Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘eucarestia’

L’ostia consacrata a Silvio Berlusconi

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2011

Lettera al direttore. C’è sempre qualcuno che protesta e s’indigna quando un sacerdote non rifiuta l’eucaristia a Silvio Berlusconi, ed è giusto indignarsi qualora quello stesso sacerdote faccia discriminazioni, negando la comunione ad altre persone. Ciò detto, la Chiesa sbaglia a negare l’eucaristia a chiunque la chieda, giacché si mette in una posizione diversa da Cristo. Gesù, infatti, nell’ultima Cena, spezza il pane e lo offre ai discepoli tutti, compreso chi si trovava in una situazione di peccato ben più grave di quella di un divorziato risposato: Giuda. Se glielo avesse negato, certamente gli evangelisti lo avrebbero riferito. Quando disse: «Questo è il mio corpo che è dato per voi. Fate questo in memoria di me» (cf Luca 22,19), non pose nessuna condizione alla distribuzione del pane spezzato. Nel miracolo della moltiplicazione dei pani, Gesù, dando incarico agli apostoli di distribuire alla folla pane e pesci, non disse loro di distinguere tra giusti e peccatori. Giovanni riferisce che il Signore lavò i piedi anche a chi non capiva il suo gesto: «Arriva dunque a Simon Pietro. Gli dice: Signore, tu mi lavi i piedi? Gli rispose Gesù: Ciò che io ti faccio, tu ora non lo sai; lo comprenderai in seguito (Gv 13,6-7). E lavò i piedi anche a chi non era puro (cf Gv 13,11). Anche il peccatore (peccatore secondo la Chiesa) che riceve l’ostia consacrata, potrebbe comprendere in seguito. (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

A trent’anni dal martirio di mons. Romero

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma 29 Aprile 2010, alle ore 18, presso il Salone della Comunità S. Paolo in Via Ostiense, 152 B, il Cipax in collaborazione con Paoline e Adista organizza un incontro-dibattito a cui partecipano: Gianni Novelli – Direttore del Cipax Claudia Fanti – Giornalista Adista Alberto Vitali – Autore del libro Oscar Romero, pastore di agnelli e di lupi Emanuele Maspoli – Autore del libro Ignacio Ellacuría e i martiri di San Salvador Moderatore Fausto Pellegrini – Giornalista Rainews24 Il 24 marzo 1980 Oscar Arnulfo Romero, l’arcivescovo di San Salvador, fu assassinato mentre celebrava l’eucaristia. Quasi dieci anni dopo, nella notte del 16 novembre 1989 gli squadroni della morte fecero irruzione nella Università dei Gesuiti a San Salvador e trucidarono P. Ignacio Ellacuría insieme ai suoi cinque compagni, tutti professori e suoi diretti collaboratori e alle due donne – madre e giovanissima figlia – che lavoravano presso di loro.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La comunione dei divorziati

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

Lettera al direttore. Comprensibile il sacerdote don Walter che ha non ha negato l’Eucaristia al Cavaliere, che ha fatto lo gnorri, e gli si è presentato davanti assieme agli altri comunicandi. Ha dichiarato, infatti: “E cosa potevo fare, negargliela? Non è certo durante una cerimonia che si può porre una questione simile”. In perfetta linea, invece, con la secolare ipocrisia della Chiesa, mons. Rino Fisichella, il quale ha dichiarato che a Berlusconi poteva essere data la comunione poiché è separato dalla moglie. E non ha tutti i torti. Scriveva, infatti, Giovanni Paolo II nella Familiaris consortio: “La riconciliazione nel sacramento della penitenza – che aprirebbe la strada al sacramento eucaristico – può essere accordata solo a quelli che, pentiti di aver violato il segno dell’Alleanza e della fedeltà a Cristo, sono sinceramente disposti ad una forma di vita non più in contraddizione con l’indissolubilità del matrimonio”. L’uomo e la donna divorziati risposati  devono assumere “l’impegno di vivere in piena continenza, cioè di astenersi dagli atti propri dei coniugi” (Familiaris consortio n. 84). Il che significherebbe che vivendo col coniuge in piena astinenza, e fornicando a tutto spiano fuori dal matrimonio, si può avere la comunione. Ma poi, siamo certi che il Cavaliere si sia pentito d’aver violato il segno dell’Alleanza e della fedeltà a Cristo? E perché il buon don Walter non l’avrebbe detto? (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’eucarestia è un optional?

Posted by fidest press agency su martedì, 20 aprile 2010

Lettera al direttore. Il sacerdote che non ha rifiutato la comunione a Silvio Berlusconi, al funerale di Raimondo Vianello, ha fatto cosa giusta e buona. Si è messo nella posizione di Cristo. Sbaglia la Chiesa a negare l’Eucaristia a chiunque la chieda. Altrimenti occorre cambiare il Vangelo. Ad esempio, al versetto: “E ordinò alla folla di adagiarsi sull’erba. Poi prese i cinque pani e di due pesci e, levati gli occhi al cielo, recitò la preghiera di benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli e questi alla folla” (Mt 14, 19), bisognerà aggiungere: “I discepoli offrirono pani e pesci a tutti, escludendo i divorziati risposati”. Al versetto: “Quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi: e sarai beato…” (Lc 14, 13-14), occorrerà aggiungere: “Non invitare i divorziati risposati”. Infine, al versetto: “Mentre mangiavano, Gesù prese il pane, pronunziò la preghiera di benedizione, lo spezzò, lo diede ai suoi discepoli…” (Mt 26,26), occorrerà aggiungere: “tranne all’apostolo traditore”. Tradire il Signore, infatti, è peccato ben più grave che divorziare e risposarsi. Ovviamente il sacerdote che ha dato l’Eucaristia al Cavaliere, farebbe un grave errore se la rifiutasse ad altri divorziati risposati. E’ poi superfluo ricordare che chi si accosta ai sacramenti può ingannare il sacerdote e magari se stesso, ma non il Padreterno. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oscar A. Romero: Pastore di agnelli e lupi

Posted by fidest press agency su martedì, 23 marzo 2010

Il 24 marzo 1980 Oscar Arnulfo Romero, l’arcivescovo di San Salvador, fu assassinato mentre celebrava l’eucaristia. Il mondo ne restò sconcertato, ma per i salvadoregni non fu una sorpresa: la sua, infatti, era una morte annunciata. Da tre anni ormai, Romero si era trasformato nella voce di denuncia più lucida e attendibile del paese; punto di riferimento obbligato per chi volesse capire che cosa stesse davvero succedendo e il solo capace di rendere la dignità rubata a migliaia di vittime, che mai sarebbero passate alla storia. Il suo omicidio aprì una porta sul baratro per il piccolo paese centroamericano: più di ottantamila morti, tra uccisi e desaparecidos, in dodici anni di guerra civile. Per comprendere la figura di Romero è necessario guardare anzitutto al suo popolo. Lui, infatti, non sarebbe mai diventato profeta se non gli fosse toccato d’essere vescovo di un popolo profetico già prima di lui. E non avrebbe mai avuto il coraggio di arrivare fino al martirio, se non gli fosse toccato d’essere vescovo di un popolo martire, molto più di lui. Per accostare e approfondire la figura di questo pastore è perciò necessario considerare la storia sociale e politica di El Salvador. È quanto si propone l’Autore in questa biografia, che si caratterizza per non fare del personaggio un mito, un santino, un esempio di spiritualità avulsa dalla storia.Alberto Vitali Prefazione di Luigi B Ettazzi  Postfazione di Angelo Casati Collana Donne e uomini nella storia, n. 40 pp. 312 ? 19,00 ISBN 88-315-3796-4
Alberto Vitali, prete della diocesi di Milano dal 1999 ha rivestito diversi incarichi in «Pax Christi Italia», come coordinatore dei gruppi dell’Italia settentrionale e consigliere nazionale. Attualmente è
segretario del «Centro Studi Economico-Sociali per la Pace» dello stesso Movimento, delegato dell’area internazionale per El Salvador C.A. e referente del progetto «Conflitti Dimenticati», che Pax Christi Italia realizza congiuntamente a Caritas italiana. Nel 1996 ha fondato l’Associazione Oscar Romero di Milano ed è coordinatore europeo del SICSAL, la rete internazionale dei «Comitati Oscar Romero» di solidarietà con i popoli dell’America Latina. Risiede presso la parrocchia di San Giovanni in Laterano a Milano, dove svolge una parte di servizio pastorale

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eucarestia e cura delle ferite della Storia

Posted by fidest press agency su sabato, 30 Maggio 2009

Assisi 1-2 giugno Convegno nazionale organizzato dalla Provincia italiana dei Padri Sacramentini.  Riflettere sulle ferite della Storia e sulle fragilità umane alla luce dell’Eucarestia significa trovare la ragione della speranza e del proprio agire storico, scoprendo quei germi di salvezza nascosti in ogni singola storia. Il Convegno prevede, accanto agli interventi di Patrizio Rota Scalabrini, biblista; Ivo Lizzola, pedagogista e Fulvio De Giorgi pedagogista, sei laboratori tematici tenuti da testimoni qualificati dedicati rispettivamente alla vita, alla fraternità, alla politica, alla condivisione, alla legalità e alla comunicazione. Il Convegno costituisce la prosecuzione ideale di quello celebrato tre anni fa, sempre ad Assisi, dedicato a «L’Eucaristia e la storia dell’uomo”. L’incontro ripropone la medesima formula di confronto e scambio fra i religiosi Sacramentini e i laici, formula che ha permesso di sperimentare la ricchezza e il calore della famiglia nata dall’intuizione di S. Pier Giuliano Eymard.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cristo hic et nunc

Posted by fidest press agency su sabato, 30 Maggio 2009

Lettera al direttore Gentile direttore, a consolazione di tutti i divorziati risposati o conviventi, che si vedono rifiutare l’eucaristia dalla Chiesa,  vorrei dimostrare che Cristo hic et nunc, sarebbe dalla loro parte. Gesù, infatti, nell’ultima Cena, spezza il pane e lo offre ai discepoli tutti, compreso chi si trovava in una situazione di peccato ben più grave di quella di un divorziato risposato: Giuda. Se glielo avesse negato, certamente gli evangelisti lo avrebbero riferito. Quando disse: «Questo è il mio corpo che è dato per voi. Fate questo in memoria di me» (cf Luca 22,19), non pose nessuna condizione alla distribuzione del pane spezzato. Giovanni riferisce che il Signore lavò i piedi anche a chi non capiva il suo gesto: «Arriva dunque a Simon Pietro. Gli dice: Signore, tu mi lavi i piedi? Gli rispose Gesù: Ciò che io ti faccio, tu ora non lo sai; lo comprenderai in seguito (Gv 13,6-7). E lavò i piedi anche a chi non era puro (cf Gv 13,11). Nel miracolo della moltiplicazione dei pani, Gesù, dando incarico agli apostoli di distribuire alla folla pane e pesci, non disse loro di fare discriminazioni di sorta: «Ma Gesù rispose: Non è necessario che se ne vadano; voi date loro da mangiare» (Mt 14,16). La Chiesa, negando l’Eucaristia a chiunque la chieda, agisce in modo diverso da Cristo e in modo diverso dagli apostoli. (Renato Pierri Scrittore ed ex docente di religione cattolica)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eucarestia e cura delle ferite della storia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

Assisi, 1-2 giugno  presso la Cittadella Ospitalità Pro Civitate Cristiana. La Provincia italiana dei Padri Sacramentini organizza il II Convegno nazionale religiosi e laici dal titolo:  “Eucarestia e cura delle ferite della storia”. Riflettere sulle ferite della Storia e sulle fragilità umane alla luce dell’Eucarestia significa trovare la ragione della speranza e del proprio agire storico, scoprendo quei germi di salvezza nascosti in ogni singola storia. Il Convegno prevede, accanto agli interventi di Patrizio Rota Scalabrini, biblista; Ivo Lizzola, pedagogista e Fulvio De Giorgi pedagogista, sei laboratori tematici tenuti da testimoni qualificati dedicati rispettivamente alla vita, alla fraternità, alla politica, alla condivisione, alla legalità e alla comunicazione. Il Convegno costituisce la prosecuzione ideale di quello celebrato tre anni fa, sempre ad Assisi, dedicato a «L’Eucaristia e la storia dell’uomo”. L’incontro ripropone la medesima formula di confronto e scambio fra i religiosi Sacramentini e i laici, formula che ha permesso di sperimentare la ricchezza e il calore della famiglia nata dall’intuizione di S. Pier Giuliano Eymard.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »