Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘emblema’

La pittura e l’emblema

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2011

Roma 1° febbraio 2011 ore 11.30, Complesso del Vittoriano Sala Zanardelli Ingresso Piazza Ara Coeli. Intervengono: Mauro Cutrufo, Vicesindaco di Roma Duccio Trombadori, Critico d’arte e Curatore della Mostra La mostra “La pittura e l’emblema”, di Mario Russo ospitata al Complesso del Vittoriano dal 2 al 25 febbraio 2011, vuole rendere omaggio a Mario Russo, nato a Napoli nel 1925, a undici anni dalla scomparsa ripercorrendo l’intero suo cammino umano e artistico attraverso un centinaio di olii realizzati dagli anni ’50 fino alla fine degli anni ’90. Maschere, clown, arlecchini, eleganti figure femminili, paesaggi, fiori, conchiglie e ritratti – tra cui Moravia, Croce, De Gaulle, Ungaretti, Nenni, Paolo VI – passano al vaglio realista e visionario del pittore trasformandosi in una pittura che ottiene l’effetto di un caleidoscopio simbolico del mondo e della vita contemporanea. “Incastonati come preziosi cammei (tanto i volti che i calici dei fiori, tanto gli attori in maschera quanto gli alberi battuti dal vento, tanto le belle donne ingioiellate quanto i parchi in tumulto tra gruppi marmorei) passano al setaccio dello sguardo pubblico le immagini confezionate da Mario Russo, il realista visionario che allestisce uno spettacolo trasfigurante e ininterrotto della commedia umana dove la pittura diventa metafora ed emblema della vita.” (Duccio Trombadori). La mostra, che si avvale del Patrocinio del Comune di Roma, della Provincia di Roma – Assessorato alle Politiche culturali -, della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport – ed è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia, è a cura di Duccio Trombadori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eugenio Bennato: Brigante se more

Posted by fidest press agency su sabato, 25 settembre 2010

(Coniglio editore) pp. 224 – € 14.00 Dal 7 ottobre 2010 in tutte le librerie.  Eugenio Bennato, fondatore del celebre movimento Taranta Power e accurato ricercatore della musica del Sud, inforca la penna per scrivere la storia di una ballata, quella scritta insieme a Carlo D’Angiò, divenuta oramai un inno per migliaia di giovani legati al mondo della musica folk e popolare. Brigante se more, composta su commissione nel 1979 per lo sceneggiato L’eredità della Priora di Anton Giulio Majano, ha fatto conoscere a tutti la storia dell’emigrazione e del brigantaggio, raccontando la ribellione della gente meridionale all’invasione piemontese del 1860, ma è diventata anche l’emblema di tante altre storie di ribellione e lotta e non asservimento alla retorica di Stato. Il brano si è diffuso a macchia d’olio risvegliando questioni tenute in poco conto nelle stanze della storiografia ufficiale, tanto che qualcuno ha confusamente insinuato il dubbio che la canzone sarebbe stata scritta un secolo prima, non si sa dove e non si sa da chi, e sono nate dispute e controversie infinite circa la sua “reale” appartenenza. Sull’onda di queste polemiche non documentate, Bennato ha deciso di descrivere dettagliatamente il percorso umano e creativo che lo ha portato alla composizione di Brigante se more, interfacciandosi anche con i suoni e i rituali del Sud di ieri e di oggi e approfondendo, in un viaggio a ritroso tra terre impervie e soleggiate, l’affascinante e triste storia di alcuni tra i più combattivi briganti di fine Ottocento: Ninco Nanco, Carmine Crocco, Michelina De Cesare, personaggi dall’anima pura e implacabile che, vivendo le loro vite di battaglia e rapina, segnarono profondamente le divisioni e le lotte che sarebbero venute in quella che ancora conosciamo come Questione meridionale.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Cristo di Romero

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

Il 24 marzo ricorre il trentesimo anniversario dall’uccisione di Óscar Arnulfo Romero y Galdámez.  Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador dal 1977 al 1980,  è divenuto l’emblema della chiesa profetica che si sacrifica per annunciare il vangelo di Gesù, nella sua integralità, ai poveri, ai sofferenti, agli oppressi. Lontano da un lavoro biografico, questo libro vuol ricordare Romero attraverso i suoi scritti, in particolare attraverso le ricchissime omelie, dove troveremo anticipati e accennati temi, che solo in seguito la cristologia contemporanea ha sviluppato. Ne emerge il grande valore attribuito al Gesù storico, mai staccato da quello della fede. Il vescovo di San Salvador visse nel periodo del regime militare,  in tempi di grande conflittualità e violenza. Un regime che schiacciava ogni minima e giusta rivendicazione di libertà ed equità, in un momento in cui la tentazione di tutti, anche dei credenti, era di unirsi alla guerriglia per respingere con la rivolta armata la violenza istituzionale che schiacciava ogni protesta legittima. La sua figura continua ad essere ricordata e amata, nonostante il trascorrere degli anni, la Chiesa lo riconosce come “Servo di Dio” ed è in atto il processo di beatificazione. Un riconoscimento ecclesiale del valore indelebile della sua parola e della sua testimonianza al servizio della chiesa stessa e dei poveri, nei quali egli vedeva il volto del Cristo sofferente. Romero non è mai stato un teologo, era un vescovo-pastore ma la sua riflessione sulla parola di Dio, e quindi la cristologia sottesa ai suoi scritti può essere preziosa per un annuncio ancora attuale del mistero di Cristo nel nostro tempo. (Antonio Agnelli)
Antonio Agnelli, è presbitero della Diocesi di Cremona. Dottore in Teologia insegna Introduzione alla Teologia presso l’Università Cattolica, sede di Cremona. Ha pubblicato alcuni testi divulgativi sulla teologia dell’America Latina e sul rapporto fede e cristologia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sempre Gabriella

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2009

17 aprile, ore 11.00  Sala della Protomoteca – Campidoglio l’On. Alessandro Cochi promuove l’incontro per illustrare le iniziative messe in atto dal Comune di Roma per ricordare Gabriella Ferri, emblema della canzone popolare capitolina e simbolo della romanità – sarà presentato il libro curato da Pino Strabioli “Gabriella Ferri Sempre”. Intervengono: Umberto Broccoli, sovrintendente Beni Culturali e Archeologici Comune di Roma Federico Mollicone, presidente Commissione Cultura Comune di Roma Pino Strabioli, giornalista e scrittore Luigi Gino Iacobelli, editore del volume “Gabriella Ferri Sempre” Anna Maria Cerioni, sovrintendenza Comunale Seva Borzak jr, figlio di Gabriella Ferri Maria Teresa Ferri, sorella di Gabriella Ferri Enrico Montesano, attore. Modera l’incontro Francesco Certo, giornalista

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »