Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘equipaggio’

L’equipaggio di Sea Shepherd denuncia la caccia commerciale alla balenottera comune in Islanda

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 luglio 2018

L’equipaggio di Sea Shepherd Regno Unito ha documentato l’uccisione di sette balenottere comuni, specie in via di estinzione, da parte della compagnia di caccia alle balene a fini commerciali, Hvalur hf.L’equipaggio di Sea Shepherd Regno Unito sta operando in Islanda dalla metà di giugno, monitorando le attività della nota società baleniera Hvalur hf, di proprietà del ricco magnate della pesca, nonché baleniere di seconda generazione, Kristján Loftsson. La compagnia possiede una grande stazione baleniera sul lato nord di Hvalfjörður e due vecchie navi baleniere costruite in Norvegia, la Hvalur 8 (costruita nel 1948) e la Hvalur 9 (costruita nel 1952), le quali cacciano esclusivamente le balenottere comuni, specie in via di estinzione, e che rappresenta il secondo animale più grande sul pianeta dopo la balenottera azzurra.
La quota assegnata a Hvalur dal governo islandese per il 2018 ammonta ad uno sconcertante totale di 161 balenottere comuni, a cui si aggiungono altri 30 esemplari dalla quota inutilizzata del 2017, le quali possono essere uccise durante una stagione di caccia, iniziata lo scorso 10 giugno e che durerà 100 giorni.La compagnia di Loftsson non cacciava balenottere comuni dal 2015, anno in cui le sue due navi uccisero 155 esemplari. In seguito, però, Loftsson e la sua compagnia ebbero problemi con l’esportazione della carne, soprattutto in Giappone (il principale acquirente di carne e prodotti islandesi a base di balenottera comune), a causa dei risultati di alcuni test sugli standard alimentari giapponesi che rivelarono un tasso troppo alto di agenti contaminanti, portando ad un blocco della vendita dei prodotti derivanti della stagione di caccia di quell’anno. Questo, di fatto, ebbe come conseguenza la chiusura ad ulteriori importazioni islandesi di balenottera comune e da settembre 2015 le due navi della compagnia sono rimaste ormeggiate nel vecchio porto di Reykjavik fino al 19 giugno di quest’anno, quando la Hvalur 8 ha lasciato Reykjavik e, dopo un veloce rifornimento presso la stazione baleniera di Hvalfjörður (dove è stata fotografata dal nostro equipaggio), è salpata per la prima battuta di caccia del 2018.Ad oggi, la Hvalur 8 ha effettuato cinque uscite in mare, ognuna delle quali l’ha vista impegnata per circa 36 ore, cacciando all’interno della zona di esclusione economica dell’Islanda, a circa 150 miglia nautiche dalla stazione baleniera, e rientrando con sette balenottere comuni in via d’estinzione. Dal 19 giugno l’equipaggio di Sea Shepherd sta tenendo sotto controllo Hvalfjörður e documentando (con video, foto e, quando possibile, dirette sui social network) ogni rientro della Hvalur 8 e la macellazione delle balene presso la stazione baleniera di Hvalur hf.”La nave baleniera Hvalur 9 ha completato i lavori di riparazione il 27 giugno ed è stata fotografata mentre usciva dal porto di Reykjavik la mattina del 29 giugno”, ha dichiarato Robert Read, direttore operativo di Sea Shepherd Regno Unito”. “A breve caccerà balene insieme alla nave gemella Hvalur 8, raddoppiando il lavoro del nostro equipaggio, i cui membri hanno raggiunto l’Islanda da quattro nazioni diverse per smascherare questa caccia arcaica e commerciale ai danni di balene in via d’estinzione”.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’equipaggio Canè-Galliani fa il bis e vince per la seconda volta la Winterace

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 marzo 2017

cane-gallianiCortina d’Ampezzo Il 13 e il 17 non portano certamente sfortuna a Giuliano Canè, che in queste annate si è piazzato sul podio più alto della WinteRace. Secondi, con 36 penalità di differenza, l’equipaggio Sisti-Gualandi su Lancia Aprilia del 1937 e terzi a soli 9 penalità, Piona- Battagliola su Austin Healey 100 BN1 del 1955. Nessuna sorpresa tra gli “Under 40” e tra i team della 2nd Porsche WinteRace: i giovani Gaggioli-Pierini su Lancia Fulvia Coupé del 1975 si confermano i più “regolari” tra i junior, mentre tra i porschisti si confermano primi Cicotti-Prata su Porsche 911 SC del 1978.
Primi tra gli stranieri gli svizzeri Burri-Rogger su Fiat 850 Coupé del 1971. Primo equipaggio femminile classificato Fanti-Serri su Alfa Romeo Giulietta Sprint del 1963 del Classic Team Eberhard.”Anche questa quinta edizione ha riservato delle sorprese” commenta Rossella Labate, presidente del Comitato Organizzatore, “i nostri equipaggi si sono sfidati fino all’ultima prova, regalando a tutti belle emozioni. Il meteo ci è stato favorevole e ha permesso ai partecipanti di godersi il meraviglioso panorama dolomitico, sia sotto il sole, sia sotto la neve. Professionalità, abilità, passione, ancora una volta questi ingredienti si sono mischiati dando vita ad una perfetta gara di regolarità.”Ai vincitori assoluti è andato l’ambito premio messo in palio dal Main Sponsor BSI (private bank svizzera appartenente al Gruppo EFG International): un lingotto d’oro di 100 piona-battagliolagrammi dal valore di 3500 euro. Il brand svizzero di Alta Orologeria GIRARD-PERREGAUX ha premiato il primo equipaggio “Under 40” con il cronografo “Competizione Stradale”.Emanuel Piona, pilota, ma anche fondatore del sito Garedepoca.com partner della gara, ha premiato con un Mini IPad Apple il team Gaggioli-Pierini estratto a sorte tra chi si è iscritto alla gara tramite il sito. Quindi pieno di premi per i due giovani.Il 1° Classificato della 2nd Porsche WinteRace si è aggiudicato il modellino da collezione “Porsche 919 Hybrid”, prodotto in edizione limitata e in scala 1:18. La vettura ha vinto La 24 ore di Le Mans nel 2015. Il premio è messo in palio dal Centro Porsche Padova. http://www.winterace.it (foto: canè-galliani, Piona- Battagliola)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

61° edizione del giro aereo internazionale di Sicilia

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

E’ stata vinta dall’equipaggio formato dai piloti Gatto e Monastra. Si è classificata seconda la coppia Gucciardo-Biondo, seguita dal duo Surace-Surace. Oltre tremila spettatori sono accorsi a Boccadifalco per seguire le due giornate del 61° giro aereo di Sicilia, ammirando le spettacolari esibizioni dei piloti acrobatici, dei velivoli civili e militari e dei modelli radiocomandati. La performance che ha entusiasmato maggiormente il pubblico è stata quella della pattuglia Blue Voltige, le cui evoluzioni nel cielo hanno incantato tutti. I battesimi dell’aria non hanno mancato di regalare un’esperienza emozionante ai fortunati che sono stati estratti o hanno risposto correttamente ai quiz sulla storia dell’aviazione per vincere l’opportunità di un volo gratuito. Grande soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento è stata espressa sia dal presidente dell’Aeroclub Beppe Albanese di Palermo, Giuseppe Lo Cicero, sia dal direttore del giro, Gianni Di Fede.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le ali del mattino

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 ottobre 2009

L’ultimo bombardiere americano abbattuto sulla Germania, 21 aprile 1945. di Thomas Childers  Nella primavera del 1945, la massiccia offensiva aerea alleata sulla Germania ha ormai raggiunto gli scopi prefissati. Ma i vertici dell’8a Air Force americana ordinano di effettuare un nuovo raid sul settore di Regensburg. Il 21 aprile 1945, fra i bombardieri impegnati nella missione c’è anche il B-24 Black Cat comandato dal tenente Farrington, con a bordo altri undici uomini d’equipaggio. La contraerea tedesca, la Flak, colpisce a morte il quadrimotore. Solo in due riescono a lanciarsi con il paracadute e a salvarsi. Molti anni dopo un professore di storia scopre nella casa di famiglia un fascio di lettere e fotografie, quelle che suo zio Howard G. Goodner aveva scritto ai genitori dall’arruolamento nell’aviazione dell’esercito americano nel marzo del 1943, fino all’abbattimento del B-24 sul quale era imbarcato come operatore radio. Inizia così una lunga ricerca per ricostruire la storia di quel pugno di giovani addestrati ad effettuare azioni di bombardamento di precisione diurno da alta quota sulla Germania. Prefazione di Vincenzo Camporini. Pagine 384 Euro 20,00 Codice 14085E ISBN 978-88-425-4276-6

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pirateria

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2009

Nel totale silenzio istituzionale in Romania, le mogli dei 5 ostaggi rumeni hanno inviato un appello alla nostra redazione, chiedendo alla Farnesina di sapere, con una risposta ufficiale, com’è la situazione e quando potranno riabbracciare i loro cari.  Cinque cittadini romeni, membri dell’equipaggio del rimorchiatore italiano Buccaneer, vivono in prigionia e in condizioni inumane da oltre tre mesi, insieme ai nostri 10 connazionali e un croato, nelle stive del rimorchiatore italiano sequestrato dai pirati somali l’11 aprile scorso. Anche i marinai romeni attendono un aiuto da parte del loro Paese. Ma inutilmente. Sembra che le autorità romene non si siano nemmeno un po’ preoccupate per la sorte dei loro 5 cittadini.  Nessun rappresentante dello stato romeno ha provato a contattare le famiglie dei marinai e, la diplomazia romena invita tutti a stare calmi, dichiarando che altre persone nel tempo sono state sequestrate e per dei periodi molto più lunghi. Inoltre il Ministero degli Esteri rumeno ha dichiarato che è del Governo Italiano la responsabilità per la liberazione dell’equipaggio in quanto il rimorchiatore batte bandiera italiana e quindi è considerato territorio del nostro stato.  Le donne avevano inviato una lettera al Presidente rumeno Traina Basescu invitandolo a intervenire. Ma l’appello non ha ricevuto riscontri. Ieri dopo due mesi dalla precedente lettera ne è stata inviata un’altra.  Ma le mogli dei marittimi rumeni del Buccaneer, Elia Carmen Borcan, Nicoleta Aragea, Mirela Marinescu, Steluta Gheorghe, Janina Galca, con la disperazione nel cuore per la mancanza di notizie, ieri hanno deciso di rivolgersi a noi di LiberoReporter per lanciare un disperato appello alla diplomazia del nostro paese. Chiedono al nostro ministero degli Esteri, informazioni e notizie su quanto sta accadendo ai loro cari che non sentono da giorni. Chiedono alla nostra diplomazia una risposta ufficiale, visto che i rumeni si trovano su una nave italiana. Chiedono di sapere a che punto sono le trattative e come si evolverà la situazione, che sta diventando di ora in ora sempre più drammatica e incerta.  Le donne si dicono certe che “il governo italiano darà delle risposte” e nutrono fiducia nella nostra diplomazia, convinte che “il ministero degli esteri italiano farà di tutto per la liberazione degli ostaggi” e chiedono un aiuto e un conforto che invece non hanno ricevuto nel loro paese, in Romania.  Un messaggio è stato lanciato anche al General manager della Micoperi, società che ha incaricato i marinai del Buccaneer di portare in Italia il rimorchiatore acquistato a Singapore: “Anche a Bartolotti chiediamo di darci notizie sui nostri mariti e di intervenire perché la situazione si sblocchi, così come altri armatori si sono attivati per liberare gli ostaggi prigionieri dei pirati somali sulle rispettive imbarcazioni sequestrate” (fonte LiberoReporter News)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »