Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Posts Tagged ‘esposizione’

Grande esposizione d’arte

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 luglio 2017

cuccoCastellabate (SA) dal 22 luglio al 30 settembre 2017 Sale espositive del Castello Dell’Abate grande esposizione d’arte aperta gratuitamente al pubblico. La grande kermesse artistica del Premio Pio Alferano presenta quest’anno le mostre di Piero Guccione “L’armonia dell’invisibile” a cura di Giuseppe Iannaccone; di Carlo Guarienti “Finzione ambigua” a cura di Giuseppe Iannaccone; di Pino Navedoro “Di-segno e destino” a cura di Cristina Mazzantini; di Rocco Iannelli “Paesaggi cifrati” a cura di Michele Ainis; di Nicolò Morales “Mediterraneo” a cura di Giampaolo Cagnin; di Grazia Cucco “Il paradiso ritrovato” a cura di Sabrina Colle; il grande murale dello street-artist Neve dal titolo “Leucosia” a cura di Simona Capodimonti e la mostra “I Novantiani. Giovinezza della pittura. Censimento primo” a cura di Camillo Langone.
“L’armonia dell’invisibile” di Piero Guccione curata da Giuseppe Iannaccone è una mostra che racconta la natura, e soprattutto il mare. Guccione, noto per la sua riservatezza, è un poeta dotato di grande sensibilità. L’artista non dipinge la realtà, ma la sublimazione della realtà. Guccione fa un atto estremo di “sicilitudine” piantando il suo cavalletto, non davanti a ciò che la Sicilia potrebbe fornirgli in immagini varie, pittoresche e pittoriche, ma al contrario davanti a ciò che presenta di più piatto, di più immobile: la superficie del mare e le distese di terre bruciate. Sempre a cura di Giuseppe Iannaccone, la mostra di Carlo Guarienti “Finzione ambigua” viene raccontata da Vittorio Sgarbi come pittura puramente mentale. Nelle opere di Guarienti troviamo quello che la pittura metafisica aveva voluto rappresentare, fin dai propri inizi, con la ricerca di De Chirico: una dimensione essenziale, totalmente purificata, di puro pensiero, che viene a distillare e quindi a distanziare l’emotività.
mostraLa mostra di Pino Navedoro “Di-segno e destino” a cura di Cristina Mazzantini espone un’imponente sequenza di tele dedicata alla pratica della divinazione, in particolare al gioco dei Tarocchi, con figure quasi irreali, che con movenze flessuose si avvicendano e si dissolvono. Le tele restano volutamente incompiute e trasmettono il fascino del non finito.
I dipinti di Rocco Iannelli in “Paesaggi cifrati” a cura di Michele Ainis, sembrano sospesi, segni che galleggiano nel vuoto, come zattere, come atolli nell’oceano. D’altronde la leggerezza, la sottrazione di peso, costituisce la sua cifra artistica, il suo specifico linguaggio caratterizzato da numeri e simboli astratti che esprimono l’ineffabile condizione umana.
Nicolò Morales, artista ceramista di Caltagirone, maestro nell’uso dei colori, rappresenta una vera e propria sfida cromatica. Sfumature mediterranee e delicate armonie dove i colori vibrano forti e possenti dentro ad ogni opera. Nicolò Morales, la cui storia sembra uscita da una romanzo d’altri tempi, trasforma senza limiti di fantasia quella straordinaria materia che è l’argilla, donandogli accesi cromatismi la cui luce si rispecchia direttamente nel titolo della mostra: 1985-1987OLIO SU TELAcm. 84x108 - CON CORNICE cm. 105x130x7FOTO PAOLO VANDRASCH“Mediterraneo”, curata da Giampaolo Cagnin.Le opere di Grazia Cucco che compongono il nucleo della mostra “Il paradiso ritrovato”, a cura di Sabrina Colle, guidano lo spettatore in un vero e proprio mondo incantato, in un’arte che rovescia le sue carte tra realismo magico e surrealismo, tra passione e rigore formale, tra lirismo e memoria. Come sogni a occhi aperti le opere di Grazia Cucco illustrano un paradiso ritrovato, irreale e trasognato.L’opera di Danilo Pistone, in arte Neve, “Leucosia” ha il privilegio di essere il primo murale realizzato a Castellabate e di rappresentare una forma espressiva contemporanea ormai molto diffusa e amata come la street art in una località di valore storico-artistico e in uno scenario di riconosciuto fascino paesaggistico. L’artista raffigura un’affascinante sirena, ripresa nel suo ambiente naturale sott’acqua, tra i riflessi di luce che penetrano dalla superficie, mentre stringe tra le dita una perla rara.
La mostra “I Novantiani. Giovinezza della pittura. Censimento primo” a cura di Camillo Langone, è una rassegna dedicata ad una generazione, quella degli anni ’90 dello scorso secolo, una generazione di giovani che la mostra di Castellabate vuole “fotografare” sul piano del linguaggio artistico, delle poetiche e dei mezzi d’espressione utilizzati. A parte un caso isolato, tutti gli artisti che espongono in questa mostra sono nati nella prima metà del decennio e specialmente nei primi tre anni: 1990, 1991, 1992. Grazie a loro, e ai loro coetanei non presenti (i Novantiani sono l’esito di una selezione, oltre che di un censimento), la mostra vuole tentare una singolare analisi dell’arte e degli artisti e mettere in rilievo quello che potrebbe essere, e la mostra lo dirà, un denominatore comune o matrice “temporale”. Ingresso alle mostre: gratuito Orari: 9:30 – 12:30 e 16:00 – 24:00 Chiusura: lunedì. (foto: cucco, mostra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palazzo Venezia: successo dell’esposizione “Studio Architettura Zacutti – momenti dei vent’anni di attività”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 giugno 2017

palazzoveneziaRoma Per testimoniare l’impegno profuso nello svolgere con passione, impegno, dedizione e professionalità, il proprio lavoro, Giorgio Zacutti, docente di Storia dell’Architettura, fondatore e ispiratore dello Studio Architettura Zacutti, ha deciso di celebrare il suo ventennale di attività con una mostra-evento che è stata ospitata all’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte a Palazzo Venezia, edificio carico di storia e luogo ideale per accogliere, nella sua Biblioteca, l’esposizione dei lavori del celebre architetto, coniugando la sua ricerca del “nuovo” con l’impronta del passato, sempre presente in lui. Una speciale mostra, articolata anche con videoproiezioni di filmati che attraversano i momenti più significativi e interessanti dell’attività, riservata alle tipologie di applicazione della professione nella ricerca storica e urbanistica, progetti del settore immobiliare e alberghiero, con pubblicazioni universitarie, riviste del settore e conferenze Per festeggiare e condividere un racconto lungo venti anni e i traguardi raggiunti, Zacutti ha organizzato anche un esclusivo cocktail party nella suggestiva “Loggia delle Benedizioni”. Tra i tantissimi amici, giornalisti e personalità che non sono volute mancare alla celebrazione Niccolò e Anna Marzotto, Rocco ed Ester Crimi, Ignazio e Sylvia Carrassi Del Villar, Massimiliano e Alessia Lancellotti, Moroello Diaz della Vittoria Pallavicini, Rossana Letta, Patrizio e Flaminia Patrizi Montoro, le anchorman televisive Adriana Bellini (TgLa7), Federica Corsini (Tg Rai Parlamento) e Simona Branchetti (Tg5), Didi Leoni, la principessa Caterina Torlonia, il notaio Giorgio Bulgari Calissoni, Roberto Enrico Wirth, proprietario e amministratore delegato dell’Hotel Hassler, il nuovo allenatore dello Zenit San Pietroburgo, Roberto Mancini, Elisabetta Ferracini e Pier Forleo, Salvatore Puglisi Cosentino. Ed ancora gli attori Vincenzo Bocciarelli con Claudia Conte, Loredana Cannata, Stefania Barca e Demetra Hampton.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salon Art Shopping

Posted by fidest press agency su martedì, 30 maggio 2017

locandina parigiParigi dal 9 all’11 giugno 2017 Carrousel du Louvre 99, Rue de Rivoli Vernissage: venerdì h.19-22 Orario di apertura: sabato h.10-20 e domenica h. 10-19 Sabrina Falzone presenterà i suoi artisti al Palazzo del Louvre presso la Sala del Carrousel, esponendo al pubblico internazionale i nuovi traguardi della ricerca artistica contemporanea. Più di diecimila visitatori hanno visitato l’ultima edizione del Salone Art Shopping del Carrousel du Louvre. Per la categoria scultura, la curatrice ha scelto 4 talenti dalla conclamata esperienza come la finlandese Eva Rossi-Kivimaki, Daniela Rancati e due scultori della famosa Fornace Curti di Milano: Stefano Iosca e Yaya in Arte.Per la sezione di arti visive, invece, sono stati selezionati l’iraniana Marjan Babaei Nasr, l’inglese Kiki Fleming, l’autore storico Tony Priolo (1925-2010), Giorgio Buccolini, Luisa Fabris, Gianfranco Gobbini, Krisma, Maristella Laricchia, MaRinò, Mauro Martin, Moirym, Traversi Guerra. In mostra sarà esposta anche una parte della collezione fotografica “Amarcord Sardinia” di Ferdinando Longhi.
Espongono gli artisti: Marjan Babaie Nasr (Iran), Giorgio Buccolini (Italia), Luisa Fabris (Italia), Kiki Fleming (Inghilterra), Gianfranco Gobbini (Italia), Stefano Iosca (Italia), Krisma (Italia), Maristella Laricchia (Italia), “Amarcord Sardinia” di Ferdinando Longhi (Italia), MaRinò (Italia), Mauro Martin (Italia), Moirym (Italia), Tony Priolo (Italia), Daniela Rancati (Italia), Eva Rossi-Kivimaki (Finlandia), Traversi Guerra (Italia), Yaya in Arte (Italia),

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eposizione di Lina Fucà “Tra le linee dei miei confini”

Posted by fidest press agency su sabato, 20 maggio 2017

Lina FucàMadrid 23 maggio – 22 dicembre 2017 (Da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle 18.00 Agosto dalle ore 10 alle ore 14.00. Festivi chiuso) Ingresso gratuito Istituto Italiano di Cultura calle Mayor, 86 Eposizione di Lina Fucà “Tra le linee dei miei confini”
Lina Fucà è nata a Torino nel 1972. Dopo aver frequentato il Liceo Artistico, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Torino, diplomandosi in pittura. Negli stessi anni inizia a compiere performance di pittura dal vivo con il gruppo teatrale Il Barrito degli Angeli. Questa esperienza amplifica l’attitudine dell’artista a far dialogare la propria pratica figurativa con altre forme espressive quali teatro, musica e video. L’evoluzione naturale di questa dinamica relazione la porta ad occuparsi di scenografia e costumi con numerose realtà della scena teatrale e cinematografica indipendente. L’interazione fra diversi linguaggi è divenuta in questi ultimi anni la caratteristica della sua ricerca, che parte innanzitutto da una riflessione sulla percezione di sé in rapporto alla percezione “degli altri”. Ne sono testimonianza le opere presentate alla Galleria Giorgio Persano nell’aprile del 2016 dove sono state esposte, in una mostra personale, alcuni lavori che sono il risultato di un intreccio che prende corpo in forme e modalità visive poliedriche: dalla proiezione di un video dove l’artista e una ragazza egiziana si confrontano attraverso gesti simili e distanti, alla composizione di una scatola luminosa in cui l’autoritratto risulta dalla sovrapposizione di ritratti realizzati da altri; dalla ripresa della vestizione dell’artista compiuta da donne che la trasformano in una sembianza di sé (segno tangibile dell’incontrarsi), alla tenace e lieve ombra lasciata su grandi fogli bianchi che raccontano il viaggio interiore di una giovane donna sulla soglia della sparizione. Nell’estate del 2016 la Fondazione Merz offre a Lina Fucà una residenza artistica a Cuba. Da questa esperienza nasce l’opera Non bastano un milione di passi, riflessione sull’incontro con l’isola caraibica dove si intrecciano fotografia, video e forme arcaiche di costruzione. (foto: Lina Fucà)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cover Store apre in Spagna

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

coverstore.pngCover Store apre il primo Store monomarca spagnolo A Benidorm Alicante. Lo spazio, di 15 mq2 si trova nel polo pedonale dello shopping in Calle Gambe 1.
Il concept espositivo è firmato Coverstore ed è finalizzato a orientare il consumatore finale all’interno degli store offrendo la possibilità per chiunque entri di toccare e provare cover e accessori attraverso Flash tematici proposti sulle diverse linee di prodotto che oggi compongono il catalogo: non solo cover (con le oltre 300 referenze grafiche oltre alle licenze con Chupa- Chups, Warner Bross, Juventus, Turner), ma anche le collezioni business (lo strumento più importante ed efficace in termini di comunicazione 3.0. E l’idea piace), accessori fashion come il Power-Bank, la cover con batteria integrata (Cover -Recharge), la 3 Ports USB car Charger,le Earphone e molto altro.L’apertura spagnola di Benidorm a cui seguiranno nello stesso mese in Italia quelle di Alassio e Bergamo costituiscono un passo fondamentale nel processo di espansione commerciale dell’azienda a livello globale. Da quasi 3 anni Cover Store ha dato avvio ad un progetto commerciale fortemente incentrato sul retail monomarca. Oggi Cover Store conta in Italia 90 punti vendita, 20 shop in shop, e sfiora i 5 milioni di follower sui social network; i dipendenti hanno raggiunto le 150 unità e il fatturato è passato dai 500 mila euro del 2014 a 5 milioni di euro che, in base alle previsioni, nel 2017 dovrebbero raddoppiare. Bonmart Cover appartiene a Bonmart Lithium Business Group, il gruppo guidato da David Bonache e Elias Sisin, i pionieri e attuali delegati nello sviluppo del marchio Equivalenza in Spagna e Italia, i quali hanno portato in alto il marchio in breve tempo, sviluppando un potente lavoro di espansione. Bonmart Cover appartiene a Bonmart Lithium Business Group, il gruppo guidato da David Bonache e Elias Sisin, i pionieri e attuali delegati nello sviluppo del marchio Equivalenza in Spagna e Italia, i quali hanno portato in alto il marchio in breve tempo, sviluppando un potente lavoro di espansione.
Attualmente il Gruppo Bonmart Lithium si pone un nuovo obiettivo in cui prevede di aprire 150 punti vendita Cover Store in 3 anni. Si tratta di un grande progetto nel quale il Gruppo si trova pienamente a proprio agio, consapevole del know-how acquisito grazie ai successi raggiunti in passato. (foto: coverstore)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

57° Esposizione Internazionale di Arte della Biennale di Venezia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 aprile 2017

BV_MessicoVenezia giovedì 11 maggio alle ore 11.30 presso l’Arsenale di Venezia, Sale d’Armi tesa B, alla presenza dell’artista, del curatore, Pablo León de la Barra e del Direttore Generale di INBA, Lidia Camacho Camacho.
Il Messico alla 57. Esposizione Internazionale di Arte della Biennale di Venezia presenta Life in the folds di Carlos Amorales.Life in the folds (il titolo si riferisce al romanzo di Henri Michaux pubblicato nel 1949) è un’opera d’arte totale in cui le diverse discipline coinvolte tra cui arti visive, grafica, animazione, film, musica, letteratura, poesia e performance convergono attivando riflessioni non convenzionali. Risultato di un’estesa ricerca Life in the folds scaturisce dalla tensione fra il concreto e l’astratto, luogo in cui si manifestano una serie di immagini poetiche associate ai luoghi in cui troviamo la vita; non in mezzo alla pagine, bensì nelle pieghe, nelle rotture, negli interstizi e nelle cose più piccole. (foto: BV_Messico)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Esposizione alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

pamplonaPamplona 22 settembre ore 12.00 presso la Hall della Escuela Técnica Superior de Arquitectura – Campus Universidad de Navarra s/n L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid -per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-, il MAXXI Museo nazionale delle Arti del secolo XXI di Roma e l’Universidad de Navarra inaugurano presso la Escuela de Arquitectura di Pamplona l’esposizione Piccole Utopie. Architettura italiana del terzo millennio tra storia, ricerca e innovazione, una mostra sulla “nuova” architettura italiana.
L’inaugurazione celebra inoltre- nell’Anno del Design – l’apertura presso l’Università di Navarra del nuovo corso di laurea dedicato al design,un progetto promosso anche dall’IIC di Madrid a seguito del rinnovato impulso del MAECI nel valorizzare l’eccellenza italiana contemporanea.
L’esposizione proietta l’energia architettonica italiana seguendo tre cammini paralleli: gli autori, i progetti e i temi. Si pretende quindi mettere in luce la predisposizione a immaginare soluzioni architettoniche soluzioni architettoniche ardite e convincenti, ma anche la capacità di farle diventare spazio reale e abitato senza che nel passaggio si perda in integrità e bellezza. La mostra comprende “condomini” di nuova concezione (sostenibile), case individuali e case-studio, dopo una ricerca sugli spazi, sullo stile di vita da “terzo millennio” e sull’attitudine italiana per la “città”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Esposizione di Amanda Lear a Montecarlo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 agosto 2016

amanda learhotel_metropoleMontecarlo dal 2 al 4 settembre 2016 Hotel Metropole. Il vernissage inaugurale, è fissato per venerdì 2 settembre, alle ore 18.00. Un’occasione particolare quella che vede la tanto amata Amanda Lear regina della Tv e della canzone, questa volta protagonista di una grande mostra dove espone cinquanta dei suoi lavori attraversando gli ultimi trent’anni della sua pittura. L’esposizione, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, verrà allestita presso l’esclusivo Hotel Metropole, nel centro di Monte Carlo, adiacente alla famosa Piazza del Casinò. Vittorio Sgarbi commenta: “È una figura interessante nel mondo dell’arte, direi che il suo stile si avvicina alla transavanguardia, ne è un’anticipazione”. Achille Bonito Oliva: “La sua arte appare liberatoria e disinibita, in un’alchimia che attira”.Philippe Daverio: “I suoi dipinti corrispondono appieno alla sua singolare ed intensa vita”.
Nello spiegare le principali fonti d’ispirazione della sua pittura, la Lear ha dichiarato “Prendo sempre spunto dalla mitologia e dalle creature mitologiche come Pegaso, il leggendario cavallo alato. Altri riferimenti importanti sono la Provenza e la natura. Non mi cimento in forme di pittura triste e neanche in quella pittura realista, che trasmette un senso di malinconia alle gente, perché io penso sia molto importante avere appeso sul muro della propria casa un’opera allegra, che ci tira su il morale, piuttosto che fare piangere. Dunque, io dipingo sempre cose colorate”.
E ancora ha proseguito rimarcando “Per me la pittura è colore. Io vado matta per Bonnard, per Gauguin, per i Nabis e per tutti quegli artisti di inizio Novecento, che hanno scoperto il colore puro, addirittura distribuito direttamente dal tubetto. Il mio approccio al mondo dell’arte, è avvenuto fin da bambina, perché volevo sempre dipingere. Per me, la pittura è come un bisogno incalzante, una necessità. Io torno a casa, mi metto tranquilla con i miei gatti a dipingere ed è una cosa, che mi fa veramente bene. Un quadro e questo ti apre un’ po’ la mente. Penso, che l’opera d’arte deve fare qualcosa, provocare un emozione, un sentimento semplicemente. Dire -Ah è bella- non è abbastanza, non è importante, bisogna stimolare e dare un qualcosa alla gente”. (Christian Flammia) (foto: amanda lear, hotel_metropole)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Dorothea Lange “The Camera is a Great Teacher”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2016

Dorothea Lange

FSA/8b29000/8b297008b29794a.tif

(Sellano, PG) Sabato 11 giugno 2016, alle ore 17.30 a Castello di Postignano si inaugurerà la mostra “DOROTHEA LANGE. The Camera is a Great Teacher” con 51 fotografie.L’esposizione è l’evento clou della 5a edizione di “Un Castello all’Orizzonte”, manifestazione culturale che si svolge dal 28 maggio 2016 al 9 gennaio 2017 presso il borgo medioevale restaurato in Umbria.
Tale mostra è preceduta da un’altra retrospettiva sulla Lange, “A Visual Life”, con fotografie scattate fra il 1930 e il 1940: l’inaugurazione si terrà giovedì 9 giugno, a Napoli, presso lo Studio Trisorio. Per la prima volta in Italia, due mostre offrono un ampio spaccato del lavoro di Dorothea Lange, pioniera della fotografia documentaristica e di denuncia sociale. Dorothea Lange è soprattutto nota per aver documentato per la Farm Security Administration la Grande depressione americana: le condizioni di vita nelle zone rurali degli Stati Uniti, la dolorosa povertà degli agricoltori e delle loro famiglie che si

FSA/8b29000/8b298008b29876a.tif

spostano di luogo in luogo in cerca di lavoro, l’abbandono delle campagne a causa delle tempeste di sabbia che avevano desertificato 400.000 km² di terreni agricoli. La sua foto “Migrant Mother”, scattata in California nel 1936, è diventata un’icona di quel periodo storico: una madre “senza patria” che protegge i suoi figli incarna la sofferenza di un’intera nazione.L’umanità dei soggetti che ritrae non è mai secondaria all’esigenza di documentare la realtà. Nelle sue immagini non mette a fuoco solo la disperazione e la miseria delle persone, ma anche l’orgoglio e la dignità con cui affrontano il proprio destino. È forse questo il motivo che le rende sempre attuali. La macchina fotografica è stata per la Lange “una grande maestra”, lo strumento attraverso il quale osservare profondamente il mondo, provando a “vivere una vita visiva”. “Bisognerebbe utilizzarla come se il giorno dopo si dovesse essere colpiti da improvvisa cecità”, usava dire.
Sarà pubblicato un catalogo dedicato alle due mostre.
Dorothea Lange nasce a Hoboken in New Jersey nel 1895. Dopo aver frequentato la Columbia University di New York con Clarence H.White, dal 1917 al 1919 lavora come fotografa freelance a San Francisco dove apre uno studio. durata: 11 giugno 2016 – 9 gennaio 2017 orari: tutti i giorni, 10 – 22 ingresso: gratuito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Antoni Muntadas: Protocolli e derive veneziani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 maggio 2016

protocolli e deriveRoma fino al al 30 maggio è stato prorogato il progetto espositivo di ANTONI MUNTADAS PROTOCOLLI E DERIVE VENEZIANI presso la Real Academia de España en Roma Piazza San Pietro in Montorio, 3 (Gianicolo). La mostra è visitabile da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00 Ingresso libero. Tra i principali pionieri della video arte, Muntadas ha unito ai suoi scatti segreti dell’affascinante città lagunare un documentario – presentato per la prima volta all’interno della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – che ne ripercorre le sue caratteristiche più inesplorate: è così che tubi, aperture, tombini, finestre chiuse, sembrano possedere una logica propria e raccontano la città attraverso le tracce di un’antica attività edilizia. Come afferma Muntadas, presente a Roma lo scorso 14 aprile in occasione dell’inaugurazione e di alcuni workshop per gli studenti dell’Accademia delle Belle arti, “la particolare configurazione di questa città storica la rende un interessante oggetto di studio e riflessione, di cui ho potuto godere in prima persona, come osservatore esterno, avendovi trascorso per lavoro tre mesi all’anno dal 2004 ad oggi.” Nell’esposizione, come anche nel filmato, vengono evidenziate le peculiarità dell’abitare lontano dalla terraferma: un racconto per immagini, fisse e in movimento, che rendono il panorama veneziano misterioso e al contempo affascinante, caratterizzato da una quasi totale mancanza di individui, al contrario di quanto siamo abituati a rilevare. (foto: protocolli e derive)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ilustración infantil y juvenil: Excelencias italianas”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2015

stevensonLa exposición permanecerá abierta al público hasta el 31 de enero de 2016. La selección de obras documenta el recorrido artístico de ilustradores de consolidada fama mundial, como Roberto Innocenti y Lorenzo Mattotti, así como de jóvenes talentos, como Philip Giordano y Arianna Vairo, que en el curso de dos generaciones han dado una nueva fisionomía al álbum ilustrado para jóvenes: un álbum que ha hecho que la excelencia de la ilustración italiana sea reconocida en el mundo, gracias a su vibrante riqueza expresiva. La exposición está organizada con Bologna Children’s Book Fair -el escaparate internacional más importante de la industria editorial para los jóvenes lectores- y cuenta con la colaboración de la Región Emilia Romagna.Se exponen las obras de los siguientes ilustradores: Beatrice Alemagna, Anna y Elena Balbusso, Chiara Carrer, Mara Cerri, Sara Fanelli, Philip Giordano, Roberto Innocenti, Federico Maggioni, Giovanni Manna, Lorenzo Mattotti, Simona Mulazzani, Simone Rea, Sergio Ruzzier, Arianna Vairo, Alessandro Sanna, Guido Scarabottolo, Pia Valentinis y Olimpia Zagnoli.
Todos artistas de la contemporaneidad, lápices maravillosamente diferentes que revelan como el libro ilustrado, gracias a la musicalidad del signo y al ritmo de la narración, sea una mágica galería de arte. El día 13 de noviembre a las 20.00, en el Instituto Italiano de Cultura, el ilustrador Lorenzo Mattotti ofreció la Masterclass Nel paese di Nessun Dove: i sentieri di Lorenzo Mattotti. El Maestro Mattotti conversó mattotticon Ivan Canu (Ilustrador y Director de Mimaster Illustrazione de Milán) y presentó su obra basándose en los viajes, reales e imaginarios, que han llevado a la producción de Hänsel e Gretel, Oltremai, Angkor, los cuadernos de viaje.
Lorenzo Mattotti empezó su carrera a finales de los ’70 como autor de comics y desde entonces su trabajo se ha desarrollado, sin solución de continuidad, entre el mundo del cómics, la ilustración y la pintura. En Italia han publicado sus libros Coconino Press, Corraini, Einaudi, Feltrinelli, Nuages, Orecchio Acerbo, Rizzoli; en Francia Gallimard y Seuil Jeunesse; en Bélgica Casterman; ha realizado dibujos para periódicos internacionales («The New Yorker», «Le Monde», «Das Magazin», «Corriere della Sera» y «La Repubblica»). Proyecta carteles, campañas de publicidad y ha colaborado con los directores Wong Kar wai, Soderbergh y Antonioni. También ha trabajado en filmes de animación junto con los directores Charles Nemes y Enzo D’Alò. Ha ganado el «Grand Prix» en la Biennial of Illustration Bratislava, el prestigioso «Premio Andersen Italia» al mejor álbum ilustrado de 2010 (Hansel & Gretel, Orecchio Acerbo), el «Prix Coup de Coeur 2003» del Festival de Sierre y el «Will Eisner Comic Industry Awards 2003». Vive y trabaja en París.(foto: stevenson, mattotti)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mina Capussi: esposizione itinerante a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2015

bramantebramante1Mina Cappussi, poliedrica giornalista-artista molisana, ha iniziato ad esporre dal 29 ottobre scorso nelle suggestive Sale del Bramante, Piazza del Popolo 1, un tempo studio dell’insigne architetto rinascimentale, attigue alla Basilica di Santa Maria del Popolo, con gli Artisti di Roma. “Chiese in Mostra” è il titolo della performance itinerante in quattro location incantevoli della Diocesi di Roma: chiese e basiliche di altissimo valore architettonico, storico e culturale che ospitano all’interno affreschi di illustri esponenti della tradizione artistica italiana.
Le Sale del Bramante, 350 mq con volte e arcate in laterizi medievali, rientrano nella Basilica di Santa Maria del Popolo, una chiesa agostiniana sul lato nord di Piazza del Popolo, una delle piazze più famose della città, situata tra il parco del Pincio e l’antica Porta Flaminia, lungo le Mura Aureliane, punto di partenza della via Flaminia, la via più importante a nord di Roma antica. Una chiesa ricca di opere d’arte di Raffaello, Gian Lorenzo Bernini, Caravaggio, Pinturicchio, Andrea Bregno, Guillaume de Marcillat e Donato Bramante che, quando lavorava nella Basilica per realizzare l’abside, la volta a “botte” e a cassettoni, aveva il suo studio nelle attigue Sale dette appunto “Sale del Bramante”. Donato “Donnino”di Pascuccio detto il Bramante (Fermignano, 1444 – Roma, 11 aprile 1514) è stato un architetto e pittore italiano, tra i maggiori artisti del Rinascimento, che progettò la basilica di San Pietro.
Ha continuato il giorno dopo presso la chiesa di Gesù e Maria al Corso, in via del Corso, 45, un edificio che ha vistodipinto dipinto1intrecciarsi vicende legate alla storia della Roma papalina e delle famiglie aristocratiche romane. Una struttura in stile barocco che per la prima volta apre le porte all’Arte. Solo opere sacre, naturalmente, per questa chiesa barocca costruita nel 1633, sede del titolo cardinalizio di “Santissimi Nomi di Gesù e Maria in Via Lata”, istituito da papa Paolo VI il 7 giugno 1967. Qui sarà possibile ammirare il Ciclo Pittorico Holy Bible che Mina Cappussi ha esposto in anteprima a Petrella Tifernina in occasione della Lectio Magistralis del Maestro Rodolfo Papa, Accademico della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. Dal 30 novembre al 5 dicembre dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00 saranno esposti “Creazione” già esposto al New York Art Expo, “Eva e Adamo Tantric Tree”, già esposto al MIBACT, Ministero dei Beni Culturali di chiesa santa mariavia del Collegio Romano e “Ophidia – Tentazione” esposto al Museo dello Stadio Domiziano di piazza Navona.
Il 7 dicembre sarà la volta di quella che storicamente è la chiesa scelta dai Vip e dai personaggi politici di spicco, ossia la basilica di S. Lorenzo in Lucina. Dal 7 al 12 dicembre, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00. Anche qui l’Arte, esclusivamente di carattere sacro, entra per la prima volta, e da protagonista, ospitata nella sala posta proprio dietro l’altare.
L’evento conclusivo si terrà attorno all’Epifania, presso la basilica dei Santi Bonifacio e Alessio all’Aventino, in P.zza S. Alessio, 23, chiesa estremamente suggestiva per il fascino cromatico e decorativo degli interventi architettonici stratificatisi nel corso dei secoli. L’esposizione avrà luogo nella cripta sotto l’altare totalmente ristrutturata e di eccezionale bellezza con i suoi affreschi di elevato pregio pittorico. (foto: bramante, dipinti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Positions Berlin Art Fair: Andrea Francolino

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

arenafrancolinoARENA Berlin Eichenstraße 4 Opening Hours Thursday, September 17: 6 pm – 10 pm Friday, September 18: 1 pm – 8 pm Saturday, September 19: 1 pm – 8 pm Sunday, September 20: 11 am – 6 pm. The second edition of POSITIONS BERLIN Art Fair presents 77 exhibitors. .Andrea Francolino (Itay 1979) While covering the route between his studio and the exhibition location, he has conceived seven works in a potentially infinite series. Using concrete dust he has “harvested” and “traced” – in negative – the essence and the form of seven “cracks” in the road encountered on his route. Metaphors of fragility like the dusts used and then transferred, impressed on paper. Each work bears a date, a time and satellite coordinates that allow the precise space and time of his action to be identified. The coordinates are, in fact, the titles of the works and the observer may work their way back to the original location, while the real cracks transform with the passage of time.(photo: arena, francolino)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edizione 2015 della Fassa Sky Expo

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

deltaplanoIschia a Campitello di Fassa (Trento), dal 25 al 27 settembre l’associazione Icarus Flying Team organizzerà l’edizione 2015 della Fassa Sky Expo. E’ una fiera del mondo del volo libero, presenti i principali produttori di parapendio, deltaplano e strumentazione tecnica, ospitata nel vasto spazio ai piedi del Col Rodella (2360 m.). I visitatori che ancora non volano potranno informarsi su come funzionano
questi mezzi che si reggono in aria senza aiuto di motore, sfruttando le correnti ascensionali scaturite dall’insolazione del territorio. Sono mezzi semplici, ecologici, eppure entusiasmanti, con i quali si può veleggiare per valli e pianure e scavalcare montagne, sulle ali del vento. Basta citare i record mondiali, 700 km in deltaplano, 478 quello maschile in parapendio e 376 quello femminile. Quest’ultimo, stabilito dalla pilota friulana Nicole Fedele, ci rende particolarmente orgogliosi. I piloti già esperti potranno testare le ultime novità prodotte per un mercato sempre alla ricerca di nuova tecnologia, migliori prestazioni e maggior sicurezza, sorvolando ideltaplano magnifici scenari del Sassolungo, Sella, Pordoi e Marmolada. A fianco dell’esposizione funziona una funivia che in cinque minuti porta in vetta circa 120 passeggeri per volta. Utilizzeranno il decollo vicino al rifugio Des Alpes, atterrando nella zona dell’esposizione. Incontri con i campioni Aaron Durogati e Jimmy Pacher, tendone gastronomico con feste e musica durante le tre sere competano la manifestazione. L’edizione dello scorso anno ha quantificato 1400 visitatori ed oltre 3800 ingressi totali.
A Campo Tures (Bolzano), il 12 e 13 settembre di terrà un raduno internazionale di piloti di deltaplano, sotto il nome di “Fledge Meeting Coppa Erwin Ausserhofer”. La manifestazione è organizzata dal Falken Club Valle Aurina che celebra il suo quarantesimo anniversario e commemora Erwin Ausserhofer che fu campione italiano di deltaplano nel 1978. L’evenyo contempla un raduno dei modelli ancora esistenti del famoso deltaplano “Fledge”, un’ala ricordata con nostalgia dai pionieri del volo per le eccellenti prestazioni per quei tempi.
L’Alto Adige-Sud Tirolo è considerata la patria del volo in deltaplano, disciplina ampiamente praticata dai nostri concittadini di lingua tedesca e no. In particolare la Valle Aurina ha ospitato i primi campionati. Favoriscono il volo libero la conformazione del territorio e la particolare aerologia della regione. (Gustavo Vitali)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2015

venezia capodannoVenezia Lido, Hilton Molino Stucky 3-23 settembre 2015 Inaugurazione: 3 settembre presso Hilton Molino StuckyConferenza stampa alle ore 18.30 Performance di Marco Nereo Rotelli alle ore 20.00. La diciottesima edizione di OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni si terrà dal 3 al 23 settembre a Venezia Lido e all’Hilton Molino Stucky parallelamente alla Mostra d’Arte Cinematografica.
La mostra ideata e curata da Paolo De Grandis, co-curata da Carlotta Scarpa è organizzata da PDG Arte Communications in collaborazione con il Comune di Venezia e la Municipalità di Lido Pellestrina.
18 anni, un traguardo sancito da un nuovo contesto espositivo quello del Molino Stucky, il più importante monumento di archeologia industriale conservato a Venezia. Eretto in stile neogotico sull’isola della Giudecca nel 1895 per volontà dell’industriale Giovanni Stucky, oggi sede dell’Hilton e centro culturale.
OPEN propone la sua linearità, la sua integrazione e la sua propedeuticità, aspetti maturati grazie alla semplicità dell’idea di fondo ed al suo contesto espositivo offerto dagli spazi all’aperto: territori di esplorazione, punti focali di scambio e di confronto, spazi coreografici spesso aperti alla loro stessa trasformazione, luoghi in cui il visitatore negozia, in termini sia fisici che mentali, i contenuti delle opere esposte.
Importanti e numerose le partecipazioni curatoriali di quest’anno tra cui Achille Bonito Oliva, Daniela Palazzoli, Bruno Grossetti, Serena Mormino, Bianca Laura Petretto, J.J Shih per Taiwan, Wen-i Yang per la National University of Arts e Gertrud Aeschlimann per art-st-urban.
OPEN coniuga la presenza di artisti riconosciuti a livello internazionale quali Nam June Paik e Michelangelo Pistoletto che presenterà il “Terzo Paradiso”, segno-simbolo che inscrive nella linea dell’infinito un cerchio, evocativo dei cicli della rigenerazione della materia e della circolarità del tempo. Il Terzo Paradiso è il mito contemporaneo che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità in questo passaggio epocale, in cui diviene essenziale ricercare la congiunzione tra il primo paradiso (naturale) ed il secondo (artificiale, creato dall’uomo). Un’azione collettiva promossa dalla Cittadellarte, Strada del Riso Vercellese di qualità, N.o.v.a. Civitas e Amarte, curata da Serena Mormino per sollecitare l’’assunzione della responsabilità sociale collettiva e la riflessione sulle tematiche della sostenibilità ambientale che in questa forma simbolica sarà tracciata a partire da vari materiali di scarto e riciclati, come le rotture di riso vercellese e, per Venezia, il vetro, le briccole e le cime.
Nel corso dell’inaugurazione sarà presentato e premiato il progetto speciale di Marco Nereo Rotelli che illuminerà la facciata del Molino Stucky e proietterà un meraviglioso verso di Ezra Pound, del quale tra l’altro ricorre quest’anno il 130° anniversario.
Sarà inoltre indetta la sesta edizione del Premio Speciale Arte Laguna che sarà assegnato a un giovane artista selezionato dalla giuria del Premio Arte Laguna. Tale premio offrirà al vincitore la possibilità di figurare tra i finalisti del Premio Arte Laguna 2016 ed esporre nell’ambito del circuito organizzato dalla stessa associazione.
L’arte, esposta lungo i viali del Lido e gli spazi dell’Hilton Molino Stucky così cosmopolita, nata in contesti assolutamente differenti, svela la necessità di sondare liberamente i linguaggi, di attraversare trasversalmente i codici. Zone parallele, che pur nascendo all’insegna dell’assoluta libertà espressiva, svincolata da un tema obbligatorio, si incontrano, si contaminano, si ibridano senza mai confondersi.
Mobilità e permanenza diventano così due fattori complementari, seguendo l’idea di un flusso migratorio di artisti globali che trovano a OPEN temporanee zone di sosta in cui incontrarsi e lasciare tracce del proprio lavoro.
Gesto e stasi, movimento e immobilità, giostra delle forme e delle superfici, si arrotolano, piegano, distendono e biforcano, fra le sculture e le installazioni di più di 40 artisti provenienti da 12 paesi che accendono nel reale cortocircuiti espressivi.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Lorenzo Bruschini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2011

Roma dal 15 al 18 dicembre 2011 vernissage: giovedì 15 dicembre 2011, ore 18.00 (fino alle 22:00 l`Atelier Les Oiseaux Noirs i sarà aperto al pubblico per l`Open Studio dell’artista Lorenzo Bruschini. La pittura di Lorenzo Bruschini si fonda su una pratica quotidiana di ricerca e rappresentazione di simboli ed immagini affioranti dal profondo. Tali immagini, dapprima confuse e superficiali, nascono, crescono e muoiono nel corso del tempo, subendo metamorfosi successive e costituendo altrettanti varchi per ulteriori sforzi di lucidità visiva: un processo mai concluso, un mettersi in cammino in cui l’artista – secondo un`osservazione di Carl Gustav Jung – “subisce il simbolo che gli si impone” e dà così vita ad un immaginario archetipico. In occasione dell`evento Open Studio saranno visibili, ancora appese nell`atelier in cui sono state dipinte, tre tele di grande formato ed un dipinto su tavola realizzati lungo l`intero arco del 2011 ed ispirati al tema della rinascita. Saranno inoltre in esposizione dipinti, disegni e incisioni tratti dalla produzione grafica e pittorica dell`artista tra il 2005 ed oggi, fra cui i disegni originali realizzati per i libri pubblicati dalla Casa Editrice Edizione del Giano.
Lorenzo Bruschini (Frascati, 1974). Vive e lavora a Roma

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa e i conti delle spese

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2011

“Dopo le Maserati, le pulizie a casa dei generali, i trecentomila euro che secondo il Ministro della difesa sarebbe costata l’esposizione delle Forze armate al Circo Massimo sono comunque una spesa di cui si poteva fare a meno e che rappresenta uno schiaffo in faccia a quelli che oggi faticano ad arrivare alla fine del mese.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Pdm – “Se solo a Roma sono stati spesi 300.000 euro – prosegue Comellini – questo vuol dire che la cifra complessivamente sprecata da La Russa, per tutte le feste organizzate nelle decine di città italiane, sarà sicuramente molto elevata e non mi meraviglierò se poi, a conti fatti, saranno più di 2 i milioni che alla fine di questa manfrina peseranno sulle tasche dei cittadini a cui certamente non importa se poi non graveranno direttamente sul bilancio della Difesa perché comunque a pagare saranno sempre loro. Lo scorso anno – conclude – La Russa ha speso 2,4 milioni, alla faccia della crisi economica e di quelli che hanno perso ogni cosa nella recente alluvione. ” Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)
A stretto giro di posta il Ministero della difesa precisa circa le spese della manifestazione al circo Massimo a Roma: “In merito all’articolo pubblicato dall’Espresso che riferisce di costi pari a “mezzo milione di Euro per lo show” riferito all’evento al Circo Massimo, il Comando Militare della Capitale, Ente responsabile dell’organizzazione della manifestazione precisa quanto segue: “i dati sono liberamente desunti da una programmazione di spesa fornita all’articolista – la cui somma e’ comunque già decisamente inferiore di oltre 100 mila euro a quanto citato nel titolo – ma che in ogni caso, trattandosi di una previsione di spesa, non corrisponde agli oneri effettivamente sostenuti. Ad esempio, proprio nel caso del costo per il noleggio dei pullman e dell’acquisto di manichini enfatizzato nell’articolo, si tratta di spese mai appaltate e quindi mai sostenute. Inoltre, gli oneri per il nolo dei servizi igienici, peraltro, comprensivi della pulizia generale ed obbligatori per manifestazioni pubbliche, sono decisamente inferiori. Il totale della spesa a consultivo, dedotte le spese per il personale, e’ dell’ordine dei 300 mila euro. Naturalmente gli oneri comprendono le spese dirette ed indirette, ivi compresi i carburanti”.
Quanto alle notizie di agenzia concernenti un blitz pacifista, nulla risulta al riguardo al Comando Militare della Capitale e ai Carabinieri, a meno dell’esibizione di un foglio formato A 4 nel corso di una fotografia ricordo di un gruppetto di persone che non ha disturbato la serenità della manifestazione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Boom radiazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 agosto 2011

Proprio in questi giorni il Ministro della Salute Ferruccio Fazio, nel rispondere ad un’interrogazione parlamentare, ha portato alla ribalta un problema che è stato troppo spesso sottovalutato: quello dei rischi connessi all’esposizione troppo frequente alle TAC, specie per i più piccoli. La questione, però, non riguarda solo le TAC e i bambini che comunque sono i soggetti più a rischio essendo gli stessi maggiormente radiosensibili ed avendo una più lunga aspettativa di vita, ma negli ultimi anni, a causa dell’evoluzione degli strumenti diagnostici, sempre più affidabili ma anche sempre più invasivi, la quantità media di radiazioni assorbite tramite il cosiddetto imaging diagnostico (Raggi “X”, TAC, risonanze magnetiche e così via) è arrivata a livelli inimmaginabili solo qualche anno or sono. Tra le novità sul mercato della diagnostica, vi è da segnalare quanto fanno alcuni studi dentistici ed altri specialisti, come rivela il New York Times in una sua inchiesta, che stanno adottando in maniera indiscriminata un nuovo dispositivo di scansione che emette radiazioni significativamente più forti rispetto ai metodi tradizionali, noto come cone-beam CT scanner, che da una parte fornisce chiarissime immagini 3-D di denti, radici, mascella e persino cranio, ma dall’altra viene spacciato in riviste o conferenze ad hoc, come completamente innocuo da dentisti prezzolati o sponsorizzati dai produttori, mentre è pur sempre uno strumento invasivo.
Il Rapporto stima che negli Stati Uniti – ma in Europa i dati dovrebbero essere del tutto simili – dal 1980 a oggi la quantità di radiazioni pro capite assorbite in questo modo dai cittadini è aumentata di ben sette volte. Tutto ciò sarebbe l’ovvia conseguenza del ricorso troppo facile all’imaging diagnostico, che costituisce anche una voce di bilancio importante dei vari sistemi sanitari. Come è noto, infatti, l’utilizzo della diagnostica ad immagini è ormai uno dei fulcri della medicina generale e di gran parte delle varie branche, tanto che possiamo concordare sulla circostanza che costituisca uno strumento pressoché indispensabile per certi aspetti, ma per altri, dovrebbe essere utilizzato con maggior prudenza specie tra i giovani perché aumenta, seppur non di molto, l’incidenza del rischio del cancro. Per tali ragioni chiediamo al Ministero della Sanità di avviare immediatamente la campagna promessa di prevenzione ed informazione, al fine di far comprendere che l’utilizzo frequente e non a fini indispensabili della diagnostica ad immagini può essere causa di gravi problemi della salute specie dei più piccoli, con effetti che si verificano a lungo termine. (Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pioggia di colori

Posted by fidest press agency su sabato, 16 luglio 2011

Milano dal 20 luglio al 1 agosto 2011 c.so San Gottardo 14 Galleria Il Borgo Opening: Mercoledì 20 Luglio ore 18 II Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea Con “Pioggia di Colori” si conclude in bellezza la ricca programmazione culturale per l’estate 2011 alla Galleria Il Borgo di Milano, ubicata in uno dei quartieri più esclusivi di Milano, in prossimità dei Navigli e di Porta Ticinese. L’Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea “PIOGGIA DI COLORI” sarà inaugurata in una seconda suggestiva edizione per valorizzare la ricerca artistica contemporanea e il talento di artisti dotati di grande temperamento creativo. L’esposizione si orienta alla celebrazione delle qualità cromatiche dei lavori d’artista, sovente espresse mediante un’esecuzione rapida e immediata che giunge all’emozione attraverso la forza del colore, come accade osservando le opere d’arte firmate Rosario Tortorella, che ci conducono verso remoti universi onirici. Di un vivace ed efficace cromatismo sono contraddistinte le opere di Bruno Mascheroni, che catturano lo sguardo per quel travolgente ritmo che accompagna ogni quadro.
In galleria sono presenti, inoltre, anche altre opere di rilievo come i nudi femminili di Valerio Tizzi, i dipinti delicati di Amedeo Gizzi (Brasile), la computer grafica di Maurizio Bono, il surrealismo di Symona Colina (Olanda), nonché i cavalletti di design realizzati da Venny con il ferro.
La sezione scultorea è dedicata all’attività artistica di Antonio Giuliani e Carmelo Leone.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »