Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘energia eolica’

Tira una brutta aria per i produttori cinesi di turbine eoliche

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 dicembre 2011

English: Vestas V47 wind turbine with double w...

Image via Wikipedia

Londra I produttori cinesi di turbine eoliche hanno assistito ad una crescita spettacolare nel corso degli ultimi anni. Due dei principali costruttori cinesi di turbine eoliche sono ora tra i primi tre produttori a livello globale per megawatt di capacità venduti. Questa crescita è stata alimentata dalla domanda domestica di energia eolica, sostenuta dagli obiettivi governativi, e dal requisito che il 70% dei componenti delle turbine eoliche fosse prodotto localmente.
Tuttavia, questa incredibile storia di rapido successo ha un lato oscuro. La Cina è stata testimone del più alto numero in assoluto di incidenti causati da avarie e malfunzionamenti delle turbine eoliche, tra cui blackout e persino la morte di alcune persone.Con il mercato domestico saturo, chiari segnali di eccesso di capacità e consolidamenti all’orizzonte, i maggiori produttori cinesi hanno annunciato progetti di espansione internazionale. Se da un lato non vi sono dubbi sulla capacità dei cinesi di apprendere rapidamente, adattarsi e alterare la tecnologia per abbassare i costi, Frost & Sullivan ritiene che il mercato dell’energia eolicha presenti una sfida ben più dura da spuntare per i cinesi.
Alina Bakhareva, Research Manager per le energie rinnovabili di Frost & Sullivan afferma: “Inannzitutto, si riscontrano una serie di problemi tecnologici legati alla qualità che i produttori cinesi dovranno risolvere per poter essere in grado di offrire una soluzione tecnologica all’altezza dei produttori occidentali affermati”. Il divario tecnologico si sta espandendo a causa degli investimenti che GE, Vestas, Siemens e aziende simili stanno effettuando con l’obiettivo di aumentare la disponibilità e l’affidabilità delle turbine. “Un difetto tecnico che provoca una ridotta disponibilità pone un rischio enorme per un committente e può spazzare via un’ampia porzione dei profitti attesi. Un curriculum di esperienze ineccepibili renderà i responsabili per lo sviluppo dei progetti meno preoccupati per la qualità delle turbine cinesi, ma ci vorranno molti anni prima di poter raggiungere questo risultato”, aggiunge la Bakhareva.
La SERC (State Electric Regulatory Commission) ha formalizzato regolamenti tecnici più severi, specialmente per la riforma del LVRT (Low Voltage Ride Through). In aggiunta, il Federal Bureau of Energy ha rilasciato 18 nuovi standard industriali nel novembre 2011. Gli effetti immediati di questi cambiamenti nelle normative sono due. Aggiungere capacità LVRT aumenterà il costo delle turbine cinesi. Questo fatto, abbinato al rallentamento della domanda, porterà ad una estromissione dei produttori minori che non potranno permettersi l’aggiornamento a nuove apparecchiature. Pertanto, il settore produttivo domestico delle turbine eoliche in Cina va incontro a tempi duri, in cui il consolidamento potrebbe persino cambiare il posizionamento dei primi cinque operatori. Il settore dell’energia eolica nei mercati affermati ha superato il frenetico stadio iniziale in cui l’enfasi era posta sul massimo numero di turbine installate. L’attenzione è ora concentrata sull’aumento dell’efficienza operativa, sulla rapida risoluzione delle questioni legate alla performance, sul controllo e la visibilità in tempo reale e sulla riduzione dei tempi di manutenzione. Offrire una soluzione di assistenza interessante è quasi altrettanto importante che fornire le migliori apparecchiature disponibili.
La qualità dei servizi post-vendita può facilmente aggiungere qualche punto percentuale al guadagno in efficienza, risultando in un costo livellato dell’elettricità (LCOE, Levelized Cost of Electricity) inferiore. I produttori cinesi possono indubbiamente offrire turbine eoliche più economiche, ossia con spesa di capitale (CAPEX) inferiore; tuttavia, considerando l’intero pacchetto, sono ancora indietro rispetto ai corrispettivi occidentali.Anche nel caso in cui un servizio accattivante sia reso disponibile nel mercato domestico, offrire un servizio post-vendita su larga scala nei mercati d’oltreoceano richiederà un maggiore investimento iniziale. Se da una parte i produttori cinesi di turbine eoliche sono ampiamente finanziati dal governo, ci sono altre priorità di cui si devono occupare. È improbabile che investano fondi significativi per espandere la propria offerta di servizi nei mercati in cui non vendono molto. Per questo motivo, sarà difficile per i cinesi trovare spazio nei mercati dell’energia eolica in Europa e in parte degli Stati Uniti. Certamente ci saranno alcuni ordini sparsi, ma la presenza cinese difficilmente raggiungerà un livello simile a quello ottenuto nel settore dell’energia solare.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, permette ai suoi clienti di accelerare la propria crescita e raggiungere posizioni di rilievo in termini di progresso, innovazione e leadership di mercato. La Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre al CEO e al suo Growth Team ricerche accurate e modelli “best practice” da seguire per guidarli nella creazione, valutazione e attuazione di efficaci strategie di crescita. Frost & Sullivan vanta 50 anni di esperienza come partner delle più importanti società a livello globale (indice Global 1000), di aziende emergenti e della comunità degli investitori, lavorando in modo capillare in più di 40 uffici distribuiti su sei continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, visita il sito http://www.frost.com.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia eolica: Giornata mondiale

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2011

12 giugno giornata mondiale dedicata all’energia eolica promossa dall’Ewea, l’associazione europea dell’energia eolica e dal Gwec e il Global Wind Energy Council. Anche quest’anno Legambiente insieme ad Anev organizza iniziative in tutta Italia per promuovereil vento, una fonte pulita, rinnovabile ed inesauribile. Nel nostro Paese oggi ci sono oltre 6.000 MW distribuiti in oltre 340 comuni, e grazie a questi impianti si producono oltre 10,8 miliardi di kWh di energia elettrica, in grado di coprire il fabbisogno di oltre 4,3 milioni di famiglie e di risparmiare in atmosfera oltre 6,4 milioni di tonnellate di CO2. In Abruzzo vengono prodotti dal vento circa 225 MW in 15 parchi eolici. Numeri che dimostrano quanto l’eolico, grazie anche alle diverse tecnologie, sia fondamentale nel ripensare un modello energetico sostenibile e democratico. È attraverso la cosiddetta generazione distribuita (mix di fonti su piccola scala), infatti, che si possono raggiungere obiettivi importanti, come quelli toccati dagli oltre 220 Comuni in Italia che già oggi, con il vento, producono più energia di quella necessaria ai consumi domestici delle famiglie residenti.
In Abruzzo la Legambiente organizza per domenica la giornata mondiale dedicata all’energia eolica con un viaggio nelle storia e cultura della Marsica. Per l’iniziativa “Spinti dal vento”si svolgerà alle 10 una visita guidata da esperti al parco eolico Windsol a Collarmene, poi la mattinata proseguirà con una visita guidata all’area archeologica di Albafucens (ore 13), una al Musè di Celano (ore 16) e con una mostra dedicata alla bonifica del Fucino. La giornata si concluderà al Castello Piccolomini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia Eolica: Diminuiscono gli Ordini nel 2009

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2009

Londra Il 2009 e’ stato un anno tutto sommato di crescita per i produttori di turbine eoliche e questo grazie all’incremento di ordini che si era registrato nel 2008. Tuttavia, a causa della crisi economica che ha colpito tutti i settori, quest’anno si e’ registrata una diminuzione delle commesse che si riflettera’, inevitabilmente, sui fatturati di queste aziende nel 2010. E’ per questa ragione che le imprese appartenenti a questo settore devono adottare nuove strategie tese al mantenimento degli stessi margini con misure urgenti e straordinarie. Alcune aziende hanno gia’ messo a punto questi piani, la qual cosa consentira’ loro di continuare ad accelerare la propria crescita nel 2010. L’analista di Frost & Sullivan, Gouri Kumar, conferma: “Per tenere i margini intatti il prossimo anno, e’ essenziale che le compagnie rivisitino priorita’ e strategie. Alcune societa’ hanno gia’ cominciato a lavorarci sopra e diventa sempre piu’ interessante capire quello che si e’ fatto per tenere la societa’ a galla, per crescere o per adattarsi strategicamente alla pesante situazione economica”. Un certo numero di fusioni e acquisizioni si sta materializzando nell’industria a livello globale.  Altre aziende si stanno concentrando sul miglioramento del messaggio di offerta a livello interno con una particolare attenzione alla gestione della qualita’ manageriale, la revisione dei fornitori, le gestione delle operazioni, la manutenzione e il training del personale tecnico. Questa strategia riduce la spesa capitale per megawatt e accelera uno sviluppo piu’ rapido dell’offerta.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, lavora in stretta collaborazione con i propri clienti per aiutarli ad accelerare la loro crescita e a raggiungere risultati di rilievo in termini di  crescita, innovazione e leadership di mercato. Il Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre ai manager e ai loro team una serie di strumenti quali ricerche e modelli di best practice che permettono l’identificazione, la valutazione e l’implementazione di significative strategie di crescita. Frost & Sullivan ha oltre 45 anni di esperienza maturata lavorando per conto e in collaborazione con importanti societa’ a livello globale fra cui le prime 1000, aziende emergenti e investitori e vanta una rete di  piu’ di 35 uffici in cinque continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, si prega di visitare il sito http://www.frost.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Egitto incoraggia gli investimenti nelle energie rinnovabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2009

L’Egitto si sta trasformando rapidamente in un polo attrattivo di investimenti nel settore dell’energia rinnovabile. Considerate le eccezionali condizioni geo-climatiche del Paese, il Governo Egiziano ha quindi deciso di incoraggiare tali investimenti in un mercato relativamente nuovo promuovendo un programma di riforme che ne incentivi l’incremento. L’Egitto possiede caratteristiche per cui una grande abbondanza di terra sul quale coltivare piante per la produzione di biodiesel, sole per l’industria fotovoltaica e forti venti per la generazione di energia eolica. Le principali opportunità sono rappresentate dall’eolico, la migliore fonte di energia in rapporto costo-efficacia, e dal biodiesel. Grazie ad un atteso crollo del costo dell’energia solare, atteso nei prossimi 5 – 7 anni, l’Egitto ambisce a sviluppare un mercato competitivo in questo settore a medio termine. Inoltre, la sua prossimità nel mercato europeo dell’energia e nella produzione di apparecchiature dedicate rappresenta un ulteriore vantaggio per il Paese nella localizzazione del proprio business. Secondo le stime del Governo, l’energia da fonti rinnovabili potrà ammontare, entro il 2020, al 20 % dell’energia totale prodotta. Di questo valore, il 12 % sarà generato dall’energia eolica, campo nel quale l’Egitto è oggi il leader della regione, con una valore di produzione del 57%. Il Governo Egiziano sta attualmente sviluppando uno schema di incentivi il cui obiettivo è di offrire agli investitori attuali e futuri un aiuto sia finanziario sia amministrativo. Una delle misure stabilite è stata l’aver fissato una tariffa unica nello sviluppo di centrali eoliche, incoraggiando l’investimento e assicurando il flusso di entrate successivo. E’ stato previsto anche lo snellimento delle pratiche burocratiche attraverso una tempestiva gestione delle richieste di autorizzazione, garantendo la creazione di un unico soggetto col quale gli investitori potessero relazionarsi. L’intero processo di concessione verrà inoltre semplificato in piena cooperazione con le autorità governative. L’Autorità Generale per gli Investimenti (GAFI) opera come one-stop-shop per gli investitori internazionali. Inoltre, con la riduzione del costo delle infrastrutture sono state predisposte aree territoriali dedicate collegate con la rete nazionale. A livello politico il programma è già stato delineato nella legge per le nuove energie rinnovabili promulgata nel 2008. L’Italia sta attualmente progettando la prima centrale di produzione di energia eolica presso Gabal El Zeit, che raggiungerebbe inizialmente i 120 mega watt di elettricità per arrivare nel prossimo futura a 400 mega watt. La nuova centrale rifornirebbe di energie elettrica le aziende italiane nel Canale di Suez ed a Ain Sokhna usufruendo della rete nazionale elettrica egiziana.
L’Autorità generale per gli Investimenti Egiziana ha assunto il ruolo di promotore degli investimenti, con il mandato di incoraggiare gli investimenti stranieri nel paese. A seguito dell’emendamento sulla legge degli investimenti no. 8 del 1997 introdotto dalla legge no 14/04, il Gafi è oggi l’unico ente in grado di approvare le proposte di progetto degli investitori stranieri. Il Gafi rappresenta un importante successo per il Governo Egiziano nello snellire le procedure per gli investimenti.  I servizi offerti dal Gafi, a costo zero per gli investitori, coprono dalla registrazioni delle società, alla localizzazione del sito, alla identificazione dei partner alla acquisizione delle licenze. Per poter offrire un servizio completo è stato costituito il “One Stop Shop” collocato presso la sede del Gafi dove i delegati di differenti agenzie governative, specializzati e competenti nel  trattare con gli investitori, lavorano sotto un unico tetto, per agevolare tutte le parti coinvolte.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »