Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘esperti’

Sclerosi multipla

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2012

Italiano: sclerosi multipla varianti cliniche ...

Italiano: sclerosi multipla varianti cliniche schema multiple sclerosis (Photo credit: Wikipedia)

In Italia ogni quattro ore viene diagnosticato un nuovo caso, ogni anno 1800 persone si ammalano, 63 mila sono gli italiani, per lo più donne tra i 20 e i 40 anni, che ogni giorno combattono contro una malattia devastante: la sclerosi multipla.
Numeri che fanno riflettere e che portano a cercare nuove soluzioni capaci di combattere questa malattia, tra le più gravi del sistema nervoso, e di permettere ai malati e ai loro familiari di avere una buona qualità di vita.
Per due giorni (12-13 aprile) la sclerosi multipla sarà al centro del dibattito tra neurologi e rappresentanti delle istituzioni al “BEST EVIDENCE IN MULTIPLE SCLEROSIS” (BEMS), in programma al MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, a Roma. L’evento, promosso da Teva Italia, una delle maggiori aziende farmaceutiche del mondo, da anni attiva nella ricerca di farmaci innovativi nelle aree del sistema nervoso centrale, dell’oncologia e delle malattie autoimmuni, offre la possibilità di un confronto concreto su temi gestionali, organizzativi, clinici ed economici, instaurando una più stretta collaborazione tra gli attori coinvolti nell’ambito di uno scenario complesso come quello della sclerosi multipla.
Numerosi sono i progressi compiuti negli ultimi anni dal punto di vista terapeutico, eppure attualmente non esiste ancora una cura risolutiva per la SM. Esistono terapie farmacologiche efficaci in grado di modificarne il decorso, riducendo la frequenza e la gravità delle ricadute e rallentando la progressione della disabilità. Teva è da sempre vicina a questi malati con farmaci innovativi come il Copaxone, il trattamento più usato al mondo per la cura della sclerosi multipla, sviluppato clinicamente da Teva e da marzo ritornato nel portfolio dell’azienda.
“Teva, che organizza e promuove questa prima edizione del Bems, da anni porta avanti la ricerca sulla sclerosi multipla per dare nuove speranze di cura ai malati”, commenta Giorgio Foresti, AD di Teva Italia. “Oggi il neurologo ha a disposizione diverse opzioni terapeutiche come il Copaxone per la cura di questa patologia ma per combattere la sclerosi multipla è essenziale un costante confronto scientifico, tra medici esperti in questo settore, e il coinvolgimento del mondo della politica. È necessaria infatti una maggiore e proficua collaborazione per fornire risposte sempre più concrete ai pazienti e alla società civile”.
Nonostante la ricerca stia facendo progressi per trovare soluzioni terapeutiche sempre più efficaci, la sclerosi multipla incide pesantemente sulla qualità di vita del paziente colpito in un momento particolare della vita, in cui generalmente si fanno progetti personali e professionali.
Secondo i dati di un’indagine internazionale promossa dalla National Multiple Sclerosis Society su 1.200 persone affette da sclerosi multipla emerge che più della metà dei malati (61%) lamenta una difficoltà a lavorare, con conseguente impatto negativo sulla situazione economica. Il 65% riporta problemi di deambulazione che in 1 caso su 5 li costringe a cambiare o ad abbandonare la propria professione. La sclerosi multipla è anche una delle malattie socialmente più costose (fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità). Da un’indagine dell’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism ) risulta che in Italia il costo sociale totale è di due miliardi e 400 mila euro all’anno. La spesa media che ogni malato e la sua famiglia devono sostenere è di 32mila euro all’anno, che variano a seconda del grado della malattia.
Per analizzare la patologia a 360 gradi, il Bems si aprirà, il 12 aprile, con una tavola rotonda sul tema “Modelli di gestione della sclerosi multipla: una condivisione di esperienze.” Al centro del dibattito i programmi e le attività ritenute essenziali a livello tecnico-scientifico e politico. In un contesto in cui la crescente competenza delle regioni in materia sanitaria e sociale diventa centrale, i relatori analizzeranno i nuovi modelli di gestione e di assistenza in Italia, con un confronto con le diverse esperienze a livello europeo. Un’attenzione particolare verrà riservata al complesso universo che ruota intorno ai pazienti, le cui esigenze e attese sono un obiettivo di confronto prioritario, partendo dal punto di vista degli stessi malati.
La seconda giornata (13 aprile) verterà su tematiche più prettamente clinico-scientifiche: gli aspetti genetici, i trattamenti, gli scenari futuri. L’intervento dei clinici sarà supportato dall’utilizzo di strumenti tecnologici avanzati e favorirà importanti momenti di discussione.
“La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica autoimmune che causa gravi disabilità. Si sviluppa a causa di un anomalo attacco al sistema nervoso centrale da parte del nostro sistema immunitario” spiega il professor Giancarlo Comi, Direttore del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale, Università Vita – Salute San Raffaele di Milano, uno dei massimi esperti nella cura della sclerosi multipla. “Per il trattamento di questa patologia invalidante si sono prospettate alcune novità terapeutiche importanti, tra le quali una molecola sviluppata da Teva e ciò conferma la capacità della ricerca italiana, che si unisce agli investimenti da parte di aziende farmaceutiche mondiali come Teva”.
Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (Nasdaq: TEVA) è una delle principali aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso ad un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, così come di farmaci innovativi e di specialità e ingredienti farmaceutici attivi.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

6° ronde Valtiberina: Cambia la top ten assoluta

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2012

Sansepolcro (Arezzo) La classifica assoluta della 6^ Ronde Valtiberina, penultima prova del Challenge Raceday Ronde Terra, organizzata da PRS Group e Valtiberina Motorsport, svoltasi con quattro passaggi sulla celebre Prova Speciale “Alpe di Poti”, è stata modificata a seguito dell’esclusione del concorrente numero 24, il sardo naturalizzato toscano Gavino Carta in coppia con “Lady Tuning” su una Subaru Impreza N14 del Team War Racing, i quali avevano concluso l’impegno in quarta posizione assoluta e seconda del Gruppo N. Il Collegio dei Commissari Sportivi, dopo avere ricevuto segnalazione dai Commissari Tecnici di una irregolarità alla turbina della vettura di Carta, hanno provveduto alla convocazione del concorrente dopo l’arrivo e dopo averne sentite le motivazioni ha deciso di escluderlo dalla classifica per la motivazione sopra descritta. La flangiatura della turbina è risultata non conforme alle prescrizioni tecniche della fiche di omologazione della vettura essendo stata rilevata una misura superiore alla normale misura prevista di 33 mm. Il concorrente, informato dei suoi diritti, dichiarando di non essere a conoscenza della irregolarità sul particolare meccanico della vettura affidatagli ha deciso di non ricorrere in appello e per esso verrà chiesto il deferimento alla Procura Federale secondo le norme del Regolamento Sportivo Nazionale (art.154bis) e della Norma Supplementare 11 (art. 15.1.10).
Classifica finale (Top Ten) : 1. Paddon-Pons (Mitsubishi Lancer Evo X) in 27’23.1; 2. Bresolin-Pollet (Peugeot 206 WRC) a 20.8; 3. Hoelbling-Siena (Citroen Xsara WRC) a 24.3; 4. Bentivogli-Cecchi (Subaru Impreza STI) a 38.6; 5. Pierangioli-Biondi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 43.4; 6. Nerobutto-Nerobutto (Subaru Impreza Spec C) a 58.6; 7. Romagna-Zanella (Citroen Xsara WRC) a 1’04.4; 8. Succi-Guzzi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’21.0; 9. De Angelis-Costa (Abarth Grande Punto S2000) a 1’21.3; 10. Carella-Riolfo (Renault New Clio) a 1’45.3;

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prospettive per l’inflazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2012

Per tutto il 2012 dovrebbero restare al di sopra del 2%. I prezzi correnti dei contratti future per le materie prime indicano che queste avranno un minore impatto sull’inflazione. Ne deduciamo che, rispetto allo scorso anno l’inflazione dovrebbe restare invariata. Tali previsioni sono sostanzialmente in linea con gli intervalli di valori riportati nelle proiezioni macroeconomiche per l’area dell’euro e riformulati dagli esperti dell’Eurosistema nel dicembre del 2011. Ciò non di meno i rischi per le prospettive a medio e lungo termine lasciano intravedere delle impennate inflattive. Aumenti vi dovrebbero essere per i prezzi amministrati e per le imposte indirette. (aumento dell’Iva ad esempio). Resta una crescita debole che dovrebbe in qualche modo raffreddare le tensioni inflattive determinate per lo più dall’aumento di alcune voci di spesa sia quelle che riguardano il carrello della massaia sia energetiche ( benzina in primo luogo). (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allergie: i consigli degli esperti

Posted by fidest press agency su sabato, 3 marzo 2012

Anche questo anno, con l’arrivo della Primavera, i bambini presentano i classici sintomi allergici a livello degli occhi (con prurito, arrossamento e lacrimazione oculare); del naso (rinorrea sierosa, cioè il “naso che gocciola” come dicono i pazienti, prurito nasale e starnuti continui, sensazione di avere il “naso chiuso” con la necessità di respirare dalla bocca); delle vie respiratorie (con tosse soprattutto “secca”, con difficoltà a respirare, con sibili talvolta udibili anche senza ausilio del comune fonendoscopio utilizzato per la normale visita da parte del medico).
Nell’Asl 11, i genitori di bambini con sospetta allergia respiratoria, alimentare e a farmaci possono rivolgersi (previo appuntamento telefonico al CUP) all’unità operativa complessa di pediatria dell’ospedale “San Giuseppe” di Empoli, diretta dal dottor Roberto Bernardini, dove – grazie anche all’apporto di altri pediatri deputati – possono essere eseguite indagini specifiche e ricevere le indicazioni di profilassi e trattamento adeguate.
Per maggiori informazioni, non solo per l’aspetto allergologico, sul sito web aziendale http://www.usl11.toscana.it, cliccando progressivamente sui link “Ospedali”, “San Giuseppe”, “Pediatria” e su ciascuna voce presente nello spazio dedicato alle informazioni, è possibile conoscere gli aspetti organizzativi-assistenziali dell’unità operativa di pediatria, il cui primario è il dottor Bernardini, specialista in pediatria e specialista in allergologia e immunologia clinica, che svolge anche l’attività di coordinatore regionale della società italiana di immunologia ed allergologia pediatrica (SIAIP) e di responsabile della commissione farmaci-latice della SIAIP.
I quadri clinici principali che necessitano, in caso di sospetto clinico, di indagini allergologiche e di percorso diagnostico terapeutico specifico sono: congiuntivite, rinite, asma bronchiale, dermatite atopica, orticaria, anafilassi, reazioni avverse a farmaci e vaccini, ad alimenti, al latice.
I sintomi di oculorinite e asma sono dovuti ai cosidetti “pollini”, cioè granuli pollinici diffusi nell’aria, non visibili ad occhio nudo (dimensioni variabili tra 5 e 200 µm).
Tali pollini sono presenti nell’aria con una periodicità schematicamente distinta in 3 fasi: una fase precoce (prima della primavera) nella quale i pollini aero-diffusi derivano da piante arboree (come ad esempio il Cipresso); una fase primaverile o primaverile-estiva nella quale i pollini aero-diffusi derivano dalle Graminacee; Urticaceae e Oleaceae; una fase estiva-autunnale ove i pollini aero-diffusi derivano principalmente dalle Asteracee.
I soggetti, nei quali si sospetta la presenza di una allergia ai pollini, devono essere curati al momento della fase acuta con farmaci (antistaminici, steroidei, broncodilatatori) che ne ridurranno i sintomi, devono poi rivolgersi allo specialista in pediatria e in allergologia o a pediatra con comprovate capacità in ambito allergologiche, per intraprendere un percorso diagnostico terapeutico specifico per ciascun soggetto (individuazione dell’eventuale polline responsabile, prescrizione di una eventuale profilassi farmacologica e di una eventuale immunoterapia specifica, il classico “vaccino per l’allergia”).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e il riciclo doni

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2011

Secondo

Image by Mc-Q via Flickr

Un soprammobile kitsch, un maglione dai colori sgargianti, un profumo dalle note troppo forti. La lettera a Babbo Natale non è proprio arrivata a destinazione per l’80% degli italiani che quest’anno dichiara di aver ricevuto doni sgraditi o banalmente doppi. Secondo un sondaggio online condotto da sito di annunci Vivastreet.it su un campione di più di 6.000 utenti, sotto l’albero il regalo sbagliato è ormai una certezza che si ripete tutti gli anni. Da uno a tre le brutte sorprese per il 74% degli intervistati. Regali sbagliati, sempre da uno a tre, anche per i vicini francesi (53.1%) e inglesi (46.2%). Liberarsi di un dono inutile o sgradito non sarà forse un gesto elegante ma per il popolo del Belpaese è ormai una vera consuetudine che si ripete da diversi anni. Gli italiani risultano essere i più esperti d’Europa nell’arte del riciclo dei doni: ben il 64% degli intervistati infatti afferma di aver venduto regali non graditi negli ultimi 5 anni contro il 45.4% degli inglesi e il 27% dei francesi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Previdenza alias “uovo di Colombo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Pausa pranzo

Image by Andrea Marutti via Flickr

Scrive Wikipedia: “L’uovo di Colombo è un aneddoto popolare diffuso come modo di dire in diverse lingue per designare una soluzione insospettatamente semplice a un problema apparentemente impossibile”. E’ questa l’impressione che si trae pensando al progetto messo a punto, già da tempo, dai centri studi della Fidest e che per la sua “semplicità” applicativa, ha fatto storcere il naso ai cosiddetti “esperti” e ha persino spinto gli addetti ai lavori, sindacati compresi, a guardare con sospetto la soluzione prospettata come per dire: “dov’è il trucco?”. La verità è che il tutto si impernia sul classico detto: “chi lascia la via vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova” e che gli antichi si risolvevano con un “hic sunt leones” indicando il timore d’affrontare terreni inesplorati. Ma la realtà, a mio avviso, più prosaica. Il sistema proposto lascia pochi margini a coloro che sono soliti mestare nel torbido per ricavarvi illeciti guadagni. Pensiamo, innanzitutto, a questo mostro creato in Italia dall’acronimo Inps. Al suo posto si suggerisce un sistema più snello in chiave “assicurativa” che permetterebbe, a chi imbocca la strada del lavoro, di dotarsi di una polizza previdenziale che gli permetterebbe di godere di una “rendita” frutto di contributi decennali calcolati sulla media retributiva percepita in tale periodo, diciamo al 20%. Ciò significa che in 30 anni lavorativi si può avere una rendita pari al 60% della propria retribuzione. In questo modo si evitano i limiti di età sia all’inizio sia alla fine del ciclo lavorativo e nello stesso tempo non si mette in ginocchio il lavoratore anziano licenziato e non più in grado di trovare un altro impiego in quanto, nella peggiore delle ipotesi, può sempre contare su una rendita ragionevole. Ma vi è anche una spiegazione più profonda. Questo sistema, tra le altre cose, permette di risolvere due importanti aspetti. Il primo è che consente anche a chi svolge un lavoro in nero di aderire alla formula assicurativa e, secondariamente, favorisce un turnover non solo generazionale ma anche “interno” per adattare il lavoratore allo svolgimento di impieghi diversi in ambito professionale: per esempio un poliziotto addetto alle volanti può desiderare al raggiungimento di una certa età di passare ad altre prestazioni meno usuranti nell’ambito della stessa amministrazione. Vi è poi l’indubbio vantaggio che già dopo i primi dieci anni si gode di una rendita che, in pratica, si somma alla retribuzione percepita nel continuare il proprio lavoro. E non finisce tutto qui, ovviamente. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sentieristica Cai

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 ottobre 2011

The Cathedral of Benevento

Image via Wikipedia

La splendida cornice del salone del Grand Hotel Italiano di Benevento ha ospitato sabato 1 ottobre il convegno sul tema «Sicurezza e responsabilita’ nei lavori sui sentieri» a cura del Gruppo di Lavoro Sentieri CAI – CCE. Insieme al Gruppo di Lavoro sono intervenuti sul tema esperti del CAI delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige. Argomenti trattati sono state le attività per la manutenzione dei sentieri, la normativa in merito, i soggetti coinvolti, l’attività del volontario, l’informazione e la formazione, l’uso dei materiali. Contestualmente è stata allestita la mostra fotografica dal titolo “Sentieri: lavori in corso”, immagini sulla manutenzione e non solo. Nella mattinata di domenica 2 ottobre, invece, lo splendido scenario dei Parco Regionale del Matese Casertano ha ospitato la parte “pratica” del meeting. Il sentiero 150-13D, tratto del Sentiero Italia, è stato infatti percorso ed utilizzato dal Gruppo di Lavoro Sentieri e dai responsabili sezionali di sentieristica per effettuare interventi pratici e dimostrativi che hanno coinvolto i partecipanti, con l’intento di educare, specialmente i giovani soci, alla cultura del territorio ed alla manutenzione dei sentieri. Al termine dell’esercitazione tutti i partecipanti sono stati ospitati dai soci della Sezione Matesina del CAI, che presso la Capanna Sociale di Monte Orso hanno allietato i presenti con leccornie dell’eno-gastronomia matesina

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Possibilità di scommettere denaro via web

Posted by fidest press agency su sabato, 16 luglio 2011

Dadi, Black Jack, Roulette, Poker cash: il settore dei giochi d’azzardo si prepara al taglio del nastro, così anche i giocatori italiani potranno usufruire dei giochi da casinò ma direttamente su Internet e in maniera completamente legale e sicura. Il 18 luglio sulla piattaforma http://www.netbetcasino.it sarà possibile accedere a tutte le tipologie di gioco. «Lo sviluppo del progetto ha avuto una fase di preparazione di oltre un anno con enormi investimenti economici e con l’impiego di centinaia di consulenti esperti del settore informatico e di quello dei giochi. Solo per garantire la casualità dei risultati, ad esempio, sono state realizzate milioni e milioni di prove e ancora oggi NetBetCasino.it continua a testare il software per garantire i massimi livelli di operatività e di sicurezza» spiega Kenny Ibgui, ceo di BPG, società proprietaria di NetBetCasino.it dove fino al 18 luglio si gioca gratuitamente solo per divertirsi. Con i nuovi giochi su Internet secondo NetBetCasino.it si prevede un salto di qualità che porterà il movimento del gioco on-line ad attestarsi nel 2012 sui 40 miliardi di euro, oltre il 2% del PIL nazionale. Nel 2012 sarà dunque il settore del gambling on-line a trainare l’Internet economy italiana, attestandosi al primo posto con il 32% di fascia di mercato dell’on-line

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le malattie che rubano la mente

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

(Centro Maderna) Si è tenuto ieri presso la sede della Lega Spi Cgil di Via Edilio Raggio a Genova la conferenza stampa di presentazione del volumetto “Le malattie che rubano la mente”. Si tratta di un “piccolo manuale” realizzato grazie agli sforzi dei volontari SPI e di un gruppo di esperti qualificati nel campo medico e sociale, volto ad offrire consigli utili a coloro che, tutti i giorni, si prendono cura di persone affette da demenza, soprattutto nelle prime fasi della malattia che sono caratterizzate da un forte disorientamento sia da parte del malato che dei suoi famigliari. Il manualetto, che è completamente scaricabile dal sito della CGIL Liguria, presenta un quadro generale della malattia nonché di quelli che sono i servizi a soste gno di chi ne è affetto e di chi se ne prende cura senza tralasciare le indennità e le agevolazioni previste dalla legge. L’opuscolo include infine la versione in italiano del “Test Your Memory”, un questionario autocompilativo che venne pubblicato per la prima volta nel 2009 sul British Medical Journal e che è ritenuto uno strumento efficace nel diagnosticare precocemente alcuni tratti tipici della demenza.
L’iniziativa nasce in una regione con un alto tasso di invecchiamento come la Liguria, dove la percentuale di individui over 65 rappresenta il 26,7 per cento del totale della popolazione (in Italia il 20,3% e nel Nord-Ovest il 21,5% – Fonte Savona Economica.it), e dove si stima che siano circa 30 mila gli affetti da questo tipo di patologie. Tuttavia, secondo Anna Giacobbe, Segretario Generale SPI-CGIL Liguria, “la diffusione delle demenze si presenta come un fenomeno sociale drammatico di cui non c’è ancora sufficiente consapevolezza nelle politica, nelle istituzioni e nelle organizzazioni sociali.”(GCL Liguria, 5 luglio 2011)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso nazionale Anbi

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2011

Roma, mercoledì 13 e giovedì 14 luglio 2011, l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni) organizzerà, il Congresso Internazionale “Acqua: irrigazione, energie rinnovabili, ambiente. la sfida dei consorzi di bonifica”; ne sarà sede il Centro Congressi dell’Hotel Parco dei Principi. Particolarmente qualificato si annuncia il parterre scientifico, composto da docenti universitari ed esperti di chiara fama; numerose anche le Autorità annunciate, tra cui il Ministro, Francesco Saverio Romano. I lavori saranno anticipati, nella mattinata del 13, da una conferenza stampa per la presentazione deidati di una nuova ricerca demoscopica sulla percezione della funzione dell’acqua in agricoltura.Sarà anche l’occasione per fare il punto sul processo di realizzazione del progetto IRRIFRAME, ormai in fase attuativa. Nel pomeriggio di giovedì 14 è invece prevista l’Assemblea elettiva dell’ANBI. Contando possiate annotare tali appuntamenti tra gli impegni professionali, porgiamo cordiali saluti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 maggio 2011

Roma, Il 33% degli intervistati non sa concretamente cosa sia l’ipertensione arteriosa. Il 67% non ha mai ricevuto informazioni sull’ipertensione arteriosa e l’82% non ha mai cercato o chiesto personalmente informazioni sul tema. E’ un quadro di elevata disinformazione quello che emerge dal sondaggio Doxa Pharma, commissionato dalla SIIA (Società Italiana Ipertensione Arteriosa), volto a sondare la percezione e l’atteggiamento della popolazione italiana nei confronti dell’ipertensione e del rischio cardio-vascolare. In Italia gli ipertesi sono almeno 15 milioni con una ricaduta in termini di mortalità di circa 240.000 decessi pari al 40% di tutte le morti per cause cardiovascolari. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi correlati all’ipertensione arteriosa, il 17 maggio 2011 si svolgerà la VII Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa. Verranno allestite circa 100 postazioni sparse in tutta Italia dove la SIIA offrirà a tutti la misurazione gratuita della pressione arteriosa, grazie al contributo di personale specializzato che distribuirà materiale informativo e fornirà indicazioni utili per la conoscenza dei propri valori. Quest’anno il tema centrale della giornata, promossa in tutto il mondo dalla World Hypertension League, è “Conosci i valori della tua pressione e raggiungi l’obiettivo”.
Dal sondaggio Doxa emergono dati preoccupanti: il 15% degli intervistati non ha mai misurato la pressione arteriosa in vita sua. Di questi la percentuale più elevata è composta da giovani in età compresa tra i 18 e 34 anni, residenti al centro e sud Italia. Il 50% degli intervistati non conosce esattamente quali siano i valori normali della pressione arteriosa massima e minima e il 34%, per la maggior parte maschi residenti al centro Italia, li ignora completamente.
Ciò significa che essi non solo hanno una scarsa informazione in materia, ma soprattutto non sono in grado di valutare i rischi potenzialmente generati dall’aumento dei valori pressori. Infatti solo il 35% è a conoscenza del fatto che la pressione alta può generare l’infarto, il 30% sa che essa può generare l’ictus e solo l’8% che può provocare malattie cardiovascolari e problemi cardiocircolatori. Il 26% degli intervistati invece non conosce affatto le malattie gravi che possono insorgere a causa della pressione alta.
Per quel che concerne la percezione di gravità di alcune tra le principali patologie è stato rilevato che l’ipertensione arteriosa è giudicata meno grave di altre patologie quali la depressione o il diabete e poco più grave solo dell’asma; esiste quindi una concreta sottovalutazione del rischio di incorrere in gravi malattie cardiovascolari (ictus cerebrale, infarto miocardico) e renali (insufficienza renale con necessità di ricorso alla dialisi). “Nonostante esistano farmaci efficaci e sostanzialmente privi di effetti collaterali maggiori solo 1 iperteso su 4 ha valori pressori ben controllati” – dichiara il prof. Alberto Morganti, Presidente della SocietàItaliana dell’Ipertensione Arteriosa ( SIIA ).
La SIIA, associazione senza fini di lucro, aderisce alla VII Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa promuovendo sul territorio nazionale iniziative di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sul tema dell’ipertensione arteriosa e delle malattie ad essa correlate. Le 100 postazioni saranno allestite in tutta Italia, molte delle quali presso i numerosi Centri Ospedalieri e Universitari per l’Ipertensione Arteriosa, aperti per l’occasione, e presso le numerose farmacie, grazie alla collaborazione di FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani) e Federfarma (Federazione Nazionale Titolari Farmacia Italiani). In quelle sedi sarà anche possibile, senza necessità di prenotazione, consultare gli esperti e chiedere quale stile di vita adottare per prevenire e curare l’ipertensione e le patologie ad essa correlate.Inoltre, la SIIA promuove una campagna di sensibilizzazione video attraverso l’utilizzo di uno spot sociale che verrà trasmesso nelle principali reti televisive, satellitari, nelle metro di Roma e Milano, nei punti di informazione degli aeroporti e delle autostrade. Per scoprire i luoghi e gli orari delle postazioni più vicine a te visita il sito http://www.siia.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso medicina molecolare

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 maggio 2011

Caserta dal 10 al 13 maggio 2011 61° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Patologia Clinica e Medicina Molecolare (AIPaCMeM), L’evento riunisce i responsabili dei laboratori diagnostici universitari, ospedalieri e privati di tutta Italia ed di grande rilevanza per l’attualità delle tematiche discusse. Il Congresso 2011, insieme alle tematiche classiche della diagnostica di laboratorio, grazie alla partecipazione di esperti ed aziende di prestigio, discuterà del ruolo del Patologo Clinico nella gestione delle coagulopatie, nonché delle indagini di laboratorio atte ad identificare comportamenti inadeguati, come l’abuso di alcol. Verrà, in particolare, discussa la legislazione – appena aggiornata – sulla determinazione dei livelli da sanzionare e i test di laboratorio più adeguati per definirli. “Ho fortemente voluto queste tematiche per avvicinare il mondo del laboratorio clinico alla vita di tutti i giorni e non solo alla diagnosi di stati patologici” afferma il Prof. Roberto Verna, Direttore del Centro di Ricerca per la Sperimentazione Clinica dell’Università La Sapienza di Roma e Presidente dell’Associazione e del Congresso. Prenderanno parte al Congresso, fra i relatori di rilevanza internazionale e gli ospiti d’onore, il Prof. Michael Oellerich, Professore di Patologia Clinica all’Università di Goettingen e Presidente della World Association of Societies of Pathology and Laboratory Medicine (WASPaLM); la Prof.ssa Gamze Mocan Kuzey, Professore di Citologia all’Università di Ankara e Presidente eletto della WASPaLM), il Presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, i sub commissari alla sanità campana Achille Coppola e Mario Morlacco, il Commissario Straordinario dell’ASL di Caserta, Paolo Menduni, i Presidenti delle Società Scientifiche di Laboratorio, i Dottori Pero Cappelletti, Roberta Pacifici e Giacomo Fortina ed il Prof. Sebastiano Andò, Presidente della Società Italiana di Patologia. L’elenco dei personaggi di alta levatura scientifica non termina qui, ma per brevità rimandiamo al programma finale del congresso per tutti i relatori. “Questo Congresso rappresenterà un momento di grande innovazione sia per i temi trattati che per il loro approccio da parte di scienziati di primissimo ordine” afferma il Prof. Verna

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marketing e finanza islamica

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Roma 9 maggio al 20 giugno 2011, ogni lunedì dalle ore 9.00 e alle ore 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30, presso la sede della SIOI, Palazzetto Venezia, – Piazza di San Marco 51. Il Corso ha l’obiettivo di formare esperti dotati di competenze, sempre più richieste dal sistema economico internazionale, ed in grado di operare in modo efficiente con il mercato, il sistema bancario e le imprese dei Paesi di cultura islamica. Il mercato islamico rappresenta, infatti, una grande opportunità solo marginalmente nota agli operatori economici ed alle imprese del nostro Paese, ed il corso è volto all’acquisizione della conoscenza dei meccanismi che regolano i processi commerciali e finanziari in una prospettiva di interazione tra il mercato e la finanza occidentali e quelli di cultura islamica.
I destinatari dell’iniziativa sono: i manager interessati ai processi di internazionalizzazione, i funzionari economici e commerciali delle Rappresentanze diplomatiche e degli Istituti di credito e i giovani laureati interessati alle carriere internazionali ed ad operare nei mercati internazionali.
Il percorso formativo è articolato in 4 aree tematiche:
– Cultura islamica
– Marketing islamico
– Economia e finanza islamica
– Cross cultural negotiation
http://www.sioi.org/corso_finanzaislamica.htm del sito http://www.sioi.org

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Val D’Orcia Horse Road

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Radicofani  Borgo di Castelvecchio 9 – 10 aprile 2011 Centro Ippico A.S.D.  1° tappa del campionato regionale toscano. Per la prima volta, la Val d’Orcia senese è protagonista di una importante gara endurance, organizzata in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Equestri. Un percorso di spettacolare bellezza è stato disegnato da esperti in modo da permettere performance di rilievo all’interno del Parco Artistico Natuale della Val d’Orcia, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2004.Ciò è possibile grazie all’attrezzato  Centro Ippico  interno alla tenuta Borgo di Castelvecchio, 10 minuti da Pienza, 800 ettari di campagna nel cuore della Val d’Orcia. La tenuta, risalente al XI secolo, è ricca di strade bianche, colline, cipressi, vigne, bosco tutti ingredienti che rendono affascinante e ricca la permanenza. Le attrezzature del centro ippico comprendono box, campo ostacoli esterno, e campo coperto; a disposizione una saletta riunioni per i meeting rganizzativi. Al rientro dalle cavalcate, vi attendono i casali della Dimora di Charme; cene tipiche toscane, vini Doc Orcia prodotti nell’azienda, un antico granaio in cui ogni sera , su prenotazione, si preparano sofisticate cene a lume di candela. Per il completo relax, la bellissima sala biliardo in cui si può sostare degustando l’ottimo Vinsanto di produzione aziendale. Un luogo in cui divertirsi a cavallo e rilassarsi nel magico paesaggio della Val’d’Orcia. (cavalli, endurance)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A difesa dell’acqua del Sele

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Santuario di San Gerardo in Caposele 9 aprile 2011 presso l’Auditorium convegno con il contributo di esperti di livello nazionale, sul tema: “La difesa dell’acqua pubblica” che porterà al Referendum tra Maggio e Giugno. Moltissime sono le situazioni a livello locale che ben rappresentano la volontà di difendere e salvaguardare l’acqua come bene comune, un sentimento largamente condiviso contro quei soggetti che sottraggono l’acqua al territorio in cui trova casa e al quale restituisce vita ed energia. A tal proposito, l’associazione Cittadinanzattiva è in prima linea per promuovere il dibattito con le Istituzioni affinché vi sia una presa di coscienza da parte di tutti, e organizza un  L’evento, patrocinato dalla Provincia di Avellino, sarà realizzato riducendo e minimizzando il suo impatto sull’ambiente grazie al supporto organizzativo di EcoCongress, società specializzata nell’organizzazione di eventi sostenibili, ed avrà come obiettivo di focalizzare l’attenzione su un argomento spinoso, facendo conoscere a tutti le idee, le azioni e le posizioni dei principali protagonisti di questa faccenda.Il caso dell’Irpinia è infatti emblematico: la Acquedotto Pugliese S.p.a., un tempo ente pubblico e ora società di capitali che ha come socio di maggioranza la Regione Puglia, da tempo gestisce l’omonima infrastruttura idrica, la più lunga del genere in Europa, convogliando in esso la totalità delle acque della sorgente Sanità, importante bacino sorgivo da cui nasce il fiume Sele; la società ha offerto al Comune di Caposele, nel cui territorio si trova la sorgente, una convenzione per poter continuare a prelevare l’intera Sorgente Sanità senza riserve e/o ulteriori pretese, a fronte di un corrispettivo “una tantum” da versare nei prossimi dieci anni. Gruppi di cittadini, Associazioni e alcune rappresentanze sono insorti, protestando e chiedendo di vederci chiaro nella faccenda che appare come una vera e propria vendita di diritti sul bene comune “acqua”. Il Convegno diventa quindi un modo per ribadire come la salvaguardia e la valorizzazione delle acque del Sele rappresentino un obiettivo importante da portare avanti per questo territorio, nell’ottica dell’implementazione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile per tutta la Valle ed i suoi abitanti. Informare e creare una coscienza civile sull’argomento diventa così il modo principale per coinvolgere quante più persone ed opinioni possibile nella soluzione di questa intricata vicenda.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: l’imbattibile presidente

Posted by fidest press agency su sabato, 12 marzo 2011

PRATICA-DI-MARE (Italian Air Force base). Pres...

Image via Wikipedia

Il 4 marzo scorso, dopo pochi giorni dalla rivolta che infiammò la Libia e provocò, a differenza degli altri capi di stato dell’area (Tunisia ed Egitto), una dura reazione di Gheddafi ma che, nonostante ciò, non sembrava riuscire ad avere ragione dell’onda popolare che gli si rivoltava contro, scrissi che per i rivoltosi, nonostante i loro successi, vi erano poche speranze di scalzare dal trono il rais. I fatti di questi giorni sembrano darmi ragione. E lo spiegai chiaramente tanto che ora mi stupisco che capi di stato, esperti di politica araba e mediorientale non si siano resi conto, sin dall’inizio, del crescente divario tra un uomo che si teneva saldo al potere anche con un non indifferente consenso popolare e una rivolta di popolo senza una guida politica e militare autorevole. E alla fine mi chiesi se l’Occidente, ad eccezione degli Usa che da tempo ci ha abituati a prendere solenne cantonate nella politica da intraprendere con il mondo arabo (vedasi Saddam Hussein ma anche la Cisgiordania ai tempi di Arafat e ora con l’Iran e la Siria e per non parlare dell’Afghanistan e il Pakistan), non avesse l’intenzione, inconfessabile ma auspicata di tenersi se non proprio Gheddafi per lo meno il figlio ragionando come chi, con la morte di Tito in Jugoslavia, preconizzava il rischio di una ingovernabilità dell’area per la mancanza di un uomo che fosse capace di tenere aggregate etnie diverse e conflittuali tra loro e fu un facile profeta con ciò che è poi accaduto qualche anno dopo. E Gheddafi lo ha fatto capire ventilando il rischio che la rivoluzione trasformasse la Libia in un dominio di al qaeda e che diventasse fuori controllo la “bomba umana” dei profughi che decine di migliaia avrebbero potuto riversarsi sulle coste meridionali dell’Europa. Ma vi è in Europa anche l’anima del mercante avido e in cerca di lucrosi affari. E da qui l’interesse, forse dei francesi ma anche dei britannici, di scalzare i grossi interessi economici e commerciali dell’Italia e mettere le mani sui pozzi di petrolio libici che sembravano saldamente gestiti dagli italiani dopo la “furba riverenza” del baciamano di Berlusconi e la benedizione dell’autorevole referente russo. Da qui il compiacimento di alcuni organi di stampa internazionali alle dichiarazioni ostili del figlio di Gheddafi nei confronti del supposto “tradimento” dell’Italia. Ma a mio avviso i giochi restano aperti per l’Italia perché se la dinastia Gheddafi resterà al potere lo si deve molto all’insignificante ruolo svolto da una comunità europea incapace di pensare ad una politica estera unitaria perché continua ad essere facile preda di interessi nazionalistici, mentre la Russia continua ad avere un grosso ascendente nell’attuale governance libica-ghedaffiana formata da una classe politica e militare dichiaratamente filo russa e da essa dipendente per le forniture militari e gli interessi economici e finanziari di Gheddafi. E la Russia è amica, a sua volta sia degli italiani sia dei ghedaffiani Putin ha saputo, in questo frangente, gestire al meglio il suo gioco: se vincono i rivoltosi l’Italia ha un merito e se vince Gheddafi il merito è dei russi ed entrambi possono farsi da spalla per riscuotere dal vincitore, chiunque sia, il giusto apprezzamento. qui

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Marketing e finanza islamica

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2011

Roma, 9 maggio ¬ 20 giugno 2011 Le lezioni al Corso di alta formazione in marketing e finanza islamica che si svolgeranno dal 9 maggio al 20 giugno 20111, ogni lunedì dalle ore 9.00 e alle ore 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30, presso la sede della SIOI, Palazzetto Venezia, – Piazza di San Marco 51. Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI)  ha il piacere di informare sono aperte .Il Corso ha l’obiettivo di formare esperti dotati di competenze sempre più richieste dal sistema economico internazionale ed in grado di operare in modo efficiente con il mercato, il sistema bancario e le imprese dei Paesi di cultura islamica. Il mercato islamico rappresenta, infatti, una grande opportunità solo marginalmente nota agli operatori economici ed alle imprese del nostro Paese, ed il corso è volto all’acquisizione della conoscenza dei meccanismi che regolano i processi commerciali e finanziari in una prospettiva di interazione tra il mercato e la finanza occidentali e quelli di cultura islamica.  Il percorso formativo è articolato in 4 aree tematiche:
Cultura islamica
Marketing islamico
Economia e finanza islamica
Cross cultural negotiation
Tutti i dettagli su http://www.sioi.org/corso_finanzaislamica.htm del sito http://www.sioi.org

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Crisi finanziaria americana

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

La «Financial Crisis Inquiry Commission» americana ha pubblicato il suo rapporto sulle cause della crisi finanziaria americana e globale che ha sconvolto il mondo della finanza e dell’economia.  La Commissione guidata dall’ex ministro del Tesoro dello stato di California, il democratico Phil Angelides, era composta da 10 esperti economici indipendenti, dei quali 4 indicati dal partito repubblicano. Ha lavorato per 18 mesi con 19 giorni di audizioni pubbliche. Ha sentito ben 700 testimoni. Ha analizzato i comportamenti di tutti gli attori dell’economia, dalle banche agli speculatori, dal governo alle agenzie di rating.   Il verdetto finale è un’accusa pesante per tutti, a partire dalla Federal Reserve per le sue inadempienze e le sue complicità . Non salva nessuno, nemmeno gli uomini delle amministrazioni democratiche. Evidentemente non ci sono state solidarietà di appartenenza. Questa è la forza della democrazia americana che dovrebbe insegnare qualcosa anche a noi italiani.   La Fcic ha svolto un compito simile a quello della Commissione Pecora che nel 1932 fu incaricata dal Senato americano di indagare e spiegare alla nazione le cause della Grande Depressione del ’29.   «È stata una distruzione fino alle fondamenta del sistema finanziario», dice il rapporto. Ha lasciato macerie e vittime ancora da quantificare: più di 26 milioni di americani sono senza lavoro, 4 milioni di famiglie hanno perso la loro casa e altre 4,5 milioni rischiano di perderla, 11 trilioni di dollari di valori e ricchezze sono stati cancellati, minando anche i risparmi e le pensioni di milioni di cittadini.   L’interrogativo della Commissione è stato anzitutto: «Come sia stato possibile che nel 2008 gli Stati Uniti siano stati posti forzatamente di fronte a due alternative dure e dolorose: il collasso totale della finanza e dell’economia oppure immettere trilioni di dollari dei contribuenti per salvare il sistema».   L’esplosione della bolla dei mutui subprime è stata certamente il detonatore della reazione a catena della «bomba nucleare» finanziaria. La Commissione però  documenta con dovizia di dati lo stravolgimento sistemico in corso da almeno trenta anni. Dal 1978 al 2007 i debiti del settore finanziario americano erano passati da 3 a 36 trilioni di dollari. Nel 1980 il settore segnava il 15% di tutti i profitti economici nazionali, nel 2006 la quota era già salita al 27%, mentre le 10 maggiori banche commerciali controllavano il 55% del patrimonio dell’intera finanza americana.   Il documento conclude che la crisi era evitabile. Perciò è stata il risultato di azioni ed inazioni umane e non di modelli computeristici mal funzionanti. Parafrasando Shakespeare, la colpa non sta nelle stelle ma negli uomini!   Tutte le avvisaglie della crisi sono state tragicamente ignorate, dai rischi insostenibili dei mutui-casa all’aumento dei prezzi degli immobili, dalle pratiche predatorie di credito ai derivati senza regole, alle operazioni di copertura a breve. Si è lasciato correre tutto in nome di un laissez faire galoppante.  La Commissione denuncia anzitutto il fallimento della Federal Reserve e di Alan Greenspan che era diventato il promotore della deregulation e dell’autoreferenzialità del mercato finanziario. Ricorda che quel mercato tra il 1999 e il 2008 ha messo in campo ben 2,8 miliardi di dollari per finanziare le sue lobby. L’abrogazione del Glass-Steagall Act, voluto nel 1933 dal presidente F.D. Roosevelt per garantire i depositi bancari e per sancire la separazione tra banche commerciali e banche di investimento a tutela del risparmio e contro le speculazioni finanziarie, è stato il primo grave passo imposto dalle lobby.   I meccanismi hanno fallito, quelli dei controlli e delle regole, quelli della corporate governance e della gestione dei rischi, quelli della trasparenza e degli interventi correttivi del governo. Perciò la crisi è stata sistemica. Questo è chiaramente detto dalla Commissione. Del resto lo si vede dall’utilizzo spropositato della leva finanziaria da parte delle grandi banche di investimento. La Bear Stearns, la Goldman Sachs, la Lehman Brothers, la Merrill Lynch e la Morgan Stanley operavano con una leva di 40 a 1, cioè a fronte di 40 dollari di attività (assets) avevano soltanto 1 dollaro di capitale. A ciò si aggiunga la loro dipendenza dai finanziamenti a breve.   Alla fine del 2007, per esempio, la Bear Stearns aveva 11,8 miliardi di dollari in capitale, un’esposizione di 383,6 miliardi e una dipendenza dal mercato del credito overnight per 70 miliardi!.   Il rapporto Angelides merita ovviamente un più approfondito studio. Speriamo comunque che i governi europei lo prendano in seria considerazione per decidere le nuove regole finanziarie. Il documento è stato da molti giornali ignorato o sottovalutato. Anche il Sole 24ore nell’articolo di Luigi Zingales finisce col definirlo un «inutile rumore».   Eppure le conclusioni della Commissione sono eloquenti: «Due anni dopo l’intervento del governo, il sistema finanziario americano, in molti aspetti, è lo stesso di quello operante alla vigilia della crisi. Anzi, oggi è ancora più concentrato nelle mani di poche, grandi istituzioni finanziarie di importanza sistemica». Perciò noi riteniamo che solo una spietata analisi della cause e delle responsabilità della crisi sistemica sia la condizione per formulare proposte efficaci di riforma.  (Mario Lettieri Sottosegretario all’Economia del governo Prodi, Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno nazionale di Radioterapia

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 febbraio 2011

Chieti 17 febbraio, dalle ore 8.30 presso l’Auditorium del Rettorato dell’Università IX edizione del Convegno nazionale di Radioterapia «Incontro con gli esperti», organizzato dal direttore dell’Istituto di Radioterapia Oncologica dell’Ospedale «SS. Annunziata» di Chieti, Giampiero Ausili Cèfaro. Il titolo del convegno è «Le terapie integrate nei tumori del sistema nervoso nell’adulto e nel bambino».  La particolare delicatezza relativa all’oncologia pediatrica richiede competenze professionali di elevato profilo e, non a caso, i Centri che se ne occupano in Italia non sono numerosi. Per questo l’incontro riveste una particolare importanza ed è una preziosa occasione di interscambio scientifico per gli istituti teatini di Radioterapia Oncologica  diretto da Ausili Cèfaro e della Clinica Pediatrica diretta da Francesco Chiarelli, ai fini di una possibile prospettiva di implementazione dell’oncologia pediatrica nel polo teatino. Apriranno i lavori il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro, il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Chieti, Carmine Di Ilio, e la Presidente dell’Associazione italiana di radioterapia oncologica (AIRO), Enza Barbieri. Il Convegno richiamerà a Chieti docenti, relatori e moderatori in ambito medico-oncologico (radioterapisti, oncologi, neurologi, neurochirurghi, neuroradiologi e pediatri) particolarmente esperti proprio in materia di neuro-oncologia. Spiccano infatti le prestigiose presenze dei gruppi neuro-oncologici dell’Ospedale Bellaria di Bologna, del Centro di riferimento oncologico di Aviano, del Policlinico «A. Gemelli» di Roma, dell’Istituto Tumori e Ospedale Gaslini di Genova e dell’Istituto Tumori di Milano, questi ultimi due Centri impegnati nella seconda giornata dei lavori sui tumori pediatrici.   L’evento, oltre a essere patrocinato dall’Associazione italiana di radioterapia oncologica (AIRO), conta infatti anche sul patrocinio dell’Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica (AIEOP) e annovera tra i maggiori esperti nazionali anche Felice Giangaspero dell’Università «La Sapienza» di Roma, il quale parlerà dei nuovi scenari biomolecolari e del loro impatto nel management clinico di queste patologie tumorali. Le attese sono dunque importanti, anche in considerazione delle numerose domande di partecipazione giunte da tutta Italia e del numero di pre-iscritti che va ben oltre le 150 unità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce il Social Trading di eToro

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2011

eToro, il più esteso network di investimenti al mondo, lancia  il programma Market Leader?, un “Badges  System” (sistema di distintivi), a riconoscimento dei leader di mercato che traggono ripetutamente profitto dall’uso del network di social trading eToro.  Il programma Market Leader? premia i top trader per i loro successi aggiungendo “badge” (distintivi) al loro profilo, al fine di comunicare ai trader “seguaci” i loro risultati e performance eccezionali. Il programma eToro Market Leader? identifica gli esperti che possono costituire un esempio di trading d’eccellenza e consigliare i trader meno navigati attraverso conversazioni in chat e interazioni su popolari social media.  Il programma Market Leader? traccia automaticamente l’ubicazione dei trader quando accedono, monitora le loro operazioni e conferisce loro  dei punti quando incassano un profitto. Questi punti si accumulano generando premi basati su top performance in vari percorsi di trading. Le tipologie di “badge” vanno ai migliori  trader nelle operazioni su commodity (es. oro o greggio) e su coppie di valute (es. euro-dollaro). Lo status di Market Leader? è riconosciuto per nazione, area, continente, fino al livello di Market Leader? globale per una specifica categoria di trading. Prossimamente, il programma Market Leader? sarà ulteriormente ampliato per includere anche la segnalazione a livello di città, dando l’opportunità a un maggior numero di investitori di mettersi in evidenza e ricevere un riconoscimento personale per i propri successi di trading.
Le potenzialità del Social Trading di eToro sono state anche incrementate per consentire di monitorare le posizioni dei trader esperti usando i social network più popolari quali Facebook, Twitter e LinkedIn.  Gli eventi condivisibili comprendono la chiusura di un’operazione profittevole,  l’apertura di un trade, l’imitazione da parte di altri trader, la partecipazione o vincita di un “trading challenge”, la conquista di un “badge” Market Leader? e così via. http://www.etoro.com
eToro è il più esteso network di investimenti al mondo, con oltre 1,5 milioni di utenti in oltre 130 Paesi e migliaia di nuovi account aperti quotidianamente. eToro guida la rivoluzione del social  trading attraverso un network d’investimento sostenuto dalla comunità, che consente a ogni investitore di osservare, seguire e copiare le azioni  degli altri investitori in tempo reale.  http://www.etoro.com.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »