Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘fase’

Fase di debolezza dei livelli produttivi

Posted by fidest press agency su martedì, 8 ottobre 2019

La nota mensile resa nota oggi dall’Istat, l’indicatore anticipatore mantenuto un profilo negativo, suggerendo il proseguimento della fase di debolezza dei livelli produttivi.”Un quadro sconfortante: il Pil ha avuto un incremento congiunturale, ma appena sopra allo zero, e solo grazie ad un fatto tecnico legato alla revisione dei conti, la produzione industriale registra la seconda flessione congiunturale consecutiva, il fatturato scende, il potere d’acquisto sale, ma solo grazie alla riduzione dell’inflazione mentre gli ordinativi, nell’ultimo trimestre, salgono di un misero +0,1″ afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”In una situazione così precaria per il Paese, i dazi ci darebbero il colpo di grazia definitivo, facendoci riprecipitare nella recessione” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ribassi grano duro

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 febbraio 2015

agricolturaDopo i rialzi osservati nella prima parte dell’attuale campagna, tornano a scendere i prezzi all’ingrosso del frumento duro nazionale. E’ quanto emerge dall’analisi della Borsa Merci Telematica che evidenzia come a gennaio le quotazioni del frumento duro fino abbiano ceduto l’1,3% su base mensile, attestandosi su un valore medio di 383 €/t. Un andamento che ha trovato ampia conferma nelle prime rilevazioni di febbraio, che hanno mostrato un’accentuazione della fase di ribasso. Il confronto anno su anno si è mantenuto comunque ampiamente positivo, pari a +39,7%. A gennaio si è rilevata invece una dinamica congiunturale positiva sia per il frumento tenero panificabile (+1,8%) che per il mais secco (+1,2%), riconducibile in entrambi i casi ai rialzi registrati nelle prime rilevazioni dopo le festività natalizie. Su base annua, al contrario, il confronto continua ad essere negativo per tutti e due i prodotti cerealicoli, sebbene più accentuato per i prezzi all’ingrosso del mais (-17,8%) rispetto al frumento tenero (-5,6%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protesta lavoratori Inps

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

Oltre 3.500 lavoratori dell’INPS hanno partecipato alle assemblee regionali, indette ieri in tutta Italia dalla RdB Pubblico Impiego, per protestare contro il nuovo assetto organizzativo delle sedi dell’Ente. La RdB INPS critica fortemente l’abbandono un modello organizzativo adeguato, che nel 2009  ha portato ad un aumento del 10% della produttività, per affidare alla multinazionale KPMG un progetto appaltato dal costo di 17 milioni di Euro che prevede il ridimensionamento della presenza dell’Ente sul territorio ed un ritorno al lavoro parcellizzato, sul modello della fabbrica. “Erano anni che non si vedevano tanti lavoratori in assemblea”, commenta Luigi Romagnoli, coordinatore nazionale della RdB INPS. “La maggior parte delle venti sedi nelle quali è in corso la fase sperimentale della riorganizzazione è stata invasa pacificamente da una marea di lavoratori preoccupati per il futuro dell’Ente previdenziale e per il peggioramento delle condizioni di lavoro”. “Questa riorganizzazione – prosegue il rappresentante RdB – si inserisce nel più ampio disegno di smantellamento dello Stato Sociale, che si traduce in una minore offerta di servizi ai cittadini nella scuola, nella sanità e nella previdenza. Dopo anni di martellante campagna diffamatoria nei confronti dei lavoratori pubblici, evidentemente si giudicano maturi i tempi per un attacco a tutto campo alla Pubblica Amministrazione”. Conclude Romagnoli: “La RdB vuole rompere il muro di contrapposizione tra cittadini utenti e lavoratori pubblici, per costruire una comune difesa del Welfare. Nelle prossime settimane proporremo altri momenti di mobilitazione per costringere l’amministrazione a rivedere le proprie scelte e ad aprire un confronto sindacale dal quale scaturiscano certezze sul futuro dell’INPS e sull’attività dei lavoratori”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La coppa del mondo di baseball

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Fino al 27 settembre, Eurosport 2 offrirà ai suoi telespettatori l’opportunità di scoprire il baseball, uno sport spettacolare ma ancora poco conosciuto in Europa. Eurosport 2 trasmetterà 21 partite in diretta della Coppa del Mondo 2009 di baseball, per un totale di quasi 50 ore live. Il commento sarà affidato a Matteo Gandini, Andrea Campagna e Andrea Prete.  Per promuovere il baseball in Europa, la Federazione Internazionale di Baseball (IBAF) ha scelto il continente europeo come territorio ospitante della Coppa del Mondo 2009. E’ la prima volta che questa competizione sarà ospitata da un intero continente. Dal 9 al 12 settembre Germania, Croazia, Spagna e Svezia ospiteranno la prima fase. La seconda fase si svolgerà tra l’Italia e i Paesi Bassi  mentre l’ultimo round, dal 22 al 27 settembre, con otto squadre partecipanti, si svolgerà in Italia.  In totale saranno 22 le nazioni che parteciperanno alla Coppa del Mondo. La Coppa del Mondo di baseball si svolge ogni due anni; i vincitori del 2007 sono stati gli USA che hanno battuto in finale Cuba, team che detiene però il record con 25 titoli. Gli USA, secondi, hanno vinto tre Coppe del Mondo. Le squadre da seguire con attenzione sono Cuba, USA, Giappone, Corea e Repubblica Dominicana, e a seguire le nazioni europee, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Russia e Repubblica Ceca.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trattato Lisbona e gli Enti locali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

“Nell’Unione europea oggi si apre una nuova, storica fase che va nella direzione di un’Europa sempre più unita, garante dei diritti dei cittadini e sicuramente più autorevole sullo scenario internazionale”. Così Vincenzo Menna ed Emilio Verrengia, rispettivamente Segretario generale e Segretario generale aggiunto dell’Aiccre, hanno salutato l’entrata in vigore il 1 dicembre 2009, del Trattato di Lisbona. “Ci sono delle riforme introdotte dal Trattato che indicano un’impennata del Sistema Europa: l’istituzione del Presidente stabile dell’Unione e del ministro degli Esteri con poteri rafforzati, il Parlamento europeo acquisterà più poteri. La Carta dei diritti fondamentali, ora, avrà lo stesso valore giuridico dei Trattati e sarà integrata nel diritto primario europeo”. Con questo Trattato, hanno continuato i dirigenti dell’Aiccre “vengono riconosciute le lunghe battaglie politiche della nostra Associazione che, per esempio, sin dagli anni Cinquanta dello scorso secolo aveva chiesto l’elezione di un Parlamento europeo con poteri effettivi. Inoltre, si aprono ulteriori opportunità per gli Enti locali e regionali i quali, essendo quelli più vicini ai cittadini, potranno, in un quadro europeo di trasparenza, democrazia ed efficienza, svolgere sempre più il loro ruolo politico di garanti della democrazia da un lato ed enti proiettati su uno scenario internazionale dall’altro. Gli Enti locali, infine, potranno beneficiare della più chiare divisioni, introdotte dal Trattato, delle competenze a livello europeo, nazionale e locale”.
L’Aiccre è la Sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (Ccre), Associazione che raggruppa gli amministratori di oltre 100.000 enti territoriali in 26 paesi dell’Unione europea, dell’Europa centrale e orientale e di Israele. Il Ccre si è costituito a Ginevra nel gennaio 1951 ed è dal 5 maggio 2004 la Sezione europea della CGLU (Città e governi locali uniti)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intesa fra bic Lazio e Università

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Roma Via Cesare de Lollis 22. La firma del “Protocollo d’Intesa per la sperimentazione di forme di accompagnamento e orientamento al lavoro”prevede l’istituzione di nuovi punti informativi, nelle università aderenti a SOUL, per fornire una moltitudine di servizi di: diffusione di informazioni in materia di  finanziamenti alla neo-imprenditoria; accoglienza, orientamento ed erogazione di percorsi formativi per i potenziali neo-imprenditori; assistenza tecnica per la fase di redazione del business plan, assistenza alle neo-imprese per la fase di predisposizione di domande di finanziamento e per il coinvolgimento di investitori privati. SOUL e BIC Lazio si impegnano, inoltre, ad organizzare e promuovere iniziative congiunte (premi, laboratori tematici, ecc.) con l’obiettivo di approfondire le problematiche dello sviluppo economico, sociale ed occupazionale e di sottolineare il ruolo dell’imprenditorialità e della creazione d’impresa quale strumento per la valorizzazione delle competenze universitarie.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Verso l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

Con la firma di ratifica da parte della Repubblica Ceca comincia la nuova fase dell’Unione europea, che così acquista una propria personalità giuridica. L’adesione al trattato di Lisbona istituisce le figure del Presidente del Consiglio europeo e dell’Alto rappresentante degli affari esteri. Il Presidente durerà in carica d’ora in poi per due anni e mezzo, con il potere di rappresentare l’UE nelle sedi internazionali e il compito specifico di garantire la preparazione e la continuità dei lavori del Consiglio. L’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza avrà il doppio incarico di mandatario del Consiglio per la politica estera e la politica di sicurezza comune, e di vicepresidente della Commissione, responsabile delle relazioni interne. Maggiori poteri avrà il Parlamento europeo il cui numero di componenti sarà ridotto ad un massimo di 751 e interverrà in maniera determinante soprattutto in tema di giustizia, sicurezza, immigrazione, trattati internazionali e bilancio. Il numero dei deputati sarà determinato in base al numero degli abitanti di ogni singolo Paese. Uno spazio importante tra gli obiettivi comuni dei 27 Paesi componenti l’Unione è dato alla politica energetica e alla politica ambientale. In campo sanitario, è prevista la possibilità di introdurre misure volte direttamente a tutelare la salute dei cittadini, mentre vengono incentivati gli Stati membri a predisporre misure di sorveglianza e di allarme contro gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Regioni chiedono più soldi per la salute

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2009

La proposta avanzata dal Governo, tra i 3 e i 3,5 miliardi di euro l’anno in più, per tre anni per la salute non soddisfa le regioni..Lo ha spiegato, lasciando la Conferenza delle Regioni Michele Iorio, vicepresidente dell’assemblea dei governatori e presidente della Regione Molise. L’Esecutivo, che aveva proposto un Patto di due anni, metteva sul piatto circa 104 mld per il 2010 e 106 mld per il 2011. Risorse giudicate insufficienti dalle Regioni, che si sono sedute al tavolo per redigere una controproposta da presentare al Governo. L’incontro tra Governo e Regioni ci sarà venerdì prossimo, 23 ottobre, ha poi dichiarato il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani. “Spero inizi una nuova fase dopo l’incontro di venerdì prossimo” tra Governo e Regioni. Un’occasione per superare una fase di stallo istituzionale grave, che non dipende dalle Regioni. Da parte nostra – ha tenuto a sottolineare – c’è una reale collaborazione. Un principio, questo, che ispira tutte le nostre azioni. Deve cambiare un dato di fatto, ossia l’iniziativa unilaterale dell’Esecutivo”. La risposta del viceministro alla Salute Ferruccio Fazio non si è fatta attendere “mi auguro che si trovi una soluzione con le Regioni”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gianni Ottaviani Archeopatie

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Roma 10 – 23 settembre 2009 Complesso del Vittoriano Patrocinio Regione Lazio e  Provincia di Roma Mostra personale Inaugurazione: Giovedì 10 settembre ore 18.  L’esposizione è realizzata grazie alla collaborazione di  Comunicare Organizzando Catalogo Editoriale Giorgo Mondadori La mostra “Archeopatie II” celebra il 50° anno di attività dell’artista Gianni Ottaviani, di origini picene ma milanese di adozione. L’esposizione museale rappresenta l’evoluzione capitolina della prima personale dell’autore, “Archeopatie”, svoltasi presso il Museo Archeologico di Milano dal 5 ottobre 1995 al 2 ottobre 1996 già patrocinata dal Comune di Milano.In tale occasione il Complesso del Vittoriano ospiterà un nucleo di 66 opere, tra cui diversi polittici, nel quale confluisce la seconda fase della sua ricerca artistica, iniziata negli anni Ottanta, che fonda le sue radici nello “scavare nella memoria, documentare, ricostruire e riappropriarsi”, come dichiarato nella prefazione del catalogo ufficiale pubblicato dalla Editoriale Giorgio Mondadori. Le opere di Ottaviani sono da interpretare come specifiche annotazioni della memoria, preziosi frammenti di un vissuto celati nell’inconscio, reperti di una storia umana che assurge ad un’archeologia dell’io. Freud l’avrebbe definita “Archeologia dell’anima”. L’ipotesi di una ricostruzione è tuttavia da escludersi, considerando che l’artista tende a mettere in evidenza la dispersione degli elementi nonché l’impossibilità di un recupero mnemonico integrale. In tal senso le lacune costituiscono lo specchio della fragilità del contemporaneo e il modus operandi di Ottaviani corrisponde ad un “processo di stratificazione archeologica” tra i “relitti del naufragio del passato”, come attesta Ermanno Arslan, Archeologo ed ex Sovrintendente ai Beni Artistici del Comune di Milano. In mostra figurerà anche una monumentale opera di dimensioni pari a 7×1,50 metri, realizzata nel biennio 2005-2006 e dedicata all’immagine del Cavallo, metafora di continuità e mezzo indispensabile per lo sviluppo dell’umanità. Essa è composta da 17 pannelli e 150 formelle, su cui l’artista ha raffigurato vari cavalli così come sono stati rappresentati dalla preistoria ad oggi nei campi più disparati mediante una ricerca simile a quella archeologica. Il soggetto del cavallo  rappresenta una costante nel percorso creativo di Ottaviani, ispirata da un detto islandese: “Un uomo da solo è un mezzo uomo, un uomo con un cavallo è un uomo e mezzo“. Il giorno dell’inaugurazione il Circolo Ippico Il 13 Rosso di Rignano Flaminio, in simbiosi con l’opera dell’artista ha  intenzione di effettuare un suo particolare omaggio al Cavallo con un intervento all’esterno del Vittoriano in Costume e a Cavallo qualora le autorità preposte ne concedano il necessario permesso. Gianni Ottaviani nel 2005 su incarico della Direzione del Ministero della Cultura della Turchia ha sovrinteso all’organizzazione della Biennale Internazionale d’Arte di Ankara della quale è stato anche  Presidente della Giuria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi rischi per l’economia reale

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

Si dice che il pessimista è un ottimista ben informato, perciò bisogna saper guardare in faccia la cruda  realtà per poter proporre delle soluzioni realizzabili. Purtroppo dobbiamo riconoscere che alcuni tra i più importanti ma troppo poco considerati sviluppi globali indicano che è in arrivo una seconda e più pericolosa fase della crisi globale, quella che andrà ad intaccare a fondo l’economia reale e la stabilità sociale.  I grandi media, soprattutto negli USA, riportano che i recenti profitti monetari registrati da 4 grandi banche americane proverebbero che la ripresa è incominciata. E Larry Summers, direttore del Consiglio Economico della Casa Bianca, ha sintetizzato che “la crisi è finita”.   Ma un recente rapporto della Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea sottolinea che la “drastica riduzione dei movimenti finanziari internazionali in corso è senza precedenti e potrebbe porre dei rischi seri al commercio e alla finanzia internazionale”. Da ottobre a fine marzo, cioè in sei mesi, i flussi finanziari internazionali (cross-border) sono diminuiti di oltre 2.600 miliardi di dollari, invertendo una tendenza che nei passati decenni era sempre stata in crescita. In altre parole, a seguito della crisi finanziaria ed economica globale le grandi banche, in disperata ricerca di liquidità e con continui tentativi di limitare i rischi, stanno vendendo o abbandonando le loro posizioni estere  per concentrarsi sul cosiddetto core business.  Questo radicale cambiamento delle banche è poco legato alla decisione di chiudere le loro operazioni meramente speculative, quanto piuttosto alla scelta di operare dentro i confini nazionali al fine di usufruire degli aiuti stanziati dai governi per le megaoperazioni di salvataggio.   Ciò forse potrà aiutare le banche a muoversi sui mercati dove il credito scarseggia, ma è senz’altro certo che impatterà negativamente l’economia globale facendo mancare liquidità all’industria e al commercio e minando la tanto attesa ripresa economica. La gravità di questa situazione ha portato persino The Wall Street Journal del 24 luglio a titolare: “Le banche potrebbero creare una minaccia globale”.  Infatti il commercio mondiale non sta migliorando. A fine maggio i container che muovono beni di consumo, prodotti lavorati e semi lavorati tra l’Europa e l’Asia  erano il 20% in meno rispetto all’anno precedente. I dati parlano di un 24% in meno di movimento di container per il 2009, mentre gli armatori praticano già un prezzo per i noli pari alla metà di quello applicato nel 2008. In autunno c’è il rischio che la crisi colpisca ancor più forte le fabbriche, i servizi sociali e i redditi delle famiglie.  La Cina resiste in quanto ha messo in campo investimenti importanti per lo sviluppo della sua economia interna, mentre la Russia sembra debba prepararsi a nuove emergenze economiche. Autorevoli fonti industriali russe denunciano l’arrivo di una seconda e più devastante fase della crisi economica che colpirà i settori produttivi e l’occupazione.  L’aumento del debito estero dei paesi in via di sviluppo, ma anche dei paesi dell’Europa dell’Est, avrà un ulteriore grave effetto negativo sui loro bilanci e sulle loro economie.  Per la prima volta dal 1933, negli Stati Uniti la disoccupazione ha superato la quota del 10%. Nello stato del Michigan, un tempo il centro della produzione dell’auto, il tasso è del 14,1% e nella California, che barcolla sul baratro della bancarotta, è dell’11,5%.  Lo stesso vale per l’Europa e per il nostro paese. La CONFAPI parla di una perdita di 350-450.000 posti di lavoro e la chiusura certa del 2% delle PMI e di un altro 8% a rischio di fallimento. Alcune banche operanti in Lombardia paventano il rischio di fallimento di una percentuale significativa di PMI. Per non parlare del Sud dove, oltre alla difficoltà di accedere al credito, la carenza e l’inadeguatezza delle reti ferroviarie, viarie, telematiche, aeroportuali e portuali, accentuano la crisi e le difficoltà delle imprese. Al di là di ogni polemica, dobbiamo riconoscere che per l’economia reale non c’è più tempo da perdere e che è stato fatto troppo poco per sostenere l’occupazione. Gli stimoli non funzionano automaticamente e non nei tempi desiderati. Occorre che lo stato appronti nuovi strumenti per accelerare la concessione del credito necessario e la realizzazione degli investimenti pubblici.  Occorre riscoprire non solo lo spirito keynesiano ma anche un ruolo più incisivo dello stato, come ai tempi di Enrico Mattei, per indirizzare e sostenere le strategie di sviluppo industriale e tecnologico sia sul mercato interno che su quello internazionale. (Mario Lettieri, sottosegretario all’Economia nel governo Prodi Paolo Raimondi, economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lancio del concorso “un minuto di diritti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 Mag 2009

Nell’ambito delle iniziative per ricordare i 20 anni della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (il prossimo 20 novembre), l’UNICEF Italia e Raitre Bambini e Ragazzi, con il patrocinio del Segretariato Sociale RAI, intendono lanciare un concorso video per la realizzazione di “cortissimi” da un minuto che raccontino  il diritto alla partecipazione. Il Ministero dell’Istruzione ha aderito all’iniziativa e promuoverà il concorso in tutte le scuole attraverso i suoi canali di comunicazione.   Il concorso dal titolo Un minuto di diritti è collegato al concorso internazionale One minutes junior e prevede la realizzazione di video di 60’’ che raccontino in maniera creativa ed originale il diritto alla partecipazione.  Il progetto prevede una fase preparatoria tra fine maggio e giugno in cui le scuole italiane verranno informate del concorso, grazie al supporto del Ministero dell’Istruzione e con il contributo divulgativo dei programmi di Raitre Bambini e Ragazzi, in particolare Gt Ragazzi e il portale Trebisonda e con la collaborazione di Rai Sat Smash Girls, Rai Sat Yo yo, Rai Gulp, Rai Educational, Raidue, Junior.rai.it In questo modo, prima dell’estate, sarà possibile per tutti colori che vogliono partecipare programmare eventuali laboratori di produzione video da tenersi in tempi utili per la consegna dei oneminutes entro il 18 ottobre.  Al momento della ripresa delle scuole a settembre, continuerà il lavoro di promozione dell’iniziativa affinché i ragazzi italiani dalla scuola elementare alla scuola superiore possano raccogliere idee e sforzi per concepire e realizzare i loro oneminutesjr.  I oneminutesjr italiani saranno valutati e premiati dalla giuria che sarà composta da un rappresentante dell’UNICEF Italia, di RAI 3 ragazzi insieme ad esperti di media education, professionisti dei media, insegnanti, educatori, ragazzi e bambini. I vincitori vedranno il proprio lavoro trasmesso su Raitre, sui siti dell’UNICEF e della Rai e su tutti i canali media che aderiranno all’iniziativa.I oneminutesjr italiani entreranno automaticamente a far parte del network oneminutejr internazionale che culmina ad Amsterdam, con lo Stranger Festival.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »