Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Posts Tagged ‘epoca’

Due sculture femminili di epoca romana si aggiungono alla raccolta

Posted by fidest press agency su sabato, 15 febbraio 2020

Firenze Uffizi. Le opere, insieme a due epigrafi anch’esse romane, sono state acquistate dal museo nell’ambito di un’asta tenuta recentemente da Pandolfini a Firenze. La prima è una statua a grandezza naturale databile alla prima metà del I secolo d.C.: raffigura una donna abbigliata con una veste rituale, forse un capo sfoggiato dalle novelle spose, che trova i suoi confronti più convincenti nei rilievi dell’Ara Pacis, caposaldo della cultura augustea. A questo raro marmo si aggiunge uno busto con una testa femminile dalla complessa acconciatura, che riproduce la singolare tipologia di pettinatura in voga fra l’età traianea e l’inizio di quella adrianea (110-130 d.C.). Oltre alle sculture sono state acquisite dagli Uffizi due epigrafi di grande interesse documentario. La prima, proveniente dall’area di Tivoli, ricorda Marco Aveieno, un coactor argentarius, cioè un esattore delle aste pubbliche vissuto nel I secolo d.C. L’epigrafe amplia il nucleo di iscrizioni latine di provenienza tiburtina già da secoli proprietà delle Gallerie fiorentine; è di provenienza tiburtina anche la seconda iscrizione, inedito frammento appartenente ad un’epigrafe monumentale che, probabilmente, accoglieva una dedica imperiale.
“L’acquisto testimonia nel modo più evidente il rinnovato interesse per la collezione di marmi antichi delle Gallerie degli Uffizi, storicamente il vero cuore del museo che, per qualità e numero delle opere, vanta pochi confronti in Italia e all’estero – commenta il direttore Eike Schmidt – Questa incredibile raccolta, ricca di oltre un migliaio di statue, si deve interamente al collezionismo mediceo e lorenese che, per secoli, acquistò sistematicamente sul mercato le più belle opere marmoree restituite dal terreno. Queste ultime acquisizioni, dunque, rientrano pienamente in quella che, per secoli, è stata la politica culturale predominante nella formazione delle raccolte della Galleria”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orologi di lusso e d’epoca

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 aprile 2019

Ginevra ’11 e 12 maggio L’asta comincerà alle ore 14. “Important Modern & Vintage Timepieces” presso l’Hotel Beau Rivage a Ginevra di orologi di lusso e da collezione “Important Modern & Vintage Timepieces”, a cura della Antiquorum Auctioneer, casa d’aste famosa per la vendita all’incanto di preziosi segnatempo, moderni e d’epoca.
Avrà 3 protagonisti: un’importante collezione Inglese di orologi da tavolo e da tasca, un’esclusiva serie di penne stilografiche Namiki e Mont Blanc ed un’inedita raccolta di orologi IWC.
Il giorno 12 Maggio, dalle ore 10 presso la stessa location, si terrà la principale vendita all’incanto in cui verranno battute una tra le più memorabili selezioni di Rolex Daytona ed una superba collezione di Patek Philippe contemporanei.Difficile nascondere l’emozione per un evento unico per gli amanti del settore, visto che presenta un catalogo che conta oltre 700 oggetti, tra cui alcuni inediti, unici ed inestimabili capolavori.Per accedere bisogna ottenere il free pass per l’asta, che è gratuito, tramite il link http://bit.ly/antiquorum
Antiquorum Auctioneer, fondata nel 1974, è l’unica casa d’aste al mondo ad occuparsi unicamente della vendita di orologi e di materiale attinente l’alta orologeria, ed ha realizzato in oltre 40 anni di attività centinaia di record del mondo, con sedi in Svizzera, Italia, Francia, Germania, Cina, Giappone, Singapore, Thailandia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’epoca di malafede

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 agosto 2017

violenza_stadi_2E’ stato scritto: “La nostra non è un’epoca di fede, ma neppure d’incredulità. E’ un’epoca di malafede, cioè di credenze mantenute a forza, in opposizione ad altre e, soprattutto, in mancanza di altre genuine…” Questo accade nei nostri percorsi culturali e religiosi, scientifici e sociali. Questa visione del nostro modo d’affrontare la vita e ancor più i rapporti sociali che vi intercorrono mostrano chiari limiti d’incompletezza e di palesi contraddizioni con il nostro modo d’essere e di divenire. Abbiamo, in pratica, perso il senso della misura nei rapporti umani partendo da una concezione patriarcale e solidale tribale in uno stacco generazionale che genera sovente confronti conflittuali, incomprensioni e rivalità. Il tutto è avvelenato da una speculazione mediatica costruita proprio sul clamore che derivano i contrasti, le opposizioni non più ideologiche, ma di costume.
In questo contesto va precisato che qui non parliamo di modelli generazionali che si evolvono e denotano nel corso degli anni un modo diverso di leggere i passi della vita, ma della loro degenerazione sistematica e cruciale che inquina, che lascia tracce ammorbanti.
La ricerca del sapere, della conoscenza come stimolo per crescere culturalmente e socialmente, è umiliata da quella dell’avere come spinta al possesso, all’odio per il diverso, alle distinzioni razziali, religiose e culturali. Ognuno cerca di coltivare la propria nicchia d’interessi che si restringe sempre di più da quella del clan, alla famiglia che si forma e sino a toccare il singolo componente in opposizione a tutti gli altri. Da qui spuntano le piccole e grandi degradazioni che passano dai contrasti appena velati da formalità comportamentali a quelli traumatici dell’aggressione e della violenza mortale. Il detto latino homo homini lupus sembra attagliarsi a questa fattispecie di atteggiamento. E il veleno di questa tendenza è ancora più efficace, nella sua penetrazione, se si pensa all’esaltazione della ricchezza come potere, come dominio sugli altri. E chi ricco non è cerca in tutti i modi di adeguarsi a quel modello per trovare la propria soddisfazione esistenziale perché siamo al trionfo dell’apparenza, dell’edonismo quale unica ragione di vita. Da qui un modello di società che si presenta come un bel coccio visto da fuori ma privo di contenuti al suo interno. E la vacuità che ne deriva è anch’essa malafede a tutto tondo perché neghiamo ai valori della vita il diritto ad esistere. Se non cambiamo atteggiamento i danni che provochiamo e che demandiamo ai posteri saranno inevitabilmente molto gravi e devastanti soprattutto sul piano sociale. (Riccardo Alfonso direttore centro studi religiosi e sociali)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alexander Romanovsky concerto alla IUC

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2015

Alexander RomanovskyRoma sabato 24 ottobre alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza – Romanovsky, oggi trentunenne, ha scelto un magnifico e impegnativo programma, che gli permetterà di dimostrare tutte le sue doti di tecnica perfetta e di maturità interpretativa, spaziando attraverso l’intero Ottocento con una serie di capolavori rappresentativi della ricchissima letteratura pianistica di quel periodo. Inizierà col giovane Ludwig van Beethoven, che nel primo anno del nuovo secolo compose la Sonata n. 14 in do diesis minore op. 27 n. 2, universalmente nota come “Chiaro di luna”. Questo titolo dolciastro non le è stato però dato dall’autore e non rende giustizia a un’opera geniale e all’epoca rivoluzionaria sia sotto l’aspetto formale che espressivo. Beethoven l’aveva invece intitolata “Quasi una fantasia”, proprio per la sua grande libertà rispetto ai moduli compositivi del tempo. Il pianista ucraino eseguirà poi la Sonata n. 30 in mi maggiore op. 109, appartenente al “terzo periodo” di Beethoven, quello dei suoi ultimi anni, in cui spinse la sua continua ricerca ad esiti estremi ed altissimi, che per la loro modernità disorientarono i contemporanei e vennero compresi solo alla fine del secolo. La seconda parte si apre con quattro degli Studi trascendentali di Fraz Liszt: Mazeppa, Feux follets, Wilde Jagd e Allegro agitato molto. L’autore ne fece varie versioni ma è in quella del 1839 che li portò a un livello tecnico eccezionale, tale da giustificare l’appellativo di “trascendentali”, perché sembrano andare oltre le possibilità umane. In ogni studio il compositore, che fu anche il virtuoso di pianoforte probabilmente più grande di ogni tempo, accumula difficoltà su difficoltà, ma allo stesso tempo raggiunge risultati poetici propri del romanticismo più acceso e visionario.
Non è più semplice il compito del pianista nelle Variazioni su un tema di Paganini op 35 di Johannes Brahms, uno dei pezzi più difficili di tutto il repertorio pianistico. Brahms era molto critico verso quelli che ingenerosamente considerava gli eccessi romantici e la mancanza di controllo formale di Liszt, ma non si tirava certo indietro quando si trattava di sfruttare tutte le risorse tecniche del pianista, come indica chiaramente la scelta di ispirarsi a Paganini, precisamente all’ultimo dei suoi ventiquattro Capricci per violino solo. Ma non si tratta di una esibizione di bravura fine a se stessa, perché il virtuosismo tecnico è per Brahms un mezzo per creare sempre nuovi timbri e nuove sonorità del pianoforte. (foto: Alexander Romanovsky)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carmine Senise: Quando ero capo della polizia

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 aprile 2012

Marshal Pietro Badoglio succeeded Mussolini as...

Marshal Pietro Badoglio succeeded Mussolini as Prime Minister. (Photo credit: Wikipedia)

Diario 1940-1943 Carmine Senise (Napoli 1883-Roma 1958) fu capo della Polizia dal 1940 al 1943 durante il regime fascista e poi, per un breve periodo dopo la destituzione di Mussolini, con il governo del maresciallo Badoglio. Entrato con un concorso nell’amministrazione del ministero dell’Interno nel 1908, poté seguire da un osservatorio privilegiato gli eventi cruciali che portarono alla nascita del fascismo e alla marcia su Roma. Edite per la prima volta nel 1946, in epoca molto vicina agli eventi narrati, le sue memorie raccontano in modo dettagliato e lucido gli eventi di cui fu un testimone chiave e mostrano come abbia sempre cercato di preservare il ruolo autonomo della Polizia rispetto al regime. Pagine 294 Euro 18,00 Codice 14334D EAN 978-88-425-4987-1 Mursia editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’epoca di malafede

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2012

E’ stato scritto: “La nostra non è un’epoca di fede, ma neppure d’incredulità. E’ un’epoca di malafede, cioè di credenze mantenute a forza, in opposizione ad altre e, soprattutto, in mancanza di altre genuine…” Questo accade nei nostri percorsi culturali e religiosi, scientifici e sociali. Questa visione del nostro modo d’affrontare la vita e ancor più i rapporti sociali che vi intercorrono mostrano chiari limiti d’incompletezza e di palesi contraddizioni con il nostro modo d’essere e di divenire. Abbiamo, in pratica, perso il senso della misura nei rapporti umani partendo da una concezione patriarcale e solidale tribale in uno stacco generazionale che genera sovente confronti conflittuali, incomprensioni e rivalità. Il tutto è avvelenato da una speculazione mediatica costruita proprio sul clamore che derivano i contrasti, le opposizioni non più ideologiche, ma di costume.
In questo contesto va precisato che qui non parliamo di modelli generazionali che si evolvono e denotano nel corso degli anni un modo diverso di leggere i passi della vita, ma della loro degenerazione sistematica e cruciale che inquina, che lascia tracce ammorbanti.
La ricerca del sapere, della conoscenza come stimolo per crescere culturalmente e socialmente, è umiliata da quella dell’avere come spinta al possesso, all’odio per il diverso, alle distinzioni razziali, religiose e culturali. Ognuno cerca di coltivare la propria nicchia d’interessi che si restringe sempre di più da quella del clan, alla famiglia che si forma e sino a toccare il singolo componente in opposizione a tutti gli altri. Da qui spuntano le piccole e grandi degradazioni che passano dai contrasti appena velati da formalità comportamentali a quelli traumatici dell’aggressione e della violenza mortale. Il detto latino homo homini lupus sembra attagliarsi a questa fattispecie di atteggiamento. E il veleno di questa tendenza è ancora più efficace, nella sua penetrazione, se si pensa all’esaltazione della ricchezza come potere, come dominio sugli altri. E chi ricco non è cerca in tutti i modi di adeguarsi a quel modello per trovare la propria soddisfazione esistenziale perché siamo al trionfo dell’apparenza, dell’edonismo quale unica ragione di vita. Da qui un modello di società che si presenta come un bel coccio visto da fuori ma privo di contenuti al suo interno. E la vacuità che ne deriva è anch’essa malafede a tutto tondo perché neghiamo ai valori della vita il diritto ad esistere. Se non cambiamo atteggiamento i danni che provochiamo e che demandiamo ai posteri saranno inevitabilmente molto gravi e devastanti soprattutto sul piano sociale. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Orsogna, compie 90 anni

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Compie novanta anni il Gruppo Corale di Orsogna, costituito nel 1921 su iniziativa del musicista autodidatta Attilio Bartoletti, il quale mise insieme facilmente tanti appassionati del canto, all’epoca incentivati e ben indirizzati dalle diverse organizzazioni culturali, laiche e religiose attive in paese. Nei giorni scorsi il Consiglio comunale ha ufficialmente riconosciuto il coro «La Figlia di Jorio» quale «gruppo di interesse comunale», accogliendo l’invito in tal senso del Tavolo nazionale per la promozione della musica popolare e amatoriale, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. L’assemblea ha sottolineato tra l’altro la «meritoria attività culturale» in favore dei giovani e l’incessante attività di «tutela e custodia del patrimonio socio-culturale locale». Il Gruppo Corale, oggi diretto dal maestro Mario Tenaglia, prende il nome dal quadro di Francesco Paolo Michetti, conservato presso la sede della Provincia di Pescara, per il cui personaggio principale l’artista francavillese si era ispirato a una graziosa contadina di Orsogna, Giuditta Saraceni, incontrata per caso lungo il tratturo a nord del paese. Già prima della Seconda Guerra Mondiale il Coro propose in varie città italiane, come Venezia, Roma, Napoli, Bolzano, Trieste, un ampio repertorio di canti e balli appartenenti alla tradizione abruzzese, cui si aggiunsero in seguito musiche sacre e religiose. Dopo la Guerra il coro riprese i giri in Italia con qualche puntata in Europa. La svolta arrivò alla fine degli anni Sessanta, quando la direzione fu assunta da Mario Tenaglia, musicologo e studioso di folklore. Alla tradizionale impostazione vocale, aperta e spontanea dei cantori, si accompagnò una migliore tecnica e disciplina di esecuzione; alle canzoni popolaresche si abbinarono canti di origine colta. La nuova impostazione stilistica fu apprezzata e «La Figlia di Jorio» (nome assunto proprio in quel periodo) ottenne successi in Francia, Germania, Portogallo, Spagna, Austria, Belgio e, nel 1980, a Boston e New York nella prima trasferta negli Stati Uniti. Altri viaggi seguirono in America, in Argentina e di nuovo a Boston e New York, nonché in Ungheria e numerose altre destinazioni italiane ed europee.
Il 12 novembre 2000, in occasione del Giubileo del Mondo Agricolo, il coro accompagnò con i suoi canti la Santa Messa celebrata da Giovanni Paolo II sul sagrato della Basilica di San Pietro.
Attualmente «La Figlia di Jorio» ha come principale obiettivo di tenere viva l’attenzione sul folklore, interpretando il sentimento e la passione del popolo abruzzese sia nel passato sia nel presente. (corolafigliadiorio,lafigliadiorio)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giovani oggi sono tutti belli

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 febbraio 2011

Lettera al direttore I giovani, oggi, sono tutte belli, belle ragazze e bei ragazzi. Però, senza offesa per nessuno, anche perché è la bellezza interiore che conta, bisogna riconoscere che ci sono bellezze cafone e bellezze gentili, raffinate. In questo periodo, soprattutto in televisione e sulle copertine delle riviste, mi pare che le bellezze cafone superino di molto le bellezze raffinate. Del resto, questa, oltre ad essere l’epoca del fango, come ha scritto qualcuno, è anche l’epoca della cafoneria. Un’onda anomala di volgarità ha sommerso il nostro bel paese: giornalisti cafoni, politici cafoni, trasmissioni televisive cafone, e, inevitabilmente, facce cafone, labbra cafone, sorrisi cafoni, gesti cafoni, linguaggio cafone. Certo, se il volto è lo specchio dell’anima, il guaio è assai serio. Significherebbe che la polvere del terreno con la quale Dio modellò l’uomo, ha preso il sopravvento sull’alito che soffiò nelle sue narici. Insomma, è sempre questione di fango. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’epoca del fango e della spudoratezza

Posted by fidest press agency su domenica, 12 dicembre 2010

Lettera al direttore. Il procuratore aggiunto bergamasco Massimo Meroni ha spiegato che stanno “tutti lavorando per restituire questa bambina viva alla famiglia perché non ci sono elementi che evidenzino altro”. Meglio tardi che mai. Così il giornalista senza pudore che ha intitolato il suo articolo: “Yara violentata e uccisa” (Gazzettino.it del 6 dicembre), chiederà scusa ai lettori, nonché ai familiari della ragazzina scomparsa. Ma dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa, anche l’appassionato dei plastici Bruno Vespa. Ancora l’altro giorno, infatti, due fotografie giganti, facevano da sfondo alla scenografia del suo salotto: una era quella di Sara, e l’altra era quella di Yara. Una  a fianco all’altra, così come si fa, in misura ridotta, sulle tombe. Una dimostrazione di grande delicatezza. Ma lo fa con innocenza, il buon Vespa, e tutti sono disposti a perdonarlo. Lo si perdona anche perché spesso dedica le sue trasmissioni a beati, santi e veggenti, miracolati e stigmatizzati. E fa gli occhi dolci quando parla di miracolati e stigmatizzati. Qualcuno ha scritto: “Questa è l’epoca del fango. Fango dappertutto. Fango sulle case, a causa delle piogge. Fango sulle persone, a causa della politica. Fango sul corpo di una ragazzina uccisa e gettata in un pozzo” (Avvenire 9 ottobre 2010). Io aggiungerei che questa è anche l’epoca della spudoratezza. (Miriam Della Croce) (n.r. capiamo la prudenza nel dare una notizia ma anche noi eravamo convinti che con l’arresto del marocchino e la visita degli inquirenti alla casa dei genitori della ragazzina scomparsa per dire loro che si trattava di un delitto, sembrava chiaro che si era ad una svolta tragica ed invece… siamo ritornati ad una visione diversa degli eventi, ma solo dopo  qualche giorno e sempre ad opera degli inquirenti.)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La vita del teatro in epoca fascista

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2010

Roma, 22 ottobre ore 17.00 Villa Carpegna – Piazza  di Villa Carpegna Quadriennale di Roma
Presentazione della banca dati on-line fra copioni presentati alla censura, riviste specializzate, programmazione teatrale e radiofonica”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La suora nell’epoca digitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2010

Roma dal 14 ottobre 2010 al 20 gennaio 2011, ogni giovedì dalle ore 15.20 alle 18.40 presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum è stato organizzato il corso “La Suora nell’epoca digitale”, che si terrà a Il mondo di Internet.  Alcuni rischi, obiettivamente, possono esserci. Ma bisogna anche saper cogliere le notevoli opportunità di questi ed altri nuovi strumenti del nostro tempo. Un uso costruttivo dei mezzi di comunicazione può dare ottimi frutti e offrire un aiuto significativo al dialogo, alla pace e alla cultura del terzo millennio.
Anche le suore possono dare un contributo importante a questo processo di rinnovamento positivo della nostra società, sempre più caratterizzata dalla presenza dei mass media.
Riservato alle religiose, questo corso ha l’obiettivo di proporre una visione ad ampio raggio sulla persona consacrata e il suo modo d’interagire con i mezzi di comunicazione. Affrontare i rischi, ma anche e soprattutto cogliere le opportunità che questi mezzi offrono, avvicinandosi ad essi con un criterio evangelico e di consacrazione. Tra i vari temi trattati, lo psichiatra Tonino Cantelmi parlerà dell’uso dei mass media nella vita consacrata e il giornalista Carlo Climati affronterà il tema della gioventù nell’era digitale. http://www.upra.org

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vele d’Epoca di Imperia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 settembre 2010

A ventisei anni dalla sua nascita in sordina e in un crescendo continuo, le Vele d’Epoca di Imperia hanno raggiunto quest’anno nella nuovissima Marina di Porto Maurizio un successo senza precedenti, ponendosi ormai come tappa quasi obbligata per i tantissimi appassionati di mare di tutto il Mediterraneo e non solo. Basti pensare al gemellaggio con Newport, luogo cult della nautica mondiale e presente anche quest’anno con una delegazione. Imperia nella vela è sempre di più Liguria, Italia, mondo. E di portata internazionale sono anche le aziende (Fratelli Carli, Agnesi, Fondazione Banca Carige, Porto di Imperia, Imperia Yacht, presenti accanto al Title Sponsor Officine Panerai) che hanno sostenuto la manifestazione dando il loro decisivo contributo a una più profonda conoscenza della cultura del mare. L’evento organizzato dall’Assonautica Provinciale di Imperia ha raggiunto quest’anno risultati assoluti. Dai visitatori alle iniziative collaterali, dalla copertura dei media all’interesse degli sponsor. Il tutto si è reso possibile grazie a una macchina organizzativa davvero imponente per un evento velico, uno staff composto da un miniesercito di volontari appassionati e superefficienti. La kermesse è durata cinque giorni, una sorta di nonstop tra fascino ed emozione, arte e tradizione, storia e… sport. Sì, perché questi veri e propri gioielli del mare, pezzi unici di valore mondiale, si sono contesi il successo finale in regate all’ultimo sangue. Armatori, skipper, equipaggi: sono stati loro i veri protagonisti insieme al… vento. Nell’ultimo atto della regata finale la leggera brezza da sud ha obbligato il comitato a optare per una riduzione del percorso, terminato dopo due soli lati davanti a Diano Marina. I concorrenti hanno dovuto lottare non solo col poco vento ma anche con una forte corrente da est. E qui la qualità degli skipper ha fatto la differenza. Da un punto di vista sportivo la regata delle vele d’epoca è stata dunque una regata vera. Gli equipaggi di Tuiga, Rowdy ed Emeraude si sono aggiudicati i tre prestigiosi orologi di Officine Panerai. http://www.veledepoca.com  I primi tre classificati per ogni singola classe:
Classe SUPER BIG BOAT (sopra i 30 metri) Primo classificato ORION  Secondo classificato SUNSHINE  Terzo classificato ZACA
Classe BIG BOAT (sopra i 23 metri) Primo classificato TUIGA  Secondo classificato MARISKA  Terzo classificato ORIANDA
Classe EPOCA (superiore ai 15 metri) Primo classificato ROWDY  Secondo classificato ELSINORE  Terzo classificato THE BLUE PETER
Classe EPOCA (inferiore ai 15 metri) Primo classificato WINDOVER Secondo classificato SONDA  Terzo classificato JALINA
CLASSICI (superiore ai 15 metri) Primo classificato EMERAUDE Secondo classificato HUNA II  Terzo classificato CHAPLIN
CLASSICI (inferiore ai 15 metri) Primo classificato NAIF  Secondo classificato SAGITARIUS  Terzo classificato SWALA
CLASSICI MINI Primo classificato MAKARA  Secondo classificato BALKIS  Terzo classificato ALAHIS
EPOCA AURICI Primo classificato KELPIE Secondo classificato BONA FIDE  Terzo classificato ORIOLE
SPIRIT OF TRADITION Primo classificato DULCINEA Secondo classificato ROROLIMA  Terzo classificato PRELUDE (orion)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“Gran balli” dell’epoca risorgimentale

Posted by fidest press agency su domenica, 9 maggio 2010

Torino 22 maggio a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna si respirerà un’atmosfera risorgimentale, con “C’era una volta l’Italia che non c’era”, uno spettacolo curato da Davide Motto per rievocare le vicende storiche che, nel volgere di pochi anni, portarono a quell’Unità d´Italia sognata e progettata per decenni da generazioni di giovani intellettuali e militanti politici. In uno dei palazzi torinesi in cui vissero e operarono alcuni dei protagonisti di quell’epoca, rivivranno uomini ed episodi del Risorgimento, attraverso una lettura degli eventi in chiave ironica e divertente, ma pur sempre rigorosa nella ricostruzione dei fatti. Lo spettacolo sarà curato dal gruppo storico “Nobiltà Sabauda 1861” di Rivoli e si concluderà con un “Gran Ballo risorgimentale” aperto al pubblico. Durante la serata il pubblico potrà inoltre ammirare alcuni documenti, figurini e stampe originali, relativi ad incontri e feste dell’epoca risorgimentale, custoditi a Palazzo Cisterna nella Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte “Giuseppe Grosso”.
“C’era una volta l’Italia che non c’era” è uno spettacolo interpretato interamente dal gruppo “Nobiltà Sabauda 1861” con sfarzosi costumi dell’epoca. Si compone di momenti di teatro, di danza e di musica dal vivo (curati dal maestro Paolo Leone), ricreando i grandi balli dell’alta società ottocentesca e i “salotti” che le dame dell’aristocrazia tenevano nei propri palazzi; senza dimenticare, però, la realtà delle classi più povere che aspiravano ad un futuro migliore. I tre momenti in cui è suddivisa la rappresentazione fanno riferimento alle imprese della Contessa di Castiglione, alla Seconda Guerra d’Indipendenza ed all’impresa dei Mille, tutti rivissuti da personaggi minori. Per maggiori informazioni http://www.nobiltasabauda.net

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Cervia le più belle macchine d’epoca

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 maggio 2010

Cervia 8 maggio, dalle ore 21 alle 23 in Viale Roma presentazione di auto e equipaggi della Transappenninica 2010. L’appuntamento con l’arrivo sarà invece il 18 maggio in Piazza Garibaldi alle 17.00. L’elegante e fascinosa iniziativa giunta alla 25^ edizione si svolgerà l’8 maggio quando 40 gioielli d’epoca, tra cui numerosi e sfavillanti pezzi unici, sfileranno nelle strade della città di mare per iniziare un viaggio fuori dal tempo. Gli equipaggi, provenienti da tutto il mondo, partendo dalla Romagna percorreranno il Belpaese lungo un tracciato di 1800 km fino alla Puglia, visiteranno tra gli altri alcuni siti Patrimonio dell’Umanità come Castel del monte, Matera e Alberobello per poi ricondurre le auto il 18 maggio nuovamente nella bella località di mare, Cervia, dove le preziose vetture potranno fare bella mostra di sé nella piazza centrale della città.  La Transappenninica è uno dei raduni più esclusivi del continente ed è  inserita nel calendario internazionale FIVA gruppo A (a cui appartengono 26 manifestazioni nel mondo). Nel 2009 la raffinata manifestazione ha nuovamente ricevuto, per la settima volta, dalla Federazione Italiana ASI il riconoscimento più importante, ossia “La Manovella d’Oro Internazionale” che premia il meglio della produzione automobilistica mondiale antecedente gli anni ’40. Ormai ritenuto un appuntamento irrinunciabile per collezionisti e appassionati la Transappenninica in questi anni è cresciuta moltissimo. Diverse le case automobilistiche presenti, fra cui Mercedes, Cadillac, BMW, Alfa Romeo, Bentley, Lagonda, Packard, Bugatti, Lancia, Rolls Royce ed ancora Jaguar, Alvis, Fiat, Chenard Walcker,  Buick. (auto)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto d’epoca

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Roma Fiera il 17 e 18 aprile 2010  Fuoriserie: vivere da protagonisti l’universo  delle auto d’epoca. British Style sugli scudi con la Scuderia Jaguar Storiche Roma  Già rombano i motori di Fuoriserie, rassegna leader per il collezionismo automotoristico del Centro Sud Italia, organizzata da Intermeeting, di scena alla Fiera di Roma il 17 e il 18 aprile 2010.  Si preannuncia ricca di eventi imperdibili la kermesse, con autentici protagonisti annunciati. A partire dallo Scuderia Jaguar Storiche Roma che rende omaggio ai suoi 75 anni di carriera con una galleria dei gioielli più prestigiosi dal 1934 ai giorni nostri. Tra i modelli che potranno essere ammirati in fiera la JAGUAR MK VII del 1952 protagonista del film “MILK” con Sean Penn, la SS TWO Tourer del 1934, di cui sono stati realizzati solo 150 esemplari, la XK 150 che si presume appartenuta a Grace Kelly. E per gli amanti del British Style le partecipazioni del registro Triumph TR Roman Club e dell’MG Car Club. Virando  sulle  glorie nazionali, sarà presente  il Topolino Autoclub Italia, dedicato esclusivamente alle vetture Fiat 500 A B e C e versioni derivate, costruite dal 1936 al 1955 e note al pubblico come “Topolino”.  In tema inoltre, la presenza del Fiat 500 Car Club Italia e dei più rilevanti Fiat 500 club laziali e dell’Italia centrale, come il 500 Ostia Beach e il 500 Fans Club Roma.  Per gli appassionati del genere e non solo, oltre  allo stand della Guardia di Finanza con una selezione di veicoli d’epoca, attesa per il  Lampeggiante Blu, il primo ed unico club di auto e moto storiche dedicato ai mezzi militari di soccorso e d’emergenza e provenienti da Carabinieri, Polizia e Forze Armate.  Immancabile  la presenza dell’ASI, Automotoclub Storico Italiano, federazione composta da 242 club federati e 25 club aderenti che riunisce oltre 131.000 appassionati di veicoli storici e rappresenta istituzionalmente il motorismo storico italiano presso tutti gli organismi nazionali ed internazionali competenti. Per l’occasione a Fuoriserie scenderà in campo con  Club del calibro de Il Circolo Romano La Manovella, Club La Tartaruga ,  Club Motori Altri Tempi, Car Club Capitolino ed altri.  E per concludere, in programma appuntamenti collaterali, quali mostre tematiche, vernissage, convegni, raduni e gare che rendono Fuoriserie una manifestazione davvero unica.  Fuoriserie è alla Fiera di Roma con 38.000mq di area espositiva, 355 espositori ed oltre 630 vetture in mostra le cifre dell’edizione 2009. (fuoriserie)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mario Monicelli inaugura mostra Viaggi in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 settembre 2009

inaugurazione viaggi in italiaLa mostra “Viaggi in Italia. Set del cinema italiano 1941-1959” e il suo catalogo raccontano lungo viaggio sentimentale attraverso l’Italia e attraverso il cinema italiano di un’epoca d’oro. Al taglio del nastro in presenza del Presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta e del Direttore Artistico della 66ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica Marco Müller, del dirigente del Settore Cultura della Regione Emilia Romagna Patrizia Orsola Ghedini e dell’Assessore alla Cultura del Comune di Cesena Daniele Gualdi, ha partecipato un ospite d’eccezione: Mario Monicelli, al Lido a presentare la versione restaurata de La Grande Guerra. Alcune foto in mostra, infatti, ritraggono il regista negli anni d’oro della sua carriera, durante le riprese di questo film o di altre pellicole cult come Il medico e lo stregone.  Per realizzare la mostra “Viaggi in Italia” è stata fondamentale la collaborazione della Cineteca Nazionale, che ha messo a disposizione i suoi preziosi archivi. Così è nato anche il catalogo della mostra, curato da Antonio Maraldi del Centro Cinema Città di Cesena e da Simona Pera della Cineteca Nazionale. Un volume bilingue (italiano e inglese) dove, oltre alle foto, sono riportati anche il dizionario dei film, il dizionario dei fotografi e due interviste inedite a Mario Monicelli e al fotografo Paul Ronald. Insieme alla mostra, il catalogo intende raccontare un doppio viaggio, attraverso l’Italia e attraverso il cinema italiano di un’epoca d’oro, dove il set era capace di inserirsi nella realtà come un elemento di paesaggio.
Al Palazzo del Cinema saranno esposte le fotografie di scena dei seguenti film: Piccolo mondo antico (1941) di Mario Soldati, Ossessione (1942) di Luchino Visconti, Il miracolo episodio de L’amore (1947) di Roberto Rossellini, Cielo sulla palude (1949) di Augusto Genina, Stromboli (1950) di Roberto Rossellini, I) figli di nessuno (1951) di Raffaello Matarazzo, La leggenda di Genoveffa (1952) di Arthur Maria Rabenalt, Carne inqiueta (1952)  di Silvestro Prestifilippo e Carlo Musso, Giorni d’amore (1952) di Giuseppe De Santis, Gelosia (1953) di Pietro Germi, Senso (1954) di Luchino Visconti, La strada (1954) di Federico Fellini, Le ragazze di San Frediano (1954) di Valerio Zurlini, Proibito (1954) di Mario Monicelli, Orient Express (1955) di Carlo Ludovico Bragaglia, Casta diva (1955) di Carmine Gallone, Le amiche (1955) di Michelangelo Antonioni, Nata di marzo (1957) di Antonio Pietrangeli, Il grido (1957) di Michelangelo Antonioni, Il medico e lo stregone (1957) di Mario Monicelli, Racconti d’estate (1958) di Gianni Franciolini, La sfida (1958) di Francesco Rosi, La grande guerra (1959) di Mario Monicelli. Le fotografie sono firmate da Francesco Alessi, Rosario Assenza, Bruno Bruni, Osvaldo Civirani, Ermanno Consolazione, Vincenzo Palmirani, Pierluigi,  G.B. Poletto, Huguette Ronald, Paul Ronald, Sergio Strizzi. (fonte http://www.agenziaprimapagina.it)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vacanze romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

“Tutto esaurito” per Toccata & Fuga vacanze romane, la kermesse itinerante ideata per i turisti, che in uno speciale a Fontana di Trevi ha voluto celebrare il cinquantesimo anniversario dal famoso bagno di Anita Ekberg. A fare il bilancio della serata, che ha visto oltre 3.000 spettatori gremire piazza di Trevi, il Vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, ideatore dell’iniziativa giunta alla sua terza edizione. “Anita Ekberg è un’icona della Dolce vita. Fu scelta da Fellini per il film che ha portato le immagini di Roma in tutto il mondo, in un’epoca in cui il cinema raccontava luoghi e paesi lontani, qualche volta inarrivabili. Con la nascita del fenomeno del cineturismo le locations dei set cinematografici sono diventate mete di viaggio, tanto che molti tour operator si sono specializzati nell’offerta di itinerari “da film”. In molti casi ospitare set cinematografici contribuisce all’aumento del flusso turistico, come a Matera che ha decuplicato il numero dei turisti dopo avere ospitato il film “Passion” di Mel Gibson. A Roma questo è impossibile per ovvi motivi, visto che la città eterna attrae milioni di turisti ogni anno – ha detto Cutrufo –  ma film come “il Gladiatore” con Russel Crowe o più recentemente “Angeli e demoni” di Ron Howard, muovono un interessante segmento tra gli amanti di questo tipo di viaggi. Proprio per questo porteremo la borsa del cineturismo a Roma e la presenteremo nell’ambito del Festival del Cinema – ha detto Cutrufo. A Fontana di Trevi, gremita oltre l’inverosimile si è esibito il cast di Toccata & Fuga su di un set cinematografico allestito per l’occasione.  Fabio Andreotti, Olga Adamovich, Marco Santoro e Federica Proietti accompagnati dal maestro Sergio La Stella, hanno “letto” alcune delle pagine più belle della Tosca di Puccini, mentre sulla naturale scenografia della fontana, Tosca, Mario ed il famigerato Barone Scarpia (figuranti vestiti con i costumi del Teatro dell’Opera di Roma), con un’azione scenica hanno accompagnato le voci rendendo magica l’atmosfera intorno alla famosa fontana. “Un ringraziamento particolare va a chi ha contribuito alla riuscita della serata, primo fra tutti il Corpo di Polizia Municipale, che ha saputo gestire con grande professionalità tutta la situazione logistica sulla piazza”. Toccata & Fuga tornerà domenica 9 agosto alle ore 19.00 a piazza del Colosseo, lunedì 10 agosto alle ore 21.15 (piazza Navona ed a seguire piazza di Spagna), venerdì 14 agosto alle ore 22.00 piazza di Spagna e terminerà lunedì 17 agosto ore 21.15 (piazza Navona ed a seguire piazza di Spagna).

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival culturale del Sud

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2009

masseriaSembra quindi naturale scegliere la Masseria Pavone come base e punto di partenza privilegiato per non perdere neanche uno degli appuntamenti del Festival dei Sensi, il primo grande festival culturale del Sud in programma dal 21 al 23 agosto. Organizzata in collaborazione con i comuni di Cisternino (BR), Locorotondo (BA) e Martina Franca (TA), che ospitano la manifestazione, la tre giorni propone lezioni, dibattiti, conferenze itineranti, degustazioni, induzioni olfattive, tour panoramici su treni d’epoca e mostre all’insegna dei 5 sensi. Un’attenzione particolare è riservata ai bambini, per i quali sono stati organizzati laboratori dell’infanzia alla scoperta dei colori e della vita in fattoria oltre a curiosi giochi scientifici. Dalla gastronomia all’arte, dalla storia alla natura, tutti potranno scoprire profumi, sapori, colori di Puglia in un contesto storico-paesaggistico d’eccezione, la Valle d’Itria, conosciuta nel mondo per i suoi caratteristici trulli. Per l’occasione verranno aperte al pubblico masserie private solitamente non accessibili, ma teatro delle iniziative saranno anche chiostri e piazze dei centri storici, belvedere panoramici e percorsi naturalistici al di fuori degli itinerari turistici più conosciuti. Tra questi teatri d’eccezione, non poteva mancare la Petra Nevara, una antica Neviera, sempre di proprietà della Masseria Pavone e a 500 metri dai trulli. Si tratta di una particolare camera molto profonda, una fabbrica di ghiaccio appartenuta al duca di Martina Franca che ne aveva il monopolio di produzione. Utilizzato per scopi medici e dai signori per produrre sorbetti, il ghiaccio era molto prezioso, e veniva realizzato sotterrando la neve durante l’inverno. In questa struttura, composta da una parte superiore con due grandi ambienti, e da una parte sotterranea profonda 14 metri e rimasta tale e quale al ‘600, è stata realizzata una ampia sala per ricevimenti, dal fascino unico. Ecco dunque un ulteriore motivo per immergersi nel territorio dei sensi tra le pareti della Masseria Pavone. (masseria)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Michael Jackson 1958-2009

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2009

Uno speciale volume per rivivere le tappe più significative della carriera e della vita di un mito  60 pagine, su carta patinata, di immagini a colori e in b/n  raccolti in questo instant book aggiornato ai giorni successivi alla sua scomparsa 25 Giugno 2009, ore 14.00 circa: scompare uno dei più grandi artisti dei nostri tempi e nasce un mito.  Alla leggenda di Michael Jackson, Alacrán edizioni dedica Michael Jackson 1958-2009,  il primo volume-tributo che il pubblico italiano potrà trovare nelle librerie del nostro paese.  Immortalate in un inedito album fotografico le immagini di performance memorabili, degli scandali, delle amicizie più strette e dei rapporti più burrascosi; la gioia e il dolore, i trionfi e le lacrime che hanno contraddistinto la vita di un re, il re del pop. 800 milioni di dischi venduti (anche se è difficile certificarne effettivamente il numero) da soli potrebbero essere sufficienti a incoronare “Jacko” come l’artista solista con il maggior successo di sempre, come anche testimoniato dal fatto che la notizia della sua improvvisa scomparsa è riuscita a mettere in crisi molti social network e motori di ricerca che non hanno retto all’ondata emotiva dei fan della grande pop star. Ciò che è certo è che sarà impossibile dimenticare successi come Thriller, Bad, Billie Jean, We are the world e tutta la produzione contenuta nei 75 album che l’artista ha lasciato. Nè il modo di ballare di Michael che, come la sua musica, ha segnato un’epoca.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso nazionale degli accampamenti storici

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 luglio 2009

Sparone Sabato 11 e domenica 12 luglio a, nel Canavese, è in programma la prima edizione del Concorso Nazionale degli Accampamenti storici, organizzato dall’amministrazione comunale e dal gruppo storico “La Motta” (iscritto all’Albo del Gruppi Storici della Provincia di Torino e noto in tutta Italia in quanto promotore della rievocazione ”Alla corte di Re Arduino”), con il patrocinio ed il sostegno della Provincia. Il concorso riguarda ricostruzioni di accampamenti che vanno dall’epoca della civiltà pre-romana dei Taurini al 1.300 dopo Cristo. Il programma prevede per sabato 11 luglio alle 16 l’apertura degli accampamenti al pubblico presso l’area dell’ex campo sportivo lungo la ex Statale 460. Alle 22 si terrà un concerto di musica eseguita con strumenti storici, per iniziativa del gruppo “Le Masche Parpaje”. Il gruppo storico “Nocturna” proporrà invece uno spettacolo con il fuoco. Domenica 12 luglio saranno aperti al pubblico a partire dalle 10 gli accampamenti ed un mercatino di oggetti che rievocano il passato. Sarà possibile visitare, su prenotazione, i luoghi di interesse storico di Sparone: La Rocca Arduinica, la chiesa di Santa Croce, la chiesa di San Giovanni ai Peretti, il borgo di Onsino. Nel pomeriggio, dalle 14,30 in avanti, sono in programma dimostrazioni di combattimenti, giochi per il pubblico, stage di spada e tiro con l’arco per i bambini, gare di abilità (lancio del tronco, getto della pietra, ecc.). Alle 16 i gruppi storici partecipanti al concorso effettueranno dimostrazioni al pubblico. La manifestazione si concluderà alle 18,30 con la premiazione del concorso. La graduatoria sarà definita in base al voto di una giuria di esperti (ne fanno parte anche un funzionario della Provincia, un membro della Commissione tecnica che presiede all’Albo dei Gruppi Storici uno storico, uno sceneggiatore, un archeologo, un saggista ed un giornalista) e di una giuria popolare.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »