Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘emergenza casa’

Emergenza casa

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Roma. Si è tenuto presso il Ministero delle Infrastrutture a Porta Pia un importante tavolo interistituzionale, da tempo richiesto a gran voce dai movimenti,  che ha visto la partecipazione del Ministro Matteoli, del Sindaco di Roma Alemanno e dell’ Assessore alla Casa Antoniozzi; non ha partecipato la governatrice del Lazio Polverini, ci è stato detto per seri impegni di carattere personale. Nel tavolo, articolato in una prima parte esclusivamente istituzionale ed in una seconda allargata alla partecipazione dei rappresentanti dei movimenti, si sono affrontate in particolare le questioni legate alla dismissione del patrimonio degli enti previdenziali, degli sfratti, della necessità di realizzare un piano straordinario di edilizia residenziale pubblica. Nell’incontro, che fra luci ed ombre, giudichiamo  complessivamente come un passo avanti, ci è stata comunicata la volontà di affrontare in uno specifico incontro congiunto con i Ministeri dell’Economia e degli Affari sociali la drammatica situazione in cui versano gli inquilini degli enti previdenziali;  la volontà di studiare provvedimenti che offrano maggiori tutele alle persone e alle famiglie sotto sfratto, considerando  quindi, anche le numerosissime situazioni di morosità cosiddetta “incolpevole”. Si è messa a fuoco, soprattutto, la necessità di realizzare con urgenza un piano straordinario di edilizia residenziale pubblica che, anche a fronte dei provvedimenti predisposti in merito dal Comune di Roma, dia una risposta solida e strutturale al disagio e all’emergenza con cui sempre più persone nella capitale sono quotidianamente costrette a fare i conti. L’obiettivo è quello di definire, entro un periodo di massimo due mesi, un protocollo sull’emergenza abitativa in cui vengano fissate le responsabilità ed i compiti di ciascuna istituzione e soprattutto garantiti tempi e risorse certe per la realizzazione delle case popolari. Il Comune di Roma ha già annunciato in questo senso, la prossima adozione di un provvedimento che individuerà le aree da destinare al piano casa. Il problema centrale, dunque, appare soprattutto quello delle risorse. Non sono infatti sufficienti  i finanziamenti relativi ai fondi ex GESCAL  – fra i 100 ed i 200 mln di euro – ancora colpevolmente non spesi. Occorre su questo terreno, acquisire la disponibilità della Regione Lazio ad investire i fondi stanziati per l’edilizia sovvenzionata, e soprattutto uno sforzo immediato e consistente da parte del governo. La disponibilità sembra esserci, ma, come abbiamo sottolineato già troppe volte, questa non è l’ora delle chiacchiere ma quella dei fatti. La situazione esplosiva in cui sono costretti a vivere tanti “precari della casa” a Roma come in altre città è oramai insostenibile e non permette di attendere oltre. Per questa ragioni deve essere mantenuto l’impegno a riconvocare entro 15 giorni il tavolo interisituzionale. Come movimenti per il diritto all’abitare proseguiremo, con sempre maggiore forza e determinazione la mobilitazione e la lotta. Molte saranno infatti le manifestazioni che avranno luogo nella giornata di domani in molte città d’Italia (Milano, Firenze, Bologna etc. ), promosse dalla rete “Abitare nella Crisi”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutuo sostenibile nel Lazio

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

La giunta regionale del Lazio si prepara ad approvare, su iniziativa dell’assessore alla Casa Mario Di Carlo,  le delibere che allargano il diritto e la possibilità di avere un’abitazione. Il meccanismo prevede la concessione di un mutuo di 100 mila euro ad un tasso d’interesse dell’1% con rata ad importo fisso trentennale, per persone con un limite di reddito lordo annuale di 47 mila euro. “Noi da tempo immemore – ha commentato il vicesegretario laziale dell’Italia dei Valori Oscar Tortosa – abbiamo sollevato il problema dell’emergenza casa. Non posso quindi che essere soddisfatto di questo sblocco, avvenuto grazie all’impegno di tutto l’esecutivo ora guidato da Esterino Montino”. Le nuove disposizioni consentiranno il superamento della vecchia regola dell´erogazione dei prestiti poi pagati dai costruttori con la riscossione degli affitti. Tramite la holding Sviluppo Lazio saranno infatti attivate le garanzie verso gli istituti di credito che potranno così stanziare le cifre necessarie all’edificazione degli alloggi. La Regione garantirà per gli inquilini, liberi di scegliere se diventare proprietari o rimanere locatari e far subentrare nell’acquisto la Regione , attraverso l´istituto Ater. “Mi preme però – ha concluso l’esponente del partito presieduto da Antonio Di Pietro – avanzare una sollecitazione: perché non ricalcare ancor di più l’impianto della vecchia legge Romita, accorciando i tempi di pagamento dai 30 attualmente previsti a 25 o magari 20, dando così la possibilità ai cittadini, nell’arco di una sola generazione, di vivere il canone di locazione come un riscatto vero e proprio e non come un salasso mensile a fondo perduto?”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza casa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Torino. “Soprattutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, – dice il Capogruppo Regionale del Pdci Vincenzo Chieppa – i piemontesi hanno bisogno di risposte concrete e pratiche. La casa è un bene primario del quale nessuno può essere privato. I dati del 2008 ci dicono che circa 5.000 famiglie in Regione (2.500 nell’area metropolitana di Torino) sono state sfrattate, di cui il 90% per morosità. Per il 2009 i dati non sono disponibili, ma penso che la situazione sia ancora più grave. Per questo proponiamo di istituire immediatamente un fondo regionale “salva sfratti” che agisca sul mercato privato e salvi tutti gli sfrattati, a parte i morosi colpevoli” “Chiediamo inoltre – prosegue il Consigliere regionale del Prc Alberto Deambrogio – che venga portata al più presto in aula la legge 313 sull’edilizia residenziale pubblica. Finora con il piano casa Berlusconi sono stati agevolati i proprietari di casa, adesso è ora di occuparsi di chi ha bisogno di una sistemazione. Ricordo che come Federazione Pdci-Prc ci siamo sempre impegnati sul tema e abbiamo contribuito a far alzare il fondo regionali per gli affitti da 8 a 14 milioni di euro e abbiamo presentato un “pacchetto casa”, penso ad esempio alle leggi sull’ l’autocostruzione e l’autorecupero”. “Il piano casa regionali “10mila alloggi” di edilizia popolare entro il 2012 – conclude Giustino Scotto, responsabile politiche per la casa Comunisti Italiani – è un stato un provvedimento positivo che si scontra però con l’arretratezza programmatoria dei Comuni. In questa senso la Regione deve intervenire, ridando anche piena dignità alle ATC. Nel contesto europeo l’Italia è agli ultimi posti come tasso di edilizia residenziale pubblica sul totale del costruito”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza casa

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2009

Torino  23 Settembre 2009 – Ore 12 Sala dei Presidenti – Consiglio Regionale del Piemonte Via Alfieri 15. Soprattutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, i piemontesi hanno bisogno di risposte concrete e pratiche. La casa è un bene primario del quale nessuno può essere privato.  Noi abbiamo la nostra ricetta:  – deve venire approvata rapidamente dal Consiglio Regionale la proposta di legge 313 sull’edilizia residenziale pubblica sovvenzionata, – vogliamo capire perché i Comuni non utilizzano lo strumento del piano casa regionale che prevede la realizzazione di 10.000 alloggi di edilizia popolare, – deve essere studiato un fondo straordinario regionale “salva sfratti”, che agisca sul mercato privato e che impedisca di mettere sulla strada tutti coloro che hanno perso il posto di lavoro o che sono in cassa integrazione.Queste proposte saranno illustrate in conferenza stampa da: – Vincenzo Chieppa, Consigliere Regionale Comunisti Italiani – Alberto Deambrogio, Consigliere Regionale Rifondazione Comunista – Giustino Scotto, Responsabile Politiche per la casa Comunisti Italia.
Mobile & Wireless Business
Milano 26 Novembre 2009, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, presso l’Aula Rogers del Politecnico di, Campus Leonardo, Via Ampère 2, Milano  promosso dall’Osservatorio Mobile & Wireless Business di Assinform e della School of Management del Politecnico di Milano.  La Ricerca 2009 si è posta i seguenti obiettivi: misurare in diverse organizzazioni i benefici derivanti dall’adozione di applicazioni Mobile & Wireless; esaminare l’impatto organizzativo delle soluzioni Mobile & Wireless Business nei casi analizzati; quantificare il mercato Mobile & Wireless Business 2007 e 2008, individuando i principali trend nel trienno 2006-2008. La presentazione dei risultati sarà seguita da due Sessioni Parallele durante le quali interverranno alcuni esempi di adozione delle soluzioni Mobile & Wireless a supporto dei processi di business.  L’edizione 2009 dell’Osservatorio è stata realizzata con il supporto di: Amadeus, BlackBerry – RIM, Cegedim Dendrite, Cisco, Daxo, DS Group, DSM, Elecomatica, Gulliver, Incas Group, Motorola, Nexus Informatica, Panasonic Toughbook, Plantronics, Softec, Telecom Italia, Tesi e TSF.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »