Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘emersione’

Parte a Napoli il progetto adEST, Emersione Sociale Talenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2015

napoliNapoli, Parte a Napoli il progetto adEST Emersione Sociale Talenti. Per la realizzazione del progetto, sostenuto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, saranno selezionati cento giovani mentori da formare e affiancare, in un rapporto uno-a-uno, a giovanissimi studenti di scuole dell’area Est di Napoli. Saranno solo cento gli under 30 che potranno diventare per alcuni mesi “Social Champion” e realizzare così un’innovativa sperimentazione internazionale che punta a far emergere i talenti inespressi o sommersi nei settori tecnico, creativo, scientifico di giovanissimi studenti a rischio esclusione sociale.
I “Social Champion” saranno giovani volontari–mentori che, dopo un periodo di formazione, lavoreranno alla realizzazione del progetto adEST Emersione Sociale Talenti, programma di crescita dei ragazzi a rischio esclusione sociale, sostenuto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, e realizzato da Mentoring USA-Italia, Associazione Culturale Arteteca e Psicologi in Contatto Onlus.Il giovane candidato che farà parte dei 100 Social Champion dovrà possedere propensioni o attitudini tecniche, creative, scientifiche allo scopo di promuovere, attraverso la relazione di mentorato cui verrà formato, la crescita personale dei più giovani e il rafforzamento dell’autostima, per una messa a profitto dei talenti.Sedi dell’attività dei Social Champion saranno i tre istituti scolastici di Ponticelli, Napoli Est: ITT “Marie Curie”, IIS “Sannino-Petriccione” e ISIS “Archimede”. L’impegno richiesto al mentore è di due ore a settimana per dodici incontri, da realizzare nei tre istituti scolastici. Si creerà così una grande squadra, di 100 Social Champion mentori, che vivrà l’esperienza più significativa: trasferire conoscenze, competenze e passione a ragazzi che di frequente, in periferia, vedono sfumare le proprie ambizioni.Ci si potrà candidare entro domenica 20 dicembre e le selezioni saranno svolte entro la metà di gennaio 2016.Chi supererà la prima fase di valutazione dei titoli, della presentazione e delle qualità da trasmettere, sarà poi chiamato a colloquio. La sessione di mentorato si risolverà in circa tre mesi. Prima dell’avvio, i selezionati riceveranno la formazione professionale al mentorato e, a fine percorso progettuale, due attestati da Mentoring USA-Italia e da Psicologi in Contatto Onlus.Per chi sarà interessato a proseguire, infine, il progetto prevede la costituzione di adEST – Associazione Giovani Mentori.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affitti: Cedolare secca

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

“L’entrata in vigore della tassazione unica sui redditi provenienti dai contratti di locazione appare un provvedimento utile, necessario e improcrastinabile”. Così dichiara Mario Mantovani, sottosegretario alle Politiche abitative. “Questo nuovo regime potrà infatti introdurre –sottolinea Mantovani- significative novità: l’emersione di contratti oggi in “nero” così da contrastare l’evasione fiscale e più disponibilità di case per le famiglie in cerca di un’abitazione”. “Il gettito di tale intervento andrà poi ad incrementare parzialmente le entrate dei Comuni, spingendo i Sindaci –precisa Mantovani- ad una maggiore responsabilità: ben conoscendo la realtà delle proprie comunità, i primi cittadini saranno direttamente interessati a verificare la regolarità degli affitti e la situazione del patrimonio immobiliare”.  “Và inoltre previsto un aumento significativo dell’ICI sulle case sfitte ed abbandonate al fine di sospingere il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. Ciò favorirebbe –conclude Mantovani- da una parte il rilancio delle attività delle imprese di costruzione e, dall’altra, la riqualificazione di numerosi centri storici, oggi trascurati”. http://www.mariomantovani.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Archecondono

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

La Confederazione Italiana Archeologi è entrata in possesso della bozza dell’emendamento alla Finanziaria 2010 dal titolo “Disposizioni in materia di emersione e catalogazione dei beni archeologici, nonché revisione delle sanzioni penali”, di cui non si conosce il nome del relatore. L’emendamento contiene una proposta di sanatoria per chi detiene “beni mobili di interesse archeologico e paleontologico” a fronte del pagamento allo Stato di una “somma pari ad un terzo del valore pecuniario” del bene. “ E’ molto grave – ha dichiarato il Presidente Giorgia Leoni – che ancora una volta ci siano membri del Parlamento che propongono una sanatoria per chi detiene materiale archeologico, depenalizzando uno dei reati più diffusi e combattuti nel nostro paese. Non è accettabile che per affrontare le difficoltà economiche del Paese si intenda fare cassa con i ricavi di multe che sanerebbero detenzioni illecite di materiale archeologico.” Il testo costituisce un sopruso nei confronti dello Stato e dei cittadini italiani che dei Beni archeologici sono i veri proprietari e un’offesa alle migliaia di membri delle Forze dell’Ordine, tecnici delle Soprintendenze e archeologi liberi professionisti che quotidianamente operano per la lotta ai traffici clandestini di beni, per la tutela del nostro patrimonio e per il controllo capillare del nostro territorio. “L’emendamento prevede che a schedare e catalogare i beni da sanare siano chiamati gli archeologi professionisti iscritti all’ormai fantomatico elenco che il Ministero dovrebbe predisporre per i lavori legati all’archeologia preventiva, ma che evidentemente rischia di diventare un albo di fatto. Sarebbe surreale – prosegue il Presidente Giorgia Leoni – se l’elenco, primo parziale tentativo di normare la nostra professione, fosse utilizzato per la prima volta per sanare un reato contro il patrimonio archeologico al cui studio, tutela e diffusione della conoscenza gli archeologi dedicano la propria vita.” La Confederazione Italiana Archeologi chiede al Presidente della Repubblica, al Presidente del Senato, al Presidente della Camera, al Presidente del Consiglio e a tutte le forze politiche, di Governo e di opposizione, di adoperarsi affinché l’emendamento non venga presentato né venga inserito nel Maxiemendamento alla Finanziaria e si eviti la sanatoria di reati contro il patrimonio archeologico del nostro paese.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emersione e legalità per un lavoro sicuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2010

Roma, 30 giugno, dalle ore 9,30 alle 13,00 –  presso  la Biblioteca Link Campus University Of Malta – Via Nomentana, 335  convegno nazionale “In Regola” a conclusione del Progetto  promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e  realizzato dall’Università Link Campus con il contributo dell’IRES (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali) e della ELEA S.pA  Nel corso dell’iniziativa verrà presentato il Rapporto conclusivo: “Emersione e legalità per un lavoro sicuro, quali fattori di sviluppo per l’impresa”, curato dall’Ires.   Alle ore 11,00 interverrà il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Maurizio Sacconi.  Alle ore  12 è prevista  la tavola rotonda “La crisi e il rispetto delle regole nel lavoro”,  coordinata da  Massimo Mascini, giornalista de Il Sole 24 Ore  e direttore de “Il Diario del Lavoro”, con: Mimmo Carrieri, Docente di Sociologia  all’Università di Teramo, Cesare Damiano, Capogruppo PD Commissione Lavoro Camera; Giampaolo Galli, Direttore generale Confindustria;  Agostino Megale, Presidente Ires; Vincenzo Scotti, Sottosegretario agli Esteri – Presidente Link Campus University. Il progetto “In Regola” ha voluto affermare con le proprie attività il principio in base al quale la diffusione dell’etica e della legalità in ambito economico, della regolarità delle condizioni di lavoro e della sicurezza nei luoghi di lavoro rappresenta un  fattore di sviluppo imprescindibile per l’impresa e per il territorio nel quale l’impresa opera.   La ricerca ha avuto come finalità  l’individuazione delle buone pratiche messe in atto dalle aziende, e la produzione di rapporti di ricerca sia a livello nazionale che provinciale, corredati da studi di caso selezionati in cinque province: Milano, Venezia, Roma, Napoli e Bari. Per le attività di formazione sono stati attivati dei moduli formativi con specifici ed articolati programmi sulle tematiche individuate dal progetto.   (Dott.ssa Antonia Marraffa Ires Cgil)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sfruttamento dei migranti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2010

E’ quanto emerge da un rapporto sulle condizioni in cui vivono e lavorano i migranti nell’area di Castel Volturno realizzato dall’OIM Organizzazione Internazionale per le Migrazioni nell’ambito di Praesidium, progetto finanziato dal Ministero dell’Interno.  “Nonostante il fatto che la zona di Castel Volturno sia nota per la diffusione del lavoro irregolare sia nel settore dell’agricoltura sia in quello dell’edilizia”, afferma Simona Moscarelli, esperto legale dell’OIM, “è da sottolineare come i controlli da parte delle istituzioni locali sulle condizioni lavorative dei migranti debbano essere necessariamente potenziati”. “E’ fondamentale che durante tali controlli”, spiega la Moscarelli “le forze dell’ordine operanti non si limitino alla mera verifica della situazione di irregolarità dei migranti ma approfondiscano le situazioni di grave sfruttamento lavorativo degli stessi, assicurando una forma di protezione ai casi più vulnerabili o a coloro che sono disponibili a collaborare e denunciare gli sfruttatori alle autorità, ad esempio tramite il rilascio del permesso di soggiorno per protezione sociale” Il rapporto dell’OIM spiega che i migranti che lavorano in situazione irregolare a Castel Volturno possono essere suddivisi in 3 gruppi, la maggior parte dei quali costretta a lavorare in situazioni degradanti e insicure:  –  i cittadini sub-sahariani impiegati nel settore agricolo ed edilizio, –  i cittadini maghrebini ed egiziani che lavorano per lo più nella raccolta delle fragole nell’agricoltura,  – i cittadini indiani e pakistani, i più invisibili, che vengono impiegati nelle aziende bufaline in virtù della particolare attenzione e dedizione  che prestano, per motivi religiosi, alla cura del bestiame.  “Nell’area di Castel Volturno e zone limitrofe”, dichiara Flavio Di Giacomo, Responsabile della Comunicazione dell’OIM, “ci sono anche circa 500 donne nigeriane vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale. La maggior parte di loro è arrivata nel 2008 sbarcando a Lampedusa. Diversa è la situazione delle cittadine straniere nigeriane arrivate nel 2009.  Sembra infatti che, chiusa la rotta di Lampedusa, i trafficanti si siano già riorganizzati e che la maggioranza delle donne arrivi ora in aereo,  con visto di ingresso regolare anche se spesso con un passaporto di un’altra persona.” Nella zona inoltre sono tantissimi i migranti che sono stati truffati da italiani senza scrupoli durante la regolarizzazione di settembre 2009.  “In alcuni casi, dopo aver corrisposto a datori di lavoro italiani somme che variano dai 500 ai 4.500 euro per accedere al procedimento di regolarizzazione”, racconta Di Giacomo, “i migranti sono stati abbandonati senza che nessuno presentasse alcuna domanda di emersione.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emersione dal lavoro irregolare di colf e badanti

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 settembre 2009

E’ attiva sino al 30 settembre 2009 la procedura che consente l’emersione dal lavoro irregolare di cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari impiegati come collaboratori domestici o nell’attività di assistenza e di sostegno alle famiglie. La dichiarazione può essere presentata per i lavoratori che al 30 giugno 2009 erano impiegati irregolarmente da almeno 3 mesi. Tutte le informazioni alle pagine: http://www.lavoro.gov.it  e/o:  http://www.governo.it Per maggiori approfondimenti: http://www.centromaderna.it/news_dettaglio.php?num=3010

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Promuovere lo sviluppo del Meridione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

L’attuale governo ha fatto poco per accelerare l’attuazione dei programmi di lavori pubblici nel Meridione e per dare più solidità al rafforzamento dei necessari interventi per la legalità e la sicurezza ad eccezione dei faraonici progetti sullo stretto di Messina. Questa area del nostro Paese ha urgente bisogno di realizzare massicci interventi nelle infrastrutture, insieme a più elevati investimenti in ricerca e innovazione. Tutto questo, ovviamente, non è sufficiente a garantire la crescita, ma è la condizione necessaria per realizzarla. Occorre riconcentrare l’attenzione sulle misure possibili per l’emersione dell’economia sommersa. E’ importante che ovunque nel Mezzogiorno le amministrazioni pubbliche procedano, dando segnali precisi almeno in specifici comparti, nel miglioramento dei livelli di efficienza e di trasparenza, fattori indispensabili per promuovere lo sviluppo. La buona amministrazione, gli interventi nella giustizia, nelle infrastrutture sono necessari per alimentare la fiducia. L’azione pubblica deve, ancor più, darsi carico della tutela e della valorizzazione dell’ambiente e del territorio, in particolare per le aree a vocazione turistica, della fornitura di servizi alle imprese e del sostegno dlela loro internazionalizzazione. Il turismo, anche per le prospettive di notevole incremento in Europa dei flussi provenienti da paesi asiatici, può rappresentare un settore strategico per l’economia meridionale. Oggi sta proprio alla politica, ancora di più di ieri allorché ha brillato per la sua indeterminazione, di porre la questione del Mezzogiorno sotto una visione nuova dei suoi problemi, mobilitando le forze della cultura, della impresa, della tecnica, delle istituzioni in un meridionalismo dagli obiettivi concreti ravvicinati, puntualmente verificabili. Ciò è tanto più importante  quanto più si tengono a mente gli sviluppi della globalizzazione e il contesto dei rapporti internazionali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »