Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘elie wiesel’

In ricordo di Elie Wiesel

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2016

Elie WieselRoma Giovedì 14 luglio 2016 Ore 19 Giardini del Tempio Maggiore. La Fondazione Museo della Shoah promuove e organizza l’evento in memoria di Elie Wiesel che si terrà giovedì 14 giugno ai Giardini del Tempio Maggiore di Roma. “In ricordo di Elie Wiesel” per ricordare il testimone, lo scrittore, lo studioso, l’uomo che ha raccontato al mondo intero l’orrore la Shoah.
In un dialogo tra Mario Venezia (Presidente della Fondazione Museo della Shoah) e Maurizio Molinari (Direttore de La Stampa) si parlerà della figura di Wiesel, della sua testimonianza e di come tramandare la memoria alle future generazioni quando i testimoni diretti della Shoah non ci saranno più.
La morte di Elie Wiesel è una grande perdita per l’umanità intera, ci pone di nuovo di fronte alla questione di come dobbiamo tramandare la memoria della Shoah quando i testimoni diretti dell’orrore non ci saranno più – spiega Mario Venezia -. Quando purtroppo viene a mancare un sopravvissuto alla Shoah, al dolore per la scomparsa di una persona cara, si aggiunge lo sgomento per la perdita di un supporto forte, importante, fondamentale. Quando incontriamo i sopravvissuti, sempre più anziani, a volte malfermi, ci prodighiamo per aiutarli per sostenerli. Nella realtà, sono loro che sostengono noi, che per nostra fortuna non abbiamo subito ciò che loro hanno subito ed affrontato. Sono loro che hanno mantenuto il coraggio di vivere e dare la vita, di raccontare l’inenarrabile. Lo hanno fatto dopo che hanno perso tutto ciò che di caro avevano e forse anche qualcosa di più. E noi, i fortunati ignari di esserlo, non dobbiamo perdere la riconoscenza per tutto ciò che hanno voluto e saputo darci, a volte con un premio Nobel a volte con un semplice sguardo affettuoso.
Siamo noi, oggi, figli dei testimoni, ad avere il compito di raccontare alle future generazioni e al mondo intero, ciò che è stato. Una memoria che tramandiamo attraverso le parole che abbiamo ascoltato per tutta la vita.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »