Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘espansione’

Canapa: settore in espansione

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 Maggio 2021

“Per valorizzare concretamente il lavoro degli agricoltori canapicoltori e, di conseguenza, potenziare la filiera della canapa agroindustriale, abbiamo impegnato il Governo a prevedere un intervento specifico, nell’ambito di un prossimo provvedimento normativo, sulla legge 242 del 2016”. Lo dichiara il deputato Alberto Manca (M5S), a seguito dell’accoglimento a Montecitorio dell’ordine del giorno dei pentastellati durante l’approvazione del Dl Sostegni.“La canapa agroindustriale – prosegue – è una delle filiere che senza dubbio si sta espandendo nel corso degli ultimi anni e che sta dimostrando, nonostante alcune criticità legate alla tipologia di prodotto e alle conseguenti implicazioni normative, la sua potenzialità. Grande impulso è stato dato dalla legge 242/2006, fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle durante la scorsa legislatura, ma che, seppur rivoluzionaria per alcuni aspetti, merita degli approfondimenti e necessita di modifiche che possano garantire maggiore sostegno al settore, interessato da notevoli investimenti nell’ultimo periodo”. “Accanto al lavoro del Tavolo di filiera avviato al Ministero delle Politiche agricole, attendiamo infine l’approvazione del decreto attuativo che assegnerà al settore canapicolo parte dei 10 milioni di euro stanziati in Legge di Bilancio per progetti di sostegno alle cosiddette filiere minori” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biden Boom: siamo alle porte di una nuova era di espansione economica?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Maggio 2021

A cura di Giuseppe Zaffiro Puopolo, Portfolio Manager di Moneyfarm. Dopo i primi 100 giorni in carica, Joe Biden si è trovato a gestire un’inversione di tendenza economica così drastica che neanche gli analisti più ottimisti avrebbero potuto prevedere. A poco più di un anno da quando il mondo ha sentito parlare per la prima volta di Covid 19, i dati sulla crescita economica degli Stati Uniti stanno entusiasmando investitori e commentatori a tal punto da far parlare di nuovo boom e dell’inizio di una nuova era all’insegna dell’espansione economica.In questo contesto di ottimismo ha preso forma il piano di investimento da 2 trilioni di dollari di Biden. Completando il già ampio American Rescue Plan varato negli scorsi mesi, il nuovo decreto include tra le altre cose un piano di investimenti per ammodernare un sistema di infrastrutture che ha un disperato bisogno di modernizzazione, nonché un consapevole spostamento verso l’energia verde. È probabile che centinaia di miliardi saranno assegnati ad aree come i trasporti, industria ed edilizia abitativa, nel più grande pacchetto economico mai approvato da Washington. Il pacchetto è stato annunciato come un potenziale balzo in avanti per un’economia rinomata per la sua capacità di innovare e per la resilienza, confermate dai risultati straordinari che arrivano da praticamente tutti i settori dell’economia a stelle e strisce (la sorpresa economica sull’ultima stagione degli utili ha superato il 20%). Se il Covid-19 ha costretto le aziende a ibernarsi, il grizzly sembra pronto a riemergere dal letargo per mettersi a caccia di nuove opportunità nell’economia globale. Non a caso siamo in piena primavera. La prospettiva della ripresa è stata per mesi la luce in fondo al tunnel che ha animato i mercati, un’opportunità per immaginare un’uscita positiva dall’emergenza. Il piano infrastrutturale di Washington aiuta a collocare questa opportunità nella realtà, fornendo alcuni dettagli necessari per chiarire il quadro e garantendo una prospettiva di ottimismo che vada oltre la mera speranza di sopravvivere. C’è un precedente storico che solletica la fantasia dei più ottimisti: negli anni ’60 l’amministrazione Kennedy approvò un ampio piano di tagli fiscali, che portarono a oltre 100 mesi di espansione economica nel decennio successivo. I salari statunitensi aumentarono di un terzo in quella decade, e anche le entrate fiscali del governo crebbero vertiginosamente. Difficile fare un paragone, ma è comunemente accettato che le decisioni politiche ebbero un ruolo chiave nel far partire quella fase di espansione e, la spinta pubblica verso la crescita economica non è mai stata forte come negli ultimi mesi. Senza proiettarci troppo nel futuro, i segnali di ripresa economica nel 2021 possono essere trovati sia nei primi dati, sia nelle proiezioni degli economisti. Negli Usa, le previsioni di crescita economica reale per il primo trimestre si attestano intorno al 7% o all’8%, sulla base di dati parziali. È significativo che la maggior parte degli economisti si aspetti che la tendenza continui almeno per il resto dell’anno solare. I dati del FMI suggeriscono una previsione media di crescita del 6,4% nei quattro trimestri del 2021. Se le proiezioni sono accurate, quest’anno rappresenterà il migliore per la crescita dal 1984, anch’esso preceduto da una profonda recessione. L’enorme afflusso dei dollari stampati dalla Fed e distribuiti dalla Casa Bianca ha aiutato le famiglie a risparmiare moltissimo durante il lockdown. Il tasso medio di risparmio del reddito disponibile negli Stati Uniti prima della pandemia era del 7,5%. Nel 2020, questa cifra è balzata al 16,3%, circa 1,4 trilioni di dollari di risparmi extra. Questo denaro dovrà trovare una collocazione una volta che l’economia si sarà completamente aperta e la fiducia sarà riacquisita.Certo i rischi non mancano. È importante sottolineare che il virus potrebbe ancora avere delle recrudescenze se i vaccini iniziassero a dimostrarsi inefficaci contro le varianti del Covid-19. In particolare, ci sono preoccupazioni che l’espansione monetaria possa far crescere l’inflazione, mentre l’aumento del debito pubblico potrebbe causare grattacapi nel medio termine. I giganteschi piani di transizione ambientale hanno spinto al rialzo il prezzo di alcune materie prime (come il rame e i metalli industriali). La pandemia continua a creare problemi sulle catene di approvvigionamento globale, con l’India – un importante esportatore di materie prime – ora in prima linea. Prodotti specifici come i semiconduttori sono molto richiesti, ma l’offerta fa fatica a tenere il passo della domanda. Questi sono tutti fattori che rafforzano la narrativa di coloro che pensano che la Fed farà fatica a mantenere il suo impegno di non aumentare i tassi prima del 2023 – uno dei critici più duri della Banca Centrale è stato l’ex Segretario del Tesoro Larry Summers.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’espansione dei monopattini Link

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 dicembre 2020

New York. Superpedestrian, unica tech company leader nella micromobilità presente anche in Italia con il servizio di monopattini in sharing LINK, porta a casa un nuovo round di finanziamenti del valore di 60 milioni di dollari. A sostenere l’importante finanziamento, che alimenterà la crescita responsabile della flotta degli innovativi veicoli elettrici: Impact Fund, OurCrowd, Winthrop Square Capital e altri.Uscita dal Massachussets Institute of Technology di Boston, Superpedestrian ha investito negli ultimi 8 anni ben 75 milioni di dollari per testare oltre 30 brevetti tecnologici in veicoli elettrici e che hanno portato alla realizzazione dell’unico monopattino dotato di intelligenza a bordo, con un vantaggio competitivo in termini di sicurezza e affidabilità.Dopo l’espansione nel 2020 in 12 città, LINK vanta oggi un record mai raggiunto prima nel settore: nessun infortunio grave, nessun richiamo, nessuna causa legale, nessuna censura da parte delle città e il più basso tasso di dispersione di veicoli rispetto a qualsiasi altro operatore. Superpedestrian è ora in lizza per ottenere gli ambiti permessi a New York City nonché in altre importanti città del mondo.”La flotta LINK di Superpedestrian punta alla doppia bottom line attraverso il Citi Impact Fund, a beneficio sia delle comunità sia degli investitori. Hanno impiegato del tempo a ottenere la tecnologia giusta, la crescita è stata sostenibile e il loro prodotto redditizio. Con l’aumento della popolazione nelle città, la richiesta di alternative sicure e sostenibili nel trasporto sono enormi e siamo entusiasti di collaborare con Superpedestrian, soprattutto considerato il nostro sostegno al più grande programma di bike sharing del Paese, Citi Bike” – ha aggiunto Ed Skyler, Vice Presidente Esecutivo di Citi per gli Affari Pubblici Globali.Dall’esterno, il veicolo LINK di Superpedestrian, progettato su misura, si presenta come un qualsiasi altro monopattino, solo più robusto. Eppure al suo interno racchiude una tecnologia rivoluzionaria che protegge il pilota e il veicolo stesso in tempo reale. LINK è il primo e unico monopattino del settore con intelligenza a bordo in grado di effettuare autonomamente la manutenzione e la verifica della sicurezza prima di ogni corsa. Ogni veicolo è dotato di cinque computer che fungono da “A.I. Mechanic” e che monitorano ogni componente migliaia di volte al secondo, auto-riparando istantaneamente i sistemi elettronici. Mentre altre aziende passano giorni a trasportare veicoli che necessitano riparazioni nei magazzini per la diagnostica e la manutenzione, Superpedestrian può risolvere le criticità direttamente sul campo e in modo autonomo. Ciò significa che i monopattini sono sempre certificati e sicuri da guidare. Non a caso la flotta LINK ha la più alta affidabilità, accessibilità e disponibilità del comparto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Incentivare assunzioni con l’estensione del contratto di espansione”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

“Alle grandi aziende chiediamo di assumere”, lo ha detto oggi al Sole24Ore la presidente della Commissione Lavoro della Camera, Debora Serracchiani, in merito all’emendamento Pd alla manovra sui contratti di espansione nella legge di Bilancio. Le misure prevedono l’estensione dello strumento alle aziende con oltre 500 dipendenti, allargando così la platea ad altre 2mila aziende. Per quelle con più di mille addetti i versamenti a carico dello Stato copriranno un periodo aggiuntivo di 12 mesi, passando così da 24 a 36 mesi, e si prevede l’obbligo di fare un’assunzione ogni tre uscite. Tra i firmatari, oltre all’onorevole Serracchiani, anche la deputata Pd, Carla Cantone. “Rendiamo utilizzabile un importante strumento di politica attiva – ha detto la presidente Serracchiani – che consente di rinnovare le competenze, quando non ci sono all’interno dell’azienda, facilitando la staffetta generazionale. Alle grandi aziende che lo utilizzeranno presentando piani di rilevanza strategica in linea con i programmi europei, chiediamo di assumere”. L’obiettivo è gestire le ristrutturazioni aziendali in previsione della fine del blocco dei licenziamenti del prossimo 31 marzo. Le misure riguardano i lavoratori che si trovano a non più di 60 mesi dalla pensione di vecchiaia o anticipata.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CleverConnect si consolida in Italia e prosegue la sua espansione nel mercato europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2020

Presente in Europa, CleverConnect accompagna in modo innovativo le aziende in ogni fase del loro recruiting, dal sourcing fino alla qualificazione e selezione di candidati. A livello mondiale, più di 2500 aziende hanno riposto la loro fiducia nei servizi di CleverConnect per rivoluzionare il proprio processo di recruiting e renderlo più semplice ed efficace, offrendo ai candidati un’ottima esperienza. Attualmente, il gruppo ha moltiplicato le sue attività e si è consolidato nel mercato globale europeo delle risorse umane: una realtà che ha già riscosso un grande successo in Italia con clienti del calibro di Volkswagen, Lavazza, Honda, Schindler, Champion e Fineco.La forza di CleverConnect risiede in tutti i successi conquistati e le sfide accettate dal 2016, quando Marko Vujasinovic, fondatore di Meteojob, Gonzague Lefebvre e Louis Coulon, co-fondatori di Visiotalent, decisero di unire le due aziende e lanciare il brand globale CleverConnect. Esso raggruppa tutte le tecnologie avanzate di recruiting del gruppo: video colloqui, IA (CV matching, scoring), Smart Career Website, employer branding, sourcing, ma anche know-how e consulenza che accompagnano le aziende nell’introduzione dei (loro) processi di selezione.
CleverConnect ha sviluppato un proprio algoritmo per poterlo replicare in ogni mercato del mondo, per rispondere con accurata precisione al bisogno e alla carenza di talenti di ogni paese ed azienda. Grazie alle sue tecnologie avanzate, CleverConnect aiuta le persone in cerca di impiego a trovare un lavoro e le aziende a selezionare in modo rapido ed efficace i profili più adatti a loro. La forza della tecnologia di IA del gruppo consente ai recruiter di essere ancora più efficienti grazie ad un’automatizzazione immediata e personalizzata del processo per trovare il candidato ideale e reclutarlo in base alle sue effettive competenze: le sue hard skills.L’IA della soluzione HRMatch di CleverConnect offre la possibilità di trovare in modo automatico delle competenze ideali che corrispondono perfettamente ad un impiego, anche se il titolo del post di offerta di lavoro non coincide pienamente con il titolo del candidato. L’IA permette al recruiter di trovare immediatamente il candidato ideale grazie all’intelligenza artificiale che automatizza il processo di recruiting.CleverConnect non dimentica il fattore umano, ma al contrario le soluzioni tecnologiche del gruppo, come i video colloqui con Visiotalent, prendono in considerazione le”soft skills” dei candidati. Uno stesso percorso non può essere adatto ad ogni candidato e ad ogni esigenza dei recruiter. I criteri non sono gli stessi se si recluta un agente commerciale o un programmatore. Alcune aziende invitano i candidati a proporsi con un video, poiché la loro personalità è il criterio più importante. Altre organizzazioni invece partono da uno scoring del CV, poiché prevalgono le competenze tecniche e l’esperienza.Durante gli ultimi 3 anni, il gruppo ha saputo consolidarsi in Italia, agevolando più di 40.000 colloqui video grazie alla sua soluzione di video colloqui Visiotalent.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo contratto di espansione in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 4 agosto 2019

“Dopo anni di applicazione di ammortizzatori sociali finalizzati ad evitare licenziamenti collettivi, per la prima volta si introduce uno strumento di politica del lavoro, che consente di coniugare politiche attive e passive, favorendo non solo interventi formativi per tutto il personale in forza, ma consente anche di ampliare la base occupazionale, con l’impegno di Tim di assumere 600 nuovi lavoratori e scongiurare circa 3000 esuberi, dopo 10 anni di blocco delle assunzioni.
Stiamo trasformando il mondo del lavoro e, in un periodo di grandi evoluzioni, ci fa piacere che sia il mondo delle telecomunicazioni a mettere il primo tassello, e TIM rappresenta un esempio positivo per l’intero settore.
È una misura in cui crediamo, lavoreremo perché diventi una strutturale.
Adesso, il passo successivo è l’avvio di un tavolo interministeriale per analizzare con le parti sociali l’intera filiera delle TLC”.
Così in una nota congiunta il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Claudio Durigon, e il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, a margine della sottoscrizione dell’accordo, avvenuto oggi, tra Ministero del Lavoro, Tim e organizzazioni sindacali per l’avvio del primo contratto di espansione in Italia, a seguito della sua introduzione nel Decreto Crescita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’azienda britannica di tecnologia della salute si espande in dieci paesi europei

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

Atlas Biomed Group Logo (PRNewsfoto/Atlas Biomed Group)LONDRA, /PRNewswire/ Atlas Biomed, l’azienda di tecnologia della salute personalizzata ha annunciato oggi il proprio lancio riuscito con successo in dieci paesi europei, solo sei mesi dopo il suo avvio nel Regno Unito.
La società britannica di tecnologia sanitaria, la sola azienda al mondo ad offrire sia i test del DNA che del microbioma direttamente ai consumatori, ha spinto in avanti i propri piani di espansione in seguito alle forti vendite nel Regno Unito. L’azienda è stata rafforzata dal crescente interesse verso la salute dell’ intestino nei consumatori più attenti alla salute e dal mercato globale del genoma già in pieno boom, stimato in 8 miliardi di sterline con una crescita media del 30%.
Oggi Atlas è partita in Belgio, Danimarca, Finlandia, Repubblica d’Irlanda, Italia, Lussemburgo, Slovenia, Spagna, Svezia e Olanda.La mossa porterà un crescita sostanziale per l’azienda, che fornisce test del DNA e del microbioma direttamente al consumatore con analisi integrate su una piattaforma online sicura. Nel Regno Unito, dove più di due terzi dei consumatori hanno scelto il test del microbioma di Atlas, l’azienda è stata sospinta dalla domanda in continua evoluzione da parte di consumatori attenti alla salute che sono curiosi di sapere il loro stato di salute intestinale, come anche dai costi sempre decrescenti del sequenziamento del DNA.L’AD e co-fondatore Sergey Musienko ha spiegato: “Con i consumatori attenti alla salute nel mondo che si rivolgono alla tecnologia per un consulto, abbiamo voluto aiutare. Avremmo potuto spedire direttamente a questi utenti, tuttavia abbiamo deciso che i costi per loro sarebbero stati incredibilmente proibitivi. Quindi abbiamo aperto le nostre porte a questi mercati nella scommessa di portare test del DNA e microbioma accessibili a milioni di consumatori in tutta Europa e confidiamo di poter continuare la nostra espansione europea nel 2018.” L’espansione di Atlas Biomed fornirà a milioni di nuovi utenti l’accesso alla piattaforma, consentendo loro di comprendere i rischi per la loro salute e mostrando loro come migliorare il loro benessere con suggerimenti su misura per l’alimentazione, l’esercizio fisico e lo stile di vita. (foto: atlas)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Continua l’espansione di Unione Fiduciaria

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2015

fondo monetario internazionaleDopo l’acquisizione del ramo d’azienda di UBI Fiduciaria, avvenuta lo scorso aprile, Unione Fiduciaria, la prima fiduciaria italiana per masse amministrate, continua nel processo di sviluppo per linee esterne portando a termine l’acquisizione del ramo d’azienda di Fiducia S.p.A, fiduciaria della cassa di Risparmio di S Miniato, una delle più antiche banche del nostro Paese, fondata nel 1830. Con questa operazione Unione Fiduciaria rafforza e consolida la propria presenza nel Centro Italia, in particolare in Toscana dove la Cassa di Risparmio di S Miniato vanta una presenza capillare. Questo nuovo tassello nel piano d’espansione della fiduciaria di via Amedei avrà un effetto positivo, in particolare sulla filiale di Roma. Unione Fiduciaria diviene, in conseguenza di uno specifico contratto di collocamento, la fiduciaria di riferimento dei clienti del Gruppo Cassa di Risparmio di S. Miniato. L’acquisizione di Fiducia S.p.A è stata realizzata con il supporto legale dello Studio Grimaldi.
Filippo Cappio, Direttore Generale di Unione Fiduciaria, ha sottolineato che: “Stiamo proseguendo nel piano strategico che prevede una notevole espansione per linee esterne e il rafforzamento dell’organizzazione interna al fine di accrescere ulteriormente la nostra quota di mercato. Confidiamo quindi in un futuro di ulteriore crescita per la nostra Società.”
Unione Fiduciaria, che nel 2014 ha realizzato ricavi per 30.209.082 Euro e un utile di 2.003.250, amministra, oggi, oltre 15 miliardi di euro di masse anche grazie ai positivi riflessi prodotti dalla voluntary disclosure.
Da oltre cinquant’anni offriamo l’amministrazione fiduciaria di beni in Italia e all’estero con serietà e professionalità. Una struttura solida e indipendente, formata da professionisti della materia che in modo dinamico percepiscono e anticipano i cambiamenti.
Un partner fedele riconosciuto come riferimento per la propria categoria. Un collaboratore leale e affidabile per gli intermediari e gli operatori del settore. Un family office con un approccio internazionale per il mercato italiano.
Unione Fiduciaria S.p.A. è stata costituita nel 1958 da otto Banche Popolari. Nel corso degli anni successivi, a queste si sono aggiunte altre Banche Popolari che ne formano oggi la compagine sociale, rendendola una Società di Categoria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sesta edizione di Libri come

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2015

libri comeRoma dal 12 al 15 marzo presso l’Auditorium di Roma si svolgerà la sesta edizione di Libri come. Festa del Libro e della Lettura, prodotta dalla Fondazione Musica per Roma e curata da Marino Sinibaldi con la collaborazione di Michele De Mieri e Rosa Polacco. Nell’introdurre la presentazione, il Presidente di Musica per Roma Aurelio Regina ha detto tra l’altro: “Forte delle 30.000 presenze dello scorso anno, degli oltre 110 eventi in cartellone e delle 400 personalità ospitate, Libri Come si è riconfermata una delle manifestazioni più importanti dell’Auditorium. La festa si distingue perché è in grado di mettere al centro dell’attenzione ogni volta un argomento di attualità: quest’anno il tema affrontato è centrale per la democrazia e il futuro: La scuola.”
Per l’Amministratore delegato della Fondazione, Carlo Fuortes, “Con la sesta edizione Libri Come entra nella piena maturità. Uno dei punti fondanti della programmazione di Musica per Roma, che ha sicuramente centrato l’obiettivo di affrontare il “Come” nel campo dell’editoria. Un appuntamento in crescita che quest’anno vanta una più stretta collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma e con le Biblioteche di Roma, per una espansione più capillare nel territorio, con una particolare attenzione alle periferie”. Il curatore di Libri come, Marino Sinibaldi ha poi sottolineato come il libro abbia la capacità di parlare al mondo e come il tema di quest’anno intenda sottolineare questo aspetto. “La letteratura può diventare una bolla incantata, può essere un grande mezzo di evasione, di emozione ma comunque non può non parlare al mondo. Per questo voler parlare di scuola a Libri Come vuol dire parlarne non solo come luogo di istruzione ma come il luogo dell’incontro con il libro nel suo significato più profondo.”
Nel concludere la presentazione, l’Assessore Giovanna Marinelli ha citato Gianni Rodari, che ripeteva <il verbo leggere non sopporta l’imperativo>. “Ma lo scopo della Festa è quello di arrivare anche a nuovi lettori, sedurre alla lettura le nuove generazioni che frequentano le scuole. E questo può essere fatto solo con una sinergia tra il Comune di Roma, le principali istituzioni culturali, le scuole e le biblioteche”. (foto: libri come)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

U.S.A.: fattori di crescita

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2012

Il bureau of economic analysis negli Stati Uniti segnala anche per i primi due mesi del corrente anno una crescita del Pil su base annua del 2,8% rispetto ad un 2011 che si è attestato intorno all’1,8%. Se andiamo ad analizzare le ragioni che hanno prodotto tale incremento percentuale dobbiamo mettere al primo posto la spesa per i consumi e la variazione delle scorte nel settore privato. Molti investimenti sono stati fatti nell’edilizia residenziale mentre le esportazioni hanno fatto rilevare una crescita sotto le aspettative ma in indubbia inversione di tendenza rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno. L’inflazione, a sua volta, si è mantenuta intorno al 3% e denota un calo sia pure lieve rispetto ai mesi precedenti. Dobbiamo concludere, sulla scorta di questi dati e di altri rilevatori, che si sta registrando un’espansione moderata dell’economia statunitense con una lieve stabilizzazione della crescita dei costi delle abitazioni e dei trasporti, e con essi un miglioramento delle condizioni complessive del mercato del lavoro. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato immobiliare in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 febbraio 2012

Re/MAX Italia – filiale del più diffuso network di franchising immobiliare internazionale presente in Italia, con una rete di circa 200 agenzie affiliate e oltre 1.400 consulenti immobiliari – a seguito dei dati raccolti a livello italiano per i primi mesi del 2012 prevede ancora una situazione di diminuzione dei dati relativi alla compravendita e alla domanda ma ipotizza che questi possano registrare una lieve ripresa nella seconda parte dell’anno dove però non è prevista un’inversione di tendenza dei prezzi, ancora in leggera diminuzione.Il mercato immobiliare nazionale, legato a filo doppio alla ripresa economica e all’andamento dell’occupazione e dei consumi, continua pertanto a vivere una fase di stallo con un andamento altalenante. La stessa situazione di incertezza è stata registrata anche per il mercato immobiliare europeo e USA dove però si iniziano a registrare continui segnali di ripresa.Nell’ultimo quadrimestre in USA è stato segnato un continuo aumento delle transazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente pari a +9,0% (ottobre 2011) +8,1% (novembre 2011), +1,1% (dicembre 2011) e +3,4% (gennaio 2012).Dalla ricerca condotta da RE/MAX Italia è emerso che, negli ultimi sei mesi, in Italia i clienti delle agenzie RE/MAX hanno cercato nel 33,8% dei casi degli immobili in acquisto, il 22,5 % invece ha scelto di optare per una casa in affitto ed il restante 43,7 % è rappresentato da coloro che, a seconda delle possibilità, si sono dimostrati disposti ad andare in affitto o acquistare un immobile attraverso la sottoscrizione di un mutuo. Gli ultimi sei mesi hanno fatto registrare una forte diminuzione della domanda e delle compravendite, con inevitabile diminuzione dei prezzi.Solo nella seconda metà del 2012 si prevede un leggero miglioramento del mercato, nonostante i prezzi continueranno ad avere una leggera inflessione negativa, indicata dal 67,7% degli agenti RE/MAX sul territorio nazionale.
RE/MAX è il più diffuso network di franchising immobiliare internazionale con 7 mila agenzie affiliate ed quasi 100 mila consulenti immobiliari in 87 Paesi nel mondo. Una storia di successo in continua crescita, nata 37 anni fa. RE/MAX è inoltre il network con il maggior tasso di crescita in Europa dove è presente con 1.700 agenzie affiliate ed oltre 10 mila consulenti immobiliari. In Italia RE/MAX si è conquistata un posto di leadership, tra i Paesi dove è presente il network a livello internazionale, per la crescita annuale del network di agenzie affiliate sul territorio nazionale. RE/MAX Italia conta oggi una rete di circa 200 agenzie affiliate su tutto il territorio nazionale ed oltre 1.400 consulenti immobiliari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Criteo: crescita ricavi annuali

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2011

Criteo annuncia che i ricavi annuali sono cresciuti da 0 a 200 milioni di dollari in soli tre anni. Nello stesso lasso di tempo, il numero dei dipendenti della società è passato da 20 a 350 grazie a un’espansione in 20 paesi tra America, Europa e Asia. La crescita di Criteo segna una svolta nel marketing online con una nuova leva d’acquisizione come espansione del search. Criteo migliora l’esperienza d’acquisto agevolando la scoperta dell’offerta prodotto più rilevante attraverso il retargeting personalizzato. Accresce inoltre il tasso di conversione globale del sito merchant incrementando le vendite globali. Criteo inviò il suo primo click a un inserzionista nel maggio del 2008. Oggi eroga milioni di click al giorno. Questi click sono generati e tracciati come avviene per il search, attraverso l’interfaccia self-service di Criteo, con possibilità di bidding per categoria merceologica, o mediante il software di tracciamento del SEM dell’inserzionista. I lead di Criteo si convertono in vendite col medesimo tasso di conversione del search engine marketing tradizionale, permettendo la misurazione di Criteo sulla base della pura performance. “Molti inserzionisti volti alla performance hanno già saturato da tempo le loro campagne SEM esistenti e sono alla ricerca di nuove aree di crescita” racconta JB Rudelle, CEO e fondatore di Criteo. ”Purtroppo non sono stati in grado finora di trovare un altro canale capace di generare le medesime performance post-click del search. Con Criteo possono finalmente estendere le loro campagne search e generare quelle vendite incrementali che ora stanno perdendo.” Simon Dupuy, Head dell’Online Advertising di Expedia, ci spiega: “Criteo ha dimostrato di essere un efficace mezzo per Expedia nel dare ai nostri utenti informazioni targetizzate, producendo valore per i nostri clienti e facilitandone ulteriormente i loro viaggi. Assicurare in un modo rilevante la fidelizzazione dei clienti è prioritario per Expedia e la risposta che stiamo ricevendo dai nostri viaggiatori nell’ultimo anno mostra che Criteo è fondamentale nell’attuazione di questo obiettivo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’espansione dell’economia mondiale

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

L’economia mondiale offre chiari segni espansivi. Secondo le proiezioni dell’Ocse, nella media del 2010 il prodotto mondiale sarebbe aumentato del 4,6%. Quest’anno la crescita fletterebbe al 4,2%.
Ancora più significativa la ripresa delle economie emergenti. All’interno di questo diffuso andamento i flussi di commercio internazionale risentono degli squilibri di parte corrente delle bilance di pagamento tanto che si sono ampliati. Gli Usa, invece, sembrano andare in controtendenza. Il suo disavanzo mercantile si è, infatti, recentemente contratto. La tendenza, a livello globale, resta, in ogni caso, quella di una crescita più equilibrata. Altri aspetti tendono ad influire su questi andamenti. Pensiamo all’inflazione al consumo. Nei paesi avanzati risente dei rincari delle materie di base, alimentari soprattutto, dalla crescente domanda proveniente dalle economie emergenti. In questo ambito le autorità tendono a rendere le condizioni monetarie meno accomodanti. Altro segnale negativo è dato dall’aumento del prezzo del petrolio. Parliamo di oltre 20 dollari in più al barile rispetto all’agosto del 2010. Sul fronte del mercato del lavoro, la cui debolezza è evidente, si aggiunge la perdurante stasi del settore immobiliare. Un successivo indebolimento della domanda di abitazioni potrebbe derivare anche dal recente rialzo dei tassi di interesse sui mutui ipotecari, pari a circa 60 punti base nell’ultimo trimestre del 2010.
In presenza di una domanda interna ancora fragile le banche centrali, dei paesi avanzati propendono per una politica monetaria fortemente espansiva, con tassi ufficiali ai minimi storici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum Al Jazeera a Bruxelles

Posted by fidest press agency su martedì, 25 Maggio 2010

(PUNTOIT) “Nell’occasione del Forum di Al Jazeera, che si sta svolgendo a Doha, Puntoit ha proposto di organizzare insieme a Reti il Forum Al Jazeera a Bruxelles, sulla visione dell’Europa e del Mondo Arabo sui “new media” e sulla “new politics”. Al Jazeera Forum, giunto alla sua quinta edizione, ospita ogni anno a Doha un mix internazionale di protagonisti della politica, addetti ai lavori, giornalisti, analisti, accademici, intellettuali ed è una occasione unica di  confronto e di discussione per contribuire a comprendere i cambiamenti nella regione ed il suo ruolo nel panorama mondiale. Puntoit, associazione che promuove l’economia creativa e digitale e’ stata l’unica associazione italiana invitata all’evento. Al Jazeera e’ diventata oggi la prima televisione mondiale ed è in continua espansione. Nata solo 14 anni fa come il primo canale mondiale di news in lingua araba. Nel novembre del 2006 Al Jazeera ha lanciato il canale in inglese diffuso in oltre 190 milioni di case in oltre cento paesi. Oggi le redazioni di Al Jazeera contano oltre 60 uffici di corrispondenza nel mondo. La crescita e’ stata continua ed inarrestabile. Nel 2001 viene lanciata Al Jazeera.Net il servizio on line rafforzando il suo ruolo di una delle maggiori fonti d’informazioni del mondo arabo. Nel 2003 nasce Al Jazeera.Net in inglese, a cui fanno seguito Al Jazeera New Media che utilizza piattaforme quali YouTube, Facebook e Twitter e Al Jazeera Mobile. Nel marzo del 2006 Al Jazeera diventa una corporation media internazionale sotto il nome di Al Jazeera Network. (Puntoit)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partnership tra Techub e Khamsa Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 aprile 2010

Khamsa Italia – l’azienda italiana sviluppatrice delle soluzioni PrivateWave per la protezione delle comunicazioni via cellulare – e Techub, società italiana a forte innovazione ed elevata focalizzazione sul mondo della sicurezza, hanno siglato un accordo che prevede la distribuzione e l’integrazione del software PrivateGSM di Khamsa per la criptazione delle telefonate via cellulare, all’interno dell’offerta di sicurezza di Techub.  L’utilizzo della tecnologia PrivateGSM completa l’offerta di servizi e soluzioni di Techub in ambito Security; obiettivo dell’accordo sono gli studi professionali, le PMI, le multinazionali ed il mondo della finanza, con concrete possibilità di espansione a breve ai mercati delle associazioni (es. ordini professionali) e delle pubbliche amministrazioni. Utenti e organizzazioni appartenenti al mercato business e al settore pubblico, infatti, quotidianamente si trovano a comunicare dati sensibili e informazioni confidenziali. E l’alleanza fra le due aziende italiane per salvaguardare le comunicazioni mobili delle aziende dalla violazione di segreti industriali e strategie commerciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Daniela D’Andrea: Can You See Inside of Me?

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 aprile 2010

Milano fino al 7/5/2010 Via Ugo Bassi, 18, Angel Art Gallery Angel Art Gallery presenta un’esposizione, della giovane artista Daniela D’Andrea che opera principalmente nell’ambito dell’arte digitale, attingendo spesso dai codici della grafica pubblicitaria. Le opere presentate durante la mostra fanno parte di un progetto sperimentale iniziato nel 2005 che analizza ed indaga le reali possibilità delle nuove forme di comunicazione ai tempi di Internet.  In questi ultimi anni, con l’espansione globale di Internet, la comunicazione si e’ sviluppata quasi annullando le distanze, impoverendo pero’ la sua complessità. Per sopperire a questo deficit/mancanza, sono nati nuovi modi per comunicare le emozioni tramite questi nuovi canali. Sono nate prima le emoticons, che avevano lo scopo di veicolare le emozioni ricreando in piccolo le diverse espressioni facciali (tramite le quali le comunicazioni si trasmettono). Con la crescente diffusione di Internet, e soprattutto dei programmi di Instant Messaging e dei Blog, iniziano ad apparire accanto alle emoticons anche gli avatar.
Daniela D’Andrea  Nata a Messina nel 1984.  Dopo la maturità scientifica, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria nella scuola di Pittura. Dopo il primo anno, lega il suo interesse nei confronti dei software di modellazione 3d alla sua produzione artistica, sviluppando da autodidatta un nuovo tipo di linguaggio digitale.  Vive e lavora in Italia. (Immagine: Daniela D’Andrea)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per riparare cuore e tessuti

Posted by fidest press agency su martedì, 8 dicembre 2009

Roma Campidoglio, 9 dicembre, ore 12, Sala dell’Arazzo si terrà la conferenza stampa ufficiale del Convegno che si terrà dal 9 all’11 dicembre 2009 concernente la First International Conference Regenerative Surgery. Interverranno Carlo Umberto Casciani, Presidente Onorario del Congresso, Valerio Cervelli, Presidente del Congresso, Achille Gaspari, Ordinario di Chirurgia Generale e direttore del Dipartimento di Scienze chirurgiche Facoltà di Medicina e Chirurgia “Tor Vergata”, Roma, Adolfo Panfili, Delegato del Sindaco Alemanno ai rapporti con le strutture sanitarie del territorio, Sergio Marchi, Assessore alla Mobilità del Comune di Roma. La medicina rigenerativa rappresenta una nuova disciplina, in forte espansione. Si basa sulla rigenerazione di tessuti ed organi danneggiati come possibile alternativa alla loro sostituzione. Come? Con l’utilizzo di cellule staminali adulte prelevate dall’organismo con una liposuzione e poi reimpiantate. Metodiche già in uso, reali ed applicate anche nel nostro Paese, in alcune strutture di eccellenza, fra cui Tor Vergata. E proprio a Roma, a Monte Porzio Catone. Un appuntamento scientifico di altissimo livello, a cui parteciperanno i massimi esperti mondiali, che vuole sottolineare il ruolo di leadership che l’Italia, in particolare la capitale, ricopre.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vocollect continua la sua espansione in Asia

Posted by fidest press agency su sabato, 7 novembre 2009

Vocollect, leader mondiale nei sistemi vocali per gli operatori mobili, annuncia l’apertura di un ufficio a Hong Kong e la nomina di Vance Lau a Managing Director per il territorio cinese. Sotto la guida di Lau, l’ufficio di Hong Kong gestirà il business di Vocollect in Cina, Singapore, Malaysia, Taiwan, Thailandia, Australia e Nuova Zelanda, mentre Giappone e Corea del Sud continueranno ad essere coordinati dall’ufficio di Vocollect Tokyo. Lau vanta una carriera di oltre 20 anni nell’information technology, metà della quale in aziende fornitrici di servizi per la supply chain. Prima di approdare in Vocollect è stato Direttore Generale, Hong Kong e Taiwan, nell’unità Business Objects di SAP HK Limited. Lau ha svolto ruoli di responsabilità nello sviluppo del business per Cognos HK Limited (General Manager, Asia del Nord), JD Edwards Limited (Direttore, Hong Kong Sales Operation) e PeopleSoft Asia Pacific Limited (Regional Sales Manager, Asia).
Vocollect è il fornitore numero uno di soluzioni vocali per i lavoratori mobili di tutto il mondo, in grado di aiutare i propri clienti a raggiungere un più elevato livello di prestazioni aziendali attraverso la voce. Ogni giorno Vocollect consente a oltre 250.000 operatori di tutto il mondo di distribuire prodotti per un valore di oltre 2 miliardi di dollari dai Centri di Distribuzione e dai magazzini alle sedi dei clienti. Un team globale di oltre 2.000 rivenditori della supply chain e partner di canale esperti supportano l’offerta di Vocollect Voice in 55 Paesi e in 26 lingue. Vocollect Voice World Suite si integra con tutti i principali sistemi WMS e ERP, compreso SAP, e supporta i principali dispositivi per il mobile computing. http://www.vocollect.com/ita

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricchi e poveri nel mondo arabo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

Il dramma per il popolo arabo incomincia dove avrebbe potuto permettersi un vero e proprio riscatto sociale e politico nella scelta di una democrazia compiuta. Ci riferiamo all’enorme incremento del gettito derivante dagli introiti petroliferi degli anni ’70. L’ascesa dell’Opec ha visto un mostruoso influsso di capitale occidentale nel prevalentemente arabo mondo islamico. Ci saremmo, a questo punto, immaginato una ricaduta benefica sui redditi dei meno abbienti mentre, in effetti, è accaduto il contrario con una crescita della diseguaglianza di reddito che ha ulteriormente eroso la coesione del mondo arabo come blocco geopolitico. In altri termini le somme favolose non sono state convertite in investimenti produttivi, in una base economica all’espansione, ma sperperate in consumo eccessivo, armamenti e simboli di prestigio istituzionale. Ha significato che le somme generate dall’estrazione di combustibili fossili si sono dimostrate impotenti, generando piaceri, improduttivi. La ricchezza del petrolio è risultata in un flusso di denaro privo di potere. E’ questa la vera ragione, in chiave politica, che oggi ha determinato la reazione delle classi sociali economicamente emarginate che hanno trovato una ragione di lotta duplice: quella di abbattere le dittature al proprio interno e d’indebolire l’occidente che sfrutta questo stato di cose traendone colossali profitti. Pensiamo alle spese militari, tecnologiche e organizzative derivanti dalla necessità di tenere in piedi un apparato militare e d’intelligence da parte delle dittature locali. In questo modo l’Islam integralista è diventato forse qualcosa di più di una promessa di forza capace di opporsi all’occidente dei mercanti e dei signori della guerra.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia: Rilancio Pmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

Lo stimolo ai processi di internazionalizzazione quale chiave strategica per il rilancio delle PMI in provincia di Venezia. È questa la base del progetto che la Confartigianato Provinciale sta avviando con un congruo numero di aziende socie, alle quali ha inviato un questionario per uno screening delle potenzialità e dei piani di espansione sui mercati extranazionali. Una volta censite le risposte, l’Unione Provinciale di propone di attivare servizi innovativi e proposte avanzate alle aziende per guidarle nuovi percorsi sul mercato globale. In un contesto globalizzato, infatti, il nodo per PMI veneziane è l’attivazione di nuovi contatti su nuovi mercati. “Il primo elemento di valutazione per la maggioranza delle aziende è oggi la comodità geografica – spiega il presidente di Confartigianato Provinciale di Venezia Giuseppe Molin -, ma le aziende decidono spesso anche di puntare su Paesi considerati importanti, di successo. Purtroppo non sempre queste scelte corrispondono ad un corretto comportamento strategico. La scelta del paese-obiettivo va centrata invece sull’analisi attenta dell’ambiente e del mercato. In quest’ottica il marketing internazionale richiede attenzione alla distribuzione e alla promozione. Il network delle alleanze è fondamentale anche nell’approccio ai mercati più stimolanti”.  In quest’ottica il ruolo dell’associazione di categoria deve essere incisivo. Per questo la Confartigianato Provinciale di Venezia ha sottoposto alle aziende associate un questionario per mapparne le potenzialità di internazionalizzazione. “È una nuova semina per rafforzare una propensione all’internazionalizzazione che già esiste tra le PMI venete – annuncia Molin -. A chi oggi potrebbe guardare al mondo ma non se la sente di farlo in solitudine, proporremo servizi innovativi per continuare a crescere guardando alla globalizzazione non come a una minaccia ma come a una risorsa da sfruttare”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »