalle leggi razziali, secondo i servizi segreti americani lo avrebbe aiutato a riciclare fondi neri in Svizzera. Certo ha costruito durante la guerra la prima raffineria di petrolio della Confederazione. Ma la Svizzera lo costringe a rientrare in Italia, per la felicità del quotidiano del partito nazionalsocialista “Völkischer Beobachter”, che scrive il 18 aprile 1943: «Ora non c’è più luogo in Europa dove Castiglioni può stare in sicurezza». La trova miracolosamente a San Marino. E alla fine della guerra è ancora protagonista di strabilianti avventure, che fanno somigliare la sua biografia a un romanzo, anche se è una storia vera. (foto: lo squalo e le leggi razziali)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marsiglia (Francia): accoltellato ebreo

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2015

marsigliaIn tre accoltellano un professore di una scuola ebraica di Marsiglia, esibiscono una t-shirt con simboli dell’Isis, poi mostrano l’immagine del killer di Tolosa sullo schermo del cellulare. L’aggressione antisemita si conclude con la fuga dei tre uomini, che fanno perdere le tracce. I fatti sono avvenuti in serata nel XIII arrondissement di Marsiglia, nel sud della Francia, secondo quanto riferito dal procuratore Brice Robin: «Il professore – ha spiegato Robin – è stato avvicinato in strada verso le 19:50 da tre individui in sella a due scooter. Uno di loro ha mostrato una t-shirt dell’Isis e un’altro ha mostrato la foto di Mohamed Merah su un cellulare». Merah, il «killer in scooter» di Tolosa, uccise nel 2012, fra Montauban e Tolosa, sette persone fra cui tre bambini ebrei prima di essere abbattuto in un blitz della polizia.
«I tre individui – ha aggiunto il procuratore – hanno insultato, poi minacciato, infine pugnalato la loro vittima. Al braccio, poi alla gamba. All’arrivo di una vettura, che ha interrotto la loro aggressione, hanno preso la fuga». Nei loro insulti contro il professore, i tre si sono abbandonati a insulti violentemente antisemiti. La vittima indossava una kippa, il copricapo ebraico, e stava rientrando a casa dal centro comunitario di Yavné, che comprende una scuola e una sinagoga. L’Isis ha rivendicato gli attentati di Parigi di venerdì scorso, che hanno provocato la morte di 129 persone e il ferimento di altre 350. Il docente accoltellato, un insegnante di Storia, è ricoverato ma le sue ferite non destano preoccupazione. La polizia ha impegnato un gran numero di uomini e mezzi ma non è riuscita, finora, a ritrovare i tre colpevoli dell’aggressione. Lo scorso 24 ottobre, tre ebrei che si trovavano non lontano da una sinagoga di Marsiglia sono stati aggrediti da un individuo, di una trentina d’anni e pregiudicato. L’uomo, un trentenne, si era violentemente scagliato contro un rabbino e una persona che lo accompagnava. Un terzo fedele della sinagoga, accorso per tentare di evitare il peggio, era stato ferito a coltellate. (foto: marsiglia)(fonte: La Stampa.it)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tour teatrale: L’ebreo

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 gennaio 2010

Roma 26 gennaio, alle ore 12, presso la Sala Santa Rita dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma (Via Montanara, vicino Piazza Campitelli), presentazione del tour teatrale dello spettacolo “L’Ebreo”, di Gianni Clemente. Intervengono il regista Enrico Maria Lamanna, gli attori Ornella Muti, Pino Quartullo, Emilio Bonucci; la produzione Mithos Group.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »