Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘editori’

Le proposte degli editori per la nuova legislatura

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2022

Quattro priorità per il libro in Italia. Sono quelle identificate nel documento dell’Associazione Italiana Editori (AIE) diffuso oggi come proposta di lavoro per la prossima legislatura. Il settore del libro muove 3,4 miliardi di fatturato e interessa 5.200 case editrici, 5.000 librerie, oltre 70.000 occupati nella filiera: “È la prima industria culturale del Paese e la quarta in Europa – si legge nel documento. E l’editoria europea è leader al mondo. Il libro è cultura: è piacere di leggere, approfondimento, strumento per la scuola, l’università, le professioni, il lavoro. Per questo il libro contribuisce alla crescita economica e sociale del Paese”. Prima, immediata, proposta quella per far fronte alla crisi della carta, i cui costi sono aumentati fino all’80% negli ultimi sei mesi: “Chiediamo per i libri il credito di imposta già previsto per giornali e periodici, essenziale per la sopravvivenza di molte aziende. L’intero sistema è oggi in pericolo per l’emergenza carta. La crisi energetica ha fatto esplodere i prezzi, già in crescita per l’uso di carte e cartoni di imballaggio, e ridotto la disponibilità di carta sul mercato”. “Il futuro del libro dipende dalla sua capacità di continuare a rinnovarsi – si sottolinea nella seconda proposta. Il settore aspetta da anni una legge di sistema che guardi al lungo periodo, con incentivi all’innovazione e all’internazionalizzazione per tutta la filiera”. La terza proposta si basa sulla valorizzazione del diritto d’autore e sulla lotta alla pirateria, un fenomeno sempre più in crescita, che distrugge ben 771milioni di fatturato ogni anno e 5.400 posti di lavoro: “L’industria del libro si basa sul diritto d’autore, che va difeso e valorizzato sempre più nella società digitale. L’editoria soffre per l’alto livello della pirateria per cui sono necessarie misure efficaci di contrasto, se si vuole dare un futuro di lavoro alle giovani generazioni”. La quarta, la più strategica, la lettura, perché più libri significa più cultura e quindi più Paese. A partire dalla scuola, dai bambini e dai ragazzi: “Costruiamo insieme un futuro migliore per il nostro Paese – conclude il documento – sostenendo l’acquisto di beni e servizi culturali, dando continuità alla 18App e sviluppando strumenti analoghi per altre categorie di cittadini. Aiutiamo le famiglie e gli studenti nell’acquisto di libri di studio per scuola e università. Sosteniamo le infrastrutture della lettura: biblioteche e librerie, in particolare nelle aree svantaggiate”. Per questo le consideriamo come proposte non solo per il nostro settore ma il futuro del Paese”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo e arte, nel 2021 nuovo crollo per il fatturato degli editori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2022

Non si ferma la crisi per gli editori di turismo e arte in Italia: dopo un calo dei fatturati nel 2020 dell’85%, nei primi otto mesi del 2021 la perdita percentuale rispetto al 2019 arriva all’80%, secondo le segnalazioni delle case editrici del settore.L’Associazione Italiana Editori (AIE) torna così a chiedere al governo e al parlamento di intervenire per assicurare i ristori necessari a proseguire le attività oltre la crisi, riorganizzando il proprio business e la propria offerta editoriale.“Dopo 22 mesi di fatturati in pesante calo e la fine della cassa integrazione Covid a giugno 2021 – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi – molte case editrici hanno dovuto fare ricorso al credito bancario per continuare le attività. Sono necessari aiuti immediati per garantire la sopravvivenza di chi pubblica guide turistiche e libri d’arte”.La crisi di questo comparto editoriale è conseguenza della crisi più larga del settore del turismo, per cui il governo ha recentemente stanziato un fondo da 150 milioni per il 2022. A fronte dei 220 milioni di presenze straniere nel 2019, a fine ottobre 2021 l’Italia ne ha registrate poco più di 15 milioni (a Roma il tasso di occupazione camere registra un calo del 63,6% rispetto al periodo gennaio/settembre 2019) e nei prossimi mesi, con il perdurare delle restrizioni di viaggio e di nuove varianti del virus, non sono previsti miglioramenti.La crisi dei viaggi internazionali ha ridotto al minimo la domanda per le guide, riducendo gli introiti per i titoli di catalogo. Allo stesso tempo, investire in nuove edizioni è problematico proprio perché non esiste visibilità su quello che succederà nei prossimi mesi.Gli editori di libri d’arte soffrono in particolare la crisi delle vendite nei bookshop museali i cui flussi di pubblico sono molto diminuiti. Le difficoltà legate alla pianificazione delle mostre, inoltre, costringono gli editori a mandare in stampa i cataloghi senza avere alcuna visibilità sul pubblico previsto e questo, in una fase in cui i costi per la carta e la stampa sono molto cresciuti (oltre il 20%), significa il rischio di dover mettere a budget un grande numero di resi o, al contrario, di non stampare abbastanza libri per far fronte alla domanda.Molte case editrici si stanno muovendo – sia nel settore dell’arte che del turismo – per riorientare la loro offerta, ma per farlo sono necessari nuovi investimenti, difficili da fare con fatturati in forte flessione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un patto in cinque punti tra editori e librai per ribadire la centralità del libro di testo nella scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2021

Occorre, innanzitutto migliorare la qualità della distribuzione in avvio di anno scolastico. Il patto lo hanno siglato per l’Associazione Italiana Editori (AIE) il presidente Ricardo Franco Levi e il presidente del gruppo Educativo Paolo Tartaglino e per l’Associazione Italiana Librai (ALI-Confcommercio) il presidente Paolo Ambrosini.Il documento segue il ciclo di incontri tra librai ed editori avviato dopo il confronto avvenuto lo scorso ottobre al Salone internazionale del Libro di Torino.Questi gli obiettivi: • garantire un avvio di anno scolastico con la piena disponibilità dei testi in distribuzione; • ottenere il rafforzamento delle misure a sostegno delle fasce economicamente più deboli, garantendone l’efficacia con migliori modalità di erogazione; • proporre l’introduzione della detrazione fiscale sui testi scolastici per tutti gli altri acquirenti; • sottolineare la centralità della libreria e della cartolibreria nella distribuzione dei testi, le uniche che garantiscono il servizio durante tutto l’anno; • avviare uno studio per il miglioramento dei tempi e delle modalità di distribuzione. “Sono obiettivi ambiziosi, sui quali come associazioni intendiamo operare costruttivamente nei prossimi mesi, certi che sarà possibile raggiungerli solo attraverso il confronto avviato in queste settimane” hanno dichiarato Levi, Tartaglino e Ambrosini.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ripristinare il credito d’imposta per gli editori di libri”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2021

Per superare così la crisi delle forniture che impatta sul bilancio delle case editrici: lo chiede l’Associazione Italiana Editori (AIE). Spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi: “Negli ultimi sei mesi, a fronte di una domanda di libri in crescita nel Paese, l’industria editoriale ha fronteggiato e fronteggia tutt’ora criticità nella fornitura di carta – e più in generale di tutto ciò che attiene alla stampa dei libri, come il costo dell’inchiostro, dei trasporti, dell’energia – che rischiano di danneggiare l’equilibrio economico delle case editrici e, in alcuni casi, di rendere impossibile la stampa e la messa in vendita nelle librerie delle novità e di eventuali ristampe”.Sebbene gli aumenti siano diversi a seconda della tipologia delle case editrici, del periodo in cui i contratti di fornitura sono stati firmati, della tipologia di carta utilizzata, si può quantificare tale incremento su base annua come superiore al 20% per la carta uso mano – ovvero la carta non patinata – e fino al 50% per le carte più pregiate, patinate e cartoncini. “Con una particolare attenzione agli editori scolastici, soggetti a tetti di spesa imposti per legge, sono numeri critici per tutti gli editori che non vogliono far ricadere sui lettori l’aumento dei costi” ha spiegato Levi. Inoltre, rispetto agli anni scorsi, si allungano i tempi di consegna e questo vuol dire per gli editori non riuscire a programmare tirature ed eventuali ristampe nella maniera più corretta possibile per far fronte alla domanda di ogni libro, difficile da prevedere prima di poter disporre dei dati sulle adozioni scolastiche, delle prevendite delle librerie e, nel caso di ristampe, dei primi riscontri di vendita. In Italia nel 2019 sono stati stampati 192milioni di volumi (dato Istat). Il consumo di carta per la stampa di libri è stimato in 96mila tonnellate annue (fonte: Assocarta). In passato gli editori di libri hanno beneficiato del credito d’imposta per l’acquisto della carta (art. 4, commi 181-186, L. 350/ 2003).“Di recente tale misura è stata riattivata, per il 2020 e il 2021, con il “Decreto Rilancio”, ma escludendo le imprese librarie – conclude Levi -. Sarebbe importante, in questo momento di difficoltà, riattivare la misura con uno strumento analogo”.L’attuale incertezza sul livello di prezzi e la disponibilità delle forniture sta portando alcune tipografie ed editori a prenotare le forniture di carta senza conoscere il prezzo a cui queste verranno pagate. Inoltre eventuali necessità di grandi quantitativi di carta per ristampe di libri le cui vendite sono di molto superiori alle previsioni rischiano di non poter essere evase in tempo per far fronte alle richieste dei lettori. Alcuni piccoli editori, infine, potrebbero essere tagliati fuori dal mercato per la mancanza di carta con cui lanciare le novità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro scolastico, l’impegno dell’Associazione Italiana Editori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2021

Il libro scolastico al centro dell’impegno dell’Associazione Italiana Editori (AIE): “Come Associazione – ha spiegato il presidente Ricardo Franco Levi – siamo impegnati a far sì che il diritto allo studio sia effettivamente riconosciuto a tutti. Governo e Parlamento si sono mossi in questo senso con un emendamento al Family Act che aumenta i fondi per garantire l’acquisto dei libri di testo da parte delle famiglie meno abbienti e rende i criteri di erogazione più semplici. Il libro di testo resta il fondamentale strumento per la trasmissione di un sapere certificato, autorevole, di qualità, anche a contrastare il preoccupante aumento dell’abbandono scolastico”. AIE ricorda che gli editori hanno continuato con grande sforzo ad attuare una politica di stabilità dei prezzi pur con i tetti di spesa invariati dal 2012, senza limitare in alcun modo l’aumento della qualità e anzi incrementando l’offerta di contenuti digitali integrativi (oltre due milioni di proposte), di piattaforme per lo studio e l’apprendimento, di strumenti per l’inclusione e per l’innovazione didattica a disposizione dei docenti. Questi strumenti, durante l’emergenza della DaD, sono stati messi gratuitamente a disposizione di docenti, studenti e famiglie e hanno consentito di proseguire l’attività didattica. Il nuovo anno scolastico, però, si è aperto con nuove sfide e difficoltà: “Quest’anno l’emergenza Covid ha gravato in modo significativo su tutti gli elementi della filiera – ha spiegato il presidente del gruppo educativo dell’AIE Paolo Tartaglino –: il posticipo della comunicazione delle adozioni, l’approvvigionamento della carta, i problemi tecnici di alcuni stampatori, la difficoltà dei trasporti e della logistica hanno causato, in particolare per la scuola primaria, alcune difficoltà nel rispondere puntualmente alle richieste della rete distributiva e, per alcuni titoli, una non completa ed immediata disponibilità. Questa situazione eccezionale ha visto gli editori fortemente impegnati, nel mese di settembre, per indirizzare le diverse problematiche e migliorare la situazione, che ad oggi risulta sostanzialmente normalizzata, con le difficoltà largamente superate. In questo senso abbiamo accolto favorevolmente la dichiarazione del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi di anticipare in futuro la chiusura delle adozioni rispetto alla data di quest’anno. Nel rassicurare le famiglie circa la piena disponibilità dei libri di testo, stiamo lavorando con i librai per migliorare i servizi del sistema distributivo”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diventare editori nel 2021

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2021

Parte il 4 ottobre il corso in tre giornate organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e rivolto a tutti coloro che desiderano aprire una casa editrice, avviare all’interno della propria impresa una linea editoriale, rendere più efficiente un’attività già avviata.“Nonostante un contesto reso sempre più sfidante dalla pandemia, l’Italia rimane un paese dalla grandissima vivacità editoriale – ha ricordato il direttore di AIE Fabio Del Giudice -. Le case editrici «attive» nel 2020 (quelle che hanno inserito almeno un titolo nella banca dati dei libri in commercio) sono 4.852, ovvero 125 in meno dell’ultimo anno prima del Covid-19, una flessione tutto sommato contenuta. Se contiamo però tutte le case editrici che hanno avuto almeno una vendita di libri pubblicati anche negli anni precedenti, saliamo a 8.243. Come Associazione di tutti gli editori è nostro dovere rispondere a questa vivacità con un corso che ripetiamo ogni anno e che fornisce gli strumenti di base per chi decide di mettersi in gioco”.Quest’anno il corso si svolge interamente online nelle giornate del 4, 6 e 11 ottobre dalle 17 alle 20. È prevista inoltre una sessione “Chiedi al docente” dove in gruppi ristretti sarà possibile dialogare coi relatori del corso per eventuali approfondimenti.Al centro delle lezioni i meccanismi di funzionamento di una casa editrice e le conoscenze di base senza cui è difficile avviare un’attività con successo. Verranno spiegati i ruoli e le funzioni all’interno di una impresa editoriale, quali sono i soggetti della filiera (promotori, distributori, librai), quali possono essere i possibili scenari aziendali dell’impresa editoriale. Una parte sarà dedicata a cenni alla contrattualistica e alla normativa fiscale del settore.Le docenze sono affidate a professionisti con lunga esperienza nel settore e nell’ambito della docenza in corsi per editori e in master universitari. Il coordinamento è affidato a Lino Apone (Consulente strategico, commerciale e di marketing in ambito editoriale). I diversi interventi saranno tenuti da Giovanni Peresson, responsabile dell’ufficio studi di AIE, Gianmarco Senatore, responsabile dell’ufficio legale di AIE, Davide Giansoldati, marketing strategist, Paola Mazzucchi, esperta di innovazione tecnologica nel settore editoriale e coordinatrice in AIE di tutte le iniziative legate agli standard tecnologici. Costi e modalità di iscrizione sul sito di AIE.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sono ben 220mila i libri nuovi donati dagli editori alle scuole

Posted by fidest press agency su martedì, 23 marzo 2021

Sono ben 220mila i libri nuovi donati dagli editori, in arrivo alle scuole, a partire da questa settimana, grazie a #ioleggoperché, la grande iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche. Con la consegna del contributo editori – costituito dai 120.000 nuovi libri donati alle biblioteche scolastiche per questa edizione, che vanno ad aggiungersi ai 100.000 dell’edizione precedente rimasti bloccati nel marzo scorso a causa dello scoppio della pandemia e oggi finalmente in consegna – si chiude la quinta edizione del progetto: i pacchi del contributo Editori dell’edizione 2020 e dell’edizione 2019 verranno consegnati nelle librerie entro fine marzo, destinati alle scuole che ne avevano fatto già richiesta, per una o per entrambe le edizioni. Insieme ai libri donati dagli editori si consegneranno anche i volumi di Banca d’Italia, che con #ioleggoperché ha avviato nel 2019 un percorso di letture per promuovere nei giovani una corretta cultura economica. Nel quadro del programma di educazione finanziaria nelle scuole, avviato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Banca d’Italia ha realizzato alcune pubblicazioni destinate alle scuole, per trasmettere i contenuti in modo semplice. “I quaderni didattici della Banca d’Italia” sono opuscoli per le scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado dedicati alla moneta e gli strumenti di pagamento alternativi al contante che aiutano i giovani a familiarizzare con i mezzi di pagamento con cui hanno o avranno a che fare nella vita quotidiana. Nei pacchi del contributo 2019 per le primarie c’è anche Topolino, in un’edizione speciale con la versione a fumetti de l’Isola del Tesoro, e un volume sull’alimentazione per i ragazzi donato da Create Cures Foundation – Fondazione Valter Longo.
È arrivato a conclusione anche il contest per le scuole: sono stati assegnati i premi alle scuole vincitrici tra le 310 che hanno partecipato nell’edizione 2020. Grazie al supporto di SIAE, alle 10 scuole vincitrici sono andati 10 buoni da 1.000 euro per l’acquisto di libri. Queste le 10 scuole assegnatarie del premio, suddivise per grado, e che testimoniano una vera e propria mobilitazione per la lettura in un anno particolarmente complesso. Con immaginazione e creatività rigorosamente on line, alunni e studenti hanno dimostrato la propria passione per la lettura, inventando le modalità più originali e coinvolgenti – nel rispetto del DPCM – per promuovere le donazioni a favore della propria biblioteca scolastica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AIE arricchisce la sua offerta formativa rivolta agli editori

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 marzo 2021

L’Associazione Italiana Editori (AIE) ha scelto quest’anno di arricchire la sua offerta formativa rivolta agli editori sul versante della comunicazione orale con due corsi specifici dedicati all’innovazione di prodotto (audiolibri e podcast) e alla comunicazione sui social network, con un approfondimento sulle potenzialità della piattaforma Clubhouse.La crescente diffusione dei libri da ascoltare è uno dei trend più significativi dell’anno passato: secondo i dati di AIE, l’audiolibro in Italia nel 2020 è cresciuto del 94% con un fatturato di 17,5 milioni di euro (spesa per abbonamenti). In Europa il mercato vale 500 milioni di euro, negli Usa 1,5 miliardi di dollari. D’altra parte, si sta imponendo all’attenzione del pubblico un nuovo social network – Clubhouse – che fa della voce l’unico strumento attraverso cui dialogare e le cui potenzialità per gli editori sono intuibili, a partire dalla possibilità di portare ai lettori la voce degli autori organizzando letture e dibattiti trasmessi attraverso la piattaforma.
Giovedì 11 marzo, dalle 11.30 alle 13.00, si terrà il webinar AIE Clubhouse per l’editoria: una buona idea? con gli interventi della communication designer e digital strategist Mafe de Baggis e il consulente per la comunicazione e il marketing Rocco Rossitto. Coordinamento di Cristina Mussinelli.Audiolibri e podcast. Trend, modelli di business e di produzione è invece il titolo del corso di formazione in due giornate che si tiene online martedì 16 e giovedì 18 marzo dalle 10.00 alle 13.00 tenuto da Sandra Furlan, responsabile di produzione di Storytel Italia fino al 2019 e successivamente consulente per Full Color Sound e con il coinvolgimento dell’attore e doppiatore Raffaele Farina.I corsi, rivolti a professionisti del settore editoriale, fanno parte dell’ampia offerta formativa di AIE consultabile sul sito dell’Associazione e richiedono iscrizione e pagamento di quota di partecipazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Copyright, Mollicone (FdI) su accordo editori-Microsoft

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2021

“Un passo in avanti per la difesa della creatività e dell’editoria europea e nazionale che ci auguriamo possa essere parametro di riferimento per le altre piattaforme digitali, così da tutelare la sovranità digitale – commenta così il Responsabile Nazionale Innovazione Federico Mollicone l’accordo fra le categorie dell’editoria europea e Microsoft per l’equa remunerazione dei contenuti sulle piattaforme – auspichiamo, ora, che nel recepimento nazionale della direttiva Copyright, come da noi richiesto in un ordine del giorno già approvato in Senato, e che nei pacchetti legislativi del Digital Services Act e del Digital Market Act possa essere indicata l’obbligatorietà, sul modello australiano e francese, di un meccanismo di negoziazione tra le parti interessate che individui una quota adeguata di proventi che gli editori devono percepire e che, in caso di mancato accordo in un termine prestabilito tra gli editori e gli over-the-top, sia previsto l’intervento dell’Autorità regolatoria di settore per definire le condizioni, anche economiche, della utilizzazione dei contenuti da parte delle piattaforme digitali.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Evitare una tassa doppia per i piccoli editori italiani»

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2020

«Da anni sentiamo parlare di digital tax, e come contribuenti italiani, siamo contenti che finalmente si sia trovato uno strumento per far pagare le tasse a tutti gli operatori che hanno potuto giovarsi di lacune nei vari sistemi fiscali italiani ed europei. Quello che però stupisce è che questo provvedimento finirà per colpire tutti gli editori digitali italiani, anche i più piccoli regalando un ulteriore balzello del 3%». Così ANSO, Associazione Nazionale Stampa Online che rappresenta oltre 150 testate digitali locali e non che operano sul mercato italiano, contesta il disegno della nuova norma.Nella bozza del provvedimento infatti si propone di colpire anche le revenue dei publisher – di qualunque dimensione – che ospitano pubblicità fornita da Google. Il testo non si limita a tassare il corrispettivo di Google, ma esplicitamente include quelli dei publisher. Al paragrafo 3 punto 5, la bozza di provvedimento recita: “Ai fini del computo dei ricavi imponibili […] rilevano i corrispettivi percepiti dai soggetti passivi dell’imposta che si occupano di collocare il contenuto pubblicitario mirato su siti di terzi ei corrispettivi percepiti dai soggetti passivi dell’imposta che ospitano nel sito web tale contenuto pubblicitario”. Così facendo, è evidente che tutti gli editori che ospitano le pubblicità di Google si vedranno tassare ulteriormente un ricavo che è già tassato e su cui già paga le tasse.In un contesto di crisi e di difficoltà di reperire pubblicità diretta gli editori, di ogni dimensione, hanno potuto godere di ricavi dalle pubblicità dei network internazionali alla fine di un 2020 tragico per la vita di milioni di italiani, per l’economia di tutto il paese dove gli editori digitali hanno rappresentato l’ultima frontiera dell’informazione locale e non, vedersi colpire da questo ingiusto ulteriore tassello è deprimente.«Facciamo un appello al sottosegretario all’Editoria on. Martella, ai membri del Governo e del parlamento italiano affinché sia rettificata la norma e siano esclusi dalla nuova tassazione tutti i soggetti che già pagano regolarmente le tasse in Italia. Come ANSO siamo disponibili a spiegare, nel caso ci fosse la necessità, il funzionamento di questi network e la ricaduta sul mondo della piccola editoria digitale».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piccoli editori: “Bene l’intervento del governo sul fondo da 10 milioni

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2020

“Accogliamo con grande soddisfazione la scelta del governo di rendere più generoso il sostegno destinato ai piccoli editori e di estendere la platea dei beneficiari, venendo incontro alle nostre osservazioni: così facendo sarà possibile utilizzare al meglio l’intera dotazione di dieci milioni di euro. Un aiuto importante in un momento difficile” lo dichiara il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi dopo la pubblicazione del provvedimento del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Il provvedimento modifica i criteri di distribuzione del fondo per i piccoli editori raddoppiando il contributo dall’1% al 2% del fatturato e allargando la platea dei beneficiari alle imprese fino a 10 milioni di fatturato con meno di 50 dipendenti. “Le modifiche approvate dal governo vanno incontro alle nostre letture e interpretazioni delle necessità del settore editoriale in questo momento. Grazie a questo provvedimento, potrà accedere agli aiuti una platea di editori che, grosso modo, è quella che ogni anno, a esclusione di questo sfortunato 2020, popola la nostra Fiera di Roma, Più libri più liberi – spiega Diego Guida, vicepresidente di AIE e presidente del Gruppo Piccoli editori -. I piccoli editori, come abbiamo sempre detto, sono un presidio imprescindibile della pluralità culturale del nostro Paese e l’attenzione del governo verso di loro è per noi un’ottima notizia”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Solidarietà agli editori librai”

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2020

“Chiediamo, come chiesto dai principali editori nazionali nel manifesto “Uniti dai libri”, di garantire l’apertura delle librerie in quanto attività essenziali. La chiusura delle librerie rischierebbe di compromettere un settore già in crisi a causa del lockdown e della generale risposta limitata del governo. Chiediamo fondi straordinari già nel decreto Ristori: presenteremo emendamenti in tal senso.” Così il capogruppo di FDI in commissione Cultura ed Editoria, deputato Federico Mollicone.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editori ed edicolanti insieme per la modernizzazione della rete

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2020

“Preservare e modernizzare la rete di vendita della stampa che ha garantito l’esercizio del diritto di informazione dei cittadini, assicurando la disponibilità di quotidiani e periodici, e con essi di una informazione di qualità, anche nel periodo di blocco della generalità delle attività economiche del Paese nell’emergenza da Covid-19.” Con queste finalità gli editori della Fieg e gli edicolanti aderenti a Snag, Sinagi, Uiltucs-Giornalai e Cisl Giornalai hanno condiviso un documento con le proposte per favorire la resilienza e la ripartenza della rete di vendita della stampa che con i suoi presidi sul territorio, svolge un servizio di interesse generale a favore della collettività.Il documento è stato inviato al Sottosegretario con delega all’editoria, Andrea Martella, e contiene la richiesta di stabilizzare e potenziare alcune delle misure dell’emergenza Covid e delle precedenti leggi di bilancio (come il credito di imposta per le edicole, l’incremento della forfettizzazione delle rese dei giornali, l’informatizzazione della rete, la promozione della domanda di quotidiani e periodici) insieme ad ulteriori proposte di contrasto alla crisi (con aiuti alle edicole in difficoltà, voucher per la digitalizzazione dei punti vendita, sostegno alla creazione di un network telematico per i servizi della PA, sburocratizzazione amministrativa e contributi per la ristrutturazione e la modernizzazione dei punti vendita).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricardo Franco Levi, presidente AIE, eletto ai vertici della Federazione degli Editori Europei

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2020

Il presidente degli editori italiani ai vertici della Federazione degli Editori Europei (FEP). L’assemblea della FEP, che raccoglie 28 associazioni nazionali di editori dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo, ha eletto oggi, per il prossimo biennio, Peter Kraus vom Cleff presidente e Ricardo Franco Levi, presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) dal 2017, vicepresidente.In base allo statuto, Levi assumerà nel 2022 e per i successivi due anni la presidenza della Federazione europea, che ha sede a Bruxelles. “Questo incarico – ha sottolineato – è un riconoscimento della qualità, del ruolo e del peso dell’editoria italiana in Europa e del prestigio internazionale di AIE, conquistato in più di 150 anni di storia, nella difesa e nella tutela del mondo del libro, con particolare attenzione al diritto d’autore e alla libertà di espressione e di edizione”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondo per i piccoli editori

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2020

“Con questa misura – continua Levi – si completa un quadro di interventi a sostegno del mondo del libro e della lettura che non ha eguali in Europa, con i 30 milioni per gli acquisti di libri da parte delle biblioteche, i 15 milioni per la Carta Cultura, il rifinanziamento della 18App passata da 160 a 190 milioni, i 10 milioni per il tax credit a favore delle librerie e il decisivo supporto a #ioleggoperché, la prima e più importante manifestazione di promozione della lettura che ha già permesso di donare oltre un milione di libri alle biblioteche scolastiche nel nostro Paese”. “È stata apprezzata la solidità delle nostre analisi e la validità delle proposte avanzate insieme all’Associazione Italiana delle Biblioteche (AIB) e all’Associazione dei Librai Italiani (Ali)”.“Le misure di sostegno approvate, insieme ai dati di mercato che indicano un consistente recupero delle vendite dopo la riapertura delle librerie – conclude Levi – confermano la vitalità del mondo del libro, e danno conforto alla prospettiva di una ripresa dello sviluppo e di un ritorno alla piena normalità per l’intera economia nazionale.”“Già a maggio il nostro Osservatorio sull’impatto del Covid-19 aveva evidenziato la drammaticità della crisi per i piccoli e i medi editori che, in otto casi su dieci, non escludevano di dover chiudere le attività già alla fine del 2020. Per questo avevamo chiesto come AIE un intervento specifico per i soggetti economicamente più fragili – ha commentato il vicepresidente di AIE e presidente del Gruppo Piccoli Editori Diego Guida -. Con la misura approvata oggi, noi piccoli editori abbiamo uno strumento in più per continuare a svolgere il nostro ruolo in un contesto che rimane, nonostante i segnali di ripresa, ancora complesso”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ANSO: «Gli editori abbiano la facoltà di scegliere il proprio destino»

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2020

«Non contro il copyright, ma che sia assicurata la libertà di scelta». Con un emendamento, ANSO – Associazione Nazionale Stampa Online – torna sulla direttiva europea sul copyright e, in vista dell’approvazione, chiede che sia garantita a tutti gli editori la possibilità di scegliere se essere remunerati oppure far circolare il più facilmente possibile i propri contenuti.
ANSO, che in questi anni è stata parte attiva nella discussione sia a Bruxelles, sia recentemente in audizione presso la XIV commissione Affari europei al Senato sul disegno di legge n.1721 (Legge di delegazione europea 2019), ribadisce la propria posizione: «Gli editori nativi digitali non sono contro il copyright, anzi siamo i primi a denunciare chi non rispetta i nostri contenuti – spiega Matteo Rainisio, vicepresidente ANSO -. Abbiamo sempre sostenuto che per emergere nel web un editore digitale necessiti della libera circolazione dei propri contenuti su Facebook, Google, fino a Tic Tok. La richiesta che abbiamo portato avanti in questi anni è quella di concedere la libera scelta ai singoli editori e di non creare barriere burocratiche che possano rendere ulteriormente più complicata la vita ad un piccolo editore di provincia». ANSO tramite i propri consulenti si appella a tutte le forze politiche che hanno a cuore la libertà di stampa e che vogliono garantire un futuro alle centinaia di imprese che in questi anni hanno creato occupazione in un settore, quello giornalistico, in crisi perenne e chiede loro di sostenere un emendamento per rafforzare quanto previsto attualmente dalla direttiva europea, ovvero la libertà di scelta. Nello specifico, l’emendamento riguarda l’articolo 9, dove al comma 1, lettera h), dopo le parole “tali pubblicazioni” ANSO propone di aggiungere: “incluso il diritto di derogare ad accordi stipulati da associazioni di categoria ed enti di gestione collettiva, in ossequio al principio di libertà contrattuale”. «In questa crisi l’editoria digitale iperlocale ha svolto un ruolo fondamentale – prosegue Rainisio – raccontando quello che accadeva nelle province italiane, senza sosta e ponendo un argine al mondo delle fake news. Noi chiediamo a senatori e deputati di garantire a tutti gli editori, grandi e piccoli, le medesime opportunità decidendo appunto se voler essere pagati o meno per i propri contenuti su aggregatori di notizie, profili social e simili».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agcom garantisca diritti connessi autori ed editori

Posted by fidest press agency su martedì, 19 Maggio 2020

“Riteniamo positiva l’introduzione nel Dl Rilancio di alcune importanti misure, già proposte da FDI, per l’editoria come, fra le altre, il regime straordinario di fosfatizzazione delle rese al 95%, il credito d’imposta per l’acquisto della carta e il contributo una tantum alle edicole. Un primo segnale ma non basta: è necessario, ora, introdurre nell’infrastruttura di sostegno al settore editoriale misure straordinarie, quale l’aumento della dotazione fino a 400 milioni del Fondo per il pluralismo e l’informazione, per cui presenteremo emendamenti al decreto “Rilancio” e che stiamo sostenendo già al decreto “Liquidità”, dove abbiamo presentato infatti emendamenti per garantire l’aumento del Fondo per il pluralismo fino a 400 milioni – dichiara il capogruppo FDI in commissione Editoria, deputato Federico Mollicone – inoltre, nell’audizione del presidente Agcom Cardani abbiamo rimarcato la necessità di strumenti nuovi per il contrasto alla pirateria online e la necessità del recepimento immediato della direttiva copyright e l’espressa indicazione che, in caso di mancato accordo entro un termine predisposto, ci sia un intervento dell’Autorità di settore per la definizione delle condizioni, anche economiche, dell’uso dei contenuti da parte delle piattaforme digitali. È stata inoltre occasione per chiedere al presidente Cardani  se “Pagella politica”, sito che si occupa di fact-checking coinvolto in una sperimentazione di Agcom con Facebook e nella task force sulle fake news, non abbia un un bassissimo grado di indipendenza e un chiaro orientamento politico e, per questo, non debba essere sostituito come strumento nella sperimentazione. Infine, sulla delibera che ha sanzionato la Rai, abbiamo chiesto se le considerazioni di merito sulla qualità editoriale dei servizi del TG2 non fossero lesive della libertà di espressione ed abbiano superato il perimetro dei poteri dell’Autorità.”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro è un libro aperto

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 Maggio 2020

Parte oggi, sulla base di questo claim, la campagna dell’Associazione Italiana Editori (AIE) per ribadire la centralità del libro di testo anche in questo momento in cui la scuola è a casa. “Noi editori ci siamo, come sempre – recita la campagna (in allegato il visual) -. Anche a casa il libro è al centro della didattica, nelle mani di insegnanti, studenti e genitori. Il cambiamento rapido e inaspettato ci ha trovato pronti, con due milioni di contenuti digitali d’autore che espandono il libro di testo”.La campagna durerà una settimana, coinvolgendo i principali quotidiani e i loro siti, oltre ai siti e ai social degli editori scolastici: “Cosa sarebbe successo se nelle case degli oltre 8milioni di studenti italiani non ci fosse stato un libro di testo con tutte le sue espansioni digitali? – ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi –. Con questa campagna ci interessava valorizzare il ruolo fondamentale che gli editori scolastici e i libri di testo stanno svolgendo nello straordinario esperimento che tutte le famiglie ora vivono, quello dell’istruzione a distanza dei loro ragazzi”.“La didattica a distanza – ha commentato il presidente del Gruppo Educativo di AIE, Giovanni Bonfanti – avviene certamente con l’uso del computer o del tablet ma ha alla base il libro di testo con tanti arricchimenti digitali che gli editori hanno offerto agli insegnanti e alla scuola. Si è potuto far fronte all’emergenza didattica anche perché gli editori hanno saputo costruire negli ultimi anni attorno al libro di testo un sistema di materiali digitali (fatti di versioni multimediali dei libri di testo, di esercizi on line, di videolezioni, ecc.) di qualità, validati, efficaci di cui gli insegnanti e gli studenti si sono potuti servire per affrontare dalle proprie case l’emergenza didattica. Molti contenuti digitali erano presenti sulle piattaforme degli editori. A questi si sono aggiunti moltissimi altri contenuti e webinar di formazione disponibili senza costi aggiuntivi in questi giorni di emergenza”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Direttiva copyright con aziende web e editori

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2020

“Nel corso del ciclo di audizioni sulla proposta di legge di istituzione sulla commissione d’inchiesta sulla disinformazione online viene confermata l’urgenza dell’affermazione della sovranità digitale italiana verso gli “over-the-top” come Google. Le misure di contrasto di Google verso i contenuti d’odio sono il nuovo tribunale del pensiero? Chi decide cosa è pubblicabile o meno? Non vorremmo che, con la giustificazione del contrasto al cosidetto “hate speech”, si superi il diritto costituzionalmente tutelato della libertà di espressione. Le condizioni d’uso delle piattaforme non possono superare le norme costituzionali. Apprezziamo, infine, la disponibilità dell’azienda al recepimento italiano della direttiva sul copyright, chiarendo i punti critici con il parlamento e le categorie delle imprese editoriali, e, per questo, riteniamo necessaria l’apertura di un tavolo di concertazione da parte del ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo congiuntamente al dipartimento per l’Editoria, delle parti coinvolte nel recepimento della direttiva sul diritto d’autore. E’ necessario, quindi, che in caso di mancato accordo tra le parti, ci possa essere un intervento dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni per definire le condizioni, anche economiche, della utilizzazione dei contenuti da parte delle piattaforme digitali, così da garantire, riequilibrando il divario di valore, alle aziende editoriali di ottenere la giusta remunerazione per il proprio lavoro e difendere i giornalisti e il loro lavoro.” Così il deputato FDI responsabile Innovazione del partito e primo firmatario dell’unica proposta di legge dell’opposizione per la costituzione della commissione di inchiesta sulle fake news, deputato Federico Mollicone.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coronavirus, AIE: già pronte le piattaforme per la didattica a distanza

Posted by fidest press agency su sabato, 7 marzo 2020

Gli editori scolastici non si fermano. Mentre anche questa settimana prosegue lo stop alle lezioni in classe per migliaia di studentesse e studenti a causa delle misure di prevenzione contro il Coronavirus – Covid 19, l’Associazione Italiana Editori (AIE) ricorda che “già oggi sono numerose le piattaforme per la didattica a distanza a disposizione gratuita delle scuole di ogni ordine e grado e proprio questa emergenza può essere un importante banco di prova per rafforzarne la diffusione e l’utilizzo”.“Sono oltre due milioni gli oggetti didattici digitali subito attivabili perché presenti nei libri di testo già adottati nelle scuole – spiega Giovanni Bonfanti, vicepresidente di AIE e presidente del gruppo Educativo -. Classi virtuali che consentono al docente di dialogare con gli studenti in modo telematico, esercizi e laboratori interattivi, carte navigabili, laboratori di apprendimento cooperativo, video lezioni sono alcune delle modalità innovative di apprendimento disponibili a docenti e studenti”.“Come la nostra associazione ha scritto al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina – prosegue Bonfanti – siamo a totale disposizione del mondo della scuola per affrontare questa emergenza, oggi ancor più che in passato. Sono infatti già in funzione moltissime piattaforme per l’apprendimento, la verifica delle nozioni apprese, il confronto e il lavoro collaborativo tra le ragazze e i ragazzi anche quando questi non si trovano tutti nella stessa aula”.Ad oggi, la totalità dei libri adottati nelle scuole italiane ha una versione digitale con contenuti interattivi aggiuntivi, senza costi ulteriori per gli utenti. Tre docenti su quattro utilizzano strumenti digitali per la didattica almeno una volta alla settimana.“Quello che adesso è necessario – conclude Bonfanti – è fare in modo che le studentesse e gli studenti, più di quanto non succeda già adesso, prendano confidenza con questi strumenti e li utilizzino appieno, sfruttandone ogni potenzialità. Da questo punto di vista, l’emergenza che ci troviamo a fronteggiare può anche essere una opportunità per farci fare un salto di qualità come sistema Paese, attivando percorsi virtuosi di innovazione per cui come editori abbiamo creato i presupposti, fornendo le piattaforme tecnologiche necessarie”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »