Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘elettrica’

Cingolani: prossimo trimestre bolletta elettrica aumenta 40%

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2021

Secondo il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, il prossimo trimestre la bolletta elettrica aumenterà del 40%.”Un aumento di tale portata, se fosse davvero confermato, sarebbe letale per famiglie e imprese. Per una famiglia tipo sarebbe equivalente a 247 euro su base annua” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.”Un rincaro così astronomico sarebbe un serio freno alla ripresa economica, innalzando i costi delle imprese e gravando pesantemente sulle tasche delle famiglie, con effetti deleteri sulla ripartenza dei consumi” prosegue Vignola. “Governo e il Parlamento devono comunque porre subito rimedio, decidendo di destinare i proventi delle aste di mercato dei permessi di emissione di CO2 all’abbassamento delle bollette, eliminando gli oneri di sistema oramai superati, come quelli per la messa in sicurezza del nucleare o le agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario, spostando sulla fiscalità generale gli altri, come gli incentivi alle fonti rinnovabili, che ora invece finiscono in fattura” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diffusione della mobilità elettrica in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 marzo 2021

Elettrificazione della flotta aziendale, soluzioni integrate per la ricarica dei veicoli elettrici e una piattaforma di monitoraggio dei caricatori installati. Sono queste alcune delle attività che rientrano nella partnership tra Enel X e Novartis, nata per promuovere la diffusione della mobilità elettrica in Italia. Enel X è la global business line del Gruppo Enel che progetta e sviluppa soluzioni incentrate sui principi di sostenibilità ed economia circolare, per fornire a persone, comunità, istituzioni e aziende un modello alternativo che rispetti l’ambiente e integri l’innovazione tecnologica nella vita quotidiana; Novartis, tra le maggiori aziende farmaceutiche a livello globale e leader dell’innovazione nel settore, è impegnata nella protezione dell’ambiente e nella gestione sostenibile delle risorse naturali, una componente essenziale della propria responsabilità d’impresa. L’accordo sui progetti di mobilità elettrica è parte di una collaborazione più ampia tra le aziende, nata nel 2019 con la firma di un protocollo d’intesa che ha portato alla recente presentazione dello studio ‘Le città del futuro – ambiente e salute per città più sostenibili e inclusive’, anche in relazione alla diffusione del Covid-19.
Enel X si occuperà dell’elettrificazione della nuova sede di Milano di Novartis in costruzione a Piazza Gae Aulenti e delle altre sedi italiane dell’azienda, installando le infrastrutture della gamma Juice: le stazioni di ricarica pubblica JuicePole, da 22kW + 22 kW e le nuove JuiceBox, da 22kW per la ricarica della flotta aziendale. I collaboratori Novartis, inoltre, usufruiranno di una soluzione integrata all inclusive che comprende la dotazione di un veicolo elettrico o ibrido, l’installazione della JuiceBox domestica nel garage della propria abitazione e la possibilità di accedere ad un’ampia rete di ricarica in Italia, in Europa e presso le sedi di Novartis, tramite l’App JuicePass di Enel X. Per la gestione di tutte le operazioni di ricarica della flotta aziendale e per il monitoraggio e la gestione delle stazioni Juice installate presso le sedi, Novartis potrà accedere inoltre al portale JuiceNet Manager di Enel X. In aggiunta alle soluzioni tecnologiche Enel X metterà a disposizione del personale di Novartis il proprio know-how nel settore dell’e-mobility attraverso sessioni di training specifiche per conoscere meglio i servizi per la mobilità elettrica pensati per l’azienda e le ultime novità dell’intera filiera della mobilità elettrica.
Oltre alla carbon neutrality, il Gruppo Novartis punta a raggiungere anche, entro il 2030, la plastic neutrality e la water neutrality, nell’ambito di piano globale di medio periodo per la sostenibilità nel quale l’Italia è pienamente coinvolta. In ognuna delle sedi Novartis nel nostro paese sono state adottate misure in grado di migliorare sensibilmente le performance ambientali: a Origgio si è per esempio già raggiunto l’obiettivo dell’eliminazione dell’uso della plastica monouso in ambito alimentare; la nuova sede centrale dell’azienda, sarà ospitata in un edificio, in fase di completamento a Milano, a elevata efficienza energetica; l’insediamento produttivo di Torre annunziata (Na) ha in programma investimenti orientati all’acquisto di nuovi macchinari a basso impatto ambientale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto: Mobilità elettrica

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

In Italia ci sono più di 19.300 punti di ricarica elettrica in 9.700 stazioni aperte al pubblico. Di queste, 8 su 10 sono in aree pubbliche (nelle strade, per esempio) e il restante 20% su terreni privati con accesso pubblico (parcheggi, supermercati, centri commerciali…). Nel 2020 è stato installato il 40% in più di questi sistemi, numeri che continueranno a crescere nel 2021. Oltre la metà di questi punti di ricarica si trova nel Nord del Paese. Il Lazio è una delle regioni più impegnate con 1.700 punti ricarica; solo dietro alla Lombardia che ne ha 3.300, Piemonte con duemila, Emilia-Romagna con oltre 1.800. Anche Veneto e Toscana ne hanno 1700.Tra i migliori posti per ricaricare i veicoli elettrici ci sono sicuramente i parcheggi. Quando si passeggia in città, si fa shopping, si va in centro per un appuntamento, ci si sposta per lavoro o per incontrare gli amici si parcheggia la macchina e allo stesso tempo si ricarica. Una volta ripresa l’auto, la sua autonomia sarà di nuovo al massimo. Secondo i dati forniti da https://parclick.it azienda leader in Europa per la prenotazione di parcheggi online, il 32% dei parcheggi italiani ha già dei sistemi di ricarica per auto elettriche. Le regioni con più punti sono Lazio, Lombardia, Campania, Toscana, Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte. E le singole città con più punti sono Roma, Milano, Firenze e Napoli.Ci sono diversi tipi di veicoli elettrici:
Ibridi Funzionano con due motori: uno a combustione principale (benzina o diesel) e uno elettrico. In questo caso la batteria si ricarica quando l’auto rallenta, quindi queste auto non hanno bisogno di stazioni di ricarica.
Ibridi plug-in Anche questi veicoli hanno un motore a combustione e un motore elettrico. La differenza con le auto ibride è che il motore elettrico ha la priorità. La batteria si ricarica quando l’auto rallenta ma può anche essere collegata a una fonte esterna di energia elettrica e questo rende più facile guidare il 100% del tempo con il motore elettrico rispetto a un’auto ibrida tradizionale.
100% elettrico.Sono veicoli che funzionano solo con l’elettricità. Hanno uno o più motori elettrici, quindi batterie ricaricabili con più capacità. Per queste auto le stazioni di ricarica sono essenziali e indispensabili, anche se le batterie durano più a lungo visto che non c’è un motore a combustione per supplire nel caso in cui il motore elettrico si scarichi. Le auto elettriche rappresentano un mercato in crescita. Secondo i dati dell’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri (UNRAE), i veicoli elettrici rappresentano già lo 0,7% delle nuove immatricolazioni in Italia, una cifra che sembra piccola ma è superiore a quella del 2019. Inoltre, da gennaio a novembre 2020 gli acquisti di ibridi plug-in sono aumentati di 20 volte nonostante con la pandemia sia stato un anno difficile per i produttori di auto. Infatti, gli ibridi (ibridi plug-in e non plug-in) sono stati gli unici veicoli che hanno registrato vendite maggiori nel 2020 rispetto all’anno precedente. A livello europeo, nell’ultimo anno, delle auto vendute una su cinque era ibrida o elettrica.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: il noleggio guida la svolta elettrica

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

Il settore del noleggio veicoli si conferma nel 2020 il principale acquirente di vetture elettrificate in Italia: nei primi 9 mesi dell’anno quasi 2 auto alla spina su 5 sono state acquistate da società di noleggio. Per accelerare il rinnovo del nostro parco circolante, servono oggi misure di incentivo all’acquisto dei veicoli usati di ultima generazione, in grado di raggiungere le fasce di popolazione che non riescono a comprare il nuovo.Sono questi i principali dati e le proposte che emergono dall’analisi ANIASA, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, diffusa oggi sulle immatricolazioni di vetture elettriche ed ibride nel nostro Paese.Nei primi 9 mesi del 2020 le società di noleggio (a lungo e breve termine e in car sharing) hanno immatricolato 5.229 vetture ibride plug-in (PHEV + Rex: +225% vs le 1.611 dello stesso periodo del 2019) e 6.132 elettriche (BEV: +125% vs 2019). Un vero e proprio boom per queste nuove alimentazioni, pur in una fase di forte contrazione del mercato del noleggio, dovuta agli effetti diretti prodotti dalla pandemia: la crisi del turismo (in particolare di quello proveniente dall’estero), le restrizioni alla mobilità cittadina che hanno duramente impattato sull’auto condivisa e l’incerto quadro economico che ha frenato la mobilità aziendale.Il noleggio si conferma quindi protagonista assoluto degli acquisti di vetture elettrificate con una quota di immatricolazioni che sale al 42% delle ibride plug-in e al 35% delle elettriche. Quasi 4 auto elettrificate su 10 vendute nel nostro Paese sono immatricolate da società di noleggio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si amplia l’offerta Consip di energia elettrica alle PA

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2020

È stata bandita la nuova gara per la fornitura di energia elettrica alle PA, per un totale – compresi gli eventuali incrementi contrattuali – di circa 17,6 Terawattora (TWh), pari alla quasi totalità della domanda pubblica Italiana annuale di elettricità (ca. 19 TWh, fonte Terna).La Convenzione “Energia Elettrica ed. 18” è suddivisa in 16 lotti geografici più il lotto “Italia”, per un valore stimato a base d’asta di circa 2 miliardi di euro.Il lotto “Italia” – riservato alle PA con diversi “punti di prelievo” dislocati sul territorio e consumi rilevanti – consentirà di gestire la fornitura con un unico contratto, tramite un singolo interlocutore dedicato.La Convenzione avrà una durata di 12 mesi e offre alle PA la possibilità di scegliere tra fornitura a prezzo fisso, con durata di 12 o 18 mesi, o a prezzo variabile, con durata di 12 o – per la prima volta – 24 mesi.I corrispettivi delle forniture a prezzo variabile sono aggiornati mensilmente in base ai prezzi rilevati nella borsa elettrica italiana, mentre i corrispettivi a prezzo fisso sono determinati secondo un algoritmo di wave mensili ancorate all’EEX – European Energy Exchange (Borsa europea dell’energia).Sarà inoltre possibile attivare l’Opzione Verde, al fine di ottenere la certificazione della fornitura da sole fonti rinnovabili tramite Garanzia di Origine (GO).Le amministrazioni potranno quindi usufruire della più grande negoziazione di energia elettrica d’Italia riservata alle PA, con procedure di acquisto completamente smaterializzate. Avranno inoltre la garanzia di utilizzare un contratto con prezzi e condizioni prestabilite e trasparenti, verificate anche attraverso ispezioni per rilevare la conformità delle prestazioni contrattuali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia: Tutelare gli impianti di produzione elettrica e termica

Posted by fidest press agency su sabato, 11 aprile 2020

“In un momento così delicato per il nostro Paese, anche noi vogliamo dare il nostro contributo mettendo in campo le competenze professionali dei nostri associati. Proprio per questo, chiediamo al Governo che vengano mantenute operative tutte le attività della filiera che permette ai nostri impianti di produrre energia elettrica per gli italiani” dichiara Simone Tonon, Presidente di EBS – Associazione Energia Biomasse Solide.Il DPCM 22 Marzo 2020, infatti, inserisce tra le attività essenziali non solo la produzione di energia elettrica – individuando inequivocabilmente il codice ATECO 35 per il settore – ma anche le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività riportate nell’elenco ATECO, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali. Questa formulazione, però, per via della peculiarità del settore biomasse, sta creando non pochi problemi all’attività degli operatori coinvolti nella filiera di approvvigionamento del settore. L’Associazione, che proprio nei giorni scorsi ha scritto al Presidente del Consiglio Conte e ai Ministri Bellanova, Lamorgese e Patuanelli, chiede di introdurre nell’elenco già in vigore, i codici ATECO dei fornitori che erogano servizi funzionali all’attività produttiva ed in particolare la filiera di fornitura del combustibile, e, tra gli altri, evidenzia: codice 02, silvicoltura e utilizzo di aree forestali; codice 16.1, taglio e piallatura del legno; codice 46.73.10, commercio all’ingrosso di legname, semilavorati in legno e legno artificiale.“È importante intervenire per fare chiarezza sul fatto che tutta la filiera di produzione debba rientrare tra le attività consentite così da scongiurare qualsiasi tipo di problema dell’operatività dei nostri fornitori, attività che coinvolge oltre 5mila lavoratori. Il nostro servizio, la produzione di energia elettrica, che gode peraltro della priorità al dispacciamento nella rete di trasmissione nazionale, si poggia sulla filiera di approvvigionamento del combustibile, biomasse solide, e sulla filiera dei servizi necessari al mantenimento in efficienza del sistema produttivo, ovvero il personale di esercizio, la manutenzione, la fornitura dei prodotti e ricambi accessori alla produzione, la movimentazione dei materiali per la produzione di energia e l’evacuazione dei residui dei processi di produzione di energia. Quello che vogliamo evitare in tutti i modi – conclude Tonon – è l’esaurimento a breve della materia prima con conseguente blocco degli impianti di produzione di energia elettrica e termica”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Mobilità elettrica in sharing

Posted by fidest press agency su domenica, 8 dicembre 2019

Helbiz, si è aggiudicata la licenza per 12 mesi del District Department of Transportation (DDOT) per operare come gestore di un servizio di e-bike freefloating a Washington D.C. Dopo la licenza ottenuta solo due giorni fa a Milano che ha una durata di 18 mesi la società è stata selezionata fra una moltitudine di candidati per l’attenzione finora dimostrata ai temi della sicurezza e dello sviluppo responsabile, nonché per il suo approccio innovativo in termini di tecnologia e investimenti sulla formazione e la crescita del proprio staff. L’azienda porterà in strada la sua flotta di quasi 2.000 biciclette elettriche a Washington D.C. a partire dal 1° gennaio 2020 mentre a Milano l’avvio dell’operatività della flotta di 750 monopattini è atteso per la prossima settimana non appena saranno concluse le verifiche sui mezzi da parte delle autorità competenti.In qualità di nuovo membro della comunità di Washington D.C., Helbiz si impegnerà a supportare la crescita dell’economia locale come fa per ogni apertura di una nuova città in cui opera. L’azienda offrirà opportunità di carriera per tutti i migliori talenti locali interessati a lavorare nel settore della micromobilità e aprirà un ufficio e un magazzino in città per gestire le operazioni su strada, la ricarica dei mezzi, la manutenzione e l’assistenza in modo diretto e immediato grazie ad un team a tempo pieno. Helbiz, inoltre, negli Stati Uniti come qui da noi, prevedrà attività dedicate ad accrescere il coinvolgimento della cittadinanza su tutte le tematiche riguardanti la guida sicura di questi nuovi mezzi elettrici. Il debutto del servizio di e-bike a Washington D.C. si inserisce in un contesto di crescente bisogno di servizi di mobilità sostenibile all’interno delle città più importanti del mondo. Dopo aver portato i suoi monopattini elettrici a Miami e le prime e-bike a Roma – le novità più recenti – Helbiz ha scelto di candidarsi a Washington per rispondere alle richieste del sindaco Bowser e del DDOT di aiutare il comune a sviluppare servizi innovativi e sicuri per i cittadini.Novità anche per quanto riguarda le tariffe: per i cittadini a basso reddito di Washington D.C., Helbiz offrirà un programma di accesso speciale con corse gratuite illimitate fino a 30 minuti a tutti i residenti del distretto con un reddito pari o inferiore al 200% delle linee guida federali sulla povertà. Mentre a Milano, il servizio tanto amato nei suoi primi mesi di sperimentazione dello scorso anno sarà disponibile ad un pezzo più basso in quanto non ci sarà più il costo allo sblocco.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia: aumento del +2,6% per l’energia elettrica e del +3,9% per il gas

Posted by fidest press agency su sabato, 28 settembre 2019

L’ARERA ha comunicato l’aggiornamento delle tariffe di energia elettrica e gas relative al II trimestre 2019: +2,6% per la luce e +3,9% per il gas. Alla luce di tale andamento una famiglia-tipo sosterrà, nell’anno corrente, un costo di 559 euro per l’energia elettrica e di 1.107 euro per il gas. “Casualmente, come ogni inverno, in vista del maggior consumo di gas per il riscaldamento, le tariffe aumentano. Un trend su cui il Governo dovrebbe far luce, dal momento che si ripete ciclicamente ogni anno.” – dichiara Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori.Aumenta anche la tariffa per l’energia elettrica, su cui ancora gravano improponibili oneri di sistema, vere e proprie tasse occulte, attraverso le quali vengono scaricati sulle bollette i costi per gli incentivi alle fronti energetiche rinnovabili, per le agevolazioni destinate alle imprese energivore e alle ferrovie e per lo smantellamento delle centrali nucleari. Per questo torniamo a chiedere una revisione complessiva degli oneri di sistema e della tassazione in bolletta, improntata all’equità ed all’eliminazione di voci ormai obsolete.È urgente, inoltre, dare risposte ai cittadini che si trovano in condizioni di vulnerabilità o povertà energetica. Si tratta, infatti, di un fenomeno in allarmante crescita nel nostro Paese: sono molte le famiglie che si trovano in condizione di non poter più sostenere i costi delle utenze domestiche. Proprio per questo le modalità di accesso dei bonus per gas, energia elettrica e acqua devono diventare automatiche: abbiamo ricevuto finora solo rassicurazioni in questo senso, ora è il momento di intervenire concretamente, traducendo tali intenzioni in provvedimenti, reali e operativi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incentivi produzione energia elettrica da fonti rinnovabili: le novità dal 2015

Posted by fidest press agency su martedì, 30 dicembre 2014

energiaFirenze Negli ultimi mesi sono state definite con diversi decreti ministeriali alcune novità sull’erogazione e sull’entità delle incentivazioni di cui godono gli impianti che producono energia elettrica da fonti rinnovabili, dai fotovoltaici a quelli eolici, idrici, a biomassa, etc.
Per gli impianti solari fotovoltaici a dimensione domestica (di circa 3kW di potenza) la novità più grossa è la nuova metodologia di pagamento degli incentivi che parte da fine 2014, mentre non dovrebbe scattare alcun ridimensionamento degli incentivi stessi. Nonostante una normativa del 2013 lo prevedesse (Dl 145/2013), infatti, il decreto ministeriale attuativo ha scelto di non colpire questi impianti ma bensì quelli che producono energia elettrica da fonti rinnovabili DIVERSE dal fotovoltaico (eolica, biomasse, idrica, etc.). Per questi ultimi scatta una rimodulazione degli incentivi con opzione da parte del proprietario da esercitarsi entro il 17/2/2015.
Un ridimensionamento graduale delle tariffe incentivanti ci sarà anche, dal 2015, per gli impianti solari fotovoltaici di grosse dimensioni, (superiori a 200 kW), non di interesse diretto del cittadino/consumatore.Novità anche per il sistema dello scambio sul posto e in generale in termini di semplificazione amministrativa (un modello unico per le comunicazioni inerenti la realizzazione di impianti dirette ai Comuni, ai gestori o al GSE). Non ancora attuata invece la possibilità di cedere gli incentivi prevista dal Dl 91/2014 all’art.26. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Mala elettricita” italiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 novembre 2010

La centrale Enel Gualdo Cattaneo di Bastardo (Umbria),  rea di assolvere onorevolmente al suo compito – quello di fornire energia elettrica agli Italiani – rischia la chiusura produttiva che, oltre a impoverire il sistema di energia preziosissima (perché prodotta a costi competitivi grazie al carbone), priverà del posto di lavoro quasi duecento Lavoratori. Gli esiti della procedura di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) sembrano scontati: i nuovi limiti che si vorrebbero imporre all’impianto potrebbero essere irraggiungibili.  Con buona pace del sistema elettrico del centro Italia, dei Consumatori e dei Lavoratori! La “Gualdo Cattaneo” è solo l’ultima delle Centrali elettriche italiane finite nel mirino della solita ipocrisia ambientalista nostrana. Un copione ormai standardizzato, quello che va in scena in Umbria: movimenti di opinione, pregiudizialmente contrari a qualsiasi insediamento produttivo, avviano una campagna di pressione politica, sui media e tra le ignare Comunità locali che, inevitabilmente, condiziona gli iter autorizzativi. La vicenda dell’impianto Enel di Bastardo è, nel panorama delle inefficienze del sistema elettrico italiano, uno dei tanti esempi di assenza di programmazione, in un Paese che paga l’energia elettrica il 30% in più del resto d’Europa, importa il 15% di energia prodotta dal nucleare francese, ha il parco di generazione più efficiente d’Europa e continua a illudersi che eolico e fotovoltaico (tra l’atro altrettanto difficili da autorizzare e realizzare) sia la soluzione dei problemi energetici italiani.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Richard Bryant, Peter Ackroyd London

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 agosto 2010

Elettrica, coinvolgente, in continua evoluzione, Londra è una magica coincidenza degli opposti. Un luogo in cui convivono la severa cupola della cattedrale di St. Paul e la mole in vetro e acciaio del Canary Wharf, il grattacielo più alto di tutto Regno Unito. Londra è come tante città in una sola. Seguendo il corso del Tamigi, Richard Bryant ci conduce attraverso un teatro di immagini, dove passato e presente si amalgamano. Dal bucolico West End fino al postmoderno East End, le sue spettacolari fotografie  catturano ogni aspetto e atmosfera della capitale inglese. Uno splendido volume in edizione deluxe, con oltre 200 meravigliose fotografie inedite di un maestro dell’imagine. Euro: 89,00 Pagine: 256 Ean: 9788841862766 In libreria il 14 ottobre
Richard Bryant è un fotografo di architettura tra i più conosciuti e stimati del Regno Unito. Le sue immagini sono state in mostra alla Royal Academy e il RIBA (Royal Institute for British Architects) ha selezionato numerosi scatti dal suo repertorio per conservarli come testimonianza nei suoi archivi permanenti. Vive e lavora a Londra.
Peter Ackroyd è unanimemente ritenuto uno dei grandi scrittori inglesi viventi. Dotato di uno spiccato interesse per la storie e la cultura di Londra, è autore di monumentali biografie di personaggi illustri come Charles Dickens e William Blake e ha pubblicato romanzi storici di grande successo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi volti: Claudia Spitoni in arte Lusya

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2010

Claudia Spitoni, in arte Lusya, ha sempre sognato di cantare, sin da bambina. Ma il destino, prima di poter realizzare quel sogno, l’ha posta di fronte a molte difficoltà. Prima di tutto la perdita dei genitori. E’ stata la scomparsa della madre prima e del padre poi, quando aveva solo 18 anni, a costringerla ad affrontare la vita, con tutte le sue difficoltà sino a quando è riuscita a trovare il riscatto, una speranza, in una mano tesa verso di lei.  La sua vita, da incubo, si è trasformata in sogno. Un sogno in lingua francese. E’ in Francia, infatti, che ha cominciato a cantare ma ha anche inciso il primo cd in lingua italiana “Elettrica”, etichetta Afre Music. Distribuzione Edel. Undici tracce pop rock con una tendenza ad approfondire e spaziare verso sonorità  elettroniche e vintage che le permettono di sperimentare con la sua voce alla ricerca di nuove sfumature. Lusya approda a questo primo cd italiano dopo aver vissuto delle esperienze personali particolarmente dolorose: (claudia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 9 Comments »

Consumi energia elettrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2010

I dati sui consumi di energia elettrica sono molto efficaci per descrivere l’andamento delle attività economiche. Valevano poco le dichiarazioni verbali dei rappresentanti del governo, lo scorso anno, se confrontati con gli impietosi bollettini mensili redatti dalla società che si occupa del dispacciamento e della distribuzione dell’energia elettrica in alta tensione (Terna). Alla fine, a conti fatti, è emerso che nel 2009 i consumi elettrici sono tornati ai valori del 2003. Ieri Confcommercio ha segnalato, attarverso i suoi indicatori, che la debole ripresa dei consumi di inizio anno 2010 è già terminata e che siamo tornati a consumare meno. I dati di Terna di maggio confermano questa situazione. Rispetto al maggio 2009 c’è un debole aumento (rettificato) dello 0,6% che significa che abbiamo consumato 25.960 GWh (miliardi di chilowattora),  poco piu’ di quanto consumammo nel mese di maggio 2002 (25.821,8 GWh), meno del maggio 2003 (26.314 GWh).
Di positivo è da registrare la continua crescita della corrente prodotta con sole e vento: nei primi cinque mesi del 2010 piu’ 46% per l’eolico e piu’ 29% per il fotovoltaico (3.897 i GWh prodotti congiuntamente). In termini congiunturali il valore destagionalizzato dell’energia elettrica richiesta a maggio 2010 ha fatto registrare una variazione negativa rispetto al mese precedente (-0,5% rispetto ad aprile 2010), rendendo il profilo del trend dei consumi elettrici stazionario. Il 2010 si conferma dunque come un anno di grandi difficoltà per le imprese di generazione elettrica. Basterebbe chiedere qual’ è la situazione a qualsiasi capocentrale di un impianto termoelettrico per sentirsi rispondere che la maggioranza delle centrali è ferma o lavora al 50% o al 25% delle potenzialità.  Per farlo sorridere basterebbe chiedere la sua opinione sulla possibilità di costruire nuove centrali nucleari…

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ascensori ecologici per Deutsche Börse

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2009

ThyssenKrupp Elevator si è aggiudicata il prestigioso contratto per la fornitura di 15 ascensori presso la nuova sede di Deutsche Börse a Eschborn (Germania). L’edificio di 92 metri a forma cubica, per un totale di 53.000 metri quadrati, ospiterà uffici, sale riunioni e numerose aule conferenza; al suo centro un atrio in vetro salirà dal piano terra sino al 24° e ultimo piano. Dodici ascensori ThyssenKrupp Elevator saranno installati attorno a questo elemento centrale, quattro dei quali saranno panoramici, con una struttura in vetro. Altri sistemi di elevazione saranno installati nella cucina e nel garage adiacente, che avrà una capienza di circa 320 auto. Nel rispetto dell’ecosostenibilità dell’edificio, la maggior parte degli ascensori saranno dotati di dispositivi di rigenerazione. L’energia generata durante la frenata sarà restituita alla rete elettrica per essere riutilizzata. Ciò consente un abbattimento del consumo d’energia del 30 percento rispetto ai modelli standard, oltre alla riduzione delle emissioni di CO2. Alcune cabine ascensori, inoltre, avranno un’illuminazione a LED a basso consumo che, rispetto alle normali lampadine, consuma il 90 percento di energia in meno e vanta una maggiore durata. Anche il Destination Selection Control (DSC) prodotto e installato da ThyssenKrupp Elevator agevolerà il risparmio energetico: I passeggeri selezioneranno il piano desiderato sul display touch screen del terminale posto all’esterno dell’ascensore e questo sistema intelligente di selezione della destinazione indicherà loro l’ascensore disponibile, riducendo così i tempi di attesa, i viaggi a vuoto e le inutili fermate, con un minore consumo d’energia. I primi dipendenti del Gruppo Deutsche Börse, una delle più importanti organizzazioni borsistiche al mondo, si trasferiranno nella nuova sede a partire dall’estate 2010.
ThyssenKrupp Elevator Italia è una divisione di ThyssenKrupp Elevator AG una delle società leader a livello mondiale nel settore ascensoristico, rappresentata da oltre 800 sedi in più di 60 paesi. Con circa 43.000 dipendenti, ha generato vendite per un valore di oltre 4,9 miliardi di euro nell’anno fiscale concluso il 30 settembre 2008. La gamma di prodotti comprende sistemi elevatori per il trasporto di persone, scale e tappeti mobili, montacarichi, ponti di imbarco per gli aerei, e servizi a valore aggiunto per ogni tipologia di prodotto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »