Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘emodialisi’

Lake Como School: Accesso al sistema vascolare dell’emodialisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 giugno 2017

villa del grumelloComo 12-16 giugno Villa del Grumello. Il meeting si articolerà attorno a un corso teorico e pratico sull’accesso al sistema vascolare dell’emodialisi e sulla cannulazione la sesta scuola della Lake Como School of advanced studies 2017 – l’iniziativa promossa dalla Fondazione Alessandro Volta di Como che realizza attività di formazione post universitaria rivolte soprattutto a giovani ricercatori.
L’insufficienza renale cronica (IRC) è una malattia molto diffusa. L’aumento dell’invecchiamento generale della popolazione e delle malattie che danneggiano reni causa un aumento della prevalenza e l’incidenza di IRC e di malattie cardiovascolari (il rischio aumenta di 2-4 volte rispetto alla popolazione generale e 20 volte nel caso di IRC terminale). Un maggior numero di pazienti con una malattia renale allo stadio terminale (ESRD) richiede l’emodialisi (in Europa 65.000 nuovi pazienti ogni anno), con un aumento della mortalità, e un peggioramento della qualità della vita del paziente, con un notevole impatto economico e sociale. Un accesso vascolare è importante per la dialisi efficace ed efficiente per rimuovere le sostanze tossiche esogene e endogene dal sangue che causano la morte del paziente. Il corso ha parti teoriche e pratiche e la sua destinazione sarà un ampliamento delle conoscenze di accesso vascolare ma soprattutto un miglioramento della tecnica chirurgica del packaging FAV. In una prima parte teorica, i partecipanti saranno istruiti da esperti di epidemiologia sui costi dell’assistenza sanitaria e sulle diverse tecniche del packaging dell’accesso vascolare emodialitico. Successivamente ci sarà una parte pratica eseguita su modelli umani crioconservati dal Medcure Surgical Training Center di Portland. Una seconda parte del corso sarà dedicata agli infermieri di nefrologia o dialisi che usualmente cannulano FAV e ai medici interessati a imparare la tecnica della cannulazione dell’accesso vascolare. Infine, una terza parte del corso mostrerà le complicazioni della FAV (ematoma, invecchiamento ritardato, sindromi di acciaio, infezioni, trombosi, aneurisma e pseudoaneurisma, stenosi anastomotica) e il trattamento chirurgico, endovascolare o farmacologico.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emodialisi

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2009

«Dal 2001 ad oggi, i rimborsi per le spese di trasporto dei pazienti emodializzati risultano non adeguate agli attuali costi effettivamente sostenuti per recarsi ai centri ambulatoriali di dialisi, questo con notevole aggravio  economico sia per i malati sia che per gli operatori del servizio dei trasporti». E’ quanto dichiara Luigi Celori, presidente della Commissione per la Riforma del Sistema sanitario della Regione, che sul suddetto problema ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione. «Sono circa 4 mila i pazienti affetti da patologie renali – prosegue Celori – e il 60,5% di essi non essendo autonomo necessita di essere accompagnato al centro dialisi per la terapia tre volte a settimana. Un 20% di essi viaggia con servizi che assicurano alcune Asl, una minima parte viene accompagnata da familiari, mentre la maggioranza dei malati viene trasportata da società, associazioni e cooperative che operano nel settore. Il Servizio Sanitario Nazionale  garantisce  ai nefropatici cronici in trattamento dialitico il rimborso delle spese di trasporto dal domicilio al centro di dialisi, ma spetta alle regioni l’adeguamento dei rimborsi».«Ci chiediamo  – conclude Celori – come mai ad oggi la Regione Lazio non abbia provveduto all’aggiornamento  tariffario. Il problema è socialmente rilevante alla luce anche del fatto  che, essendo insufficienti gli attuali rimborsi, le società, le cooperative e le associazioni che svolgono il trasporto degli emodializzati trovandosi conseguentemente in uno stato di crisi economica si vedono costrette a non accettare più le deleghe dei pazienti trasportati o  a richiedere ai pazienti un’integrazione del rimborso previsto dalla normativa regionale. Auspichiamo che quanto prima si provveda a dare soluzione al problema in modo d’assicurare il trasferimento degli emodializzati».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emodialisi: HB elevata favorisce sopravvivenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2009

Nei pazienti in emodialisi cronica, la sopravvivenza a lungo termine è favorita da livelli emoglobinici relativamente elevati e da una moderata somministrazione di ferro per via endovenosa. L’anemia nei pazienti in emodialisi è dovuta in parte a deficit di eritropoietina e ferro, ma si tratta di deficit correggibili: la misura in cui ne risulti corretta anche l’anemia è stato però finora un punto molto controverso. La prognosi dei pazienti è migliore in assenza di anemia, almeno finchè i livelli di ferro vengono mantenuti nei limiti ottimali. I migliori risultati si ottengono inoltre somministrando quantità lievi o moderate di eritropoietina piuttosto che dosi più elevate. Le linee guida per la gestione dell’anemia finora in uso raccomandavano di mantenere l’emoglobina entro i 12 g/dl, ma i dati più recenti suggeriscono che la sopravvivenza del paziente aumenti proprio con i livelli di emoglobina. Gli studi clinici controllati utilizzati come base per stabilire le terapie standard si sono occupati del dosaggio dell’eritropoietina, ma non hanno preso in considerazione l’eventuale presenza di deficit di ferro nei pazienti: le linee guida sviluppate senza tenere conto di questa pecca sono dunque basate su informazioni non ottimali per l’assistenza ai pazienti. (BMC Nephrol online 2009, pubblicato il 9/3)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »