Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘eventi biblici’

I confini tra scienza, fantascienza ed eventi biblici

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 agosto 2018

La recente notizia che un gruppo di scienziati ha acquisito la prova che il diluvio universale, descritto nelle sacre scritture, abbia veramente sconvolto il mondo intero circa diecimila anni fa, mi ripropone il discorso, in verità mai sopito, sul confronto/scontro più in generale tra scienza, fantascienza e scritture bibliche. Gli aspetti più eclatanti li ho avvertiti con i primi clamorosi studi e ricerche sull’ingegneria genetica.
Uno di questi fu divulgato nel 1984 quando il prof. Steve Gould dell’Harvard University rivelò che esista la possibilità tecnica di fecondare una femmina di scimpanzé con seme umano.
Come può essere realizzabile? In genere le cellule sono rivestite da un’unità organica con caratteristiche immunitarie che ne definiscono la specificità. Ciò significa che questa membrana “difensiva” è in grado di frapporre un ostacolo naturale al tentativo di collegarla con cellule di specie diverse. Lo stesso accade per gli spermatozoi. Hanno potere fecondante se mancano particolari sostanze e che sono invece presenti nel liquido vaginale della femmina della stessa specie. Ebbene questi ostacoli nella “fecondazione in vitro” sono stati superati. Ma non basta. Nello spermatozoo esiste un “codice” segreto che impedisce la fecondazione alla presenza di liquidi vaginali non appartenenti alla stessa specie. Ancora una volta la barriera è stata scavalcata in seguito all’esperimento del prof. Juri Yano dello Yekes Primate center of Atlanta in seguito all’adozione di una particolare tecnica enzimatica.
A questo punto non sembra vi siano ostacoli notevoli per realizzare un ibrido uomo-scimmia. In via del tutto naturale si sa della nascita, in cattività, di un piccolo da una femmina di Siamango (una specie di scimmie che vive nell’Asia meridionale) con un gibbone. In questo caso la distinzione genetica è maggiore rispetto a quella dell’uomo-scimmia. Infatti, mentre il rapporto con il gibbone è di 46 e 48 cromosomi quelli con il Siamango è di 50 e 44. Il piccolo ibrido nacque con 47 cromosomi di cui 22 ereditati dalla madre e 25 dal padre. Probabilmente avrà voluto dire qualcosa la circostanza che le due specie avessero avuto un’origine comune ben 4/5 milioni di anni fa. Ed è quasi la data alla quale si fa risalire il rapporto di parentela natale uomo-scimpanzé. A questo punto è proprio il caso di dire che la magia e la fantascienza non costituiscono già da qualche tempo una novità per la natura. Basti pensare all’ape cartaia. Diciamo più semplicemente che esiste già un nuovo mondo e che le sue scoperte continueranno a stupirci a dispetto dei progressi della scienza. Un tema in se affascinante ma che qui riporto solo come citazione rimandando il lettore ai miei libri, pubblicati su Amazon in versione e-book, e quelli degli altri, davvero numerosi, che oggi hanno saputo sviscerare in tutte le loro parti, i limiti, oramai non più insuperabili tra scienza e fantascienza. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »