Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 151

Posts Tagged ‘ecuador’

Ente Nazionale per Microcredito intesa con Ecuador

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 marzo 2017

ecuadorPer Mario Baccini (Ente Nazionale per Microcredito): “La vocazione internazionale degli strumenti della microfinanza per combattere l’esclusione finanziaria e sociale ed il modello italiano elaborato dall’Ente Nazionale per il Microcredito sono oggi una garanzia di successo che può essere a buon diritto adottata nei Paesi che vogliono condividere una finanza etica che sostenga le fasce della popolazione più deboli”. È questo il commento del presidente ENM, Mario Baccini, alla sigla del memorandum di intesa con la Repubblica dell’Ecuador, sottoscritto a Roma presso l’Istituto Latino Americano con Guillaume Long, Ministro degli affari esteri e mobilità umana dell’Ecuador, alla presenza dell’ambasciatore dell’Ecuador in Italia Juan Fernando Holguín Flores e del vice ministro degli Affari Esteri ed della cooperazione d’Italia, Mario Giro. “Il nostro Ente – ha ricordato Baccini- ha il ruolo di promozione, prosecuzione e sostegno ai programmi di microcredito e microfinanza destinati allo sviluppo economico e sociale del Paese, nonché ai Paesi in via di sviluppo e alle economie in transizione in sinergia con il Ministero degli Affari Esteri grazie alla Legge 24 Dicembre 2007, n. 244, art.2, commi 185, 186, 187. Questa sigla rappresenta dunque un impegno a proseguire sulla via della diplomazia preventiva che si apre con la finanza etica.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremoto Ecuador

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 aprile 2016

edoardo bennatoSecondo l’UNICEF oltre 280 scuole sono state distrutte dal terremoto che ha colpito l’Ecuador lo scorso 16 aprile e 120.000 bambini non hanno al momento accesso all’istruzione.
“L’istruzione è un’ancora di salvezza per i bambini che affrontano traumi e distruzione”, ha dichiarato Gran Leaity, Responsabile UNICEF in Ecuador. “Dà ai bambini un senso di normalità, degli obiettivi e li aiuta nel loro recupero psicologico”.
L’UNICEF sta supportando il Governo per ridare ai bambini l’opportunità di tornare a studiare, in particolar modo nelle aree più colpite di Muisne, Pedernales, Jama e in alcune zone di Portoviejo, Manta e Chone. L’UNICEF costruirà 50 spazi temporanei per l’apprendimento per 20.000 bambini e distribuirà 700 kit per le scuole con materiali di cancelleria utili per 60.000 bambini.
Mentre le agenzie governative e quelle umanitarie continuano a verificare i danni causati dal terremoto, i primi dati indicano che circa 2.000 edifici sono stati danneggiati o distrutti e circa 30.000 persone vivono in rifugi. Il timore di scosse di assestamento sta spingendo le persone a dormire in strada, esposti alle dure piogge che sono molto comuni durante questa stagione.
L’UNICEF e i suoi partner hanno bisogno di 23 milioni di dollari per rispondere immediatamente ai bisogni dei bambini per i prossimi 3 mesi nei settori di acqua, servizi igienico sanitari, istruzione, protezione sociale, salute e nutrizione. (foto: edoardo bennato)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremoto Ecuador: una nuova forte scossa del 6° grado colpisce l’area già coinvolta lunedì

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2016

terremoto ecuador“Dopo le scosse di assestamento che abbiamo avvertito in questi giorni quella di questa notte ci ha fatto rivivere la paura provata il 18 aprile. È ancora notte e non sappiamo come è la situazione nelle aree colpite.- ha dichiarato Enzo Rubinetti, coordinatore dei volontari FOCSIV in Ecuador – In questi giorni la gente ha seguitato a dormire per strada, anche qui a Quito a 170 chilometri dall’epicentro. Gli ultimi dati parlavano di 23.000 – 25.000 sfollati ricoverati dai parenti o in alloggi di fortuna. Mancano le tende, in Ecuador da oltre 65 anni non si registrava un terremoto così catastrofico e la Protezione Civile locale non è abbastanza attrezzata per un evento del genere.”
La FOCSIV – Volontari nel mondo è impegnata in Ecuador con un programma triennale, cofinanziato dall’otto per mille della CEI, in partenariato con la Pastoral Social Caritas Ecuador e i 9 Organismi Soci FOCSIV (ACCRI, CEFA, CELIM BERGAMO, ENGIM, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Fondazione Giuseppe Tovini, IBO, Medicus Mundi e OVCI), incentrato sulla promozione dello sviluppo umano integrale.
La popolazione, soprattutto nelle aree rurali del Paese vive già in una condizione di estrema povertà, che ne causa l’esclusione, la disuguaglianza e la vulnerabilità individuale e sociale e, sicuramente, questo terremoto andrà ad acuire le difficoltà di tante famiglie.“L’area dove vi è stato il sisma è tra le più ricche del Paese, è una zona di mare e lo scorso fine settimana molti ecuadoregni e turisti erano lì per godersi una giornata di sole. Il numero delle persone che hanno perso la vita seguita a salire, ma ancora ieri si sono trovate delle persone sotto le macerie. Dei veri e propri miracoli. Il terremoto ha provocato devastazione ovunque ed intere cittadine sono pressoché scomparse.” ha aggiunto Enzo Rubinetti. In collaborazione con i Soci FOCSIV presenti in Ecuador e con la Pastoral Social e Caritas dell’Ecuador si sta lavorando agli aiuti immediati: servono generi di prima necessità, supporto logistico per attività di ricerca dei dispersi e tende. (terremoto ecuador)

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terremoto in Ecuador: ponte aereo

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2016

ecuadorCopenaghen L’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) sta ultimando i preparativi per una grande operazione di distribuzione di aiuti via aerea, prevista nelle prossime 48 ore, a sostegno delle persone sfollate a causa del disastroso terremoto in Ecuador. Tale operazione arriva a seguito di una richiesta di aiuto alle Nazione Unite ricevuta dal governo dell’Ecuador.
Oggi a Copenaghen – polo logistico globale dell’UNHCR – è stato messo a punto il piano operativo per un primo aereo diretto a Quito che porterà beni di prima necessità, tra cui circa 900 tende, teli di plastica, 15.000 materassini, set da cucina e, alla luce del rischio causato dal virus Zika, 18.000 zanzariere impregnate di liquido repellente, di cui c’è urgente bisogno. Un volta a Quito, questi beni saranno distribuiti nel più breve tempo possibile e secondo le priorità individuate a livello locale. L’impegno rimarrà concentrato nelle aree più colpite del paese, ad ovest, nelle zone di Manabi, Santo Domingo, Esmeraldas e Guayaquil.
Lo scopo è quello di fornire rapidamente nei prossimi giorni ripari essenziali ed altri materiali di prima necessità per circa 40.000 rifugiati, richiedenti asilo e persone locali che si trovano nelle comunità maggiormente colpite dal terremoto.
In Ecuador, sono in corso da domenica le valutazioni delle proporzioni del danno e delle esigenze delle persone colpite. L’UNHCR, attingendo dalle proprie scorte nel paese, ha inviato via terra beni di prima necessità, verso Carchi, Esmeraldas, Manta e Pedernales. Queste scorte includono tende e teli di plastica per centinaia di persone.
‘’Ci troviamo di fronte ad una situazione urgente e preoccupante. Oltre alle centinaia di vite già perdute, moltissime persone hanno perso la propria casa. Fra questi tanti rifugiati e richiedenti asilo,’’ ha affermato Renata Dubini, delegata regionale dell’UNHCR nelle Americhe.
L’Ecuador è il paese che ospita il maggior numero di rifugiati in America Latina. La sua popolazione ha generosamente accolto oltre 200.000 colombiani rifugiati e altre persone bisognose di protezione internazionale, molte delle quali si erano insediate in aree colpite dal terremoto. L’UNHCR si è impegnato ad aiutare l’Ecuador e la sua gente, fornendo supporto a rifugiati e popolazioni delle comunità ospitanti.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tents and boats needed in Ecuador after quake

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2016

EcuadorCaritas Ecuador president, Msgr. Walter Heras, calls on Caritas around the world to support the current relief efforts in the aftermath of a 7.8 magnitude earthquake that rocked the nation last Saturday.The quake that left more than 2,500 injured and an estimated 350 dead ripped apart cities and severed access to remote coastal towns. The death toll is expected to climb as rescue workers pick through the rubble. A state of emergency has been declared in six provinces and 10,000 troops and 3,500 police have been deployed to assist the most affected areas.“Of most immediate concern is rescuing victims,” said Msgr. Heras. “The time when the earthquake took place was when most people were at home. There are a lot of people trapped and are awaiting rescue. We are also concerned about the most remote areas that are difficult to reach.” “This was a province with many rural areas,” said Gabriela Andrade, Caritas Ecuador Communication Coordinator. “The most remote parishes were very affected. Many of them have no resources or basic services. They lack infrastructure.” A united front made up of local and international Caritas agencies is needed to provide long term assistance as the communities move from recovery to rebuilding their devastated communities. “In the emergency zones we are seeing people who have evacuated their homes and are sleeping in the streets,” said Andrade. “People need tents and inflatable boats because some of the affected areas cannot be reached as the roads are destroyed.” Heavy rains were already showing a rise in cases of vector-borne diseases such as chikungunya and dengue. These are expected to rise along with other infectious diseases in the earthquake’s aftermath. Hygiene and sanitation are of utmost importance in the coming weeks.While Caritas Ecuador joins national efforts to reach immediate needs of displaced and affected populations it plans on assisting communities long after the earthquake falls off the international radar. “As a Church we accompany the affected,” said Msgr. Heras. “We see that all our sister organisations are added to our efforts in accompanying the people. After the initial shock people will remain depressed. They will need to rebuild … to move forward in their lives. These are people who have lost their businesses and their homes. They have lost everything. Caritas can help fill this void that remains in people.” ”We know that as a Church we are one entity,” Msgr. Heras said. “The Church never asks people to wait. We are hoping for the assistance of the Church and call on churches from around the world to assist us in our efforts. We need all of you. There is so much to do. We thank everyone who adds their support to this response.” (Michelle Hough) (photo: ecuador)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE: USD 30 milioni per la friulana Sider Engineering in Ecuador

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2016

ecuadorSACE (Gruppo CDP) e Sider Engineering S.p.A. annunciano la conclusione di un’importante operazione di finanziamento destinata a sostenere le forniture dell’azienda friulana per un impianto siderurgico situato a Milagro in Ecuador.
Nell’ambito del progetto, del valore complessivo di 131 milioni di dollari, SACE è intervenuta garantendo un finanziamento di 30 milioni di dollari erogato dalla Inter-American Investment Corporation (IIC), l’istituto finanziario multilaterale del gruppo Inter-American Development Bank (IDB) dedicato a promuovere lo sviluppo economico in America Latina e Caraibi attraverso il settore privato. Il finanziamento è destinato all’acquisto da parte dell’ecuadoregna Adelca di un impianto mini mill per il nuovo sito siderurgico di Milagro, situato nella provincia di Guayas, un’area ancora fortemente rurale ma che gode di importanti incentivi fiscali.
Il nuovo impianto aumenterà la capacità di produzione di acciaio in barre e vergella in Ecuador di 400 mila tonnellate all’anno, consentendo di ridurre la dipendenza dall’import per soddisfare la domanda nazionale e contribuire a ridurre i costi a beneficio di molti settori dell’economia, in particolare costruzioni, infrastrutture, ma anche trasporti, energia e manifattura.
Dal 1974 Sider Engineering opera nella progettazione, fabbricazione e installazione di macchinari e linee complete “chiavi in mano” per il settore siderurgico in tutto il mondo, producendo i macchinari interamente in Italia.
Con questo intervento, attraverso il consolidamento del rapporto di collaborazione con il gruppo IDB, SACE è riuscita a rafforzare la capacità di penetrazione di Sider Engineering in un mercato a elevato potenziale per l’impiantistica italiana come l’Ecuador, in cui il governo ha stanziato importanti risorse per la diversificazione dell’economia, prevalentemente dipendente dalle entrate petrolifere, al fine di sviluppare una dinamica industria locale, con buoni margini di sviluppo anche nel settore siderurgico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edward Snowden shocked security sdrvices

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 luglio 2013

Edward Snowden, the intelligence analysis who was shocked to the core to discover that security services were spying on people, continues to keep the world guessing on his next move. So much so that Paddy Power have opened the betting on his location come Jan 1st – and it’s evens he’ll find himself in exactly the same place come the New Year.If that wasn’t terrifying enough for the Deep Throat fugitive, the bookmaker makes it 3/1 he’ll be back at home sweet home ready for turkey and crackers Guantanmo style.Venezuela president Nicolas Maduro said Snowden ‘deserves the world’s protection’ with his country currently third in the betting at 9/2, ahead of Hong Kong and Iceland both 12/1.Elsewhere Central and South American are well represented by Ecuador (16/1), Cuba 16/1, Nicaragua (16/1), Bolivia (16/1), Brazil (40/1) before the first European country, currently 50/1 France and 66/1 Italy.Should Snowden settle on the Emerald Isle for his place of residence, Paddy Power has pledged to offer Snowden a fulltime job working in the bookmaker’s mischief department and has even dispatched cabs to international airports to pick up the whistleblower du jour.A Paddy Power spokesperson said: “Should he make it to Ireland, we can’t promise he’d get the same level of close attention as he’d get from the US authorities, but our cabs are waiting and we’d certainly welcome him with open arms into our mischief department.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Five-day DDGS Nutrition Short Course

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 ottobre 2011

Traffic Jam at Puente de Balboa in Panama City

Image via Wikipedia

October 30–November 5: Nutritionists from Colombia, Peru, Ecuador and the Dominican Republic will participate in a five-day DDGS Nutrition Short Course at Kansas State University’s International Grains Program. This program is set up to complement the Buyers Conference that will be conducted in Panama City, Panama on October 18th. Participants will learn to formulate co-products into their livestock rations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo defensoria del pueblo del Ecuador e Ital

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2010

È stato siglato l’accordo per la cooperazione in materia di Promozione e Protezione dei Diritti dei cittadini ecuadoriani residenti in Italia e dei cittadini italiani residenti in Ecuador tra l’ITAL, la UIM e la Defensoria del Pueblo del Ecuador. Tale accordo che prevede un lavoro di squadra tra gli Enti firmatari per la tutela dei diritti degli immigrati in Italia e degli emigrati italiani all’estero vedrà l’avvio nelle sedi ITAL di Lazio, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna. Il Defensor del Pueblo del Ecuador Fernando Gutìerrez ha posto l’accento sulla dimensione umana delle condizioni delle persone immigrate.  Il Presidente ITAL Gilberto De Santis, al suo primo atto ufficiale dopo la recentissima elezione, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’impegno preso di aiutare chi vive momenti di distacco dal proprio Paese e dai propri affetti. La firma dell’accordo è stato preceduto da un incontro con l’Ambasciatore Marco Samaniego Salazar, Console Generale dell’Ecuador a Roma in cui si sono sottolineati aspetti positivi e problematici della presenza degli Ecuadoriani in Italia.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cancellazione del debito dell’Ecuador

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Tra il 2007 e il 2008 l’esecutivo dell’Ecuador ha condotto un auditing integrale del debito pubblico che ha coinvolto anche diversi finanziamenti concessi dal nostro governo fino al 2006 per opere di sviluppo nel Paese. Tale processo, che ha coinvolto esperti e giuristi internazionali come anche diverse organizzazioni della società civile ecuadoriana e internazionale, ha riscontrato elementi di illegittimità in diversi crediti, incluso quello di circa 48 milioni di euro concesso dal governo italiano nel 1995 per la centrale idroelettrica di Marcel Laniado de Wind.  La centrale non ha mai funzionato al massimo delle sue potenzialità e ancora oggi non genera l’energia attesa. Il progetto è inoltre viziato da un aumento esponenziale dei costi, dai gravi impatti ambientali e sociali della diga di Daule Peripa a cui è annesso, e dalle violazioni dei diritti umani, economici e sociali di cui le popolazioni locali continuano a soffrire, come evidenziato dal rapporto della Commissione governativa ecuadoriana.  In questo momento il governo italiano sta negoziando una conversione del debito con il governo dell’Ecuador.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »