Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘evangelizzazione’

Regina Apostolorum, a 500 anni dalla riforma Luterana al via il ciclo di conferenze “Teologia ed Evangelizzazione”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma. In occasione dei 500 anni dalla riforma luterana l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) propone un ciclo di conferenze dal tema: “Teologia ed evangelizzazione”.
La prima, in ordine di tempo, è quella dell’8 marzo dal titolo: “Il principio della Sola Scrittura, il problema della canonicità e l’uso della bibbia fra i luterani alla luce del criticismo biblico”. Relaziona sull’argomento il Padre Cristóbal Vilarroig L.C., il quale riassume così il senso della conferenza- È noto il disagio che sentiva Lutero davanti alla lettera di San Giacomo. I libri deuterocanonici dell’Antico Testamento – prosegue il Professore- sono passati da essere visti con sospetto, ad avere un relativamente pacifico luogo in appendice e, infine, alla totale espulsione delle bibbie protestanti. Nell’ultimo secolo, comunque, tornano ad essere visti con non poco interesse, e magari come qualcosa di più che “gradino prezioso per capire l’unità della Rivelazione”.
La seconda in calendario, a cura di Padre Ralph Weinman, si terrà sempre presso il Regina Apostolorum, il 5 aprile dal titolo “Joseph Ratzinger ed i Luterani, storia di un rapporto”.
Il docente discuterà come “nel corso della sua vita Joseph Ratzinger è stato in costante dialogo con i Luterani. Questo rapporto non si fonda sulla valutazione dei vantaggi e degli svantaggi insiti in un possibile compromesso, bensì sulla verità di fede. Partendo da questo fondamento egli individua i principi essenziali perché l’unità – tanto necessaria in un’epoca di forte secolarizzazione – possa rafforzarsi. Il dialogo basato sulla fede pone in evidenza le responsabilità di talune correnti luterane – che hanno contribuito a provocare l’indebolimento dell’identità cristiana dell’Europa. Questa conferenza aiuta a comprendere la portata della cosiddetta Riforma, il cui 500 anniversario si celebrerà proprio quest’anno.
Il 10 maggio, il dibattito si concentrerà sul: “Simul iustus et peccator”: perspectiva luterana, católica y ecuménica”. A condurre la conferenza Padre Pedro Barrajón LC, docente APRA e Rettore dell’UER.
Il ciclo celebrativo si concluderà il 24 maggio 2017 con Padre Nicholas Bossou L.C. e il suo intervento su: “L’interpretazione della Bibbia nel tempo della Riforma: alcuni punti di comparazione fra Giovanni Calvino e San Francesco di Sales”. Il riformatore di Ginevra- dichiara il Padre Bossu- non segue il classico schema dei “quattro sensi della Scrittura” ereditato dal Medio Evo ma interpreta la profezia di Ezechiele 37 (le ossa secche) in due modi contrastanti nella sua vastissima opera teologica. Ne vogliamo offrire una valutazione critica, e comparare i suoi principi esegetici a quelli di San Francesco, che rimane molto classico in questo campo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Comunitá cattolica shalom riceve il decreto di approvazione definitiva dei suoi statuti

Posted by fidest press agency su sabato, 12 maggio 2012

Ieri mattina presso il Pontificio Consiglio per I Laici la Comunitá Cattolica Shalom ha ricevuto il decreto di approvazione definitiva dei suoi Statuti. La consegna del decreto e del testo finale degli statuti da parte del card. Stanislao Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, è avvenuta alla presenza di sua Ecc. Mons. Josef Clemens, di Mons. Miguel Delgado, del fondatore e della cofondatrice della Comunità Cattolica Shalom, Moysès Louro do Azevedo Filho e Maria Emmir Oquendo Nogueira e alcuni missionari halom in rappresentanza del Brasile e dei Paesi in cui è presente la comunitá.“ Ogni movimento ecclesiale quando nasce è un piccolo seme che possiede dentro di sé ildesiderio di annunciare Cristo fino agli estremi confini della terra”. Queste le parole del cardinale Stanislao Rylko durante l’atto di consegna e lettura del decreto.“ Credo che sia stato anche questo il vostro desiderio di 30 anni fa quando eravate un piccolo gruppo di giovani tutti animati dallo stesso desisderio: portare Cristo agli altri giovani, al mondo intero. Questa profezia oggi si é realizzata – ha commentato il card. RylKo- ora siete presenti in 16 Paesi del mondo. Oggi la Chiesa, vi dá come nuova comunitá questo sigillo definitivo di autenticità del vostro charisma, un atto di fiducia e di amore della Chiesa nei vostri confronti e vi ringrazia per la vostra opera di evangelizzazione in questi 30 anni. Allo stesso tempo vi augura che, fedeli al vostro charisma, possiate continuare con rinnovato impegno e crescente generosità a servire la Chiesa stessa e l’umanitá intera. Questo di oggi non è un punto di arrivo ma di partenza la Chiesa vi incoraggia vi manda e vi dice : andate e annunciate il vangelo al mondo intero”.Dopo il cardinal RylKo, ha preso la parola Moyses Azevedo, il fondatore della Comunitá Cattolica Shalom, che si é rivolto ai presenti dicendo: Nella persona dei superiori di questo Dicastero, che è la ‘casa dei movimenti ecclesiali e delle nuove comunità”, vorrei ringraziare il Santo Padre. Il “nuovo concetto di annunciatori” dei movimenti e nuove comunità trova necessariamente il suo sostegno “nel detentore di un ministero ecclesiale universale, nel Papa, quale garante dell’invio missionario e dell’edificazione dell’unica Chiesa’. Come diceva l’allora Cardinale Ratzinger, nel congresso mondiale dei movimenti ecclesiali, nel 1998, “il papato non ha creato i movimenti, ma è stato il loro essenziale sostegno nella struttura della Chiesa, il loro pilastro ecclesiale”. E ritornando col pensiero agli inizi della Comunitá, il fondatore racconta di quell’incontro nel Congresso Eucaristico Nazionale del 1980 che cambió la sua vita: “l’incontro tra me, un giovane di vent’anni e il successore di Pietro, il nostro indimenticabile Beato Giovanni Paolo II. Ero stato scelto per offrire qualcosa al Papa, in nome dei giovani, e davanti a Dio e a lui, non volevo offrire altro se non la mia giovinezza, tutta la mia vita in favore dell’evangelizzazione. Prima di tutto l’evangelizzazione dei giovani, e, con loro, di tutti gli uomini lontani da Cristo e dalla Chiesa. Lì, ai piedi di Cristo e ai piedi del successore di Pietro, ho ricevuto una grazia che non potevo prevedere, e che ancora oggi è molto più grande di noi. Da quell’incontro è scaturita una grazia, che due anni dopo, nel 9 luglio dell’ottantadue, avrebbe fatto nascere la Comunità Cattolica Shalom. In questi trent’anni abbiamo fatto un lungo percorso. L’azione dello Spirito Santo, attraverso le grazie e le sfide, e con la costante cura pastorale della Chiesa, ci ha sempre accompagnato fino a questo momento. I nostri Statuti sono il frutto di questo cammino che il Signore ha percorso insieme a noi. Il cammino della pace, le cui fondamenta si trovano nel Vangelo di Giovanni (cap.20,19-29).
In questo passo il Risorto che è passato per la croce, incontra i suoi discepoli e comunica loro lo Shalom, la pace. Gesù gli fa contemplare il suo cuore aperto, soffia su di loro lo Spirito Santo e li invia come un solo corpo, come testimoni della Sua Risurrezione”. E spiegando questo cammino il fondatore conclude citando i tre pilastri su cui si basa la Comunitá cattolica Shalom: contemplazione, unità ed evangelizzazione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’evangelizzazione e l’identità latinoamericana

Posted by fidest press agency su martedì, 9 novembre 2010

Roma 10 novembre 2010 dalle 15.30 alle 18.45 nell’Aula Álvaro del Portillo – Pontificia Università della Santa Croce (Piazza S. Apollinare, 49) Analizzare il sostrato cattolico che ha accompagnato l’America Latina sin dalle prime fasi della sua Indipendenza (1810) e che con gli anni si è consolidato come una delle radici più importanti della sua cultura.  Attraverso l’intreccio di dati culturali, storici, teologici e antropologici, alcuni esperti cercheranno di mostrare, a 200 anni di distanza, come l’identità cattolica rappresenti una parte essenziale ed imprescindibile del popolo latinoamericano, il cui germe era presente sin dai primi momenti della sua attuale conformazione, grazie proprio al contributo della Chiesa. A presiedere i lavori sarà il Cardinale Marc Ouellet, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina.  Il prof. Luis Martínez Ferrer, della Pontificia Università della Santa Croce, fornirà lo sguardo su “La prima evangelizzazione e l’identità dell’America Latina”. A seguire interverrà il prof. Rafael Jiménez Cataño, anch’egli della Santa Croce, su “La Madonna di Guadalupe e l’identità messicana”. La seconda parte della giornata sarà presieduta da Mons. José Octavio Ruiz Arenas, Vicepresidente della Pontificia Commissione per l’America Latina, e prevede l’intervento del prof. José J. Hernández Palomo, del Consiglio Superiore delle Investigazioni scientifiche di Siviglia, su “La identidad cristiana en Latinoamérica antes y después de la Independencia. In conclusione è previsto un colloquio con i relatori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Paolo II e lo sport britannico

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

«Auguro alla neonata Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport britannica, benedetta a Londra da Papa Ratzinger, e al suo presidente il professor Simon Lee, di “portare molto frutto” nella loro opera di educazione ed evangelizzazione delle giovani generazioni attraverso lo sport».
La Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport, che collabora con la Sezione “Chiesa e Sport” del Pontificio consiglio per i Laici e con l’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza episcopale italiana, attraverso il suo presidente Edio Costantini, saluta con interesse la nascita della sua omonima britannica che, Papa Benedetto XVI, durante il Suo viaggio apostolico in Gran Bretagna, ha inaugurato insieme al nuovo “Campo di addestramento sportivo” del St. Mary’s University College di Twickenham.
La prima tappa di questa collaborazione si concretizzerà nel mese di gennaio del 2011. La Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport italiana insieme a quella inglese, in collaborazione con la Sezione Chiesa e Sport del Pontificio Consiglio per i Laici (Santa Sede) e la Catholic Bishops’ Conference of England and Wales, convocheranno a Roma, i “vertici internazionali e nazionali“ del Comitato Olimpico, dello sport professionistico, associativo cattolico, dilettantistico e dello sport per tutti, riuniti per un grande convegno sul tema: “Verso Londra 2012: i valori fondativi dello sport”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XI convocazione dei gruppi e comunità

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2009

Napoli 22 novembre si svolgerà presso il palazzetto dello sport di Ponticelli, la XI convocazione dei gruppi e comunità appartenenti al Rinnovamento nello Spirito della diocesi di Napoli, movimento cattolico, sul tema:”vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga…”, tratto dal vangelo di Giovanni 15,16. La sezione mattinale prevede l’accoglienza con il saluto del coordinatore diocesano Antonio Postiglione, la Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Antonio Di Donna, vescovo ausiliare di Napoli, la preghiera di lode e la relazione sul tema del convegno affidata a Sebastiano Fascetta, responsabile nazionale Evangelizzazione e Missione del Rinnovamento nello  Spirito e autore di numerose pubblicazioni sulla formazione cristiana e carismatica. La sezione pomeridiana prevede un momento di Lode corale, l’intervento di Mons. R. Ponte, vicario episcopale per il laicato della Chiesa di Napoli, un tempo di preghiera per i sacerdoti in occasione dell’anno sacerdotale. La giornata si concluderà con il progetto del Roveto Ardente: un’adorazione incessante, davanti al Santissimo Sacramento; un invito ai fedeli a “ritornare al Cenacolo” perché, uniti nella contemplazione del mistero Eucaristico, intercedano per la piena unità dei cristiani e per la conversione dei Peccatori per un rinnovato slancio di preghiera, di santità, di comunione, e di annuncio, progetto approvato ed incoraggiato da Giovanni Paolo II il grande e dall’attuale pontefice Benedetto XVI. Parallelamente alla Convocazione per “adulti”, sempre presso la palestra del palazzetto dello sport, si terrà anche quella riservata ai più giovani.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ratzinger: sull’educazione e la cultura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 ottobre 2009

Monsignor Luciano Monari, vescovo di Brescia  e vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana, è l’autore del libro Servitori della verità. Riflessioni sull’educazione (Editrice La Scuola pp. 156, euro 9,50) . Il volume, vera sintesi del pensiero di papa Benedetto sull’educazione come servizio alla verità, sul rapporto con l’evangelizzazione, è diviso in due parti precedute da un’introduzione dello stesso Monari. La prima parte (“L’emergenza educativa”) palesa con nitidezza la situazione generale che caratterizza anche il nostro Paese con tutti i rischi di consolidamento per il processo di frammentazione in corso, assai pericoloso per le future generazioni: più che una diagnosi esasperata, una diagnosi profetica. E sulla scia delle riflessioni papali circa le cause della crisi educativa monsignor Monari avverte: “Non è solo questione di metodi, di regole; quello che manca è un atteggiamento chiaro, consapevole, personale di amore alla propria vita, di accettazione della vita dell’altro, di fiducia nel valore della vita umana stessa a prescindere dalle diverse situazioni in cui essa possa trovarsi”, e ancora: “Sarebbe però illusorio pensare che l’atto educativo dipenda solo dall’educatore… Il risultato effettivo dipenderà in ultima analisi dalla risposta libera delle persone. È questo il rischio dell’azione educativa: deve fare ogni sforzo per rendere possibile la maturazione delle persone; ma deve evitare ogni imposizione e consegnare gli esiti alla libertà e alla responsabilità dei singoli. E tuttavia non basta nemmeno la buona volontà individuale. Siamo davanti a un problema culturale, che riguarda la società stessa, i valori che la sostengono”. Ecco allora l’importanza della seconda parte dell’antologia (“Cristianesimo, cultura, università”), che presenta alcuni tra i testi più famosi di Benedetto XVI, quello letto all’Università di Ratisbona o non letto all’Università di Roma, o quello meno noto sul ruolo del monachesimo nella fondazione della cultura occidentale, ed altro ancora. Testi che costituiscono un elogio della ragione umana. Come conclude nell’introduzione monsignor Monari: “Disprezzare la ragione non è segno di devozione religiosa; al contrario: è spia di un ‘buco nero’ che può distruggere prima la fiducia nella verità, poi il desiderio del bene e infine il valore stesso dell’esistenza.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’elogio della coscienza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Genova 19 giugno 2009 ore 19,00 Oratorio di San Filippo Via Lomellini, 12  Presentazione del volume  di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI L’elogio della coscienza  La Verità interroga il cuore Intervengono: Senatore Gaetano Quagliariello  Presidente Vicario Gruppo Parlamentare PDL Senato  Prof. Angelo Campodonico Ordinario di Filosofia Morale Università degli Studi di Genova Saluto del: Signor Cardinale Sua Eminenza Reverendissima Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova e Presidente della  Conferenza Episcopale Italiana Modera: Dott.ssa Maria Antonietta Calabrò Giornalista del Corriere della Sera. È possibile che oggi la fede sia vissuta come un peso così grave da essere ritenuta sopportabile solo a nature particolarmente forti? Così grave da essere quasi una punizione? E perché l’uomo non è più capax Dei, ma avverte nel profondo quel male del vivere che è scacco della sua stessa tensione divina?  L’Elogio della coscienza è una raccolta inedita di saggi di Benedetto XVI. È, soprattutto, il respiro profondo del Cristianesimo che attraversa secoli e ideologie appunto perché “il dato essenziale, dal quale si deve partire, è e rimane la visione biblica dell’uomo, formulata in modo esemplare nei racconti della creazione. La Bibbia definisce l’essere l’umano, la sua essenza, che precede ogni storia e non si perde mai nella storia”. È un cammino, quello tracciato da Papa Ratzinger, cadenzato da diverse riflessioni, sulla coscienza, sul relativismo e la dignità della persona, sulla evangelizzazione, tutte tese a riportare l’uomo alla verità; quella verità che oggi è solo “esteriorità che ciascuno coglie dal suo punto di vista senza mai sapere in che misura coincida con l’oggetto in sé”, profondamente perduta in questo caos esteriore. Atto di rivoluzione è dunque ancora il Cristianesimo, unico “lievito della società”, per l’uomo e per ascoltare ancora tremulo il cuore umano pronunciare “et inquietum est cor nostrum donec requiescat in te”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »