Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘eliminazione’

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 novembre 2016

Roma 25 novembre (Aula Magna del Rettorato, via Ostiense 159, ore: 14:30), Sara Di Pietrantonio, che nell’ateneo frequentava i corsi del Dipartimento di Studi Aziendali, sarà ricordata con la premiazione della studentessa del terzo anno del suo stesso corso di laurea con la migliore carriera universitaria. Consegneranno il riconoscimento i genitori di Sara.
Parteciperanno all’iniziativa, organizzata dal Comitato Unico di Garanzia di Roma Tre, docenti di Roma Tre esperti sul tema degli studi di genere e sulla prevenzione della violenza contro le donne, la Consigliera nazionale di parità, Francesca Bagni Cipriani, e il Sostituto Procuratore del Tribunale dell’Aquila, Fabio Picuti.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eliminazione slot machine un bluff?

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 settembre 2016

slot machinesL’eliminazione delle slot machine da bar, tabaccherie ed esercizi commerciali, rischia di essere un “bluff”, un annuncio spot finalizzato ad ottenere facili consensi in vista del referendum costituzionale. Lo afferma il Codacons, commentando l’annuncio del Premier Matteo Renzi sulle novità in materia di giochi.“Temiamo si tratti solo di una trovata pubblicitaria, e il nostro timore è dovuto al fatto che l’apposito Osservatorio sul gioco d’azzardo, di cui il Codacons fa parte, non ha potuto visionare alcun atto relativo all’eliminazione delle slot machine dagli esercizi pubblici – spiega il presidente Marco Maria Donzelli – Abbiamo dovuto addirittura presentare apposita istanza d’accesso per conoscere le novità in materia, nonostante l’Osservatorio abbia proprio il compito di aiutare il Governo nell’adozione di misure a tutela dei giocatori. Tutto ciò mentre il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio è immobile su gioco, fumo e droga”.
Sono 2.111 i malati di gioco d’azzardo patologico assistiti nel 2014 dalle Asl lombarde e nel 2015 i casi sarebbero raddoppiati. Tre milioni di euro per finanziare 68 progetti contro la ludopatia su tutto il territorio regionale, che hanno coinvolto 1.542 soggetti, tra cui oltre 700 Comuni, 258 associazioni del terzo settore, 319 tra scuole, parrocchie, centri anziani, 45 associazioni professionali, 15 associazioni per la tutela dei consumatori. E, ancora, 540 corsi di formazione organizzati in collaborazione con gli esercenti, con oltre 12.000 attestati rilasciati.In ogni caso se davvero si arriverà all’eliminazione di videopoker e slot in bar, tabaccherie e d esercizi commerciali, il risparmio per lo Stato potrebbe raggiungere quota 7 miliardi di euro, pari ai costi sociali prodotti dalla dipendenza da gioco in Italia. Il Codacons presenta richiesta formale all’Assessore Regionale Beccalossi e al Comune di Milano chiedendo di anticipare l’eliminazione delle slot da bar e tabaccherie.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eliminazione banconote di grosso taglio

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2016

“E’ molto importante continuare a chiedere l’eliminazione delle banconote di grosso taglio, come ha fatto oggi il presidente dell’ABI, Antonio Patuelli, a margine del convegno sulla lotta al riciclaggio. I grossi tagli sono poco utili per le necessità lecite mentre estremamente utili per le attività criminali. Si tratta di un problema che va risolto a livello globale. Nel 2011 UNOCD (United Office on Drugs and Crime) ha stimato in 2,1 trilioni di dollari il volume dei crimini finanziari nel mondo legati all’utilizzo del contante, voce che non comprende l’evasione fiscale e la corruzione. Nel 2014 Forbes ha pubblicato una classifica sulle 10 principali organizzazioni terroristiche: al 10 posto si trova l’IRA con un giro d’affari di 50 milioni di dollari l’anno ma al primo posto è ormai l’ISIS che fa girare oltre 2 miliardi di dollari l’anno attraverso vendita di petrolio, rapimenti, estorsione, rapine in banca e altre attività tutte legate solo al contante. Possiamo discutere se sia meglio eliminare del tutto oppure solo in parte le banconote, ma è un fatto incontrastabile che ogni attività criminosa non è realizzabile senza enormi quantitativi di contante”. (Geronimo Emili, presidente CashlessWay) (Copyright © 2016 CashlessWay, Global Hub for ePayment Culture, All rights reserved.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Imu è andata in porto

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 agosto 2013

“Grande soddisfazione per i provvedimenti approvati dal Consiglio dei ministri su Imu e Cig. Il governo Letta-Alfano fa sul serio.Con l’eliminazione dell’Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole per tutto il 2013, e con l’esclusione di prima casa e terreni e fabbricati agricoli dalla Service Tax federalista che entrerà in vigore dal 2014, l’economia italiana riprende a respirare.Dopo la depressione del 2012, quando con l’introduzione dell’Imu si sono bloccati i consumi, la produzione, gli investimenti, si sono creati oltre 150.000 disoccupati (solo nel settore delle costruzioni) e il Pil si è ridotto fino a -2,8%, oggi finalmente, riducendo la pressione fiscale di oltre 4 miliardi di euro, l’Italia può tornare a crescere.Allo stesso modo, gli stanziamenti per la Cassa integrazione in deroga consentono al governo di gestire la coda della crisi economica e occupazionale che ci attanaglia ormai da anni.Il tutto senza mettere le mani nelle tasche degli italiani, senza l’introduzione di nuove tasse, ma con risorse derivanti da tagli di spesa e altre operazioni virtuose, come l’anticipo dei pagamenti dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni.Bene il governo: le decisioni di oggi pongono le basi per una nuova fase economica, che troverà nella Legge di Stabilità 2014-2016 ulteriori misure virtuose, volte alla crescita e allo sviluppo. Per un’Italia che affronta con forza e fiducia il futuro”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Assotutela: “Dopo eliminazione Cartaceo Regione Lazio si proceda con Ricette On Line”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 aprile 2012

Siamo piacevolmente colpiti dall’annuncio dell’Assessore alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici della Regione Lazio On. Luca Malcotti sull’eliminazione del cartaceo, a partire dal 2013, informatizzando tutto l’Assessorato che produrrà un notevole risparmio economico, ma soprattutto si offrirà un servizio migliore ai cittadini semplificando ed obbligando i diversi uffici dislocati sul territorio ad uniformare le procedure. Questo processo di sburocratizzazione e snellimento delle procedure deve essere presa da esempio in tutto il nostro paese; il passo successivo deve essere l’informatizzazione sulle prescrizioni delle ricette per le prestazioni sanitarie o farmaceutiche. Lo comunica in una nota il Segretario dell’Associazione per la tutela del cittadino Assotutela Pietro Bardoscia.
Da svariati mesi stiamo lottando affinché si proceda al solo utilizzo delle ricette on line, concentrandosi, almeno come prima fase sperimentale, sulle prescrizioni dei farmaci. Conosciamo bene le difficoltà iniziali che possono nascere con il passaggio dal sistema cartaceo a quello telematico, ma nessuno può obiettare gli innumerevoli vantaggi e risparmi che ciò produrrebbe.E’ necessario tuttavia che le Istituzioni si assumano,una volta per tutte, il coraggio di adottare queste scelte – conclude Bardoscia – non facendosi intimidire da chi, per mille motivi, è contrario a questa innovazione.(fonte Ufficio Stampa Assotutela)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federalismo: La solita bufala

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

“Questa riforma garantirà che una parte consistente delle risorse rimangano sul territorio che le ha prodotte”. Cosi la dichiarazione del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a proposito della proposta sul federalismo. Un’altra bufala, come quella della riforma forense che doveva liberalizzare il settore e invece si e’ tornati al corporativismo integrale, dopo quel minimo che si era fatto con la eliminazione delle tariffe minime. Come gia’ detto il cosiddetto federalismo portera’ all’aumento delle tasse locali, infatti e’ stata sbloccata la quota dell’addizionale comunale Irpef che i municipi si affretteranno ad applicare. C’e’ poi l’imposta di soggiorno che fa gola ai Comuni con forte afflusso turistico. Chi si esimera’ dall’applicarla? Si sposta inoltre il prelievo dai proprietari di case alle imprese e ai lavoratori autonomi e i tributi erariali sul trasferimento degli immobili che dovevano scomparire, invece, rimangono e i Comuni otterranno una compartecipazione al gettito. Insomma, il presidente Berlusconi e’ un bravo venditore. Di fumo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grande fratello: class action per Massimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2011

“Devono essere rimborsati i soldi spesi dai consumatori per votare sulla riammissione nella casa del Grande fratello del concorrente Massimo Scattarella”. E’ questa la richiesta di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), motivata dalle numerosissime segnalazioni di telespettatori disgustati dalla decisione di Mediaset: durante la puntata andata in onda ieri lunedì 10 gennaio, infatti, con decisione senza precedenti, proprio l’editore del “Grande Fratello 11”, programma in onda su Canale Cinque, è intervenuto in diretta con un comunicato ufficiale per sancire l’eliminazione di tre concorrenti che si sarebbero macchiati durante questa edizione di alcune espressioni blasfeme.Tuttavia tra questi concorrenti l’editore ha ritenuto di dover includere anche Massimo Scattarella, concorrente che era stato escluso nella passata edizione, ma che era stato riammesso solo una settimana fa, in seguito alla votazione del pubblico che si era espresso grazie al televoto per la sua riammissione. “La decisione dell’editore -prosegue Dona- oltre ad essere discutibile dal punto di vista regolamentare, non essendosi il concorrente Scattarella macchiato di nuovi comportamenti scorretti, lede l’interesse di tutti i consumatori che hanno partecipato solo una settimana fa al televoto”. “Evidentemente -secondo l’avv. Dona- tanto quelli che si sono espressi favorevolmente, tanto coloro che hanno espresso il loro televoto per negare la riammissione del concorrente, sono stati ingannati: nessuno di loro avrebbe espresso il proprio voto, e dunque investito il proprio denaro, se solo avesse potuto immaginare che sarebbe stato annullato a causa della decisione dell’editore Mediaset”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Province: no eliminazione, sì città metropolitane

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

“Bisogna riordinare le competenze degli Enti locali, assicurando le necessarie istituzioni di snodo tra la Regione e il Comune”. Lo ha detto il Segretario generale dell’AICCRE Emilio Verrengia nel corso dell’iniziativa dell’Unione Province Italiane (UPI) che si è tenuta ieri a Catania.  Lo stesso Governo, ha rimarcato Verrengia, “non ha messo in discussione l’utilità delle Province, anzi ha rafforzato il dialogo con il sistema delle Autonomie locali e si è detto disponibile ad un tavolo di concertazione con l’UPI, l’ANCI e la Conferenza delle Regioni per discutere delle riforme del Sistema”. Il Dirigente dell’AICCRE, che è anche capo della Delegazione italiana del CPLRE, ha anche sostenuto l’avvenuto rafforzamento di quest’ultima per “garantire una maggiore presenza degli Enti territoriali italiani nel vivo del dibattito europeo”.  Il Segretario generale aggiunto dell’AICCRE ha, altresì, ringraziato il Presidente dell’UPI Giuseppe Castiglione che “sta svolgendo un ruolo fondamentale e di respiro europeo in questa fase complessa di transizione” che comprende anche il dibattito sul federalismo.  Quest’ultimo per Verrengia è la cura per colmare il distacco tra cittadini ed istituzioni. Lo Stato centralizzato è, infatti, ormai inadeguato ed inefficiente rispetto alla nuova governance. Per questo noi pensiamo – ha ricordato – che sarebbe necessario riformare la Pubblica Amministrazione in senso federale: rafforzare le Assemblee elettive degli Enti locali e regionali; attuare il federalismo fiscale e finanziario con adeguati meccanismi di perequazione; istituire il Senato federale formato esclusivamente da eletti regionali e locali; istituire il “Bicameralismo regionale” con la formazione dei Consigli delle autonomie a latere dei Consigli regionali; realizzare in concreto il principio della sussidiarietà, per dare efficienza, legittimazione e responsabilità ai vari livelli istituzionali”.
“Il federalismo cui noi auspichiamo, dunque, è sicuramente solidale e sostanziale non soltanto tributario. Per attuarlo – ha sottolineato il dirigente dell’AICCRE – bisogna, però, abbandonare la retorica che spesso accompagna il dibattito sulle riforme istituzionali e cercare invece una fortissima e convergente volontà politica”.
L’Aiccre è la Sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (Ccre), Associazione che raggruppa gli amministratori di oltre 100.000 enti territoriali in 26 paesi dell’Unione europea, dell’Europa centrale e orientale e di Israele. Il Ccre si è costituito a Ginevra nel gennaio 1951 ed è dal 5 maggio 2004 la Sezione europea della CGLU (Città e governi locali uniti)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Censura Internet

Posted by fidest press agency su domenica, 2 Maggio 2010

Il tribunale di Viterbo (dott.ssa Testa Piccolomini) ha rigettato la richiesta di oscuramento del forum Aduc “Di’ la tua” dal titolo “Megatrends pomezia” fatta a febbraio del 2010 dalla societa’ Megatrends. Questo forum, al pari di tutti gli altri, raccoglie le esperienza di alcuni consumatori che si sono trovati ad avere a che fare con questa societa’, parte dei quali raccontando esperienze negative.Gli avvocati della Megatrends hanno chiesto non solo l’eliminazione dei commenti negativi ma addirittura la chiusura dell’intero forum per evitare qualsiasi dibattito sul loro operato.
L’Aduc si e’ difesa -avvocati Claudia Moretti ed Emmanuela Bertucci- non tanto e non solo per la vicenda in se’ o per prendere posizione sulle vicende dello specifico forum, ma per affermare il diritto dei consumatori a confrontarsi e scambiare liberamente opinioni. Con questa ordinanza il Tribunale di Viterbo ha accolto le nostre ragioni. In primo luogo ha chiarito come il direttore e responsabile di un sito web non puo’ rispondere degli spazi che mette a disposizione, nonche’ dello scambio e del confronto fra i partecipanti ai forum; accogliendo cosi’ la recente sentenza della Cassazione (n. 10535/2009) (2). Solo chi singolarmente interviene, nel caso, sarebbe responsabile per i propri scritti. Il giudice ha paragonato il forum ad ogni altro spazio commerciale, ove si parla apertamente: “…ad alcuno verrebbe in mente di ritenere il titolare dell’esercizio commerciale responsabile di eventuali affermazioni oltraggiose o calunniose espresse dagli avventori in una discussione in corso tra loro..”. Non solo, ma ha chiarito che l’epurazione parziale dei forum, in termini di eliminazione delle cose “sgradite” alla societa’, creerebbe una stortura inaccettabile: “…[..]..Peraltro, ogni forma di controllo o censura esterna non potrebbe che avere l’effetto di snaturare la finalita’ ed il senso stesso dello strumento”. Nell’ordinanza, infine, si legge che non vi e’ alcuna diffamazione in atto e si ribadisce il pieno diritto degli utenti ad esprimersi anche in termini critici e negativi. Siamo di fronte ad un provvedimento importante che risponde con fermezza a tutti coloro che vorrebbero mettere a tacere i consumatori, imbavagliare Internet e censurare il libero scambio di idee, esperienze e opinioni. Una nota finale per evidenziare come, in materia, ci sia diffusa incertezza tant’e’ che, come spesso accade, e’ la giurisprudenza che colma contraddizioni e vuoti legislativi. Gli avvocati della societa’ Megatrends, per “andare sul sicuro”, hanno utilizzato anche argomentazioni pubblicate sul nostro sito, traendole da memorie di altre aziende che chiedevano sempre la chiusura di un forum e a cui un giudice fiorentino aveva dato ragione… ma gli è andata male.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma. Sovrapprezzo tariffe Taxi

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Il Tar l’aveva abolita ma si continua ad applicare. Ci riferiamo al sovrapprezzo di due euro, oltre la tariffa ordinaria, dovuta da coloro che salgono sui taxi in servizio alla stazione Termini.  L’insegna con l’indicazione  del costo aggiuntivo troneggia ancora sul marciapiede della maggiore stazione della capitale. E’ quanto ci è segnalato da alcuni passeggeri che ci hanno chiesto i motivi ti tale supplemento. La novita’, si fa per dire, e’ che dal mese scorso il Tar del Lazio aveva annullato l’ordinanza con la quale si disponeva l’addizionale di 2 euro. Il supplemento era legato all’obbligo di turni fissi che imponevano, a rotazione, la presenza di un certo numero di taxi presso la stazione Termini. Non ci risulta che i turni fissi ci siano ancora, motivo ulteriore di eliminazione della sovrapprezzo. In attesa che si faccia una nuova ordinanza sulle tariffe, sollecitiamo il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a ordinare la dovuta vigilanza affinche’  la decisione del Tar sia rispettata e a disporre la rimozione del cartello con le vecchie tariffe aggiuntive. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo Ddl sull’obesità

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 marzo 2010

Stop alle barriere architettoniche per le persone obese; un restyling degli standard di progettazione degli uffici pubblici e dei mezzi di trasporto, rigorosamente a prova di obesità, nonché altri interventi finalizzati a favorire l’integrazione sociale e lavorativa dei pazienti obesi. Questi i principali pilastri del primo disegno di legge a tutela delle persone affette da obesità grave, approdato nella Commissione Igiene e sanità di Palazzo Madama. Il provvedimento «parte dalla definizione di obesità grave e dal suo riconoscimento quale oggettiva condizione di handicap – spiega in una nota Mauro Cutrufo, vicesindaco di Roma e senatore del Pdl – Prevede poi una serie di interventi finalizzati ad assicurare l’integrazione sociale e lavorativa dei pazienti obesi, come l’eliminazione delle barriere architettoniche, la modifica degli standard di progettazione degli uffici pubblici, dei mezzi di trasporto e l’adeguamento delle strutture e degli strumenti diagnostici terapeutici di ospedali pubblici e cliniche. Infine – aggiunge il senatore del Pdl, primo firmatario del provvedimento – si prevedono programmi di ricerca specifici sull’obesità e di informazione sulla corretta alimentazione, che consentano un’azione di prevenzione a partire dai piani di studio nella scuola dell’obbligo».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Massimo scoperto. Come difendersi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

Roma Piazza S. Giovanni In Laterano  40 14 gennaio 2010 – ore 11.00  (presso sede Agenzia stampa Econews e Web consumatori) Conferenza stampa di Adiconsum, Adoc e Lega consumatori Le nuove “Commissioni di Massimo Scoperto”: come difendersi. Come segnalato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a Governo, Parlamento e Banca d’Italia, i nuovi meccanismi adottati dalle banche a seguito dell’eliminazione per legge della Commissione di Massimo Scoperto, hanno generato nuove commissioni con costi anche di 15 volte superiori alla vecchia CMS. Di fronte a queste nuove commissioni Adiconsum, Adoc e Lega Consumatori, hanno elaborato alcune proposte da sottoporre al Parlamento e alcune istruzioni ai consumatori per evitare e contestare tali nuovi e ulteriori costi, che verranno presentati nel corso della conferenza stampa di Giovedì 14 Gennaio. Intervengono:• i presidenti di Adiconsum, Adoc e Lega Consumatori • i responsabili dei Centri Giuridici di Adiconsum, Adoc e Lega Consumatori Sono stati invitati ad intervenire: i Presidenti della Commissione Finanze della Camera, dell’Antitrust, dell’Abi.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »