Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘ecologia’

Settimana Parlamentare europea: accelerare transizione ecologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2021

“La pandemia da Covid-19 può costituire un catalizzatore per la ricostruzione verde delle nostre economie. Lo stanziamento delle ingenti risorse per fronteggiare le conseguenze della crisi, nel quadro dei Piani per la ripresa e la resilienza, offre infatti un’opportunità unica per accelerare la transizione verso un’economia sostenibile. I Parlamenti nazionali possono fornire un contributo importante per meglio orientare i Piani verso la transizione ecologica, sia nella fase di predisposizione, sia nella fase di attuazione. Il Parlamento italiano sta svolgendo un’ampia attività istruttoria, che coinvolge anche la Commissioni ambiente, in esito alla quale formulerà indirizzi al Governo. La Commissione ambiente della Camera, inoltre, intende svolgere un’indagine conoscitiva sulla transizione ecologica, e in particolare, sui processi e le politiche che accompagneranno il processo nei prossimi mesi e che saranno coordinate dal nuovo Ministero per la transizione ecologica. Credo sia indispensabile puntare in maniera decisa su investimenti per la mobilità sostenibile e per la rigenerazione urbana. A ciò si aggiunga l’introduzione, nel testo finale del regolamento che istituisce il Dispositivo per la ripresa e la resilienza, degli obiettivi della parità di genere e delle pari opportunità. La proposta di Piano italiano che stiamo esaminando, ad esempio, individua la parità di genere come una priorità trasversale, da perseguire in tutte le missioni che lo compongono. L’impegno per la promozione e l’attuazione della parità di genere va rafforzato, in questa fase ancora di più. La crisi pandemica sta infatti evidenziando le disuguaglianze strutturali esistenti in relazione alla parità di genere e ai diritti delle donne.” Lo ha dichiarato Alessia Rotta, Presidente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici alla Camera nel corso del suo intervento per l’apertura della Settimana Parlamentare europea 2021 promossa dal Parlamento UE per discutere, con i parlamentari UE, questioni economiche, ambientali e sociali.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporti ed ecologia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 novembre 2019

Nel 2015 i camion che hanno percorso l’Europa hanno emesso 366 milioni di tonnellate di anidride carbonica e, dal 1990, il settore dei trasporti, è l’unico a non aver registrato un notevole calo nelle emissioni di gas serra. Le ricerche condotte nel 2014 hanno evidenziato come, il settore dei trasporti, sia responsabile della produzione di circa il 21% di anidride carbonica dell’Unione Europea. Per fare però un quadro che davvero dimostri il vero impatto dei trasporti, è necessario valutare i dati in base alla tipologia di mezzo: van e auto sono responsabili per il 15% delle emissioni di CO2 mentre i camion per il 6%. Non solo, questi dati non tengono conto della crescita dei volumi dei trasporti in corso dagli anni 90’; considerando questo aspetto e valutando ad esempio l’emissione di CO2 per tonnellate al chilometro, si nota che, già nel 2012, essa era cinque volte inferiore rispetto al 1990.Raben Group, uno dei protagonisti europei nel settore dei trasporti e della logistica -di cui Raben SITTAM fa parte, è costantemente impegnato nella ricerca di innovazioni e tecnologie che possano ridurre i danni al nostro pianeta. Essendo leader di mercato nel settore della logistica, il Gruppo ha potuto constatare come, un approccio eco-sostenibile, possa portare vantaggi sostanziali tanto all’azienda quanto all’ambiente.Oltre ad ottimizzare i trasporti, Raben Group, presta molta attenzione alla formazione dei propri driver, organizzando corsi di eco-guida (eco-driving) nei quali possono imparare come essere ecologici al volante. Seguire questi consigli significa consumare meno carburante e, contemporaneamente, emettere meno anidride carbonica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Osservatorio Laudato Si’ – L’impegno dei giovani per l’ecologia

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Roma Venerdì 18 ottobre 2019, ore 15:00 Pontificia Università Gregoriana Piazza della Pilotta 4. Istituito presso la Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana e con il supporto del Joint Diploma in Ecologia Integrale, l’Osservatorio Laudato Si’ intende promuovere i valori dell’enciclica di Papa Francesco sulla cura della nostra casa comune. Esso mira ad approfondire l’insegnamento in essa offerto, la cui corretta ed efficace applicazione rappresenta una «grande sfida culturale, spirituale ed educativa che implicherà lunghi processi di rigenerazione» (LS 202). L’Osservatorio si propone di sviluppare sia un continuo lavoro sistematico (filosofico, teologico e sociale) sulla Laudato Si’, sia un approfondimento circa la sua attuazione dal punto di vista pastorale, educativo ed operativo.L’Osservatorio intende inoltre rispondere alla richiesta di Papa Francesco di “fare rete” e di aprire percorsi transdisciplinari, esercitati con sapienza e creatività nella luce della Rivelazione, illuminando «nuovi modi di relazionarsi con Dio, con gli altri e con l’ambiente, e che susciti valori fondamentali» (Evangelii gaudium 74).In tale contesto, tra le sue attività vi è quella di organizzare seminari su temi specifici, come questo qui presentato. Il primo avrà luogo venerdì 18 ottobre e intende porre in collegamento il trascorso Sinodo sui Giovani con il presente Sinodo sull’Amazzonia, interrogandosi sull’impegno delle giovani generazioni per la salvaguardia della casa comune. Il seminario «The Amazon and Beyond. Integral Ecology, Multiple Vulnerabilities and Youthful Commitments» si aprirà alle ore 15:00 con il saluto del Prof. Jaquineau Azetsop S.J., decano della Facoltà di Scienze Sociali, e di P. Philipp G. Renczes S.J., nuovo decano della Facoltà di Teologia. In seguito alla relazione introduttiva di Mons. Marcelo Sanchez Sorondo, seguiranno gli interventi sui due Sinodi proposti da Miguel Yanez S.J., Giacomo Costa S.J., Alessandra Smerilli FMA. Nella seconda parte del seminario saranno invece condivise esperienze (Tomas Insua, Celia Deane-Drummond) e proposte strategie per aree sensibili quali l’Asia Pacifica (Pedro Walpole, S.J.), il Bacino del Congo (Rigobert Minani, S.J.) e l’Amazzonia (Jaime Tatay Nieto, S.J.).

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Sinodo CELI 2019 si chiude con un impegno per la sostenibilità e l’ecologia

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

Il Sinodo della Chiesa Evangelica-Luterana in Italia, CELI, si è concluso dopo tre giorni intensi di lavoro tra mozioni, relazioni, una tavola rotonda e gruppi di lavoro sul tema Fede e Futuro – Glauben und Handeln (Fede e Azione), culminati in una dichiarazione d’impegno in 5 punti come base dell’agire ispirato dalla fede.Soprattutto le ultime quattro mozioni, raggruppate poi in una mozione che funge da dichiarazione programmatica del Sinodo stesso, hanno dimostrato come la CELI prenda sul serio il tema dell’ecologia e della sostenibilità. Già nei loro discorsi introduttivi, il decano Heiner Bludau e il presidente del Sinodo, Georg Schedereit, hanno ribadito come una chiesa debba svolgere anche un ruolo sociale e politico. Il decano Bludau ha posto i 17 obiettivi dell’AGENDA 2030 come linee guida dei lavori dei 56 sinodali.La dichiarazione conclusiva del Sinodo è una presa di posizione su come la Chiesa Evangelica-Luterana intenda affrontare il proprio cammino verso il futuro in riferimento al tema Fede e Futuro – Fede e Azione:
1. “Riconosciamo che abbiamo peccato nei confronti delle buone intenzioni di Dio con il suo Creato e prendiamo atto che stiamo puntando verso una catastrofe globale irreversibile.“
2. “Ci impegniamo a cambiare il nostro stile di vita personale attraverso misure concrete, per vivere e agire in maniera più equa.”
3. “Ci informiamo, impariamo gli uni dagli altri (es: “Come diventare un’ ‚Eco-Famiglia” Comunità di Verona). Nominiamo un referente per l’Ambiente nelle nostre Comunità e a livello della CELI.“
4. “Creiamo reti a livello locale e interregionale con altri attori (Chiese, istituzioni). Quando celebriamo e agiamo, lo facciamo nella consapevolezza del processo conciliare di pace, giustizia e mantenimento del Creato.”
5. “Come Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI) difendiamo gli interessi del Creato che Dio ci ha affidato nei confronti della politica e della società.“
La terza giornata dei lavori del Sinodo si è conclusa con un ricevimento a Villa Aurelia a Roma per festeggiare i 70 anni dalla fondazione della CELI. Domenica, 28 aprile il sinodo si è concluso con un culto solenne nella chiesa della Comunità Evangelica-Luterana di Roma, durante il quale c’è stato il saluto di congedo ai tre pastori Franziska Müller, Friedemann Glaser e Urs Michalke.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecologia della vita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 luglio 2018

Non è necessario essere un buon osservatore per constatare il lento ma inesorabile depauperamento della crosta terrestre dalle montagne ai mari, dagli iceberg ai deserti. Pensare che le mie passeggiate nei boschi, inerpicandomi sui viottoli di montagna diventeranno ben presto un ricordo confuso mi spinge a soffermarmi sulla natura come ad una sorta di finestra che mi permette di affacciarmi alla vita e di gustarne i colori, i sapori, gli effetti speciali finché sono in tempo. Incomincio con il farlo prendendo a prestito un commento a margine di un “Seminario Internazionale sull’Agricoltura biologica e sostenibile nel Mediterraneo” svoltosi ad Acireale anni fa.
Ricordo che il successo dell’iniziativa stimolò i promotori a un nuovo meeting internazionale a Catania avvenuto nel dicembre dell’anno successivo. In entrambe le occasioni si sono seduti, intorno allo stesso tavolo, studiosi e tecnici e agricoltori di tredici paesi: Francia, Spagna, Portogallo, Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, Palestina, Israele, Libano, Turchia, Grecia, Italia. Tra le istituzioni internazionali leggo che vi hanno partecipato l’IFOAM (l’organismo mondiale di coordinamento delle associazioni biologiche) e la Fao. Si è parlato, in questi incontri, ad altissimo livello, d’agricoltura biologica. Non disponendo, allo stato, degli atti dei due convegni non mi è possibile entrare nel merito degli argomenti trattati, ma li ritengo, sia pure a scatola chiusa, di grande interesse e con implicazioni pratiche di notevole portata.
Posso considerare, in estemporanea, un altro aspetto caratterizzante, per questo genere di convegni. Mi riferisco, in particolare, alla fase tecnica preparatoria di una formazione culturale sul tema agricolo, di cui l’umanità ha un gran bisogno.
La terra non si coltiva a caso, né per interposta persona. Nel corso dei miei lavori ho più volte richiamato tali peculiarità sia viste con l’occhio del “produttore” sia del consumatore.
Significa anche che le produzioni mondiali, nel loro complesso, tendono a specializzarsi e l’agricoltura non è da meno, per la parte che le compete. Il precetto è d’offrire ai consumatori una merce valida sia sotto l’aspetto esterno sia nel sapore.
In tale frangente devo compiacermi dell’interesse riposto da questo Seminario internazionale sulla qualità delle produzioni e l’importanza annessa soprattutto dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Il fatto, poi, che esista un’agricoltura mediterranea ben caratterizzata, nei confronti delle altre, per la forza e la ricchezza dei suoi elementi naturali, per la sagacia degli operatori e per la ragione di una cultura preparata al confronto e al rispetto reciproco è un altro motivo di che compiacersi. Vi sono, dunque, tutte le premesse per ambire a un progetto che apra la strada a una cooperazione più intensa, più costruttiva e laboriosa e non solo in campo agricolo. E’ questo l’aspetto che m’interessa più da vicino tanto da avermi spinto, già da qualche tempo, a un’iniziativa che ho concretata in un “Progetto” che ho chiamato Mediterraneo per meglio definirne i contorni e indicare nei paesi, che si affacciano su questo mare, i naturali destinatari del mio pensiero. I dettagli possono essere visionati nel mio libro: “Progetto Mediterraneo” (Edizioni Fidest). Qualche cenno lo riporto in questa sede per rilevare l’importanza di alcuni atteggiamenti e scelte che ritengo importanti per lo stesso futuro dell’umanità.
Incomincio con il fare la “conta” della popolazione perché prima di tutto si tratta di “popoli e popolazioni”. Sono costoro che nei millenni passati hanno lasciato un’eredità fatta non solo di lotte e di martiri, ma anche d’opere frutto di un fiorente risveglio culturale.
Oggi noi siamo gli eredi, nel bene e nel male, di questo messaggio. Siamo ancora noi, nella nostra saggezza, a doverne raccogliere i frutti affinché il comune denominatore si trasformi nella PACE e nella concordia a dispetto dei “venti di guerra” che si annidano un po’ ovunque e agitano, nello specifico, le acque del nostro “mare comune”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Per una ecologia umana integrale

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2016

Il pianeta terra è la casa comune di tutta l’umanità. E – come ci ricorda Papa Francesco con l’enciclica Laudato si’ – c’è un legame forte e imprescindibile tra uomo e natura. I tragici eventi che hanno colpito il nostro Paese, accanto alla preghiera e alla mobilitazione solidale ripropongono con forza il tema della prevenzione e della responsabilità.
Don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana ieri si è di nuovo recato nei luoghi colpiti dal sisma per testimoniare ancora una volta vicinanza e accompagnamento, ma anche l’impegno della Caritas di restare accanto alle persone per ripartire proprio dalle relazioni e dal tessuto sociale. «Come ha sottolineato il vescovo di Rieti, Mons. Domenico Pompili nell’omelia di ieri ad Amatrice – ribadisce don Soddu – dobbiamo sempre ricordarci che “il terremoto non uccide, ma uccidono le opere dell’uomo”. È necessario dunque uno sforzo collettivo di ricognizione e di revisione e un impegno individuale. Ciascuno nel proprio ambito, ma avendo presente la portata globale del compito. Nella certezza che – come ha messo in rilievo il vescovo di Ascoli Piceno, Mons. Giovanni D’Ercole – “il terremoto, come la malattia il dolore e la morte, possono strapparci tutto eccetto l’umile coraggio della fede”».
Anche il Messaggio dei Vescovi per la 11ª Giornata Nazionale per la Custodia del Creato, “La misericordia del Signore, per ogni essere vivente”, vuole essere un invito, in questo anno giubilare, a vivere tanto nell’esperienza di fede che nei comportamenti quotidiani, la dimensione della misericordia divina.
È necessario dunque l’impegno di tutti per rendere concreta una vera alleanza tra il pianeta e l’umanità: occorre un cambiamento degli stili di vita personali, ma anche un’incisiva azione collettiva, e una vigilanza costante.
“In vista della colletta nazionale del 18 settembre, – aggiunge don Soddu – alla luce anche del concomitante Congresso Eucaristico Nazionale, l’auspicio è che si moltiplichino le attività di animazione e sensibilizzazione delle comunità locali, affinché, sia vissuto pienamente come momento di condivisione, frutto di carità, e di koinonia”.
Anche in questa prospettiva, Caritas Italiana pubblica un Dossier con dati e testimonianze dal titolo “Per un’ecologia umana integrale. Salvare il pianeta, salvare i poveri, salvare l’umanità”.
Dal 2008 al 2014 – si legge nel Rapporto – oltre 157 milioni di persone sono state costrette a spostarsi per eventi meteorologici estremi. Tra le cause che costringono famiglie e comunità ad abbandonare le proprie abitazioni, soprattutto tempeste e alluvioni. Queste hanno rappresentato l’85% delle cause, seguite proprio dai terremoti. L’Asia è la regione al mondo più a rischio catastrofi: in quest’area si concentra il 70% di vite umane perse a causa dei disastri. Ma anche l’Italia ha urgenza di mettere in atto strategie di adattamento rispetto alle conseguenze dei cambiamenti del clima che sono già in corso. Occorre, inoltre, attivare una mobilitazione a tutti i livelli, dai cittadini alle municipalità, dalle regioni al governo nazionale, per mettere in campo azioni in risposta a queste sfide.
Il Dossier riporta poi esempi di interventi realizzati proprio in Asia e un appello ai leader del G7 che si riuniranno in Italia nel maggio del 2017: accelerare il percorso di ratifica e realizzazione degli impegni assunti con la conferenza sul clima di Parigi, del dicembre 2015 e partire dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) devono essere il punto di partenza per un percorso di reale cambiamento negli attuali sistemi di vita e di produzione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro ha radici antiche

Posted by fidest press agency su domenica, 9 ottobre 2011

Giuseppe and Anita Garibaldi fleeing to San Ma...

Image via Wikipedia

Torino, Si è svolto ieri presso il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, il convegno Il futuro ha radici antiche, la via della nonviolenza in un pianeta limitato, organizzato dal Centro Studi Sereno Regis con sede a Torino in via Garibaldi, 13 Al convegno hanno partecipato circa 70 persone, che oltre all’ascolto dei relatori avvenuto in mattinata, hanno condiviso nel pomeriggio un lavoro in gruppi sui temi della nonviolenza, dell’ecologia, dell’educazione. L’idea di fondo del convegno è stata l’urgenza di progettare l’avvenire a partire dall’eredità del passato, salvaguardando tutte le specie e i loro habitat. Infatti solo quando accettiamo le profonde relazioni che ci uniscono ad ogni organismo vivente, siamo in grado di aprirci all’altro da noi in atteggiamento di accoglienza e di solidarietà. Al contrario ignorare i propri limiti conduce alla strumentalizzazione, allo sfruttamento e all’autodistruzione. In questa luce la consapevolezza di appartenere a un destino comune discrimina le vie della violenza e della nonviolenza. Ha aperto il convegno, Angela Dogliotti, come rappresentante del Centro Studi Sereno Regis, ricordando la giornata mondiale della nonviolenza svoltasi il 2 ottobre e del pensiero di Gandhi. A seguire, Marinella Correggia, ha introdotto la discussione sul recupero del pensiero di Gandhi e di Kumarappa. Di seguito sono intervenuti: Giuliano Martignetti, ha espresso considerazioni sulla crisi del potere politico e una possibile risposta da parte dei movimenti sociali;
Luca Giunti, ha illustrato prospettive partendo dalla domanda: Quali diritti per l’ambiente in una democrazia sostenibile?; Guido Viale, ha approfondito l’idea di modelli per una transizione dei sistemi produttivi verso la sostenibilità. Il convegno si è concluso con spunti e idee da sviluppare nei prossimi mesi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La discussione sul testamento biologico

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

Secondo Sinistra Ecologia e Libertà – occorre riproporre due seri problemi della politica italiana: la speculazione sul sentimento religioso e la deformazione della realtà. Nazioni con radici culturali e religiose simili alle nostre, hanno risolto la questione del testamento biologico, prima che con una legge specifica, applicando i principi generali del diritto che tutelano la libertà della persona. Da noi, invece, il populismo berlusconiano autorizza il governo a decidere per tutti cancellando i diritti individuali. La maggioranza, infatti, sostiene il principio secondo cui l’idratazione e l’alimentazione forzata non possono essere oggetto della “dichiarazione anticipata di trattamento”. Non si tratta solo di sollecitare con forza un ripensamento su questo punto ribadendo con forza principi che condividiamo da tempo, ma anche di informare i cittadini su diritti che in Italia sono ancora poco sentiti e praticati.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Festa di Sinistra Ecologia e Libertà

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2010

Roma in corso fino al 25 luglio (Villa Gordiani, via Prenestina altezza viale Partenope) vedrà protagonisti, tra gli altri, ancora Nichi Vendola, Nicola Zingaretti e Carlo Lucarelli. Oggi l’argomento protagonista sarà la risposta della Green Economy alla crisi. Ne parleranno Marco Gisotti,direttore di Modus Vivendi, autore del libro “Guida ai Green jobs”,Grazia Francescato, Roberto Musacchio, Andrea Forni, ENEA – Agenquadri CGIL; parteciperà inoltre UNIONCAMERE. Coordinerà Paolo Terranovapresidente di Innovazione Sostenibile. “I green jobs sono l’indicatore di salubrità di un’impresa. Perché un’impresa quando assume vuol dire che è in buona salute, addirittura in crescita. I lavori verdi, gli ecolavori, sono allora l’indicatore più tangibile e immediatamente riconoscibili e dalla società della cosiddetta green economy” ha commentato Marco Gisotti alla presentazione del dibattito. “Oggi il tema del rapporto tra impresa ed ecologia non è più dominio esclusivo degli ambientalisti. La forza economica con cui la green economy ed i lavori verdi si stanno imponendo sul mercato pone oggi nuove opportunità e nuovi problemi” ha evidenziato Terranova. “Da una parte – ha proseguito –  infatti, essi rappresentano una prospettiva reale di un nuovo modello di sviluppo, più rispettoso dell’ambiente, della qualità della vita e della qualità del lavoro. Dall’altro, che oggi il rischio che questa opportunità venga fagocitata all’interno dei meccanismi distorti che hanno caratterizzato il mondo economico e finanziario degli ultimi anni. Se l’economia verde diventa dominio dell’economia illegale e della finanza irresponsabile, essa finisce di essere quella grande opportunità di innovazione sostenibile a cui in molti guardano con interesse. Gli appalti dell’eolico e cosiddetto ‘greenwashing’ sono alcune manifestazioni esemplari di questo rischio”. La politica deve allora mettere al centro del dibattito il  rapporto tra green economy e sostenibilità. Un rapporto il cui equilibrio sembrava scontato e che invece va affrontato in maniera problematica. “Perché se la green economy diventerà davvero un modello di sviluppo alternativo dipende da noi” ha concluso Terranova. A seguire si parlerà de La Nuova Resistenza: Anniversario bombardamento di Roma a cura del l’Anpi. Proiezione documentario e letture in prosa. Perteciperanno: Enrica Inghilleri, Anpi|Pigneto,Antonio Medici, AAMOD coordinati da Francesca Fornario

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecologia della comunicazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2010

Tecniche per dialogare con efficacia, evitare malintesi e trasformare le negatività Pino De Sario Collana Percorsi di Consapevolezza 13,6×20,5 cm – 188 pagine ISBN 978-88-7273-668-5 – €  12,00 Un nuovo approccio alla comunicazione interpersonale, che prende in esame anche gli aspetti più spinosi del rapporto con l’altro. Tre i punti chiave. Primo: è  più facile fraintendersi che intendersi, a causa delle molteplici barriere tra noi e gli altri: linguaggi diversi, differenze culturali, attriti caratteriali producono numerose distorsioni e malintesi. Il libro spiega in modo pratico come superare tali barriere e creare una relazione coinvolgente. Secondo: negli scambi comunicativi emergono frequentemente momenti di negatività: dai  lamenti, ai fastidi dai conflitti agli antagonismi. L’autore spiega perché siamo spesso negativi e come trasformare il disagio in possibilità. Terzo: si comunica troppo spesso senza coinvolgere il corpo, impoverendo lo scambio comunicativo; numerosi esempi ed esercizi mostrano come fare per superare l’apnea corporea ed essere più morbidi ed espressivi. Queste le basi di una comunicazione “ecologica”, meno giudicante (saper trasformare le difficoltà in opportunità), meno egocentrica (saper stare nello scambio sé-altro) e più giocosa e concreta. Tanti gli spunti pratici. In sintonia con corpo, mente e ambiente.
Pino De Sario, psicologo sociale, consulente formatore e facilitatore. Insegna Comunicazione nella mediazione all’Università di Pisa, docente all’Università di Siena, presso il Master in Counseling relazionale e alla Società Italiana di Biosistemica. Approfondisce i temi della “facilitazione esperta” (comunicazione, emozione e azione) e della gestione della negatività nei contesti sociali. Fondatore della Scuola facilitatori. Autore di libri, tra cui Professione facilitatore (2005) e La riunione che serve (2008).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Integrazione fra Tecnica, Ecologia e Territorio”

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2010

Bari 22 Giugno ore 10.30 Politecnico di Bari, Aula Magna “Attilio Alto” giornata di studio sul come possono integrarsi tecnica, ecologia e territorio, per garantire un futuro realmente sostenibile, in Puglia? È la domanda sulla quale si confronteranno docenti, addetti ai lavori ed esperti del settore, nel corso della giornata di studio. Nell’occasione sarà presentato anche Tekneco, free press trimestrale dedicato ai temi delle energie rinnovabili e della sostenibilità. Si farà inoltre il punto sul neonato Distretto pugliese dell’edilizia sostenibile, con i protagonisti del settore. modera: Alessandro Longo, giornalista “Il sole 24 ore” e direttore Tekneco. Vi partecipano  prof. Nicola Costantino, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari, prof. Enzo Sivero, Vice Presidente CUN (Consiglio Universitario Nazionale). Presentazione del progetto editoriale “Tekneco” – Pierluigi Fanghella, editore. Seguono gli interventi su ricerca dell’equilibrio tra Mobilità, Velocità e Ambiente di Pasquale Colonna, Politecnico di Bari,e su Padova, trasformazione della città a favore delle utenze deboli del prof. Lorenzo Attolico, Università di Padova. I lavori si chiudono con una tavola rotonda su ”Le prospettive della sostenibilità nella Regione Puglia” alla quale partecipano  Salvatore Matarrese, Presidente Distretto pugliese per l’Edilizia Sostenibile Luigi Dell’Olio, giornalista Repubblica Affari e Finanza e collaboratore Tekneco Giovanni Ronco, Coordinatore Sezione Energia, Ambiente e Utilities Confindustria Bari e BAT

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il volto oscuro dell’ecologia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Che cosa nasconde la più grande ideologia del XXI secolo? Laurent Larcher – Lindau – 2009 – pp. 280 – € 24,00. Il futuro della Terra è una delle grandi paure del nostro tempo. L’uomo è considerato da molti il più temibile nemico della Natura. Come dobbiamo valutare queste idee, che da un lato sembrano avere dalla loro l’evidenza scientifica e dall’altro sono espresse con un linguaggio apocalittico e ossessivo? A giudizio di Laurent Larcher l’ecologismo è un’ideologia dai contorni vaghi e dalle molteplici anime, nella quale convivono pregiudizi intellettuali e interessi di parte, faziosità e falsi miti, che nulla hanno a che vedere con un’autentica preoccupazione per l’ambiente e con un’azione politica responsabile e lungimirante. La disamina di Larcher va alla radice dell’Ideologia Verde, analizza i suoi testi ispiratori, i temi chiave (l’animalismo, la Terra come organismo vivo, il Paradiso Perduto, i popoli incontaminati, Atlantide…), studia i suoi «profeti». Che dietro le nobili rivendicazioni dell’ecologismo si celi in realtà un radicale – e davvero pericoloso – antiumanesimo?

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Diritto in galera”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2009

Milano  2 dicembre organizzato da Sinistra Ecologia  Libertà Incontro pubblico “Diritto in galera” che si svolgerà presso la Sala Buozzi della Camera del Lavoro (Corso di Porta Vittoria 43) , alle ore  21. Intervengono  tra gli altri  Luigi Pagano, Provveditore Regionale Carceri Lombardia,  Pietro Buffa, direttore del carcere torinese Le Vallette, Ivo Franceschi, Polizia di Stato, rappresentante del SILP,  Vinicio Nardo, avvocato, presidente della Camera penale di Milano,  Corrado Mandreoli, responsabile politiche sociali CGIL Milano,  Ornella Favero, direttice di “Ristretti Orizzonti”(Padova), autori del dossier “Morire di carcere”,  Giuliano Pisapia, avvocato già presidente della Commissione per la riforma del Codice Penale,  Mirko Mazzali, avvocato, Antigone Milano,  Susanna Ripamonti, direttrice di “Carte Bollate”,  Giovanni Torrente, ricercatore Università Torino, Antigone,  Fabio Quassoli, professore associato Milano Bicocca,  Marco Cipriano, consigliere regionale Sinistra e Libertà, Antonietta Pedrinazzi, direttore U.E.P.E. Milano, educatori, operatori e volontari – conclude il comunicato di SL  – che quotidianamente hanno a che fare con i detenuti.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Supercomputer raffreddato ad acqua

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2009

Con l’obiettivo di realizzare un’elaborazione dati “consapevole” dal punto di vista dei consumi energetici, l’Istituto Federale Svizzero per la Tecnologia (ETH) di Zurigo e IBM hanno annunciato, il progetto per la costruzione di un supercomputer raffreddato ad acqua che, primo nel suo genere, riutilizzerà il calore in eccesso per il riscaldamento dei palazzi dell’università. L’innovativo sistema, denominato Aquasar, diminuirà l’impronta ecologica del sistema fino all’85% e si stima farà risparmiare fino a 30 tonnellate di CO2 all’anno in confronto a sistemi simili dotati delle tecnologie attuali.1 Rendere i sistemi di elaborazione e i data center efficienti dal punto di vista energetico è impresa difficile. In effetti, fino al 50% dell’impronta ecologica o dei consumi di energia di un data center medio, raffreddato ad aria, non è dovuto ai processi di elaborazione stessi ma al fabbisogno di alimentazione dei sistemi di raffreddamento necessari per impedire il sovrariscaldamento dei processori-una situazione lontana dall’essere ottimale sotto il profilo dell’efficienza energetica in una prospettiva olistica.  Con un sistema innovativo di raffreddamento ad acqua e di riutilizzo diretto del calore, Aquasar—il nuovo supercomputer, che verrà realizzato presso l’ETH di Zurigo e comincerà le operazioni nel 2010, ridurrà i consumi totali di energia del 40%. Il sistema si basa su un accordo di collaborazione a lungo termine tra scienziati dell’ETH e di IBM nel campo del raffreddamento ad acqua a livello chip, così come sul concetto di “data center raffreddati ad acqua con riutilizzo diretto dell’energia” definito dagli scienziati del Laboratorio di Zurigo di IBM. Il supercomputer raffreddato ad acqua consisterà di due server IBM BladeCenter® servers in un rack e avrà una performance di picco di circa 10 Teraflops. 2 Ciascun blade sarà equipaggiato con un sistema di raffreddamento liquido ad alta performance per processore, nonché di reti di tubi di connessione sia in input che in output, che permetteranno di collegare e scollegare ciascun blade  http://www.pleon.com

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economia ecologica e crisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 giugno 2009

Roma 25 giugno, a partire dalle 15.00, sede della Provincia a Palazzo Valentini Via IV Novembre n°119, si terrà un importante convegno internazionale che metterà a confronto realtà differenti – sociali, accademiche, amministrative e dell’informazione – per discutere di crisi e di alternative per uscirne dal punto di vista dell’economia ecologica. L’iniziativa è promossa dall’Associazione A Sud e dal CDCA – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali di Roma (www.cdca.it) nell’ambito del progetto europeo Ceecec (Civil Society Engagement with Ecological Economics) coordinato dalla UAB – Università Autonoma di Barcellona, con la partecipazione di numerose università europee  ed organizzazioni della società civile europea, latinoamericana, africana e asiatica. Il progetto europeo Ceecec mira a contribuire al miglioramento ed ampiamento delle opportunità di interazione e collaborazione tra i rappresentanti del mondo accademico ascrivibili all’economia ecologica e le organizzazioni della società civile nell’analisi e gestione dei conflitti socio ambientali. Il CDCA partecipa al progetto attraverso la presentazione di due casi studio relativi alla realtà italiana:il caso della costruzione della TAV in Val di Susa – Treno Alta Velocità, e il caso della mala gestione dei rifiuti in Campania. Al termine del progetto tutti i casi oggetto di studio verranno raccolti in una pubblicazione.Il convegno internazionale sarà diviso in tre sessioni, rispettivamente dedicate ai conflitti ambientali e ai loro impatti ambientali e sociali; agli strumenti dell’economia ecologica per l’analisi dei conflitti ambientali e alle proposte dei territori e della società civile. Il meeting si suddivide in tre sessioni. La prima ha per tema Conflitti Ambientali e Democrazia della terra. Dopo il saluto di Tobia Zevi del Delegato della Presidenza Provincia di Roma ne parleranno Joan Martinez Alier – ICTA Università Autonoma di Barcellona (Spagna)
Giuseppe De Marzo – Associazione A Sud     Guglielmo Ragozzino – Il Manifesto. La seconda sessione avrà inizio alle 16 su Gli strumenti dell’economia ecologica nell’analisi dei conflitti ambientali. Interverranno Walter Pengue – Università di Buenos Aires (Argentina) Tom Bauler – Universita Libera di Bruxelles (Belgio)     Simon Jit Singh –  IFF Universität Klagenfurt (Austria)     Leah Temper – Università Autonoma di Barcellona (Spagna) Eduardo Di Blasi –  L’Unità
Massimo Smeriglio – Assessore alla formazione e al lavoro. La terza alle ore 18 su Le proposte dai territori e dalla società civile con Supriya Singh  – CSE Centre for Science and Environment (India) Marinella Correggia – Attivista e scrittrice – Progetto Liberazioni/Neotopie Robinson Périclès Djeukam Njinga –  CDE Centre for  Environment and Development (Camerun)
Anna Fava – Coordinamento Regionale Rifiuti Campania Omar Bonilla Martinez – Acciòn Ecologica (Ecuador) Nicoletta Dosio – Movimento No Tav  Luigi Nieri – Assessore al Bilancio Regione Lazio

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economia ecologica e crisi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Roma 25 giugno, a partire dalle 15.30 si terrà a, nella sede della Provincia a Palazzo Valentini un importante convegno internazionale che metterà a confronto realtà differenti – sociali, accademiche, amministrative e dell’informazione – per discutere di crisi e di alternative per uscirne dal punto di vista dell’economia ecologica. L’iniziativa è promossa dall’Associazione A Sud e dal CDCA – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali di Roma (www.cdca.it) nell’ambito del progetto europeo Ceecec (Civil Society Engagement with Ecological Economics) coordinato dalla UAB – Università Autonoma di Barcellona, con la partecipazione di numerose università europee ed organizzazioni della società civile europea, latinoamericana, africana e asiatica. Il progetto europeo Ceecec mira a contribuire al miglioramento ed ampiamento delle opportunità di interazione e collaborazione tra i rappresentanti del mondo accademico ascrivibili all’economia ecologica e le organizzazioni della società civile nell’analisi e gestione dei conflitti socio ambientali.
Il CDCA partecipa al progetto attraverso la presentazione di due casi studio relativi alla realtà italiana: il caso della costruzione della TAV in Val di Susa – Treno Alta Velocità, e il caso della mala gestione dei rifiuti in Campania. Al termine del progetto tutti i casi oggetto di studio verranno raccolti in una pubblicazione. Il convegno internazionale sarà diviso in tre sessioni, rispettivamente dedicate ai conflitti ambientali e ai loro impatti ambientali e sociali; agli strumenti dell’economia ecologica per l’analisi dei conflitti ambientali e alle proposte dei territori e della società civile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economia responsabile

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2009

Bologna 14 maggio a partire dalle 10.00 presso la Sala dei Poeti, Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, Strada Maggiore 45 convegno su “Economia responsabile, consumi critici e certificazioni etiche”. Una giornata di approfondimento sui temi della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa. Apre i lavori la Lectio Magistralis dello storico dell’urbanistica statunitense Richard Ingersoll La responsabilità sociale delle imprese è un’espressione complessa che nasconde un concetto estremamente semplice. La Commissione Europea la definisce come “l’integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali ed ecologiche nelle loro operazioni commerciali.” In altre parole è ciò che le aziende possono fare, non ciò che devono fare: prestare più attenzione ad alcuni aspetti sociali e ambientali nelle operazioni che l’impresa compie può dare valore aggiunto all’azienda stessa. Questo è vero soprattutto in un momento di crisi come quello attuale. I dati parlano chiaro: le imprese certificate da Icea (l’Istituto di Certificazione Etica ed Ambientale) nell’ultimo anno sono aumentate complessivamente del 68%. Si è passati dalle 139 del dicembre 2007 alle 234 del dicembre 2008, considerando i tre settori della cosmesi (+ 39% di aziende certificate), tessile (+ 190%) ed edilizia (+ 24%). La responsabilità sociale e la sua certificazione incidono positivamente anche sulla competitività dell’impresa: le imprese etiche sono dinamiche, hanno un’identità più forte sul mercato e riescono a comunicare meglio il proprio valore.Chi è Icea – Grazie a controlli e certificazioni per oltre 12 mila aziende a forte valenza etica, ambientale e sociale, l’Istituto Certificazione Etica ed Ambientale è tra i più importanti organismi europei di controllo nei settori del biologico e della crescita sostenibile. Icea (www.icea.info) riunisce associazioni storiche dell’agricoltura biologica, della bioarchitettura, della finanza etica e dei consumatori, tra cui Banca Popolare Etica, Anab, Acu, Csqa. Con 300 tecnici e 24 uffici territoriali presenti in Italia e all’estero, opera nei settori del Food (agroalimentare bio e acquacoltura) e No Food (cosmesi e detergenti ecologici, forestazione e turismo sostenibile, tessile bio, commercio equo, finanza etica, certificazione SA8000, arredamento ecologico, materiali per la bioedilizia). Svolge inoltre attività di ricerca e sviluppo, di formazione, e opera attivamente in campo internazionale. Forte di una lunga serie di accreditamenti in Italia e all’estero, l’Istituto lavora per fornire, con indipendenza e imparzialità, un servizio al fianco dell’impresa che cresce in modo sostenibile e dei consumatori che acquistano responsabilmente. All’insegna dello slogan aziendale: Eco Bio Equo.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi idrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

L’ignoranza, nel senso di non conoscenza, purtroppo dilaga. Anche tra i politici e tra alcuni operatori dell’informazione.  È questa l’amara considerazione da fare dopo la pretestuosa polemica scatenata qualche giorno fa sulle prescrizioni date dal Parco Nazionale della Majella per lavori all’interno del proprio territorio, sulla sorgente Rocca di Ferro, che porta acqua anche a Chieti. La sacrosanta posizione di tutela dell’ecosistema della Valle del Foro assunta dal Parco (a salvaguardia anche dell’Homo sapiens che, per sopravvivere, può “usare” ma non “consumare” le risorse) è stata strumentalizzata e presentata in maniera distorta. Sembra quasi che sia “colpa” degli ambientalisti se Chieti vive un’emergenza idrica causata, invece, da una pessima gestione della risorsa acqua che va avanti da anni e da una rete di distribuzione che tutti definiscono “colabrodo”, ma nessuno si preoccupa di rinnovare totalmente. Gli anfibi (a proposito: anche Salamandrina perspicillata è un anfibio e non una lucertola) e i pesci citati sono specie di grande rilievo, protette a livello europeo e, tra l’altro, rappresentano importanti indicatori della qualità dell’ambiente. Ovunque in Europa e spesso anche in Italia la tutela, che ha conseguenze positive per la qualità della vita di tutti gli esseri, uomo compreso, è praticata con grande impegno. Si arriva a sopraelevare strade per impedire che il traffico faccia stragi di anfibi, Da noi evidentemente è più importante portare ruspe nei boschi nel pieno della stagione riproduttiva, con danni e disturbo, diretto e indiretto, per decine di specie animali. Studiare un po’ di ecologia farebbe bene ai politici e a taluni disinformati operatori dell’informazione. La Socìetas Herpetologica Italica è un sodalizio scientifico che raccoglie studiosi e ricercatori, accademici e non, che si occupano di anfibi e rettili.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »