Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘entrata’

Divorzio breve: Entrata in vigore

Posted by fidest press agency su martedì, 12 maggio 2015

divorzio breveSulla Gazzetta Ufficiale n. 107 del 11 maggio 2015 è stata pubblicata la legge 6 maggio 2015, recante “disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”, il c.d. “divorzio breve”, che entrerà in vigore il prossimo 26 maggio.La nuova norma, interviene direttamente sulla legge n. 898 del 1970, a suo tempo frutto di una lunga battaglia parlamentare. La legge, quattro anni dopo, fu anche oggetto di un inutile tentativo di abrogazione attraverso il referendum.Oggi tutto cambia con grande rapidità e questa esigenza, appunto, è stata avvertita anche dal Legislatore, intervenuto con soli tre articoli, ma in maniera assolutamente significativa.La nuova legge prevede una consistente riduzione del tempo che deve passare fra la separazione e la richiesta per ottenere il divorzio: da tre anni a 6 mesi, se si tratta di una separazione consensuale.Se non c’è l’accordo delle parti sui termini della separazione, i tempi si allungano a 12 mesi (separazione giudiziale), indipendentemente dalla presenza o meno di figli.La separazione decorre da quando si compare davanti al Presidente del Tribunale e la norma anticipa anche il momento dello scioglimento della comunione dei beni tra i coniugi al momento in cui il Presidente autorizza i coniugi a vivere separati. Con la vecchia norma, invece, occorreva aspettare il passaggio in giudicato della sentenza di separazione.La nuova disciplina si applica anche ai procedimenti attualmente in corso. L’ordinanza che autorizza i coniugi a vivere separati sarà comunicata all’ufficio dello stato civile per l’annotazione dello scioglimento della comunione sull’atto di matrimonio.Dal provvedimento, durante la discussione a Palazzo Madama, era stata stralciata la norma che prevedeva il c.d. “divorzio immediato”, vale a dire “senza il periodo di separazione”.Sull’accelerazione del procedimento di separazione e divorzio erano già state adottate nel 2014 alcune misure acceleratorie, come la negoziazione assistita e gli accordi di separazione e divorzio davanti al sindaco, con il decreto legge n. 132/2014, convertito nella legge 162/2014, che prevede due modalità che semplificano i procedimenti di separazione e scioglimento degli effetti del matrimonio, ovvero delle condizioni di separazione o di divorzio, entrambi adottabili solo in caso di totale accordo dei coniugi.Su questo argomento, nei giorni scorsi è intervenuto il Ministero degli Interni – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – con la circolare n. 6/15, che contiene importanti chiarimenti applicativi proprio in riferimento al decreto n.132/14 (conv. nella l. n. 162/14).

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo provincia di Torino e Unicredit banca

Posted by fidest press agency su martedì, 25 maggio 2010

Da oggi anche i lavoratori in cassa integrazione in deroga, sospesi dal lavoro e in attesa del pagamento dall’Inps, potranno chiedere un anticipo alla Banca, come già avviene per i lavoratori in CIGS, in modo da poter garantire un’entrata in famiglia anche in assenza temporanea di lavoro. E’ quanto sancito dall’estensione del Protocollo di Intesa sull’anticipo CIGS – firmato a dicembre scorso- tra la Provincia di Torino ed UniCredit Banca. La firma del protocollo di Intesa è avvenuta oggi a Torino, presso i Centro per l’impiego di via Bologna, alla presenza dell’assessore al lavoro della Provincia di Torino Carlo Chiama e di Riccardo De Maglianis, Condirettore Famiglie e Privati della Direzione Commerciale Piemonte Nord e Valle D’Aosta di UniCredit Banca . Grazie alla firma di questo nuovo accordo, quindi, da oggi anche i lavoratori in CIGD riceveranno da UniCredit Banca, nel corso dei sei mesi che solitamente impiega l’Inps a corrispondere le indennità di cassa integrazione e qualora la loro azienda non sia in grado di provvedere, un anticipo fino all’80% della retribuzione netta mensile (in ogni caso non superiore a 900 euro e con un tetto massimo per l’intero periodo – 9 mesi – di 6.000 euro) senza alcun tasso di interesse o spesa aggiuntiva. Per fra fronte a questo nuovo impegno, UniCredit Banca ha messo a disposizione, oltre ai 500mila euro già stanziati per il primo accordo con la Provincia di Torino firmato lo scorso dicembre, un ulteriore milione di euro. Salgono quindi ad 1.500.000 euro i fondi messi a disposizione della banca per far fronte alle crescenti richieste dettate dall’attuale situazione di crisi. Un impegno che testimonia la vicinanza di UniCredit Banca al territorio della provincia di Torino anche in una fase difficile dell’economia e che permetterà a numerose famiglie residenti sul territorio provinciale di evitare spiacevoli interruzioni nel loro flusso di reddito mensile.  Tali famiglie si aggiungeranno, quindi, alle circa 300 che hanno già potuto continuare a percepire un introito mensile nelle more dei ritardi dell’INPS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »