Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘emma bonino’

Premio Roma: Consegnati i premi dell’edizione 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2016

la sapienzaRoma Cerimonia nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza. Sono stati uomini della cultura, dello spettacolo, dell’arte, delle istituzioni e della letteratura a ricevere nell’Aula Magna della Sapienza Università di Roma, i riconoscimenti dell’edizione 2016 del Premio Roma. La cerimonia si è aperta con la Banda Musicale dei carabinieri che ha eseguito gli inni nazionali dell’Italia, di Malta (gemellata quest’anno con il Premio Roma) e Europeo – molto applaudito – oltre alla marcia trionfale dell’Aida. I premi sono stati consegnati:
a Emma Bonino, in occasione del 70° Anniversario del voto su scala nazionale concesso alle donne, per il suo grande impegno e le numerose battaglie sostenute in campo sociale e politico, riscuotendo stima unanime, è stato conferito il “Premio Speciale per il 70° Anniversario del suffragio femminile in Italia”;
a Umberto Orsini, in occasione del 400° Anniversario della morte di William Shakespeare e per le sue brillanti interpretazioni di opere del poeta e drammaturgo inglese, è stato assegnato il “Premio Speciale per la promozione del Teatro nel mondo”;
all’Esercito Italiano il Premio Speciale “per il 155° Anniversario della sua costituzione”. Il riconoscimento è stato ritirato dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Gen. C.A. Danilo Errico;
a Fulvio Ricci, coordinatore della collaborazione VIRGO, a cui va il merito della rilevazione della segnalazione delle onde gravitazionali con la fusione di due buchi neri, è stato conferito “il Premio Roma Urbs Universalis”
a Oliver Friggieri, poeta, scrittore e critico letterario maltese, una delle personalità più illustri in campo internazionale, è andato “il Premio Speciale Roma – La Valletta”, appositamente istituito per il gemellaggio culturale del Premio con la capitale della Repubblica di Malta.
per la Narrativa straniera: Ayse Kulin, “L’ultimo treno per Instanbul”, Newton Compton Editori;
per la Narrativa Italiana: Romana Petri, “Le serenate del ciclone”, Neri Pozza;
per la Saggistica: Andrea Carandini, “Il fuoco sacro di Roma”, Editori Laterza.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Women for Expo

Posted by fidest press agency su domenica, 12 luglio 2015

Expo-2015In Italia, 1 impresa su 3 è a gestione femminile e il 40% degli occupati nell’agricoltura sono donne. Nei Paesi in Via di Sviluppo le donne rappresentano il 43% della forza lavoro impiegata nell’agricoltura; nell’Africa Sub sahariana le donne che hanno accesso alla terra sono in media il 15% ma spendono 16 milioni di ore al giorno per la raccolta di acqua potabile, a fronte delle 6 milioni di ore degli uomini, restando ancora quelle meno tutelate per motivazioni come il principio di ereditarietà delle proprietà ad appannaggio solo maschile. Con il termine empowering viene indicato un processo di crescita di un individuo basato sull’incremento dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e valorizzare il suo enorme potenziale a beneficio di tutta la comunità di appartenenza. Ma per promuovere questo processo è necessaria una forte volontà socio-politica e organizzativa, a tutti i livelli. Per questo ActionAid, in occasione del 20° anniversario della 4° Conferenza Mondiale sulle Donne di Pechino, dal 1995 il piano d’azione più avanzato e completo sui diritti delle donne, e del Global Leaders’ meeting on gender Equality and Women’s Empowerment che si terrà a New York il prossimo 26 settembre, ha scelto di promuovere in collaborazione con Women for Expo la doppia tavola rotonda moderata da Monica Maggioni, Direttore di Rainews 24, e Marta Dassù (Women for Expo) “2015: Empowering Women – La corsa per i diritti delle donne da Pechino a New York”, con la partecipazione del Governo Italiano con il Ministro Boschi e il Vice Presidente del Senato Fedeli, Emma Bonino (Presidente Onorario Women for Expo), Diana Bracco (Presidente Expo 2015, Commissario Generale del Padiglione Italiano Expo 2015), Livia Pomodoro (Presidente Milan Center for Food Law and Policy), Claudia Sarrocco (Comitato Scientifico Fondazione Italia in crescita), Cristina Tajani (Assessore alle politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca al Comune di Milano), Akie Abe in qualità di keynote speaker (First Lady del Giappone), Khalida Brohi (Fondatrice e Direttore Sughar Empowerment Society – Pakistan), Kristalina Georgieva (Vicepresidente della Commissione europea e Commissario europeo per il bilancio e le risorse umane), Arancha Gonzalez (Direttore International Trade Centre – Ginevra).Le donne che vivono in aree rurali sono tra quelle che meno hanno beneficiato dei progressi nell’implementazione della piattaforma d’azione di Pechino, per una molteplicità di fattori tra cui il diritto negato di accesso alla terra, che priva loro di altri diritti fondamentali, in primis la sicurezza alimentare, ma anche ad esempio la loro libertà dalla violenza: la Special Rapporteur dell’ONU sulla violenza contro le donne, Rashida Manjoo, ha evidenziato come la possibilità per le donne rurali di proteggersi dalla violenza richiede la realizzazione dei loro diritti socio-economici, in particolare quelli inerenti alla proprietà ed eredità della terra. Inoltre, diversi studi hanno dimostrato come le donne che hanno accesso, proprietà e controllo sicuri della loro terra e di altre asset hanno più possibilità di evitare relazioni che le espongono al rischio di contrarre l’HIV e di gestire meglio le conseguenze dell’AIDS, come dimostrato da una ricerca dell’International Center for Research on Women (ICRW) nello stato del Kerala in India, rilevando come il 49% delle donne senza titoli di proprietà avessero subito violenza fisica contro il 7% delle donne con titoli di proprietà. Altri studi condotti in Kenya occidentale dimostrano che integrare i diritti di proprietà ed eredità delle donne nei programmi di prevenzione dell’HIV riduce effettivamente il rischio di contrarre l’HIV.Negli ultimi decenni l’impegno dei governi è andato verso il riconoscimento a livello normativo del diritto delle donne ad accedere, ereditare e possedere la terra. Persistono però stereotipi di genere e discriminazioni all’origine di pratiche socio-culturali che di fatto sono d’ostacolo all’effettiva implementazione delle leggi. Ad esempio, secondo la FAO, in America Latina l’eredità è il mezzo frequente con cui si trasferisce la proprietà della terra, ma è raro che le figlie abbiano accesso all’eredità, che va in genere a favore dei figli, così come in Asia, dove i diritti di proprietà delle donne vengono riconosciuti dalle famiglie perlopiù solo a livello formale.Diversi passi avanti si sono registrati a livello legislativo, sempre più paesi riconoscono l’uguaglianza di genere all’interno di leggi e nelle proprie costituzioni, ma i progressi sono stati definiti anche dallo stesso Segretario Generale dell’ONU “inaccettabilmente lenti”. Si stima infatti che all’attuale ritmo di avanzamento, ci vorranno almeno 75 anni per raggiungere la parità salariale tra donne e uomini e 81 anni per eliminare il divario di genere nella partecipazione economica. Il 20° anniversario di Pechino nell’anno di Expo è l’occasione ideale per fare il punto sulle sfide rimanenti per l’implementazione della piattaforma, e può rappresentare il punto di partenza per definire gli impegni della prossima agenda per lo sviluppo post 2015, che dovrà assolutamente tener conto dell’agricoltura sostenibile e in particolare del diritto alla terra, della necessità di integrare un prospettiva di genere negli interventi volti allo sviluppo agricolo.“Poiché la prossima agenda per lo sviluppo vorrà far fronte a problematiche globali attraverso l’impegno di tutti i paesi del mondo – sia Nord sia Sud – ActionAid ritiene fondamentale che i governi concretizzino gli impegni attraverso azioni che mirino ad eliminare le disuguaglianze di genere sia all’interno del proprio territorio sia attraverso la cooperazione internazionale” dichiara Orietta Maria Vanelli, Presidente di ActionAid Italia, tra i partecipanti alla tavola rotonda “Perché se questo è vero per problemi come la violenza di genere o per l’iniqua distribuzione della responsabilità del lavoro di cura tra donne e uomini, anche nel settore agricolo si trovano problematiche gravi molto simili”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Da moneta unica a unica moneta”

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2012

Torino al 09/03/2012 Al 14/04/2012 Via Solferino, 7,Presso: Piemonte Artistico e Culturale Mostra di vignette sull’euro umoristiche per i primi dieci anni dell’euro. La organizza il Consiglio Regionale del Piemonte a Torino, dal 9 marzo al 14 aprile 2012, nei locali del Piemonte Artistico e Culturale di piazza Solferino 7 a Torino.
La mostra “Da moneta unica e unica moneta” è stata curata dal disegnatore Dino Aloi in collaborazione con Amalia Angotti, Milko Dalla Battista, Claudio Mellana e Giovanni Sorcinelli. Oltre 200 vignette compongono la mostra che ha l’intenzione di far sorridere su un argomento particolarmente attuale e delicato, per esorcizzare e nello stesso far discutere di un problema che ci riguarda tutti.Le tavole a colori sono divise in quattro sezioni. La prima “Tracce d’Europa”, è una cronologia storica che parte dall’Ottocento, quando non si parlava di Europa unita ma piuttosto di guerra, ed arriva alla fine delle monete nazionali con l’introduzione dell’euro. In altre due sezioni “Verso l’unità europea” e “L’euro si avvicina” sono raccolte di opere di autori di tutto il mondo realizzate nel 1997, un momento in cui non si vedevano ancora le potenzialità dell’euro. Intanto, anche in paesi lontani come la Cina o le Filippine, la Russia o il Giappone, ci sono autori che disegnano l’euro, parlando di ‘moneta unica’ con sarcasmo e malizia. L’ultima sezione “Buon compleanno euro” espone tavole realizzate appositamente per l’iniziativa con l’apporto di disegnatori di tutta Europa, non solo delle 17 nazioni che hanno introdotto l’euro. Tra gli autori italiani: Bruno Bozzetto (inventore del Signor Rossi), Sergio Staino (ideatore del personaggio Bobo), Fabio Sironi (collaboratore de Il Corriere della Sera, Benny (collaboratore di Libero), affiancati da autori europei come l’austriaco Pismetrovic, i francesi Rousso e Million e il polacco Szumowsky. Il catalogo (edito da Il Pennino) contiene tutte le opere esposte ed è arricchito dagli interventi critici di Nerio Nesi e Claudio Mellana e dai colloqui con i ministri Elsa Fornero e Francesco Profumo, Emma Bonino e Romano Prodi, e con Angelo Miglietta segretario generale della Fondazione CRT e Andrea Beltratti presidente del consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo.

 

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum sul debito pubblico

Posted by fidest press agency su martedì, 13 settembre 2011

Lazio regional election, 2010

Image via Wikipedia

Roma, mercoledì 14 settembre 2011 – ore 16.00 Camera dei Deputati, Sala della Mercede
via della Mercede, 55 Forum organizzato da Quaderni Radicali e Club Ernesto Rossi Anatomia del debito pubblico italiano Origine storica e utilizzo politico-clientelare della spesa pubblica introduce Emma Bonino (Senatrice Radicale, vicepresidente del Senato) relazione di Daniele Bertolini (direzione Radicali Italiani e direttore scientifico del “Club Ernesto Rossi”) . comunicazioni di Antonio Marulo (caporedattore Quaderni Radicali e Agenzia Radicale) Alessandro Massari (direzione Radicali Italiani membro del comitato scientifico del “Club Ernesto Rossi”) . interventi di Marco Beltrandi (deputato Radicale, membro della Commissione di Vigilanza Rai Camera dei Deputati) Roberto Cicciomessere (direzione Radicali Italiani, ricercatore sui temi del mercato del lavoro) Marcello Crivellini (docente di Automazione e Organizzazione Sanitaria Ingegneria Biomedica Politecnico di Milano)
Michele De Lucia (tesoriere di Radicali Italiani) Oscar Giannino (editorialista de Il Messaggero, Panorama, Il Mattino, Il Gazzettino) Andrea Manzi (giornalista ) Enrico Morando (Senatore del Partito Democratico) Giuseppe Rippa (direzione Radicali Italiani, direttore Quaderni Radicali e Agenzia Radicale) Alfonso Ruffo (direttore del quotidiano economico “Il Denaro”)
Giulia Simi (presidente Comitato nazionale Radicali Italiani, docente matematica Università di Siena) Mario Staderini (Segretario nazionale Radicali Italiani ) conclude Marco Pannella (Presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartitico) . modera Silvio Pergameno (Presidente Club Ernesto Rossi)
La crisi economica e finanziaria che sta sconvolgendo con impressionante accelerazione l’economie occidentali vede come punto di acutizzazione della pressione speculativa proprio il debito pubblico italiano. I radicali sono stati tra i primi a denunciare l’irresponsabilità del parlamentarismo di spesa che nella prima metà degli anni 80 finanziava con quote consistenti di debito pubblico la stabilizzazione corporativa di una società attraversata da crescenti domande di assistenzialismo e da illusioni fiscali che annebbiavano il buon senso economico della società civile. La Costituzione contiene già nel testo del 1948 una norma che impone la copertura delle leggi di spesa. Tuttavia una serie di interpretazioni lassiste di questo disposto costituzionale e l’evoluzione delle procedure di bilancio a partire dagli anni settanta hanno di fatto reso inservibile l’art. 81 della Costituzione, lasciando campo libero all’irresponsabilità fiscale del regime consociativo dei partiti.
A partire dalla relazione introduttiva di Daniele Bertolini, dedicata alla dinamica politica ed economica del debito pubblico, sarà illustrato il contenuto ed il significato politico della proposta radicale di legge costituzionale elaborata da Alessandro Massari, Daniele Bertolini e Giuseppe Rippa in materia di riforma dell’art. 81 della Costituzione, già depositata in Parlamento a prima firma del deputato radicale Marco Beltrandi. Saranno presenti parlamentari, giornalisti economici ed economisti che da sempre si occupano di questi temi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Con le mani nella monnezza”

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2011

BRUSSELS/BELGIUM, 11 MAY 2010 - Emma Bonino (V...

Image via Wikipedia

Roma 18 luglio, alle ore 15,00, la sede del Partito radicale, in via di Torre Argentina,76 ospiterà la presentazione del saggio-inchiesta sull’affaire Malagrotta ‘Con le mani nella monnezza’ – prefazione di Gian Antonio Stella. Insieme ai due autori, sono previsti tra gli altri gli interventi di: Emma Bonino, vicepresidente del Senato (Radicali) Gaetano Pecorella, deputato del Pdl e presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al Ciclo dei rifiuti Mario Staderini, segretario di Radicali Italiani Elisabetta Zamparutti, deputata dei Radicali e membro della commissione Ambiente della Camera Rocco Berardo, consigliere della Lista Bonino-Pannella alla Regione Lazio e vicepresidente della commissione Ambiente Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio Sergio Apollonio, presidente del Comitato Malagrotta Francesca Romana Fragale, avvocato penalista esperta di Diritto dell’Ambiente che da oltre 10 anni rappresenta residenti e associazioni della zona nella battaglia contro la discarica di Malagrotta Modera l’incontro Federico Tantillo, editore della Reality Book

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

Si è svolta la cerimonia di premiazione L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza che, con la collaborazione della Commissione Nazionale per l’Unesco, anche quest’anno ha selezionato cinque giovani scienziate italiane assegnando loro una borsa di studio del valore di 15.000 ciascuna, a sostenere la loro attività di ricerca e il loro contributo al progresso scientifico.
Alla cerimonia, svoltasi presso la Sala di rappresentanza dell’Università degli Studi di Milano, hanno preso parte: Emma Bonino, Vicepresidente del Senato della Repubblica, Lara Comi, Deputata al Parlamento Europeo Gruppo PPE-DE e Vice-Presidente della Commissione IMCO, Enrico Decleva, Rettore dell’Università degli Studi di Milano,Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, Giorgina Gallo, Presidente e Amministratore Delegato L’ORÉAL Italia, Fabiola Giannotti, Direttrice dell’esperimento Atlas del CERN, Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università IULM e Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e Umberto Veronesi, Direttore Scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia e Presidente della Commissione Giudicatrice delle Borse di Studio. Le cinque vincitrici si sono distinte tra quasi trecento candidature pervenute da tutta Italia per i loro progetti di ricerca nel campo delle Scienze della Vita e della Materia. Tra le ragazze premiate, la Dottoressa Roberta Censi, 30 anni, laureata nel 2006 in Chimica e Tecnologia Farmaceutica all’Università di Camerino con un dottorato di ricerca in Life Science conseguito nel 2010 all’Università di Utrecht in Olanda. Nel suo percorso ha svolto attività di ricerca anche presso gli Ospedali Universitari di Groningen ed Utrecht e presso l’Università di Gent, ha insegnato Veicolazione e Direzionamento dei Farmaci Biotecnologici all’Università di Camerino ed è autore di 20 articoli scientifici internazionali. La sua ricerca è diretta allo sviluppo di nuovi biomateriali per il rilascio controllato di proteine e per l’ingegneria di tessuti artificiali, tra cui la cartilagine. Insieme a lei sono state premiate: Silvia Alboni – farmacologa (Università di Modena e Reggio Emilia), Ilaria Cacciotti – ingegnere medico (Università degli Studi di Roma Tor Vergata), Chiara Gambardella – biologa (Università di Genova) e Agnese Ilaria Telloni – matematico (Università di Modena e Reggio Emilia).
“Il Premio L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza è tra i progetti che maggiormente sostengono la ricerca al femminile” – ha affermato il Professor Umberto Veronesi, Presidente della Giuria, durante la cerimonia di premiazione – “le giovani ricercatrici e in generale le nuove generazioni hanno bisogno del nostro aiuto e sono come sempre orgoglioso di partecipare a tale iniziativa perché credo nel futuro e in coloro che adesso fanno enormi sacrifici per garantire alle prossime generazioni una vita migliore.” (roberta, vincitrici)

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emma Bonino la più amata dagli italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

Nel corso dell’ultima puntata di Ballarò un sondaggio Ipsos ha rivelato una notizia che meriterebbe maggiore valutazione da parte di analisti e commentatori, oltre che dalle stesse forze politiche.
Il leader politico in cui gli italiani hanno più fiducia è la radicale Emma Bonino, che con il 44% delle preferenze precede i vari Bersani, Vendola, Fini, Casini, distanziando di molto Berlusconi, Di Pietro e Bossi. Una vera e propria “notizia”, considerato che l’esposizione mediatica della Bonino è decine di volte inferiore a quella di coloro che precede. Evidentemente, nonostante l’isolamento politico e il silenzio cui siamo costretti, la capacità di lotta e di proposta dei Radicali è ancora oggi
percepita dagli italiani come la più autorevole e credibile, in continuità con il risultato delle ultime elezioni regionali, quando il 51,8% degli elettori della Capitale preferì la Bonino all’avversaria Polverini. Questa forza, che affonda le radici nel vissuto dei cittadini, spiega il perché ai Radicali venga pervicacemente negata la dignità di interlocutore politico, mentre ai telespettatori è sottratta la possibilità di conoscerne  iniziative e proposte di alternativa riformatrice. A questo punto, viene da chiedersi a chi convenga tutto ciò.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonino e Cappato incontrano Pisapia

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 gennaio 2011

BRUSSELS/BELGIUM, 11 MAY 2010 - Emma Bonino (V...

Image via Wikipedia

Milano, Nella mattinata di oggi, lunedì 17 gennaio, si terrà un incontro tra il candidato a Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e i Radicali Emma Bonino e Marco Cappato, in particolare per affrontare il tema delle elezioni comunali nel capoluogo lombardo. A seguito dell’incontro, alle ore 15.30, Emma Bonino e Marco Cappato terranno una conferenza stampa presso la Sala Marra di Palazzo Marino.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Roma per la pace

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Roma 21 dicembre alle ore 18, nella sala Pietro da Cortona in Campidoglio, si terrà la presentazione del libro di Khady Koita “Mutilèe” con la prefazione di Emma Bonino.
Il 22 dicembre alle 12,30  il Premio sarà presentato in conferenza stampa  sala Pietro da Cortona, in Campidoglio. Saranno presenti il sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e la premiata Khady Koita.
Il 22 dicembre alle ore 21 nel corso del Concerto di Natale dell’Accademia Santa Cecilia, diretto dal Maestro Antonio Pappano e sostenuto da Enel sarà conferito nella Capitale il Premio Roma per la Pace e l’Azione Umanitaria, edizione XVII, a Madame Khady Koita. La serata, come già per l’edizione 2009, sarà presentata da Iole Cisnetto, imprenditrice culturale sensibile al sociale e attiva nel campo dei diritti umani, membro della Commissione Premio Roma per la Pace 2010. per il suo impegno in favore della lotta alla mutilazione genitale femminile. Khady Koita è pioniera di questa battaglia a partire dagli anni Ottanta, con l’importante traguardo di aver infranto il tabù su una pratica violenta e disumana e inutile di cui sono state vittime per secoli, e ancora lo sono, le donne africane.
Il Premio – istituito nel 1994 dalla Giunta comunale di Roma allo scopo di sottolineare il ruolo della Capitale come grande crocevia internazionale e luoghi di incontro di culture diverse – è assegnato, come ogni anno, a una personalità che si è particolarmente distinta per la sua azione di pace e per la sua attività in campo umanitario. Nelle precedenti edizioni è stato assegnato a illustri personalità, fra cui Sua Santità Papa Giovanni Paolo II, Muhammad Yunus, David Grossman, Aung San Suu Kyi. Il premio, consistente in una somma di denaro, rappresenta un contributo che Roma Capitale vuole riconoscere a sostegno di questo progetto sociale. Per la sua alta valenza umanitaria, la manifestazione che si svolge ormai da anni sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha ottenuto quest’anno anche il Patrocinio del Segretariato Sociale della RAI.
Il riconoscimento sarà consegnato a Mme Koita per il suo impegno tenace, coraggioso e pacifico alla lotta di una pratica che per secoli ha offeso moralmente e fisicamente le donne africane. Di origine senegalese, Mme Koita ha scritto il libro “Mutilée”, raccontando la sua storia personale di mutilazione subita e poi imposta ad alcune delle figlie, prima di emanciparsi dal modello sociale in cui questa pratica ha trovato diffusione. Da questa stessa storia parte il suo impegno, anche attraverso l’associazione La Palabre asbl, per sottrarre milioni di bambine da una violenza che nel mondo viene perpetrata ad un ritmo di una ogni quindici secondi e il cui scopo, come ricorda Koita “è soltanto la volontà degli uomini di dominare”. Il suo impegno si poi allargato più in generale al sostegno di donne e bambini oggetto di violenze familiari. Koita e le altre rappresentanti dei movimenti africani, con il sostegno del Governo italiano, nelle persone dei Ministri Franco Frattini e Mara Carfagna e con l’appello sottoscritto da Clio Napolitano, si stanno battendo per ottenere dalla 65a Assemblea generale delle Nazioni Unite una Risoluzione che riconosca le mutilazioni genitali femminili come una grave violazione dei diritti umani. Il sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno, conferendo questo Premio, offre un ulteriore sostegno all’impegno italiano in direzione di questa campagna di civiltà. Mme Koita sarà in Italia dal 19 al 24 dicembre per ritirare il Premio e con l’occasione per dare visibilità pubblica al suo impegno umanitario.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I radicali incontrano Bersani e Berlusconi

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 dicembre 2010

In una riunione Radicale ieri sera, in collegamento tra l’altro con Emma Bonino e Niccolò Figà Talamanca ( a New York per l’Assemblea Generale dell’ONU), con Elisabetta Zamparutti e Marco Perduca (a Accra per il rilancio africano della Moratoria sulla pena di morte) Marco Pannella ha informato i presenti che: “dopo l’incontro con Pierluigi Bersani e Maurizio Migliavacca, ne ho avuto un altro, lungo e importante con Silvio Berlusconi, Gianni Letta, Angelino Alfano; non tanto in vista del 14 dicembre, ma delle situazioni che ne potranno e dovranno scaturire”. “Per noi Radicali occorre, infatti – ha proseguito Pannella – rendere al paese, alla Repubblica, Democrazia e Stato di Diritto; non solo di fatto, ormai aboliti, distrutti, dal sessantennio partitocratico italiano. Per questo obiettivo non sono nemmeno decentemente proponibili logore e screditate ammucchiate dette e riproposte come “unità nazionali”. Occorrono invece unità alternative democratiche, federaliste europee, euro-mediterranee, euro-africane e euro- mediorientali, per opporre allo sfascio e al fascio in atto una effettiva sovranità dei Diritti Umani, civili; prescritti dalla legalità internazionale e dalle giurisdizioni –spesso purtroppo neglette- in cui è articolata, e che occorre urgentemente animare e rafforzare in tutto il  mondo contemporaneo, ancora in gran parte oppresso e fuorilegge”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convenzione dei diritti dell’uomo

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

Roma 22 e 23 novembre presso la Biblioteca della Camera dei deputati in Via del Seminario 76, si terrà il convegno “Stato di diritto e democrazia. Il rispetto e l’applicazione della Convenzione dei diritti dell’uomo nell’ordinamento italiano”.  Il convegno, promosso da Radicali Italiani, dal Partito Radicale Nonviolento e dai parlamentari radicali intende valutare le condizioni dello stato di diritto e della democrazia in Italia prendendo come punto di riferimento il rispetto della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.  I lavori saranno aperti il 22 novembre alle ore 9.30 dalla Vicepresidente del Senato Emma BONINO e andranno avanti sino alle 19.30, con la partecipazione dei massimi esperti della materia che individueranno gli ambiti tematici in cui i diritti e le libertà convenzionali sono maggiormente minacciati. Tra gli interventi previsti, ci saranno quelli dei professori Patrono, De Sena, Francioni, Condorelli, Zagreblesky e del Segretario di radicali Italiani Mario Staderini.  Dalle ore 10.30 del 23 novembre, , subito dopo la presentazione del documento finale dei lavori redatto dagli accademici, si terrà una tavola rotonda presieduta dal deputato radicale Matteo Mecacci e con la partecipazione di politici e rappresentanti istituzionali. Concluderà i lavori Marco Pannella.  http://www.radicali.it/convegnocedu

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legalizzazione prostituzione

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2010

Dichiarazione della Senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicali/Pd Sono sempre stata dell’idea che sia necessario intervenire a livello normativo per un pieno riconoscimento dell’attivita’ di prestazione di servizi sessuali e remunerati tra persone maggiorenni consenzienti. Più volte ho proposto al Parlamento di affrontare la questione: l’ho fatto con la presentazione di un disegno di legge ed ora con un emendamento alla manovra economica sottoscritto anche dai senatori Emma Bonino e Marco Perduca: legalizzare significa anche e soprattutto regolarizzare in termini economici l’attivita’ meretricia, che potra’ essere svolta in forma autonoma, dipendente o associata. Con un semplice calcolo approssimativo, su 70mila prostitute presenti nel nostro Paese (50% straniere, 20% minorenni) per 9 milioni di clienti, costo medio per prestazione di 30 euro -con ampia approssimazione per difetto-, con un giro d’affari di 90 milioni al mese,  oltre un miliardo l’anno. Naturalmente se leviamo a questo miliardo le minorenni e le straniere irregolari si arriverebbe alla cifra di 300 milioni di euro annui per un totale di aliquota al 26% di 80 milioni di euro annui. Cifra che spero il Parlamento non sottovaluti anche perchè -ripeto- si tratta di stime assolutamente al ribasso. Inoltre, da un tale provvedimento sarebbe notevole anche il risparmio in termini di risorsa lavoro da parte di forze di polizia e magistratura, che non dovrebbero più impegnarsi nel contrasto ad una prostituzione legalizzata e sottoposta a regime fiscale, e potrebbero concentrarsi con più efficacia nel contrasto dello sfruttamento della prostituzione anche minorile, ed altre tipologie di crimine. E non ci si scandalizzi sul fatto che l’attivita’ possa essere tassata visto che gia’ oggi accertamenti fiscali e redditometri nei fatti lo fanno. Se fosse legalizzata ci sarebbero non solo doveri pagare le tasse- ma anche diritti: assistenza sanitaria, previdenziale, ecc.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le politiche di riforma per la regione

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Roma 22 marzo, ore 16, Via di Torre Argentina, 76 Conferenza promossa dall’Associazione Radicale Certi Diritti con Emma Bonino, candidata Presidente della Regione Lazio Sergio Rovasio, Segretario Associazione Radicale Certi Diritti e Candidato tra i capilista della Lista Bonino-Pannella alla Regione Lazio Dall’Europa dei diritti alle Regioni delle Opportunità: Enzo Cucco, Direttore Fondazione Sandro Penna di Torino e candidato della Lista Bonino-Pannella alla Regione Piemonte; I diritti delle famiglie non matrimoniali, normativa costituzionale ed europea, Bruno de Filippis, Giurista; Le politiche di promozione dei Diritti Civili per le Regioni, Avvocato Giuseppe Rossodivita, candidato tra i capilista della Lista Bonino-Pannella alla Regione Lazio; I diritti contesi: Marilisa D’Amico, Professore Ordinario di Diritto Costituzionale Università di Milano;  La tutela sovranazionale delle coppie gay: Mario Patrono, Professore Ordinario di Diritto Costituzionale Università La Sapienza di Roma; La campagna di Affermazione Civile: Avvocato Antonio Rotelli, Presidente di Avvocatura Lgbt, Rete Lenford; Diritti civili e Laicità delle Istituzioni: Avvocato Francesco Bilotta, Università di Udine. A seguire confronto tra gli esponenti della Comunità lgbt(e) e associazioni per la difesa e la promozione dei diritti civili.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comizio Emma Bonino

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Roma, 19 marzo 2010, ore 17:30 piazza Campo de’ fiori Comizio della Lista Bonino-Pannella con Emma Bonino, Marco Pannella,  Mario Staderini, segretario di Radicali italiani e i candidati della lista

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emma Bonino: La storia di una vita

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2010

A cura di Cristina Sivieri Tagliabue Il primo libro a firma di Emma Bonino è la storia di una vita in keywords, da leggere in ordine o in disordine, seguendo a piacere i temi e le parole. Un libro che percorre i 60 anni di storia di una “fuoriclasse” della politica e della cultura italiana: le lotte per i diritti civili, l’impegno in Parlamento a Roma e Bruxelles, le missioni all’estero, le campagne elettorali passate e presenti.  Emma Bonino si racconta “dalla A alla Z” attraverso battaglie e vittorie, politiche e umane, sempre in prima linea. Emma Bonino è attualmente Vicepresidente del Senato della Repubblica, eletta nelle liste del Partito Democratico, e candidata alla Presidenza della Regione Lazio.  Nata il 9 marzo del 1948 a Bra (Cuneo), si laurea all’Università Bocconi di Milano in Lingue e letteratura moderna. Leader Radicale, viene eletta nel 1976 alla Camera dei Deputati insieme a Marco Pannella, Adele Faccio e Mauro Mellini. Nel 1979 diventa deputato del Parlamento europeo. Nel 1994, su indicazione del Governo Berlusconi viene nominata Commissario europeo per gli aiuti umanitari, la politica dei consumatori e la pesca. Nel 2006 assume l’incarico di Ministro per il commercio internazionale e le politiche europee nel Governo Prodi II. http://www.emmabonino.it
Cristina Sivieri Tagliabue, 36 anni, vive tra Milano e Roma. Si occupa di culture giovanili per “Il Sole 24 Ore” e Radio24. Ha una passione innata per le storie delle persone, soprattutto quelle che ai media non interessano, quando non ne parla in radio, ne scrive sul suo blog. È responsabile del Premio Ischia dedicato ai social network e, insieme a un gruppo di autrici, artiste e amiche ha fondato casa di produzione non profit “Non Chiederci La Parola”, il cui obiettivo è documentare storie al femminile. Il suo primo libro è del 2009, Appena ho 18 anni mi rifaccio, edito da Bompiani. http://cristinatagliabue.nova100.ilsole24ore.com (Collana: Grandi PasSaggi  Pagine: 168 Formato: 13,7 x 19,5  In libreria: marzo 2010 Legatura: cartonato con sovraccoperta Prezzo: € 14,00 ISBN: 978-88-452-6532-7 Bompiani editore) (bonino)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Diritti dei cittadini e diritti dei politici

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

E’ tutto un parlare di legalità in questi giorni. Bene. La sen. Emma Bonino col suo sciopero di fame e sete ha portato all’attenzione un sistema marcio, foriero di illegalità e impossibile per garantire la partecipazione, come elettorato passivo (candidati), dei cittadini alla competizione elettorale, e, di conseguenza, l’impossibilità dell’elettorato attivo (elettori) di essere informati e di poter scegliere tra le varie opzioni della proposta politica. Situazione che ha determinato le piu’ diffuse vittime proprio tra i Radicali della Bonino. Ma e’ successo che le vittime piu’ visibili questa volta ci sono state anche tra coloro che sono sempre stati i principali detrattori di chi poneva la questione legalità come determinante. Siamo quindi in una situazione che viene presentata da queste vittime più eclatanti come anomala, perche’ non sarebbe garantito il diritto agli elettori di esprimersi. Un ragionamento che puo’ trovare logica e Diritto solo in chi, amministrando il potere da sempre e assimilandolo alla propria gestione, considera antidemocratico che loro non possano competere… anche se cio’ e’ accaduto perche’ loro stessi non hanno rispettato le regole che si erano dati. Si fa sempre piu’ probabile, quindi, la cosiddetta scelta politica, di buon senso… ognuno ha coniato un proprio modo di presentare un atto che, sostanzialmente, sarebbe il rinvio delle elezioni regionali e, forse, il cambio di regole per la partecipazione dell’elettorato passivo. Se cio’ accadesse non sarebbe  strano per il nostro sistema politico, economico, civico e sociale, e’ cosi’ l’Italia: nel diritto, nel linguaggio, nel pensiero. E’ il motivo per cui gli italiani nel mondo sono considerati inaffidabili: le regole dicono tutto e il contrario dello stesso e, quando invece non sono cosi’, vengono adattate alla bisogna anche stravolgendo i cosiddetti punti comuni istituzionali di riferimento. Non e’ questo il Governo (e l’opposizione fa altrettanto) che legifera contro l’evasione fiscale favorendo la stessa (condoni o sanatorie)? Non e’ questo lo Stato che e’ azionista di societa’ (Telecom per esempio) che fanno truffe contro il medesimo Stato (l’Iva dello scandalo di questi giorni)? A noi che siamo semplici cittadini e che agiamo nel contesto civico, oltre a dover aiutare i cittadini a districarsi in burocrazia e arroganze istituzionali per farsi fare meno male, resta un difficoltoso compito:  spiegare ai cittadini che bisogna rispettare le leggi e le regole, e che quando queste vengono ritenute soffocanti e ingiuste vanno combattute sempre agendo nella legalità. Ma nel caso di specie abbiamo una notevole difficoltà a spiegare ad una nostra collaboratrice che, neo- laureata in Legge, nel fare l’esame scritto di abilitazione alla professione forense, ha dimenticato di inserire uno dei fogli dovuti nella busta consegnata alla commissione e esaminatrice e, giustamente, e’ stata bocciata. Avrebbe potuto portare dopo questo foglio, così come accade per alcuni fogli mancanti che vengono consegnati dopo la presentazione delle liste elettorali dei candidati? Suvvia, siamo seri, è ovvio che no. Oppure, avrebbe potuto fare istanza perche’ l’esame fosse rimandato visto il suo caso? Suvvia, siamo seri, è ovvio che no. E’ evidente la differenza: noi cittadini comuni (elettorato attivo) possiamo partecipare al processo istituzionale attraverso un meccanismo con precise dinamiche e gerarchie che vanno rispettate; i politici (elettorato passivo) possono anch’essi partecipare ma col vantaggio che, essendo loro quelli che fanno le regole, possono cambiare le stesse allo loro bisogna. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonino sospende sciopero fame e sete

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

Dichiarazione di Emma Bonino, candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio “Dopo 111 ore dall’inizio dello sciopero totale della sete e della fame, alle ore 12 di oggi ho deciso di sospendere la mia azione nonviolenta di fronte alle oggettive scadenze di un processo elettorale illegale. Ciò non significa che interromperò la mia battaglia sulla legalità, lo stato di diritto e la democrazia nel nostro paese che, anzi, continuerò con tutte le mie forze, con altri strumenti e altri metodi legali a mia e a nostra disposizione. E spero che chi mi ha sostenuto, incluso quegli amici e compagni che ieri mi hanno esortato ad interrompere lo sciopero, continueranno questa battaglia con me e che le file vadano ad ingrossarsi sempre di più perché la situazione di illegalità ha raggiunto livelli da tempo insostenibili per qualsiasi sistema democratico, soprattutto quello italiano dove le istituzioni hanno un elemento di fragilità in più e che da tempo hanno la tendenza a negare se stesse invece di rappresentare punti di riferimento per i cittadini. Sin dall’inizio ho posto la questione delle regole e della trasparenza per la Regione Lazio come presupposto per la praticabilità di qualsiasi programma di governo, perché anche il più buono, il più eccelso dei
programmi, non può essere attuato in assenza di regole minime di trasparenza e legalità, ma anzi verrà travolto, mortificato, reso inattuabile se il contesto nel quale operare non cambia radicalmente. In questi giorni ho ripetuto che il tema della legalità “è” campagna elettorale, che gli incontri con le associazioni di categoria e territoriali, le visite nelle borgate di Roma e nelle province, pur utili e funzionali alla campagna rischiano di rimanere solo delle buone intenzioni se non si riesce ad andare oltre, alla radice dei problemi e porre rimedio alle opacità, alle incrostazioni, alle storture che sono così evidenti: basta guardare alla maniera con la quale si è arrivati ad accumulare dieci miliardi di debiti nella sanità, alle gare d’appalto e alle nomine fatte con metodi ben lontani dagli standard europei ed internazionali, a certi privilegi di cui godono gli stessi eletti…Non smetterò certo ora di ripetere che legalità e trasparenza riguarda tutta l’Italia e quindi anche il Lazio. Anzi, è proprio da qui, dal Lazio, che può e deve partire la riscossa civile e democratica nel paese, è da questo territorio e da questa regione che la bandiera della legalità deve essere rialzata, affinché anche i nostri contenuti politici e di programma ne escano rafforzati e non infangati.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Pd e i cattolici

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Dichiarazione dell’On. Gianfranco Zambelli: “Rimango nel PD anche se, allo stato dell’arte, politici come me ancorati al cattolicesimo democratico non trovano una collocazione adeguatamente rappresentativa. Rimango per difendere la storia da cui provengo, offrendo il mio contributo per l’elaborazione della cultura di un nuovo partito che non si riduca a una semplice aggregazione di soggetti diversi. Lo faccio senza il mio riferimento di questi due anni di legislatura nel Comune di Roma, il Senatore Riccardo Milana, con il quale ho percorso un tratto di strada che purtroppo si interrompe oggi per scelte non condivise. Lo faccio, coerentemente con il mandato degli elettori e con la consapevolezza di difendere spazi e identità che, anche con la candidatura di Emma Bonino alla presidenza della regione Lazio, sembrano ormai perdute”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comune di Roma e privatizzazione Acea

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 febbraio 2010

Roma. “L’Acea è una società storica, da anni quotata in borsa. Ciò implica che, senza entrare nel merito del discorso sulla privatizzazione, il Comune assicuri la massima trasparenza nella vendita delle azioni, rispettando al tempo stesso le esigenze dei cittadini che usufruiscono dei servizi offerti”. A dirlo è Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, condividendo le recenti dichiarazioni di Emma Bonino in merito alla questione della privatizzazione dell’Acea da parte del Comune di Roma. La candidata per il centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio ha infatti spiegato che il Campidoglio non può decidere autonomamente, poiché esiste un problema di competenze che, per quanto riguarda l’acqua e i rifiuti, coinvolge rispettivamente la Provincia e la Regione. Inoltre , la Bonino ha avanzato l’idea di creare una “authority” volta a garantire un servizio di monitoraggio per la gestione economica dell’azienda capitolina. Quanto alla vicenda delle competenze istituzionali in materia, il numero due del movimento che ha in Antonello De Pierro il suo leader sottolinea: “La situazione dell’Acea richiede necessariamente un discorso di coerenza, in modo tale da coinvolgere tutti gli organi competenti nella maniera più cristallina possibile, specie se dietro questi giochi finanziari a ‘scatole cinesi’ ci sono comunque i soldi dei pubblici contribuenti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: Conferenza stampa Bonino

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Roma 15 febbraio, alle ore 16, Emma Bonino e Marco Pannella, insieme ai candidati Governatori della Lista Bonino Pannella, terranno un Conferenza Stampa presso la sede di Via di Torre Argentina, 76 –Roma. La Conferenza Stampa si svolgerà al termine dei lavori dell’Assemblea dei Candidati Governatori della Lista Bonino Pannella a partire dal documento introduttivo di Mario Patrono, professore di diritto costituzionale e membro della Direzione di Radicali Italiani, de “La Riforma americana delle Regioni, dell’Italia, dell’Europa come unica alternativa allo sfascio democratico in Europa e, in particolare in Italia” Saranno presenti i candidati Governatori della Lista Bonino-Pannella: Emma Bonino (Lazio), Maurizio Bolognetti (Basilicata), Marco Cappato (Lombardia), Werter Casali (Emilia Romagna), Maria Antonietta Farina Coscioni (Umbria), Alfonso De Virgiliis (Toscana),  Marco Perduca (Marche), Silvio Viale (Liguria), insieme a Marco Pannella, ai parlamentari radicali ed agli organi dirigenti dei soggetti politici radicali.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »