Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘emittenti’

Costruzione di un archivio digitale delle trasmissioni di 50 emittenti radiofoniche britanniche

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 dicembre 2018

La British Library Biblioteca Nazionale del Regno Unito, ha affidato a Mediamonitor ( http://www.mediamonitor.it), società del gruppo Cedat 85 specializzata nella gestione dei contenuti audio e video, il compito di trascrivere e archiviare le trasmissioni radiofoniche della propria collezione utilizzando una soluzione basata sulla tecnologia speech to text. Grazie a questa tecnologia il patrimonio delle registrazioni della biblioteca sarà facilmente accessibile e utilizzabile dagli utenti finali.L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Save our Sounds” della Bristish Library, che punta a preservare il patrimonio di registrazioni audio conservate negli archivi della biblioteca. Una straordinaria collezione di 6,5 milioni di registrazioni tra discorsi, musica, suoni della natura e ambientali, raccolti dal 1880 ai giorni nostri. Mediamonitor si avvarrà della collaborazione della società T-Pro, system integrator specializzato in soluzioni basate su tecnologie di riconoscimento automatico della voce.Nella fase iniziale l’archivio audio esistente sarà acquisito e trascritto. Successivamente Mediamonitor provvederà all’archiviazione delle trasmissioni di 50 emittenti radiofoniche nazionali, locali e comunitarie.“Questo accordo – spiega Enrico Giannotti, vicepresidente del gruppo Cedat 85 – consente di rafforzare il nostro posizionamento e successo a livello internazionale, certificato anche dalla società di analisi e ricerche Gartner, che nel 2018 ha inserito Cedat 85 tra i migliori 11 operatori al mondo di speech to text. Il progetto Save our Sounds – conclude Giannotti – va oltre i progetti di speech to text che abbiamo realizzato negli ultimi 33 anni e rappresenta un’opportunità unica per trasformare testo e audio in risorse digitali con un grande impatto sociale ed etico”. La tecnologia speech to text è progettata per trascrivere in modo accurato i dati audio da varie fonti radio, riconoscendo anche i dialetti regionali inglesi. Grazie all’indicizzazione e alla sincronizzazione del testo trascritto con l’audio originale, la soluzione di Mediamonitor, permette di preservare il patrimonio audio: un’operazione dall’alto valore sociale che salvaguarda anche le varie sfumature linguistiche e locali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Portugal Telecom – Oi Brasil: le emittenti olandesi del Gruppo votano il concordato

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Gli altri titoli del Gruppo non appartengono alle procedure olandesi e i loro portatori non devono fare alcunché.Le assemblee per ciascun titolo si terranno tutte a Londra il prossimo 2 maggio. Possono partecipare i detentori dei titoli alla “record date” di lunedì 16 aprile.
Si può votare SI oppure NO al Recuperação Judicial, oppure chiedere il certificato per partecipare personalmente all’assemblea.In pratica, il voto in Olanda segue il voto in Brasile. Se in Olanda il concordato fosse bocciato, la procedura in Brasile non andrebbe avanti. I giochi appaiono abbastanza chiusi perché gli istituzionali sono a favore e voteranno in massa per il concordato.Possono partecipare tutti i portatori dei titoli sopra indicati alla data del 16 aprile, che abbiano oppure non abbiano eseguito la procedura in Brasile.
Partecipare non è obbligatorio. Non lo è nemmeno per chi ha fatto individualizzare il proprio credito presso la Corte di Rio de Janeiro.Gli obbligazionisti che sono stati inseriti nel Recuperação Judicial brasiliano che volessero votare il concordato in Olanda (sempre che siano in possesso di titoli olandesi), devono necessariamente votare a favore e devono anche indicare il proprio numero di protocollo rilasciato dalla Corte di Rio de Janeiro.I tempi sono parecchio stretti. Le pochissime banche che hanno avvisato i clienti domandano risposte tra il 20 ed il 26 aprile. Gli obbligazionisti interessati devono pertanto attivarsi immediatamente. (Anna D’Antuono, legale, consulente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I rendimenti dei prodotti agricoli

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2010

Sono stati estremamente diversificati – andando da un 18% di crescita in ETFS coffee ad una flessione del 40% in ETFS Sugar, riflettendo così l’ampia varietà di fattori che influenzano i mercati agricoli. Gli ETC del comparto agricolo hanno visto complessivamente gli afflussi più stabili dalla crisi del credito di fine 2008, con acquisti netti nella maggior parte dei trading settimanali da inizio 2009. Fonte: Bloomberg e gli emittenti più rilevanti del settore

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Gran Bretagna e la par conditio

Posted by fidest press agency su sabato, 17 aprile 2010

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani: “Ancora una volta sono le democrazie anglosassoni ad offrirci una lezione di democrazia. In vista delle elezioni politiche del 6 maggio, infatti, le maggiori emittenti del Paese hanno programmato tre faccia a faccia tra i leader dei partiti con parità di tempo e di condizioni. I confronti si terranno in orari di massimo ascolto e sulla base di 76 regole di condotta cui politici, conduttori e pubblico dovranno attenersi. Si tratta dell’unico modello in grado di assicurare ai cittadini la conoscenza delle diverse proposte in campo ed evitare che il loro voto sia determinato da scelte editoriali decise al tavolo della lottizzazione partitocratica. È il modello per cui come Radicali ci battiamo da anni e che alle ultime elezioni regionali è stato sabotato dai vertici della Rai, con la complicità di chi ha come obiettivo quello di mantenere l’anomalia tutta italiana di conduttori che decidono arbitrariamente chi e cosa l’opinione pubblica può conoscere. Aspettando che la Commissione parlamentare di vigilanza e l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni facciano tesoro dell’esperienza inglese, occorre che nel Partito Democratico si apra un vero dibattito che metta al centro la rottura della continuità nelle politiche sull’informazione degli ultimi dieci anni. Perseverare nella difesa del modello Vespa-Floris solo perché la propria fazione è privilegiata significa negare alla radice le possibilità di alternativa democratica nel nostro Paese, lasciando a Berlusconi il potere di dettare tempi e modi dell’agenda politica.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Baustelle: “I mistici dell’occidente”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 marzo 2010

È uscito “I Mistici dell’Occidente”(Atlantic/Warner Music) il nuovo e attesissimo album di inediti dei Baustelle ed è subito al primo posto su iTUNES. Scritto in pochi mesi sul promontorio maremmano,“I Mistici dell’Occidente” è il quinto album dei Baustelle e il primo in cui, sia si sono avvalsi della una prestigiosa collaborazione del produttore Pat McCarthy (famoso per aver collaborato con i REM, U2 e Madonna), sia anche Francesco Bianconi partecipa attivamente alla produzione.
Da lunedì  29 marzo sarà in rotazioni nelle principali emittenti televisive musicali il video de “Gli spietati”(regia di Daniele Persica). Per la realizzazione del video è stata presa ispirazione dalla New York di Warhol, dalla sua opera cinematografica, dalla libertà stilistica della pop-art applicata al cinema, dall’iconografia dei Velvet Underground. Molti sono gli attori del nuovo cinema italiano che vi hanno partecipato: Carolina Crescentini, Diane Fleri; Valentina Lodovini e Vinicio Marchioni.
Per presentare questo nuovo disco i Baustelle incontreranno i fan presso le Fnac delle maggiori città italiane e faranno ad aprile 3 concerti esclusivi a Milano, Firenze e Roma, prodotti da AC Europe Group e Big Fish. Rispettivamente i Baustelle saranno il 17 aprile a ROMA (Atlantico, Viale dell’Oceano Atlantico, 271), il 19 aprile a MILANO (Alcatraz, Via Valtellina, 21) e il 27 aprile  a FIRENZE  (Saschall,Via Fabrizio De André). Si tratta di tre di 3 eventi unici nei quali la band verrà accompagnata dall’Orchestra dei Mistici dell’Occidente e rappresentano un’occasione imperdibile per ascoltare per la prima volta dal vivo le canzoni del nuovo album.
Di seguito gli appuntamenti nelle Fnac: 28 marzo Fnac Roma (Galleria Commerciale Porta di Roma – via Alberto Lionello, 201 – h.19.00); 29 marzo Fnac Napoli (Via Luca Giordano, 59 – h.17.00), 30 marzo Fnac Verona (Via  Cappello, 34 – h.18.00).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Taglio finanziamenti Tv locali

Posted by fidest press agency su sabato, 20 marzo 2010

Dichiara Beltrandi: “La nota soppressione delle provvidenze per l’editoria, come sempre imposte con decreto, ha limitato il ruolo delle tv locali, le uniche in grado di trasmettere notizie legate al territorio ignorate dalle tv nazionali. Ciò si inserisce in un quadro di grande difficoltà perle piccole emittenti, a causa della crisi nel mercato pubblicitario e delle spese sostenute per  il “passaggio al digitale” Al danno si è aggiunta la beffa: i finanziamenti  relativi al triennio 2007/2009, durante i quali le tv locali hanno trasmesso informazioni e sostenuto spese che confidavano di poter ammortizzare, non sono stati erogati. Lo stesso Senato lo scorso mese ha ribadito con un ordine del giorno, il diritto a questo contributo perché previsto nelle leggi precedenti il decreto del 2010. Oltre al merito, esiste un problema di metodo: il Governo non può negare quanto prescritto nelle leggi perché da sempre, per la certezza dei rapporti giuridici si deve presumere la buona fede e l’osservanza delle aspettative riconosciute nelle norme: è necessario “il rispetto della parola data”. Per questo motivo ho presentato un’interrogazione al Presidente del Consiglio, molto attento alle vicende legate alle tv ed al loro utilizzo. Vedremo quanto tempo occorrerà per ricevere la risposta anche se temo che, come sempre più spesso accade, il ruolo del Parlamento sia del tutto svilito. Nato per controllare il Sovrano, è oggi ridotto a mera cassa di risonanza del potere esecutivo che sempre più spesso si arroga il privilegio di tornare ad essere “legibus solutus”. Con tutto il rispetto, non mi pare che a Berlusconi si addica un ruolo “al di sopra delle leggi”, a meno che non si vogliano considerare  le tv locali una “calamità naturale” (fonte radicali)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tagli alla stampa italiana all’estero

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2010

“Nel Decreto Milleproroghe approvato al Senato sono stati confermati i tagli alla stampa italiana all’estero, ai giornali delle associazioni consumatori e soprattutto alle radio e alle TV locali. Tale Decreto ha così tagliato i fondi destinati  ai quotidiani che si pubblicano all’estero, strumenti di informazione che sono diffusi e radicati nelle nostre comunità che hanno il semplice scopo di incoraggiare i beneficiari a conservare i legami con l’Italia. Questo atteggiamento è preoccupante perché ci si preclude la possibilità di dialogare con le nuove generazioni e di proiettare in avanti gli interessi dell’Italia, tra i protagonisti della vita sociale e culturale di oggi e di domani. Una riduzione del 50% dei fondi per i quotidiani italiani editi e diffusi all’estero, i tagli per le emittenti radio locali che si vedono ridimensionati i fondi per le tariffe elettriche e telefoniche e per gli abbonamenti alle agenzie, potrebbe  rivelarsi  un danno importante in termini di occupazione e di pluralismo dell’informazione. Senza dubbio un’adeguata politica di risparmio potrebbe essere attuata tagliando i finanziamenti a quei giornali fasulli che nessuno legge, ma allo stesso tempo è indispensabile intervenire riequilibrando e razionalizzando gli interventi a favore dell’editoria vera e meritevole. Non potendo più contare su stanziamenti annuali certi, i piccoli giornali, al contrario dei grossi network, non avranno più la certezza di usufruire di prestiti da parte delle banche e saranno obbligati a chiudere, così facendo, s’introduce un’altra evidente disparità di trattamento tra piccoli e grandi soggetti editoriali. Io non dico che ci debba essere uno sperpero di denaro pubblico ma vorrei solamente che si facesse un uso corretto dei fondi destinati a tali settori”. (On.Antonio Razzi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Berlusconi licenzia, il governo lo copre”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

“Siamo insoddisfatti della risposta del sottosegretario Viespoli. L’interpellanza urgente, presentata da IdV, intendeva  avere chiarimenti circa il futuro dei 56 dipendenti Mediaset, che rischiano il posto di lavoro a causa della decisione dell’azienda di  esternalizzare il reparto “Trucco, acconciatura e sartoria” lo dichiara in Aula l’on. Giovanni Paladini, capogruppo IDV in Commissione Lavoro alla Camera, durante lo svolgimento delle interpellanze urgenti. “Il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, ha assicurato, alla vigilia delle festività natalizie, che nessuno rischiava il proprio posto di lavoro in un’azienda sana come Mediaset. Il vicepresidente Piersilvio Berlusconi, dal canto suo, ha annunciato di recente l’acquisto di 2 emittenti televisive in Spagna, sottolineando la buona salute imprenditoriale del gruppo” ha spiegato l’on. Paladini nel suo intervento – tutte affermazioni che contrastano con la decisione di esternalizzare servizi, al fine di ridurre i costi”. “Capiamo l’imbarazzo per l’evidente conflitto di interessi, ma il governo, per bocca del sottosegretario Viespoli, a parte riferire quello che già sapevamo, non ha fornito nessun altro elemento chiarificatore.   La verità è che Berlusconi licenzia e il Governo lo copre. Questi lavoratori e le loro famiglie meritano una risposta e Italia dei Valori tornerà alla carica” conclude Paladini.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Digitale terrestre

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2009

La Provincia di Torino prende ufficialmente posizione sulla vicenda della trasmissione televisiva in modalità digitale terrestre, sollecitando il Governo ad operare per risolvere i notevoli problemi di ricezione dei programmi della Rai e delle emittenti locali, soprattutto nelle zone collinari e montane. “Abbiamo compiuto un passo ufficiale, – annunciano il Presidente Antonio Saitta e l’Assessore alla Montagna, Marco Balagna – nella convinzione che occorra salvaguardare il pluralismo delle voci che si esprimono nel panorama dell’informazione radiotelevisiva locale. Anche noi, come gli amministratori dei Comuni e delle Comunità Montane riuniti nell’UNCEM, siamo fortemente preoccupati per i problemi di ricezione dei canali Rai che si riscontrano un po’ in tutte le nostre vallate. L’accesso al servizio radiotelevisivo pubblico è un diritto di tutti i cittadini che pagano regolarmente il canone, così come è un diritto delle emittenti private che fanno informazione sul territorio poter raggiungere l’utenza sinora servita, essendo anch’esse concessionarie di un servizio pubblico”. In una lettera che il Presidente Saitta ha scritto al Vice-Ministro dello Svilippo Economico, Paolo Romani (con delega alle Comunicazioni), si sottolinea che “non pochi cittadini si sono rivolti agli amministratori locali per segnalare le difficoltà di ricezione dei segnali televisivi della Rai e delle emittenti locali. Se i disagi segnalati dai cittadini piemontesi fossero solo dovuti al lasso di tempo necessario per assestare il nuovo sistema di trasmissione e ricezione, il problema sarebbe tutto sommato di facile soluzione. Il sottoscritto ed altri colleghi Presidenti di Province piemontesi sono stati però interpellati dagli editori di alcune tv locali, i quali si sono sentiti penalizzati nell’assegnazione dei canali di trasmissione, non potendo al momento garantire la copertura dell’intero territorio precedentemente servito con il segnale analogico”. Il Presidente della Provincia ricorda inoltre che le emittenti locali hanno sostenuto investimenti straordinari, per garantire la ricezione del proprio segnale in analogico e in digitale terrestre sull’intero territorio piemontese, nella consapevolezza di svolgere, con i loro programmi di informazione e di intrattenimento, un servizio pubblico che affianca quello della Rai. “Le emittenti private più qualificate si sostengono solo grazie alle entrate pubblicitarie. – sottolinea Saitta nella missiva al Vice-Ministro Romani – Per i loro editori diventa veramente difficile affrontare ulteriori ed ingenti investimenti per garantire la copertura dell’intero territorio, senza la collaborazione e la comprensione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico in sede di assegnazione delle frequenze”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »