Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘economia di mercato’

Status di economia di mercato per la Cina: difendere l’industria europea e l’occupazione

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2016

confcommercio consumiNella risoluzione non legislativa approvata giovedì, i deputati affermano che fintanto che la Cina non avrà soddisfatto i cinque criteri stabiliti dall’UE per definire le economie di mercato, le sue esportazioni verso l’UE devono essere trattate con una metodologia “non standard”, che serve a determinare se in Cina i prezzi delle esportazioni sono prezzi di mercato o oggetto di sovvenzioni, al fine di assicurare la parità di condizioni per l’industria UE e difendere l’occupazione.Tuttavia, l’UE deve trovare il modo per fare tutto ciò in conformità con i suoi obblighi internazionali nell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), in particolare il protocollo OMC di adesione della Cina, che prevede cambiamenti nel modo in cui la Cina dovrà essere considerata dopo l’11 dicembre 2016. Nella risoluzione adottata con 546 voti favorevoli, 28 voti contrari e 77 astensioni, i deputati invitano la Commissione europea a presentare una proposta che trovi un equilibrio tra queste esigenze.
I deputati esortano la Commissione a tener conto dei timori espressi dall’industria europea, dai sindacati e da altri soggetti interessati, circa le possibili conseguenze per l’occupazione, l’ambiente e la crescita economica nell’UE. La sovraccapacità produttiva della Cina e le conseguenti esportazioni a prezzi ridotti stanno già avendo “pesanti conseguenze sociali, economiche e ambientali nell’UE”, specialmente per quanto riguarda il settore siderurgico dell’UE.I deputati sottolineano che 56 delle attuali 73 misure comunitarie antidumping in vigore si applicano alle importazioni dalla Cina
I deputati ciononostante evidenziano “l’importanza del partenariato tra l’UE e la Cina”. La Cina è il secondo partner commerciale dell’UE e, con un interscambio commercial giornaliero di ben oltre 1 miliardo di euro, il mercato cinese “è stato il principale motore di redditività per una serie di industrie e marchi dell’UE”.I deputati “si oppongono a qualsiasi concessione unilaterale alla Cina dello status di economia di mercato” e chiedono di coordinarsi con gli altri principali partner commerciali per giungere a un’interpretazione congiunta del diritto dell’OMC. Invitano la Commissione a utilizzare i prossimi vertici del G7 e del G20, nonché il vertice UE-Cina, per trovare una risposta compatibile con l’OMC.I deputati sottolineano la “necessità imminente” di una riforma generale degli strumenti di difesa commerciale dell’UE e invitano il Consiglio a sboccare una serie di proposte per modernizzarli, come già richiesto dal Parlamento nel 2014.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Status di “Economia di mercato” alla Cina: cosa farà l’Unione europea?

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2016

strasburgo-parlamento-europeo 1 febbraio 2016. Un dibattito sulla questione se l’Unione europea debba riconoscere la Cina come “economia di mercato” si terrà nel pomeriggio di lunedì con il Commissario per il commercio Cecilia Malmström. I deputati sono preoccupati che il Parlamento europeo – che dovrebbe co-decidere sulle modifiche necessarie nel diritto comunitario nel caso l’UE decidesse di trattare la Cina come un’economia di mercato – non sia ancora stato consultato. I deputati chiederanno alla Commissione quali opzioni stia valutando per quanto riguarda il proposto status di economia di mercato della Cina (MES) e se valuterà il suo impatto sull’industria europea e sull’occupazione. Quando la Cina ha aderito all’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) nel 2001, i membri dell’OMC avevano rilevato che essa non aveva ancora terminato la transizione verso un’economia di mercato. La Cina aveva accettato una serie di obblighi per procedere alla creazione di un’economia di mercato e aveva convenuto che gli altri membri dell’OMC avrebbero potuto applicare misure di “economia di non mercato” riguardo le sue esportazioni. In pratica, spesso ciò significava dazi antidumping più elevati.
La Cina ritiene che il protocollo di adesione all’OMC 2001 preveda che la sua transizione verso un’economia di mercato dopo 11 dicembre 2016 sia un passaggio automatico. Questa interpretazione del protocollo di adesione è stata discussa sia a livello politico sia a livello giuridico. Tuttavia, alcuni membri dell’OMC, come l’Australia, hanno già riconosciuto nel loro diritto la Cina come economia di mercato. La Cina attualmente soddisfa soltanto a uno dei cinque criteri tecnici dell’UE per la definizione di “economia di mercato”. La Cina è implicata in circa l’80% delle indagini antidumping e anti-sovvenzioni dell’UE.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »