Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘expo milano’

Codacons su appalti Expo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2016

expo-2015-milanoUndici persone sono state arrestate stamani nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Milano con al centro reati tributari, riciclaggio e associazione per delinquere con l’aggravante della finalità mafiosa. Agli arrestati erano riconducibili alcune aziende a cui erano stati affidati appalti per l’Expo.Al centro dell’inchiesta c’è il consorzio di cooperative Dominus Scarl specializzato nell’allestimento di stand, che ha lavorato per la Fiera di Milano dalla quale ha ricevuto in subappalto l’incarico di realizzare alcuni padiglioni per Expo tra cui quello della Francia e e Guinea equatoriale.
Il Codacons in quanto Associazione, difenderà gli interessi degli utenti, interessi che devono essere tutelati a fronte degli illeciti compiuti.Le società coinvolte ricorrevano a un sistema di fatture false per creare fondi neri. Il denaro era poi riciclato in Sicilia dove gli indagati avevano legami con la famiglia di Cosa nostra di Pietraperzia (Enna). Il Gico della guardia di finanza ha effettuato un sequestro preventivo per circa cinque milioni di euro.Nell’ambito dell’operazione è stato intercettato anche un camion partito dalla Lombardia e diretto in Sicilia con dentro, ben nascosti, 400 mila euro in contanti. Il tir era guidato da Pace.
Il Codacons presenterà costituzione di parte civile nel procedimento penale, in quanto portatore di interessi superindividuali e collettivi di tutti i consumatori/utenti/contribuenti.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Expo Milano: la montagna ha partorito il topolino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 maggio 2016

expo-2015-milanoEd ecco finalmente arrivata, dopo centinaia di dichiarazioni e migliaia di righe inutili, l’occasione di guardare a quel che è stato Expo con un minimo di obiettività. A renderlo possibile – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – sono i numeri; e i numeri dicono che dal 2009 ad oggi l’operazione ha portato ad un guadagno netto inferiore ai 30 milioni di euro.
A questi dati però di va aggiunta qualche considerazione, e la più importante è quella che per arrivare a questo piccolo introito si è dovuti passare per un esborso di denaro pubblico di 1.258,7 milioni di euro. A questo punto, quindi, è quantomeno necessario chiedersi: a chi sono andati questi guadagni? Ed è valsa la pena cementificare ulteriormente Milano per queste cifre?
Ma attenzione, il punto più importante di Expo è un altro. E cioè quello di a aver dato un’immagine totalmente sbagliata del mondo agricolo e di averlo assoggettato ancora una volta agli interessi delle multinazionali invece che ai bisogni dei cittadini.
Ora – conclude Tiso – c’è da chiedersi: su questi numeri e su queste considerazioni cosa ha da dire il ministro dell’Agroalimentare Maurizio Martina?

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Quando i Romani andavano in America”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2015

scoprire roma1Roma mercoledì 16 settembre, alle ore 18.30, a Roma, al Circolo del Ministero degli Affari Esteri (Lungotevere Acqua Acetosa, 42) sarà presentato il volume “Quando i Romani andavano in America” di Elio Cadelo, pubblicato da Palombi Editori. Introdurrà l’ambasciatore Umberto Vattani. Interverranno:Giovanni Bignami, presidente Istituto Nazionale di Astrofisica, Franco Salvatori, presidente emerito Società Geografica Italiana, Maria Longhena, archeologa americanista e saggista, Fabrizio Pesando, docente di Archeologia della Magna Grecia e Antichità pompeiane ed ercolanesi, presso l’Università degli Studi “L’Orientale” di Napoli.La provenienza di molte delle nostre raffinatezze agro-alimentari che orgogliosamente esibiremo all’Expo di Milano, e che sono alla base della moderna cucina italiana, viene da molto lontano: tante nostre tradizionali coltivazioni furono importate dagli antichi Romani, che trasformarono l’Italia da una terra povera e boscosa nel giardino d’Europa.Lo si scopre nell’ultima edizione del libro di Elio Cadelo, “Quando i Romani andavano in America – Conoscenze scientifiche e scoperte geografiche degli antichi navigatori” (Palombi editori), in libreria da giugno. La Prefazione è di Giovanni Bignami, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.Frutti quali i limoni, le pesche e le arance furono trapiantati dalla Cina, l’albicocca dall’Asia centrale, le ciliegie dal Mar Nero, le mandorle dalla Mongolia, la noce, la nocciola e la castagna dall’Asia Minore. E si potrebbe continuare a lungo. Ed è documentata anche la presenza del girasole come di altre piante di provenienza centro e sud-americana.I Romani importarono queste produzioni agricole in Italia da territori lontani, conquistati o anche solo esplorati, e allestirono così il più rigoglioso giardino dell’Occidente. Quando Roma diventò la superpotenza del Mediterraneo, le sue navi raggiunsero ogni angolo del mondo, anche l’America, da dove portarono indietro gli ananas e la mela di zucchero che troneggiano ben visibili sulle tavole imbandite affrescate a Pompei e in mosaici, statue e bassorilievi romani. Furono così i contadini dell’antica Roma a inventare l’agricoltura moderna e a differenziare ed acclimatare un incredibile numero di piante alimentari e ornamentali, come i cipressi, originari dell’estremo oriente. Sul piano militare e commerciale, i Romani furono soprattutto una grande potenza navale, tanto che costruirono navi commerciali e militari foderate di piombo, attrezzate proprio per la navigazione trans-oceanica. Le loro flotte giunsero fino all’Oceano Pacifico ed attraversarono l’Atlantico per attraccare in America.
Elio Cadelo, per la prima volta, grazie a ricerche di paleo-botanica e paleo-astronomia, alle nuove scoperte archeologiche e ad una attenta rilettura dei testi di Plinio, Plutarco, Virgilio, Sallustio, Diodoro Siculo e molti altri autori greci e latini, dimostra che tra le due sponde dell’Atlantico ci furono contatti e scambi, con numerose prove archeologiche e letterarie portate dalla nuova edizione del libro.
Elio Cadelo,Giornalista, divulgatore scientifico, per anni è stato la voce della scienza di RadioRai. Ha lavorato al Corriere della sera, al Mattino, è stato collaboratore di Panorama, Scienza Duemila, Epoca. Autore e coautore di numerose pubblicazioni quali: Un rito, un diavolo, due culture (Storia e Medicina Popolare); ha curato per Marsilio Idea di Natura, 13 scienziati a confronto, ha pubblicato Perché gli OGM (Palombi), con Luciano Pellicani Contro la Modernità – Le radici della cultura antiscientifica in Italia (Rubbettino). Premio ENEA 1999 per la divulgazione scientifica, è stato membro del Gruppo di lavoro sulla Informazione e Comunicazione in Biotecnologia del Comitato Nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie della Presidenza del Consiglio.
Giovanni F. Bignami Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, scopritore delle prime sorgenti gamma del cielo, ha proposto il metodo, ora seguito in tutto il mondo, per la loro interpretazione è stato direttore scientifico della Agenzia Spaziale Italiana, direttore del Centre d’Etude Spatiale des Rayonnements del CNRS/Université de Toulouse (2003-2006), presidente del comitato scientifico dell’ESA. È membro della International Astronautics Academy, dell’Accademia Europea e dell’ Accademia dei Lincei.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta rinvia impegni milanesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2011

In riferimento alla comunicazione relativa agli impegni a Milano del Ministro Renato Brunetta previsti per oggi, lunedì 21 marzo, si avvisa che, vista la concomitanza con l’odierna convocazione del Consiglio dei Ministri alle ore 10,30 per un’informativa del Presidente del Consiglio sull’evoluzione della crisi libica,sono rinviati a data da destinarsi sia la sottoscrizione del protocollo d’Intesa per Expo Milano 2015 prevista alle ore 10,30 a Palazzo Marino, sia il convegno XVI giornata CLAPI – Vinca il migliore, previsto per le ore 11 presso l’aula Aula Magna dell’Università Bocconi.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »