Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘fare politica’

Serve un nuovo modo di fare politica

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 ottobre 2011

Il risultato di questa mancanza di fiducia nella classe politica non e’ altro che un segno del profondo disagio e del presente malcontento delle famiglie e delle aziende, che non ha niente a che fare con destra e sinistra. Serve una grande alternativa che crei un nuovo centrodestra capace di dare risposte reali e pratiche che non sono quelle proposte dalla sinistra che sa solo strumentalizzare scelte che la gente fa per enfatizzare la propria critica situazione. Se vogliamo risanare le famiglie italiane serve una riforma economica atta a ridare vita e sopravvivenza alla piccola impresa che rappresenta la parte maggiore del settore economico del paese e che rappresenta le partite iva individuali, gli autonomi e le ditte a gestione familiare. Gli imprenditori sono stanchi, non ne possono piu’ di questo massacro mediatico che parla solo di sinistra, di bunga bunga e sfrutta l’unica arma di cui e’ fornita, l’odio verso Berlusconi . Fino a quando l’Italia sara’ governata da gruppi responsabili……solo del mantenimento delle proprie poltrone, da personalismi e da un opposizione incapace di creare un alternativa, l’unico modo per rilanciare una rinascita del nostro paese e’ la scesa in campo dei piccoli imprenditori. Protagonisti della rinascita del dopoguerra e sicuramente in grado di affrontare questa sfida di un paese lasciato allo sbando senza una strada da percorrere. Serve una nuova vita per il paese, un nuovo gruppo di politici che abbiano nel cuore la legalita’,che siano in grado di fare riforme impopolari, tagli pesanti alle spese ed ai privilegi di tutte le caste, Confindustria compresa. Ecco perche’ nella giornata di venerdi 14 ottobre presso il Caffe’ Letterario Pedrocchi di Padova alle ore 18.00 si terra’la presentazione del libro di Francesco Saverio di Lorenzo “ come Dia comanda” a cui seguira’ il dibattito sul tema “sicurezza lavoro e famiglia”.
Il Partito delle Aziende(PDA) si presenta come testimone di legalita’ nella politica nel lavoro e nella famiglia, filo conduttore e indissolubile per la serenita’ di ogni persona. Parteciperanno al dibattito oltre al Presidente Fabrizio Frosio, Gianmario Ferramonti, kim Carrara e Riccardo Sindoca, il Gen. Cc Eduardo Sivori, il Gen Esercito Carmine Bennato, il Gen CC Basilio Viola, il Gen GDF Pietro Matarese ed il Gen Alessandro La Posta dei Corpi Sanitari Internazionali ed avra’ come moderatore Federico Tassinari di Mondolibero.
La legalità se portata come valore nella politica si riflette per inerzia sull’economia e sulle aziende, ecco perche’ il PDA promuove la serenita’ nelle famiglie come diritto inalienabile. (Fabrizio FrosioPresidente PDA)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

Ci sono due modi di fare politica

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 agosto 2010

Ascoltare gli altri ed ascoltare se stessi. A volte, seguendo gli interventi di un politico, ci sembra di esserci imbattuti in un indottrinatore che pensa solo di vendere bene le sue idee e a farle gustare, come un succulento primo piatto di manicaretti, agli ascoltatori di turno ed ai propri fedeli. Si diceva di uno scrittore francese dell’ottocento ,che quando parlava delle miserie di Parigi e delle sofferenze umane, era solito usare, per scrivere, una penna d’oro e circondarsi di servitori pronti a servirlo a dovere ad ogni battito di ciglio. Un dramma umano da descrivere come se si trattasse di un saggio, ma si era lontani anni luce dal viverlo nella comprensione della realtà e a cercarne un riscatto. Il mondo è fatto così. Ai poveri e agli emarginati spetta l’obolo, forse qualche lacrimuccia ma quel che abbiamo lo teniamo stretto e non lo dividiamo di certo con tali “pezzenti”. Proprio per questo motivo abbiamo incominciato a disprezzare la parola “pietà” e a sostituirla con la “solidarietà” come tributo diretto alla ricerca di una soluzione radicale del dramma umano che si matura non solo nei paesi del cosiddetto terzo e quarto mondo, ma anche nelle periferie delle grandi e piccole città. E se qualcuno ci viene a dire che gli italiani, tutto sommato, sono un popolo felice e ricco ci sentiamo di rispondergli: brav’uomo come sei saggio, ma lo saresti ancora di più se all’iniezione di ottimismo ad oltranza vi aggiungessi atti concreti per portare, allo stesso livello di prosperità anche i tanti infelici e poveri del tuo paese, che pure ci sono anche se tu mostri di non vederli perché non hai il carisma di ascoltarli e meno che mai di vivere intimamente i loro drammi esistenziali. Probabilmente gli manca la dote dell’ascoltatore una virtù a nostro avviso non comune ai nostri tempi più che in passato e noi continuiamo ad essere come Diogene alla ricerca di quel profeta illuminato della storia che riuscirà a risvegliare negli esseri umani la sopita dote della solidarietà a tutto campo per i propri simili e a farne un atto compiuto.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »