Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘fantasie’

Il piano di Giuseppe Albanese in fantasie e danze al chiaro di luna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 ottobre 2019

Roma sabato 26 ottobre alle 17.30 per la IUC nell’Aula Magna della Sapienza (Piazzale Aldo Moro 5) recital di Giuseppe Albanese.
Giuseppe Albanese, uno dei migliori e più affermati pianisti italiani di questi anni, eseguirà capolavori dell’Ottocento (Beethoven e Schumann) e del Novecento (Stravinskij, Debussy, Ravel), alcuni dei quali sono stai da lui incisi nel concept album intitolato “Fantasia”, pubblicato dall’etichetta discografica più prestigiosa in ambito classico, Deutsche Grammophon. Di Ludwig van Beethoven eseguirà la famosissima Sonata “Quasi una fantasia” op. 27 n. 2, più nota col titolo apocrifo “Al chiaro di luna”. Di Robert Schumann la Fantasia op. 17, che, come l’opera di Beethoven che la precede, è in realtà un ibrido tra una Fantasia e una Sonata. La seconda parte del concerto flirta invece con la musica di balletto e la danza. Prima una suite dal balletto “L’uccello di fuoco” di Igor Stravinskij nella trascrizione per pianoforte di Guido Agosti. Poi la “Suite Bergamasque” di Claude Debussy e in chiusura “La Valse”, uno dei brani più famosi e travolgenti di Maurice Ravel. Il compositore stesso descrisse quel suo “poema coreografico” con queste parole: «Nubi tempestose lasciano intravedere, a sprazzi, delle coppie che danzano il valzer: quando lentamente si diradano, si distingue un’immensa sala popolata da una folla volteggiante. La scena s’illumina progressivamente, finché, raggiunto il fortissimo, si accendono i grandi lampadari. La scena si svolge alla corte imperiale, verso il 1855».Dopo aver vinto giovanissimo il “Premio Venezia” 1997 e il Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano, Giuseppe Albanese si aggiudica nel 2003 il primo premio al “Vendome Prize”, un evento definito da Le Figaro “il concorso più prestigioso del mondo attuale”. Ora ha quarant’anni ed è tra i più richiesti pianisti della sua generazione, invitato per recital e concerti con orchestra da autorevolissime ribalte internazionali, quali – tra gli altri – il Metropolitan Museum e la Rockefeller University di New York, l’Auditorium Amijai di Buenos Aires, il Cenart di Mexico City, la Konzerthaus di Berlino, la Laeisz Halle di Amburgo, il Mozarteum di Salisburgo, St.Martin in-the-fields e la Steinway Hall di Londra, la Salle Cortot di Parigi, la Filarmonica di San Pietroburgo,la Filarmonica Nazionale di Varsavia, la Gulbenkian di Lisbona. In Italia ha suonato con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e in ben undici delle le principali fondazioni lirico-sinfoniche. Albanese è un pianista-filosofo: si è laureato in Filosofia col massimo dei voti e la lode ed è stato docente di “Metodologia della comunicazione musicale” presso l’Università di Messina.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fontanonestate: Intestamè

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2011

Roma 18 luglio 2011 Giardino della Fontana dell’Acqua Paola al Gianicolo – via Garibaldi 30 Orario degli spettacoli: ore 21. Programma della serata:
Intestamè. di Carlo Ragone e Loredana Scaramella Con Carlo Ragone Regia di Loredana Scaramella Musiche di Stefano Fresi, eseguite dal vivo dal Trio William Kemp Costumi: Marco Calandra Luci: Camilla Piccioni Fonica: Daniele Patriarca Una produzione Associazione Culturale Masca Un mosaico di testi accostati per associazioni libere, fra contrasti, attinenze e fantasie, Intestamè offre a Carlo Ragone l’occasione per raccontare con il suo particolare alfabeto di gesti e di suoni un personaggio che, senza maschera, si presenta al pubblico con l’ingenuità e la follìa di un moderno Pulcinella. (intestamè)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grande Venezia

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 ottobre 2010

Roma fino al 24/10/2010 via Nazionale, 194 Palazzo delle Esposizioni. Mostra iconografica, realizzata con il sostegno della Regione Veneto: carte di ieri e foto di oggi, a cura di Simone Bozzato, geografo, e Antonio Politano, fotografo e giornalista. Carte geografiche, libri e atlanti (provenienti dalle raccolte conservate nella Biblioteca della Società Geografica Italiana), accanto a fotografie contemporanee (in collaborazione con l’agenzia fotografica Luz), riguardanti l’area di influenza della Serenissima di un tempo: paesi che si affacciano sul Mediterraneo fino a Istanbul, Alessandria e oltre.  61 fotografie di autori vari che mostrano questi luoghi (e le persone che li abitano) oggi, ritratti da diversi punti di vista (dal geografico al sociale), attraverso la molteplicità di sguardi e interpretazioni dei fotografi che contribuiscono alla mostra. (andrea frazzetta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fantasie e realtà

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2009

Lettera al direttore. San Pietro al Signore: «Signore, giacché le cose sulla terra vanno sempre peggio;  l’amore per il prossimo di tante persone oneste, non è servito e non serve ad evitare che milioni di bambini muoiano di fame, ed altri siano sfruttati, violentati, maltrattati; il dolore degli uomini a causa della malvagità d’altri uomini è ancora immenso, non sarebbe il caso di cambiare strategia, ed anziché sfruttare la bontà di tanta brava gente, sfruttare l’egoismo che è molto più diffuso e più forte dell’altruismo? Signore, facciamo sì che la sofferenza diventi contagiosa come una malattia: quando un bambino soffrirà la fame, tutti gli uomini soffriranno la fame,  anche se s’ingozzeranno di cibo… Accadrà, Signore, che per non soffrire la fame, gli uomini si adopereranno affinché nessuno soffra la fame…Signore, non l’amore per il prossimo, ma l’amore per se stessi farà svanire la sofferenza. Il mondo cambierà grazie all’egoismo». A parte le fantasie, in realtà, se la notizia che ogni giorno più di diciassettemila bambini (sei milioni l’anno), non rattristasse gli uomini solo per qualche minuto, o per qualche ora (i più sensibili), se la notizia ci impedisse di mangiare e magari anche di digerire, se le immagini degli scheletrini dalla pancia gonfia restassero indelebili nella nostra mente, se ci togliessero la voglia di vivere, di ridere, di scherzare,  davvero il mondo cambierebbe. Magari anche per altruismo, giacché per comprendere appieno la sofferenza altrui, bisogna aver sofferto. (Attilio Doni Genova)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

35 anni di successi a “Il Mondo dell’Arte”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2009

Roma 28 novembre, a partire dalle 18.00, Via dei Castani 191 Galleria Il Mondo dell’Arte Saranno trentacinque le candeline che Elvino Echeoni e Remo Panacchia, direttore artistico il primo e direttore commerciale e gallerista de Il Mondo dell’Arte.  Pittore, scultore e musicista Elvino, appassionato d’arte e imprenditore nato Remo, i due soci – amici da sempre – festeggeranno in questo modo i successi ottenuti con una scommessa fatta tanti anni fa. Accanto a loro tanti volti noti del mondo dell’arte e molti personaggi dello spettacolo, ma anche un’infinità di amici e gente comune che, giorno dopo giorno, in tutti questi anni, li ha visti crescere e trasformare in realtà quella che poteva apparire come la più bella delle fantasie. Correvano i mitici anni ’70, per l’esattezza era il 1974, infatti, quando i due, che da sempre hanno in comune la passione per l’arte, decidono di realizzare un sogno e danno vita alla società Il Mondo dell’Arte. Da quel momento si lanciano in un’avventura tanto difficile quanto ambiziosa: mettere in pratica il decentramento culturale portando l’arte e la cultura non nel centro della città, o nelle strade frequentate dalla cosiddetta “Roma bene”, ma laddove batte un cuore ugualmente pulsante, ovverosia nella periferia della capitale. Nel periodo di boom urbanistico della città, in un momento in cui la classe politica parlava di decentramento culturale ma non se ne interessava concretamente, a Remo ed Elvino sembrò naturale aprire una galleria d’arte lontano dal clamore del centro cittadino, in un quartiere popoloso e storico come Centocelle.  Non solo esposizioni di maestri affermati (da Mario Russo a Novella Parigini, passando per Domenico Purificato, Lamberto Ciavatta, Sandro Trotti, Enrico Benaglia e Renato Guttuso) e di tanti giovani talenti, ma anche presentazioni di libri di racconti e poesie, di testi critici e dedicati al settore dell’arte, di concerti musicali e di eventi teatrali diversi. La stima del pubblico valse da subito alla galleria l’etichetta di deposito culturale. Di lì a poco Il Mondo dell’Arte, sapientemente guidato da Elvino Echeoni – che una buona parte di pubblico ricorda come “il pittore delle Miss” per aver ritratto molte delle candidate e vincitrici dei concorsi di bellezza come Miss Italia e Miss Universo – e Remo Panacchia, iniziò a proporre l’arte italiana in tutto il mondo, anche attraverso esposizioni in Cina, Emirati Arabi, Stati Uniti e in tanti paesi europei. Oggi la galleria – che ha organizzato una molteplicità infinita di mostre, sia personali sia collettive, tanto in Italia quanto all’estero, e ha anche una sede nella centralissima Via Margutta – continua a incontrare il favore del pubblico. Il successo registrato nel tempo contraddistingue ancora oggi Elvino e Remo, così come la professionalità, la stima reciproca e l’entusiasmo, ingredienti indispensabili nella ricetta del loro successo.  Progetti per il futuro? Tantissimi, stando a quanto dicono i due. “Quella di oggi è solo una tappa” – promettono Elvino e Remo – “perché contiamo di raggiungere traguardi più significativi”. Quando? “Nei prossimi cento anni”, continuano i due.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Pat Edwards

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2009

Milano via Savona, 26  fino al 22/12/2009 Galleria Anfiteatro Arte Forgotten divas. Il ritorno delle stelle un progetto in cui l’artista Pat Edwards indaga gli elementi centrali della sua poetica: identità, memoria e percezione. Il ciclo e’ ispirato alle Dive del cinema muto in un percorso in cui i volti e gli sguardi delle Stelle di un tempo rivivono nei bagliori luminescenti delle opere loro dedicate. L’analisi sull’identità si concentra su personaggi che esprimono una ambiguità di fondo, volti sui quali si proiettavano fantasie e desideri, visi indimenticabili eppure dimenticati, specchi luminosi su cui si riflettevano sogni ed illusioni, ora avvolti dal velo del tempo. Le opere parlano un linguaggio sussurrato, ricco di evocazioni in cui si ritrovano incanto e disillusione, chimera e verità, aspirazioni e miraggi, ambizione e nostalgia.  Sono opere diverse in ogni momento: a seconda della luce e della prospettiva le Dive si disvelano nei colori o tornano ad essere avvolte nella patina nostalgica di un’epoca. Sono presenze deliberatamente lasciate senza nome, avvolte in un’aura di charme intrigante e misteriosa. Stelle ma anche polvere di stelle, precipitato di sogni.  Lottano per tornare a splendere, per una visibilità che solo chi guarda puo’ conferire loro. Cosi’ l’immagine si accende o si spegne a seconda della posizione dello spettatore che stabilisce una personale relazione con l’opera; un rapporto attivo, che si arricchisce di una intensa componente emozionale.
Pat Edwards (1973) vive e lavora tra l’Italia e gli Stati Uniti  -Forgotten Divas- e’ la sua prima mostra personale la galleria Anfiteatro Arte di Milano.(pat)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »