Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘editoria’

Protocollo Abi-AIE per rafforzare il dialogo tra banche e settore dell’editoria libraria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Favorire i rapporti tra banche e intermediari finanziari e gli operatori del settore dell’editoria libraria, in particolare le medie e le piccole imprese editoriali, promuovendo e sostenendo iniziative di diffusione del libro e della lettura in un mercato libero e concorrenziale, e rafforzando l’accesso al credito favorendo l’acquisizione di garanzie tra le diverse realtà editoriali e le banche. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato oggi dal Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, Antonio Patuelli, e dal Presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi.
“Con la sottoscrizione di questo accordo – ha sottolineato il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli – viene ulteriormente confermato l’impegno delle banche italiane a lavorare a fianco delle imprese, e a sostenere la competitività nelle diverse filiere quale fattore per la crescita e lo sviluppo”.“Siamo particolarmente lieti di questa collaborazione – ha commentato il Presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – che conferma la centralità del tema della lettura e della conoscenza per la crescita del paese e che consente di rafforzare il legame tra le imprese editoriali, in particolare quelle di minore dimensione, e il sistema bancario”.Nello specifico, l’intesa è volta a promuovere a livello locale iniziative in grado di facilitare accordi diretti tra singoli editori e operatori della filiera e singole banche e intermediari finanziari presenti sul territorio, e a rafforzare il dialogo tra banche e il settore dei libri anche attraverso la costituzione di un tavolo permanente di confronto e la realizzazione congiunta di studi e iniziative di divulgazione.L’accordo tra Abi e AIE si inserisce nell’ambito delle attività portate avanti dalle associazioni per sostenere la libertà di informazione e, più in generale, la crescita e lo sviluppo del Paese, nella consapevolezza che il libro, in tutte le sue forme, costituisce il primo veicolo attraverso il quale vengono diffuse la conoscenza e la cultura, fattori cruciali per il progresso sociale ed economico delle comunità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Accordo di consultazione e azione comune: “Gli Editori per l’Editoria”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 giugno 2019

“Libertà di espressione e di edizione, tutela e valorizzazione del diritto d’autore, innovazione, promozione della lettura e della crescita culturale, responsabilità sociale del lavoro e dell’impresa editoriale.”Su questi temi, il presidente della Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG), Andrea Riffeser Monti, e il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi, hanno sottoscritto un “Accordo di consultazione e azione comune”. L’intesa, definita “Gli Editori per l’Editoria”, impegna le due associazioni a promuovere iniziative condivise di sensibilizzazione di istituzioni, amministrazioni e cittadini sulle tematiche dell’informazione e dell’editoria.Gli Editori intendono accrescere la presenza e il ruolo dell’editoria culturale e di informazione nel tessuto produttivo del Paese. Un organo, costituito dai Presidenti e da due rappresentanti di ciascuna delle due associazioni, curerà il coordinamento delle iniziative comuni.
“L’accordo – ha commentato Andrea Riffeser Monti – costituisce un significativo passo in avanti per rispondere con accresciuta forza e rappresentatività alle sfide per la tutela della libertà di espressione, di informazione e di edizione: su temi di assoluto rilievo per il settore, gli Editori parleranno con una identica voce”.“Abbiamo scelto di unire le forze – ha sottolineato Ricardo Franco Levi –. Insieme possiamo vincere le sfide sul piano dei contenuti e contribuire a rimettere al centro dell’agenda politica del Paese il sapere e la conoscenza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Gli Editori per l’Editoria”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 giugno 2019

“Libertà di espressione e di edizione, tutela e valorizzazione del diritto d’autore, innovazione, promozione della lettura e della crescita culturale, responsabilità sociale del lavoro e dell’impresa editoriale.”Su questi temi, il presidente della Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG), Andrea Riffeser Monti, e il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi, hanno sottoscritto un “Accordo di consultazione e azione comune”. L’intesa, definita “Gli Editori per l’Editoria”, impegna le due associazioni a promuovere iniziative condivise di sensibilizzazione di istituzioni, amministrazioni e cittadini sulle tematiche dell’informazione e dell’editoria.Gli Editori intendono accrescere la presenza e il ruolo dell’editoria culturale e di informazione nel tessuto produttivo del Paese. Un organo, costituito dai Presidenti e da due rappresentanti di ciascuna delle due associazioni, curerà il coordinamento delle iniziative comuni.“L’accordo – ha commentato Andrea Riffeser Monti – costituisce un significativo passo in avanti per rispondere con accresciuta forza e rappresentatività alle sfide per la tutela della libertà di espressione, di informazione e di edizione: su temi di assoluto rilievo per il settore, gli Editori parleranno con una identica voce”. “Abbiamo scelto di unire le forze – ha sottolineato Ricardo Franco Levi –. Insieme possiamo vincere le sfide sul piano dei contenuti e contribuire a rimettere al centro dell’agenda politica del Paese il sapere e la conoscenza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Riforma copyright, ANSO: «Il muro contro muro non serve»

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

Appello dell’Associazione Nazionale Stampa Online agli eurodeputati italiani. «Rischiamo di arrivare ad una norma pasticciata che penalizzerà fin da subito i piccoli editori», afferma il presidente Giovannelli. Il tempo ormai scarseggia, ma la soluzione positiva appare lontana. Sulla riforma europea del copyright l’Associazione Nazionale Stampa Online – ANSO, pur incassando l’appoggio esterno del sottosegretario all’Editoria Vito Crimi che ha esplicitamente parlato di «una norma sbagliata» che «penalizza di piccoli editori», non vede all’orizzonte un risultato positivo. Soprattutto visti i tempi estremamente ristretti. «Si è scelto un muro a muro e ora la parola passerà ai singoli Stati in attesa dell’ultimo pronunciamento del Parlamento a Bruxelles. Rischierà di uscire un brutto pasticcio e per questo chiediamo di abbandonare gli atteggiamenti manichei ascoltando la voce di chi tutti i giorni lavora per informare le comunità locali», afferma il presidente di ANSO Marco Giovannelli.
Infatti il quadro che si profila è quello di nove Stati, tra cui l’Italia, contrari. Un dato che non garantisce una ridiscussione del testo, quanto presagisce un braccio di ferro. Prosegue Giovannelli: «La nuova disciplina del copyright è argomento molto complesso che può danneggiare in modo serio le piccole testate e i piccoli editori. ANSO si è da subito battuta perché l’Unione europea recepisse le loro istanze. Purtroppo il quadro ad oggi non permette di intravvedere soluzioni positive». Di fatto, i tempi non sono dalla parte della mediazione: martedì 26 febbraio è atteso il voto della commissione Affari giuridici dell’Europarlamento, quindi tra marzo e aprile finirà in plenaria per il via libera definitivo dove il voto degli eurodeputati italiani di tutti gli schieramenti politici potrà aiutare a bloccare questa condanna per tutti gli editori nativi digitali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A lezione di editoria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 febbraio 2019

Roma Gli studenti della LUISS Business School vanno a lezione di editoria grazie all’Associazione Italiana Editori (AIE). Questa è la novità per gli iscritti di alcuni master grazie agli approfondimenti messi a punto dall’ateneo romano insieme ad AIE e che si snoderanno durante il mese di febbraio.Lo scopo è offrire ai futuri manager che usciranno dall’Università alcuni approfondimenti di natura editoriale che potranno essere utili nella loro vita professionale e imprenditoriale.
Alla lezione plenaria, seguirà l’11 febbraio un incontro inserito nel Master in Media Entertainment – major in Writing School for Cinema & Television sui rapporti editoria e altri media a cui parteciperanno Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato del Gruppo Editoria Mauri Spagnol (GEMS), con l’autrice Alessia Gazzola e l’agente letterario Carmen Prestia.
Appuntamento il 14 febbraio con il settore dell’editoria enogastronomia per il Master in Food and Wine Business nel quale interverrà Marco Bolasco, direttore della Divisione Non Fiction di Giunti editore.
Il ciclo di incontri si concluderà il 25 febbraio con una lezione per il Master of Art, in cui sarà approfondito l’ambito dell’editoria d’arte con la testimonianza del presidente di Skirà, Massimo Vitta Zelman.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’editoria italiana sempre più forte sui mercati esteri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 novembre 2018

Roma. L’editoria italiana conferma la sua capacità di conquistare i mercati stranieri: nel 2018 la vendita all’estero di diritti di libri di autori italiani cresce ancora, con un aumento del +9%. È quanto emerge dai dati 2018 dell’Osservatorio AIE sull’import-export dei diritti realizzati dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), che saranno presentati nell’ambito dell’incontro, organizzato in collaborazione con Aldus, Perché l’editoria italiana piace sempre di più all’estero?, in programma il 6 dicembre alle 16.30 in Sala Aldus a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, in programma fino al 9 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola. Ne parleranno, a partire dai dati, Pablo De La Vega (Base Tres, Messico – agente letterario) e Carmen Prestia (Alferj e Prestia – agente letteraria), moderati da Stefano Salis (Il Sole 24 Ore).Grande sarà l’attenzione al segmento di mercato che è cresciuto di più negli ultimi anni ed è uno dei punti di forza, anche all’estero, della piccola editoria nell’incontro, realizzato in collaborazione con Pepe Research e a partire dall’indagine Pepe, Ai poli estremi dell’editoria per bambini e ragazzi. La lettura tra gli 0-3 anni e tra i YA e le scelte editoriali, in programma il 6 dicembre alle 15.30, in Sala Aldus: un confronto per riflettere sugli elementi che stanno influendo sulle politiche editoriali del settore, che ai suoi due estremi – piccolissimi e young adults – evidenzia caratteristiche e abitudini originali. Parteciperanno Sante Bandirali (Uovonero) e Michele Foschini (BAO Publishing), moderati da Simonetta Fiori (la Repubblica).Tra i microsistemi di eccellenza editoriale uno spazio sempre più rilevante, specie per i piccoli editori, lo sta acquistando il graphic novel. Se ne discuterà nell’incontro, realizzato in collaborazione con Nielsen, sempre a partire dai dati, nella giornata del 6 dicembre alle 14.30 in Sala Aldus Le eccellenze della piccola editoria: il graphic novel con Emanuele Di Giorgi (Tunué) e Celina Salvador (Steinkis Groupe, Francia), moderati da Stefano Salis (Il Sole 24 Ore).Il cambio generazionale nell’editoria piccola e media e che cosa comporta sarà al centro dell’incontro Una nuova generazione al comando, in programma il 6 dicembre alle 12.30 in Sala Aldus, in cui si confronteranno Giovanni Hoepli (Hoepli editore) e Shulim Vogelmann (Giuntina), moderati da Sabina Minardi (L’Espresso).Spazio inoltre ai buyer delle principali catene, per offrire agli editori uno sguardo su particolarità e procedure oltre che avviare un percorso di iniziative che possano dare alla piccola editoria maggiore visibilità, nell’incontro, realizzato in collaborazione con Aldus, I piccoli editori e le politiche d’acquisto delle catene editoriali, in programma il 6 dicembre alle 10.30. Ne parleranno Emanuele Cappello (Libraccio), Barbara Lepore (Librerie Feltrinelli), Daniele Mariani (Librerie Mondadori) introdotti da Diego Guida (Presidente Gruppo Piccoli editori dell’AIE) e moderati da Gerardo Mastrullo (La Vita Felice).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria: Riffeser, pronti al confronto ma nel rispetto reciproco

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

“I governi sono assolutamente liberi di assumere le decisioni che ritengono necessarie ed opportune, ma non possiamo accettare denigrazioni e minacce al lavoro di editori e giornalisti che ogni giorno si impegnano per stampare quotidiani a periodici che informano oltre 40 milioni di lettori.”Così il Presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, in una lettera inviata al sottosegretario Vito Crimi per avere risposte chiare “che permettano alle imprese di comprendere a pieno il contesto politico nel quale dovranno operare e definire obiettivi e piani industriali” (lettera allegata).
“L’attuale Governo – ha poi dichiarato Riffeser – sta intervenendo sull’informazione in maniera esattamente contraria a quanto stanno facendo gli altri Paesi europei, impegnati a sostenere le profonde trasformazioni di un settore strettamente connesso all’esercizio del diritto costituzionale di informare, di informarsi e di essere informati”.La Fieg è stata ed è sempre disponibile al confronto – scontrandosi a volte con pregiudizievoli dinieghi – nella consapevolezza di operare non esclusivamente in favore degli interessi degli editori, ma di quelli dell’intera filiera, giornalisti, poligrafici e edicolanti, 60.000 lavoratori che con la loro quotidiana attività costituiscono un baluardo della libertà di stampa e della democrazia.La Federazione degli editori negli ultimi mesi ha anche avviato importanti interventi ed iniziative con la collaborazione di enti, istituzioni e autorità che hanno a cuore la ricerca di soluzioni per i problemi del settore.Gli editori italiani ribadiscono la disponibilità ad incontrare il Governo, le Assemblee, le Commissioni e i Gruppi parlamentari per spiegare con pacatezza e senso di realtà la preoccupante situazione del settore e i rischi che sicuramente deriverebbero dall’assenza dei necessari interventi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria: 70ma edizione della Buchmesse

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

Francoforte (Germania) dal 10 al 14 ottobre 2018. Saranno 249 gli editori italiani presenti. Lo Spazio Italia, stand collettivo italiano, riunirà 133 editori in oltre 500 metri quadrati di spazio espositivo e sarà la vetrina tricolore alla 70ma edizione del più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti editoriali e per la promozione della cultura e dell’editoria italiana all’estero.Tra gli editori italiani presenti anche quattro aree regionali: il Lazio con 38 espositori, il Piemonte con 33 espositori, la Sardegna (in collaborazione con l’Associazione Editori Sardi) con 7 espositori e la Regione Veneto con 20 espositori.La Buchmesse attende complessivamente più di 7.100 espositori da oltre 100 paesi, con la Georgia paese ospite d’onore.La tradizionale collettiva italiana – organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), Ministero dello Sviluppo Economico e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – si troverà nella Hall 5.0, stand C36 e C37.
Per la prima volta all’interno dello stand italiano è stata realizzata un’area incontri di circa 40 metri quadrati grazie al supporto dell’Agenzia Nazionale del Turismo Enit in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Berlino e Colonia. In questo spazio si svolgeranno incontri dedicati al pubblico professionale e istituzionale dal mercoledì al venerdì, mentre sarà aperto al pubblico generico nel weekend in un’ottica di avvicinamento al 2023, quando l’Italia sarà ospite d’onore.
Sarà il Ministro per i Beni e le Attività culturali Alberto Bonisoli – accompagnato dal presidente dell’AIE, Ricardo Franco Levi – a inaugurare il padiglione italiano nella giornata di apertura, il 10 ottobre alle 10.30, insieme a tutti gli editori italiani presenti. La cerimonia si aprirà con il ricordo di Inge Feltrinelli, a cura di Achille Mauri e del presidente Levi.Seguirà la presentazione alla stampa dei dati del Rapporto sullo stato dell’editoria italiana 2018.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Programma europeo ideato da Google nel 2015 per promuovere l’innovazione nell’editoria e nel giornalismo digitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 luglio 2018

Sono due i progetti presentati dal Gruppo 24 ORE che verranno finanziati dal Google Digital News Innovation Fund (DNI Fund), il programma europeo ideato da Google nel 2015 per promuovere l’innovazione nell’editoria e nel giornalismo digitale, che ha annunciato oggi l’esito del quinto round di finanziamenti, il primo del 2018.Fino ad oggi il fondo di Google DNI ha finanziato 559 progetti (su 5.620 candidature) in 29 Paesi europei per un totale di 115,2 milioni di euro. Di questi, nella quinta tornata, sono stati assegnati finanziamenti per il valore di 21,2 milioni di euro a 98 progetti di organizzazioni di 29 Paesi europei su 820 candidature ricevute da parte di startup e player tradizionali, editori online, emittenti radiofoniche e televisive, periodici d’informazione e riviste accademiche.
I progetti del Gruppo 24 ORE che verranno realizzati con il supporto finanziario del DNI Fund di Google, per un importo totale di 978.000 Euro, riguardano Il Sole 24 Ore e Radio 24 e sono stati elaborati con il supporto di Area24, il Content Innovation Lab del Gruppo 24 ORE con sede a New York, Roma e Milano che lavora in stretta sinergia con la Direzione Editoriale del Gruppo: un laboratorio di idee, sviluppo e confronto che ha l’obiettivo di sviluppare nuove applicazioni, servizi e prototipi per promuovere innovazione e intelligenza artificiale nei processi editoriali e aziendali.
“Royalty”, il progetto messo a punto dal Sole 24 Ore, punta a realizzare, grazie all’introduzione di un potente motore di machine learning nella gestione dei contenuti editoriali e nell’analisi dei comportamenti dei lettori all’interno dei prodotti digitali del Sole, un prodotto editoriale premium dedicato al lettore digitale, in grado di rispondere con una proposta altamente personalizzata alle necessità e alle preferenze di ogni singolo utente. Il servizio accresce così la customer satisfaction, ottimizza le risorse e aumenta l’opportunità di monetizzazione. L’addestramento del motore di machine learning avverrà direttamente in redazione dove, per la prima volta, i giornalisti lavoreranno con un supporto di intelligenza artificiale.Grazie al finanziamento Il Sole 24 Ore, che è già il quotidiano con più contenuti a pagamento, potrà espandere maggiormente i propri contenuti a pagamento.La durata del progetto Royalty, che ha ricevuto dal DNI FUND di Google un finanziamento di 739.000 Euro, sarà di 16 mesi a partire dall’autunno 2018 e sarà sviluppato con il supporto di Teorema Engineering.
Il progetto sviluppato per Radio 24, denominato “AI Anchor”, ha l’obiettivo di generare in modalità automatica contenuti audio di alta qualità partendo da dati strutturati, come ad esempio focus verticali del mercato azionario, bilanci aziendali, dati macroeconomici, che gli ascoltatori avranno modo di fruire tramite podcast personalizzati che potranno essere acquistati singolarmente o offerti da sponsor. Alla base del progetto lo sviluppo di strumenti in grado di trasformare un’enorme quantità di dati e contenuti testuali in contenuti audio grazie all’uso dell’intelligenza artificiale e delle più moderne soluzioni text-to-speech. Il progetto va anche nell’ottica di fornire nuovi e più interessanti contenuti virtuali per i sistemi di assistenza vocale di ultima generazione.Il progetto di Radio 24, a cui il Google DNI FUND ha assegnato 239.000 Euro, avrà una durata di 12 mesi a partire dall’autunno 2018 e vedrà il coinvolgimento di due importanti partner: l’Università di Pisa e DataNinja.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonfirraro torna al Salone del libro di Torino

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 maggio 2018

Torino Lingotto Fiere dal 10 al 14 maggio 2018. In occasione del XXXI edizione del Salone del Libro, Bonfirraro ritorna al XXXI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Anche quest’anno, dunque, la casa editrice a conduzione familiare – che concepisce l’idea di “casa” come luogo di formazione e fucina di piccoli talenti da coltivare – non poteva mancare l’occasione di esporre i propri “figli” alla kermesse più importante dedicata alla cultura e ai libri, che ancora una volta si avvale della prestigiosa direzione editoriale di Nicola Lagioia.
Lo spazio espositivo di Bonfirraro sarà ubicato nel secondo padiglione – stand G71: qui darà vita a un progetto visionario e innovatore, in linea con il claim che da sempre lo caratterizza “La nostra storia è il futuro verso cui ci avviamo…”.
Aderire al Salone piemontese per Bonfirraro – che per l’occasione conferma la fruttuosa collaborazione, come media partner, con il giornale online MyWhere diretto da Fabiola Cinque – è un fattore imprescindibile: per chi ha fatto dell’indipendenza una vera e propria bandiera, sulla quale erigere la propria identità imprenditoriale e culturale, quella di Torino non poteva che confermarsi una casa accogliente, che dà da sempre spazio e voce al pluralismo sul piano internazionale, volgendo lo sguardo anche alla “periferia” e alle piccole realtà editoriali senza preconcetti e pregiudizi. E se la tematica del contest internazionale è quest’anno dedicata a “Un giorno tutto questo”, Bonfirraro si introduce in questa dialettica – come quel viandante di David – con l’obiettivo di guardare lontano, osservare il futuro, di darsi e vincere sfide che soltanto all’apparenza sembrano impossibili, attuando progetti forti, basati su una conoscenza vera e approfondita del mondo editoriale, affinata durante i lunghi importanti anni, oltre trenta, di esperienza. Ma guardare lontano con la consapevolezza di non dimenticare che il proprio passato è di vitale importanza per il futuro.
Colta anche la sfida di ospitare un editore straniero al proprio interno, per la seconda volta consecutiva, Bonfirraro ha scelto la casa editrice Práh di Praga, con a capo l’editore Martin Vopenka, un notevole esponente della cultura ceca, che troverà ampio spazio presso il suddetto stand, realizzando così il continuo scambio osmotico tra le culture europee, auspicato tra le migliori intellighentiae, come in un’antica repubblica delle lettere. Non è un caso, però, che Vopenka sia uno dei protagonisti della kermesse letteraria: il suo ultimo romanzo In viaggio con Benjamin – Verso la sperdutezza, appena pubblicato in Italia dalla Bonfirraro, con il suo poetico narrare del percorso in Europa intrapreso da un padre e un figlio intenti a rielaborare un lutto insopportabile, assorbe interamente tra le sue intime corde lo slogan del Salone “Un giorno tutto questo …”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma L’editoria popolare in Italia fra XVI e XVII secolo

Posted by fidest press agency su martedì, 12 dicembre 2017

Mercoledì 13 Dicembre 2017, ore 14:30 / 14 Dicembre 2017 Dipartimento di Studi Umanistici, Sala del Consiglio Via Ostiense 234/236 si terrà la prima delle due Giornate di Studio sul tema: “L’editoria popolare in Italia fra XVI e XVII secolo”. La seconda delle due Giornate di studio, si terrà giovedì 14 dicembre 2017, con inizio alle ore 9.15, presso la Fondazione Marco Besso – Palazzo Besso – Largo di Torre Argentina, 11 Roma.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francoforte: L’editoria italiana si presenta alla 69ma edizione della Buchmesse con 235 editori

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 ottobre 2017

francofortelibriFrancoforte dall’11 al 15 ottobre. Lo Spazio Italia, stand collettivo italiano, riunisce quest’anno 118 editori in 500 metri quadrati di spazio espositivo e costituirà la vetrina tricolore alla 69ma edizione del più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti editoriali e per la promozione della cultura e dell’editoria italiana all’estero. La Buchmesse attende complessivamente più di 7000 espositori di oltre 100 paesi, con la Francia paese ospite d’onore.La tradizionale collettiva italiana – organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), Ministero dello Sviluppo Economico e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – si troverà nella Hall 5.0, stand C36 e C37.Saranno complessivamente 235 gli editori italiani presenti alla Buchmesse. All’interno dello Spazio Italia esporranno 118 case editrici. Tra questi anche gli editori di cui la Regione Lazio e la Regione Piemonte hanno supportato la presenza – il Lazio attraverso l’Assessorato Cultura e Politiche Giovanili, l’Assessorato Sviluppo economico e Attività produttive e LazioInnova (società in house di Regione Lazio), il Piemonte tramite l’Assessorato alla Cultura e Turismo – e che hanno sede nelle rispettive regioni. Presente anche la Sardegna con una rappresentanza di 8 editori gestiti dall’Associazione Editori Sardi.Sarà il Ministro dei Beni delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in rappresentanza del Governo italiano – accompagnato dal Presidente dell’AIE, Ricardo Franco Levi, l’Ambasciatore d’Italia presso la Repubblica federale di Germania, Pietro Benassi – a inaugurare il padiglione italiano nella giornata di apertura, il 11 ottobre alle 10.30, insieme a tutti gli editori italiani presenti.Sarà l’occasione per presentare alla stampa, italiana e internazionale, il Rapporto sullo stato dell’editoria Italiana 2017.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sedicesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 settembre 2017

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_Roma Si conferma a Roma, dal 6 al 10 dicembre, la sedicesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE). Con un’importante novità: la Fiera abbandona la storica sede del Palazzo dei Congressi per approdare sempre all’Eur al Roma Convention Center La Nuvola, il nuovo centro congressuale di Roma, progettato da Massimiliano e Doriana Fuksas e gestito da Roma Convention Group. La struttura, con i suoi 8000 posti complessivi, un Auditorium in ciliegio americano capace di accogliere 1.800 persone, è una realtà che opera con successo nel mercato mondiale dei congressi e dei grandi eventi, grazie ad eccellenti caratteristiche funzionali e a un valore sia artistico che architettonico molto forte. La nuova sede garantirà quindi un aumento di editori presenti in Fiera e un ambiente più agevole e comodo per i visitatori: i metri quadrati espositivi dedicati agli editori passeranno da 2.000 a 3.500. Un intero piano di 5.000 metri quadri ospiterà invece gli spazi comuni e gli stand collettivi.
“E’ un passaggio che ci rende orgogliosi – ha commentato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi -. La nostra Più libri più liberi in un palcoscenico così prestigioso e innovativo consolida la manifestazione come appuntamento fondamentale dell’Associazione, insieme a Tempo di Libri, perché dedicata espressamente alla piccola e media editoria e voluta e sostenuta da tutta l’editoria, grande e piccola”.“Lo spostamento di sede non ha solo una rilevante valenza logistica, ma anche simbolica – ha sottolineato Annamaria Malato, presidente di Più libri più liberi -. La manifestazione culturale più importante della Capitale sarà ospitata nell’opera architettonica più all’avanguardia d’Europa. La manifestazione non muterà il suo carattere di appuntamento esclusivo per l’editoria indipendente, ma tutti gli attori coinvolti, editori e organizzatori, sono da tempo al lavoro per presentare un programma ancora più avvincente delle passate edizioni per accogliere adeguatamente il pubblico di lettori che invaderà la Fiera quest’anno, ancora più numeroso che negli anni passati”.Più libri più liberi sarà il primo evento Grande Pubblico che consentirà a romani e non di visitare l’avveniristica struttura dell’EUR: “Ospitare Più libri più liberi a La Nuvola – ha dichiarato il presidente di EUR SpA e di Roma Convention Group Roberto Diacetti – rappresenta una scelta di successo, finalizzata anche a soddisfare il forte e naturale interesse espresso da quanti non sono operatori del settore meeting e congressi, ma che nei giorni della fiera avranno la possibilità di apprezzare la funzionalità e la bellezza di una struttura congressuale tra le più importanti nel mondo, già diventata un’icona del contemporaneo a Roma. Dal 29 ottobre ad oggi abbiamo già ospitato oltre 20 eventi nazionali ed internazionali e per il 2018 abbiamo già 155 giorni di occupazione, che dimostrano che Roma può e deve crescere come destinazione congressuale e dei grandi eventi, come sarà l’edizione 2017 di Più libri più liberi, per centrare un risultato importante in termini di valore, occupazione e competitività”.
Per accompagnare il cambiamento per la sua sedicesima edizione, Più libri più liberi aggiorna il suo logo, con un restyling curato dalla agenzia di grafica Bunker, e rende il suo segno grafico ancor più moderno e leggero. Centra inoltre la sua campagna di comunicazione sulla bellezza architettonica della Nuvola, attraverso le immagini di Roland Halbe, che ha ritratto le più grandi architetture moderne e contemporanee internazionali.
Più libri più liberi è una manifestazione promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori, con il sostegno del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Lazio, Roma Capitale – Assessorato alla crescita culturale, ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e in collaborazione con Biblioteche di Roma, Siae e Atac azienda per i trasporti capitolina.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Editoria: Brunetta, per Anac non è obbligatorio il bando europeo per le agenzie stampa

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 marzo 2017

rassegna stampaDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “I parlamentari Alessia Morani e Stefano Esposito del Partito democratico, in merito alla vicenda che riguarda l’annunciato bando europeo per i contratti di servizio con le agenzie di stampa hanno preso una cantonata. Basta leggere le carte per capire che non esiste alcuna norma che imponga al governo di avviare un bando di gara europeo, proprio per la particolarità del settore del quale stiamo parlando.
Il 20 luglio 2016 l’Autorità nazionale anticorruzione, con un parere – in merito alle ‘procedure per l’acquisizione dei servizi giornalistici e informativi delle agenzie di stampa per le amministrazioni centrali dello Stato’ – emesso su richiesta del Dipartimento dell’Editoria, dopo l’approvazione della Legge sull’Editoria, aveva consigliato l’esecutivo di predisporre un regolamento che prevedesse lotti separati di aggiudicazione e assegnazione a più soggetti per ciascun lotto, in nome del pluralismo dell’informazione citato dalla legge vigente e dai giudici del Tar. Il nuovo Codice degli Appalti Pubblici, inoltre, lascia discrezionalità al decisore pubblico circa l’assegnazione in licitazione privata di quei contratti di servizio relativi ai prodotti dell’ingegno e al copyright che sono tipica espressione dei servizi di produzione intellettuale riconducibili all’attività giornalistica d’informazione primaria.
Per quale motivo la Morani, Esposito, e il Partito democratico continuano ad affermare il falso, sostenendo tesi strampalate, il tutto per colpire aziende italiane di grande qualità come sono le nostre agenzie di stampa? Francamente non riusciamo a trovare una ragione accettabile. Forse dalle parti di Largo Nazareno hanno qualche strano interesse oltralpe? Non ci vogliamo credere. Speriamo sia solo ignoranza e approssimazione. Siamo certi che Lotti e Gentiloni rivedranno questa posizione del governo e che verranno salvaguardate le realtà nazionali e l’intera informazione italiana”.

Posted in Editoriali/Editorials, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sifo rinnova l’editoria

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2016

Interno farmacia

Non solo una veste grafica più moderna e vicina agli standard delle maggiori riviste internazionali di settore, ma anche l’inserimento nel Comitato di studiosi internazionali e la richiesta di indicizzazione su PubMed. SIFO, la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi territoriali delle Aziende Sanitarie, punta l’attenzione sulla scrittura scientifica, innalzando il livello e dandosi da fare per la diffusione capillare delle due riviste di cui è editore: il Bollettino SIFO, nato nel 1953 e il Giornale Italiano di Farmacia Clinica, che esce dal 1987. Nel 2016, a questo scopo, la direzione ha riorganizzato il comitato editoriale che adesso ha assunto un ambito internazionale, aggiungendo un tassello ad un’operazione di rinnovamento che va avanti dal 2014.
Le riviste già da tempo sono raggiungibili su piattaforme on-line dedicate, dove gli abstract sono disponibili gratuitamente e gli articoli integrali a pagamento per i non soci. Le rubriche del Bollettino sono interamente gratuite e fruibili da tutti. Tra le novità, però, c’è il fatto che ogni articolo è stato identificato tramite il DOI (Digital Object Identifier): uno standard che consente di identificare persistentemente, all’interno di una rete digitale, qualsiasi oggetto di proprietà intellettuale e di associarvi i relativi dati di riferimento; ogni articolo sarà così immediatamente azionabile in rete e quindi più rapidamente identificabile dai motori di ricerca.
“Grazie a tutti questi sforzi, nel 2015 sono stati consolidati l’accreditamento e l’indicizzazione sul database internazionale Scopus, che tanta importanza ricoprono oggi sul piano della valutazione della qualità della ricerca e dell’attestazione della qualificazione scientifica dei candidati per l’accesso ai ruoli universitari ed ai finanziamenti” afferma Piera Polidori, Vicepresidente SIFO.
“Ma non ci siamo accontentati- prosegue Maria Ernestina Faggiano, Direttore Scientifico SIFO- ed in seguito ai risultati positivi raccolti in una survey condotta nell’ottobre 2015, sono state intraprese altre azioni di rinnovamento, tra cui la veste grafica più moderna e vicina agli standard delle maggiori riviste internazionali di settore, l’inserimento nel Comitato di studiosi internazionali, la richiesta di indicizzazione su PubMed”.
Il rinnovamento sembra aver dato già buoni frutti: il numero di download degli articoli registrato attraverso le due piattaforme on-line, nel primo semestre 2016 risulta triplicato rispetto al primo semestre 2015, a riprova che sta aumentando l’interesse verso la ricerca nell’ambito farmaceutico volta al miglioramento dell’assistenza ai pazienti ed alla diffusione delle best practice.
Sul piano formativo e culturale, il Comitato unico di redazione ha completato una linea guida SIFO sulla scrittura scientifica, che è stata distribuita in settembre ai tutti i soci. Al XXXVII Congresso nazionale SIFO appena concluso a Milano, si è tenuta una sessione teorico-pratica accreditata che ha ricevuto feedback molto positivi da parte dei partecipanti in termini di rilevanza degli argomenti trattati, utilità e qualità dell’evento. Le attività formative proseguiranno nel 2017 con un corso di formazione a distanza.
Il processo di rinnovamento dell’editoria SIFO, spiegano i due caporedattori Silvano Giorgi e Barbara Meini, è partito un paio di anni fa: “Negli anni, è emersa sempre più stringente la necessità di avere un’editoria scientifica di miglior livello ed indicizzata sui maggiori motori dedicati come Scopus o Publimed. Per questo, agli inizi del 2014 il Comitato unico di redazione per l’Editoria (CURE) ha avviato un processo di profondo rinnovamento di entrambe le riviste, che si muove su due filoni paralleli: una rigorosa peer review dei manoscritti, introducendo criteri “più rigidi” ed allargando il pool dei referee, e la diffusione capillare tra i soci della cultura della scrittura scientifica”. Il bollettino, spiegano ancora Giorgi e Meini, è più orientato alla professione: oltre ai contributi professionali, ospita regolarmente rubriche di approfondimento sulle medical humanities, la legislazione farmaceutica, la galenica clinica, l’Health Technology Assessment. Il Giornale Italiano di Farmacia Clinica, da sempre più orientato alla ricerca, ha ampliato gli ambiti di interesse ospitando argomenti emergenti per la professione del farmacista del SSN.

Posted in recensione, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I love via Margutta

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2016

love-via-marguttaRoma Mercoledì 21 dicembre alle ore 18.00, Progetto Editoriale Editions presenta a Roma presso la Galleria Vittoria, l’Iniziativa I LOVE VIA MARGUTTA, in collaborazione con lo Studio IADA e con il patrocinio dell’Associazione Internazionale Via Margutta. L’obiettivo della Casa Editrice Progetto Editoriale, da trent’anni impegnata in editoria, arte e cultura, è di riaccendere i riflettori sulla famosa strada romana conosciuta per importanza e storicità in tutto il mondo.
Il brand I LOVE VIA MARGUTTA è assolutamente semplice, ideato per creare empatia e un legame comune con tutte le persone che hanno partecipato fino ad oggi alle prime fasi di lancio, così con quanti avranno modo di avvicinarsi successivamente al progetto.
Finora l’iniziativa ha dato risultati più che positivi e chiunque è stato coinvolto l’ha fatto con entusiasmo e convinta condivisione.
Il brand, ripetibile all’infinito, è stato scelto anche per creare nuove emozioni e al tempo stesso tessere una storia, facendo diventare protagonisti e testimonial tutti i partecipanti interpreti diretti a loro volta del messaggio trasmesso attraverso una straordinaria catena di foto diffuse.Gli scatti iniziati prima dell’estate spaziano dai luoghi di lavoro, ai bar, ai musei, dalla città alla montagna, al mare, dall’Italia all’estero, insomma un po’ dappertutto.
Il progetto nasce per sensibilizzare quanti più interlocutori possibili alla scoperta di questa piccola grande via nel cuore di Roma piena di atmosfera, di arte, delle storie dei personaggi che l’hanno frequentata ed amata nel tempo.
Una strada non perfetta e un po’ nascosta, ma seducente e unica con una propria anima di realtà viva, tanto da attrarre con un legame intimo e particolare. Un vero e proprio microcosmo all’interno di un centro storico tra i più visitati al mondo, una strada che merita di essere rilanciata e tutelata come punto di incontro e di creatività.
Cogliendo quale occasione i prossimi Auguri di Natale Progetto Editoriale Editions presenta quindi questo primo appuntamento di un più vasto programma a venire. Un evento in cui verrà esposta una selezione di fotografie a tema, mentre altre verranno proiettate durante la serata. Nel contempo chi vorrà potrà fare scatti istantanei sempre con il cartello/brand, per realizzare nuove immagini che verranno utilizzate per il proseguo della campagna di promozione. Verrà girato inoltre un video con tutti i partecipanti. L’arte in galleria diventa così ricchezza e condivisione di valori culturali importanti, ma sempre all’insegna di stile e leggerezza.Per finire un brindisi tutti insieme grazie alla partecipazione dell’azienda vinicola Ciù Ciù di Offida. (foto: love via margutta)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Testate online: opportunità dalla nuova legge sull’editoria

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

Giornalisti«Per il giornalismo digitale locale si apre una fase nuova e di grande speranza. La nuova legge dell’editoria e un vero tavolo di confronto tra le parti sociali possono garantire finalmente un vero sviluppo delle imprese di questo settore. GlocalNews, il festival del giornalismo digitale della scorsa settimana a Varese, è arrivato in un momento speciale per le nostre testate». Così Marco Giovannelli, presidente di Anso (Associazione Nazionale della Stampa Online) commenta quanto emerso nell’assemblea dell’associazione che si è tenuta a conclusione del festival. «Da una settimana è in vigore la nuova legge dell’editoria che per la prima volta riconosce legalmente il quotidiano online –prosegue Giovannelli–. Al festival abbiamo incontrato, anche in momenti organizzati dalla nostra associazione, l’onorevole Roberto Rampi, relatore della legge, Giuseppe Giulietti e Alessandra Costante, presidente di Fnsi e responsabile del sindacato per la Liguria. Oltre a loro è stata importante la presenza anche di dirigenti di AgCom, vista la loro recente indagine sull’editoria locale. L’assemblea annuale dell’associazione ha visto un’ottima partecipazione di editori provenienti da ogni zona d’Italia, una partecipazione che è indizio di soddisfazione e ottimismo vero le prospettive aperte dalla riforma. È emersa una forte soddisfazione per le scelte del legislatore, anche se ora sarà importante conoscere al più presto i testi dei decreti attuativi della legge. Valutiamo positivamente quanto indicato dall’onorevole Rampi circa l’iter delle norme. Il fatto che siano coinvolte le parti sociali è di grande importanza. L’ascolto delle varie istanze non significa rallentare i processi, che anzi ci auguriamo siano rapidi. Anso è disponibile fin d’ora a partecipare a questa fase in modo attiva facendosi portatrice della voce degli editori di testate digitali locali».
Anso ha partecipato in modo attivo a GlocalNews organizzando diversi momenti e portando nella quattro giorni del festival la voce dei giornalisti e degli editori locali. Glocalnews 2016 è stata l’edizione dei record: 8mila le presenze stimate, oltre 46mila visitatori unici sul sito del festival da inizio novembre, oltre 72mila letture. Sono stati 7.336 i tweet dal 17 al 20 novembre, oltre 5mila i lettori del liveblog del festival, quasi ottocento gli accessi alla diretta video dal sito del festival, oltre 19mila le visualizzazioni del programma e oltre 500 i post su Instagram. Glocalnews 2016 ha ospitato, dal 17 al 20 novembre a Varese, più di 150 speaker negli oltre 50 appuntamenti in calendario.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvazione DDl editoria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 ottobre 2016

Giornalisti“Un importante traguardo a cui deve seguire il rapido avvio del cantiere delle misure per contrastare la crisi dell’editoria giornalistica del nostro Paese.”
Ha così commentato il Presidente della Fieg, Maurizio Costa, l’approvazione definitiva da parte della Camera del disegno di legge sull’editoria che contiene alcuni interventi di riforma per il settore che recepiscono il lavoro del Tavolo per l’editoria.
“L’editoria quotidiana e periodica è investita da una pesantissima crisi: negli ultimi 8 anni le imprese del settore hanno visto dimezzato i propri ricavi, con un crollo del fatturato pubblicitario di oltre il 60%. Una legge per il settore era indispensabile e oggi, grazie al lavoro del Governo e del Parlamento, la legge c’è, ma – trattandosi di una legge delega – è necessaria la rapidissima emanazione dei decreti attuativi”.
“Affinché le misure previste diventino concrete e operative” – ha ribadito Costa – “è indispensabile che vengano garantite, nella prossima legge di bilancio, le necessarie coperture finanziarie.”
“Si adottino, quindi, senza indugio, le indispensabili misure per dare ossigeno alle imprese e in particolare: l’incentivazione fiscale degli investimenti pubblicitari incrementali, utile per il rilancio dei consumi e per garantire una ripresa degli investimenti pubblicitari sulla stampa quotidiana e periodica; la liberalizzazione della vendita di prodotti editoriali, per superare la critica situazione delle edicole; la copertura finanziaria dei prepensionamenti relativi ai piani di ristrutturazione e di riorganizzazione delle imprese editrici, per garantire il processo di trasformazione ed evoluzione necessario”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Modificare la legge sull’editoria per evitare che porti vantaggi solo agli editori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2016

GiornalistiFonte: Senza Bavaglio. La legge sull’editoria, che il 12 luglio comincerà il suo iter al Senato in seconda lettura, presenta degli elementi innovativi ma anche degli aspetti inaccettabili. Il più grave è che non impedisce alle aziende editoriali di mascherare le ristrutturazioni aziendali e di presentarle come stati di crisi, allo scopo di sfruttare gli ammortizzatori sociali (per lo più pagati dall’INPGI) per snellire gli organici. La FNSI si è mobilitata per sostenere l’approvazione immediata. Ma se la legge dovesse essere approvata con il testo licenziato dalla Camera si farà un grosso regalo agli editori cui sarà permesso di adoperare il denaro delle provvidenze per il settore senza alcun verifica e nessun controllo. Magari quegli aiuti potranno essere utilizzati per pagare una sostanziosa buona uscita agli amministratori che hanno licenziato giornalisti e poligrafici e hanno permesso alle aziende risparmi giganteschi sulla pelle dei colleghi. Insomma, se dovessero passare così come sono state licenziate dalla Camera, le nuove norme consentiranno agli editori di incassare il denaro messo a disposizione dello Stato e di spenderlo senza alcun controllo. E’ strano che la FNSI non se ne sia accorta. Anzi diciamo pure: è strano che la FNSI avalli e sostenga norme che avvantaggiano solo gli editori e che – alla fine – penalizzano coloro che un sindacato serio dovrebbe proteggere. Sembra poi che il sindacato colleghi questa legge e i suoi risultati al nuovo contratto, per facilitarne la chiusura. L’equazione è: “Gli editori prendono i soldi e noi chiudiamo il contratto”. Non è così. Dare fiducia agli editori quando ne hanno già abusato è incomprensibile. Gli editori prenderanno i soldi e poi non ne verseranno un centesimo ai giornalisti.
Un esempio per tutti. Quando la legge è stata discussa alla Camera è stato respinto un emendamento per impedire agli editori che non pagano i collaboratori, e in genere gli stipendi, e non rispettano le regole contrattuali di ricevere i contributi statali.
Quando è iniziata la votazione sull’emendamento sul tabellone luminoso sono comparse una forte maggioranza di lucine verdi, cioè l’emendamento stava per essere approvato. Prima della chiusura della votazione (che dura fino a cinque o sei minuti) un deputato capobastone (del PD) ha urlato “votate contro” e le lucine verdi si sono trasformate in rosse. Vergognoso. Ci sembra banale che chi non paga i compensi ai lavoratori non possa avvalersi dei contributi statali. Per qualcuno invece è una cosa normale.
Abbiamo chiesto ad alcuni senatori interessati all’argomento di presentare una serie di emendamenti volti a rendere più democratica la legge e più consona alla difesa delle colleghe e dei colleghi più deboli e per impedire che gli editori dichiarino stati di crisi inesistenti, come più volte è accaduto, anche recentemente (per esempio alla Condé Nast e al gruppo Repubblica-Espresso). Ci hanno ascoltato. Così il senatore Alberto Airola ha presentato le modifiche alla legge che abbiamo chiesto e concordato con lui.
Eccone una sintesi:
In uno degli emendamenti presentati si dice che non possono accedere agli stanziamenti a favore degli editori quelle imprese che “non ottemperano alle disposizioni di legge sull’equo compenso, nonché di tutte le imprese che abbiano delle condanne o delle cause in corso per motivi di lavoro, mobbing o comportamenti antisindacali”.
VENDITE REALI – “Il contributo deve essere elargito in funzione del numero di copie annue realmente vendute e comprate”. Il testo della legge invece è piuttosto vago in proposito.
EQUO COMPENSO – L’equo compenso deve essere inserito direttamente nel disegno di legge, perché è solo attraverso una mirata azione di protezione della professionalità che si mantiene viva l’indipendenza del giornalista e, conseguentemente, del giornalismo.
Il lavoro della Commissione Equo Compenso è già stato bocciato sia dal Tar sia dal Consiglio di Stato. E’ quindi vitale trasformare in legge le modalità dei compensi, che possano essere definiti equi in base all’articolo 36 della Costituzione. Perché per garantire un’informazione corretta a tutela dei cittadini, i giornalisti devono essere retribuiti in modo professionale. Infine è facile capire che se un giornalista non è pagato equamente è costretto a violare l’etica e la deontologia professionale.
Fondamentale è anche scoraggiare una pluralità di forme contrattuali a tempo e ogni forma di lavoro nero, incoraggiando invece l’incremento dei contratti di lavoro a tempo indeterminato da una parte e dall’altra l’utilizzo di lavoro freelance pagato in modo professionale.
ORDINE – Un emendamento è volto a mantenere la potestà deontologica del Consiglio di Disciplina, che dovrà essere eletto al di fuori del Consiglio Nazionale e che NON deve essere formato esclusivamente da giornalisti.
A noi queste paiono tutto sommato richieste banali e ci piacerebbe che la FNSI le facesse proprie, invece di sostenere acriticamente una legge che alla fine rischia di danneggiare ancora di più un settore che si sta letteralmente disintegrando. E ci rivolgiamo a tutti i senatori perché votino a favore degli emendamenti proposti del loro collega Alberto Airola. L’editoria è una porzione vitale della convivenza civile e democratica. Non ci dovremo meravigliare se un giorno ci accorgeremo che il suo picconamento fa parte di un disegno preciso, volto a limitare democrazia e libertà.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libri in onda

Posted by fidest press agency su martedì, 20 marzo 2012

Roma venerdì 23 e sabato 24 marzo Libreria L’Argonauta, Via Reggio Emilia, 89 manifestazione Libri in onda La Libreria L’Argonauta di Roma, in collaborazione con nove case editrici, significative nel panorama della piccola e media editoria indipendente, presentano la prima edizione di Libri in onda, percorso di due giorni interamente dedicato alla navigazione nel mare magnum editoriale, utilizzando come stelle del cammino editori di certo valore. Programma di Libri in onda
Venerdì 23 Marzo dalle 18.00 aperitivo itinerante con gli editori (prodotti laziali e vino toscano);
Sabato 24 Marzo Esposizione del catalogo editoriale durante l’intera giornata;
Dalle 10.00 coffee break con gli editori e le loro pubblicazioni;
Alle 18.30 performance delle “persone-libro” dell’Associazione Donne di Carta
con estratti dei libri degli editori presenti. Seguirà aperitivo itinerante
Ingresso libero per l’intera manifestazione

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »