Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘ecografia’

Ecografia nella fase avanzata della gravidanza porta benefici. Ecco quali

Posted by fidest press agency su martedì, 7 Maggio 2019

Offrire un esame ecografico universale alla trentaseiesima settimana di gestazione eviterebbe la mancata diagnosi di una presentazione podalica al momento del travaglio, farebbe diminuire l’incidenza di taglio cesareo in emergenza e migliorerebbe la salute di madri e bambini, secondo uno studio pubblicato su PLOS Medicine. «La presentazione podalica non diagnosticata aumenta il rischio di morbilità e mortalità perinatale. Nella pratica corrente, la presentazione fetale viene valutata per mezzo della palpazione dell’addome materno, ma la sensibilità di questo approccio varia molto in base a chi lo mette in pratica» afferma David Wastlund della University of Cambridge, Regno Unito, primo autore dello studio. «Usando abitualmente lo screening ecografico, la presentazione podalica non diagnosticata in travaglio potrebbe essere evitata, riducendo il rischio di morbilità e mortalità sia per la madre che per il bambino» aggiunge.
Per valutare questo approccio, i ricercatori hanno sottoposto a screening ecografico a 36 settimane di gestazione 3.879 donne alla prima gravidanza in Inghilterra. Un totale di 179 donne (4,6%) ha ricevuto una diagnosi di presentazione podalica e in oltre la metà di questi casi (55%) non vi era alcun sospetto precedente che il bambino si presentasse in tale posizione. Scoprendolo prima del travaglio però le donne hanno potuto optare per un tentativo di versione cefalica esterna oppure per un cesareo pianificato. Nessuna delle donne ha scelto di tentare un parto vaginale con presentazione podalica, notoriamente associato a un aumentato rischio di complicazioni, in particolare nelle primipare. In base alle stime degli autori, in tutto il Regno Unito l’ecografia di routine potrebbe prevenire 15.000 presentazioni podaliche non diagnosticate, oltre 4.000 cesarei in emergenza e da sette a otto morti neonatali all’anno. «Ancora non possiamo dire se i miglioramenti di salute siano sufficienti a giustificare la spesa dello screening ecografico, principalmente a causa del costo dell’esame» spiegano i ricercatori. Secondo gli esperti, se fosse possibile ottenere una scansione ecografica per meno di 12,90 sterline, il servizio sanitario nazionale inglese potrebbe addirittura avere un risparmio sui costi. Questo potrebbe essere possibile istruendo le ostetriche su come eseguire l’ecografia utilizzando attrezzature portatili economiche. PLoS Med. 2019. doi: 10.1371/journal.pmed.1002778 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30990808 by doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di aggiornamento su “Ecografia e diagnostica per immagini”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 Maggio 2016

pizzo calabroPizzo Calabro (VV) – Sabato 28 maggio, a partire dalle ore 9.00, nella sede del centro medico polifunzionale New Delta di via Nazionale, complesso S. Agostino Pal. H, appuntamento con il corso di aggiornamento su “Ecografia e diagnostica per immagini” organizzato dal prof. Giuseppe Gambardella, neurochirurgo direttore sanitario del centro New Delta. L’accesso alla diagnostica per immagini è stato reso più difficile dalla normativa recente. In particolare
si vuole contrastare la tendenza a considerare indagini sofisticate come la TAC e la RMN come esami da attuare come per uno screening di base e non come il vertice di una procedura diagnostica.Questo aggiornamento, attraverso le relazioni di specialisti del settore,
 vuole consegnare ai medici di base l’informazione che la diagnostica ecografica può supportare, in diverse patologie, le fasi iniziali di molte procedure diagnostiche. Nel corso verrà mostrato come l’ecografia può essere utile in campi diversi, come nelle patologie muscolo scheletriche, in cardiologia, nelle patologie internistiche ecc. Durante il corso sarà possibile attuare anche un’esperienza pratica che fornirà ai corsisti i primi elementi per poter praticare questo tipo di diagnostica.
Al termine dei lavori della mattinata, seguirà una tavola rotonda sul tema “Specialisti e medici di famiglia. Problematiche indotte dalla nuova normativa.Ai partecipanti potranno essere assegnati sei crediti formativi. La partecipazione al corso è gratuita ed è rivolta a tutti i professionisti della Sanità; è tuttavia necessaria la prenotazione. (Rachele Gerace)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ecografia 3D per la diagnosi di Artrite Reumatoide

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2011

Rimini. L’ecografia tridimensionale (ultrasonografia 3D) potrebbe modificare e migliorare l’approccio tradizionale all’ecografia muscolo-scheletrica in Reumatologia. È uno dei principali dati emersi in occasione XLVIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Reumatologia in corso a Rimini (Palacongressi, 23-26 novembre), appuntamento di aggiornamento medico-scientifico che riunisce tutti i reumatologi italiani. E’ stato evidenziato che la metodica ultrasonografica tridimensionale può risultare utile per identificare precocemente le erosioni articolari in corso di Artrite Reumatoide e consentire al Reumatologo di intervenire tempestivamente con la terapia più idonea, evitando ritardi e progressione della malattia. “I recenti sviluppi nel campo dell’ecografia tridimensionale e i risultati ottenuti in altri settori della medicina, come ad esempio quello ostetrico-ginecologico o nefrologico, sono tali da spingerci a ipotizzare un suo utilizzo sempre più ampio in Reumatologia per aggiungere, attraverso lo studio volumetrico dei tessuti, elementi di valore pratico rispetto all’ecografia convenzionale – ha spiegato il Prof. Giovanni Minisola, Presidente della Società Italiana di Reumatologia e Direttore della Divisione di Reumatologia dell’Ospedale “San Camillo” di Roma – Inoltre, rispetto alla TAC, considerata una metodica di riferimento per l’individuazione delle erosioni ossee nell’artrite reumatoide iniziale, l’ecografia 3D presenta i vantaggi tipici dell’ecografia, vale a dire costi contenuti, rapidità di esecuzione e ripetibilità sullo stesso paziente, in assenza di esposizione a radiazioni. In generale, l’utilizzo dell’ecografia in Reumatologia consente lo studio delle anomalie morfologiche e strutturali dei tessuti molli in pazienti con sindromi dolorose distrettuali, la precoce identificazione della flogosi e del danno articolare e/o tendineo in pazienti con reumatismo infiammatorio cronico all’esordio, la valutazione dell’attività di sinovite ed entesite, il monitoraggio dell’efficacia della terapia e guida per l’esecuzione di procedure invasive. “L’ecografia è considerata attualmente una tecnica di fondamentale importanza nella valutazione dell’attività flogistica nelle artriti infiammatorie – ha continuato Minisola – In una singola immagine ecografica si può documentare l’attività del processo infiammatorio e i suoi effetti sull’integrità dei tendini, della cartilagine e dell’osso. L’applicazione dell’innovazione 3D consente di aggiungere ai vantaggi dell’ecografia quelli della valutazione tridimensionale dell’articolazione, con una minore dipendenza dall’operatore. Gli studi, per acquisire nuovi dati, proseguono presso i più prestigiosi centri italiani di ricerca reumatologici”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lazio: 8 mesi di attesa per ecografia

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Un cittadino romano che necessita di effettuare una ecografia al gomito in una struttura pubblica deve aspettare 8 mesi. Tra le varie denunce arrivate all’Italia dei Diritti questa ci ha colpiti profondamente, un episodio gravissimo che si disperde tra le varie lungaggini per prestazioni cliniche, così frequenti nella nostra regione da non fare quasi più scandalo. Sui fatti è netto l’intervento di Carmine Celardo, viceresponsabile per il Lazio del movimento presieduto da Antonello de Pierro: “I numeri sono allarmanti. Si parla di 340 giorni per un’ecografia addominale, come da denuncia al Tribunale per diritti del malato. Le liste di attesa sono da record, non si può pensare di renderle più corte dal momento che hanno ridotto le strutture anziché aumentarle. Nel Lazio al fine di tagliare i buchi dovuti a malcostume, attività truffaldine e corruzione, si è staccato uno dei bilanci negativi peggiori per la sanità. Per risanare i conti chiudono interi ospedali e ambulatori. Probabile che ci sia, dal nostro punto di vista, una incapacità gestionale complessiva. Nella nostra regione le promesse mai mantenute della cura Storace, non hanno sanato il bilancio, Marrazzo ha poi mantenuto lo stesso trend e da quando è arrivata Renata Polverini siamo addirittura in una curva ascendente. Riscontriamo problemi di attesa non solo nell’area diagnostica ma anche in quella specialistica, nell’attesa per interventi chirurgici. La sanità laziale sicuramente soffre l’invecchiamento della popolazione e l’ enorme spesa pubblica per l’ assistenza di persone non residenti che domiciliano per lavoro nella regione ma non ritengo che i costi siano così superiori ti rispetto al resto d’Italia”. “Il fatto è che siamo arrivati all’assurdo – prosegue Celardo – , a livelli da terzo mondo. In alcuni casi, da un esame al gomito si  può scoprire l’insorgenza di un tumore osseo, basta un’ecografia pelvica per salvare la vita di una donna. Le attese per i controlli in maternità spesso hanno tempi maggiori della gravidanza stessa. Il fatto grave è che l’assessore regionale si nasconde dietro sterili numeri quando nei fatti stanno operando un’azione di taglio nelle  realtà del Lazio considerate rami secchi, in questo modo non fanno che gravare sui centri poli-specialistici di eccellenza dove abbiamo già lunghe attese. Mi domando – chiosa – quale sia la volontà della Polverini, ci viene il sospetto sia il trasferire tutto indiscriminatamente nelle mani del privato. Se tale è la politica della sua Giunta avrebbero dovuto dirlo in campagna elettorale, se questa è la prospettiva non possiamo che chiedere la sfiducia”.
“Sarebbe bene che non fossero soli – prosegue Tortosa – anzi sarebbe auspicabile una mobilitazione dell’intera città per andare a protestare contro questa Presidente della Regione che spesso agisce con le forbici senza rendersi conto dei danni che crea, la quale continua a mortificare la aspettative dei cittadini non mantenendo gli impegni assunti in campagna elettorale. Ormai ci tassa tutto. Garantire assistenza ai malati neurovegetativi permanenti, che vivono in una incapacità di agire, muoversi, regolarsi però non è una tassa è un dovere. Io credo che tutto ciò sia veramente grave, attenta al diritto di sostegno per i cittadini che hanno bisogno di cure. La Polverini – conclude il vicesegretario regionale dell’Italia dei Valori – non so se abbia la sensibilità per capire come vivono gli altri perché forse,  lei, questi problemi non ce li ha”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso di ecografia clinica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2010

Sovigliana 10 aprile in via Oberdan nell’aula magna dell’Agenzia per la formazione si svolgerà il corso di ecografia clinica in ostetricia e ginecologia. Durante il corso, in programma dalle ore 8.30 alle ore 18.00, si affronteranno i temi legati agli aspetti generali dell’ecografia, alle modalità tecniche di esecuzione dell’ecografia in ostetricia e ginecologia, alle applicazioni nella pratica clinica e alle valutazioni di particolari quadri patologici. Lo scopo è quello di aggiornare il personale medico ed ostetrico sulle modalità tecniche e sulle conoscenze teoriche necessarie per sfruttare al massimo le potenzialità dell’indagine ecografica. Largo spazio verrà dato, inoltre, alla trattazione dell’ecografia in travaglio di parto. Tale applicazione, di recente introduzione, risulta promettente nel supportare la valutazione clinica. L’iniziativa formativa, gratuita, è rivolta a 100 partecipanti fra ginecologi non dedicati all’ecografia e alle ostetriche che quotidianamente si confrontano con questa metodica diagnostica nella pratica clinica. Il corso sarà articolato in lezioni frontali e demo-live al fine di discutere i problemi pratici che quotidianamente possono manifestarsi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso ecografia clinica in ostetricia e ginecologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 aprile 2010

Sovigliana di Vinci. 10 aprile dalle ore 8.30 alle ore 18.00, nei locali dell’Agenzia per la formazione dell’Asl 11, via Oberdan un corso sull’ecografia clinica applicata all’ambito ostetrico e ginecologico. L’iniziativa formativa è rivolta ai ginecologi non dedicati all’ecografia e alle ostetriche che quotidianamente si confrontano con questa metodica diagnostica nella pratica clinica. La partecipazione è gratuita, ma limitata ai primi 100 iscritti.  Durante il corso verranno affrontate le modalità tecniche e le conoscenze teoriche necessarie per sfruttare al massimo le potenzialità dell’indagine ecografica. Oltre ai principali argomenti di ostetricia e ginecologia, largo spazio verrà dato, inoltre, alla trattazione dell’ecografia in travaglio di parto. Tale applicazione, di recente introduzione, risulta promettente nel supportare la valutazione clinica. Il corso sarà articolato in lezioni frontali e demo-live al fine di discutere i problemi pratici che quotidianamente possono manifestarsi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »