Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘emendamento’

Fp Cgil: salta emendamento per assunzioni in Sanità

Posted by fidest press agency su sabato, 2 febbraio 2019

“Una nuova ‘manina’ fa saltare dal dl semplificazioni l’emendamento dello stesso governo che si proponeva di eliminare il tetto di spesa per le assunzioni del personale del Servizio sanitario nazionale, il famigerato -1,4% sulla spesa del personale del 2004”. A denunciarlo è la Funzione Pubblica Cgil Nazionale, nel sottolineare come “la manina rappresenti un accanimento particolare nei confronti delle misure che riguardano il Servizio Sanitario Nazionale e la sua messa in sicurezza”.Per la Fp Cgil si tratta di “un fatto gravissimo ma che non sorprende, dato che l’abolizione di quel provvedimento viene annunciato ad ogni varo di provvedimento normativo salvo non essere adottato mai. Quella che pare evidente è la spregiudicatezza e la leggerezza con cui viene trattato un tema così delicato come quello del turnover in sanità, che tocca la vita di centinaia di migliaia di professionisti che operano tutti i giorni con carichi di lavoro pesantissimi e che si sentono, giustamente, presi in giro da troppo tempo, blanditi a parole e colpiti ogni volta coi fatti. La situazione, anche a seguito dei pensionamenti programmati, è destinata a peggiorare ulteriormente nel giro di poche settimane”.
La Funzione Pubblica Cgil sottolinea che “è bene che i cittadini siano consapevoli di quanto sta accedendo, perché al di là delle parole vuote dei ministri Grillo e Buongiorno, il Servizio sanitario continua ad essere pesantemente attaccato, anche da questo Governo, con un depauperamento continuo di risorse umane e materiali e questo processo d’impoverimento è quello che ogni giorno le persone pagano sulla propria pelle con liste d’attesa più lunghe, meno operatori a disposizione, personale più stanco”.Per noi, osserva la categoria dei servizi pubblici della Cgil, “il Ssn è un patrimonio che, invece, va difeso e rilanciato come strumento di equità e di garanzia del diritto costituzionale alla salute; per noi è urgente un piano straordinario di assunzioni che si occupi concretamente di immettere nel Servizio sanitario nazionale giovani professionisti perché una sanità di qualità, senza personale, non può esistere. Per questo è il momento di costruire risposte e argini al processo di sgretolamento che anche questo Governo favorisce, alimentando un mercato privato che disegna una sanità sempre più diseguale, sempre più ingiusta. Per quanto ci riguarda lo faremo ogni giorno, a partire dal valorizzare il tema della sanità all’interno delle rivendicazioni che porteremo nella grande manifestazione unitaria che Cgil Cisl Uil hanno proclamato per sabato 9 febbraio”, conclude la Funzione Pubblica Cgil.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Decreto Semplificazioni, spunta l’emendamento che tiene i docenti fermi 5 anni

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Tutti gli insegnanti, una volta di ruolo, non potranno cambiare scuola per i primi cinque anni e dovranno pure permanere nella stessa tipologia di posto e classe di concorso: lo prevede, al fine di raggiungere un ipotetico miglioramento della continuità didattica, un emendamento dei relatori al dl Semplificazioni, estendendo «al personale docente ed educativo di ogni ordine e grado di istruzione» e quindi valgono anche per la scuola dell’infanzia le misure oggi in vigore per gli insegnanti delle superiori. La proposta, di cui oggi parla anche la stampa nazionale, è stata depositata ma non ancora approvata. Tuttavia si teme, creando allarme nella categoria, che la proposta possa essere allargata addirittura al personale di ruolo, andando in questo modo a sovrastare pure le attuali norme contrattuali sulla mobilità. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): La continuità didattica non si ottiene così, peraltro impedendo il ricongiungersi agli affetti. E siccome il diritto al lavoro non può negare quello alla famiglia, visto che è una prerogativa che riguarda perfino i militari, annunciamo sin d’ora che porteremo in tribunale ogni norma che impedisca la libera circolazione dei docenti.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra: “salta l’emendamento ‘ammazza-riciclo’ sull’End of Waste”

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 dicembre 2018

“Esprimo grande apprezzamento per la scelta del Ministro Sergio Costa di far, un passo indietro ritirando l’emendamento End of Waste ‘ammazza-riciclo’ dalla manovra.Questa scelta dimostra intelligenza e sensibilità politica da parte del Ministro.
Con tutte le associazioni che rappresentano le diverse filiere del riciclo ci aspettiamo ora a breve un ‘tavolo di confronto’ presso il Ministero per definire insieme in modo efficace la soluzione normativa per il problema End of Waste da inserire il prima possibile in un provvedimento”.Così Andrea Fluttero, Presidente FISE UNICIRCULAR (Unione Imprese dell’Economia Circolare), da mesi impegnata nella battaglia per l’End of Waste, ha commentato la scelta del Governo di eliminare dalla Manovra l’emendamento che inchiodava le autorizzazioni degli impianti di riciclo, anche quelle già rilasciate, a un decreto sul recupero rifiuti di ben 20 anni fa, non tenendo conto dell’innovazione tecnologica maturata, o a ulteriori decreti ancora di là da venire.“Questo risultato”, prosegue Fluttero, “è davvero un segnale positivo del Ministro Costa alle tantissime imprese serie che da anni lavorano nel settore del riciclo ed è di buon auspicio per costruire un metodo efficace e condiviso con il quale scrivere nei prossimi mesi il recepimento del pacchetto delle direttive europee sull’economia circolare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ecotassa. Ciriani (FdI): FdI al Senato presenterà emendamento per abolizione

Posted by fidest press agency su sabato, 8 dicembre 2018

“Fratelli d’Italia non accetterà che gli italiani siano gravati da nuove tasse. Al Senato presenteremo subito un emendamento per abolire l’ecotassa. Dopo le imprese e i professionisti tartassati e spremuti con la fatturazione elettronica per pagare il reddito di cittadinanza, non consentiremo che, in nome di un falso ambientalismo, si mettano le mani nelle tasche degli italiani che, per necessità, decidono di acquistare un’utilitaria. Rispetteremo il mandato che gli elettori di centrodestra ci hanno dato votando il nostro programma, che prevedeva di ridurre la pressione fiscale e di far ripartire i consumi. E già mercoledì 12 saremo con Giorgia Meloni in piazza a Roma, davanti al Parlamento, per dire ‘no’ alla fatturazione elettronica”. Lo dichiara il presidente dei senatori di Fratelli d’Italia, Luca Ciriani.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge di bilancio: Emendamento Anief per accordare il salario minimo di cittadinanza ai dipendenti pubblici

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Il giovane sindacato chiede di dirottare 4,8 dei 6,8 miliardi previsti nel Fondo per il reddito minimo di cittadinanza ai 3,3 milioni di dipendenti della pubblica amministrazione, al fine di ancorare i loro stipendi base all’inflazione cresciuta nell’ultimo decennio di 4,5 punti rispetto agli aumenti preventivati. I 540 euro lordo Stato e lordo dipendente, infatti, già previsti dalla stessa manovra economica per il 2019, pur sbloccando l’indennità di vacanza contrattuale, non tengono conto dell’aumento del costo della vita registrato dal 2010. Con tale modifica, scrive il sindacato nella motivazione della modifica di cui si è fatto tramite, “si dispone il riallineamento degli stipendi attraverso l’integrale recupero, in percentuale, del tasso di inflazione reale certificato dall’Istat, superiore al 20%”.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emendamento del governo sulle sigarette elettroniche

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

sigaretta-elettronica.png“L’emendamento del Governo sulle sigarette elettroniche che aumenta la tassazione e conferma il divieto di vendita online è la dimostrazione che in questo paese la logica clientelare domina rispetto l’idea di promuovere la libera iniziativa e l’innovazione” – afferma con una nota l’associazione Campagne Liberali, da tempo in prima linea nella battaglia per garantire un futuro al mercato delle sigarette elettroniche che ora rischiano di scomparire dall’Italia.
“Il dibattito intorno a questa legge di stabilità ha dimostrato la volontà della maggior parte dei parlamentari e dei politici di limitare la concorrenza favorendo alcuni gruppi di interesse ben precisi” – continuano da Campagne Liberali. “L’emendamento del Governo favorisce pochi per colpire ulteriormente il settore delle sigarette elettroniche” – aggiungono. Per Campagne Liberali “la legge di stabilità dovrebbe essere l’occasione per confrontarsi su proposte che favoriscono la crescita, l’occupazione, la libertà e la convivenza dei cittadini, oltre che l’innovazione. Invece è diventato lo spazio per umiliare le regole delle democrazie liberali e per limitare la libera concorrenza”.
(foto: sigarette elettroniche)

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’emendamento tassa sul fumo per le cure sul cancro è a rischio

Posted by fidest press agency su sabato, 25 novembre 2017

sigarette«L’emendamento sottoscritto dalla Commissione Sanità che istituiva una tassa sul fumo di circa 600 milioni per finanziare la classe dei farmaci oncologici innovativi e le cure palliative è a rischio». Così ha dichiarato Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna onlus e coordinatrice del progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”.Secondo alcune fonti infatti il Ministero dell’Economia e delle Finanze potrebbe essere contrario a nuove accise sul tabacco o, nella migliore delle ipotesi, quei proventi andrebbero a finanziare altre voci della spesa sanitaria, quali quella sul superticket. «Nello spirito della Commissione Sanità, che ha votato all’unanimità l’emendamento, la tassa sul fumo era una tassa di scopo destinata ai malati di cancro», ha aggiunto Annamaria Mancuso. «Negarla o destinare le risorse ad altri bisogni vorrebbe dire, a questo punto, annullare la sovranità del Parlamento e l’ampio dibattito durato anni su questa soluzione, che è moralmente giusta e che potrà aiutare anche la prevenzione, riducendo il consumo di sigarette. Nel nostro Forum del 29 novembre prossimo a Roma discuteremo di tutto questo. Nel frattempo lanciamo un appello al Ministro Padoan di rispettare la volontà del Parlamento e di non stravolgere lo spirito della norma votata all’unanimità dalla Commissione Sanità del Senato», ha concluso.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emendamento per l’aumento delle tariffe dell’energia elettrica

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 giugno 2017

energia-elettrica“La questione – ha ricordato Renao Brunetta – riguarda l’eliminazione del regime di ‘maggior tutela’ nel settore dell’energia elettrica, ovvero un regime che oggi garantisce a 20 milioni di consumatori domestici e a 4 milioni di PMI, la fornitura di energia a prezzi inferiori a quelli del mercato libero. Nel corso dell’esame in Senato, è stata fissata al primo luglio 2019 la data dalla quale decorre l’abrogazione del regime di maggior tutela, disponendo altresì, per coloro i quali non avessero scelto di aderire al libero mercato entro tale data, l’affidamento a un servizio di salvaguardia gestito dagli operatori che si sarebbero aggiudicati il servizio tramite gara”.In sostanza, spiega Brunetta “Qualora non avessero scelto un fornitore (anche perché magari privi degli strumenti tecnologici o culturali per sceglierne uno online al giusto prezzo) i consumatori sarebbero stati quindi ‘impacchettati’ e messi all’asta, ad un prezzo comunque più alto di quello che si trova sul libero mercato (che, per inciso, già oggi ha prezzi più elevati). Nel corso dell’esame in sede referente presso le Commissioni riunite VI e X della Camera – ha ricordato l’esponente azzurro – è stato soppresso il riferimento ai clienti che alla scadenza del mercato tutelato non abbiano scelto il proprio fornitore, i quali sono dunque sottratti al regime delle aste per aree territoriali.L’emendamento in questione, con il quale Forza Italia voterà contro, di fatto, ripristina quanto correttamente modificato in sede referente: qualora, su questo punto, si tornasse al testo del Senato, il rischio cui si va incontro – ha concluso Brunetta – è quello di vedersi aumentare, per milioni di persone, il costo dell’energia elettrica, senza che ne possano derivare vantaggi, soprattutto per la tipologia più fragile di utenti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Passa emendamento M5S: dimezzate tariffe roaming all’ingrosso

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2016

roaming_borrelliBruxelles. di David Borrelli, Movimento 5 Stelle Europa Il Movimento 5 Stelle sta combattendo una battaglia per impedire che l’eliminazione del roaming si trasformi in un affare ghiotto per le grandi compagnie telefoniche. La prima proposta della Commissione europea prevedeva il pagamento del roaming indiretto per tutti: le aziende avrebbero potuto scaricare i mancati profitti del vecchio roaming su tutti i cittadini, anche su quelli che non viaggiano mai. Avevamo denunciato questa beffa per gli utenti e la Commissione europea aveva fatto dietrofront. La nuova proposta è in discussione nella Commissione Industria, Ricerca ed Energia del Parlamento europeo. Grazie a un emendamento presentato da David Borrelli e Dario Tamburrano il roaming all’ingrosso viene oggi dimezzato rispetto alla proposta della Commissione. Vigileremo affinché questo importante risultato venga confermato quando inizieranno i negoziati dei triloghi. Dal 15 giugno 2017 entrerà in vigore il roaming a costo zero in tutta Europa. Grazie al Movimento 5 Stelle la Commissione Industria, Ricerca ed Energia del Parlamento europeo dimezza di fatto le tariffe all’ingrosso rispetto alla proposta della Commissione europea per il traffico dati. Da 8,5 euro per gigabyte sarà 4 euro. Il limite scenderà a 3 euro dal 1 luglio 2018, a 2 euro dal 1 luglio 2019, a 1,5 euro dal 1 luglio 2020 e a 1 euro dal 1 luglio 2021. La Commissione proponeva un massimo fisso per cinque anni, il Movimento 5 Stelle ha invece ottenuto una tariffa che decresce ogni anno. La riduzione dei costi porterà alla totale eliminazione delle tariffe roaming per i cittadini e garantirà la concorrenza anche alle piccole compagnie telefoniche. L’approvazione del nostro emendamento è un passo in avanti fondamentale per permettere ai cittadini europei di chiamare e navigare con i propri cellulari in tutta Europa come se fossero a casa, senza nessun costo aggiuntivo! Adesso però bisognerà vigilare per approvare in via definitiva questo importante risultato. Il prossimo 14 dicembre inizieranno a Strasburgo i triloghi fra Parlamento, Commissione e Consiglio europeo e, in particolare quest’ultimo, sta lavorando dietro le quinte per alzare di nuovo queste tariffe massime. Vigileremo e faremo di tutto per difendere gli interessi di tutti i cittadini! (dal blog di Beppe Grillo) (foto: )

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comuni, Minardo (Ap): “Bocciato emendamento contro dissesto, scarso interesse per territorio”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

“L’appartenenza a un partito e a maggior ragione a una coalizione si determina quando la comunità politica, che esso rappresenta, interpreta i propri ideali, la propria idea di ‘Paese’ e soprattutto ti fa sentire parte di un progetto più grande che mira ad avere cura dei territori, soprattutto quelli più in difficoltà e delle comunità che ciascuno di noi rappresenta. Ecco perché la mancata approvazione in commissione Bilancio della Camera dell’emendamento che avrebbe consentito a tanti comuni italiani e soprattutto a Pozzallo, comune che si è distinto per le politiche di accoglienza del tragico fenomeno dell’immigrazione, di evitare il dissesto, va ben al di là come significato politico dell’effettiva valenza istituzionale del provvedimento”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Nino Minardo.
“Quanto accaduto è la chiara ed incontrovertibile dimostrazione che le esigenze del territorio, e nel caso specifico del territorio che rappresento, sono risultate di scarso interesse e mi è dispiaciuto che sia stato proprio il Pd, partito di maggioranza relativa della coalizione che sostiene il governo Renzi, a proporre il respingimento, attraverso il suo relatore e attraverso i suoi componenti, dell’emendamento. A poco serve poi – prosegue Minardo – che il governo abbia espresso parere favorevole ad un mio ordine del giorno dello stesso contenuto e che difficilmente si trasformerà in un provvedimento concreto da parte del governo. Tutto ciò mi conferma che è adesso il tempo di una riflessione profonda sul nostro futuro politico, che ognuno di noi dovrà affrontare nell’immediato insieme a quanti hanno condiviso questo percorso sul territorio ed agli amici che hanno seguito in questi anni le nostre scelte politiche, senza rinunciare a porre alla base del mio impegno, attuale e futuro, la gente della mia terra e le comunità che ho avuto modo di apprezzare in questi anni di esperienza parlamentare. A tal proposito – aggiunge il parlamentare di Ap -condivido in pieno quanto affermato ieri da Angelino Alfano sull’idea di dar presto vita ad un movimento politico moderato che non sia vassallo, ancillare o costola della sinistra e del Pd. Chi non rispetta il mio territorio non può essere oggetto del mio impegno e della mia coerente adesione; lo dico con coraggio e determinazione affinché sia chiara la mia posizione ed il mio lavorare costante per la mia terra”, conclude Minardo.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto fiscale, respinto emendamento Udc su limitazioni uso del contante in sale da gioco

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 marzo 2012

E’ stato respinto dalle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato – impegnate nell’esame del decreto fiscale – l’emendamento 3.64 presentato dal senatore dell’Udc-Svp Antonio Fosson, che, riferisce Agipronews, chiedeva di non applicare “alle case da gioco autorizzate” e “già soggette a controllo pubblico” le “limitazioni all’uso del contante” previste dalla manovra Salva Italia del governo Monti, che prevedeva la tracciabilità del denaro oltre mille euro. MSC/Agipro

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo Monti: manovra iniqua

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2011

“Monti dice che questa è una manovra per salvare l’Italia e non si può negare che molto probabilmente è proprio così. Questa manovra, unita ai provvedimenti che saranno presi da capi stato europei nei prossimi giorni, potrebbe davvero scongiurare per l’Italia quegli scenari da incubo che abbiamo temuto in questi ultimi mesi.Ma c’è un però. Era davvero difficile immaginare una manovra più ingiusta di questa. Una manovra fatta di tante tasse, troppe, e ancora una volta come sempre che andranno a colpire il ceto medio più tartassato d’Europa” lo scrive sul suo blog, Massimo Donadi, presidente dei deputati di IDV.E’ una manovra che interviene pesantemente sulle pensioni, sulle quali era probabilmente impossibile non intervenire, ma non certo così pesantemente e così indistintamente. A non pagare nulla, ancora una volta, saranno i grandi patrimoni, i grandi e piccoli evasori.Mentre infatti questa manovra colpisce con la scure il ceto medio e i pensionati, agli evasori fa il solletico con una piuma, chiedendo un ridicolo contributo del 1,5 per cento dei capitali scudati, e non prevedendo nessuna misura degna di rilievo per contrastare l’evasione fiscale.Su questo ultimo punto voglio essere molto chiaro. Sconfiggere evasione fiscale è possibile basta solo averne la volontà politica. Che questa volontà non l’avesse Berlusconi lo potevamo anche capire ma che non ce l’abbia neanche questo governo lo trovo semplicemente inaccettabile.Per questa ragione, credo che Italia dei Valori dovrà cercare di cambiare radicalmente questa manovra in Parlamento. La manovra è di 20 miliardi netti e tale dovrà restare. Per questo, tutti i nostri provvedimenti saranno costruiti per lasciarne invariato il saldo. Cercheremo, con i nostri emendamenti, di far pesare di meno questa manovra sulle tasche dei soliti noti e di più su grandi patrimoni ed evasori. Francamente, e non lo nascondo, questa manovra delude. Bastava il mio ragioniere e non i migliori cervelli d’Italia a scriverla così. Deve essere chiaro: un’altra manovra è possibile, una manovra dove non siano sempre gli stessi a pagare. Noi presenteremo i nostri emendamenti e, se anche le altre forze che si ispirano a principi di equità sociale e solidarietà si impegneranno e si batteranno in Parlamento, la manovra potrà cambiare. Perché, governo tecnico o no, il Parlamento è sovrano. (Massimo Donadi deputato Idv)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello per ritiro emendamento contro diritti dei militari

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Luca Marco Comellini, segretario del Partito dei Militari (PdM), si è reso promotore di una iniziativa volta a perorare, attraverso una lettera individuale dei militari, inviata via e-mail, ai parlamentare della commissione difesa del Senato, per il ritiro dell’emendamento per la proroga del mandato di rappresentanza. Nel merito si scrive: “il provvedimento che, se licenziato dalla Camera, consente un’ulteriore proroga del X^ mandato della Rappresentanza Militare fino al 2012 a mio parere è l’ennesima deroga al principio democratico della elettività dei Delegati sancito dalla Legge meglio conosciuta come 382/78. Mi sembra doveroso segnalarVi che sono molte le perplessità ed il malumore tra il personale che intendeva candidarsi già lo scorso anno per tale delicata funzione rappresentativa. Preoccupazioni che sono cresciute in maniera esponenziale anche alla luce delle posizioni “acritiche” di una Rappresentanza Militare forse “stanca” certamente a volte distratta. Forse per questi motivi anche il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, in risposta ad una specifica delibera del COCER affiancato ha riferito di aver già partecipato il proprio analogo orientamento di F.A. nelle appropriate Sedi interforze”. La Fidest, a sua volta, nel segnalare quanto pervenuto in redazione, si rivolge ai senatori della commissione affinché, per obiettività informativa, facciano sapere le ragioni che suffragano la presentazione dell’emendamento e l’eventuale contrarietà ad esso affinchè l’opinione pubblica possa essere convenientemente informata e con essa i diretti interessati nell’ambito delle forze armate e dei carabinieri e finanza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nichi Vendola, i precari e il governo

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2010

“Il fatto che anche Nichi Vendola si occupi dell’università è indubbiamente positivo. Ma non sia troppo benevolo, il governatore, con il governo e con la maggioranza: non è vero che, come egli afferma, l’emendamento ‘bocciato’ alla Camera dalla scure di Tremonti fosse rivolto ai precari. Anzi, al contrario, era rivolto agli attuali ricercatori strutturati, nel tentativo di bloccarne la protesta. Una norma del tutto sbagliata e insufficiente, come ha affermato il PD, proprio perché non dà spazi ai precari e non prevede percorsi per l’ingresso nel ruolo docente fondati sul merito e su regole certe. Non vorremmo poi che, se quell’emendamento venisse finanziato dal governo, ascoltando l’odierno videoappello di Vendola, i ‘cari precari’ si sentissero paradossalmente indotti a dover ringraziare il governo per un emendamento che nei loro riguardi non avrebbe alcun effetto positivo. E in fondo a dover esprimere apprezzamento per una legge profondamente sbagliata non solo per la carenza delle risorse, ma perché riduce e dequalifica gli spazi dell’Università e della Ricerca italiane.  Credo che per affrontare seriamente il tema della riforma universitaria sia certo necessario sostenere la mobilitazione dei soggetti più coraggiosi e lungimiranti del mondo universitario, ma accompagnandola con proposte attente al merito e alla concretezza delle questioni, piuttosto che con fumosi e vacui appelli alla rivolta”. Lo afferma Marco Meloni, responsabile Università della segreteria nazionale del PD sul sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento ad Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pedaggi Roma: risponde Alemanno

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

«La situazione sui pedaggi per l’accesso alle autostrade dal Gra non è affatto compromessa. È possibile prima della scadenza del 30 aprile rivedere questa norma e trovare soluzioni alternative per garantire all’Anas i finanziamenti necessari per la manutenzione delle strade ad essa affidate. I senatori del Pdl che hanno votato contro l’emendamento presentato dal Partito Democratico mi hanno spiegato che questo emendamento non era difendibile perché troppo generico e inefficace. È necessario un intervento specifico per il Grande Raccordo Anulare di Roma a favore dei pendolari che trovi altre forme di finanziamento come la rinegoziazione del contratto di servizio della società Autostrade. Questo intervento sarà preparato dai nostri parlamentari, coinvolgendo anche quelli del Pd, in maniera tale che l’impatto sui pendolari che lavorano a Roma venga azzerato o almeno diminuito. Ribadisco ancora una volta che non c’è alcun pedaggio per i cittadini di Roma che usano il Gra per spostarsi da un quartiere all’altro senza accedere alle autostrade». È quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rimborsi elettorali

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani I tagli alle indennità dei parlamentari sono ben poco cosa rispetto a quanto poteva essere fatto già in questa manovra. Parlo della truffa dei rimborsi elettorali, grazie alla quale 500 milioni di euro di finanziamento pubblico finiscono ogni legislatura nelle casse dei partiti a fronte di poco più di 100 milioni di spese documentate. L’emendamento alla manovra presentato dai Radicali, limitando i rimborsi elettorali alle spese effettive, avrebbe comportato una riduzione dell’80% del finanziamento pubblico. Una proposta che non è stata accolta da alcuno, in continuità con le scelte che da 17 anni vedono i partiti sabotare il risultato referendario con cui nel 1993 il popolo italiano aveva plebiscitato l’abolizione del finanziamento pubblico quale prima riforma per la politica. Da allora, considerando le diverse competizioni elettorali, il finanziamento pubblico ai partiti è passato da 47 a 300 milioni di euro l’anno, per la felicità dei campioni ufficiali dell’anticasta come la Lega e l’Italia dei Valori.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quote latte

Posted by fidest press agency su sabato, 17 luglio 2010

Dichiarazione dell’On. Massimo FIORIO (PD): Con l’approvazione della fiducia in Senato sul testo della manovra economica, il Ministro Galan è stato umiliato della sua stessa maggioranza che ha inserito la norma che proroga a fine anno i pagamenti delle sanzioni da parte degli allevatori che superano le quote latte previste dai regolamenti europei.
Galan aveva dichiarato che confidava nel Ministro dell’Economia Tremonti, «perché non credo che abbia voglia di giocarsi la reputazione, autorizzando l’inserimento dell’emendamento» sulla posticipazione dei pagamenti delle multe.  Ancora una volta una dimostrazione non solo dell’incoerenza della maggioranza, ma del fatto che il settore agricolo di questo Paese è merce di scambio politico alla faccia della maggioranza dei lavoratori onesti del comparto.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Amianto: emendamento della maggioranza

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2010

“Scandaloso l’emendamento al decreto Mille proroghe presentato dal Senatore Antonio Battaglia della maggioranza governativa che colpisce due volte le vittime dell’amianto”. Così l’On. Scilipoti con riferimento all’emendamento della maggioranza al decreto Mille proroghe. “La prima volta perché hanno respirato l’amianto e la seconda volta perché, dopo aver vinto la causa al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, che ha accolto le richieste del legale, si vedono ora negato il diritto per legge. Ciò che è naturale – prosegue Scilipoti – diventa innaturale, si cerca, infatti, di ribaltare il giudizio della Magistratura, anche perché il ricorso al Consiglio di Stato presentato contro i lavoratori dalla Presidenza del Consiglio è stato notificato oltre i termini. L’Avv. Ezio Bonanni che ha ottenuto dalla Magistratura l’importante riconoscimento per le vittime dell’amianto ha evidenziato l’inammissibilità del ricorso. Con questo emendamento, vergognoso e irresponsabile, non solo si tenta di ribaltare per legge una decisione della Magistratura, ma si tenta di pregiudicare migliaia di lavoratori malati. Chiedo immediatamente – conclude Scilipoti – a tutti quei parlamentari che ancora hanno sensibilità e considerazione per la vita umana e che hanno rispetto per le decisioni della Magistratura di non approvare detto emendamento e di chiederne l’immediato ritiro.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Cure palliative

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani si complimenta con il Governo e con i parlamentari per l’approvazione al Senato dell’AS 1771 sul trattamento del dolore e le cure palliative.  “Si tratta di un sostanziale passo avanti per il nostro paese”  dice il Presidente Andrea Mandelli “l’eliminazione di molti vincoli burocratici eviterà ai pazienti in trattamento del dolore e a chi li assiste una serie di contrattempi dovuti, per esempio, a vizi formali nella prescrizione. Non si dovrà più tornare dal medico, ma le difficoltà potranno essere risolte direttamente in farmacia”. Questo giudizio positivo non può però nascondere “che si poteva fare un ulteriore passo avanti nel miglioramento del servizio reso ai pazienti” prosegue Mandelli. Il riferimento è all’emendamento che prevedeva per il farmacista la possibilità di allestire, su indicazione del medico, preparazioni magistrali multiple di farmaci anche stupefacenti. Oggi il farmacista può ovviamente preparare un farmaco personalizzato su prescrizione del medico, ma la norma prevede che la preparazione avvenga solo dopo che è stata presentata la ricetta. E’ evidente, quindi, che la consegna al paziente del medicinale prescritto non può essere immediata, come invece la situazione richiede. “L’emendamento presentato dal Senatore D’Ambrosio Lettieri prevedeva che il farmacista, su indicazione del medico potesse cominciare la preparazione del farmaco personalizzato prima della consegna della ricetta, comunque necessaria per il ritiro del farmaco, e soprattutto disponeva che potesse allestire dei multipli, cioè, per intendersi, più confezioni del preparato. In questo modo si sarebbe potuto facilmente venire incontro alle esigenze del singolo paziente, ma anche a quelle di ambulatori e strutture” spiega Mandelli. Il provvedimento non avrebbe leso i diritti delle case farmaceutiche titolari dei brevetti, né avrebbe comportato una maggiore spesa per il Servizio sanitario, visto che non si tratta di farmaci rimborsabili: si trattava semplicemente di venire incontro alle esigenze del paziente. “E vorrei ricordare che quasi sempre il paziente che richiede la personalizzazione del farmaco versa in condizioni particolari” prosegue il Presidente dei farmacisti italiani: basti pensare ai bambini, per i quali spesso non esistono formulazioni industriali ad hoc. Risulta quindi del tutto incomprensibile l’opposizione venuta dalla Commissione Bilancio sulla base della mancata copertura economica del provvedimento. Quale copertura sarebbe occorsa, visto che il provvedimento non comportava nessuna spesa per il Servizio sanitario? Non si è certo salvata la compatibilità economica, si è soltanto persa un’occasione. Ci auguriamo” conclude Andrea Mandelli ”visto che l’emendamento è stato trasformato in ordine del giorno accolto dal Governo, che la questione possa essere ripresa in considerazione nel prossimo futuro”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Processo Breve

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

Dichiarazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca, parlamentari Radicali-Pd L’annunciato e previsto maxiemendamento da parte del Governo conferma la bontà  delle pregiudiziali di incostituzionalità che abbiamo presentato. L’ eliminazione della lista dei reati e dei recidivi ai quali, nell’impostazione originaria della proposta di legge, non si applicava la disciplina sul processo breve, va nella direzione indicata dai nostri emendamenti e dalle nostre pregiudiziali, rendendo questo provvedimento legislativo un po’ più aderente ai parametri costituzionali e ai principi del nostro ordinamento giuridico. Qui il testo degli emendamenti e delle pregiudiziali: http://blog.donatellaporetti.it/?p=1104

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »