Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘editori’

Il nuovo presidente della Federazione degli Editori Europei (FEP) è il fiammingo Rudy

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

L’Assemblea generale della Federazione degli editori europei (FEP), riunita a Berlino, ha eletto il suo presidente: l’editore fiammingo Rudy Vanschoonbeek, della casa editrice Uitgeverij Vrijdag (Belgio). Nel board della FEP è stato riconfermato, in rappresentanza dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Piero Attanasio, responsabile delle relazioni internazionali e dei progetti di ricerca e innovazione dell’Associazione.Fondata nel 1967, la FEP si occupa della legislazione europea e fornisce consulenze alle associazioni degli editori sul diritto d’autore e su altre questioni legislative. La Federazione è la voce della maggioranza degli editori europei e rappresenta 29 associazioni nazionali di editori di libri, riviste specializzate e materiali didattici in Europa. Priorità, il copyright: “Stiamo affrontando un momento delicato – ha detto il neo presidente Vanschoonbeek – dal momento che la direttiva sul diritto d’autore è in votazione al Parlamento Europeo. Siamo inoltre impegnati per avere aliquote IVA ridotte per gli ebook in tutti i paesi europei, lavoriamo per avere una giurisdizione sulla piattaforma on line Tom Kabinet, sull’accessibilità per i non vedenti di contenuti sia stampati che digitali e presenteremo il Manifesto di Berlino dell’industria editoriale al nuovo Parlamento prima delle elezioni”. In Europa il libro è la prima industria culturale, con un fatturato annuale di 22-24 miliardi di euro e oltre mezzo milione di nuovi titoli all’anno.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In arrivo i libri donati dagli editori e da AIE per la parte conclusiva del progetto

Posted by fidest press agency su domenica, 25 marzo 2018

Stanno arrivando proprio in questi giorni nelle librerie i pacchi di libri donati dalle 31 case editrici che hanno sostanzialmente raddoppiato il numero dei volumi donati dagli italiani alle biblioteche scolastiche nel corso di #ioleggoperché 2017, la grande campagna ideata e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’Associazione Librai Italiani (ALI), l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e Libriamoci! Giornate di lettura nelle scuole, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MiBACT) e di RAI, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura.
Sono De Agostini, Eli, Erickson, Feltrinelli – Gribaudo, Gallucci, Gruppo editoriale Mauri Spagnol (Chiarelettere, Longanesi, La Coccinella, Garzanti, Guanda, Editrice Nord, Salani, TEA), HarperCollins Italia, Il Castoro, Il Mulino, Margherita Edizioni, Gruppo Mondadori (Mondadori, Giulio Einaudi editori, Piemme, Sperling&Kupfer, BUR, Fabbri Editori, Rizzoli), Moretti&Vitali, Newton Compton, Notes Edizioni, Pisa University Press, Vita e Pensiero, Zanichelli gli editori che hanno contribuito in modo decisivo al successo di questa edizione 2017 del progetto, destinando alle Scuole un monte libri totale pari a 111.000 copie, che è andato a sommarsi agli 111.203 libri donati dai cittadini dal 21 al 29 ottobre scorso (+80% rispetto al 2016).
Entro fine mese le Scuole che ne hanno fatto richiesta riceveranno i pacchi che sanciscono la conclusione di una edizione ricca di soddisfazioni ed entusiasmo: “Grazie all’edizione 2017 del progetto, nelle scuole entreranno oltre 222.000 libri – ha commentato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi -. Siamo felici che il patrimonio librario scolastico cresca grazie all’impegno dei cittadini e al contributo degli editori, che da tre anni partecipano con convinzione a #ioleggoperché. E’ un impegno destinato a durare. Un impegno concreto, sul lungo periodo, per portare nella quotidianità di bambini e ragazzi i libri e la lettura. Contiamo che questa manifestazione di affetto verso i ragazzi e verso i libri, per potenziare le biblioteche scolastiche, cresca ancora di più con l’edizione 2018”.Il totale dei libri messi a disposizione dagli editori viene ripartito, in questa fase di conclusione del progetto, tra le Scuole di ciascun ordine (infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado) in modo che ciascuna scuola che ne abbia fatto richiesta attraverso il portale entro il termine previsto (il 15 novembre scorso) riceva un identico numero di copie (non dunque, è bene chiarirlo, lo stesso numero di volumi ricevuti in donazione dal pubblico). In questo modo, viene garantito lo spirito dell’intera iniziativa, secondo cui i libri sono più preziosi laddove sono presenti in minor numero: anche nelle scuole in cui la donazione è stata inferiore ne sarà quindi assicurata una dotazione significativa.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I media e l’informazione

Posted by fidest press agency su sabato, 21 ottobre 2017

GiornalistiPiù volte, da alcuni anni a questa parte, non si fa altro che discutere intorno a ciò che i media comunicano, il modo come lo fanno, le eventuali omissioni e a disquisire se un’informazione è notiziabile oppure no. Sembra, per un osservatore superficiale, una questione di lana caprina: si fa tanto rumore per un argomento che si ritaglia di più per gli addetti ai lavori. Ma non è così. Dovremmo, innanzitutto chiederci, se esiste un rapporto diretto, sia pure virtuale, tra chi scrive e chi legge e se nel messaggio dell’autore vi possa essere una condivisione da parte del destinatario e in che misura. Il tutto sta, ovviamente nella cerchia degli interessi particolari rappresentabili da una testata giornalistica o da una emittente televisiva in ambito territoriale. E’ il motivo alquanto evidente che giustifica la presenza dei quotidiani e delle emittenti locali o di quelli a tiratura nazionale che contengono pagine regionali. Ma la questione è anche un’altra. C’è da dire che il dialogo non si fa a due tra giornalisti e lettori ma vi è un terzo rappresentato dall’editore e dai suoi interessi pubblicitari, politici et similia e lo è in misura più incisiva se non si tratta di un editore puro. E’ una triangolazione che tende ad alterare il messaggio e a farlo pervenire al lettore viziato da interessi che dovrebbero essere evitati per non generare false speranze, entusiasmi immotivati e paure ingiustificate. E’ indubbio, ovviamente, che anche il lettore dovrebbe essere in grado di disporre di una capacità di giudizio legata al suo livello culturale ed esperienza di vita per saper scremare l’informazione dalla disinformazione di là delle suggestioni che gli vengono ammannite. in tutto questo l’aspetto più inquietante è dato dal come una certa politica mistifica i fatti per un puro calcolo propagandistico specialmente in vista di una scadenza elettorale. Ed è questa, pare evidente, la vera sfida che si richiede al lettore. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola, accordo Ministero-Associazione Italiana Editori

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

scuola-libriLibri di testo gratuiti, a settembre, per le studentesse e gli studenti delle aree colpite dal terremoto, per un totale di 140 Comuni coinvolti. Lo prevede la convenzione siglata tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’Associazione Italiana Editori (AIE), sintetizzata in una circolare che sarà inviata nei prossimi giorni alle scuole con modalità e scadenze per accedere all’agevolazione. La distribuzione gratuita dei testi varrà per i prossimi due anni scolastici, il 2017/2018 e il 2018/2019.
Il nuovo accordo amplia quello siglato nell’autunno del 2016 per la fornitura di libri alle ragazze e ai ragazzi di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Acquasanta Terme, allargando l’iniziativa a tutte le alunne e gli alunni delle aree colpite da eventi sismici.“Quello preso dall’Associazione Italiana Editori è un impegno importante. Ringrazio il Presidente del Gruppo Educativo AIE, Giorgio Palumbo, per la sensibilità mostrata e per aver voluto dare continuità ad un intervento che mette al centro le studentesse e gli studenti”, sottolinea la Ministra Valeria Fedeli. L’iniziativa Miur-AIE “si inserisce nel solco delle azioni che si stanno mettendo in campo per riportare alla normalità territori duramente colpiti – prosegue la Ministra -. Queste non sono iniziative scontate, ma il segno tangibile che unendo le forze si possono offrire soluzioni concrete e durature nel tempo”. Gli istituti scolastici delle aree interessate avranno tempo fino al 15 luglio per trasmettere l’elenco delle studentesse e degli studenti a cui assegnare i testi e l’elenco dei libri adottati per il nuovo anno scolastico. L’accordo Miur-AIE rientra tra le iniziative a favore del piano nazionale di interventi RipartiamoDallaScuola lanciato dal Miur all’indomani del sisma. Un piano di aiuto a medio e lungo termine per sostenere le comunità scolastiche colpite dal terremoto.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tempo di Libri: l’editoria italiana è sempre più internazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_L’editoria italiana è sempre più internazionale, soprattutto nel settore Bambini e Ragazzi e nella Narrativa che assieme sono i più esportati con il 71,3% delle vendite. E questo mentre nel 2016 si è ridotto il numero di titoli per cui sono stati acquistati i diritti da case editrici straniere.È quanto emerge dalla presentazione del Rapporto sull’import/export di diritti 2017, realizzata dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e presentata oggi, sabato 22 aprile, nell’incontro La geografia dei diritti 2016. Da dove compriamo, a quali paesi vendiamo a Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria italiana in programma fino al 23 aprile a Fiera Milano Rho. La fotografia su come le case editrici italiane si muovono in ambito internazionale evidenzia che nel 2016 hanno venduto all’estero i diritti di 6.565 titoli (+11% sul 2015) mentre ne hanno acquistati 9.552 (-10,6% sul 2015).
Per dimostrare l’influenza dell’export basti pensare che i titoli venduti nel 2016 rappresentano il 10% delle novità pubblicate, mentre nel 2011 erano appena il 3,2%.
Quali sono i generi più venduti? L’export dei diritti italiani si basa soprattutto sui libri per Bambini (46,9%, +44% sul 2015) e sulla Narrativa (24,4%). Assieme fanno il 71,3% di tutto l’export di diritti della nostra editoria.
E quelli più acquistati? L’attenzione degli editori italiani si concentra sulla Narrativa che occupa il 35,9% (-1,3% sul 2015) degli acquisti dei diritti. La crescita maggiore è degli Illustrati che rappresentano il 5,7%, +76% rispetto al 2015.
Dove? L’Europa si conferma il mercato tradizionale delle vendite con il 63,2% (+35,7% sul 2015), a crescere maggiormente sono il Nord America (8,4%, +45,8% sul 2015) e il Medio Oriente (3,8%, +14,2% sul 2015), area verso cui sono state sviluppate negli ultimi anni missioni e partecipazioni dell’editoria italiana come Paese ospite d’onore in collaborazione con ICE-Agenzia.
E da dove? L’Europa continua a essere il principale paese da cui si acquistano i diritti: rappresenta il 62,2% dei titoli acquistati ed è in leggero calo rispetto all’anno precedente (-6% sul 2015).
libriIl secondo è il Nord America con il 33% di quota e una crescita del 3,4% sul 2015. Si nota anche un interesse verso il Pacifico: rappresentano appena il 4% ma con un +352,9% sul 2015.In generale l’indagine realizzata da AIE e ICE Agenzia conferma la capacità degli editori italiani di offrire autori, generi diversi ai loro colleghi stranieri e di esplorare letterature e mercati nuovi rispetto a quelli europei, più tradizionali.
E i piccoli? Comprano più diritti all’estero di quelli che vendono, anche per la naturale necessità in fase di avvio di crearsi un catalogo importante. E forse anche per rispondere alle curiosità di un lettore che vuole conoscere autori, letterature e culture di Paesi diversi. Cresce però (e più della media) la loro capacità di vendere all’estero (anche come probabile effetto traino che negli anni scorso hanno fatto alcuni marchi editoriali; anche se i numeri in termini assoluti rimangono piccoli). L’export dei diritti raggiunge il 12,5% (+31,9% sul 2015) mentre l’acquisto dei diritti è il 46,2% (+4,5% sul 2015).
Le coedizioni sono un altro tassello importante dei processi di internazionalizzazione dell’editoria italiana. Nel 2016 sono state 1.102 le coedizioni realizzate con gli editori stranieri. Due i generi che si impongono: quello dei Bambini e Ragazzi (57,7%) e quello degli gli Illustrati (18,5%). Due settori i cui costi di produzione possono essere abbattuti quando uno stesso titolo (o una collana) viene realizzato da più partner internazionali in modo da contenere i prezzi di copertina di prodotti in cui il «colore» e la qualità della carta incide in maniera significativa sui costi di produzione.
“I risultati – ha commentato Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi AIE e curatore del programma professionale di Tempo di Libri – confermano le tendenze dell’editoria italiana: sempre più internazionale nell’affermate autori e titoli, capace di proporsi a paesi e mercati diversi, non solo quelli tradizionali. Per questo ICE-Agenzia ha sviluppatole iniziative all’estero che sostengono il ruolo protagonista dell’Italia”.“L’indagine sulla vendita dei diritti all’estero – ha commentato Marinella Loddo, Direttore dell’ufficio ICE Agenzia di Milano – è ormai diventato uno strumento non solo utile ma indispensabile, che aiuta l’ICE Agenzia e l’AIE ad elaborare le strategie vincenti per le case editrici italiane sui mercati internazionali”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiera Londra: presenti 40 editori italiani

Posted by fidest press agency su martedì, 14 marzo 2017

londraLondra fino al 16 marzo 2017 nella sede storica di Olympia grande appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti. Il nostro Paese parteciperà con uno stand collettivo (stand 5C110) di circa 110 mq, realizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, in cui esporranno 17 aziende italiane: 24 ORE Cultura, Atlantyca, Bologna Children’s Book Fair, Cartiere del Garda, Corraini Edizioni, DeA Planeta Libri, Edi.Ermes, Editoriale Jaca Book, Egea, G. Canale & C., Gruppo Albatros Il Filo, Hoepli, Ink Line, #logosedizioni, Piccin Nuova Libraria, Printer Trento, Stige.
L’edizione 2017 della London Book Fair registra 60 Paesi espositori, circa 1500 stand e 220 seminari ed eventi. Saranno oltre 25mila i partecipanti tra visitatori professionali, espositori e partecipanti ai convegni. La Polona è il paese Market Forum del 2017 a cui è dedicato un ciclo di approfondimenti culturali.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Nuova norma UE sul copyright, rischio mortale per i piccoli editori digitali

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2017

libriProteggere i contenuti originali dagli habitués del copia-incolla con una tassa sui link. Sembra andare in questa direzione la riforma europea sul copyright. Una direzione che «molto piace ai grandi editori, ma che finirà per danneggiare la piccola editoria digitale», denuncia il vice presidente di ANSO – Associazione Nazionale Stampa Online – Matteo Rainisio. «Facciamo quindi un appello ai nostri parlamentari europei affinché si impegnino a tutela delle migliaia di realtà presenti in Italia e che spesso rappresentano voci importanti dell’informazione locale e non solo».La questione è emersa nel recente appuntamento organizzato dallo European Internet Forum al quale Rainisio ha partecipato e che ha raccolto tutte le principali aziende IT, dal settore editoria (Sky, Guardian) a quello del commercio elettronico e non (ebay, Apple), dello streaming (Netflix, Amazon), oltre le principali compagnie telefoniche europee, la BEUC la principale associazione europea dei consumatori europei, decine di parlamentari e lobbysti (nel senso di americano del termine). All’ordine del giorno la riforma europea per il mondo del web. «Una risoluzione che dovrebbe essere approvata entro la fine del 2017 e che andrà a ridisegnare le regole del mercato europeo in materia di e-commerce, diritto d’autore e responsabilità di provider e gestori telefonici sulle azioni dei propri utenti/clienti», spiega il vicepresidente di ANSO.Dal punto di vista del mondo dell’editoria, l’articolo 11 della risoluzione, che una volta approvata dovrà essere applicata in tutti gli stati membri, ha il lodevole scopo di voler proteggere e valorizzare notizie e contenuti foto e video prodotte dalle testate presenti nel panorama europeo dal saccheggio che quotidianamente si verifica da parte di aggregatori e siti dediti al copia-incolla. «Per far questo però viene prevista l’introduzione dell’Ancillary Copyright o neighbouring rights che obbligherà chi condivide/linka/riproduce anche in forma parziale il contenuto a remunerare chi lo ha prodotto», precisa Rainisio. «L’introduzione di questi diritti piace molto ai grandi editori, ma finirà per danneggiare l’intero ecosistema della piccola editoria digitale in Italia e in Europa». Del resto, aggiunge, «dove una legge simile è in vigore – vedi Germania e Spagna -, i risultati hanno portato al fallimento di centinaia di start up editoriali. Addirittura, per com’è scritta oggi, la norma potrebbe imporre una vera e propria tassa sul link, anche a quelli condivisi su twitter. L’adozione di questo sistema obbligherebbe quindi i piccoli editori di tutta Europa a dover rinunciare al traffico proveniente da servizi come Google news o Facebook, aprendo così la strada ad una tassazione sui link presenti nei motori di ricerca. Ovviamente le aziende, come fatto in Spagna dove si è giunti alla chiusura del servizio di Google news, piuttosto che pagare vieteranno la condivisione di articoli danneggiando così i piccoli editori che perderanno un’autentica linfa vitale, mentre i grandi potranno da un lato guadagnare per i link, godere di una minore concorrenza e quindi di un aumento del traffico a discapito dei piccoli editori che invece, in molti casi, saranno costretti a spegnere i server».Di questo argomento, come spesso accade per tutto quello che riguarda l’iter legislativo del Parlamento Europeo, si parla poco. Il testo al momento è in Commissione e probabilmente approderà in Parlamento europeo solamente dopo l’estate per la votazione definitiva. «È quindi importante che i nostri eurodeputati si muovano fin da subito per difendere un patrimonio editoriale fatto di tante piccole realtà che quotidianamente raccontano online un dato territorio», è l’appello del presidente di ANSO Marco Giovannelli. «Sono voci che con questa riforma rischiano di scomparire, impoverendo il mondo dell’informazione e impoverendo un territorio».(foto: editoria)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli editori e la legge sull’editoria

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2016

rotativaPer contrastare la grave crisi del settore – che tra il 2008 e il 2015 ha visto i ricavi della stampa quotidiana e periodica in forte discesa, di quasi il 50%, con un calo della pubblicità del 60% e un trend di ulteriore flessione nei primi otto mesi del 2016 – il Comitato di Presidenza della FIEG, riunitosi oggi a Roma, prende atto positivamente della legge per l’editoria come approvata lo scorso 4 ottobre, ma ribadisce la necessità della rapida attuazione dei decreti delegati.Alcune misure sono di fondamentale importanza, quali:
– il credito d’imposta sulla pubblicità incrementale, misura necessaria per una ripresa degli investimenti nel settore;
– la modernizzazione e liberalizzazione del sistema distributivo, per favorire una maggiore capillarità e presenza di quotidiani e periodici sul territorio;
– lo sblocco dei prepensionamenti e l’attuazione delle misure necessarie per un effettivo passaggio generazionale nelle imprese editrici. Gli editori sottolineano inoltre la necessità del rispetto delle norme a tutela del diritto d’autore da parte di tutti i soggetti, ed in particolare gli Over The Top, per contrastare i molteplici fenomeni di sfruttamento non autorizzato dei contenuti editoriali ed offrire una effettiva, indispensabile, tutela della qualità informativa. Infine, un’altra rilevante criticità va rimossa sul fronte della pubblicità digitale: occorrono regole e criteri di misurazione dell’audience più trasparenti, per garantire al mercato – investitori ed editori – una corretta dinamica competitiva.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mestiere di scrivere/El oficio de escriber

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

madridMadrid Giovedì, 6 ottobre 2016 alle ore 20.00 Calle Mayor, 86 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e l’ICE – Agenzia Italiana per il Commercio Esteriore, con la collaborazione della Regione Lazio, organizzano la prima edizione di incontri professionali tra editori spagnoli e italiani. All’incontro parteciperanno note case editrici italiane indipendenti come Giulio Perrone Editore, Minimum fax, Nottetempo, Nutrimenti e Tunué. Assisteranno, inoltre, gli scrittori Giuseppe Aloe, Domenico Dara, Francesca Matteoni, Luca Molinari e Marco Peano. Presenterà la giornalista, scrittrice e traduttrice Maria Teresa Carbone. La mattina del 6 ottobre, nel corso degli incontri professionali, gli editori romani,con un proprio autore di punta, si presenteranno agli editori spagnoli. Seguiranno incontri individuali, su prenotazione, tra le case editrici italiane e spagnole. Alle ore 20.00, si terrà nel Salón de Actos dell’IIC, un incontro aperto al pubblico, dal titolo “Il mestiere di scrivere”, con gli autori delle case editrici invitate: Giuseppe Aloe (Giulio Perrone Editore), Domenico Dara (Nutrimenti), Francesca Matteoni (Tunuè), Luca Molinari (Nottetempo) e Marco Peano (Minimum Fax).
Madrid Jueves, 6 de octubre de 2016 a las 20.00 horas Istituto Italiano di Cultura Calle Mayor, 86 El Instituto Italiano de Cultura de Madrid e ICE – Agencia Italiana para el Comercio Exterior on la colaboración de la Región Lazio, organizan la primera edición de encuentros profesionales entre empresas españolas e italianas del sector editorial. Al encuentro participarán relevantes casas editoriales italianas independientes como Giulio Perrone Editore, Minimum fax, Nottetempo, Nutrimenti y Tunué. Además contaremos con la presencia de los escritores Giuseppe Aloe, Domenico Dara, Francesca Matteoni, Luca Molinari y Marco Peano.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Gli editori attaccano i giornalisti e il sindacato tace

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2016

contratto nazionale lavoro giornalisticoGli editori sono partiti lancia in resta contro i giornalisti, con richieste di modifica al contratto che mirano a scardinare le loro tutele, i loro diritti e la loro professione. E la piattaforma del Sindacato – resa nota da pochi giorni – è totalmente insufficiente a cogliere e guidare l’innovazione e la trasformazione del lavoro nelle redazioni e a determinare una crescita reale dell’occupazione. La trattativa, a oltre un anno dal suo avvio, appare ancora in alto mare. Mentre si avvicina la data del 30 settembre, quando scadrà la proroga di sei mesi al contratto, che per la prima volta nella sua storia è stato disdetto dalla FIEG.
In questo scenario di forte incertezza e difficoltà si inserisce la proposta di legge sull’editoria che, pur contenendo alcuni concetti condivisibili, non è sufficiente a rilanciare il settore, lascia agli editori completa discrezionalità sull’uso delle risorse che vengono messe loro a disposizione e nulla dice e prevede di fronte ai rischi delle concentrazioni editoriali. È preoccupante il silenzio complice del sindacato che non ha fiatato sulla bocciatura – da parte anche delle forze politiche che si dicono di sinistra – di un emendamento che mirava a negare le provvidenze pubbliche a quegli editori che non pagano gli stipendi, i compensi dei collaboratori, gli oneri previdenziali e/o sono stati condannati per mobbing o comportamenti antisindacali.
Noi consiglieri del Direttivo dell’ALG di Movimento liberi giornalisti, Senza Bavaglio e Unità Sindacale riteniamo grave che l’Associazione lombarda dei giornalisti, la più grande Associazione territoriale della FNSI, non abbia già preso una posizione chiara sul rinnovo contrattuale e sulla proposta di legge sull’editoria e non abbia aperto il dibattito tra i colleghi. Suscita, peraltro, stupore e irritazione che i documenti sulla vertenza contrattuale, finalmente consegnati dalla FNSI alle Associazioni nel corso della riunione del 26 luglio, e il testo di legge sull’editoria non siano stati diffusi e distribuiti perlomeno tra i consiglieri del Direttivo della Lombarda, mentre altre Associazioni li hanno prontamente resi noti e discussi al loro interno, preannunciando riunioni, assemblee e consultazioni a settembre.
È necessario, a nostro parere, pronunciare subito un no deciso alle proposte della FIEG. E bisogna nel contempo elaborare una piattaforma sindacale compiuta, che rafforzi l’autonomia dei giornalisti, preveda strumenti nuovi e adeguati a un’organizzazione del lavoro multimediale, confermi e ampli il ruolo di comitati e fiduciari di redazione, progetti percorsi di inclusione vera e di stabilizzazione per i collaboratori strategici e già di fatto inseriti nella produzione quotidiana di informazione e aumenti compensi, tutele e garanzie per i freelance.
Una piattaforma innovativa, forte e condivisa, che coinvolga subito tutti i giornalisti, attraverso la consultazione, l’ascolto e il confronto sul territorio organizzati dalle Associazioni regionali di stampa. A partire dalla più grande, la Lombarda. Consultazione, ascolto e confronto che dovranno inoltre estendersi anche:
– al contratto AerAnti-Corallo, da anni in attesa di rinnovo;
– all’accordo USPI, prorogato con un allargamento alle testate online dagli effetti controversi;
– alla prossima, preoccupante, ennesima riforma delle prestazioni che l’INPGI sta studiando in gran segreto per far fronte alla prospettiva ”di non solvibilità della gestione” certificata dalla Corte dei Conti e che – nelle intenzioni della Presidenza dell’Istituto – dovrebbe essere conclusa e approvata entro settembre.
Tutti argomenti, insieme con i negoziati per il rinnovo del contratto FNSI-FIEG, che non sono mai stati illustrati e discussi nel Consiglio direttivo della Lombarda.
È grave inoltre che l’Associazione Lombarda abbia acriticamente fatto proprio il giudizio della FNSI sulla legge dell’editoria. Ci viene il dubbio che i dirigenti sindacali non abbiano neppure letto il testo in discussione al Senato. Il sindacato si illude che quel testo porterà nuovi posti di lavoro e rilancerà la qualità dell’informazione. Si sbaglia. Se la legge dovesse passare così com’è non solo non arginerà l’emorragia di posti di lavoro, ma comporterà una nuova stagione di lacrime e sangue per i contrattualizzati, che saranno costretti a cassa integrazione, solidarietà e prepensionamenti, e anche, soprattutto, per i collaboratori già fortemente penalizzati dalle norme e sfruttati dagli editori.
Le ricadute sul welfare saranno pesantissime: con contributi defalcati da parte di un minor numero di giornalisti contrattualizzati. INPGI e Casagit saranno costretti a ridurre ancora di più le prestazioni e a rischiare la chiusura. E grossi pericoli li corre lo stesso sindacato, che vive con i vitali finanziamenti che gli vengono passati dai due enti.
Noi chiediamo quindi che la Presidenza della Lombarda convochi subito un’assemblea – da tenersi all’inizio di settembre – tra comitati e fiduciari di redazione e rappresentanti di collaboratori e freelance, le cui conclusioni vengano portate al Consiglio Direttivo per una valutazione e una presa di posizione ufficiale sui contratti, sulla legge dell’editoria e sulla futura riforma dell’INPGI. (Movimento Liberi Giornalisti Senza Bavaglio Unità Sindacale) (foto: contratto lavoro giornalistico)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli editori si dimettono dall’Aie

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

editoriIl modo in cui è stato gestito l’affaire Salone del libro ha creato un forte malcontento da parte di molti editori soci. Indipendentemente dal risultato (crediamo sia sbagliato voler contrapporre a una grande fiera italiana un evento concorrenziale laddove invece bisognerebbe moltiplicare, e non dividere, le occasioni di avvicinamento alla lettura, che è tra i fini statutari dell’associazione: quindi ben venga un’altra fiera ma perché in concorrenza e negli stessi giorni?), ciò che ci ha lasciato perplessi è il modo in cui la decisione è stata presa, senza una seria, reale e approfondita consultazione di tutti i soci.
Non ci riconosciamo né in questa scelta dell’associazione né tantomeno nella modalità di determinarla, non ci sentiamo insomma rappresentati da questa Associazione, pertanto diamo qui le nostre dimissioni dall’AIE con effetto immediato.
Ci auguriamo che, trattandosi di un’associazione che ha l’ambizione di rappresentare un’ampia parte del mercato editoriale italiano (il sito istituzionale parla del 90%: forse facendo riferimento ai fatturati e non certo alla reale pluralità dei soggetti operanti nel settore), ma il cui maldestro operato in questo frangente ha come primo effetto tangibile il venir meno di un numero consistente di soci e al tempo stesso il malcontento di altri soci che restano iscritti, la Presidenza dell’AIE voglia riconsiderare le sue posizioni e i suoi atteggiamenti, al fine di diventare davvero un soggetto rappresentativo, efficace e in cui tutti gli editori – pur con la naturale diversità, tema certo a noi molto caro – possano sentirsi ascoltati e riconoscersi. (foto: editori)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salone Libro: il Presidente di AIE incontrerà i vertici piemontesi

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2016

20 Più libri più liberi 2009 foto MatteoMignaniIl Consiglio Generale dell’Associazione Italiana Editori (AIE) ha dato mandato al Presidente di contattare in tempi rapidi il Presidente della Regione Piemonte e il Sindaco della Città di Torino per verificare le loro proposte sul cambiamento della governance e della gestione sia della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura che del Salone del Libro.
Il Consiglio Generale ha dato inoltre parere favorevole a un modello di società per lo sviluppo di manifestazioni fieristiche ed eventi per la promozione del libro a livello nazionale e internazionale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Dalla crisi del Paese si esce solo attraverso la cultura”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2016

Piulibripiuliberi2008, foto di Matteo MignaniNon ha dubbi il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Federico Motta, dopo aver appreso sulla stampa le recenti dichiarazioni del Presidente di Confindustria Squinzi che auspica come successore “un vero imprenditore, un manifatturiero, qualcuno che abbia veramente a cuore il benessere del Paese e che sappia con molta chiarezza e certezza che da questa crisi il Paese viene fuori solo con la competitività delle imprese manifatturiere”.
“Perché – prosegue Motta, a capo proprio di una tra le Associazioni fondatrici di Confindustria e la più antica associazione di categoria – non guardare il futuro e l’innovazione? Ovviamente il manifatturiero è centrale, ma solo attraverso la cultura anche il manifatturiero diventa innovazione. Diventa futuro. Il manifatturiero è un settore pesante e determinante per il Paese. Ma, al suo interno, è la visione, il punto di vista quello che può oggi fare davvero la differenza”.
“Aggiungo – conclude Motta – che secondo uno studio presentato proprio pochi giorni fa a Milano da Siae e Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, a cui anche AIE e altre 18 associazioni hanno partecipato, è emerso che il valore economico diretto dell’industria culturale e creativa nel 2014 è di 40 miliardi di euro e rappresenta il 2,5% del Pil, un gradino al di sotto dei 49 miliardi di euro dell’industria automobilistica e dei 50 miliardi di euro dell’industria chimica. Perché non possiamo avere un Presidente di Confindustria che provenga quindi dal nostro mondo? Come dice il Ministro Franceschini “il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo è il più importante Ministero economico italiano”. Noi siamo imprenditori veri, protagonisti di questo mondo economico”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pierre Dutilleul nuovo presidente degli editori europei (FEP)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 giugno 2014

Pierre DutilleulLa Federazione degli editori europei -di cui fa parte anche l’Associazione Italiana Editori (AIE) – lo ha eletto nella sua riunione odierna a Vilnius La Federazione degli editori europei (FEP), che raccoglie 28 associazioni nazionali dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo, tra cui l’Associazione Italiana Editori (AIE), ha eletto nella sua riunione odierna a Vilnius il suo nuovo presidente: Pierre Dutilleul, direttore relazioni esterne di Editis, secondo più grande gruppo editoriale francese. Dutilleul, che ha al suo attivo una carriera di oltre 25 anni in Editis, ha dichiarato: “Non dobbiamo dimenticare che l’editoria è un settore di servizi e, quindi, un settore creativo, e a noi che ne siamo i responsabili va il compito di individuare, favorire, attirare e sviluppare la fedeltà dei quei talenti che rendono il libro, anche in tempi di crisi, un bene primario” L’assemblea ha inoltre eletto Henrique Mota vice-presidente FEP. Mota è direttore della casa editrice portoghese Principia. Il tesoriere è Rudy Van Schoonbeek, amministratore delegato di Vrijdag Uitgevers Anversa, Belgio. Il presidente uscente Piotr Marciszuk, amministratore delegato di Stentor Publishing (Polonia), è stato ringraziato per il suo contributo.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli editori e la ricerca

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 dicembre 2011

Desk with chained books in the Library of Cese...

Image via Wikipedia

Gli editori italiani collaboreranno all’esercizio di valutazione della ricerca delle università italiane presentato ieri dal Ministro Francesco Profumo, lo ha ricordato Mirka Daniela Giacoletto Papas, presidente del gruppo accademico professionale dell’AIE – Associazione Italiana Editori. “Nei mesi scorsi”, ha dichiarato Giacoletto, “l’AIE ha collaborato con ANVUR per definire le modalità di gestione dei file digitali delle pubblicazioni nel corso della complessa procedura prevista nella VQR che, lo ricordiamo, prevede la gestione di centinaia di migliaia di pubblicazioni, in larga prevalenza in digitale”. Grazie a questa collaborazione, gli editori italiani potranno caricare direttamente sul sistema messo a punto dal CINECA per conto dell’ANVUR, riducendo il carico di lavoro delle strutture universitarie nel procurarsi i file e gestirli in proprio e migliorando la qualità delle copie che saranno analizzate dai revisori. Allo stesso tempo, ANVUR e AIE hanno concordato il trattamento dei diritti d’autore nell’intero corso della procedura, rendendo possibile la gestione in digitale anche di opere disponibili in commercio solo in cartaceo. L’editore che rende disponibili i file, li concede in licenza ad ANVUR per gli scopi della valutazione con le adeguate garanzie tecniche e giuridiche. “Si tratta di un unicum a livello internazionale – ha proseguito Giacoletto -. In questi stessi giorni è stata pubblicata la procedura dell’analogo esercizio nel Regno Unito, dove è prevista la gestione in digitale solo delle opere che sono distribuite commercialmente in questa forma così che le strutture universitarie devono acquisire le pubblicazioni autonomamente. Da noi, l’obiettivo è limitare la gestione dei libri fisici a pochi casi, quando quella digitale dovesse risultare impossibile o troppo onerosa. L’impegno degli editori è quello di confinare questi casi a livello di vere eccezioni, con qualche dispiacere del servizio postale. Credo che questo impegno degli editori italiani sia un segnale chiaro della nostra condivisione degli obiettivi generali della VQR: migliorare la qualità dell’università italiana. E’ quanto quotidianamente gli editori italiani cercano di fare, selezionando le migliori pubblicazioni e diffondendole presso il pubblico accademico, ma soprattutto consentendo che i risultati della ricerca siano disponibili per la società italiana. Oggi questo ruolo assume anche nuove forme, grazie alle tecnologie digitali. E credo che questo episodio mostri anche quanto gli editori italiani siano pronti ad affrontare le sfide che l’innovazione comporta”.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival dell’Editoria Indipendente

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2011

Ritorna a Catania, dal 3 al 26 novembre 2011, l’appuntamento con DeScritto, il Festival dell’Editoria Indipendente promosso dalla casa editrice “Villaggio Maori” che, nelle prime due edizioni, ha già coinvolto centinaia di persone fra editori, autori, poeti, studenti, giornalisti e appassionati. “Descritto” vuole puntare l’attenzione sulla necessità di un’editoria realmente indipendente, specie dai poteri politici ed economici. Per fare questo è indispensabile valorizzare e premiare il merito. Non a caso, il tema scelto per l’edizione 2011 è: “La Cultura della Meritocrazia in Italia ”. Una delle novità di questa edizione, sarà il concorso giornalistico di reportage “DeScrivi”, nato da un’idea di Dario Zigiotto. I partecipanti dovranno misurarsi sul tema della meritocrazia. Le opere (articoli cartacei o video) dovranno essere inviate entro il 9 settembre e saranno valutate da una giuria composta da giornalisti professionisti. La premiazione avverrà il 25 novembre a Catania.
La serata di sabato 26, presso la Sala Lomax, vedrà la partecipazione della compagnia di musica popolare “Terrae”, in tour dopo l’uscita del secondo cd “Unkown people”. La conclusione della manifestazione sarà affidata ad un live reading con Cesare Basile, in collaborazione con L’Arsenale. Nel corso della serata sarà presentato e proiettato il video-documentario sulla cultura della meritocrazia prodotto da Villaggio Maori. http://www.descritto.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calcio: Scrittori contro editori

Posted by fidest press agency su sabato, 14 maggio 2011

Torino 15 maggio 2011 dalle ore 10 alle ore 12 Campo Cit Turin, corso Ferrucci angolo corso Vittorio, Ingresso libero La Nazionale Italiana Scrittori, (Osvaldo Soriano Football Club: http://www.nazionalescrittori.it) torna in campo e sfida la Nazionale Editori. Un incontro ormai tradizionale, che si svolge nell’ambito del Salone Internazionale del Libro di Torino. La Nazionale Italiani Scrittori, già testimonial di una iniziativa di stampo internazionale che sta portando alla realizzazione di un Centro Formazione Insegnanti in Sud Sudan (con l’Associazione Cesar onlus), è anche nota per avere istituito la “Writer’s League”, ovvero la coppa europea disputata tra le nazionali scrittori dei vari Paesi europei, e per altri incontri bilaterali: i più recenti sono stati quello con la Nazionale argentina di Letteratura e Cinema (Roma, 5 ottobre 2010) e la partecipazione al progetto “Elementare, Watson!” per la realizzazione di biblioteche solidali create con libri donati dal pubblico durante le sfide con l’AesseRomaArtisti.
Il derby “Scrittori contro Editori” giunge quest’anno alla sua nona edizione: un classico che si ripete annualmente sin dal 2003.
In campo per gli scrittori Emanuele Audisio, Emmanuele Bianco, Carlo D’Amicis, Fabio Geda, Carlo Grande, Davide Longo, Marco Mathieu, Enrico Remmert, Paolo Sollier, Francesco Trento, Paolo Verri, Francesco Forlani.
Per gli editori, tra gli altri, Antonio Sellerio, Daniele Di Gennaro e Marco Cassini di Minimum Fax, Vincenzo Ostuni.
Dopo una lunga serie di vittorie degli scrittori, il 2010 ha visto affermarsi gli editori con un netto 3 a 1. Quest’anno sarà rivincita?

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno editori cattolici

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Roma 14 luglio alle ore 10.00, presso il Centro Congressi Giovanni XXIII,  in viale Papa Giovanni 106,  verrà presentata in anteprima ai soci dell’Unione Editori e Librai Cattolici (UELCI)  la nuova indagine sull’editoria cattolica e le librerie religiose curata da  Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio Studi dell’Associazione italiana editori. Dopo l’introduzione generale affidata  a Giorgio Raccis  presidente della storica associazione  nata nel 1944  alla quale attualmente   aderiscono una sessantina di case editrici, quasi una ventina di librerie e  alcune catene per un totale di circa duecento librerie sul territorio nazionale, toccherà a Peresson illustrare lo “stato dell’arte”. Verranno comunicati i nuovi dati sul trend generale (2009 e anticipazioni  sull’andamento 2010); si raffronteranno  quelli delle librerie religiose nel 2009,  della filiera distributiva in generale, si parlerà di produzione e domanda del mercato con attenzione in   particolare alla varia, ma anche alla scolastica. Sguardo al passato, al presente, ma anche al  futuro quello degli editori cattolici. Che non vogliono trovarsi impreparati al mercato degli e-book e alla vendita di contenuti su supporti non più cartacei. Peresson spiegherà infatti cosa sta già succedendo oltreoceano. L’incontro oltre all’analisi dei dati provenienti  dall’Osservatorio sull’Editoria cattolica e le librerie religiose, e al confronto con gli anni  passati, offrirà certamente l’occasione di aprire nuovi spazi di analisi e valutazioni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri con i libri, gli autori e gli editori

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 maggio 2010

Roma 27 Maggio presso l’Accademia dello Spettacolo e della Comunicazione di Cesare Lanza conferenza stampa su La rassegna letteraria patrocinata, tra gli altri, dalla Provincia di Salerno, dal Comitato provinciale Unicef, dall’Autorità Portuale di Salerno, dall’Ente Parco Regionale Monti Lattari, dalla Camera di Commercio di Salerno, dalla Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, che si snoderà dal 4 giugno al 24 luglio nei comuni di Cetara, Maiori, Minori e Praiano. Tra i 14 libri presentati una giuria popolare assegnerà il 23 luglio il Premio “costadamalfilibri”. Sono il caporedattore del TG LA7 Antonio Roccuzzo con “L’Italia a pezzi” (Laterza); l’opera prima di Paolo Zardi “Antropometria” (Neo); Sandro Masci, docente presso le scuole del Gambero Rosso, con “Crudo & mangiato” (Newton Compton); Sonia  Toni, ex compagna di Beppe Grillo, con “Così parla l’Econauta” (Creativa); il famoso criminologo Francesco Bruno e Laila Ohanian con “Stalking-Cronaca di un abuso” (A. Curcio); la giovane rivelazione Benedetta Cosmi con “Non siamo figli contro-figure” (Sovera); Luca Bianchi-Giuseppe Provenzano, dirigenti della Svimez, con  “Ma il cielo è sempre più su?” (Castelvecchi); le giornaliste Cristiana Rumori e Federica Marrone con “Il teorema dell’amore perfetto” (Newton Compton); lo scrittore e documentarista Giuseppe Carrisi con “Gioventù camorrista” (Newton Compton); la bellissima conduttrice televisiva Matilde Calamai con “La bellezza parte da dentro” (Neftasia); Vito Bruschini, finalista quest’anno al Premio Strega, con “The Father. Il padrino dei padrini” (Newton Compton); Michele Piccione, professore di Psichiatria e Psicologia, con  “Dio quanto ti amo. Storia della passione di Giuda” (Albatros); Nicolò Angileri, in servizio alla Sezione specializzata in reati in danno di minori nella Polizia di Stato, con la giornalista Raffaella Catalano e “Angeli e orchi” (Dario Flaccovio); Fabio di Benedetto, dirigente presso il Gruppo ERG, con “Nun c’é chiú nenti” (Libero di scrivere); gli autori dell’edizione 2010 di …incostieraamalfitana.it, incontri con i libri, gli autori e gli editori di novità letterarie italiane e straniere in Costa d’Amalfi

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata nazionale per la promozione della lettura

Posted by fidest press agency su martedì, 18 maggio 2010

Indetta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzata dal Centro per il Libro, la Giornata nazionale per la promozione della lettura, si terrà il 23 maggio prossimo, al culmine di quattro giorni dedicati ai libri. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la lettura in tutte le sue forme, di sensibilizzare i cittadini e soprattutto le nuove generazioni. Istituzioni, Enti locali, biblioteche, ma anche autori, editori, librai si faranno promotori e organizzatori di numerose iniziative su tutto il territorio nazionale.  Presentazioni in presenza degli autori, reading, letture di libri e poesie con proiezioni e accompagnamenti musicali dal vivo, incontri dedicati ad una lettura che sia a portata di tutti, iniziative nei Musei e rassegne culturali che sfruttano gli spazi aperti e i piccoli centri storici delle città. Iniziative volte a portare all’acquisto di un libro per regalarlo a qualcuno che si ama, ma anche scambi di libri portati da casa, e libri regalati ai visitatori dai musei. In occasione della Giornata nazionale per la promozione della lettura parte la prima campagna di comunicazione con lo slogan “Se mi vuoi bene il 23 maggio regalami un libro”. Regalare un libro è un gesto d’amore: diffondiamone abitudine! E’ questo l’obiettivo della campagna.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »