Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘falstaff’

Teatro: Falstaff e il suo servo

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 dicembre 2019

Roma dal 7 al 12 gennaio 2020 Teatro Argentina Largo Argentina 1 orari spettacoli: prima ore 21 martedì e venerdì ore 21 mercoledì e sabato ore 19 e giovedì e domenica ore 17. (Biglietti: intero 40 euro – ridotto 12 euro). Franco Branciaroli e Massimo De Francovich in coppia sul palcoscenico del Teatro Argentina diretti da Antonio Calenda in FALSTAFF E IL SUO SERVO, uno spettacolo dedicato al più tragicomico dei personaggi shakespeariani, non solo quale protagonista di uno dei suoi copioni, Le allegre comari di Windsor, ma anche per il suo ruolo nelle due parti di Enrico IV e la sua presenza/assenza ingombrante nell’Enrico V.Uomo di disperata vitalità, con il suo insistente ottimismo, Falstaff scombina il conflitto tra volontà e destino che attraversa tutti i testi di Shakespeare: e l’alter ego di ogni grande protagonista del suo teatro. Lo spettacolo trasferisce questo duello «nel cuore delle vicende di Falstaff, uomo che confonde i piaceri con la natura, la furbizia con il caso, mettendolo a confronto con un altro personaggio, un Servo che, come Iago, crede di poter manipolare la realtà o, come Puck, pensa di poter «mettere una cintura al mondo – così spiegano gli autori del testo Nicola Fano e lo stesso Calenda – Il conflitto tra i due, sempre giocato tra comicità e drammaticità, rievoca altre coppie celebri del canone shakespeariano (Lear e il suo Matto, Iago e Roderigo, Antonio e Shylock) e della letteratura teatrale (da Don Giovanni e Sganarello a Vladimiro ed Estragone)».L’eccezionale coppia di attori, Branciaroli-De Francovich, ripercorre gli ultimi giorni di vita del protagonista (subito prima della sua tragica morte nell’Enrico V) e racconta il catalogo delle beffe subite da questo eroe tragicomico fino all’epilogo drammatico: un teatro nel teatro nel quale il Servo assume il ruolo di regista demiurgo (tale era lo stesso Shakespeare, quando metteva in scena i suoi copioni con i Lord Chamberlain’s Men) e Falstaff quello di eroe tragicomico, biglia impazzita nel gioco della vita. Ne viene fuori un catalogo delle beffe (tutto il mondo è beffa, dirà lucidamente il Falstaff di Verdi/Boito) subite dal personaggio fino all’epilogo drammatico: la rottura con l’amico/allievo di sempre Enrico e l’abbandono in solitudine, lontano da quella guerra di Agincourt dove tutti gli altri – non lui – conquisteranno gloria eterna. In questa cavalcata nella propria vita, Falstaff avrà accanto i sodali che Shakespeare gli aveva assegnato: le comari di Windsor, l’Ostessa, ma anche i compagni di bevute Bardolph e Francis. Anzi, saranno proprio a issarlo su un grande cavallo dal quale egli cadrà definitivamente nella polvere, assecondando il piano terribile del Servo che, grazie a lui, cercherà di trasformarsi definitivamente in un padrone. Uno spettacolo comico e drammatico insieme: una cavalcata nelle atmosfere shakespeariane, rielaborate per un pubblico di oggi, in grado di cogliere l’eternità del duello tra Caso e Ragione.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La 68ª stagione d’opera dell’Ente Luglio Musicale Trapanese si apre con una prima assoluta per la città: Falstaff

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2016

mastromarino

Trapani venerdì 16 settembre Domenica 18 settembre ore 21.00 Teatro Giuseppe Di Stefano Villa Margherita. La città dei due mari e della gastronomia più raffinata prolunga l’estate con un grande cartellone d’opera. A settembre e ad ottobre torna in scena “Trapani Città Mediterranea della Musica”.In programma Falstaff, Cendrillon e Madame Butterfly, per un trittico di produzioni, a firma Ente Luglio Musicale, che darà un sapore particolare alla lunga estate trapanese.
La 68ª stagione d’opera dell’Ente Luglio Musicale Trapanese si apre con una prima assoluta per la città: venerdì 16 settembre (replica domenica 18 settembre), alle ore 21.00, nello scenario unico del teatro Giuseppe Di Stefano, alla Villa Margherita, a Trapani, in scena “Falstaff” di Giuseppe Verdi. Tratta da “Le allegre comari di Windsor” di Shakespeare, di cui ricorrono i 400 anni dalla morte, Falstaff è l’ultima opera scritta dal grande maestro italiano, ma anche la prima in cui Verdi si è cimentato con il “teatro comico”. Ed è di primissimo piano il cast selezionato per questa produzione. A cominciare proprio da Falstaff, affidato alla sapiente e strutturata voce di Alberto Mastromarino, uno dei massimi interpreti su scala internazionale dei ruoli verdiani. Memorabile il suo personale successo pochi anni addietro proprio nei panni del grasso e vanaglorioso cavaliere inglese al teatro Colon di Buenos Aires. Ma tutta la compagnia di canto scritturata dal Luglio Musicale per questa produzione è di altissimo livello. Solo per citare alcuni nomi: Ford sarà interpretato da Enrico Marrucci, Fenton da Matteo Falcier, il Dott. Cajus da Nicola Pamio, Bardolfo da Stefano Consolini, Pistola da Antonio De Gobbi, Mrs Alice Ford da Dafne Tian Hui. Direttore Stefano Romani, che per il Luglio la scorsa stagione aveva diretto, con successo, “Rigoletto”.
renato-bonajutoPer la regia, poi, torna a Trapani Renato Bonajuto. È ancora vivo il ricordo dei successi ottenuti qui lo scorso anno dal giovane regista novarese tanto con la Turandot che con la piccola opera da camera Cendrillon. Due lavori molto diversi per struttura, contesto e dimensioni, eppure entrambi messi in scena da Bonajuto. La prossima opera in una location alternativa come il Chiostro di San Domenico a Trapani andrà in scena, il 23 e il 25 settembre la rarissima Cendrillon, piccola opera da salotto per voci e pianoforte, di Pauline Viardot, che alterna, secondo la struttura dell´opéra-comique, parti cantate e dialoghi parlati, con personaggi e ruoli che rivelano una parentela con la Cenerentola rossiniana. Seguirà il 30 settembre e il 2 ottobre al Teatro Giuseppe Di Stefano (Villa Margherita – Trapani) Madama Butterfly.
L’abbonamento ha un costo di 50,00 euro per il settore A ”Platinum”, 35,00 euro per il settore “A Gold”, 25,00 euro per il settore B “Gold”. Da lunedì 5 settembre sarà possibile acquistare i biglietti per l’opera Cendrillon, non in abbonamento e con posti liberi (Costo dei biglietti: intero 10,00 euro, ridotto 7 euro). Da giovedì 8 settembre sarà possibile invece acquistare i biglietti per Falstaff e Madama Butterfly. Costo dei biglietti 30,00 euro (A “Platinum”) 20,00 (A “Gold”) 15,00 (B “Gold”) 12,00 (B “Silver), 13,00 (Platinum ridotto per i ragazzi fino a 18 anni) 8,00 (Gold ridotto). (foto: mastromarino, renato bonajuto)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »