Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘ecosostenibile’

Ideare materiali innovativi per l’edilizia ecosostenibile

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

gruppo EcotilesCamerino. Per ideare materiali innovativi per l’edilizia ecosostenibile: è questa la sintesi di Ecotiles, il progetto europeo finanziato dall’Unione Europea nell’ambito dell’azione Life, che vede protagonisti la sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie di Unicam e l’azienda Grandinetti srl di San Severino Marche, leader nella produzione di materiali a base cementizia.Obiettivo del progetto Ecotiles (www.ecotiles-lifeproject.eu) la creazione di nuovi materiali per l’edilizia in cui una componente importante è proprio quella degli scarti di lavorazione e degli scarti vetrosi e ceramici: è da qui che è nata l’idea di realizzare il Network “Waste”, appunto gli scarti. “Il network – ci spiega la prof.ssa Eleonora Paris, docente Unicam e coordinatrice del progetto – nasce come sviluppo della ricerca diventandone parte essenziale che continuerà poi nel tempo, anche dopo la fine del progetto stesso. L’obiettivo è quello di mettere in sinergia l’università e l’industria per poter creare nuove iniziative, affinché ci siano sempre maggiori interazioni tra le aziende ed i nostri laboratori di ricerca, per creare nuovi materiali innovativi e poter così competere per ottenere anche finanziamenti europei. Sommando le conoscenze scientifiche, le competenze e l’inventiva delle nostre aziende, al lavoro di ricerca prodotto in Ateneo, è possibile ottenere risultati promettenti anche in questo ambito, partendo proprio dalle Marche”.Quella dell’utilizzo di materiale di scarto per la realizzazione di nuovi prodotti è una tematica su cui si sta discutendo molto in Italia e in Europa e che sta suscitando sempre maggiore interesse, come confermato anche dalla recentissima delibera della Regione Marche in cui si prevede che ci sia una percentuale fissa e obbligatoria di rifiuti e prodotti di scarto nei materiali che vengono utilizzati non solo per l’edilizia pubblica ma anche in quella della ricostruzione, che sarà avviata a seguito del sisma dell’ottobre 2016. “E’ importante dunque – ha sottolineato la prof.ssa Paris – aderire al network per avere nuove idee, anche grazie alla collaborazione di nuovi partner, sia dal punto di vista ambientale sia per le aziende per lanciarsi in un mercato molto promettente”.“Nell’ambito del progetto – ha concluso la prof.ssa Paris – abbiamo già organizzato una serie di iniziative e convegni per illustrare le tematiche del progetto, dall’economia circolare alle opportunità di fondi per la ricerca industriale. Il 27 febbraio, poi, si terrà qui a Camerino un incontro che vedrà la partecipazione di rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e di altri progetti Life, e che rappresenterà un interessante momento di confronto, di scambio di idee e magari di nuove sinergie con le aziende del territorio”. (foto: gruppo ecotiles)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Urge ministro sviluppo economico

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

“Superando la soap opera politica di queste settimane, sarebbe il caso di cercare soluzioni praticabili per ridare slancio all’economia nel nostro paese, che ha tutte le “energie” per poter ripartire”. Lo dichiara Aldo Di Biagio, deputato di Futuro e Libertà per l’Italia. “In questa prospettiva – spiega Di Biagio – urge la nomina  del Ministro dello Sviluppo economico – oltre  che la definizione di un piano economico e industriale fattibile ed ecosostenibile, dello sviluppo e della liberalizzare del  mercato delle energie rinnovabili, della tutela dell’ambiente”. “Credo che sia arrivato il momento di creare un programma rinnovato di incentivi alle energie rinnovabili, – spiega – passando anche attraverso la semplificazione degli  iter autorizzativi, attuazione delle linee guida in correlazione all’ entrata in vigore del  conto energia per il fotovoltaico, nomina dei membri della Agenzia di sicurezza nucleare”. Di Biagio conclude: “spero che il patto di legislatura o di responsabilità nazionale possa dare risposte anche agli imprenditori, alle associazioni, ai lavoratori del settore della green economy, per creare quel “legame sociale” orizzontale tra i cittadini e la politica”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Jesi l’istituto telematico ed ecosostenibile

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

A soli sette mesi dall’inizio dei lavori sono stati ultimati gli impianti tecnologici per le nuove officine degli Istituti Tecnici Itis e Ipsia di Jesi. Un fabbricato di 4.400 metri quadri su due piani con 6 officine, 9 laboratori e 10 aule per gli studenti, un vasto intervento di riqualificazione della Provincia di Ancona costato 4,5 milioni di euro per la demolizione delle officine esistenti e la costruzione di un nuovo edificio. L’appalto, affidato alla Sacaim di Venezia, ha visto Cat Impianti di Jesi realizzare gli impianti tecnologici della struttura. La struttura è  stata realizzata secondo i principi della bioedilizia e prevede la termoregolazione climatica digitale di ogni singola aula, in base alla diversa insolazione o all’utilizzo nelle diverse fasce orarie. Inoltre tutte le officine e i laboratori sono connessi alle reti telematiche e collegati in fibra ottica tra loro e con le altre filiali dell’istituto e della dirigenza scolastica. Impianti di illuminazione a risparmio energetico con lampade a basso consumo, sistemi di filodiffusione in ogni ambiente e sistemi antincendio con rilevatori di fumo in tutti gli ambienti completano la struttura. (mirko)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parte il solare termico

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2010

“Il Sole riscalderà gli ambienti interni dell’asilo nido dove avremo aria calda ricavata direttamente dai raggi solari. E’ il Jumbo Solar, tecnologia tedesca prodotta dalla Grammer, un sistema innovativo e all’avanguardia che sfrutta l’insolazione per riscaldare non acqua ma aria”. Lo dichiara il presidente della ENAM SpA, società ad intero capitale pubblico del Comune di Pomigliano d’Arco, operativa in campo energetico ed ambientale . “Questa forma di riscaldamento si aggiungerà a quella tradizionale consentendoci di ottenere un abbattimento di almeno il 24 % sul consumo di gas metano con risparmio economico per l’amministrazione che potrà investire quei soldi in altre attività didattiche o in azioni di manutenzione. Una scuola perfettamente ecosostenibile – prosegue Gaudiano – il cui sistema di riscaldamento darà la possibilità all’intera comunità di ottenere un importante risparmio energetico”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lineablu: ventesima puntata

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2009

24 ottobre 2009, alle 14.30 su RaiUno, Lineablu si tufferà tra le bellezze dell’Arcipelago di “La Maddalena”, in Sardegna. Inizieremo il nostro viaggio sbarcando su un’oasi inaccessibile: Budelli, con la sua celebre Spiaggia Rosa. Discuteremo con l’unico fortunato abitante di quest’isola, il custode, sul perché la sabbia di questo piccolo angolo di paradiso assuma questa colorazione unica. “Navigheremo è detto in un comunicato emesso dalla Rai –  poi verso La Maddalena, isola madre di tutto l’arcipelago. Vedremo come la dismissione di una struttura imponente come l’ex arsenale militare sia diventata occasione di riconversione ecosostenibile. Ci racconterà tutto Stefano Boeri, il celebre architetto che ha riprogettato l’area a tempi record, per poi restituirla ai cittadini sottoforma di un importante polo congressuale, turistico e nautico che riveste una superficie di oltre 150 mila metri quadrati. Insieme ad una regata di Vele Latine conosceremo l’unico tratto di mare che in sè comprende il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e quello Internazionale delle Bocche di Bonifacio: giunti sulla disabitata Isola di Lavezzi, in Corsica, esploreremo il suo piccolo cimitero dedicato alle vittime del naufragio della Semillante, relitto che qui fece il suo ultimo viaggio nel lontano 1855. Torneremo poi in terra sarda, per ricordare il pioniere della subacquea, Raimondo Bucher, da poco scomparso, in una delle località più suggestive della Costa Smeralda: la Spiaggia di Capriccioli. Concluderemo a terra il nostro viaggio, visitando gli antichi stazzi del litorale di Palau: per ricordare la tradizione della pastorizia, l’attività principale della Sardegna di ieri e di oggi.  Fabrizio Gatta si addentrerà tra i vicoli di uno tra i più belli ed antichi borghi marinari d’Italia: Brindisi. Scopriremo la città pugliese nel suo aspetto meno conosciuto, quello di villaggio di pescatori, in cui il tempo sembra essersi fermato: sapevate dell’antica tradizione del tiro alla fune in mare, tra due imbarcazioni che si sfidano? A tavola con il Professor Calabrese, per capire come sia possibile cucinare pesce anche con aromi e profumi autunnali: nella Riviera Ligure ciò è possibile. Il clima mite di cui gode Noli permette ricette per ogni stagione durante tutto l’anno”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eventi ecosostenibili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

Andrea Vernengo, Amministratore Delegato & Senior Partner di  GVST Event Management, agenzia specializzata nell’organizzazione di eventi ecosostenibili, traccia un bilancio sul settore in Italia.“Il mercato degli eventi green in Italia è ai primi passi, come in molte altre parti del mondo, tant’è che sino ad oggi non esiste uno standard internazionale per la realizzazione di eventi ecosostenibili. Sulla base della nostra esperienza, però, registriamo una doppia velocità tra aziende nostrane e multinazionali straniere, che attualmente guidano questo settore. Se infatti in Italia solo il 30% delle aziende realizza eventi ecosostenibili, nei Paesi del Nord Europa, Gran Bretagna e Canada ci aggiriamo intorno all’80%. Un gap importante, riconducibile principalmente a due aspetti: l’assenza di una rete strutturata di fornitori in grado di offrire tecnologie green e la mancanza nelle aziende e nei consumatori di una cultura del rispetto ambientale”. Limiti che hanno un costo importante sull’ambiente, come spiega Andrea Vernengo. “Attuando una serie di interventi mirati in fase di progettazione, è possibile ridurre oggi, con gli strumenti a disposizione, sino al 30% l’impatto ambientale di un evento. Percentuale destinata a salire nel momento in cui questo nuovo approccio agli eventi diventerà prassi diffusa e si andranno a superare i vincoli strutturali e culturali. Le aree di intervento sono molteplici: la location, i consumi energetici e i materiali utilizzati, la mobilità, la ristorazione, la comunicazione, sino alla gestione dei rifiuti e al post evento.” Sembra però che qualcosa stia cambiano, come rileva Vernengo. “Negli ultimi tempi si avverte un’aria di cambiamento. Segnali che ci fanno pensare che stia arrivando il tempo per avviare una “rivoluzione green” anche in questo settore. Nel giro di pochi anni prevediamo, infatti, che il 50% delle aziende italiane inizieranno ad attuare una più attenta politica ambientale anche per gli eventi. Il primo passo è sicuramente un cambiamento culturale, nelle aziende e nei consumatori. La definizione di uno standard internazionale per la realizzazione di eventi ecosostenibili” – conclude Andrea Vernengo –  “potrebbe dare un forte impulso a questo processo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »