Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘embargo’

Debate on the budgetary challenges and the current migration situation with Commissioners Georgieva and Avramopoulos

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2015

immigratiOn 27 October, the Civil Liberties Committee and the Budgets Committee will have a joint meeting to discuss the current state of play on the budgetary challenges and the current migration situation with the Commissioner responsible for Budget and Human Resources, Kristalina Georgieva, and the Commissioner for Migration, Home Affairs and Citizenship, Dimitris Avramopoulos.The Commissioners will present additional measures in response to the refugee crisis not foreseen in the Commission’s initial draft budget proposal for 2016. These include increased emergency funding for the most affected Member States, additional funding for Frontex, EASO and Europol, as well as increased humanitarian funding. The proposal also covers support measures for the agricultural sector following the extension of the Russian embargo.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiat: attività antisindacale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2010

La Corte di appello di Torino ha dato ragione a  SdL intercategoriale, ora Unione Sindacale di Base Lavoro Privato, condannando il comportamento antisindacale di FIAT, in quanto a Mirafiori si rifiutava di effettuare il pagamento mensile delle quote sindacali in favore di SdL/USB tramite cessione di credito da parte dei propri iscritti. Ancora una volta la FIAT ha tentato di discriminare il sindacato di base, colpendolo con una sorta di  “embargo” economico che ne ostacolasse la rappresentatività in fabbrica. Ma il Lingotto ha fatto male i suoi conti: nonostante il boicottaggio i lavoratori sono rimasti iscritti a SdL/USB. USB esprime la sua soddisfazione per la sentenza e ringrazia in modo particolare le lavoratrici e i lavoratori di Mirafiori, i quali hanno fattivamente contribuito a mantenere in vita un’organizzazione sindacale che ha dimostrato di svolgere il suo ruolo di vera controparte e non ha mai accettato ricatti e contratti a perdere.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gaza: Save the Children

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 giugno 2010

Immediato stop all’embargo sugli aiuti e sul movimento delle persone: per 780.000 bambini le condizioni sono drammatiche E’ l’appello dell’organizzazione internazionale, presente a Gaza anche con un progetto finanziato dalla Cooperazione italiana Save the Children è profondamente colpita e scioccata dalla morte di alcune delle persone a bordo della Free Gaza Movement Flotilla. Questa tragedia non fa altro che confermare l’assoluta e urgente necessità di porre fine all’embargo su Gaza che mette a rischio la sopravvivenza di 780.000 bambini palestinesi che non possono contare su sufficiente cibo, acqua e medicine. Le forti restrizioni da parte di Israele sull’entrata ed uscita di beni e persone a Gaza- ormai in essere dal 2007 –  fa sì che tre quarti della popolazione palestinese, ovvero oltre 1.100.000  tra adulti e bambini dipendono per la loro sopravvivenza dagli aiuti alimentari. E finché permarrà questo blocco alle frontiere di Gaza, la salute e l’equilibrio psicologico dei minori palestinesi saranno ulteriormente danneggiati con possibili devastanti conseguenze per loro stessi e il futuro della regione. Continua Jasmine Whitbread: “Israele e l’Egitto debbono consentire pieno accesso dentro e fuori Gaza per beni e persone ed è responsabilità della comunità internazionale assicurare la fine immediate dell’embargo. Le vite di centinaia di migliaia di bambini dipendono da questo”.
Save the Children lavora a Gaza dal 1973 fornendo cibo, acqua, assistenza medica, istruzione e supporto psicologico ai bambini. Solo nell’ultimo anno, dopo l’operazione israeliana Piombo fuso, l’organizzazione ha portato soccorso  a più di 358.300 persone, di cui oltre 200.600 bambini.
Save the Children Italia, in particolare, ha avviato quest’anno un progetto finanziato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo, per la protezione e il recupero di bambini e adolescenti di  Qarara e Khoza’a, tra le zone più colpite dalle attività militari. Oltre 1.000 i minori direttamente beneficiari del progetto

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Embargo armi alla Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) si appella ai Ministri degli esteri europei affinché non pongano termine all’embargo alla vendita di armi alla Cina. La fine dell’embargo non è assolutamente giustificato da un reale miglioramento della situazione dei diritti umani in Cina. Dopo i recenti e inauditi verdetti giudiziari contro dissidenti uiguri e tibetani, l’annullamento dell’embargo costituirebbe un segnale sbagliato che rinfrancherebbe le autorità cinesi nell’uso arbitrario delle leggi e nella sistematica violazione delle convenzioni internazionali sui diritti umani. Porre termine all’embargo alla vendita di armi a un paese che così massicciamente viola i diritti umani è semplicemente immorale per qualunque paese aspiri a diventare membro permanente del Consiglio di Sicurezza della Nazioni Unite, come p.es. l’Italia e la Germania. Nasce inoltre il sospetto che l’annullamento dell’embargo serva a garantirsi il voto favorevole della Cina presso il Consiglio di Sicurezza, sulla pelle delle migliaia di persone perseguitate in Cina. L’embargo era stato imposto nel 1989 in seguito al massacro di piazza Tienanmen in cui persero la vita centinaia di sostenitori del movimento democratico. Porre fine all’embargo significherebbe onorare il persistente rifiuto della Cina a perseguire i responsabili del bagno di sangue di Tienanmen e di riabilitare le vittime. A tutt’oggi i parenti delle vittime innocenti subiscono minacce e aggressioni da parte delle autorità poiché chiedono solamente di poter ricordare pubblicamente i loro cari.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »