Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘fannulloni’

Riforma universitaria

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

“Si deve riflettere sulla portata della Riforma Universitaria voluta dal Ministro Gelmini, sulla tipologie di proteste strumentali in corso e su quanto dichiarato dal prof. Luigi Frati, Rettore della Sapienza, il più grande Ateneo Europeo, circa la presenza di troppi “fannulloni” nelle fila del corpo accademico. Sono dichiarazioni molto forti, che seguono il filone di quella maggioranza silenziosa composta da tantissimi professori, ricercatori e studenti, concordi con lo spirito di una riforma attesa da troppo tempo. Come Consigliere Nazionale degli Studenti Universitari e rappresentante dei giovani di Centro-Destra, mi sento di affermare la piena sintonia con le dichiarazioni, che segnano un vero punto di rottura. Anzi, voglio aggiungere che tantissimi di quei “fannulloni” indicati dal Rettore sono presenti nelle file dalla categoria dei Professori, che a causa di importanti incarichi professionali o politici, delegano il proprio carico di lavoro ai ricercatori sottoposti, sia in termini di produttività scientifica che di supplenza alle lezioni e alle altre attività didattiche”. Così Domenico Paternoster, recentemente eletto nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari nelle file di Azione Universitaria (PdL) Il giovane dirigente di AU ha evidenziato che “un’attenta lettura dei dati riguardanti le Produzioni Scientifiche, che sono stati pubblicati dalla Sapienza, e la mia conoscenza materiale di quanto avviene nei dipartimenti, mi porta a domandare se sono i ricercatori che “non fanno nulla” oppure che  quest’ultimi “facciano troppo” per i docenti a cui devono rispondere per la propria carriera. L’approvazione della Riforma Gelmini consentirà, finalmente, di premiare la meritocrazia e la politica del fare e di svecchiare il gerontocratico corpo accademico. Il limite massimo di dieci anni posto per la carriera di ricercatore, la limitazione delle chiamate dirette, l’istituzione di una commissione nazionale che rilascerà l’abilitazione scientifica nazionale, l’obbligo di pensionamento per i docenti che abbiano raggiunto i settant’anni di età e l’adozione del principio della valutazione delle “Produzioni Scientifiche” per la progressione nella carriere e per il trasferimento dei fondi pubblici renderanno più ponderate e trasparenti le “chiamate” e le assunzioni. La Riforma disegna un nuovo sistema universitario e potranno esultare coloro che credono nella preparazione degli studenti e nella qualità della ricerca. Auspico che Rettori, docenti, ricercatori e rappresentanti degli studenti scelgano di stare dalla parte della politica del fare per ricostruire un’Università italiana degna della sua storia secolare”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I malati oncologici non sono fannulloni

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 aprile 2010

Il decreto Brunetta, convertito in Legge dal Parlamento da poco più di un anno, colpisce in maniera vessatoria i dipendenti affetti da patologie croniche che devono sottoporsi a controlli periodici. Il Responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti dell’Associazione “Giuseppe Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti” (www.dossetti.it), Corrado Stillo, ha dichiarato: <<Presso l’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti riceviamo continue segnalazioni di cittadini, malati oncologici, che si vedono decurtare dallo stipendio una giornata lavorativa, spesa per compiere i necessari controlli post-operatori o per effettuare visite considerate necessarie dagli specialisti.  Riteniamo che questo provvedimento, pensato ed attuato per i fannulloni e gli assenteisti, sia altamente iniquo, nonché vessatorio ed umiliante, per i malati di gravi patologie, che oltre al danno subiscono la beffa di trattenute dallo stipendio. Sono colpiti dal decreto Brunetta anche gli invalidi al 100% che, pur avendo l’esenzione per patologia, devono sottostare ad una vera angheria per assenze non volute ma necessarie. Chiediamo al Governo di modificare con urgenza il provvedimento, per salvaguardare le fasce di malati che devono assentarsi per un solo giorno per terapie e controlli>>.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »