Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘farmacologia’

Contrasti in farmacologia: un Meeting a Torino

Posted by fidest press agency su martedì, 12 Mag 2015

psicofarmaciTorino giovedì 14 maggio a sabato 16 maggio al centro congressi Torino Incontra, in via Nino Costa 8. La partecipazione è aperta a tutti i medici ed è gratuita. Quali saranno la farmacologia e i farmaci del futuro? Una domanda cui cercheranno di dare risposte gli esperti internazionali riuniti a Torino per il meeting dal titolo “Contrasts in Pharmacology 2.0” organizzato dal Dipartimento di Scienze del Farmaco Università del Piemonte Orientale e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. I temi non sono soltanto tecnici, ma anche etici. Per esempio molti degli studi che portano alla registrazione dei farmaci vengono realizzati nel Paesi dell’Est europeo, ma poi pochi i cittadini di quei Paesi hanno accesso ai nuovi farmaci, quando sono approvati e disponibili. Un altro tema di attualità riguarda come i governi, gli enti di previdenza, le assicurazioni o elitre organizzazioni pubbliche o private potranno avere accesso ai “big data”, alle informazioni personali che riguardano ognuno di noi e che sono disponibili su internet, sui social network, tramite gli smartphone. Informazioni che possono rivelare la presenza di malattie, quali farmaci vengono assunti, chi può essere maggiormente a rischio di malattia.
E poi i timori conseguenti alla crisi economica: il nostro sistema sanitario potrà garantirci l’accesso all’innovazione e ai nuovi farmaci? E i nuovi farmaci saranno per tutti? Ci saranno differenze tra i cittadini europei, per esempio tra italiani e tedeschi, oppure tra cittadini dell’europa occidentale e quelli dell’Est europeo? Per non parlare delle difficoltà di accesso ai farmaci per i cittadini dei Paesi più poveri.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una ricerca dell’Università di Parma pubblicata su rivista internazionale di farmacologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 dicembre 2014

Duomo_e_Battistero_di_ParmaUn gruppo di ricerca del Dipartimento di Farmacia dell’Università di Parma coordinato dal prof. Alessio Lodola e dai dott. Massimiliano Tognolini e dott Matteo Incerti hanno pubblicato un importante studio sulla prestigiosa rivista internazionale British Journal of Pharmacology. Il gruppo, che comprende farmacologi del laboratorio della prof.ssa Elisabetta Barocelli e chimici farmaceutici del laboratorio del prof Marco Mor, è impegnato da anni nella ricerca di ligandi per il sistema delle efrine. Questo sistema, che risulta essere alterato in diversi tumori solidi, dove gioca un ruolo importante nei processi di proliferazione, invasione e angiogenesi (formazione di nuovi vasi sanguigni) tumorale, è un target emergente nella chemioterapia a bersaglio molecolare. Tuttavia, data la novità e complessità del sistema, si è ancora agli inizi del lungo percorso che porta dagli studi di base alla scoperta della molecola che verrà registrata come farmaco. In quest’ottica lo studio, finanziato tra gli altri dall’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, fa compiere passi importanti in questo percorso in quanto ha portato alla scoperta di una molecola, che per le sue caratteristiche di potenza ed efficacia in vitro, risulta essere un importante strumento farmacologico a disposizione della comunità scientifica che lavora nel campo del sistema efrinico e una struttura chimica molto interessante da cui partire per un’ottimizzazione farmaceutica volta alla ricerca di un farmaco somministrabile in vivo.
La ricerca del gruppo parmense iniziata nel 2009 grazie al finanziamento My first AIRC Grant e continuata grazie al FIRB, ha giovato per il raggiungimento di questo importante risultato dell’esperienza conseguita dalla dott.ssa Iftiin Hassan Mohamed presso il Sanford-Burnham Medical Research Institute (La Jolla, California, USA), finanziata in parte dalla società italiana di farmacologia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La ricerca giovane

Posted by fidest press agency su martedì, 2 settembre 2014

farmaciLa Società Italiana di Farmacologia (SIF) e AssoGenerici hanno siglato un importante accordo per promuovere la ricerca italiana sul farmaco mirata al “mondo reale”: farmacologia clinica, farmacovigilanza, farmacoepidemiologia e farmacogenetica. Per l’anno 2014, infatti, sono stati istituiti quattro premi del valore di 5000 euro per lavori pubblicati nel 2013 e nei primi sei mesi di quest’anno, riservati ai Soci SIF da almeno tre anni, non strutturati, di età massima 38 anni, ricercatori dell’Accademia e di altri Enti di Ricerca. “Siamo grati alla SIF e al suo presidente professor Francesco Rossi, per averci dato l’opportunità di contribuire all’opera della comunità scientifica italiana e, in particolare, a quella dei più giovani, che sono una preziosa risorsa del nostro paese. Il mondo del farmaco equivalente vive della ricerca per molti aspetti fondamentali” dice il presidente di AssoGenerici Enrique Häusermann. “Il primo è che solo i farmaci frutto della grande ricerca, che hanno dimostrato sicurezza ed efficacia ai massimi livelli, divengono equivalenti. Non meno importante è che il vasto impiego che conoscono i nostri medicinali richiede una grande attenzione a tutti gli aspetti di farmacovigilanza. Infine, gli ultimi vent’anni hanno dimostrato ampiamente che farmaci di uso consolidato possono rivelare nuove indicazioni di grande importanza e rientra nella nostra mission sostenere queste ricerche”. “A nome di tutta la Società, ringrazio AssoGenerici per voler contribuire insieme a tanti altri a sviluppare ulteriormente la ricerca dei nostri giovani soci” dichiara il presidente della SIF, Professor Francesco Rossi. “La SIF negli ultimi anni sta stabilendo collaborazioni con varie società scientifiche e ultimamente anche con AssoGenerici, che incontreremo anche in un convegno scientifico nel prossimo autunno. I giovani della SIF che vogliono partecipare a questo bando troveranno tutte le indicazioni sul nostro sito.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una nuova frontiera per la farmacologia?

Posted by fidest press agency su domenica, 20 marzo 2011

In altri termini dopo aver avuto generazioni di persone che hanno associato il loro star bene ad una pilloletta, ad una cialda, ad un liquido iniettato in endovena, intramuscolo, ad una flebo, possiamo immaginare questi stessi soggetti o i loro figli e nipoti buttare alle ortiche tutte queste metodiche e convincersi che la salute possa passare da un’altra strada? Lo possono fare, ad esempio, evitando minori ansietà, nello stabilire un ciclo alimentare virtuoso, nel fare lunghe passeggiate, nel rendere le metropoli più vivibili, nel garantire un’aria salubre, nel lavorare di meno e fare più sport ecc.? D’altra parte la medicina dei nostri antenati era sovente più fatta di erbe mediche e di un uso più sapiente dei prodotti alimentari che di derivati da processi chimici da laboratorio. Oggi si usa e si abusa di un farmaco. Le malattie esantematiche sono prevenute con i vaccini. Appena la febbre sale un esercito di pillole sono pronte a debellarla. Un dolore reumatico o un’artrosi si blocca con il cortisone e via di questo passo. Si dice che le società farmaceutiche hanno tutto l’interesse ad avere una popolazione di malati cronici per vendere i loro “salva vita”. Ma se è vero non dovremmo scandalizzarci più di tanto. D’altra parte tutto il sistema economico è fondato sulla logica delle produzioni e dei consumi. Vi sono, tuttavia, dei beni primari considerati tali in quanto il loro uso è fondamentale per l’esistenza umana come l’acqua, il cibo, l’aria che respiriamo, un tetto dove ripararsi dalle intemperie, una scuola dove istruirci. E le medicine diventano anch’esse primarie per tenerci in salute ma con una sola differenza ed è che non lo è più la natura a darceli direttamente ma li facciamo passare dai laboratori e dai loro alambicchi, modifichiamo, a volte le loro molecole e finiamo con il procurare effetti collaterali indesiderati ed è logico presumere che i loro “difetti” diventino una manna dal cielo per le società farmaceutiche in quanto permettono loro di fabbricare altre medicine di contrasto. Oggi se si va dal medico e riscontra un qualcosa che non va nella nostra salute è pronto ad prescriverci una serie di medicine, esami clinici, visite specialistiche ecc, Non pensa ai prodotti omeopatici, alla fitoterapia, ad una intelligente dieta alimentare, ad una diagnosi più personale e meno strumentale. E il paziente, a sua volta, se non riceve la sua buona dose di medicine non si sente sicuro. Il tutto diventa un circolo vizioso che prima o poi deve essere spezzato per evitare che la nostra società si trasformi in una società di farmaco dipendenti. E’ tempo, oramai di pensarci seriamente e di agire di conseguenza prima che il nostro destino diventi quello del malato cronico a vita. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacologia di genere

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 marzo 2011

Roma 5 aprile 2011 – ore 11.00 Senato della Repubblica, Sala Nassirya. La medicina di genere non è una moda passeggera di una società opulenta alla ricerca di obiettivi scientifici sempre nuovi, non è un vezzo di ‘cavalleria scientifica’ verso il gentil sesso. La medicina di genere si inserisce a pieno titolo nel percorso verso una migliore appropriatezza delle terapie che rappresenta l’unica possibilità per coniugare innovazione e sostenibilità di sistema nel medio periodo. La medicina di genere nelle sue duplici declinazioni uomo/donna e bambino/anziano rappresenta il primo passo verso la medicina personalizzata di un prossimo futuro. La sua attuazione deve perciò diventare, da oggi, un obiettivo di sanità pubblica per ottimizzare gli outcome di cura per i pazienti e ridurre i costi evitabili per il Sistema Sanitario Nazionale. Si discuterà di questi temi in occasione della presentazione del volume Farmacologia di genere con gli autori del libro Franconi, Montilla, Vella e le numerose istituzioni presenti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova opportunità per il diabete non controllato

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2010

Roma 16 settembre 2010 – ore 11.30, Residenza di Ripetta conferenza su Nuova opportunità  per il diabete non controllato. Partecipano   Pierluigi Antonelli Presidente ed Amministratore Delegato di Bristol-Myers Squibb Italia  Nicola Braggio Presidente ed Amministratore Delegato di AstraZeneca Italia  Stefano Del Prato Professore associato di Malattie Metaboliche, Università  di Pisa Direttore del Centro regionale di Riferimento per il Diabete dell’Adulto Azienda Opedaliera Pisana, Ospedale di Cisanello, Pisa  Francesco Giorgino Professore ordinario di Endocrinologia e Malattie Metaboliche all’Università  di Bari Direttore dell’Unità  Operativa di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari  Antonio Nicolucci Capo Dipartimento di Farmacologia Clinica e Epidemiologia  del Consorzio Mario Negri Sud  Modera  Carlo Gargiulo

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mille molecole dedicate all’oncologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

Sono oltre mille le molecole in sviluppo destinate all’oncologia: “Ogni due mesi ci sono 60 nuove sostanze allo studio, e due su tre sono farmaci intelligenti” sostiene Filippo De Braud, direttore della Divisione farmacologia clinica e nuovi farmaci dell’Istituto europeo di oncologia di Milano, durante un incontro promosso dal Comitato nazionale per la biosicurezza, le biotecnologie e le scienze della vita della presidenza del Consiglio (Cnbbsv). “Le aspettative su questi medicinali non sono state ancora completamente rispettate – ammette lo specialista – E’ importante cambiare il modo di vedere le malattie, guardando soprattutto alle alterazioni molecolari, per capire come sfruttare al meglio le opportunità offerte da questi nuovi approcci. Insomma, la ricerca è fondamentale” dice il farmacologo. E se le terapie mirate “hanno portato a benefici evidenti per i malati di tumore – interviene il presidente del Comitato, Leonardo Santi – è bene ricordare che questo è stato ottenuto a un prezzo sostenibile: contrariamente a quanto si pensa, infatti, i farmaci biologici incidono solo per il 4% sul complesso dei costi in oncologia”. Inoltre “le molecole a bersaglio permettono di trattare pazienti selezionati, con un uso estremamente appropriato delle risorse. Va quindi affinata la ricerca sui marcatori biologici, così da trattare – conclude Santi – solo chi risponde”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »