Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘estate’

Rassegna “Estate da Belvedere”

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2021

Real Belvedere di San Leucio (Caserta) lunedì 26 luglio 2021 il cantautore romano si esibirà nell’ambito della rassegna “Estate da Belvedere”.Suoi compagni di viaggio nell’unica tappa in Campania del suo atteso tour prodotto da Magellano Concerti e Ovest saranno Roberto Angelini, Pier Cortese, Alberto Bianco, Daniele “mf coffee” Rossi e Filippo Cornaglia.I biglietti per assistere al concerto del 26 luglio a Caserta, organizzato da Veragency e FastForward Live, sono in vendita sui circuiti Go2 e TicketOne al costo di € 48,00 per il primo settore, € 40,50 per secondo settore e € 34,50 per il terzo settore. Lo spettacolo si terrà in piena sicurezza e nel rispetto della normativa anti-Covid vigente.Sarà un’occasione per poter rivivere qualcosa che è mancato profondamente in questo ultimo anno. Quello che avviene solo quando musicisti e pubblico fisicamente insieme vivono la gioia di un concerto, creando quella magia capace di sollevare anche solo per due ore i pesi della vita quotidiana.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dopo l’estate all’Università di Parma si rientra in presenza

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2021

È questo il messaggio di fondo delle delibere con cui Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione delineano le modalità di svolgimento delle attività didattiche per l’Anno Accademico 2021-2022 e per lo scorcio del 2020-2021. Rientro in presenza dunque, nel pieno rispetto degli standard di sicurezza e pronti a cambiare strada se l’evoluzione del quadro sanitario lo rendesse necessario, ma anche disponibilità on line delle videoregistrazioni delle lezioni o di altri materiali audio-video per favorire l’efficacia, l’inclusione e la partecipazione all’esperienza formativa e per andare incontro, in particolare, alle esigenze degli studenti lavoratori e agli studenti che si trovano in condizioni di fragilità. Le “Modalità di svolgimento delle attività didattiche per l’Anno Accademico 2021-2022 e per lo scorcio dell’Anno Accademico 2020-2021” deliberate dagli Organi accademici sono da considerarsi valide per tutti i livelli di formazione, contemperano la sicurezza sanitaria con lo svolgimento delle attività in presenza e prevedono naturalmente la possibilità di modifiche sulla base dell’andamento del quadro pandemico territoriale. Le lezioni saranno in presenza, nel rispetto degli standard di sicurezza, delle esigenze formative e dell’orario delle lezioni indicato nel calendario ufficiale, che sarà pubblicato entro il 31 luglio 2021 sui siti web dipartimentali e sulle consuete piattaforme informatiche. Per favorire il processo di apprendimento di tutti gli studenti, con particolare riferimento agli studenti lavoratori e agli studenti appartenenti alle fasce deboli, sulla specifica piattaforma ad accesso riservato agli studenti dei vari insegnamenti saranno disponibili le videoregistrazioni delle lezioni oppure altro materiale audio-video equivalente, predisposto a cura del docente e funzionale a migliorare la partecipazione e l’inclusività dell’esperienza formativa. Per l’Anno Accademico 2021-22 gli esami di profitto e le sessioni di laurea si svolgeranno in presenza, nel rispetto degli standard di sicurezza. Anche gli esami di profitto e le sessioni di laurea previsti per lo scorcio dell’Anno Accademico in corso (2020-21) saranno in presenza, tranne che per gli studenti in quarantena o per studenti internazionali che non possono spostarsi dal Paese d’origine per motivi sanitari. È comunque consentito sino al 30 settembre 2021 lo svolgimento degli esami di profitto e di laurea a distanza o in modalità mista, in coerenza con i piani organizzativi dipartimentali già approvati. Il ricevimento degli studenti con cadenza almeno settimanale si svolgerà in presenza. Potrà eventualmente svolgersi anche a distanza, previo appuntamento con il docente.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma questa estate la cultura non si ferma

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

Torna infatti dal 26 giugno al 30 settembre 2021 il progetto “Scegli il Contemporaneo. La rivoluzione siamo noi” giunto quest’anno alla sua undicesima edizione con una serie di novità rispetto alle edizioni precedenti. Organizzat da “Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, società che da oltre dieci anni si occupa di progettazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei e mostre sul territorio nazionale, il progetto vuole proporre attività differenziate per i diversi pubblici: Art weekend, workshop, visite guidate, incontri di formazione didattica rivolti ad adulti, pubblico sordo, bambini, operatori culturali. I luoghi coinvolti in questa costante sinergia di proposte, sono il MuCiv – Museo delle Civiltà – Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il MIAC – Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma e Cinecittà si Mostra- Istituto Luce Cinecittà, il MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo. Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

6 luglio – 4 agosto 2021 Piazza Carlo di Borbone e Aperia alla Reggia di Caserta. Un’edizione straordinaria per esaltare la bellezza di uno dei monumenti più importanti al mondo e per celebrare, con alcuni degli appuntamenti imperdibili della stagione italiana, i protagonisti della grande musica internazionale, in un momento in cui sono la cultura, l’arte e lo spettacolo i formidabili strumenti per la rinascita sociale e economica del dopo Covid. E proprio Riccardo Muti, infatti, dopo l’emozionante performance nel teatrino di corte della Reggia di Caserta lo scorso inverno (registrata e andata in onda su Rai Cultura) ha voluto fare un ulteriore omaggio alla sua terra e a questo monumento patrimonio dell’Umanità, con un concerto, alla guida della ‘sua’ Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, che si preannuncia come l’evento più importante della stagione. Anna Netrebko, Yusif Eyvazov, Vittorio Grigolo, Ludovico Einaudi, Daniel Oren, Piergiorgio Morandi, Jordi Bernàcer sono le altre stelle di un programma eccezionale che “Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta” propone per la sua sesta edizione che durerà dal 6 luglio al 4 agosto, con un palcoscenico mozzafiato nella piazza Carlo di Borbone e con il tradizionale teatro nell’Aperia del Giardino inglese. Finanziata dalla Regione Campania, con la direzione artistica affidata al Maestro Antonio Marzullo, “Un’Estate da Re” vede anche quest’anno un’intensa collaborazione tra il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno. Organizzata e promossa dalla Scabec, società campana per la cultura e i beni culturali, la rassegna – nata da un progetto ideato e sostenuto dal Presidente Vincenzo De Luca nel 2016 per promuovere sia il monumento della Reggia che le realtà musicali campane – è oggi un appuntamento fisso dell’estate della musica lirica e sinfonica in Italia, che vedrà quest’anno anche un concerto in omaggio a Enrico Caruso, “la voce più bella al mondo” per i 100 anni dalla sua morte.La manifestazione è realizzata in collaborazione con la direzione della Reggia, il MIC e con il Comune di Caserta. Si inizia martedì 6 luglio a piazza Carlo di Borbone con un’apertura reale: “Sotto le Stelle”, che vedrà esibirsi la star della lirica internazionale, il soprano Anna Netrebko e il tenore Yusif Eyvazov, compagno sul palco e nella vita, e l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno diretta dal Maestro Piergiorgio Morandi. Giovedì 8 luglio alle ore 21 si prosegue con il concerto dal titolo “Phoenix” dell’ensemble di fiati Mnozil Brass, il gruppo austriaco di incredibili virtuosi della tromba e del trombone che regalano a ogni concerto un’ora di emozionante coinvolgimento e allegria. Sabato 10 luglio, sempre alle ore 21, Riccardo Muti dirigerà l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” in un raffinato programma dedicato a due opere di Schubert: l’Overture in do maggiore “in stile italiano” d591 e la Sinfonia n. 9 in do maggiore “la grande” d944. Domenica 18 luglio alle ore 21.00 si inaugura la stagione all’Aperia con l’Orchestra del Teatro di San Carlo diretta da Jordi Bernàcer, con al violino Gennaro Cardaropoli. In programma il Concerto n. 1 Op. 26 in Sol minore di Max Bruch e la Sinfonia n. 4 in la maggiore “Italiana” Op. 90 di Mendelssohn. Mercoledì 21 luglio sarà la volta di uno spettacolo multidisciplinare di video-art e musica dal vivo dal titolo “Et Manchi Pieta’” con una videoproiezione a cura di Anagoor e musiche interpretate dall’ Accademia D’arcadia. “Les Percussion De Strasbourg”, sono i protagonisti della serata di domenica 25 luglio con “Omaggio a Iannis Xenakis”. Il gruppo di musica da camera per strumenti a percussione si esibirà in due delle opere maggiori del compositore franco- greco, Persephassa (1969) e Pléiades (1979). Lunedì 26 luglio alle ore 21 si apre il sipario sullo spettacolo “Ma l’amore no” omaggio all’eclettico e raffinato gallerista Lucio Amelio, con la regia di Giorgio Verdelli e con la partecipazione di Mario Martone, Patrizio Trampetti, Lino Vairetti, Lalla Esposito, Toni Esposito, Tomas Arana, Mario Franco. Fu Lucio Amelio dopo il sisma del 1980 a richiamare a Napoli e a ispirare i nomi più importanti dell’arte contemporanea internazionale e proprio alla Reggia di Caserta ha lasciato in eredità la straordinaria collezione di opere che scaturì da quella stagione dando vita alla mostra Terrae Motus. Mercoledì 28 luglio il Maestro Daniel Oren dirige l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno per l’omaggio a Enrico Caruso “Caro Enrico…” con la regia di Riccardo Canessa, il tenore Vittorio Grigolo e l’attrice Pamela Villoresi voce recitante. Lo spettacolo, che rientra nelle celebrazioni dei 100 anni dalla morte di Enrico Caruso, è un recital liberamente tratto da “Ridi Pagliaccio, Vita, morte e miracoli di Enrico Caruso” di Francesco Canessa, e metterà in scena arie di Puccini, Verdi e Leoncavallo. Mercoledì 4 agosto “Un’estate da Re 2021” si chiude in bellezza con Ludovico Einaudi, uno dei più importanti e amati compositori e pianisti del contemporaneo, in uno straordinario concerto del suo Summer Tour accompagnato da Federico Mecozzi al violino e alla viola e Redi Hasa al violoncello. “Continuiamo anno dopo anno a proporre un cartellone con spettacoli di qualità e protagonisti di rilievo internazionale – spiega il Direttore artistico Antonio Marzullo -. L’intuizione e il sostegno del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ci permettono di allestire delle serate indimenticabili, capaci di soddisfare i gusti degli esperti più appassionati quanto di coloro che si avvicinano per la prima volta a questo genere meraviglioso di spettacoli”. “Estate da Re sarà anche quest’anno un viaggio appassionante tra epoche, generi, emozioni in quella location meravigliosa che è la Reggia che esalta i protagonisti sul palcoscenico – sottolinea Marzullo -. Tante suggestioni tra la musica barocca e la tradizione bandistica, il belcanto regale, i virtuosismi e le bacchette superstar, gli omaggi a Caruso e Amelio. E soprattutto centinaia di musicisti, coristi, scenografi, addetti ai lavori che tornano a lavorare dopo mesi terribili”.Tutte le informazioni su “Un’estate da Re. La Grande musica alla Reggia di Caserta” sono sul sito http://www.unestatedare.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auguri di buona estate da AnpiLibri

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Si conclude anche questa stagione di AnpiLibri, l’ottava, con la bellezza di 134 libri presentati, sempre con i loro autori e con autorevoli commentatori. Quest’anno abbiamo sperimentato, con grandi timori all’inizio, la versione via web degli incontri. E’ andata bene, oltre ogni aspettativa: il nostro pubblico è cresciuto numericamente moltissimo, e così la frequenza degli incontri. In questa stagione 2020/2021 abbiamo incontrato gli autori Giuseppe Filippetta, Siegmund Ginsberg, gli studenti e gli insegnanti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, Claudio Facchinelli, Alessandro Marchi, Vincenzo De Lucia, Dario Arkel, Marco Puppini, Carlo Maria Bussolati, Fiorenza Pistocchi, Luciana Laudi, Massimiliano Castellani, Adam Smulevich, Michele Nardini, Valeria Palumbo, Maurizio Cicardini, Anselmo Palini, Natale Caminiti, Antonello D’arrigo, Mario Avagliano, Marco Palmieri, Paolo Berizzi, Massimo Pisa, Sandra Bonsanti, Nino Iacovella, Bruno Maida, Giuseppe Lorentini, Edgardo Bertulli, Zita Dazzi, Marcello Flores, Gianni Orecchioni, Antonio Mercurio, Noemi Ghetti, Antonella Tiburzi, Patrizia Zangla, Claudio Vercelli, Edgardo Bertulli, Marco Fraquelli, Nerio Grandi, Piero Picelli, Massimo Castoldi, Angelo Calvi, Matteo Dendena, Marco Cavallarin, Elisa Mereghetti, Marco Mensa, Piero Purich, Andrej Marini, Lidia Maggioli, Antonio Mazzoni, Massimo Lunardelli, Adriano Prosperi.Con gli autori hanno partecipato agli incontri Carlo Smuraglia, Giancarlo Bosetti, David Bidussa, Silvia Roggiani, Silvia Roggiani, Rouben Vitali, Simonetta Heger, Roberto Carusi, Emanuele Fiano, Lorella De Luca, Gabriele Colleoni, Rosalba Maletta, Silvia Guetta, Pablo Rossi, Antonio Quatela, Silvia Maria Ramasso, Andrea Bienati, Pietro Macchione, Ambrogio Vaghi, Chiara Zangarini, i Burattini della Fondazione Famiglia Sarzi, Mauro Sarzi, Chiara Frugoni, Simone Campanozzi, Giuseppe Gorla, Angelo Proserpio, Carla Bianchi Iacono, Paolo Bolognesi, Andrea Parodi, Roberto Cenati, Edmondo Bruti Liberati, Enrico Deaglio, Mirco Dondi, Wlodek Goldkorn, Gabriela Fantato, Miguel Gotor, Costantino Di Sante, Massimo Tiberini, Eric Gobetti, Andrea Giannasi, Adriana Giussani Kleinefeld, Maria Grazia Meriggi, Maria Rosaria La Morgia, Giuseppe Lorentini, Michele Citro, Francesca Berté, Mariagrazia Maffina, Roberta Cairoli, Ardemia Oriani, Carlo Saletti, Saverio Di Bella, Marco Brunazzi, Sergio Fogagnolo, Mauro Magistrati, Massimo Castoldi, Massimo Pisa, Paolo Dendena, Anna Di Gianantonio, Angela Persici, Roberto Monacchi, Tullio Vorano, Andrea Giannasi, Uoldelul Chelati Dirar, Vincenzo Lavenia. Nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza la preziosissima collaborazione di Daniele Leonardi, e le collaborazioni di Angelo Longhi e Mariagrazia Maffina.Tutti gli incontri di questa stagione si possono rivedere sul canale Youtube dell’Anpi Provinciale di Milano (https://www.youtube.com/channel/UCiProW3iNwI13U1f8G6NtxA/videos).Orgogliosi e soddisfatti, adesso andiamo in vacanza. Ma non ci mancherà il lavoro per preparare la prossima stagione. AnpiLibri vorrebbe anche ritornare agli incontri dal vivo alla Casa della Memoria. Ci auguriamo che presto sia possibile. Buona estate da Marco Cavallarin e Maria Grazia Maffina

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Domina: con l’estate alle porte colf e badanti in ferie, le famiglie lasciate senza assistenza

Posted by fidest press agency su domenica, 30 maggio 2021

Con l’estate alle porte le famiglie devono fare i conti con ferie e con i problemi che si presenteranno a causa della mancata assistenza. Secondo il Rapporto annuale sul lavoro domestico 2020, elaborato dall’Osservatorio DOMINA, i lavoratori domestici in Italia sono il 70,3%, di cui 67mila provenienti dalle Filippine, 58mila dall’America del sud, 45mila dall’Asia orientale, 29mila dal nord Africa, 18mila dall’Africa centro sud, 15mila dall’America centrale, 13mila dall’Asia medio orientale. I numeri si riferiscono alla sola componente regolare che, con un permesso di soggiorno in vigore, potrebbero uscire e rientrare in Italia senza problemi.“Nel 2020 sono state poche le assistenti familiari che sono andate in vacanza per paura del contagio o perché i tempi delle quarantene, in entrata e in uscita, avrebbero creato più stress che riposo” a dirlo Lorenzo Gasparrini, Segretario Generale di DOMINA, Associazione Nazionale Famiglie Datori di lavoro domestico. “Quest’anno – continua Gasparrini – molte lavoratrici domestiche hanno deciso di andare in vacanza con i giorni di ferie maturati e quelli accumulati l’anno passato, allungando così il periodo di mancata assistenza di familiari bisognosi di cure” “La Soluzione per molte famiglie -conclude la nota – sarà rinunciare alle tanto attese ferie estive o in alternativa investire in una struttura con ulteriore aggravio sul bilancio familiare”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola d’estate: Personale Ata dimenticato ancora, calpestati i diritti di oltre 200mila lavoratori

Posted by fidest press agency su sabato, 1 maggio 2021

È stata pubblicata la Nota del Ministero dell’Istruzione prot. N. 9707 del 27 aprile 2021 per la realizzazione dei percorsi formativi volti al potenziamento delle competenze per l’aggregazione e la socializzazione delle studentesse e degli studenti nell’emergenza Covid19 con un’attuazione del Programma Operativo Nazionale PON e POC “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento “2014- 2020, finanziato con FSE e FDR. Il personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola non è stato preso in considerazione. Considerato che tali attività si svolgeranno prevalentemente in orario antimeridiano, viene da sé che il personale Ata avrà l’obbligo di provvedere alle pulizie straordinarie cosi come gli amministrativi di rendicontare PON e POC e cosi pure gli assistenti tecnici per l’area laboratoriale di appartenenza di supportare la componente docente e non dimentichiamo l’apporto che dovrà dare il Dsga dall’inizio del progetto fino alla rendicontazione. Tuttavia, collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici nell’inquadramento normativo giuridico del CCNL attualmente vigente non hanno alcun obbligo contrattuale nel programma operativo PON e POC.Il sindacato ricorda che l’individuazione del personale interno è incentrata sulla disponibilità degli stessi lavoratori a essere impegnato sui PON tramite un avviso interno della scuola che dovrà essere pubblicato all’albo dell’Istituto e sul sito internet dell’istituzione scolastica, per almeno sette giorni. Ma la designazione può avvenire anche nell’ambito della proposta del Piano di Lavoro annuale del Dsga approvato dal Dirigente scolastico. Comunque anche che i PON sono facoltativi e quindi debbano essere sempre retribuiti e la retribuzione è materia di contrattazione d’istituto.Va poi ricordato che tali progetti PON cadono proprio nel periodo estivo, durante il quale il personale scolastico dovrebbe caricare le proprie energie psicofisiche, considerato che, è stato un anno pesante per tutti. Infine, è bene anche sottolineare che ad oggi non è prevista nessuna proroga ai contratti sui posti Covid: circa 50mila Ata termineranno il loro servizio il prossimo 10 giugno.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

‘Un’estate in rifugio’, il nuovo libro per ragazzi di Sofia Gallo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2021

Un’appassionante storia di montagna, amicizia, amore e coraggio, che mostra come un’estate sulle Terre alte possa cambiare la vita, in particolare quando si hanno tredici anni. Il 29 aprile esce in libreria Un’estate in rifugio di Sofia Gallo, pubblicato da Salani Editore con la collaborazione del Club alpino italiano per la collana di narrativa per ragazzi “I caprioli”.Il protagonista della storia è Giorgio, tredicenne torinese che deve trascorrere i mesi estivi in un rifugio vicino a La Thuile, in Valle d’Aosta, lontano dalle comodità di casa. Il padre infatti ha deciso di abbandonare il lavoro in banca per dedicarsi alla gestione del rifugio, mentre la madre se ne andrà a insegnare in una scuola francese. Giorgio non la prende bene, non capisce l’improvvisa voglia dei suoi genitori di cambiare vita. Ma soprattutto non sa come farà a trascorrere tre lunghi mesi senza amici e senza la fidanzatina Margherita. In montagna però lo attendono nuovi compagni e avventure emozionanti. E poi c’è Katina, misteriosa ragazza dai ricci color rame e dai dolci sorrisi, che farà crollare ogni sua certezza. Un’estate in rifugio è un romanzo delicato e profondo, uno spaccato di vita che intende guidare i giovani lettori attraverso i primi moti del cuore adolescenziali. Giovani lettori che vengono accompagnati in alta montagna per comprendere la sfida con se stessi necessaria a superare la paura di affrontare nuove esperienze.«Questo libro di Sofia Gallo, apprezzata scrittrice per ragazze e ragazzi, ci fa scoprire le risorse e le opportunità che un’esperienza di vita in un rifugio ad alta quota può offrire agli adolescenti», afferma il presidente del Centro operativo editoriale del Cai Alessandro Pastore. «Percezione dell’ambiente naturale e senso dell’avventura, emozioni e primi amori si intrecciano in un racconto coinvolgente immerso nel mondo alpino. Un nuovo, efficace frutto della collaborazione da tempo avviata fra la casa editrice Salani e il Cai».Sofia Gallo è nata, vive e lavora a Torino. Insegnante e consulente editoriale, da più di quindici anni si occupa di letteratura per ragazzi e ha pubblicato numerosi racconti e romanzi, ricevendo riconoscimenti e premi. Da sempre fa escursioni in montagna, che conosce e ama appassionatamente. È socia del Club alpino italiano dall’età di tredici anni.Un’estate in rifugio sarà presentato per la prima volta al Trento Film Festival domenica 2 maggio. L’appuntamento si terrà alle 11.30 in diretta su Radio Dolomiti (anche online su http://www.radiodolomiti.com e sulla pagina Facebook dell’emittente radiofonica).Il libro (180 pagine, formato 14×21,8 cm) è acquistabile in libreria a un prezzo di 13,90 euro. I Soci del Cai potranno acquistarlo a prezzo scontato su store.cai.it

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Scuole aperte in estate, funzioneranno così

Posted by fidest press agency su martedì, 23 marzo 2021

Prende forma la modalità di recupero estivo per gli studenti contenuto nel testo del Decreto sostegni. Ne ha parlato ieri sera il ministro dell’Istruzione durante la trasmissione “Che tempo che fa” su Rai 3: “Noi abbiamo deciso di dare alla scuola 150 milioni per permettere a giugno di organizzare l’orientamento e il recupero degli alunni. Lo faremo con i Comuni, con le Province, nell’ambito di quel patto di comunità che abbiamo già predisposto l’anno scorso”, ha detto il professore Patrizio Bianchi. Si tratterà dunque, ha fatto intendere dal ministro, dell’attivazione di interventi di potenziamento attraverso centri estivi diurni, servizio socioeducativi territoriali centri con funzione educativa e ricreativa. Gli interventi avverranno all’interno del patto di continuità che ha visto interventi attuati dai singoli Comuni anche in collaborazione con enti pubblici e con enti privati.Anief prende atto della volontà di affidare anche a enti esterni alla scuola il recupero della socialità degli alunni e di una parte delle conoscenze non acquisite per via del Covid19: il giovane sindacato ritiene che dall’alleanza scuola-territorio, l’offerta formativa non può che rafforzarsi. Per il personale scolastico è bene ricordare che il coinvolgimento in attività da considerare aggiuntive va sempre e comunque considerata una pratica volontaria e da inquadrare contrattualmente con un compenso ulteriore.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “si dovrebbe inquadrare il personale sulla scia di avvenuto a settembre: saranno poi di volta in volta gli insegnanti a decidere all’interno dei Consigli di classe, sulla base soprattutto delle certificazioni delle competenze sviluppate e dagli apprendimenti raggiunti dai singoli alunni. La filosofia è questa: non certo recuperare quella di andare a recuperare il lavoro, peraltro enorme, che i docenti hanno portato avanti e continuano a realizzare con la dad che nel frattempo abbiamo anche inquadrato a livello giuridico, organizzativo e contrattuale fino ad essere ritenuta valutabile ai fini degli scrutini finali”.
Comincia a delinearsi l’investimento del Governo che attraverso il Decreto legge ‘Sostegni’ approvato dal Consiglio dei Ministri ha deciso di dare forza alle scuole nella gestione dell’emergenza sanitaria con 300 milioni di euro. Si allargherà, di fatto, l’esperienza del 2020. Con una connotazione di scuola pubblica integrata ad enti esterni, anche privati, a supporto. Già lo scorso anno, ricorda oggi Orizzonte Scuola, “particolare attenzione è stata rivolta al finanziamento dei progetti volti a contrastare la povertà educativa e ad implementare le opportunità culturali e educative dei minori”. Particolare attenzione anche quest’anno, relativamente al Recovery plan, sarà data, come anticipato ieri dal Ministro, all’Infanzia e al Sud. Si tratta, ha detto ieri da Fazio, di “un grande piano nazionale contro povertà educativa e dispersione scolastica. Dobbiamo combattere il fatto che i ragazzi soprattutto del Sud non hanno tutti i servizi come nel Nord. A nord i bambini possono contare su una copertura dei nidi al 50% in Sicilia al 3%.” In particolare, nel testo del Decreto approvato dal CdM la scorsa settimana si legge che “al fine di agevolare le istituzioni scolastiche nella gestione della situazione emergenziale e nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa extracurriculare, il recupero delle competenze di base, il consolidamento delle discipline, la promozione di attività per il recupero della socialità” degli studenti, “anche nel periodo che intercorre fra la fine dell’anno scolastico 2020/2021 e l’inizio dell’anno scolastico 2021/2022, il Fondo per l’arricchimento e ampliamento dell’offerta formativa“, è incrementato di 150 milioni di euro.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Valerio Valentini: Però l’estate non è tutto

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana Oceani, pp. 192, 16 euro. Dal Vincitore del Premio Campiello Opera Prima 2018. Undici anni dopo il terremoto dell’Aquila, un romanzo che racconta delle ferite ancora aperte non solo nel territorio ma nel cuore di chi lo abita. Cosa significa tornare dopo tanto tempo nella città dalla quale si è voluti scappare? Quando si hanno venticinque anni, come Vittorio, significa affrontare di nuovo i vecchi fantasmi: soprattutto se nel frattempo la città che si è lasciata è stata sfigurata dal terremoto. Il congedo della giovinezza, allora, diventa un trauma. Invece Silvia non è mai voluta andare via dall’Aquila: fuggire, per lei, sarebbe stato un po’ come tradire. Ma cinque anni logoranti tra lavoretti precari, in una città agonizzante, l’hanno resa irriconoscibile agli occhi di chi l’aveva amata con la passione e la serietà disperata degli adolescenti, tra le mobilitazioni studentesche dell’Onda e quelle civiche per la ricostruzione mancata. L’estate non è tutto è la storia di questa perdita dell’innocenza: capire che la gioventù è alle spalle e rassegnarsi al fatto che la presa di responsabilità, nell’Italia amareggiata, nevrotizzata dei nostri anni, assomiglia molto ad una resa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Arrivederci estate, arrivederci rally?”

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2020

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset, e Marco Piersimoni, Senior Investment Manager di Pictet Asset Management. L’estate è ormai alle spalle, e con lei sembra essersene andato anche il rally di mercato. Dai minimi toccati il 23 marzo le borse hanno corso ad un ritmo forsennato (+42,6% dell’indice MSCI World in euro fino ai massimi relativi del 2 settembre), prima di fermarsi ad inizio settembre per riprendere fiato. La recente correzione rispecchia in primo luogo l’esaurimento di alcune forze propulsive che hanno sostenuto in questi mesi il trend rialzista. Innanzitutto, a livello di valutazioni: dopo essere scesi al di sotto di 13 a metà marzo, i multipli PE risultano oggi più cari rispetto alla loro media sia a breve (1 anno) sia a lungo termine (10 anni). Negli Stati Uniti, le valutazioni, oggi pari a oltre 22 volte gli utili attesi a 1 anno, sono addirittura un 40% circa al di sopra del loro valore medio di lungo termine.Certo, non sono mancati nelle ultime sedute anche alcuni fattori tecnici, come la fine del malsano comportamento nel caso delle aziende più gettonate e premiate anche per aver effettuato un semplice frazionamento delle azioni (stock split), incapace di creare reale valore e atto solamente a rendere il titolo più appetibile per gli investitori privati (si vedano i casi di Apple e Tesla).Nonostante le valutazioni da “saldi” siano finiti presto, tra fine marzo e inizio aprile erano subentrate tempestivamente le politiche economiche a supportare i mercati. Le previsioni economiche continuano a migliorare, riflettendo il recupero dell’attività sia lato offerta, soprattutto nei Paesi emergenti dove la capacità produttiva è stata efficacemente difesa e dove i servizi incidono meno sul PIL, sia lato domanda, con le vendite al dettaglio in costante risalita. La ripresa dei consumi, al contrario di quanto avviene sul fronte della produzione, riguarda in primo luogo il mondo sviluppato, dove si è potuto agire di più tramite politiche economiche a supporto della domanda. Questo è stato particolarmente vero per i Paesi che hanno una moneta che funge da valuta di riserva internazionale, quali gli Stati Uniti, il Giappone e l’eurozona (dove però la sovranità è ripartita tra i singoli Stati), che hanno potuto compiere manovre di politica fiscale senza correre un eccessivo rischio di svalutazione della propria valuta.Vista la dinamica divergente che vede l’offerta pendere in favore dei mercati emergenti e la domanda in favore, invece, di quelli sviluppati, affinché l’economia globale possa continuare a seguire un percorso di recupero a “V”, assume un ruolo sempre più centrale il commercio internazionale.Da questo punto di vista, oltre alla spada di Damocle rappresentata dalla pandemia di COVID-19 e, soprattutto, dall’eventualità di nuovi dannosissimi lockdown, la minaccia principale arriva dagli Stati Uniti e, nello specifico, dalla possibilità del proseguimento della tensione sulle politiche commerciali iniziate con la presidenza Trump. È alle elezioni americane di inizio novembre, perciò, che gli operatori stanno puntando gli occhi, tentando di sciogliere il nodo gordiano composto dai diversi scenari possibili. I risultati di tale analisi predittiva non sono al momento entusiasmanti: il mercato sembra premiare l’eventualità della cosiddetta Blue Wave o Blue Sweep (Biden Presidente e Congresso controllato dai dem), ma con uno scarto probabilistico minimo rispetto all’opposta Red Wave (20% vs 15%), nonostante le probabilità implicite nelle puntate degli scommettitori vedano la prima in netto vantaggio (50% vs 17%). Tra gli scenari alternativi, i mercati assegnano una probabilità significativamente diversa da zero alla eventualità di elezioni contestate. Sul mercato della volatilità, i contratti sul VIX prevedono, infatti, un picco nel mese successivo alle elezioni, fatto molto inusuale. Inoltre, si prevede il proseguimento del periodo turbolento anche sul mese di dicembre, solitamente tranquillo.Con la pandemia sullo sfondo, le elezioni americane si delineano come un vero e proprio spartiacque nello scenario economico dei prossimi mesi e anni. A giudicare dai movimenti di mercato, gli operatori non sembrano avare idee chiare sul possibile esito, con il rischio aggiuntivo di elezioni contestate. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrovie: 50 le Frecce straordinarie dell’estate

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 agosto 2020

14 treni AV straordinari si aggiungono, tra la fine di agosto e gli inizi di settembre, sulla rotta Milano-Reggio Calabria, a testimonianza di una domanda in forte crescita.Salgono così a 50 le Frecce in più lanciate, nelle ultime settimane, dall’arco di Trenitalia (società del Gruppo FS Italiane), rispetto alla programmazione ordinaria prevista dall’orario estivo.Le 50 corse straordinarie di Frecciarossa e Frecciargento da e per il sud Italia toccano le principali località turistiche e balneari di Campania, Calabria e Puglia come Napoli, Salerno, Agropoli, Vallo della Lucania, Maratea, Sapri, Scalea, Paola, Lamezia Terme.
I Frecciarossa aggiuntivi da Milano a Reggio Calabria circolano dal 30 agosto al 5 settembre, mentre i Frecciargento dall’hub reggino a quello milanese dal 31 agosto al 6 settembre. Tutte le info sono disponibili sul sito di Trenitalia.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estate e malattia di Parkinson

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 agosto 2020

L’estate rappresenta generalmente un importante momento di svago e di relax, ma per le persone con Malattia di Parkinson (MP), circa 300.000 in Italia, può essere fonte di problematiche che devono essere necessariamente affrontate.Per questa ragione, la Società Italiana di Neurologia invita pazienti e caregiver ad adottare alcune precauzioni per evitare di andare incontro a eventi sfavorevoli, semplici accorgimenti suggeriti dalla Michael J. Fox Foundation e dalla Parkinson Foundation:
1. Proteggere la pelle dall’esposizione solare. È noto che i pazienti con MP hanno un aumentato rischio di sviluppare un melanoma della pelle. L’uso di creme protettive (protezione >30) è assolutamente consigliato per evitare lo sviluppo di questa patologia, anche se non ci si dovesse esporre direttamente alla luce solare.
2. Idratazione. Il caldo estivo può causare disidratazione ed esacerbare le condizioni ipotensive associate alla MP. È assolutamente raccomandabile assumere dagli 8 ai 12 bicchieri d’acqua al giorno.
3. Farmaci. Per chi dovesse andare in vacanza, è bene fare un approvvigionamento di farmaci per tutto il periodo previsto, portando con sé le prescrizioni originali. Se si prevede di non potere assumere i farmaci agli orari previsti è meglio anticipare le dosi piuttosto che saltarle completamente. Gli orari devono essere rispettati adattandoli ad un eventuale nuovo fuso orario e mantenendo gli intervalli fra le dosi.
4. Luoghi di vacanza. Se si va in vacanza in un luogo al di fuori della propria residenza per un periodo prolungato è bene conoscere eventuale punti di riferimento sanitari e specialistici locali.
5. Riposo. È consigliabile avere un giorno di riposo prima del viaggio e dopo essere arrivati nel luogo di vacanza per consentire un migliore adattamento.
6. Pazienti con impianti di stimolazione cerebrale profonda (DBS) e aeroporti. I “metal detector” presenti negli aeroporti non danneggiano l’impianto di stimolazione cerebrale. Tuttavia, poiché nel passaggio attraverso il “metal detector” si potrebbe verificare un transitorio aumento della stimolazione, onde evitare tale problema, potrebbe essere necessario spegnere lo stimolatore. A tal fine è bene portare con sé il programmatore dello stimolatore e la relativa documentazione.
7. DBS e nuoto. I pazienti con DBS, in base a quanto riportato recentemente da uno studio svizzero (Waldvogel et al. 2020), possono andare incontro ad un peggioramento della loro capacità di nuoto. Questo studio è stato condotto in pazienti che avevano una buona capacità natatoria prima dell’intervento di DBS (in alcuni casi partecipavano a competizioni di nuoto) e queste abilità peggioravano dopo la DBS. È interessante però notare che tutti i pazienti di questo studio hanno riportato difficoltà a nuotare soltanto in un ambiente lacustre (lago di Zurigo).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito di emigranti: La nota estiva dell’anno

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2020

By Riccardo Alfonso. Fausto Carratù mi ha offerto l’occasione con un suo scritto di riflettere intorno ad alcuni argomenti che mi hanno particolarmente colpito.“Sulla crisi dell’Occidente – egli scrive – molti ci inviano e chiedono commenti sulle più macroscopiche questioni del nostro tempo, immigrazioni, terrorismo, referendum, Europa… Si tratta di fenomeni complessi e di non immediata decifrabilità”. Restando, nello specifico, ai problemi migratori posso dire che sono secoli che Africa e Asia soffrono fame, dittature, violenze e persecuzioni. Come mai solo in questi ultimi anni si è innescata una ondata interminabile di fughe dalle loro terre e immigrazione in Europa? Ragioni “locali” sono innegabilmente presenti, eppure non possiamo sottrarci al sospetto che ci sia qualche disegno ulteriore. Qualcuno teme una invasione mascherata. Si tratta di tesi da tenere certo presente, ma ardua da provare. Più realistica pare la tesi della organizzazione di una vera e propria industria della migrazione. Troppi interessi, evidenti, si sono accumulati attorno al fenomeno. Dai traghettatori che continuano comunque ad operare, nonostante perdite, sequestri ed arresti, agli albergatori che ne ricavano gli alberghi pieni, costieri e non, per l’intero arco dell’anno. Dalla criminalità che recluta con facilità nuovo personale, oppure, peggio, alimenta il mercato dei trapianti d’organo, alle imprese che dispongono di mano d’opera a prezzi stracciati. Infine, il capitolo delicatissimo delle onlus che pullulano attorno al fenomeno, non tutte in possesso delle caratteristiche di trasparenza e legalità.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’estate dal punto di vista dei mercati

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2020

A cura di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist, Intermonte SIM. Iniziamo ad entrare nel vivo dell’estate con i mercati che, almeno nei primi giorni di luglio, sono sembrati indifferenti alla forte escalation delle infezioni di virus (soprattutto in alcuni paesi fino agli Usa).Il ragionamento di fondo sembra ancora essere: se le cose peggiorano sul fronte Covid le banche centrali faranno di più, se le cose migliorano sul fronte macro (come sta emergendo da alcuni ultimi indicatori come ad esempio gli indici ISM Us) le banche centrali stanno rassicurando sul fatto che non molleranno la presa e probabilmente implementeranno ulteriori manovre per frenare l’eventuale rialzo dei tassi (la cosiddetta yield curve control). In altri termini, il tema è ancora quello della forte liquidità che guida incessantemente le performance dei mercati. I mercati sanno che per tutto il prossimo anno almeno ne avranno a iosa, e forse anche oltre quel che ad oggi è lecito attendersi.Tutto questo comporta il fatto che aspetti macro e temi Covid tendono a diventare una sorta di corollario rispetto al tema di fondo che ripeto è l’abbondante liquidità.
La Lagarde lo scorso fine settimana ha sottolineato che ci aspettano un paio di anni di disinflazione/deflazione che, tradotto dal gergo di un banchiere centrale, significa assicurazione sul fatto che le banche centrali sono lì per rimanere con le loro manovre.
Emblematico quanto accaduto sui mercati ieri, martedì 7 intorno alle 17:30 ora italiana, quando cioè il mondo ha avuto la conferma che anche Bolsonaro è stato infettato. La notizia in sé ha portato probabilmente gli algo a sintonizzarsi sul tema Covid generando in giornata marcate vendite sui mercati azionari a fronte di acquisti sui bond. I tassi reali Us sono fortemente calati con i Tips a 5 anni arrivati in prossimità del -1% e l’oro che lentamente si è avvicinato alla soglia importante (anche da un punto di vista tecnico) dei 1800$/oncia, confermandosi al momento come uno dei migliori asset da inizio anno con un + 18%.
In altri termini il tema Covid, per ora sottotraccia, sembra comunque essere potenzialmente un tema che i mercati potrebbero prendere in considerazione da agosto, soprattutto perché potrebbe essere un elemento importante anche per la campagna elettorale Us. Negli ultimi due mesi si è registrato un marcato incremento dei casi di Covid negli Stati dove Trump trionfò nel 2016, e questo contestualmente all’aumento del divario di consensi tra Trump e Biden.Provo allora a delineare i principali appuntamenti tra luglio ed agosto prima di avventurarmi in un’ipotesi di scenario estivo.
Il mese di luglio ha alcuni momenti centrali:
Metà mese con BCE (16 luglio) e Consiglio europeo (17/18) su tema Recovery Fund
Seconda parte del mese con le trimestrali Us ed il 29 la riunione Fed oltre eventualmente ad un secondo Consiglio europeo
Il 20 luglio il Congresso riapre dopo le ferie ed il 31 scadono diversi sussidi.
Ad agosto pertanto Trump è chiamato a prorogare i sussidi oltre a presentare un piano di infrastrutture alternativo a quello già presentato (e votato alla Camera) dai democratici. Trump avrà molto bisogno di cercare di recuperare il forte gap con Biden e non è escluso che possa far ricorso al classico nemico esterno, la Cina.
Tutto questo porta ad ipotizzare un mese di luglio sostanzialmente laterale ma tendenzialmente calante con l’indice S&P500 nel range 2950/3200. Il trend calante di tanto in tanto potrà essere interrotto da interventi anche solo verbali delle banche centrali. Ad agosto il clima potrebbe diventare più caldo. Non vi sono riunioni di calendario di Fed/BCE e la tematica delle presidenziali Us mista al tema Covid potrebbe entrare nel focus degli operatori. In questa fase l’indice S&P 500 potrebbe spingersi fino ad area 2600.In altri termini, il mese di agosto potrebbe ancora essere un mese di turbolenze come effetto di minore liquidità sui mercati e precipitato di tutti i timori dell’autunno in arrivo cui quest’anno si uniscono i timori per le presidenziali. Parto dal presupposto di fondo che le banche centrali sono lì per rimanere ed in autunno implementeranno ulteriori manovre espansive, a partire dalla Fed, come confermato proprio ieri da autorevoli membri del calibro di Clarida, Vice Presidente. La liquidità continuerà pertanto a segnare il trend primario dei mercati. Complessivamente mantenimento di posizioni lunghe di dollari fino ad area 1,08/1,10. Riduzione del peso dell’equity nei portafogli con leggero sovrappeso dell’equity europeo (a patto che il Recovery Fund venga varato entro luglio) vista la possibile maggiore turbolenza Us per il tema elettorale Approfittare però del calo atteso dei mercati azionari tra agosto e settembre per comprare su debolezze, incluso anche i Btp nel caso di spread che si spingesse in area 200/2220 pb in vista dei timori post-elettorali del 21 settembre Approfittare dell’eventuale storno dell’oro (causa margin calls) per continuare ad accumulare e portare la percentuale in portafoglio almeno al 10%. Il tutto, ribadisco, sul presupposto che le banche centrali faranno di tutto per invertire i cali che di tanto in tanto ci sono sui mercati e, come dimostrato già da aprile in poi, hanno ancora ampio potere per farlo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le 20 località del Molise incluse in “E-state in Italia”

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2020

L’iniziativa di promozione gratuita, lanciata dall’Unsic con alcuni partner, raggiungerà oltre 900mila italiani C’è davvero la necessità di trascorrere le vacanze in Grecia o in Spagna quando le splendide e variegate coste italiane garantiscono un quarto delle spiagge dell’intero vecchio continente? Almeno per quest’anno possiamo puntare sulle nostre inesauribili città d’arte anziché oltrepassare il confine in cerca di un’offerta certamente meno ricca e differenziata? Non certo con uno spirito autarchico, ma semplicemente per attenuare i problemi economici causati dal Covid-19 al settore turistico, l’Unsic, associazione di rappresentanza datoriale, in collaborazione con altri organismi, dal 21 giugno – giorno di partenza della bella stagione – lancerà l’iniziativa “E-state in Italia” con lo scopo di raggiungere innanzitutto i 900mila utenti dei propri tremila uffici territoriali sparsi in tutte le regioni italiane, tra 2.100 Caf, 600 Patronati (di cui 15 all’estero), 103 Caa, ecc., ma anche il maggior numero di interlocutori possibile.
L’Unsic ha predisposto una directory nel proprio portale (https://unsic.it/news/e-state-in-italia/) con la selezione di oltre 650 località italiane, ognuna con uno o più link di collegamento, 20 di base per ogni regione, più tutti i capoluoghi di provincia e le 55 località preservate dall’Unesco. Questa offerta, che privilegia i siti promozionali locali, verrà diffusa attraverso buona parte dei tremila uffici locali e i relativi social, nonché delle strutture partner. Il tutto gratuitamente.
Per quanto riguarda il Molise, oltre ai due capoluoghi di provincia, la scelta è ricaduta su Agnone con focus sul museo della campana e le Chiese, Bagnoli del Trigno, Campomarino, Capracotta, Casacalenda con focus sull’oasi Lipu, Castel San Vincenzo con la cripta dell’Abate Epifanio, Castelpetroso con il santuario, Civitacampomarano e la sua street art, Fornelli, Frosolone con l’artigianato delle lame e il museo settoriale, Gambatesa con il castello, Guardialfiera con il lago e il ponte sommerso, Pescopennataro con il parco Abete Bianco, Pietrabbondante con il teatro italico, Pizzone con il museo dell’Orso, Santa Maria del Molise con la frazione di Sant’Angelo in Grotte, Scapoli con il museo della zampogna, Sepino con la zona archeologica di Altilia, Termoli e Venafro.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’estate vacanziera ci sarà

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 maggio 2020

È il messaggio della ripartenza degli albergatori di Italy Family Hotels, che unisce oltre 100 strutture in tutta Italia specializzate nell’ospitalità per le famiglie, pronti a spalancare le porte dei loro alberghi ai bambini e ai loro genitori, reinventandosi con intraprendenza per accogliere grandi e piccoli in totale sicurezza, ma senza rinunciare alla serenità e alle tante attività e qualità dei servizi che hanno da sempre contraddistinto le vacanze in famiglia. A giugno 2020 gran parte degli Italy Family Hotels, dal mare alla montagna, riapriranno – con standard di qualità ancora più elevati, servizi più curati e maggiori attenzioni – per garantire vacanze spensierate alle famiglie e ai bambini, i quali più di tutti hanno dovuto rinunciare alla loro quotidianità, lontani dagli amici e spesso anche dai nonni. Oltre agli spazi, le attività di animazione e dei miniclub sono state ripensate con creatività, in modo che i bimbi si divertano e i genitori siano tranquilli. «Tutti hanno la volontà di ripartire e di garantire nel miglior modo possibile i servizi alle famiglie, che saranno potenziati all’esterno – spiega Marina Pasquini, Presidente di Italy Family Hotels e titolare dell’Hotel Belvedere di Riccione (RN) (che riaprirà il 25 giugno) dopo aver terminato una call online con gli albergatori connessi da varie destinazioni d’Italia -. Seguendo i regolamenti sui centri estivi, l’animazione sarà possibile senza problemi. In questo periodo abbiamo fatto uno studio molto accurato, per proporre iniziative nuove e fare in modo che il virus non sia uno spettro, creando le condizioni affinché le vacanze si possano vivere con la pace che le vacanze richiedono». Adeguandosi alle linee guida e ai regolamenti regionali diversi, gli albergatori di Italy Family Hotels hanno trovato modi originali per assicurare le tanto attese vacanze senza stravolgimenti.
Come L’Albergo dell’Orso Bo di Senigallia (AN), che ha creato in spiaggia delle oasi dedicate all’animazione delle famiglie con i bambini. L’animatrice si posizionerà su una torretta alta 6 metri per comunicare giocosamente con tutti. «Non ci sarà animazione di gruppo, ma ci sarà un coinvolgimento diverso da parte degli animatori in spiaggia rivolto a tutta la famiglia, in modo che i bambini si divertano, anche a distanza – spiega l’albergatore Gianni Bellagamba, che riaprirà il 27 giugno -. E poi in questo periodo i bambini sono tornati a giocare per strada e all’aperto. È un buon segno di ripartenza». Al Meridiana Family & Nature Hotel di Marina Romea (RA), dove gli spazi di certo non mancano essendo immerso nella natura, i bambini saranno organizzati in piccoli gruppi che saranno seguiti dallo stesso animatore per tutta la settimana. Per alcuni laboratori potranno giocare in modalità “classe”, con tavoli e sedie e zone dedicate. Saranno ampliati gli spazi in spiaggia e in hotel, creando nuove zone esterne. «È importante rieducarli alla socialità, con attività ludiche in mezzo alla natura», sottolinea l’albergatore Alessandro Zaffi, che riaprirà il 20 giugno.
Per mantenere gli spazi, gli hotels non lavoreranno a totale capienza. Dove c’era il buffet predisporranno il servizio al tavolo. Inoltre, le strutture si sono organizzate con segnali colorati per mettere in evidenza le distanze, in modo che anche regole e dispositivi di sicurezza siano motivi di gioco. Ne è convinta Donatella Raffaelli, titolare di Oxygen Hotel di Viserbella di Rimini (RN), che aprirà il 29 maggio: «la sicurezza degli ospiti sarà una priorità, ma senza essere troppo invasivi». Anche questo hotel ha previsto tante attività e laboratori per bambini, riadattati alle nuove esigenze. Per esempio, ogni bimbo riceverà all’arrivo un kit personale di colori, in modo che utilizzi sempre gli stessi e possa poi riportarli a casa. «Saremo occhi e braccia aggiuntivi per i genitori», assicura Stefano Cerruti dalle pendici del Monte Rosa dove il Mirtillo Rosso Family Hotel di di Riva Valdobbia (VC) è pronto a riaprire il 12 giugno. Anche qui i piccoli si divertiranno in piccoli gruppi con attività all’aperto in terrazza e in giardino e poi con escursioni, esperienze in fattoria, luoghi da visitare. L’idea è di dare anche ai genitori il tempo per rilassarsi da soli.
Come avviene in molti alberghi, anche diversi Italy Family Hotels hanno abbattuto la policy di cancellazione. Alcuni prevedono sconti sulle prenotazioni, altri la possibilità di acquistare bonus da usare eventualmente il prossimo anno. Le tariffe non cambieranno molto rispetto all’estate scorsa, proprio per garantire l’alta qualità, nonostante l’aumento dei costi. Sono, inoltre, incentivati i check-in online. «La scelta di rimanere chiusi sarebbe stata meno costosa. Ma questo è il mestiere più bello del mondo», conclude Marina Pasquini, pronta con i suoi colleghi ad accogliere gli ospiti nell’estate in cui sarà naturale sorridere con gli occhi.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Touring Club Italiano: le vacanze degli italiani nell’estate 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 maggio 2020

L’organizzazione mondiale del turismo prevede per il 2020 un decremento dei flussi internazionali compreso tra il -58%, nell’ipotesi più ottimistica in cui la ripartenza avverrà a luglio, al -78% in quella più pessimistica in cui il comparto si riavvierà soltanto a dicembre. Tutti i Paesi del mondo hanno applicato restrizioni alla mobilità internazionale, fatto che non ha precedenti nella storia del turismo, da metà Novecento in poi.Per questi motivi, anche alla luce della situazione che stanno vivendo l’Europa e l’Italia, è ormai un dato assodato che il turismo troverà la propria àncora di salvezza nel breve, e forse anche nel medio periodo, nei flussi domestici, negli ultimi anni forse un po’ dimenticati dalle strategie di molti Paesi che, complice la globalizzazione, avevano puntato molto (e giustamente) sull’internazionalizzazione della domanda.Quali saranno i potenziali effetti sul settore nel momento in cui gli italiani potranno nuovamente viaggiare e quali regioni possono “guidare” la ripresa turistica? Secondo i più recenti dati Istat le prime cinque per residenti sono Lombardia (10 milioni di abitanti), Lazio (5,9 milioni), Campania (5,8 milioni), Sicilia (5) e Veneto (4,9): da sole rappresentano infatti ben il 52% della popolazione, circa 60 milioni di persone.La propensione al turismo genera, invece, una fotografia differente (rispetto al solo numero di abitanti) di chi in realtà traini il comparto: le prime cinque sono infatti Lombardia (46,7 milioni di presenze), Lazio (21,5 milioni), Veneto (20,4), Emilia-Romagna (19) e Campania (17,2) che “producono” da sole quasi il 60% delle presenze domestiche totali. Se consideriamo parallelamente i dati della spesa turistica degli italiani in Italia – da una nostra stima circa 65 miliardi di euro – i lombardi contribuirebbero per circa 14 miliardi, i laziali e i veneti circa 6,5 miliardi ciascuno, gli emiliani-romagnoli quasi 6 e i campani poco più di 5 miliardi di euro.
A fronte dello scenario delineato, si pone infine la questione di quali strategie potrebbero mettere in campo le altre regioni del Paese – oltre chiaramente a lavorare sui rispettivi mercati interni, ma certamente dai numeri molto più contenuti rispetto a quelli di cui abbiamo parlato sopra – per proporsi alle principali regioni di origine dei flussi. Probabilmente occorrerà un’azione di sistema, anche extraturistico, per garantire la sicurezza sanitaria, ovvero per far in modo che localmente si possano reggere eventuali recrudescenze del coronavirus anche tra i turisti e, dall’altra, una di prodotto. Ciò significa reingegnerizzare quelli tradizionali per farli funzionare in sicurezza – ricettività alberghiera, servizi di spiaggia, ristorazione, servizi museali ecc. – e puntare parallelamente a prodotti che per caratteristiche intrinseche presentano oggi meno fattori di rischio legati al coronavirus – ovvero tutte le attività che hanno a che fare con il turismo attivo e lento, per esempio – ma che necessitano di adeguata promozione e di servizi accessori – soprattutto digitali – che li possano rendere facilmente fruibili dai turisti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Viaggio in Italia: per un’estate italiana”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2020

E’ la nuova campagna promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo in collaborazione con l’Enit, il Touring Club Italiano e l’Associazione dei Borghi più belli d’Italia in vista della più ampia attività di promozione istituzionale di questa prossima stagione estiva. Un avvicinamento costituito dal racconto del territorio nazionale attraverso una selezione dei manifesti pubblicitari che hanno reso l’Italia celebre nel mondo raccontando per immagini le località più belle e affascinanti della Penisola, nonché i piccoli centri, i borghi, lo splendido paesaggio tra mare e montagna e le aree più interne e meno note del Paese.I manifesti provengono dal Museo Nazionale Collezione Salce di Treviso, dal patrimonio culturale dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, e dall’archivio del Touring Club Italiano. Raccolte su http://www.beniculturali.it/estateitaliana e in continuo aggiornamento, le immagini saranno pubblicate sui canali social, concentrate specialmente nel fine settimana di sabato 9 e domenica 10 maggio per invitare tutti a condividere il proprio #viaggioinitalia, proseguendo con i flash mob fotografici “Art you ready?” promossi dal MiBACT dall’inizio del lockdown con lo scopo di mantenere viva l’attenzione sul patrimonio culturale. “È fondamentale non perdere il contatto con il patrimonio culturale e le bellezze dei nostri territorio” ha dichiarato il ministro Franceschini e anche per questo fine settimana l’invito è sempre lo stesso, quello di condividere le proprie fotografie di paesaggi e luoghi del cuore lungo tutto il territorio nazionale, ripescando scatti recenti nella galleria del proprio smartphone o cercando vecchie foto nei cassetti e negli album fotografici di tanti anni fa.Una promozione che accompagnerà gli italiani attraverso le rappresentazioni retrò di un’Italia che, con gli esempi dei viaggi di allora, diverrà il modello da seguire la prossima estate, un vero e proprio revival per delle vacanze del tutto particolari anche all’insegna del turismo lento: percorsi da intraprendere in bicicletta, a cavallo, in barca a vela e sui treni storici, dedicandosi a quel turismo dolce e sostenibile che, per ragioni diverse ancora, sarà fondamentale riscoprire in questa fase.​Realizzati tra gli anni ’40 e ’50, i manifesti del Museo Salce – che con oltre 24.000 opere conserva la più ampia raccolta di grafica pubblicitaria in Italia – raccontano l’ascesa del turismo italiano, che coincide con l’epoca d’oro del manifesto. All’illustrazione, più economica, colorata e facilmente riproducibile della fotografia, spetta il compito di promuovere le destinazioni più affascinanti, i siti storici di interesse culturale e i prodotti tipici. I primi committenti saranno le ferrovie: per loro gli artisti decoravano con fiori e paesaggi incantevoli le tabelle degli orari. Negli anni tra le due guerre, in seguito anche alla nascita dell’Enit, vengono creati i manifesti turistici più iconici della pubblicità italiana, ad opera di Mario Puppo, Marcello Dudovich, ma anche Giuseppe Riccobaldi del Bava, Giovanni Guerrini e Mario Borgoni. Dopo la Seconda Guerra Mondiale il turismo italiano conoscerà una nuova ondata: saranno soprattutto le spiagge e in particolare la riviera romagnola le mete più ambite del turismo italiano e straniero.L’ENIT è l’Agenzia nazionale italiana del turismo che cura la promozione all’estero dell’immagine turistica italiana e delle varie tipologie dell’offerta turistica nazionale, nonché la promozione integrata delle risorse turistiche delle Regioni, delle Province Autonome di Trento e Bolzano e, per il loro tramite, degli enti locali.ll Touring Club Italiano è una libera associazione senza scopo di lucro che propone ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente. Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza, tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica turistica del viaggio etica, responsabile e sostenibili.L’Associazione dei Borghi più belli d’Italia, nata nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), si occupa della valorizzazione, promozione, protezione e sviluppo del grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri italiani.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estate in albergo diffuso, nell’autentica natura dell’Alto Molise

Posted by fidest press agency su domenica, 10 maggio 2020

Profumo di bosco, nubi che giocano a rincorrere le sinuosità delle montagne, vegetazione rigogliosa, aria pulita, sentieri e meleti che sbocciano di vita, api ronzanti. Il richiamo della natura quest’estate è più forte che mai. E la ricerca di vacanze nel verde è il meglio, non solo per uno stile di vita green, ma anche per una rigenerante necessità. Fuori dalle più note rotte turistiche, Castel del Giudice (IS), paese dell’Alto Molise al confine con l’Abruzzo – che si distingue per le sue pratiche sostenibili di rigenerazione del territorio e della sua comunità – apre le casette del suo albergo diffuso Borgotufi ai viaggiatori in cerca di spazi all’aria aperta, relax e la possibilità di confort e riservatezza.
L’albergo diffuso è un piccolo borgo nel borgo, nato dal recupero di case e stalle abbandonate. È un luogo che ha saputo, fin dalla sua origine, trasformare le difficoltà in nuove opportunità.Le sue accoglienti case, tutte indipendenti e dalle architetture in pietra e legno, che rispondono ai nuovi requisiti di sicurezza e qualità, possono ospitare coppie e famiglie nella più totale privacy. Alcune casette hanno bellissimi soggiorni e cucine attrezzate, altre rivelano accoglienti camini e romantici soppalchi, altre ancora, inaugurate nel 2020 sono più moderne e di design. Le finestre si aprono sull’incantevole paesaggio disegnato da cime e boschi, dove scorre il fiume Sangro e dove nascono le mele biologiche del meleto Melise. Cespugli di erbe aromatiche e prati verdi, balconcini dove poter fare colazione all’aria aperta su eleganti tavolini da giardino, si alternano tra le case, che per la loro particolare disposizione sembrano arrampicarsi sulla collina, su cui scoprire l’altra parte dell’abitato di Castel del Giudice. Una grande piazza al centro dell’albergo diffuso è una terrazza che si apre alla meraviglia del panorama. Da qui, scendendo una scalinata, sempre open air, si accede alla reception e alla grande sala del ristorante Il Tartufo, in cui assaporare le delizie di stagione e coltivate sul territorio, preparate dallo Chef Marco Pasquarelli, e stupirsi con il menu degustazione al tartufo.
Gli ospiti, inoltre, possono scegliere di ricevere la ristorazione direttamente in casa.Tutto intorno, si snodano, tra boschi e ruscelli che scorrono tra il Molise e l’Abruzzo, percorsi per passeggiate ed escursioni. Come quello che conduce alle sorgenti di acqua sulfurea o il sentiero che segue il corso del fiume Sagro fino al centro rafting, oppure il cammino che si inoltra nella vegetazione dove nascono funghi e tartufi, o lungo le sponde del fiume Molinaro, un luogo di pace e di energia, ideale per praticare forest bathing. Altri percorsi permettono di raggiungere il Giardino delle Mele Antiche e l’Apiario di Comunità di Castel del Giudice, i paesi vicini come Capracotta o gli abeti bianchi di Pescopennataro, le Cascate del Verde di Borrello (CH) o i sentieri della Riserva Mab UNESCO Alto Molise.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »