Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘esito’

L’anafilassi è una grave reazione allergica che può avere un esito fatale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 maggio 2020

Generalmente si verifica come risposta all’esposizione a farmaci, alimenti o punture di imenotteri (api, vespe, calabroni). I dati fino ad ora disponibili sulla mortalità per anafilassi a livello mondiale sono piuttosto scarsi e, per la prima volta in Italia, un recente studio condotto da specialisti AAIITO (Associazione Allergologi Immunologi Italiani Territoriali e Ospedalieri) ha chiarito come il problema dell’anafilassi sia molto sottostimato a causa di una difficoltà di registrazione dei decessi per mancanza di codici specifici.
Gli allergologi di AAIITO hanno recentemente pubblicato lo studio “Fatal anaphylaxis in Italy: Analysis of cause-of-death national data, 2004-2016” sui dati epidemiologici relativi all’anafilassi fatale in Italia, fino ad oggi mancanti. Lo studio ha analizzato i dati del Registro Nazionale delle Cause di Morte forniti dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT, Indagine sui decessi e le cause di morte[2]), relativi al periodo compreso tra il 2004 e il 2016, allo scopo di valutare l’incidenza dei casi di morte per anafilassi, l’associazione con le caratteristiche demografiche e le cause identificate. Nel Registro le cause di morte sono riportate secondo la decima revisione della classificazione Internazionale delle Malattie (ICD-10) approvata nel 1990 dall’OMS. Per ridurre il rischio di sottostima determinato dai limiti dei codici specifici disponibili, sono stati analizzati sia i codici che si riferiscono direttamente all’anafilassi, indicati come “anafilassi fatale certa”, sia i codici relativi a condizioni che generalmente la implicano, indicati come “anafilassi fatale possibile”.Nel periodo preso in esame sono stati riscontrati 392 casi certi corrispondenti ad un tasso di mortalità di 0,51 per milione di persone per anno. Sono stati inoltre registrati 220 casi la cui imputabilità ad anafilassi è risultata possibile con un tasso complessivo di mortalità per anafilassi di 0,79 casi per milione di persone per anno. I dati demografici indicano che il rischio aumenta con l’età ed è maggiore per il sesso maschile. La mortalità per anafilassi, inoltre, è risultata influenzata dall’area geografica con un tasso maggiore nelle regioni del sud e nelle isole.Anafilassi fatale causata da farmaci, prima causa di morte. Lo studio ha evidenziato che in Italia la causa principale di morte per anafilassi è rappresentata dai farmaci, responsabili del 74% dei casi certi, con un tasso complessivo di 0,43 casi per milione di persone ogni anno. In Europa le categorie di farmaci implicate sono diverse: nel Regno Unito prevalgono i casi da anestetici generali e in Francia da antibiotici. Il Registro delle cause di morte in Italia non fornisce invece indicazioni sul tipo di farmaco responsabile.Anafilassi fatale causata da punture di imenotteri, seconda causa di morte. Le punture di imenotteri sono risultate responsabili del 5,6% dei casi certi e del 51,4% dei casi possibili, dato sicuramente sottostimato a causa soprattutto della mancanza di un codice ICD-10 specifico. Considerando i casi nel complesso, il tasso di mortalità è risultato 0,17 per milione di persone per anno. I dati confermano anche in Italia una significativa prevalenza del sesso maschile, come riportato in letteratura e dell’età adulta, a cui può contribuire una più elevata esposizione professionale.
Anafilassi fatale causata da alimenti, mancano i dati. Per quanto riguarda l’anafilassi fatale da alimenti, non sono stati riportati casi nel periodo analizzato. “Il dato è sorprendente” dichiara la dott.ssa Donatella Bignardi, allergologa AAIITO co-autrice della ricerca “in quanto contrasta sia con la letteratura, che evidenzia una incidenza compresa tra il 2 e il 5 %, in incremento nei paesi occidentali, sia con i dati riportati dai mass-media italiani. E’ verosimile che i casi di anafilassi da alimenti non siano stati correttamente identificati e che siano stati registrati tra i casi da causa non specificata”. Nel 27,7% dei casi totali, infatti, la causa dell’anafilassi non è stata indicata nel Registro. “I motivi possono essere molteplici” puntualizza l’esperta “comprendendo difficoltà nel riconoscimento della diagnosi, nell’assegnazione del codice corrispondente e, in alcuni casi, mancata accuratezza della compilazione”.
La mancanza di codici specifici per classificare le cause delle morti per anafilassi porta ad una forte sottostima del problema nel nostro Paese. Questo studio di popolazione ha portato l’attenzione sull’anafilassi fatale in Italia e ha evidenziato che l’utilizzo dei codici ICD-10 sottostima il problema e non permette un adeguato riconoscimento delle cause, indicando la necessità di adottare codici più specifici, già utilizzati da altri paesi, come previsto dalla revisione della classificazione ICD-11.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cop25 – Greenpeace: “Esito completamente inaccettabile”

Posted by fidest press agency su domenica, 15 dicembre 2019

Madrid. Greenpeace ritiene che i progressi che ci si auspicava emergessero dalla COP25 siano stati ancora una volta compromessi dagli interessi delle compagnie dei combustibili fossili e di quelle imprese che vedono in un accordo multilaterale contro l’emergenza climatica una minaccia per i loro margini di profitto.Durante questo meeting la porta è stata letteralmente chiusa a valori e fatti, mentre la società civile e gli scienziati che chiedevano la lotta all’emergenza climatica venivano addirittura temporaneamente esclusi dalla COP25. Invece, i politici si sono scontrati sull’”Articolo 6” relativo allo schema del commercio delle quote di carbonio, una minaccia per i diritti dei popoli indigeni nonché un’etichetta di prezzo sulla natura. Ad eccezione dei rappresentanti dei Paesi più vulnerabili, i leader politici non hanno mostrato alcun impegno a ridurre le emissioni, chiaramente non comprendendo la minaccia esistenziale della crisi climatica.«I governi devono ripensare completamente il modo con cui conducono queste trattative, perché l’esito di questa COP è totalmente inaccettabile», dichiara Jennifer Morgan, Direttrice Esecutiva di Greenpeace International. «La COP25 era stata annunciata come un appuntamento “tecnico”, ma è poi diventata qualcosa in più di un negoziato. Ha messo in luce il ruolo che gli inquinatori rivestono nelle scelte politiche e la profonda sfiducia dei giovani nei confronti dei governi. C’era necessità di decisioni che rispondessero alle sollecitazioni lanciate dalle nuove generazioni, che avessero la scienza come punto di riferimento, che riconoscessero l’urgenza e dichiarassero l’emergenza climatica. Anche per l’irresponsabile debolezza della presidenza cilena, Paesi come Brasile e Arabia Saudita hanno invece fatto muro, vendendo accordi sul carbonio e travolgendo scienziati e società civile», conclude Morgan.L’accordo di Parigi potrebbe essere stato vittima di una manciata di potenti “economie del carbonio”, ma questi Stati sono dalla parte sbagliata della lotta e della storia e l’accordo di Parigi è solo un pezzo di questo puzzle. Per Greenpeace, quello di cui c’è bisogno è un cambiamento sistemico di cui le persone possano fidarsi.Da questa COP è tuttavia emerso che ci sono alcune forze positive al lavoro: la High Ambition Coalition durante questa settimana ha offerto un’ancora di salvezza, e i piccoli Stati insulari si stanno rafforzando di giorno in giorno, mantenendo vivo l’accordo di Parigi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’esito del referendum sul Brexit spacca l’Europa, ma toglie solidità anche al Regno Unito

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2016

dublinoA mostrare un Paese diviso non è solo la percentuale risicata del voto a favore dell’uscita dall’Ue (51,9% contro il 48,1% per il “remain”), o la differenza di voto generazionale, ma anche la netta divisione dei territori: nel distretto di Londra, in Scozia e Irlanda del Nord ha prevalso il voto a favore dell’Europa. E se il Regno Unito si divide, l’Irlanda potrebbe fare il percorso contrario: sulla lavagna internazionale di Paddy Power, che a Dublino ha le sue radici, spunta l’ipotesi di un referendum per riunire l’Ulster al resto dell’isola. Una convocazione alle urne per i nordirlandesi entro il 2020, riferisce Agipronews, è crollata da 8,00 a 4,00 nel giro di una notte, mentre l’eventuale vittoria per unire l’Irlanda del Nord alla Repubblica – e tornare così in Ue – si gioca 5,50. Un percorso simile potrebbe farlo la Scozia: staccarsi da Londra per restare in Europa. Un referendum per l’indipendenza c’è già stato a settembre del 2014, ma all’epoca la proposta di uno Stato completamente autonomo venne respinta dal 55,3% degli elettori scozzesi. Per Paddy Power adesso una nuova consultazione in Scozia entro il 2021 è una giocata da 1,44, con una vittoria degli indipendentisti a 1,60. L’effetto più immediato si è avuto però a Downing Street, con David Cameron che ha rassegnato le sue dimissioni da Premier: adesso il nome su cui si punta come prossimo capo di Governo è quello di Boris Johnson, Tory ed ex sindaco di Londra, che in quota è piazzato a 2,37, segue Theresa May, attuale Segretario di Stato per l’Interno, proposta a 3,00. Difficile vedere come prossimo capo di governo un esponete laburista: su Jeremy Corbin si punta a 17,00. Ancora più difficile che la maggioranza, nonostante l’esito del referendum, vada al capo degli “euroscettici” britannici, Nigel Farage: il leader del partito Ukip come prossimo premier, al momento, è una scommessa da 41 volte la posta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Extravinci, con Sisal Match Point

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2010

Viaggi, televisori 40”, orologi: sono solo alcuni dei prestigiosi premi che mette in palio “Extravinci”, la promozione che Sisal Match Point propone questo autunno a tutti i suoi clienti.   “Extravinci” si rivolge a tutti coloro che, dal 21 ottobre al 10 novembre, effettueranno una scommessa sportiva con Sisal Match Point, a prescindere dall’esito vincente o perdente della giocata. Per la prima volta, il concorso è destinato a tutta la vastissima rete Sisal Match Point, coinvolgendo sia gli scommettitori web che quelli degli oltre 1.000 punti vendita sparsi in tutta Italia.   I clienti internet potranno partecipare a 3 differenti estrazioni, programmate tra il 28 ottobre e il 12 novembre, di altrettanti viaggi, a scelta fra i pacchetti “Sport”, per la visione di una partita di calcio in Italia o all’estero, “Culturale”, con un esclusivo soggiorno in una città d’arte, e “Benessere”, per una settimana di totale relax. I clienti delle agenzie e dei corner Sisal Match Point potranno invece partecipare all’estrazione immediata, direttamente da terminale al momento dell’emissione del biglietto, di fantastici Televisori 40’’ LED, orologi e tanti altri premi.   Tutte le informazioni e i dettagli sono disponibili sul sito http://www.matchpoint.it e nei punti vendita Sisal Match Point.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su sabato, 25 luglio 2009

“Il testo sulla sicurezza stradale approvato in sede legislativa in IX Commissione Trasporti costituisce un importante risultato per prevenire l’incidentalità stradale e avvicinarsi all’obiettivo UE di dimezzare il numero delle vittime degli incidenti entro il 2010”. Lo afferma l’On. Mario LOVELLI (PD), membro della Commissione.  “Il gruppo del Partito Democratico ha presentato la proposta di legge che ha dato l’avvio all’iter legislativo e ha collaborato attivamente per arrivare ad un esito largamente condiviso e rispondente alle aspettative dei cittadini. Si tratta di un giusto equilibrio raggiunto fra inasprimento delle sanzioni, soprattutto per la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti, prevenzione, a cominciare dall’educazione scolastica e da nuove regole per i neo patentati, e controlli sulle strade, insieme a più incisive misure per l’utilizzo, da parte del Ministero delle Infrastrutture e degli enti locali, dei proventi delle sanzioni a favore della manutenzione, della segnaletica e della sicurezza delle strade”.  “Ora il testo passa al Senato per l’approvazione definitiva che auspichiamo possa avvenire in tempi brevi. La nuova legge potrà essere così uno strumento efficace a disposizione degli enti locali e delle Regioni che, come il Piemonte, hanno un’esperienza consolidata nella realizzazione di piani di sicurezza stradale, di corsi di guida sicura e di campagne informative dirette soprattutto ai giovani”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rally del Salento

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2009

rallyRoberto Sordi ha vinto la terza tappa del Suzuki Rallye Cup, svoltasi in occasione del Rally del Salento lo scorso week-end. Grazie a questo successo il pilota aostano si riporta al comando della graduatoria provvisoria di campionato e continua la sua avvincente sfida con il giovane Crugnola, con il quale si sta alternando alla vetta della classifica dall’inizio della stagione.  Ancora una volta quindi il Suzuki Rallye Cup 2009 offre uno spettacolo avvincente, regalando al pubblico del Rally del Salento una gara emozionante. Le Suzuki Swift Sport 1600, gommate Yokohama, sono veloci e scattanti e permettono uno scontro aperto e alla pari fra tutti i piloti: la gara infatti è sempre aperta, e fino all’ultima prova non si può prevederne l’esito. Questo grazie alla formula del campionato che, strutturato sulla partecipazione di vetture equivalenti, permette un confronto alla pari fra gli equipaggi, e proprio per questo offre uno spettacolo avvincente. In questo modo emergono infatti la guida ed il talento di pilota e navigatore, l’affiatamento del team, la passione, le capacità sportive.  Oltre all’equivalenza delle vetture, il Suzuki Rallye Cup presenta una fornitura mono-gomma: tutte le Suzuki Swift Sport 1600 sono infatti gommate Yokohama ADVAN A048. Si tratta di un pneumatico semi-racing molto prestazionale e sportivo che permette ai piloti di esprimere al meglio le proprie capacità di guida, spesso al limite come ci si aspetta da una gara, in tutta sicurezza. Yokohama ADVAN A048 è infatti un modello di pneumatico tecnologicamente avanzato, dotato di una mescola di ultima generazione capace di offrire un grip eccellente e una precisa tenuta in curva. Il successo del Suzuki Rallye Cup corrisponde anche alla vittoria nella classe N2 nella classifica generale di questo rally, altamente competitivo.  Prestazioni e sicurezza, sportività e passione di guida, anche nel Suzuki Rallye Cup Yokohama riesce a trasmettere questi valori contribuendo ad uno spettacolo sportivo appassionante e entusiasmante. Il prossimo appuntamento sul calendario del Suzuki Rallye Cup sarà con la gara il 28 Giugno, il 33° Rally Appennino Reggiano (Re). A seguire ci sarà il 19 Luglio il 29° Rally Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero (Tn) e il 27 settembre il Rally di Sanremo. (rally)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »