Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 137

Posts Tagged ‘estero’

Aumentano i libri italiani tradotti all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 Maggio 2022

Nel 2001, l’Italia vendeva all’estero i diritti di traduzione di 1.800 titoli, pari al 4% delle opere pubblicate. Nel 2020 questa percentuale è salita al 12% per un totale di 8.586 titoli. Cosa c’è dietro questa crescita esponenziale, che, nel giro di circa un ventennio, ha visto quasi quintuplicarsi la vendita dei diritti di traduzione? La chiave del successo del libro italiano nel mondo è, senza dubbio, il forte impegno per l’internazionalizzazione portato avanti dalle case editrici. Un impegno costantemente sostenuto e alimentato dalle politiche pubbliche condotte dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e dal Ministero della Cultura, attraverso il Centro per il libro e la lettura, in stretto coordinamento con l’Associazione Italiana Editori (AIE).Nel 2022 il MAECI, attraverso la neo-istituita Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale, e il Centro per il libro danno nuovo slancio alle proprie attività a sostegno dell’editoria italiano nel mondo. Non solo mobilitando quasi 1,5 milioni di euro in favore delle traduzioni, attraverso i 635.000 euro del bando MAECI e gli 800.000 euro di due distinti bandi del Centro per il libro e la lettura. Ma anche, e soprattutto, allestendo un ampio ventaglio di strumenti, nel quadro di strategie a trecentosessanta gradi per l’internazionalizzazione del nostro comparto editoriale. Nei prossimi anni, l’Italia sarà ospite d’onore in diverse Fiere internazionali del libro: occasioni importanti che MAECI e Centro per il libro e la lettura, in coordinamento con AIE, sono determinati a cogliere per rafforzare ulteriormente la presenza del libro italiano nel mondo.Se ne parlerà al Salone Internazionale del Libro di Torino sabato 21 dalle 13.45 alle 14.45 in Sala Lisbona nell’incontro “Libri italiani fantastici e come esportarli: le strategie della Farnesina con l’Associazione Italiana Editori e il Centro per il libro e la lettura”. Con la moderazione di Lorenzo Cresci, giornalista della Stampa, si confronteranno Simona Battiloro, Capo dell’Ufficio competente del MAECI, Angelo Piero Cappello, direttore del Centro per il libro e la lettura e Fabio Del Giudice, direttore di AIE.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Selezione del personale scolastico di ruolo da destinare a prestare servizio all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 aprile 2022

Pubblicato il 15 aprile 2022 sulla Gazzetta Ufficiale (Concorsi ed Esami n. 30) e sul sito MAECI il bando per la selezione di docenti e personale Ata da inviare all’estero, aree linguistica francese, inglese, spagnola e tedesca.Il 26 aprile 2022, ore 17, segui il webinar Anief “BANDO DI SELEZIONE DEL PERSONALE DA DESTINARE ALL’ESTERO. COME COMPILARE LA DOMANDA?”Eurosofia in collaborazione con Anief, ha creato un percorso ad hoc “Competenze interculturali a scuola e strategie di apprendimento cooperativo” che è requisito di accesso per partecipare alla selezione per insegnare all’estero. Tra i requisiti previsti è infatti necessario aver svolto un’attività formativa di almeno 25 ore, organizzata da soggetti accreditati al MIUR ai sensi della direttiva 170 del 21 Marzo 2016, su tematiche afferenti a: – intercultura, internazionalizzazione o management per dirigenti scolastici; – intercultura, internazionalizzazione per docenti e ATA http://www.eurosofia.it

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il rientro dei cervelli dall’estero è possibile?

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 aprile 2022

Al via la nuova serie di cinque puntate di Made IT Tips, la rubrica di consigli ospitata all’interno del podcast di imprenditoria Made IT, nato da un’idea di Camilla Scassellati Sforzolini e Inès Makula. Made IT racconta storie di imprenditrici e imprenditori italiani che hanno creato start-up di successo. La nuova mini-serie è ideata con Credimi, leader nell’Unione Europea dei finanziamenti digitali alle piccole e medie imprese, e sarà interamente dedicata al tema del rientro dei cervelli, argomento che sta molto a cuore alla fintech milanese sin dalla sua fondazione e sul quale è impegnata direttamente attraverso politiche innovative di attrazione dei talenti.La storia di Credimi è infatti strettamente interconnessa a questa tematica. Tra il 2015 e il 2016 il fondatore Ignazio Rocco, per lanciare la società, ha cercato giovani talenti negli hub tecnologici europei e in aziende come Google, che volessero intraprendere l’avventura di portare il fintech in Italia. Così è stato creato il team di Credimi, più di 80 professionisti specializzati nelle tecnologie digitali e finanziarie, in gran parte tra i 28 e i 35 anni, molti rientrati in Italia da Irlanda, Inghilterra e Australia appositamente per sviluppare il progetto della società.Attrarre e trattenere i migliori talenti è oggi una delle sfide più difficili da affrontare per qualunque azienda. Soprattutto in Italia dove la fuga dei cervelli è in costante aumento. Gli ultimi dati Istat mostrano che nel 2018 sono partiti 117mila italiani di cui 30mila laureati per trovare lavoro fuori dai confini nazionali. Un fenomeno che costa al nostro Paese circa 14 miliardi di euro all’anno vale a dire un punto percentuale di Pil. L’attrattività dell’Italia non è mai stata altissima nemmeno per i talenti stranieri, ma il contesto, soprattutto post-pandemia, sta cambiando e le opportunità stanno crescendo. L’Italia sta entrando nei radar dei professionisti come un posto piacevole da cui lavorare, che presenta tutta una serie di vantaggi legati alla qualità della vita. La recente legge sul rientro dei cervelli che prevede agevolazioni fiscali per i lavoratori rimpatriati è una grande opportunità di cui si sente parlare ancora molto poco, ma che può essere un buon punto di partenza per attrarre in Italia i talenti emigrati nel corso degli anni.Nelle cinque puntate, che saranno rilasciate circa ogni 5 settimane, saranno affrontate in modo chiaro e concreto tutte le novità interessanti in Italia per chi pensa di rientrare dall’estero e iniziare una nuova vita lavorativa qui. La prima puntata, già online, è quella dedicata alla fiscalità, in cui Ignazio Rocco e Jacopo Anselmi, co-fondatori di Credimi, dialogano con Camilla Scassellati Sforzolini e Inès Makula, ideatrici di Made IT. Si parla di stipendio reale, di agevolazioni fiscali e anche di come calcolare il costo della vita. Nelle successive puntate si approfondiranno le opportunità di carriera, si parlerà di aziende italiane che possono essere interessanti per i talenti, di smart working e remote working, di come stiano crescendo gli investimenti in start-up e di come si stia creando anche nel nostro Paese un ecosistema tech forte e dinamico.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale scolastico da destinare all’estero: al via i bandi per docenti, personale ATA e DS

Posted by fidest press agency su sabato, 19 marzo 2022

L’amministrazione ha informato che il bando di selezione per i DS, che riguarderà le aree linguistiche inglese e tedesco, verrà pubblicato in gazzetta il 25 marzo. Le domande per il concorso dei DS dovranno essere spedite via PEC, il modulo di domanda e gli allegati utili, si potranno scaricare da un apposito link che verrà pubblicato sul sito del MAEC, dopo la pubblicazione del bando in gazzetta.Per quanto riguarda i bandi di selezione docenti e ATA, qualora non fosse ancora pronta la piattaforma online per la presentazione delle domande, si procederà alla stessa maniera prevista per la selezione dei DS. I bandi di selezione dei docenti, del personale ATA e dei DS, presentano alcune novità importanti: il punteggio minimo di accesso alla prova orale è stato abbassato a 15 punti per docenti e DS e a 10 punti per il personale ATA; la prova orale si concluderà con l’attribuzione di un punteggio che va da un minimo 24 a un massimo di 40 punti. I candidati che non conseguiranno il punteggio minimo di 24 punti verranno considerati non idonei. Verranno modificati alcuni titoli valutabili. Il MAECI ha infine comunicato che verranno pubblicati i bandi per selezionare due docenti da distaccare fuori ruolo a prestare servizio presso l’ufficio V del MAECI ai sensi dell’articolo 13 del D.lvo n° 64 del 13 aprile 2017. Le selezioni dei due docenti riguarderanno le classi di concorso A041 e A045.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Associazionismo italiano all’estero

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2022

Sono migliaia le associazioni e i circoli italiani all’estero; nell’ultimo decennio, si sono aggiunti altrettanti gruppi virtuali di condivisione, che attraverso i social network, mantengono legami e sviluppano iniziative in molti ambiti. L’associazionismo costituisce il tessuto sociale delle nostre comunità emigrate ed è attore e riferimento di tante iniziative culturali, formative, di tutela e di promozione all’estero del nostro paese, svolgendo una importante funzione di integrazione civile, sociale e culturale nei paesi di arrivo dei nostri connazionali. Emigrazione Notizie contribuisce, assieme ad altri, a diffondere questa indagine, sostenuta dal CGIE, sullo stato del nostro associazionismo, sui suoi fabbisogni, tendenze ed orientamenti, invitando a partecipare all’inchiesta. _________________________________

Hay miles de asociaciones y clubes italianos en el extranjero y, en la última década, se han sumado otros tantos grupos de intercambio virtual que, a través de las redes sociales, mantienen vínculos y desarrollan iniciativas en muchos ámbitos. Las asociaciones forman el tejido social de nuestras comunidades de emigrantes y son los actores y el punto de referencia de muchas iniciativas culturales, de formación, de protección y de promoción de nuestro país en el extranjero, desempeñando un importante papel en la integración civil, social y cultural en los países de llegada de nuestros compatriotas. Emigrazione Notizie contribuye, junto con otros, a la difusión de esta encuesta, apoyada por el CGIE, sobre el estado de nuestro asociacionismo, sobre sus necesidades, tendencias y orientaciones, invitando a participar en la encuesta. _________________________________

Existem milhares de associações e clubes italianos no estrangeiro e, na última década, como muitos grupos de partilha virtual foram acrescentados, que, através de redes sociais, mantêm ligações e desenvolvem iniciativas em muitas áreas. As associações formam o tecido social das nossas comunidades de emigrantes e são os actores e ponto de referência de muitas iniciativas culturais, de formação, protecção e promoção do nosso país no estrangeiro, desempenhando um papel importante na integração civil, social e cultural nos países de chegada dos nossos compatriotas. Emigrazione Notizie contribui, juntamente com outros, para a difusão deste inquérito, apoiado pelo CGIE, sobre o estado do nosso associativismo, sobre as suas necessidades, tendências e orientações, convidando a participar no inquérito. _________________________________

There are thousands of Italian associations and clubs abroad; in the last decade, as many virtual sharing groups have been added, which, through social networks, maintain links and develop initiatives in many areas. Associations form the social fabric of our emigrant communities and are the actors and reference point for many cultural, training, protection and promotion initiatives of our country abroad, playing an important role in civil, social and cultural integration in the countries of arrival of our compatriots. Emigrazione Notizie contributes, together with others, to the diffusion of this survey, supported by CGIE, on the state of our associationism, on its needs, tendencies and orientations, inviting to participate to the enquiry. (fonte: Emigrazione Notizie)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggi all’estero e ingresso in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 dicembre 2021

L’ultima ordinanza, approvata il 14 dicembre sull’onda della variante Omicron, conferma la classificazione in cinque elenchi di Paesi, aggiornati via via a seconda del loro rischio epidemiologico. Inoltre, è necessario informarsi sulle restrizioni adottate dal Paese di destinazione.Verificare a quale elenco appartiene il proprio Paese di provenienza o destinazione attraverso il sito Viaggiare Sicuri o l’App ‘Unità di crisi’. In base al Paese di provenienza o destinazione, inclusi moltissimi Paesi UE, è necessario: – quarantena di cinque giorni se non completamente vaccinati, – tampone molecolare eseguito nelle 72 ore precedenti all’ingresso in Italia, oppure a tampone rapido nelle 24 ore precedenti. Il termine del test molecolare è ridotto a quarantotto ore per gli ingressi dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord. Tutti i cittadini italiani che vivono all’estero e loro familiari, che hanno ricevuto il ciclo completo di vaccinazione (due dosi, ad eccezione di J&J), potranno richiedere il Green Pass recandosi presso l’Asl locale, anche se non iscritti al SSN. Gli altri cittadini stranieri non hanno obbligo di scaricare il Green Pass europeo, purché abbiano con sé la certificazione di vaccinazione da parte delle autorità del Paese di provenienza.Tale certificazione deve essere scritta in italiano, inglese, francese, spagnolo o tedesco (ogni altra lingua necessita di una traduzione giurata) e deve contenere: dati del titolare e del vaccino (data/e di somministrazione, dati identificativi di chi ha rilasciato il certificato). Per sapere invece quali vaccinazioni sono riconosciute all’estero, nonché eventuali restrizioni in base al proprio profilo vaccinale, si può visitare il sito Viaggiare Sicuri o l’App ‘Unità di crisi’. COMUNICATO STAMPA DELL’ADUC

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggi all’estero: gli USA sono la destinazione più richiesta

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 dicembre 2021

A quasi un mese dalla riapertura, l’8 novembre scorso, degli Stati Uniti al turismo, i numeri raccontano la grande voglia degli italiani di tornare a viaggiare oltreoceano. Nel mese di novembre gli USA sono stati infatti la meta preferita per i clienti di CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio: +60% per i preventivi su questa destinazione rispetto al mese precedente, superando, in termini di volumi, Maldive, Dubai, e Caraibi (mete “aperte” già da alcuni mesi) e l’Italia stessa. «Non appena sono state riaperte le frontiere – conferma il Responsabile Commerciale di CartOrange Marco Ferrini – le ricerche per i viaggi negli USA su Google sono cresciute esponenzialmente e anche il lavoro dei nostri consulenti riflette questa realtà: non solo c’è la voglia di informarsi per i futuri viaggi, ma nelle ultime settimane, pur in un periodo molto difficile per il settore, abbiamo ripreso a confermare un numero incoraggiante di viaggi USA ogni giorno, con partenze per le feste natalizie o pianificate per la primavera-estate. Gli Stati Uniti sono la prima grande destinazione extra UE che ha riaperto al turismo e la risposta del mercato ha dimostrato grande fiducia: per questoauspichiamo che si prosegua sulla strada delle riaperture ragionate e dei corridoi turistici, fondamentale per la ripresa del settore. Senza dimenticare comunque che la situazione è in continua evoluzione. L’emergere della variante Omicron, infatti, ha determinato regole più stringenti ma la destinazione resta aperta e accessibile, perciò in questo momento il ruolo dei professionisti del settore nell’orientare e assistere i clienti è fondamentale». Negli USA la destinazione più richiesta per l’inverno e le feste è New York, seguita da Miami e Florida, ideali anche per i viaggi in famiglia. Dai mesi primaverili tornano i self drive, che piacciono soprattutto alle coppie, con i classici itinerari nei parchi nazionali dell’Ovest e negli stati del Sud (con partenza da New Orleans, Nashville, Memphis). La durata media per i soggiorni a New York è di 5 giorni, per i viaggi a tappe di 12.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cambiare modalità di voto per gli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2021

“La gestione del voto per gli italiani all’estero registra ormai da anni forti criticità ed è giunto il momento di cambiare le sue modalità”.Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Patrizio La Pietra che sull’argomento è intervenuto oggi nell’aula di Palazzo Madama.”I nostri connazionali che vivono all’estero – sottolinea La Pietra – mantengono un forte legame con la madre Patria che purtroppo però, spesso, troppo spesso si presenta più matrigna che madre. Molte sono le difficoltà di chi vive all’estero, penso alle procedure per il riconoscimento della cittadinanza in quanto figli o nipoti di italiani, elemento fondamentale sia per ufficializzare un forte legame con l’Italia sia, molto spesso, per una doverosa tutela dei propri diritti oltre confine, tutela della quale noi già tutti possiamo godere in quanto cittadini italiani”.”In questi giorni, in queste ore – osserva la Pietra – in otre 100 Distretti Consolari si stanno svolgendo le elezioni dei COM.IT.ES., l’organismo di rappresentanza dei cittadini italiani all’estero e anche in questa circostanza si sono registrati, e ci sono arrivate segnalazioni puntuali relative a criticità al limite della legalità. Oggi parliamo di COM.IT.ES, ieri di elezioni Politiche, sono sempre le solite problematiche. Per questo abbiamo già da tempo depositato come Fratelli d’Italia una proposta di legge per l’istituzione del voto elettronico per gli italiani all’estero”.”Una normativa di tre articoli – conclude La Pietra – che prevede questa modalità di voto solo ed esclusivamente per i 6 milioni di cittadini italiani residenti all’estero. Un provvedimento che non è un atto isolato ma è frutto di un lavoro e di una sensibilità di Fratelli d’Italia, di attenzione alle nostre comunità che vivono “oltre confine”, fatta di interrogazioni ed anche di emendamenti, uno per tutti, quello che ha consentito ai medici venezuelani di origine italiana, ai quali non si voleva riconoscere la professionalità acquisita negli anni passati all’estero, di venire ad esercitare la loro preziosa professione in Italia durante la pandemia. Non possiamo rimanere sordi alle richieste dei nostri concittadini, vedremo come si esprimerà l’aula, ma possiamo sicuramente garantire che Fratelli d’Italia sarà al loro fianco in ogni passaggio parlamentare, necessario per arrivare a questo obiettivo comune: garantire legalità e degna rappresentanza dei nostri connazionali all’estero”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Estero: Selezione del personale scolastico

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2021

Come ampiamente previsto da Anief, e nonostante gli sforzi organizzativi dell’ufficio V, finalizzati a garantire che i docenti destinati all’estero per l’anno scolastico 2021/22 potessero prendere servizio in tempi compatibili con le esigenze delle scuole dei corsi e dei lettorati, purtroppo anche quest’anno, a distanza di quasi due mesi dall’inizio delle lezioni, la stragrande maggioranza delle cattedre vacanti è ancora in attesa del docente avente diritto.A questo si deve aggiungere che alcune delle graduatorie formulate in seguito alle prove di selezione del 2021, ancora non concluse per tutte le classi di concorso, sono già esaurite.Il MAECI, come peraltro già annunciato dalla consigliera Valentina Setta, dirigente dell’ufficio V della DGSP del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sarà costretto a bandire nuove prove di selezione per riformulare le graduatorie del 2021, che si sono esaurite, a distanza di un mese dalla pubblicazione e per riformulare le graduatorie del 2019 che si esauriranno con le nomine di quest’anno.Il sistema è in stato di grave sofferenza, non è più possibile continuare a rincorrere le graduatorie che si esauriscono, non è possibile che ogni anno si ripeta il rito dei posti che restano vacanti fino a dicembre e oltre. Il sistema rischia di sgretolarsi.Anief chiede che i responsabili prendano coscienza che sulle procedure di selezione e di mobilità verso l’estero si deve cambiare registro. Anief ha fatto le proprie proposte e le continuerà a sostenere in tutte le sedi, convinto che esse sono giuste e risolutive; il sindacato lo farà pure in sede di rinnovo del CCNL Scuola, anche alla luce delle numerose sentenze che hanno stabilito la prevalenza del CCNL sul D. lgs 13 aprile 2017 n° 64.”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ius Soli/ Non dimentichiamo gli italiani all’estero!

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 agosto 2021

“Ritorna ancora una volta il dibattito sullo ius soli, dopo le dichiarazioni del Segretario del PD, Enrico Letta, a La7 che ha affermato: “la legge che noi proponiamo è per coloro che sono nati in Italia, cresciuti in Italia e che hanno fatto la scuola in Italia”.Come non condividere le sue parole. Quanti cittadini nati in Italia, che hanno studiato in Italia ed alcuni che hanno fatto anche il servizio militare, sempre in Italia, hanno poi perso la cittadinanza costretti, molto spesso, a lasciare il proprio Paese per necessità? Cittadini, che con gli altri italiani condividono la stessa cultura, la stessa visione e la stessa civiltà. Sono quindi certa che questa sensibilità il suo partito e i suoi parlamentari la avranno per mettere in calendario e votare una legge che riconosca, finalmente, la cittadinanza italiana a quei compatrioti che l’hanno perduta. È una scelta di civiltà. Passiamo dalle parole ai fatti, io ci sono!” Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani all’estero e voto elettronico

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2021

Fratelli d’Italia ha presentato questa mattina al Senato il disegno di legge per l’istituzione del voto elettronico per gli italiani all’estero. Si tratta di una normativa di tre articoli che prevede questa modalità di voto solo ed esclusivamente per i 6 milioni di cittadini italiani residenti all’estero. Il capogruppo al Senato di FdI, Luca Ciriani, ha sottolineato che “si tratta di una tema che non può più essere rinviato, anche in considerazione dell’assenza nella politica italiana degli ultimi anni nei confronti delle problematiche che vivono i nostri connazionali fuori dei confini della madrepatria.Secondo il senatore Patrizio la Pietra, estensore del ddl, “questo provvedimento non è un atto isolato ma è frutto di un lavoro portato avanti da Fratelli d’Italia di attenzione alle nostre comunità che vivono all’estero fatta di interrogazioni ed emendamenti, l’ultimo dei quali ha consentito ai medici venezuelani di poter venire ad esercitare in Italia durante la pandemia. Si tratta dell’introduzione del voto elettronico che riguarda esclusivamente i nostri connazionali all’estero e che vuole dare una risposta definitiva ai problemi del voto per corrispondenza che non si è dimostrato adeguato”.Per il responsabile nazionale del Dipartimento di FdI per gli italiani all’estero, Roberto Menia, “la battaglia per la concessione del voto per gli italiani all’estero compie vent’anni ed è stata il coronamento dell’impegno portato allora avanti da Mirko Tremaglia. A distanza da quel periodo, la legge riteniamo debba essere sottoposta ad una revisione a cominciare dalla modalità di voto. Quello per corrispondenza ha dimostrato tutta la sua fallacità soprattutto per i costi e per i brogli evidenti che si sono verificati che hanno portato nel nostro Parlamento personaggi non all’altezza di ricoprire il ruolo di rappresentanza loro delegato. La riduzione del numero dei parlamentari con l’ultima modifica costituzionale ha portato alla riduzione del numero dei parlamentari eletti all’estero da 12 deputati e 6 senatori a 8 deputati e 4 senatori. Con i sistemi di controllo che la modalità elettronica oggi consente sarà finalmente possibile far espletare un voto regolare ma soprattutto ampiamente partecipato, viste le defezioni al voto che il sistema cartaceo per corrispondenza ha provocato”. Per il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa “Il sistema di voto attuale per gli italiani all’estero è ampiamente superato e la tecnologia consentirà finalmente di poter dare un’adeguata rappresentanza ai nostri connazionali che vivono lontano dall’Italia”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commercio con l’estero: l’agroalimentare italiano tiene

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 luglio 2021

Anche in un anno segnato dalla pandemia da Covid-19 e dalla conseguente crisi economica, l’agroalimentare italiano, rispetto ad altri settori, tiene sui mercati esteri. Nel 2020, da un lato le importazioni agroalimentari (42,3 miliardi di euro) segnano un calo del 4,7%, nettamente più contenuto rispetto a quello dell’import totale (-12,8%); dall’altro le esportazioni agroalimentari registrano addirittura un incremento dell’1,3% (per la prima volta vicine ai 45 miliardi di euro), sebbene con andamenti molto differenziati a livello merceologico. Dopo il pareggio raggiunto nel 2019, quindi, la bilancia agroalimentare diventa positiva (+2,6 miliardi di euro): il cambio di segno è un risultato di assoluto rilievo, considerando che cinque anni fa il deficit della bilancia raggiungeva i 5 miliardi. La riduzione delle importazioni potrebbe essere un campanello di allarme per l’approvvigionamento di materie prime per la nostra industria di trasformazione, ma per fortuna il segno negativo è complessivamente modesto. Di contro, il risultato positivo delle nostre esportazioni in un anno così difficile per l’economia globale è un dato decisamente incoraggiante per il sistema nel suo complesso. Il Made in Italy gioca un ruolo fondamentale, trainando la crescita dell’export agroalimentare, grazie all’ottima performance di prodotti come la pasta, le conserve di pomodoro e l’olio di oliva. Diminuiscono, invece, le vendite di altri importanti prodotti, come quelli dolciari e i vini DOP. Nel complesso il comparto dei vini subisce, nel 2020, un calo dell’export di circa il 2,4%, un risultato nettamente migliore rispetto a quello di altri importanti competitors stranieri, primo fra tutti la Francia, che ha visto le proprie esportazioni di vino contrarsi in valore di oltre il 10%.L’UE si conferma l’area di riferimento per le esportazioni agroalimentari dell’Italia, con una quota di oltre il 65%; seguono Nord America (13,1%) e Asia (7,6%). Nonostante la crisi pandemica, complessivamente si riscontrano incrementi delle vendite in valore verso molti dei principali clienti, tra cui Germania (+7,1%), Stati Uniti (+5,3%), Regno Unito (+3,1%) e Svizzera (+8,3%). Dal lato dell’import agroalimentare, Francia, Germania e Spagna restano i principali fornitori dell’Italia, con un peso superiore al 35%. Gli acquisti dalla Francia rimangono in linea con il 2019, mentre sono in netto calo quelli dalla Germania (-7,9%) e dalla Spagna (-11,7%). Focus impatto Covid-19 sugli scambi regionali. Gli effetti derivanti dalla pandemia da Covid-19 risultano fortemente differenziati a livello territoriale, legati alla specializzazione produttiva e ai mercati di riferimento delle regioni italiane. A fronte di un incremento complessivo dell’export agroalimentare dell’Italia, metà delle regioni registra nel 2020 un calo delle vendite all’estero. La contrazione, soprattutto nel secondo trimestre, dell’export di prodotti come vini, lattiero-caseari, carni preparate, caffè e prodotti dolciari, ha inciso sul risultato negativo di alcune regioni del Centro-Nord Italia, più specializzate in tali produzioni. Di contro, ben cinque regioni del Sud Italia hanno mostrato un andamento positivo anche nei mesi più colpiti dalle misure restrittive, grazie soprattutto alle maggiori vendite all’estero di pasta, conserve di pomodoro e olio di oliva. Nonostante queste specifiche perfomance settoriali, nel complesso, a partire dalla seconda metà del 2020, si osserva un miglioramento delle esportazioni agroalimentari in molte regioni italiane.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diasen nella Belgrado che sogna il futuro europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2021

C’è anche la mano marchigiana al lavoro per l’ambizioso progetto di restituire futuro e sviluppo a una grande città europea: Belgrado. Nella capitale serba la Diasen di Sassoferrato sta infatti partecipando alla realizzazione del Belgrade Waterfront. Il progetto sta dando il suo contributo a modificare lo skyline di una Belgrado che cerca di archiviare un passato difficile fatto di guerra e distruzione attraverso un processo di modernizzazione: ridefinizione degli spazi, degli edifici, dei quartieri. Dove oggi regna il degrado, sulle rive del fiume Sava nei pressi della sua confluenza con il Danubio, sta nascendo questo imponente complesso residenziale costituito da sei torri con case, hotel, uffici e aree verdi. Edifici avveniristici. Diasen è intervenuta con una biomalta a base di sughero capace di migliorare l’isolamento termico degli appartamenti di quattro palazzi da 24 piani. Il materiale, interamente naturale, aumenta anche la protezione acustica tra gli appartamenti e risponde alle rigide normative serbe in materia di prevenzione antincendio. Un fiore all’occhiello dello sviluppo urbanistico e immobiliare della capitale, il più importante ma non l’unico lavoro che Diasen sta seguendo nella città balcanica, storico crocevia tra Oriente e Occidente, alla ricerca di una sua collocazione all’interno dell’Unione Europea. Attraverso una proficua collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università di Belgrado e con i principali studi di progettazione della capitale e del Paese, Diasen è protagonista di diversi progetti. Tanto che ha recentemente inaugurato Diasen Serbia, la nuova filiale di Belgrado dell’azienda sassoferratese. “L’apertura di una filiale a Belgrado – spiega l’ad di Diasen, Diego Mingarelli – rafforza la nostra presenza in Serbia e rappresenta la volontà di mettere radici in un Paese che ha grandi potenzialità di crescita e dove intendiamo muoverci con soluzioni innovative e di qualità. Per Diasen è motivo di grande orgoglio e soddisfazione concorrere allo sviluppo di un grande Paese che rappresenta un importante punto di congiunzione tra Europa Occidentale e Orientale. Aver costituito Diasen Serbia ci consentirà di mettere a sistema la nostra presenza a Belgrado, un passaggio delicato in cui abbiamo potuto avvalerci anche del prezioso supporto di Confindustria Serbia che ringrazio”.Diasen è presente con strutture commerciali in Francia (Sablet), Portogallo (Évora), Serbia (Belgrado), Stati Uniti (Newnan), Asia (Singapore), Emirati Arabi (Sharjah).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo. Politica estera

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2021

In una gustosissima scenetta de il film “Il marchese del Grillo”, Ricciotto, l’aiutante del nobile romano, annunciava, dalla finestra del palazzo avito, la buona novella del risveglio del marchese. “S’è svejato”, proclamava. Non vogliamo essere irriverenti, ma abbiamo sorriso quando, nell’incontro con il segretario di Stato americano Antony Blinken, il nostro ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha detto che i legami commerciali sino-italiani “sono assolutamente incomparabili con l’alleanza dell’Italia con gli Stati Uniti e le partnership con la Nato e l’Ue.” E’ una buona novella. Pochi ricorderanno i rapporti con la Cina del nostro Di Maio, allora anche vicepremier nel governo Conte1, concretizzati nel “Memorandum d’intesa” tra i due paesi e presentato come accordo economico, mentre erano, invece, politici, il che ha provocato sconcerto tra i membri del G7 (le 7 potenze economicamente più avanzate) e nei paesi della Nato. L’accordo, di economico aveva poco o punto, salvo reclamizzare l’esportazione di arance italiane in Cina che, tra l’altro è uno dei maggiori Paesi produttori dell’agrume. Pochi ricorderanno la proposta del Di Maio di un referendum per l’uscita dall’euro e, quindi dalla Ue, e anche dalla Nato perché “strumento di aggressione”. “Voglio essere molto chiaro”, ha detto Di Maio, “le alleanze dell’Italia con Stati Uniti, Nato e Ue non sono solo alleanze strategiche, ma alleanze di valori, che permettono alla nostra democrazia di affrontare temi come le violazioni dei diritti umani”. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Speranza attivi piano vaccinale per italiani all’estero

Posted by fidest press agency su sabato, 3 luglio 2021

“Apprendiamo dalle agenzie di stampa che il ministro Speranza ha intenzione di vaccinare chiunque ne faccia richiesta che sia sul suolo nazionale. Vorremmo che lo steso zelo si concretizzi anche verso tutti quei connazionali che sono all’estero e che in alcuni casi vivono situazioni di criticità, soprattutto nei paesi dell’America Latina. Se il principio vale per chiunque, a maggior ragione dovrebbe valere per chi è cittadino italiano e risiede all’estero. Chiediamo dunque di attivare presso le nostre ambasciate e, dove possibile, presso gli uffici consolari dei presidi sanitari per vaccinare tutti gli italiani che non possono tornare in Italia e che vivono in situazioni drammatiche. Pensiamo in particolare ai nostri connazionali in Venezuela. Il diritto alla salute vale per tutti gli italiani, ovunque vivano, e ricordo al ministro Speranza che le nostre ambasciate sono territorio nazionale. Si attivi quindi un piano vaccinale anche per loro”. A dichiararlo in una nota il senatore di Fratelli d’Italia Patrizio La Pietra e Roberto Menia, responsabile dipartimento italiani all’estero per FdI.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prove di selezione per la formulazione delle graduatorie esaurite per destinazione all’estero del personale scolastico

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2021

La Dirigente dell’ufficio V, Consigliera Valentina Setta, ha informato i rappresentanti sindacali che ad oggi sono pervenute al sistema circa 5mila domande di partecipazione alle prove da parte del personale docente, 2mila da parte del personale ATA e mille da parte dei dirigenti scolastici. Ovviamente si tratta di numeri provvisori, sia perché la data di scadenza per la presentazione delle domande è il 21 giugno, sia perché tutte le domande dovranno essere vagliate dalla commissione ai fini della loro ammissibilità. La Consigliera Setta ha riferito che l’ufficio V ha intenzione di iniziare a fare i colloqui seguendo la logica delle priorità cioè facendo per prime le prove per quelle classi di concorso dove maggiore è l’esigenza di destinare prima possibile il personale avente diritto. Secondo l’ufficio V la priorità assoluta è quella di formulare le graduatorie definitive dei dirigenti scolastici, specie quella dell’area tedesca. Ai colloqui per i dirigenti seguiranno quelli relativi alle classi di concorso con un maggiore numero di posti disponibili. Non appena saranno passate al vaglio tutte le domande pervenute, l’ufficio V provvederà, come previsto dal bando, a determinare il numero delle commissioni necessarie per l’espletamento dei colloqui. Nel merito dei futuri colloqui d’idoneità per l’insegnamento all’estero, ANIEF ha chiesto garanzie circa la composizione delle graduatorie, chiedendo con forza che in tutte le commissioni sia presente personale in possesso delle competenze indispensabili a valutare correttamente i candidati in tutti i settori previsti dal bando. ANIEF si augura che nessuno dei candidati venga dichiarato inidoneo. Tutti i docenti che dimostrano una conoscenza linguistica di livello B2, che insegnano nelle scuole italiane, sono per ANIEF idonei ad insegnare nelle scuole, nei corsi, nei lettorati italiani all’estero. Sui tempi per l’inizio dei colloqui l’amministrazione non si è sbilanciata. Al termine dell’incontro l’amministrazione ci ha informati che ancora la questione della sede che dovrà ospitare la scuola statale italiana di Barcellona non è ancora risolta. Il Consolato di Barcellona ha individuato una nuova sede ed è impegnato affinché su questa sede vengano fatti i lavori necessari ad ottenere da parte del Comune di Barcellona il rilascio della necessaria licenza di destinazione d’uso.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione parlamentare a sostegno dell’identità culturale degli italiani allestero

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2021

Nel mio intervento per dichiarazione di voto a nome del mio Gruppo parlamentare ho sottolineato come sia “importante analizzare la storia non secondo i nostri gusti o secondo le nostre ideologie, ma secondo i criteri di una ricerca scientifica rigorosa, perché diversamente si cadrebbe nel relativismo culturale dove ciascuno racconta la sua ragione”.Ho fatto notare che “la “cancel culture” si pone l’obiettivo di difendere tutte le diversità e tutte le minoranze, ed anzi definisce una ricchezza la biodiversità e le diversità culturali come il “gender”, ma poi è totalmente intollerante delle diversità di persone o popoli che sono “diversi” dai loro principi ideologici.Ho detto che “i diversi popoli, le diverse storie, le diverse identità sono valori da rispettare e da difendere e non da cancellare”, sottolineando che “l’Italia e gli italiani chiedono di non essere discriminati attraverso l’espulsione della loro cultura e storia dalla vita degli USA, come nessuna cultura deve essere criminalizzata, perché allora ci sarebbero motivi per criminalizzarle tutte”.Ho chiesto che “il Parlamento italiano difenda la nostra patria e la nostra dignità e quella degli italiani all’estero” ringraziando “le organizzazioni degli italiani in America che si sono battute per difendere il nostro cultural heritage, un attaccamento alla Madrepatria di cui le Istituzioni nazionali devono tenere debitamente conto: un esempio di Amore verso l’Italia che tutti dovremmo riscoprire!”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insegnare all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 giugno 2021

Si è tenuto un incontro con i tecnici informatici che hanno realizzato la piattaforma per la gestione delle domande per la partecipazione alle prove di selezione per la destinazione all’estero. All’incontro, che si è svolto in modalità telematica, hanno partecipato anche la capo ufficio V della DGSP del MAECI e diversi funzionari del medesimo Ministero.Va detto che l’incontro è stato programmato in ritardo, considerato che la piattaforma stessa è attiva già dal 1° giugno 2021, cosa che Anief non ha mancato di sottolineare.I tecnici informatici hanno illustrato le procedure di funzionamento della piattaforma, rispondendo alle domande dei rappresentanti sindacali presenti. Anief, presente con il responsabile del settore estero Salvatore Fina, ha segnalato ai tecnici informatici e ai funzionari del MAECI tutte le questioni che iscritti e non iscritti hanno in questi giorni avanzato attraverso l’indirizzo mail estero@anief.net, in modo da poter dare risposte al personale scolastico che trova difficoltà nella compilazione e inoltro della domanda. Si ricorda che le domande vanno inoltrate dal 1° al 21 giugno 2021 su Istanze On Line , i bandi possono essere consultati dai seguenti indirizzi: bando personale docente e ATA, bando Dirigenti scolastici Mercoledì 16 giugno alle ore 12, le organizzazioni sindacali sono ancora convocate dal MAECI per un incontro con all’ODG: trasferimenti estero su estero, graduatorie e nomine.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rilancio scuole italiane all’estero

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2021

Con uno specifico emendamento, Anief propone alle forze politiche di ripristinare le graduatorie d’istituto nelle scuole statali italiane all’estero, dalle quali attingere per conferire incarichi annuali sulle ore non costituenti cattedra e per l’abrogazione dei contratti locali sulle discipline dell’ordinamento scolastico italiano.Attualmente gli spezzoni di cattedra vengono affidati ai docenti italiani che operano nella scuola anche se non in possesso della specifica abilitazione nella classe di concorso e intere discipline dell’ordinamento italiano sono affidate a contratto locale a docenti reclutati localmente. Queste misure hanno abbassato di molto l’offerta formativa delle scuole italiane statali all’estero. Da quando è entrato in vigore il decreto legislativo 13 aprile 2017 numero 64, intere cattedre o spezzoni di cattedra sono rimaste vacanti per mesi o assegnate a personale senza nessuna conoscenza del sistema scolastico italiano, nel caso dei contratti locali, o a docenti italiani non abilitati nella classe di concorso dello spezzone. Con lo stesso emendamento propone delle modifiche al periodo di servizio da garantire all’estero in caso di nomina, riducendolo da sei a tre anni, restituendo il diritto a tutti di arrivare a svolgere 12 anni di servizio all’estero in due mandati.Infine Anief propone anche di portare da 674 a 700 il contingente del persole scolastico operante nelle scuole, nei corsi e nei lettorati italiani all’estero.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani all’estero fantastici Ambasciatori dell’Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 18 Maggio 2021

Grazie al Gruppo Parlamentare di FdI al Senato, al Dipartimento Italiani all’estero e al Dipartimento Esteri per aver organizzato questa iniziativa che tocca un tema che ci sta molto a cuore: tutelare le comunità italiane all’estero e difendere l’italianità nel mondo. Nel corso dei lavori è stato ribadito con fermezza che: “Voi italiani all’estero rappresentate una ricchezza straordinaria e i vostri successi, personali e di comunità, sono motivo d’orgoglio. Siete dei fantastici Ambasciatori dell’Italia, della nostra cultura, della nostra lingua e della nostra identità. Purtroppo, in questi anni abbiamo assistito a una nuova ondata di emigrazione. Sono soprattutto giovani, in maggioranza diplomati e laureati, che scelgono di lasciare l’Italia perché non vedono qui speranze di crescita. Numeri in crescita e che toccano particolarmente il Mezzogiorno.Un dato che conferma il fallimento delle scelte degli ultimi governi in tema di politica economica, fiscale e sociale. Con il paradosso che mentre lasciamo partire i nostri ragazzi migliori, facciamo entrare decine di migliaia di immigrati clandestini, in gran parte senza alcuna professionalità, e destinati ad aumentare le fila del lavoro nero o della criminalità.Fratelli d’Italia vuole fermare questa nuova ondata di emigrazione e condurre una battaglia per riportare in Italia i nostri concittadini emigrati, magari a partire da quelli di più recente emigrazione.Si può fare lavorando su un sistema di incentivi fiscali per poter vivere e lavorare in Italia, e velocizzando le pratiche burocratiche per gli oriundi che chiedono di avere la cittadinanza italiana.Stiamo lavorando ad una serie di proposte per fare in modo che chi vuole tornare nella madrepatria abbia una corsia privilegiata e che i consolati siano il primo aiuto che l’Italia deve ai suoi figli ovunque siano.E vogliamo promuovere il turismo di ritorno per favorire convenzioni e sconti agli italiani all’estero che scelgono di trascorrere un periodo di vacanza in Italia.Vogliamo difendere gli italiani residenti o oriundi. Nei teatri di crisi, quando avvengono episodi come quello dei pescatori in Libia ma anche quando si violano i diritti umani. Penso naturalmente ai nostri fratelli in Venezuela o nelle altre nazioni del Sud America, che combattono contro regimi e derive comuniste. Ma vogliamo aiutare anche i nostri connazionali che resistono alla cancel culture che si abbatte contro le statue di Colombo e la cultura classica.Per noi il tema culturale e identitario rimane fondamentale. A partire dalla lingua: l’italiano è la lingua del bello, della poesia, dell’opera e dei marchi che si distinguono nel mondo per stile e classe. Dobbiamo implementare e promuovere le scuole di italiano nel mondo. Soprattutto nell’anno in cui celebriamo Dante, padre della nostra lingua e della nostra patria. Anche se quella Patria è oltre i confini.Fratelli d’Italia c’è e ci sarà sempre per chi è orgoglioso di essere italiano qualunque sia la distanza che ci separi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »