Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 221

Posts Tagged ‘ecologico’

“Dire oggi che l’auto elettrica è la soluzione ecologica è falso”

Posted by fidest press agency su sabato, 21 Maggio 2022

Roberto Cingolani ha rilasciato una lunga intervista a AUTO, mensile della Conti Editore, sul numero in edicola in cui ha spiegato in modo chiaro la sua posizione sul peso del settore auto rispetto alla tematica della transizione ecologica. “Personalmente avrei privilegiato di più il passaggio all’Euro 6+ o ai motori ibridi per liberarci il prima possibile del parco auto vecchio. Secondo me questo dal punto di vista ambientale è necessario, però non c’è solo l’esigenza ambientale, c’è anche la necessità industriale, quindi facendo un po’ la media, qualche compromesso bisogna ragionevolmente portarlo avanti”. Sulla transizione continua “credo che questa sia una grande opera di trasformazione: prima industriale per l’enorme infrastrutturazione di cui ha bisogno il Paese, poi a livello di produzione di energia primaria radicale, e infine del motore che in quanto elettrico e con batterie non ha nulla a che vedere con l’endotermico. […] Insomma, credo di poter dire che serviranno 10 anni, o forse qualcosa di più, per realizzare questa transizione della mobilità […]”. In merito al Diesel di nuova generazione si è espresso così “[…] I motori dell’ultima generazione sono particolarmente efficienti, forse qualcosa da dire c’è relativamente al particolato o a certi ossidi. […] Se devo scegliere tra un’ultima generazione benzina e un’ultima generazione Diesel per il particolato scelgo il benzina. Ma è evidente che avendo ancora quasi 13 milioni di vetture inquinanti circolanti fa un po’ specie pensare che il Diesel di nuova generazione venga declassato […].”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deflusso Ecologico e normativa comunitaria

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2022

“Fin dalla scorsa primavera, in tempi assai diversi dagli attuali, avevamo richiamato l’attenzione sulla necessità di rinviare l’applicazione della normativa comunitaria sul Deflusso Ecologico, perché i parametri previsti, limitando le disponibilità idriche sul territorio, avrebbero pregiudicato l’equilibrio agricolo ed ambientale di ampie zone del Paese; poi l’emergenza bellica e la necessità di incrementare l’autosufficienza alimentare in una difficile contingenza climatica ne hanno esaltato l’urgenza, cui le forze politiche hanno saputo rispondere in maniera unitaria. Per questo, esprimiamo un sentito ringraziamento al Presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Gianpaolo Vallardi ed a tutti i Componenti della stessa che molto si sono spesi per ottenere l’importante risultato nell’ interesse complessivo del Paese”: a dichiararlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) dopo l’approvazione dell’emendamento sul Deflusso Ecologico in occasione del Decreto Legge Ucraina.“E’ stato raggiunto un obbiettivo importante, grazie alla collaborazione di molti, ma di cui possiamo vantare la primogenitura nell’aver segnalato le gravi conseguenze che , anche in campo idroelettrico, avrebbe comportato l’attuazione di provvedimenti attualmente tarati su realtà idriche e territoriali assai diverse delle nostre; questo, pur nel comune interesse per il benessere dei corsi d’acqua – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – Entro Dicembre 2024 le Autorità di Distretto dovranno completare le sperimentazioni sul Deflusso Ecologico nel rispetto degli obbiettivi fissati dai relativi Piani di Gestione. I Consorzi di bonifica ed irrigazione continueranno ad offrire piena collaborazione, impegnandosi al contempo nel proseguire l’applicazione e la ricerca di soluzioni per l’ottimizzazione d’uso dell’acqua a servizio dell’agricoltura, che produce cibo: dall’evoluzione del sistema di consiglio irriguo Irriframe al Piano Laghetti di prossima presentazione. Auspichiamo che le nostre proposte possano trovare l’adeguata attenzione delle forze politiche come dimostrato nel caso del Deflusso Ecologico.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Acque irrigue e deflusso ecologico

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2022

Si chiama idroecologia ed è la scienza, deputata alla definizione dei nuovi parametri di Deflusso Ecologico, attorno ai quali ANBI ha avviato da mesi un articolato confronto, che ha prodotto i primi frutti per evitare che una pedissequa applicazione della normativa, entrata in vigore dal 1 Gennaio scorso, sconvolga gli equilibri economici ed ambientali, costruiti in vasti territori italiani nel corso dei secoli; in sintesi: parametri troppo stringenti, pur mirati al condiviso obbiettivo del benessere fluviale, prevedono di lasciare maggiori volumi d’acqua nell’alveo dei fiumi, privando il territorio di risorse idriche, indispensabili agli ecosistemi, all’agricoltura, alla produzione idroelettrica fino ad arrivare al turismo ed alla fruizione sociale.“Il nostro, primo obbiettivo – precisa Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – è rendere meno complesso ed oneroso il processo per l’ottenimento delle deroghe previste dalla normativa e che si ritiene saranno più frequenti in questa fase interlocutoria.”Conseguenza della Direttiva Quadro Acque, adottata nell’ormai lontano 2000 dall’Unione Europea, la nuova normativa sul Deflusso Ecologico deve infatti ormai fare i conti con l’emergenza climatica, che ha trasformato l’andamento idrologico di numerosi corsi d’acqua italiani da “variabile” ad “intermittente”, comportando cioè anche periodi di vera e propria “asciutta”. “E’ a partire da questa evidenza – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – che l’azione di ANBI, suffragata da proiezioni sperimentali, punta a valorizzare i cosiddetti servizi ecosistemici, cioè tutte le opportunità garantite dalla presenza d’acqua sul territorio e non solo nell’alveo dei fiumi, la cui biodiversità e la sopravvivenza della fauna ittica possono essere garantite anche da accorgimenti di ingegneria naturalistica per i momenti di massimo prelievo idrico.”“Si sta lavorando in particolare – conclude Adriano Battilani, Segretario Generale di Irrigants d’Europe – a ridefinire i target di qualità ambientale, affinché si possa, nel più breve tempo possibile e superando il regime di deroga, individuare un nuovo punto di equilibrio fra obbiettivi ambientali e necessità del territorio, ad iniziare da quelle dell’agricoltura, che produce cibo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Orta week-end ecologico

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Arbor Day, due giorni di full immersion nella natura  Per i prossimi tre anni, gli aberi della riserva naturale del Sacro Monte di Orta non avranno bisogno di lavori di manutenzione. Merito di Arbor Day, iniziativa del Consorzio Cusio Turismo per valorizzare e promuovere gli aspetti ambientali e paesaggistici del Lago d’Orta.
Un centinaio tra volontari ed esperti tree-climber hanno messo a disposizione la loro professionalità a beneficio della flora del Sacro Monte, patrimonio mondiale dell’Unesco, attuando interventi di potatura in quota, abbattimenti controllati e valutazioni di stabilità. Il tutto sotto gli occhi attenti di oltre 100 ragazzi delle scuole elementari di Orta, Borgomanero, Bolzano Novarese e San Maurizio d’Opaglio. L’iniziativa si è svolta in collaborazione con la Società Italiana di Arboricoltura (SIA), che promuove l’immagine dell’arboricoltore professionista. Scopo dell’associazione è anche quello di diffondere la cultura della salvaguardia dell’albero, dalle conseguenze legate all’incuria, alle aggressioni e agli atti di vandalismo.
Una vera e propria opera di sensibilizzazione, in grado di regalare al Sacro Monte un look più fresco e curato e, al tempo stesso, di unire attività fisica e cultura in una sola disciplina. In particolare, nella giornata di ieri, grazie all’impegno gratuito dei volontari e attraverso un’attenta opera di analisi effettuata con l’ausilio di attrezzature molto sofisticate, si è potuto individuare ed abbattere un albero che versava in cattive condizioni e che costituiva un serio pericolo per gli altri esemplari e per l’incolumità dei visitatori. Le attività proseguono nella giornata di oggi: alle 14 le ultime dimostrazioni e la piantumazione di nuovi alberi. Alle 18 un concerto per organo e sassofono nella chiesa del Sacro Monte. Infine, lunedì 4 alle ore 11, benedizione delle piante dedicati al patrono San Francesco, la cui ricorrenza si celebra proprio dopodomani.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disastro ecologico Lambro-Po

Posted by fidest press agency su sabato, 27 febbraio 2010

Raccomandazione per ridurre i danni del disastro ecologico: Non nutrire e non lavare gli animali colpiti da petrolio, ma portarli al più presto, in uno dei tre centri recupero della fauna selvatica che la LIPU gestisce nelle zone dei fiumi Lambro e Po (a Milano, Reggio Emilia e Ferrara), dove avranno le cure appropriate. Sono le istruzioni della LIPU per il soccorso alla fauna selvatica colpita dal disastro ecologico in corso.  L’animale colpito da petrolio – sottolinea la LIPU – va collocato all’interno di una scatola di cartone alla quale devono essere praticati dei fori per l’aerazione. La scatola deve essere adeguata alle dimensioni dell’animale, ma non troppo grande per evitare movimenti inutili come l’apertura delle ali. L’associazione ha anche diffuso alcune istruzioni di base per un soccorso immediato nel caso in cui il luogo di ritrovamento si trovi a distanza elevata dal Centro recupero LIPU più vicino: una sorta di “kit” di sopravvivenza formato da una pastiglia al cento per cento di carbone attivo (per smaltire i veleni ingeriti col petrolio), vaselina e garze (per pulire zampe e becco), guanti e una piccola siringa priva dell’ago. Finora gli animali pervenuti ai centri LIPU sono in numero limitato (due esemplari di Germano reale e tre cormorani si trovano in cura nel Centro recupero LIPU La Fagiana di Milano, imbrattati di petrolio), ma si temono sia gli effetti negativi sull’ecosistema sia per il fatto che il petrolio non ancora bloccato raggiungerà presto il Delta del Po, una delle aree più importanti in Italia per la presenza di uccelli selvatici. Per fronteggiare l’emergenza la LIPU ha costituito fin dal primo giorno del disastro una task force formata dai Centri recupero fauna selvatica LIPU di Milano, Reggio Emilia e Ferrara, i più vicini alle zone colpite, e coordinati dal Centro Recupero Uccelli Marini e Acquatici LIPU di Livorno (CRUMA), il centro di riferimento in Italia in caso di disastri ambientali causati dal petrolio, e già operativo nel soccorso agli uccelli impetroliati nelle emergenze della petroliera Prestige in Galizia (2002) e della Haven in Liguria (1991).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Roma a San Candido

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2010

Fino al 21 marzo, Trenitalia in collaborazione con il Consorzio Turistico Alta Pusteria mette a disposizione speciali collegamenti per raggiungere le piste altoatesine in modo ecologico, divertente ed economico Da Roma a San Candido in treno e ritorno, per passare qualche giorno sulla neve in modo ecologico, divertente ed economico dimenticandosi di traffico e problemi di guida! Anche per la stagione invernale 2009/10, Trenitalia, in collaborazione con il Consorzio Turistico Alta Pusteria, mette a disposizione degli appassionati dello sci che da Roma desiderano raggiungere comodamente le piste altoatesine, i treni della neve, speciali collegamenti con partenza da Roma Tiburtina alle 21.57 tutti i venerdì nel periodo 8 gennaio-5 febbraio 2010 e il venerdì e il sabato dal 12 febbraio al 20 marzo 2010. (san candido)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elettricità. Scegliere il produttore ecologico

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

L’incidente avvenuto nella centrale nucleare Kruemmel (Germania), nelle settimane scorse, ha indotto molti utenti a scegliere aziende che forniscono solo elettricita’ proveniente da fonti rinnovabili. Dall’inizio del mese, diverse migliaia di utenti del gestore Vattenfall, distributore d’elettricita’ dell’impianto nucleare Kruemmel, gli hanno voltato le spalle. Parallelamente, nei giorni successivi al guasto, il fornitore ecologico Lichtblick ha registrato  il 70% in piu’ di utenti. Un passaggio fondamentale per i cittadini che possono indurre scelte energetiche orientate alle fonti rinnovabili. Insomma, da soggetto passivo a cittadino consapevole. In Italia questa scelta non e’ possibile, al massimo ognuno puo’ produrre energia da fonti rinnovabili per le proprie esigenze il che, pero’, non cambia le scelte strategiche del governo, recentemente confermate dal Parlamento, per quanto attiene al nucleare. Esiste qualche imprenditore nel nostro Paese che vuole provare a produrre e vendere energia elettrica da fonti rinnovabili? Se c’e’, batta un colpo! (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A scuola camminando

Posted by fidest press agency su sabato, 7 marzo 2009

Si è appena aperto, e proseguirà fino al 6 maggio, il nuovo bando del concorso “A scuola camminando”, rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia. Si tratta di un’iniziativa della Provincia di Torino – nata nel 2006 – orientata a diffondere e incentivare i percorsi casa-scuola dei bambini a piedi o in bicicletta con lo scopo di convincere le famiglie a ridurre l’uso dell’automobile, per limitare il traffico e l’inquinamento che ne consegue. Tutte le scuole elementari e medie sono invitate, in collaborazione con le Amministrazioni comunali, a individuare e sperimentare percorsi pedonali o ciclistici che, partendo da diversi punti di ritrovo, conducano i piccoli studenti a scuola al riparo da pericoli. L’intento del progetto è far sì che il modo “ecologico” di andare a scuola acquisti regolarità e si ripeta almeno una o due volte alla settimana. Vigili, operatori comunali, volontari e famigliari  sono chiamati a collaborare perché questi tragitti si possano compiere in totale sicurezza. Le scuole che partecipano al concorso devono inviare alla Provincia di Torino il materiale illustrativo del proprio progetto. I lavori saranno valutati sulla base di parametri come il numero di giornate effettuate, il numero delle classi e dei bambini coinvolti, la qualità dei percorsi formativi precedenti. La premiazione si terrà il 3 giugno 2009, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, durante la manifestazione organizzata presso il Museo A come Ambiente. I premi: primo classificato: euro 1500 secondo euro 1250 terzo euro 1000 quarto  euro   750 quinto euro   500.“Andare a scuola a piedi è una buona azione non solo sul piano ambientale, ma anche su quello educativo” spiega l’assessore provinciale allo Sviluppo sostenibile e alla Pianificazione ambientale Angela Massaglia. “Camminare insieme è anche un’occasione per socializzare con i propri compagni in modo diverso dal solito, allegro e salutare”. (fonte: http://www.provincia.torino.it/ambiente/educazione/ascuola_camminando/index).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »