Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘fasulle’

Tessere sconto fasulle

Posted by fidest press agency su martedì, 28 dicembre 2010

Ancora sanzioni dall’Antitrust per le aziende venete delle tessere sconto fasulle. Imprese che tramite telefonate ingannevoli e visite a domicilio, fanno credere di regalare tessere fedeltà gratuite e invece fanno firmare contratti a partire da 2mila euro, per l’acquisto ‘inconsapevole’ di tovaglie, lenzuola ed altri casalinghi. In questa tornata sono state sanzionate 5 aziende, per un totale di 135mila euro. I venditori porta a porta riescono nell’obiettivo grazie ad una balla ricorrente: stiamo aprendo un centro commerciale vicino al tuo Comune, ti regaliamo una tessera sconto.
Da anni queste aziende fanno danni in tutto il Nord Italia, e purtroppo cambiando nome e marchio commerciale, riescono ancora ad accalappiare contratti. Le responsabilità sono molteplici, a cominciare dai consumatori, che non leggono i contratti e firmano anche quando i moduli loro sottoposti sono confusi (è quelli dalle società delle tessere sconto sono un coacervo di parole ambigue). Responsabilità vanno anche a chi potrebbe agire su un piano diverso rispetto all’Antitrust (che sanziona le condotte commerciali scorrette): la magistratura. Nel 2008 avevamo denunciato una di queste società, alla Procura di Firenze, che in seguito trasmette gli atti a Venezia (per competenza territoriale). Solo dopo mesi e mesi, con molta fatica veniamo a sapere che il procedimento era stato archiviato. Eppure nell’odierno provvedimento Antitrust vengono riproposte le memorie della Camera di commercio di Padova, da tempo attiva per tentare (con i propri strumenti) di porre termine alle vendite truffaldine. Secondo quanto riportato nei pareri “si tratterebbe, ove effettivamente dimostrato, di un modus operandi, illecito e truffaldino, penalmente rilevante […]”. Il modo di fare delle aziende porta a porta venete, quindi, è collegabile ad un modus operandi, illecito e truffaldino, penalmente rilevante, tali elementi -per quel che ne sappiamo- non ha comportato effetti penali. Sottolineiamo questo aspetto perché -come rilevabile dalle tantissime segnalazioni pervenuteci – spesso la firma del contratto viene imposta con violenza e minacce verbali (materia prima per una giustizia all’altezza del proprio compito). Di seguito le aziende sanzionate con i vari nomi utilizzati: – Italia a Casa S.r.l., sanzione di 20.000 €. – Idea S.r.l. (sanzione di 30.000 €), originariamente denominata New Trade S.r.l. operante con i marchi Home e New Trade. In seguito New Trade ha cambiato proprietà ed il nuovo socio ha modificato la denominazione in Idea S.r.l. e la sede legale (via Santa Chiara, 10, Selvazzano Dentro, PD), mantenendo immutate la partita IVA e il numero di registro REA. – Signor Loris Scattolin, titolare dell’impresa individuale New Company (sanzione di 10.000 €). Operante con i marchi commerciali “Casa Arredo” e “Linea Casa”. – Jolly S.r.l. (sanzione di 25.000 €), operante con i marchi Jolly, Andromeda, Ciao, Calypso, Nuvola, Teorema, Casa Viva. – Class S.r.l. Sanzione di 50.000 €). Originariamente denominata Style S.r.l. In data 6 settembre 2010 la società ha modificato la propria denominazione sociale in Class S.r.l. e la propria sede legale (via A. Manzoni, 3/C, Rubano, PD), mantenendo immutati, invece, la partita Iva e l’amministratore legale, che risulta anche socio unico della società stessa (di seguito, la Società). Come difendersi. Il decreto legislativo 206/2005 permette il diritto di recesso (art.64), senza penale entro 10 giorni, che decorrono dal momento della prima firma, oppure dal momento della consegna della merce.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rc auto, e le compagnie assicurative fantasma

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2010

L’aumento vertiginoso dei costi dei premi delle polizze R.C.Auto tenta più di un automobilista a guardarsi intorno alla ricerca delle soluzioni più vantaggiose per risparmiare qualche soldino e non di rado sta capitando che, il consumatore, stimolato da alcune offerte allettanti, si rivolga inconsapevolmente a sigle non autorizzate dall’ISVAP, l’Istituto di Vigilanza delle assicurazioni private. Infatti, nel solo 2010, sono state segnalate dall’ente ben nove compagnie “fantasma” che stipulavano sul territorio nazionale polizze evidentemente fasulle.Accade, peraltro, che sigle di compagnie operanti regolarmente in Italia e correttamente autorizzate, vengano distorte e per il cittadino sono guai, perché in caso di sinistro dovrà provvedere al risarcimento dei danni con i propri danari in quanto le polizze stipulate non hanno alcuna validità. Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di IDV e fondatore dello “Sportello Dei Diritti”, invita quindi tutti gli automobilisti e proprietari di automobili a verificare sul sito dell’ISVAP al link https://nsiv.isvap.it/Albi/Albi/defaultImprese.jsp? view=albi&viewSet=imprese la presenza della compagnia con la quale si è scelto di stipulare la propria polizza R.C.Auto nell’apposito albo delle imprese regolarmente registrate per evitare sorprese.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vendite fasulle di immobili comunali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2010

Roma. “E’ necessario avviare una capillare campagna informativa volta a fare alzare la guardia a tutti i cittadini che, illusi dal miraggio di acquisti vantaggiosi, si affidano a chicchessia senza la benché minima tutela né garanzia – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza del Comune di Roma,  in merito alla truffa scoperta dalla sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale, diretta dal Vicecomandante Diego Porta, che ha portato alla luce un commercio illegale sulla vendita di immobili fittizi, anche di pregio, di proprietà del Comune di Roma. “L’aver sventato tale attività illecita, perpetrata da una vera e propria associazione a delinquere,  non solo ha una valenza dal punto di vista della sicurezza, ma acquisisce un forte peso sul piano educativo e social-preventivo, perché dissuade altri malintenzionati dall’ approfittare della buona fede dei cittadini che sperano in affari che invece si rivelano bufale, sia dal punto di vista economico che dei rapporti interpersonali, considerato che il  passa parola induce in inganno anche amici e parenti dei truffati danneggiandone, quindi, irrimediabilmente le relazioni sociali.” – continua Santori.“Tali eventi di illegalità diffusa fanno emergere un malcostume sul quale è necessario fare chiarezza e che si protrae da anni  e contro il quale la Commissione sicurezza si batte da tempo, nel tentativo di sostenere i cittadini in difficoltà che segnalano a più riprese situazioni anomale, poi eventualmente approfondite dagli organi competenti. L’intervento odierno della Polizia Municipale permette alle istituzioni di ribadire che le compravendite  degli immobili comunali seguono criteri severissimi e che le procedure di acquisto possono essere espletate solo all’interno del dipartimento competente del Comune di Roma, dove sono ubicati gli unici uffici autorizzati in tal senso” – conclude Santori.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »