Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘efficienza energetica’

Panasonic Solar ed Enel X insieme per portare nelle case degli italiani efficienza energetica e risparmio

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 giugno 2019

Panasonic Solar, la divisione dell’azienda nipponica dedicata allo sviluppo di pannelli solari ad alta efficienza, ed Enel X, la business line globale del Gruppo Enel dedicato alle soluzioni digitali e prodotti innovativi, hanno stretto una partnership per la commercializzazione di soluzioni di generazione domestica e aziendale da fonti rinnovabili ad alta efficienza e a un prezzo accessibile. Le due aziende propongono offerte per chi desidera contribuire autonomamente al proprio fabbisogno energetico attraverso l’installazione di impianti solari a basso impatto ambientale per le abitazioni o attività industriali. La partnership prevede nello specifico l’offerta di pannelli fotovoltaici Panasonic ad alta efficienza da parte di Enel X con pacchetti studiati in base alla necessità dei clienti, fino a un massimo di 19 moduli, che comprendono l’installazione, la garanzia per 25 anni, e le prime 449 installazioni, un’ulteriore assicurazione di 10 anni per eventi naturali e guasti alla macchina. “Questa partnership è un passo importante per Panasonic, perché ci permetterà di far conoscere maggiormente i nostri pannelli in un mercato estremamente sensibile come quello italiano, grazie a una rete di vendita così sviluppata e dalla grande competenza – ha commentato Mr. Shigeki Komatsu, General Manager Panasonic Eco Solutions Europe – ed è una opportunità importante per noi che ENEL abbia scelto la nostra offerta tecnologica, accordandoci così fiducia e presentandoci a tutti i suoi utenti come azienda di riferimento nel comparto del fotovoltaico.” “Questo accordo dimostra l’impegno continuo di Enel X per lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo dell’efficienza energetica – ha dichiarato Andrea Scognamiglio, responsabile global e-home di Enel X – Grazie al lavoro con Panasonic siamo in grado di offrire ai nostri clienti servizi tecnologicamente avanzati che permettono di consumare energia in modo intelligente riducendo allo stesso tempo l’impatto ambientale” La partnership tra le due aziende prevede inoltre un programma di formazione della forza vendite di Enel X per garantire ai clienti il supporto tecnico nelle diverse fasi dell’installazione dei pannelli solari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’efficienza energetica italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 7 Mag 2019

Tra i paesi più industrializzati l’Italia guadagna ancora una volta la palma di Paese più avanzato nel campo dell’efficienza energetica. Secondo la piattaforma, nel 2018 la riduzione delle emissioni in Italia e stata del 24% rispetto al 2013, mentre altri stati hanno avuto performance negative, come nel caso della Francia dove le emissioni sono aumentate del 2%, della Germania con un aumento del 5% e del Regno Unito dove l’aumento è stato dell’8%. In continuo aumento nel Belpaese anche la richiesta di lavori green. Secondo le stime di Ener2Crowd.com, già oggi 3 milioni di persone hanno un green-job ed entro il 2030 a livello globale vi saranno 20 milioni di nuovi posti di lavoro generati dalla green economy.
Ma ancora molto resta da fare. E in questo contesto Ener2Crowd.com si colloca all’avanguardia. «La nostra è una “social open innovation” dei modelli economici e comportamentali di mercato che determinerà una nuova spinta all’innovazione delle aziende e nuovo vigore negli investimenti in tecnologie, nonché soluzioni e risorse ad alto valore aggiunto, proprio perché “sostenibili”. Stiamo affrontando il problema della transizione energetica alle sue radici potendo determinare e sostenere le scelte alla base delle strategie industriali, ancora prima che il prodotto o il servizio possa raggiungere il mercato e, quindi, potenzialmente realizzando una leva di valore incredibile in ottica di redditività attesa» spiega Giorgio Mottironi, managing partner di Ener2Crowd.com.«Il modello di sviluppo sostenibile che punta all’innovazione del sistema industriale attraverso obiettivi di crescita secondo linee di azione volte a contrastare i mutamenti climatici ed a ridurre l’impatto delle attività produttive sull’ambiente, rappresenta -si scopre ora- anche un’opportunità per rilanciare l’occupazione e la filiera industriale attraverso l’innovazione dei processi produttivi» conclude Niccolò Sovico, ceo di Ener2Crowd.com.La start-up si appresta ora ad incontrare il grande pubblico e per incominciare a farlo non mancherà agli eventi «Innovation Ground» del 7 maggio 2019 a Milano e di giugno prossimo a Roma. (AJ-Com.Net).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Energia: nuovi obiettivi per le rinnovabili e l’efficienza energetica

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 novembre 2018

Martedì il Parlamento ha confermato l’accordo provvisorio raggiunto in giugno con il Consiglio sull’efficienza energetica (434 voti in favore,104 voti contrari e 37 astensioni), le energie rinnovabili (495 voti in favore, 68 voti contrari e 61 astensioni) e la governance dell’Unione dell’energia (475 voti in favore, 100 voti contrari e 33 astensioni) – tre importanti dossier legislativi che fanno parte del pacchetto Energia pulita per tutti gli europei. La legislazione stabilisce che l’efficienza energetica nell’UE dovrebbe essere migliorata del 32,5% entro il 2030, mentre la quota di energia da fonti rinnovabili deve rappresentare almeno il 32% del consumo finale lordo dell’UE. Entrambi gli obiettivi saranno rivisti entro il 2023 e potranno solo essere innalzati, non abbassati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il primo evento ufficiale di Smart Cities Italy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 settembre 2017

magistroHa avuto luogo nell’Aula Consiliare del Comune di Siniscola (NU), lo scorso venerdì, un importante meeting organizzato dalla Smart Cities Italy. Il progetto verte sulla riqualificazione dei territori per far si che diventino un modello replicabile a livello nazionale.
Il Dott. Antonino Magistro, cofondatore ed elemento fondamentale di Smart Cities Italy, ha aperto il convegno parlando dell’importanza di portare innovazione in una Regione, che tutti sappiamo essere meravigliosa, ma che ha i suoi problemi. E’ quindi essenziale aprire le porte a progetti sostenibili per la Sardegna e che possono realizzare posti di lavoro per i giovani.
Dopo l’introduzione del Dott. Magistro, i ricercatori dell’ENEA giunti in territorio sardo appositamente per l’evento, hanno parlato di:
PAESC (Patto dei Sindaci per il Clima ed Efficienza Energetica),
dei sistemi ICT – MATRIX TT (insieme di persone, conoscenze, valori e applicazioni software che interagiscono tra loro a livello amministrativo) e infine del progetto TREBIOS (che si occupa di fonti rinnovabili attraverso l’energia solare).
Le Imprese locali si sono dichiarate entusiaste per l’opportunità ad esse offerte e hanno manifestato l’intenzione di operare sul proprio territorio in sinergia con le pubbliche amministrazioni. L’accesso ai fondi regionali, nazionali ed europei stanziati con il bando del valore di 44 milioni di Euro è fondamentale per partire con i lavori necessari alla riqualificazione.
Il programma POR FESR SARDEGNA 2014-2020 è già stato presentato alle amministrazioni di Sassari, Oristano, Nuoro e Cagliari. La scadenza di presentazione al bando dei comuni isolani titolati a presentare il bando è il prossimo 3 Novembre 2017. Le Aziende del Territorio interessate a partecipare possono rivolgersi agli uffici dell’associazione per avere maggiori ragguagli.
L’associazione confida nella sensibilità dei Sindaci e dei loro funzionari che avranno a disposizione, attraverso il coordinamento dell’ Associazione Smart Cities Italy, un supporto tecnico di alto valore per il bene delle comunità interessate. L’Associazione invita, altresì, tutta la cittadinanza e il mondo imprenditoriale ad essere protagonista della rinascita e della riqualificazione della Sardegna. (Barbara Oliva, Segreteria generale Smart Cities Italy). (foto: magistro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

L’Europa che sostiene l’efficienza energetica made in Italy

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 marzo 2017

Struttura di energia solareIl libro “105 buone pratiche di efficienza energetica made in Italy” a cura di Kyoto Club (Edizioni Ambiente) racconta le storie di successo nazionali che dimostrano come l’efficienza energetica faccia bene al Paese e sia sostenuta anche dall’Europa. Al libro, uscito in libreria lo scorso 12 gennaio, è stata dedicata una puntata della trasmissione radiofonica “Un libro per l’Europa”.L’efficienza energetica rappresenta uno degli assi portanti delle politiche europee e una leva di sviluppo economico e sostenibile per il nostro Paese e per l’Europa. L’efficienza energetica made in Italy è supportata anche dall’UE e delle storie di successo raccontate nel libro se n’è parlato lo scorso 24 febbraio nel corso della trasmissione radiofonica “Un libro per l’Europa”, in diretta dallo “studio Europa” della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Ospiti della trasmissione radiofonica: Laura Bruni, Coordinatrice del Gruppo di Lavoro ‘Efficienza energetica’ di Kyoto Club e Direttore Affari Istituzionali Schneider Electric e Gianni Silvestrini, Direttore scientifico di Kyoto Club e QualEnergia.L’operazione di raccolta delle 105 buone pratiche di efficienza energetica è la prima ed unica in Italia ed è, inoltre, un caso esemplare e di indirizzo per l’intero contesto europeo.“Un uso più responsabile dell’energia, unitamente alla lotta ai cambiamenti climatici, è al tempo stesso uno stimolo a favorire la crescita, a creare nuovi posti di lavoro e un investimento nel futuro dell’Europa. Proprio per questo lo scorso novembre la Commissione Europea ha adottato il pacchetto energia pulita per ridurre emissioni effetto serra e promuovere le tecnologie alternative”, sottolinea Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, intervenuta al lancio dell’operazione lo scorso 26 gennaio a Roma, introducendo i lavori del convegno dedicato al libro.
“Come il piano Juncker si basa sull’ effetto leva con finanziamenti privati, così queste iniziative si basano sull’idea che pubblico e privato, lavorando insieme, creano più mercato, attraggono investimenti e forniscono una spinta al sistema-Europa nel mondo”, conclude la Covassi.“Le esperienze presenti in questa pubblicazione, a cura di Kyoto Club, con il sostegno del Ministero dell’Ambiente, di Enea e Schneider Electric, anticipano concretamente molti degli scenari evocati dal nuovo pacchetto europeo di proposte legislative e revisioni Clean Energy for All Europeans. Esse confermano che una legislazione più favorevole all’efficienza energetica incrementerebbe la qualità di vita dei cittadini, la competitività italiana, la riqualifica del patrimonio edilizio, industriale e terziario” È quanto spiega Laura Bruni, Coordinatrice del Gruppo di Lavoro ‘Efficienza energetica’ di Kyoto Club e Direttore Affari Istituzionali Schneider Electric.
“105 casi di successo a cui ispirarsi e da replicare, il 39% dei quali ha tempi di ritorno dell’investimento inferiori ai tre anni, specialmente grazie all’impiego di tecnologie integrate, dell’automazione e del digitale”, sottolinea la Bruni.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica: nuova scala di classi da A a G

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2016

parlamento europeoI deputati europei hanno approvato una nuova scala di classi per l’efficienza energetica degli elettrodomestici, che va da A a G con l’obiettivo di spingere l’industria a tenere il passo con il progresso tecnologico.Poiché la maggior parte degli apparecchi attualmente sul mercato è conforme ai requisiti della “classe A” cosi come istituita nel 2010, nel tempo si sono aggiunte le classi A+, A++ e A+++. Secondo i deputati, fissare requisiti più severi fornirà incentivi per un ulteriore miglioramento dell’efficienza energetica.”Il voto di oggi ha dato nuova linfa alle etichette di efficienza energetica, rendendo il sistema di etichettatura più forte, più sicuro, più chiaro e orientato al futuro. Innovazioni come la base di dati, il codice “Quick Response” e soprattutto il riferimento a elettrodomestici intelligenti, vanno verso un sistema di etichettatura energetica 2.0″, ha affermato il relatore Dario Tamburrano (EFDD, IT) dopo il voto.”Sono sicuro che i negoziati con il Consiglio miglioreranno ulteriormente la capacità di servire al meglio gli interessi dei cittadini europei e diventare uno dei più potenti strumenti per raggiungere i nostri obiettivi di efficienza energetica nell’UE”, ha aggiunto.I deputati hanno approvato la posizione del Parlamento sulla proposta di aggiornamento con 580 voti favorevoli, 52 contrari e 79 astensioni.Nel testo modificato, si afferma che “le etichette riscalate per i gruppi di prodotti esistenti” dovrebbero essere introdotte tra i 21 mesi e i 6 anni (in relazione al tipo di prodotto) dall’entrata in vigore della normativa, in modo da “garantire una scala A-G omogenea”. I requisiti per le etichette riscalate dovrebbero valere almeno 10 anni, e qualsiasi successivo riscalaggio di etichette nuove sarà avviato quando il 25% dei prodotti venduti nel mercato dell’Unione rientrerà nella classe di efficienza energetica più elevata A, oppure il 50% dei prodotti venduti nel mercato dell’Unione rientrerà nelle classi A e B.
L’etichetta dovrebbe contenere informazioni sulla classe di efficienza energetica del modello del prodotto e il consumo di energia assoluto in kWh, indicato per anno o “per qualsiasi periodo di tempo pertinente”.
I test energetici, sia dei fornitori sia delle autorità di vigilanza del mercato, dovrebbero riflettere il più possibile l’utilizzo effettivo di un determinato prodotto da parte del consumatore medio. Nel testo, i deputati chiedono alla Commissione di pubblicare nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea metodi provvisori di misurazione e calcolo in relazione ai suddetti requisiti specifici di prodotto.I deputati sostengono la necessità di creare una “banca dati dei prodotti ” con un sito web contenente le informazioni su ogni prodotto e un’interfaccia “sulla conformità”, cioè una piattaforma elettronica per sostenere il lavoro delle autorità nazionali di sorveglianza del mercato, disponibile nelle lingue del paese.La legislazione sull’etichettatura dell’efficienza energetica si applica ai prodotti connessi all’energia che hanno un notevole impatto, diretto o indiretto, sul consumo di energia.I prodotti di seconda mano e i mezzi di trasporto il cui motore non modifica la propria posizione durante il funzionamento, come ad esempio ascensori, scale mobili e nastri trasportatori) sono esenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Etichettatura sull’efficienza energetica: il PE voterà nuove norme vincolanti

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2016

Strasburgo 4-7 luglio 2016. Nuove norme vincolanti per l’etichettatura sull’efficienza energetica degli elettrodomestici saranno votate dal Parlamento mercoledì. La votazione sarà preceduta da un dibattito previsto per lunedì. Nel progetto di risoluzione, i deputati chiedono che vi sia una dicitura chiara sulle etichette, con una scala di classi ben definita, da A a G, eliminando entro 5 anni le tre tipologie A +, A ++, A +++, che coprono oggi la maggior parte dei prodotti. Nel testo si chiede inoltre che le etichette siano chiare e leggibili e mostrino la classe di efficienza energetica del modello del prodotto e il suo consumo assoluto in kWh in un determinato periodo, aiutando i consumatori a fare scelte informate e ridurre i costi energetici.
Dibattito: lunedì 4 luglio
Votazione: mercoledì 6 luglio
Procedura: procedura legislativa ordinaria, prima lettura

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più ambizione e attenzione per i consumatori tra gli obiettivi energetici 2020

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2016

parlamento europeoL’obiettivo sulle energie rinnovabili dell’UE – il 20% del consumo totale entro il 2020 – è già stato raggiunto da molti Stati membri dell’UE. Altri, invece, sono in ritardo e devono fare di più, chiedono i deputati nella risoluzione votata giovedì. In una seconda risoluzione, approvata sempre giovedì, si sottolinea che, per raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica dell’UE – risparmio del 20% entro il 2020 – gli Stati membri devono attuare in pieno la legislazione comunitaria e in tempi più rapidi.Nella risoluzione, si precisa che utilizzare tutti i meccanismi di finanziamento esistenti in modo efficace è fondamentale per raggiungere l’obiettivo del 20% entro il 2020. Si ribadisce inoltre la richiesta del Parlamento di introdurre obiettivi vincolanti capaci di garantire che le energie rinnovabili rappresentino almeno il 30% del consumo totale di energia entro il 2030.D’altra parte, l’obiettivo generale di efficienza del 20% è a rischio se gli Stati membri non procedono alla piena attuazione dell’attuale legislazione UE.I deputati sottolineano che l’autogenerazione e l’autoconsumo sono “diritti fondamentali” e che la prossima revisione della direttiva sulle energie rinnovabili dovrebbe prevedere misure per promuovere e incoraggiare gli investimenti in questi settori. Un mercato più integrato è essenziale per lo sviluppo delle energie rinnovabili e la riduzione dei costi energetici.I deputati invitano dunque l’UE a investire maggiormente in programmi di informazione e di sostegno negli Stati membri, che potrebbero aiutare ad aumentare la partecipazione agli attuali regimi obbligatori di efficienza energetica locali, nonché promuovere nuovi progressi tecnici in settori quali raffreddamento, illuminazione e isolamento.Difatti, il ruolo dei consumatori è decisivo per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica, ad esempio attraverso la ristrutturazione degli edifici, il teleriscaldamento e i sistemi di raffreddamento; la ristrutturazione ad alta efficienza energetica degli edifici dovrebbe essere una priorità, in modo da aiutare i residenti colpiti da povertà energetica. Il PE sostiene la definizione di obiettivi specifici di efficienza energetica per gli edifici residenziali.La risoluzione sull’efficienza energetica è stata approvata con 253 voti a favore, 193 contrari e 4 astensioni. La risoluzione sulle energie rinnovabili è stata approvata con 444 voti a 103, e 23 astensioni. A queste raccomandazioni seguiranno proposte legislative sull’Unione energetica da parte della Commissione europea.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica e bollicine nel nuovo progetto uruguaiano

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2016

Bodega GarzónL’uomo d’affari più ricco di Argentina, secondo la rivista Forbes, ha da poco inaugurato la sua azienda vitivinicola e turistica, Bodega Garzón, che si trova a tre chilometri da Pueblo Garzon, Maldonado in Uruguay. Con un investimento di 85 milioni di dollari il progetto prevede una cantina sostenibile da 19.050 metri quadrati, dove saranno prodotti i più rinomati vini del territorio, un ristorante, un hotel di lusso e un club esclusivo. Non è quindi un caso se Bodega Garzon è al 21esimo posto nella classifica dei 52 posti al mondo da visitare nel 2016, secondo il New York Times.La raccolta uve del 2014/2015 gli ha permesso di diventare la prima cantina sostenibile costruita fuori degli Stati Uniti, seguendo le indicazioni del Green Building Council (USGBC).
Il complesso è inoltre in fase di certificazione LEED, ottenendo un risparmio nei consumi energetici del 40% – rispetto alle altre strutture del suo genere- e generando il 40% del suo fabbisogno energetico attraverso mulini e pannelli fotovoltaici.
Gli impianti di vinificazione dell’azienda rappresentano uno dei maggiori punti di forza della tenuta. La precisione nel trattamento dell’aria e delle condizioni termoigrometriche rappresenta una necessità dalla quale dipende in larga misura la qualità del prodotto finale.La climatizzazione dell’intera struttura è quindi stata affidata ad unità Climaveneta ad elevata efficienza: 6 unità di trattamento aria WIZARD abbinate a 2 unità polivanti ERACS2-Q per la produzione contemporanea di caldo e freddo. (foto: Bodega Garzón)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Giappone intende passare alle rinnovabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2011

A seguito delle dichiarazioni del Primo Ministro giapponese Naoto Kan, e del suo impegno per costruire “una società che non dipenda più dall’energia nucleare”, Greenpeace chiede ai leader mondiali di ascoltare con attenzione il messaggio del Primo Ministro e di impegnarsi per una società libera dal nucleare. «Questa è l’unica risposta sensata al disastro nucleare di Fukushima, e manda un messaggio chiaro a tutto il mondo: l’unico futuro energetico possibile è quello basato sulle energie rinnovabili e l’efficienza energetica» commenta Salvatore Barbera, responsabile della campagna Nucleare di Greenpeace Italia. Le dichiarazioni di Naoto Kan seguono la decisione della Germania di uscire dal nucleare e ribadiscono che questa energia è intrinsecamente pericolosa, incontrollabile e non sostenibile. Mentre in Germania già 370 mila persone lavorano nel settore delle energie rinnovabili, in Italia il comparto occupa 140 mila persone, che potrebbero raddoppiare nei prossimi dieci anni. «Il Governo italiano continua a minacciare questo settore energetico strategico. La Lega Nord annuncia agguati alle rinnovabili nella manovra economica in via di approvazione. Questo orientamento è in chiaro contrasto con la tendenza dei Paesi più industrializzati e tradisce la volontà espressa dai cittadini con il voto al Referendum di investire in fonti di energia pulite, sostenibili e non pericolose» conclude Barbera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lifegate sul referendum nucleare

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

Marco Roveda, Fondatore e Presidente di LifeGate si esprime sul referendum “Non sono preoccupato: il nucleare in Italia non si farà mai. Ma LifeGate utilizzerà tutti i propri mezzi per invitare a votare contro il nucleare nel prossimo referendum. Innanzitutto per far capire a chi governa che ormai è la stragrande maggioranza dei cittadini del paese e d’Europa a chiedere efficienza energetica e rinnovabili. In secondo luogo per evitare che vengano sprecati inutilmente altri soldi in progetti e studi per preparare la strada ad impianti nucleari che resteranno solo sulla carta. Simone Molteni, Direttore Scientifico di LifeGate e già Membro del consiglio di amministrazione di ENEA sottolinea: “La politica energetica è una delle scelte strategiche più importanti per un paese. Con essa si influenza la struttura economica dei prossimi 50 anni. E’ avvilente vedere come in Italia si stia gestendo questa scelta complessa senza un’informazione adeguata, senza onestà intellettuale e senza il supporto delle competenze necessarie. E’ come sedersi tutti su un aereo, scegliere di farlo guidare al primo che passa e -non contenti- aspettare l’ultimo momento per dire al malcapitato che dovrebbe andare a cercarsi in tutta fretta un qualche manuale di volo.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sviluppo economico e nuovi incentivi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 ottobre 2010

Le risorse residue del piano governativo di incentivi, varato in aprile per sostenere i consumi nei settori previsti, sono state rimesse in circolo, liberando circa 110 milioni di euro. Il Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, infatti, ha firmato il 18 ottobre 2010 il decreto che riassegna i fondi ancora disponibili per il sostegno della domanda finalizzata ad obiettivi di efficienza energetica, eco compatibilità e di miglioramento della sicurezza sul lavoro. Contestualmente, è stata avviata la procedura di pagamento dei contributi spettanti ai rivenditori. A tale proposito sono oltre 755.000 le pratiche già controllate nella loro correttezza formale, per un totale di oltre 128 milioni di euro di contributi di cui a breve verrà avviato il pagamento. Le restanti 172.000 richieste di incentivo fino ad oggi presentate risultano ancora da perfezionare e/o validare nella loro parte documentale, per un importo totale di 61 milioni di euro di contributi prenotati. Ad oggi risultano concessi oltre 925.000 contributi, per un totale di 189 milioni di euro di risorse erogate, sui 300 milioni di euro originariamente messi a disposizione. È stato deciso di effettuare un’unica variazione compensativa tra tutti i settori, che consentirà di far confluire le risorse ancora non prenotate in una disponibilità comune ai settori stessi. Il fondo unico così costituito sarà reso disponibile per le prenotazioni dei rivenditori e consumatori a partire dal 3 novembre prossimo; fino a tale data i settori incentivati che ancora presentano una disponibilità di risorse rispetto alla dotazione iniziale, potranno continuare a prenotare i contributi secondo le vigenti modalità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa rilanci accordo sul clima

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2009

Elisabetta Zamparutti, deputata radicale in Commissione Ambiente, sulle prospettive di Copenaghen ha dichiarato: “Il fatto che stia sfumando il raggiungimento di un nuovo accordo sul clima nel vertice di Copenaghen deve essere l’occasione per l’Europa di un rilancio e di un’assunzione di leadership. Non condivido, quindi, la posizione espressa oggi da Emma Marcegaglia in vista dell’incontro con la Confindustria tedesca per un veto alla rinegoziazione della riduzione delle emissioni di CO2. L’Italia può benissimo sostenere in ambito UE ed in vista di Copenaghen un forte impegno sull’efficienza energetica. Per quanto riguarda le emissioni di CO2, possiamo sostenere la proposta di un livello minimo di tassazione da applicare a famiglie, trasporti e piccole imprese, vale a dire per tutti i soggetti esclusi dal sistema Ets di scambi dei certificati di emissioni di Co2, ma comunque responsabili per metà delle emissioni; e di porre un tempo limite per il raggiungimento di un accordo di ulteriore riduzione CO2 post-Kyoto (quello per ora sfumato), in mancanza del quale l’UE minacci di imporre dazi ecologici sui beni importati dai paesi che non s’impegnano. Tale tassa potrebbe essere accolta dall’Organizzazione Mondiale del Commercio stessa in base al proprio Regolamento, in particolare laddove il gettito fosse vincolato al cofinanziamento di investimenti volti alla riduzione del consumo di risorse ambientali nel Paese produttore del bene tassato.”

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica nell’edilizia in Francia

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2009

Il settore dell’edilizia, prima fonte di consumo di energia, con il 40% di consumi finali e il 20% di emissioni di CO2 si trova al centro delle decisioni prese in Francia a seguito della Tavola Rotonda di “Grenelle” sull’Ambiente. Queste mirano a contenere i consumi energetici nell’edilizia, pur mantenendo un ottimo livello di comfort. L’industria dei materiali da costruzione è oggi in grado di offrire prodotti e materiali isolanti più validi che in passato. Tutti i fornitori più innovativi sono presenti sul mercato francese: St Gobain o Lafarge sono due delle numerose aziende francesi del settore all’avanguardia a livello mondiale, mentre la danese Rockwool, l’americana DOW e la tedesca Knauff, anch’esse presenti in Francia, stanno mettendo a punto progetti per la casa ecologica. Due società particolarmente innovative si distinguono in particolare nel campo dei pannelli solari Imerys Group, il maggior produttore francese di pannelli solari e il gruppo tedesco Viessman, il produttore numero uno in assoluto dei pannelli solari in Francia. Quest’ultimo ha fatto dell’impianto Faulquemont (Lorena) il centro di eccellenza del Gruppo per la produzione di caldaie e pannelli solari, esportando l’80% della produzione. Per incoraggiare i proprietari ad effettuare lavori di miglioramento dell’efficienza energetica della loro abitazione, nel 2009 la Francia ha introdotto un eco-prestito di 10 anni a tasso zero, che finanzia fino a 30.000 euro di opere di riqualificazione energetica nelle abitazioni private. Inoltre, un credito d’imposta per “lo sviluppo sostenibile” consente di detrarre dalle imposte parte dei costi sostenuti per impianti e materiali acquistati per migliorare l’efficienza energetica della prima casa (fra il 15 e il 50%, a seconda degli impianti). Il conto di risparmio (LDD) per lo sviluppo sostenibile, non soggetto a tassazione, consentirà di raccogliere più di 10 miliardi di euro per il finanziamento di investimenti. Sarà gestito dalle banche in partnership con l’Agenzia pubblica francese per l’Ambiente e il Risparmio Energetico (ADEME). Per accedere a tali finanziamenti i nuovi edifici dovranno rispettare gli standard di “edificio a basso consumo” oppure di “elevata performance energetica”.  Potranno così usufruire di una riduzione dell’IVA  del 5,5% nonché accedere a fondi erogati dalle autorità regionali e dall’Agenzia Nazionale per l’Ammodernamento dell’Edilizia (ANAH).
L’Agenzia francese per gli investimenti internazionali promuove e sostiene gli investimenti internazionali in Francia. L’Agenzia dispone di una rete operativa in tutto il mondo e lavora in collaborazione con le agenzie per lo sviluppo regionale per offrire agli investitori internazionali opportunità di business e servizi personalizzati in tutta la Francia. http://www.investinfrance.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corsi in Energy Management

Posted by fidest press agency su sabato, 30 Mag 2009

Dal 29 giugno al 3 luglio a Torino e dal 14 al 18 settembre a Padova Quali sono i compiti e le funzioni dell’esperto in gestione dell’Energia? Quali sono le normative comunitarie e nazionali per l’efficienza energetica? Quali sono gli interventi di razionalizzazione dei consumi energetici? Sono questi alcuni degli interrogativi a cui risponderà il “Corso in Energy Management” organizzato da ISNOVA (Istituto per la Promozione dell’Innovazione Tecnologica) in collaborazione con ENEA e FIRE (Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia).  La figura dell`Energy Manager è nata negli USA all’epoca della prima crisi energetica (metà degli anni ‘70) con l`incarico di gestire i costi energetici dell`impresa. In Italia, questa figura è stata riconosciuta istituzionalmente per la prima volta dalla Legge n.308 del 1982. Nel 1991 viene emanata la Legge n.10 con la quale la figura dell`EM viene definita come `Responsabile per la conservazione e l`uso razionale dell`energia` e l`obbligo di nomina viene esteso a tutti gli Organismi pubblici e privati, compresa la P. A.  Il corso, nato per rispondere a queste esigenze, durerà trenta ore e sarà tenuto da docenti FIRE, ENEA approfondendo nell’arco di cinque giornate, le tematiche sviluppate nei 10 moduli del corso on-line gratuitamente accessibile al sito http://www.e-quem.enea.it. Gli argomenti trattati saranno accompagnati da specifici Case Studies ed al termine delle lezioni è previsto un esame di valutazione finale il cui esito positivo, darà diritto al rilascio dell’attestato.  Il corso, che si presenta unico nel suo genere, mira a fornire le basi per operare come Energy manager ed è adatto in particolare ad amministrazioni pubbliche, consorzi, agenzie per l’energia, ordini e collegi professionali interessati a fornire ai propri dipendenti o iscritti delle conoscenze specifiche nel settore dell’energia,  laureandi e neolaureati, interessati a lavorare nel settore dell’energia;  liberi professionisti e consulenti, interessati a offrire prestazioni professionali anche nel settore dell’energia.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Efficienza energetica e fonti rinnovabili

Posted by fidest press agency su martedì, 19 Mag 2009

Scade il 25 maggio 2009 il “Bando per il finanziamento di progetti di ricerca finalizzati a interventi di efficienza energetica e all’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile in aree urbane”, emanato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione Salvaguardia Ambientale. Lo stanziamento ammonta a 10 milioni di euro. Il bando finanzia la realizzazione di studi e progetti di ricerca per la realizzazione d’interventi nei seguenti settori: Incremento dell’efficienza energetica e utilizzo delle fonti di energia rinnovabile; Produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno da fonti di energia rinnovabile; Interventi sui sistemi di locomozione ed infrastrutture dedicate, per il miglioramento della qualità ambientale in aree urbane. Possono presentare domanda di contributo imprese associate, anche in forma temporanea. L’associazione deve comprendere enti pubblici di ricerca la cui quota di partecipazione non sia superiore al 50%. In via facoltativa, l’associazione di imprese potrà comprendere anche associazioni di categoria, agenzie energetiche locali, Energy Service Company (ESCO), agenzie, enti o istituti preposti alla comunicazione, informazione e formazione in materia ambientale, enti pubblici. I progetti finanziati dovranno essere caratterizzati da elevata replicabilità e dalla possibilità di un rapido trasferimento dei risultati all’industria per l’attuazione degli interventi stessi. Il costo complessivo ammissibile di ogni singolo progetto presentato dovrà essere: non inferiore ai 300mila euro e non superiore a 3 milioni di euro.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Architettura sostenibile nella Regione Alpe Adria

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 aprile 2009

architetturaWeissensee (Carinzia) Austria 4 e venerdì 5 giugno 2009 –  Nasce una nuova piattaforma per l’architettura sostenibile nella Regione Alpe Adria. Dopo il successo della prima edizione, che ha visto la partecipazione di più di 200 persone provenienti dall’Austria, Nord-Italia e Slovenia, ritorna Tri Alpe Adria, il convegno internazionale dedicato all’efficienza energetica. Una “due giorni” che ha tutte le premesse per diventare un punto di incontro per architetti, ingegneri, funzionari pubblici, imprenditori che operano nell’ambito dell’architettura sostenibile all’interno della Regione Alpe Adria. Relatori di fama internazionale provenienti da Germania, Austria, Slovenia ed Italia, specializzati nel settore del riscaldamento, del raffrescamento e dell’aerazione si confronteranno sulle tematiche dell’efficienza energetica ed in particolare sul tema della casa passiva. Per trasferire ai partecipanti le esperienze maturate localmente nell’ambito dell’edilizia sostenibile, sono inoltre previste delle visite guidate ai migliori esempi di edifici ecocompatibili progettati in Carinzia, che saranno presentati in loco dagli architetti autori dei singoli progetti. L’appuntamento di Weissensee vuole quindi dare avvio ad un progetto ambizioso, programmando una nuova e reale politica di cooperazione attraverso la creazione di una piattaforma nel campo dell’edilizia sostenibile e così diventare un contesto ideale all’interno dell’area Alpe Adria dove scambiarsi esperienze ed opinioni, avviare opportunità di sviluppo e di business, incontrare potenziali partner ed allacciare nuovi contatti commerciali (foto architettura)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mutuo verde

Posted by fidest press agency su sabato, 11 aprile 2009

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha studiato una particolare forma di mutuo che viene proposta a condizioni agevolate per l’acquisto e l’installazione di impianti solare termico e solare fotovoltaico, caldaie che utilizzano biomasse e caldaie a condensazione, caldaie ad alto rendimento, impianti di geotermia e/o minicogenerazione, valvole termostatiche per il controllo della temperatura, impianti elettrici con impiego di dispositivi per il controllo dei consumi, dispositivi per il controllo dell’acqua potabile, impianti di depurazione, chiarificazione e recupero acque e impianti per il riciclaggio di materiali inquinanti. Ma anche per il rifacimento tetti, facciate a cappotto, sostituzione finestre e/o infissi per l’ottimizzazione dell’efficienza energetica, l’isolamento/coibentazione per il risparmio energetico, la rimozione coperture o tetti in amianto, l’abbattimento fumi o nebbie oleose, la creazione di cabine e rivestimenti per abbattimento dei livelli sonori. Nonché l’acquisto o conversione degli automezzi a Gpl e metano e l’installazione del filtro antiparticolato sugli automezzi a gasolio. Il mutuo dedicato viene proposto su tutto l’importo dell’investimento effettuato (fino ad un massimo di 50mila euro per i privati e 250mila euro per le aziende, gli enti e le associazioni), senza alcuna spesa di istruttoria e senza spese di incasso della rata mensile.  Per i privati il tasso di interesse indicizzato all’euribor a 3m 365 giorni con uno spred di 0,75 p.p.; fisso a 10 anni con uno spred di 1,00 p.p.  Il finanziamento ad aziende, enti e associazioni per un mutuo ipotecario è indicizzato all’euribor a 3m 365 giorni con uno spred di 1,00 p.p.; fisso Irs a 10 anni con uno spred di 1,00 p.p.. Per il mutuo chirografario, il tasso di interesse è indicizzato all’euribor a 3m 365 giorni con uno spred di 1.50 p.p.; fisso: Irs di periodo con uno spred di 1.5 p.p

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ online il sito per abbattere costi ed emissioni

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2009

Operare in regime di efficienza energetica significa essenzialmente ottenere gli stessi prodotti e servizi con meno energia e quindi con minor impatto sull’ambiente e minori costi, sia per le aziende sia per il sistema Paese. I motori applicati nell’industria assorbono infatti più del 50% del consumo elettrico in Italia ed oltre il 75% del consumo nel settore industriale. Devono quindi costituire il target principale nei programmi di efficienza energetica. Questa esigenza è molto sentita dalle Imprese in un momento, come quello attuale, di congiuntura economica critica. Particolarmente opportuna si rivela dunque l’iniziativa di Confindustria ANIE che, all’indirizzo web http://www.anie-efficienzaenergetica.it, ha reso da oggi consultabile un sito Internet appositamente dedicato al tema dell’Efficienza Energetica. Per migliorare l’efficienza energetica negli usi finali è necessario far ricorso a tecnologie che riducano l’impiego di energia primaria, a parità di servizio energetico, e che trovano applicazioni in differenti settori. Tra le tecnologie più rilevanti ai fini del risparmio energetico rientrano sia i Motori ad alta efficienza sia i variatori di velocità (Inverter). I numeri parlano chiaro: è stato calcolato che con l’utilizzo di un Inverter il risparmio energetico effettivo è compreso tra il 20 ed il 50% (mediamente è del 35%) rispetto ai sistemi tradizionali, mentre nel passaggio all’utilizzo di un motore ad alta efficienza energetica si giunge a risparmiare circa il 10% di energia. In Italia però solo il 10% dei possibili utilizzatori di tali tecnologie ne fa effettivamente tesoro. Considerato che nel ciclo di vita di un motore ad alta efficienza il costo di acquisto rappresenta molto meno del 5% dei costi totali, attraverso un minimo investimento iniziale è possibile ottenere notevoli risparmi. L’efficienza energetica dei motori è un tema all’ordine del giorno anche nell’Unione Europea: in una recente riunione del Comitato normativo per l’Ecodesign infatti, gli Stati membri dell’UE hanno espresso il loro sostegno a nuove regole per ridurre il consumo di energia dei motori. Dette regole permetterebbero di risparmiare l’equivalente del consumo annuo di energia elettrica in Svezia. La nuova normativa dovrebbe creare 40.000 nuovi posti di lavoro e garantire un risparmio di energia elettrica di 9 miliardi di euro entro il 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi: fondi UE per l’efficienza energetica nell’edilizia

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 aprile 2009

Fino al 4% del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale potrà essere utilizzato per cofinanziare, in tutti gli Stati membri e in tutte le regioni UE, investimenti per l’efficienza energetica nell’edilizia, come la posa di doppi vetri e pannelli solari e la sostituzione di vecchie caldaie. E’ quanto prevede un regolamento adottato dal Parlamento che, a fronte della crisi economica, intende promuovere la creazione di posti di lavoro e il raggiungimento degli obiettivi sui cambiamenti climatici.  Secondo l’attuale regolamento, il FESR sostiene già interventi nel settore dell’edilizia abitativa, compresa l’efficienza energetica, ma solo per i nuovi Stati membri e a diverse condizioni. In sostanza, il FESR può essere usato esclusivamente per le parti comuni di un edificio (o l’edificio intero in caso di edilizia popolare) in zone urbane disagiate. I deputati accolgono quindi con favore la proposta di estendere a tutti gli Stati membri e a tutte le regioni dell’UE la possibilità di investire, con il cofinanziamento comunitario, in misure a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili nell’edilizia abitativa.   Più in particolare, il FESR potrà essere utilizzato per cofinanziare piani nazionali, regionali o di enti locali per l’installazione, ad esempio, della doppia vetratura, dell’isolamento delle pareti e dei pannelli solari nelle abitazioni, o per sostituire le vecchie caldaie con altre più efficienti dal punto di vista energetico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »