Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘fattore’

Il fattore umano. Lo spirito del lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

E’ il documentario del regista milanese Giacomo Gatti sulle imprese di eccellenza italiane, è disponibile gratuitamente online al link https://fattoreumano.inaz.it/visione-film. Nel film, prodotto da Inaz – Osservatorio Imprese Lavoro in collaborazione con Fondazione Ente dello Spettacolo, si racconta un’Italia che quasi mai arriva sul palcoscenico mediatico: un’Italia dove il lavoro non è solo profitto (o peggio, sfruttamento), ma motore di sviluppo, cultura, creatività. Un’Italia fatta di imprese che credono nel futuro, operano con passione, sono attente alle persone e condividono un senso di responsabilità verso la società. Al film è inoltre dedicato l’ultimo volume della Piccola Biblioteca d’Impresa Inaz, che racconta la genesi della produzione, l’esperienza dei protagonisti e, attraverso le recensioni e i commenti del pubblico, l’eco che ha suscitato.«In questo momento di ripartenza l’esempio delle realtà protagoniste del film indica la strada da seguire: un modo di fare impresa che mette insieme risultati economici e attenzione alle persone, diventando così vero motore di sviluppo, anche sociale. L’uscita del libro dedicato ci è sembrata l’occasione per dare la più ampia diffusione possibile al film, consentendone la visione libera online» spiega Linda Gilli, presidente e amministratore delegato di Inaz. Dalla sua uscita Il fattore umano si è fatto notare grazie alla forza delle sue storie, alla potenza del racconto per immagini curato dal regista Giacomo Gatti, e forse anche grazie al suo messaggio controcorrente: l’impresa non è solo profitto, ma sviluppo, cultura, creatività. «In un’epoca in cui la finanza e le nuove tecnologie sembrano scalzare il fattore umano dal centro dell’economia, la nostra convinzione è che esistano uomini e donne capaci di fare la differenza – afferma Giacomo Gatti regista e autore con Elia Gonella del film– Sono le mani e i cervelli delle imprese italiane e le loro storie meritano di essere raccontate attraverso il linguaggio del cinema». Libro Il fattore umano. Lo spirito del lavoro di G. Gatti, L. Gilli, M. Vitale. Ed. Piccola Biblioteca d’Impresa Inaz 2019, €. 10.00

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fattore J: per la salute è tempo di empatia

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 Maggio 2020

Roma. Qual è il rapporto dei giovani con la malattia? Come si comportano gli adolescenti di fronte a uno stato di disagio proprio o altrui? In che modo la scuola può aiutare a gestire gli stress della vita e ad affrontare emergenze importanti come quella che stiamo vivendo? Sono solo alcune delle domande al centro dell’evento live “Esperti in classe” che si è svolto questa mattina con il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità. Collegati in un’aula virtuale aperta e diffusa più di 800 studenti e docenti da tutta Italia. Hanno partecipato anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, la sindaca Virginia Raggi e il professore Massimo Andreoni, primario del reparto Malattie Infettive del Policlinico Tor Vergata di Roma.L’evento si è svolto nell’ambito di Fattore J, il programma promosso da Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Janssen Italia, divisione farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson, per educare 100mila giovani all’inclusione, alla diversità e all’empatia verso le persone affette da malattie. Il percorso formativo prevede formazioni online e in presenza, oltre a video pillole e testimonianze dirette di associazioni nazionali di pazienti e partner scientifici di rilievo.Tra i 1.000 studenti che hanno risposto alle domande del questionario il 40% dichiara di vivere con disagio il rapporto con persone affette da una patologia. Tra le emozioni che i ragazzi dichiarano di provare maggiormente in questo periodo vi sono tristezza, malinconia, nostalgia, paura del futuro, noia e ansia. I giovani si considerano dotati di empatia, ma non si sentono in grado di gestire le proprie emozioni e di trasformarle da negative a positive.Uno spot di 100 secondi (youtu.be/vA5zzHQPaG4) dà il via alla campagna di sensibilizzazione di Fattore J. La formazione avverrà online e anche in presenza nelle scuole di sei regioni: Lazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto. Gli esperti guideranno ragazze e ragazzi a una corretta comprensione scientifica dei modi per prevenire e affrontare alcune patologie diffuse con focus particolare sulle aree terapeutiche di ematologia, immunologia, infettivologia, ipertensione polmonare e neuroscienze. Al loro fianco, le associazioni dei pazienti che aiuteranno a cogliere la dimensione più personale e intima della malattia, a sviluppare intelligenza emotiva e maggiore consapevolezza della “diversità” e “unicità”. Hanno aderito al progetto Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma (AIL), Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus (AIPI), Associazione Malati Reumatici del Piemonte (AMaR), Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (AMICI Onlus), Associazione Nazionale Amici per la Pelle (ANAP Onlus), Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza (APIAFCO), Network Persone Sieropositive (NPS Italia Onlus) e Progetto Itaca Onlus. Partner scientifico l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore al polmone

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 novembre 2014

sigaretteNel 2014 in Italia 12.000 donne si ammaleranno di tumore del polmone. Soprattutto nel nord del Paese: nelle Regioni settentrionali, infatti, si registra un numero doppio di casi rispetto al sud della Penisola. Il principale fattore di rischio anche per la donna è il fumo di sigaretta. Un vizio che sta diventando sempre più “rosa”: il 18,9% della popolazione femminile è tabagista. “Novembre è il mese di sensibilizzazione mondiale per questa malattia – commenta la prof.ssa Silvia Novello, Presidente della onlus Women Against Lung Cancer in Europe (WALCE, http://www.womenagainstlungcancer.eu) e docente presso l’Università degli Studi di Torino –. Il tumore al polmone è la prima causa di morte per cancro a livello mondiale e la stigmatizzazione di questi pazienti non ha più senso di esistere. Per questo, oggi parte il nostro progetto “Come star meglio con un ‘trucco’”: laboratori di make-up, organizzati per piccoli gruppi di donne sottoposte a trattamenti chemio-radioterapici, con la presenza di esperti di cosmesi. La campagna si articolerà su tutto il territorio nazionale, per offrire a centinaia di persone l’opportunità di vivere un’esperienza unica, in un momento difficile della loro vita. L’iniziativa è rivolta soprattutto a quei centri che non dispongono di programmi di questo genere, per diffondere capillarmente alcune importanti nozioni sul tumore del polmone”. WALCE Onlus è l’associazione europea nata nel 2006 per sostenere e informare i malati oncologici e i loro familiari nella lotta contro questa patologia. Da oggi al 24 novembre, presso 14 Servizi di Oncologia italiani, alcune esperte di trucco che collaborano con WALCE coordineranno un incontro dedicato al make-up per una decina di pazienti, che verranno aiutate con accorgimenti e strategie utili per attenuare gli effetti collaterali delle terapie. Il 13 novembre l’iniziativa sbarcherà anche ad Atene. “Sono interventi pratici e di supporto – aggiunge la prof.ssa Novello –, che aiutano a migliorare l’aspetto fisico delle donne e la loro qualità di vita. In questo modo riusciamo a intervenire anche sull’adesione alle cure e, quindi, il progetto è un ulteriore stimolo nella lotta quotidiana contro la malattia”. La seduta di make-up si differenzia da altre iniziative simili perché si affianca a “Per saperne di più”: programma informativo-educazionale, indirizzato a pazienti oncologici, ai familiari e al pubblico, per offrire a tutti un’occasione di confronto con l’esperto e la possibilità di porre domande sulla patologia, sulla sintomatologia, sui fattori di rischio, sulla diagnostica e su altri temi correlati. Ecco tutte le ‘tappe’ della campagna “Come star meglio con un ‘trucco’” di WALCE, con i referenti locali: 6 novembre Ospedale di Montecchio Maggiore (VI) dott.sse Cristina Oliani e Samuela Binato; 10 novembre Avellino (A.O.S.G. Moscati, dott. Cesare Gridelli, Antonio Rossi e Giuseppe Colantuoni) e Torino (A.O.U. San Luigi di Orbassano, prof.ssa Silvia Novello); 14 novembre Roma (A.O. San Giovanni Addolorata, dott.ssa Olga Martelli); 15 novembre Cuneo (A.I.L. – Sezione di Cuneo “Paolo Rubino”, dott.ssa Ida Colatonio); 17 novembre Ceglie Messapica e Francavilla Fontana (BR, Ospedale Dario Camberlingo, dott.ssa Annamaria Miccianza), Messina (A.O.O.R. Papardo-Piemonte, prof. Vincenzo Adamo), A.O.U. di Parma (dott. Marcello Tiseo) e A.O.U. di Sassari (dott. Lorenzo Cordero e Carlo Putzu) ; 18 novembre Bari (Istituto Tumori “Giovanni Paolo II”, dott.ssa Anna Maria Catino); 19 novembre Catania (A.O. Cannizzaro, dott. Giuseppe Banna) e Lecce (Ospedale Vito Fazzi, dott.ssa Silvana Leo); 22 novembre Sondalo (SO, Presidio Ospedaliero E. Morelli, dott. Giuseppe Valmadre); 24 novembre Pordenone (A.O. “S. Maria degli Angeli”, dott. Alessandro Del Conte)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Frost & Sullivan: Le comunicazioni M2M sono il fattore chiave per le fabbriche del futuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 marzo 2014

policlinico trigoria -_vista_aereaLe telco avranno un ruolo essenziale nel garantire la creazione di stabilimenti “smart” e pienamente connessiTradizionalmente, il settore manifatturiero ha implementato diverse tipologie di reti cablate per automatizzare le attività all’interno degli stabilimenti. Tuttavia, i nuovi sistemi machine-to-machine (M2M), come ad esempio il wireless a corto raggio e le reti cellulari a lungo raggio, stanno diventando soluzioni preferenziali per le fabbriche del futuro. I sistemi M2M possono integrare o sostituire le reti cablate per consentire soluzioni di robotica e di mobilità aziendale avanzate all’interno degli stabilimenti, rendendo possibile la connettività in zone inaccessibili, la comunicazione attraverso barriere e l’installazione semplificata basata su reti wireless LAN e WAN e su reti di sensori wireless. Una nuova analisi di Frost & Sullivan (http://www.ict.frost.com), intitolata “M2M Communication in Manufacturing”, rileva che le compagnie di telecomunicazioni ( o “telco”) avranno un ruolo chiave nella fornitura di soluzioni M2M e nella crescita dell’Internet delle Cose nel settore manifatturiero in Europa. “La capacità delle telco di offrire servizi di comunicazione di livello enterprise, integrati con le comunicazioni a livello di ciascuno stabilimento, è di importanza critica per l’affidabilità delle attività dello stabilimento, – afferma Shuba Ramkumar, analista di Frost & Sullivan. – Anche le reti partner esistenti possono essere sfruttate per fornire servizi end-to-end, tra cui l’implementazione di rete e la fornitura di applicazioni e strumenti per l’analisi dei dati.” La velocità di adozione delle comunicazioni M2M potrebbe tuttavia essere ridotta, poiché il settore manifatturiero, tradizionalmente conservatore, sarà preoccupato per il potenziale downtime e per il rischio collegato al valore ed alla qualità del prodotto finale. Le preoccupazioni relative alla sicurezza rappresentano un altro motivo per cui i produttori sono restii a scegliere di impiegare le reti wireless. Oltre alle sfide di tipo tecnico, la relativa inesperienza delle telco in questo mercato dissuade i produttori dall’avvalersi dei loro servizi.
Educare i produttori sui benefici delle tecnologie M2M avanzate, assicurare il funzionamento sicuro delle reti wireless e consultarsi con i produttori per creare soluzioni su misura per i requisiti unici di ciascuno renderanno la manifattura “smart” una realtà in tempi molto più rapidi. “Nelle aree in cui le compagnie di telecomunicazioni non dispongono di competenze interne, c’è spazio per alleanze con fornitori di automazione, system integrator o fornitori di strumenti per l’analisi dei dati, – raccomanda Ramkumar. – L’acquisizione di aziende più piccole specializzate in applicazioni innovative per la mobilità a livello enterprise e nell’analisi dei dati aiuterà le telco a capitalizzare l’immenso potenziale delle comunicazioni M2M nel settore manifatturiero.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bagnasco: il fattore famiglia

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

«Raccogliamo con grande soddisfazione e gratitudine l’attenzione con cui il cardinale Bagnasco ha voluto ieri rilanciare la proposta del Fattore Famiglia presentata dal Forum alla recente Conferenza della Famiglia di Milano con ampi consensi bipartisan» commenta Francesco Belletti, presidente del Forum. «Una proposta che l’appello del cardinale Bagnasco può tirare fuori dalla palude della situazione politica in cui è rimasta impastoriata, nonostante i tavoli tecnici siano al lavoro presso il ministero dell’Economia con l’apporto degli esperti del Forum. «Come afferma il presidente della Cei “una ricognizione lucida della condizione nazionale deve portare il Paese a darsi una politica familiare preveggente, che mantenga la famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna, e aperta alla vita, quale base per rilanciare il Paese, e rilanciarlo sul proprio caratteristico equilibrio esistenziale” «E la leva fiscale, subito dopo le affermazioni sull’identità stessa della famiglia, è la più efficace politica familiare che si possa mettere in campo. In questo senso, come afferma ancora il cardinale, il FattoreFamiglia rappresenta “il criterio ad oggi più evoluto, in quanto più equilibrato rispetto ad ipotesi precedenti, suggerisce che l’auspicata, urgente riforma del fisco dispone già di un elemento centrale di grande convergenza”.  «Occuparsi di un ideale alto, coscienti che, come ha detto Benedetto XVI agli amministratori di Roma e Lazio, “tutto ciò che si fa per sostenere il matrimonio e la famiglia accresce la grandezza dell’uomo, rafforzando nel contempo la società” può servire a superare i “sottili veleni” della politica restituendo alla gestione della cosa pubblica e del bene comune una dignità che rischia di perdersi definitivamente».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Policlinico di Milano: biotecnologici biosimilari

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

All’Ospedale Maggiore di Milano le prime esperienze cliniche di farmaci biotecnologici biosimilari in ambito ematologico hanno evidenziato pari efficacia e sicurezza rispetto ai biotecnologici originatori. Questo è il risultato condiviso nel corso del Convegno de Il Sole 24Ore ‘Farmaci biotecnologici biosimilari: innovazione e sostenibilità’, sostenuto da Teva Italia. L’esperienza clinica ha previsto la somministrazione del fattore di crescita G-CSF filgrastim XM02 biosimilare e del filgrastim originatore, farmaci che aumentano la produzione di cellule progenitrici (staminali) del sangue. Tali cellule, una volta raccolte, vengono reinfuse nel paziente dopo la chemioterapia, al fine di rigenerare le cellule ematiche (trapianto autologo). Il biotecnologico biosimilare filgrastim XM02 ha dimostrato pari efficacia e sicurezza rispetto al farmaco originatore, sia per quanto riguarda i tempi di produzione (aferesi) che la quantità di cellule raccolte. Inoltre, il biotecnologico biosimilare filgrastim XM02 ha dimostrato pari efficacia e sicurezza nello stimolare la ripresa midollare nei pazienti che hanno subìto il trapianto autologo e nell’utilizzo nella terapia di supporto ambulatoriale alla chemioterapia.  I biotecnologici biosimilari sono farmaci simili ai biotecnologici originatori già in commercio, i cui brevetti sono scaduti, che consentono un risparmio medio di almeno il 30% rispetto agli originatori.
Secondo le recenti proiezioni1, che considerano una progressiva introduzione in diverse aree terapeutiche dei farmaci biotecnologici biosimilari nei prossimi 10 anni, il risparmio per il sistema sanitario italiano potrebbe progressivamente salire a 200 milioni di euro annui nel 2015 e raggiungere i 500 milioni di euro annui nel 2020. Complessivamente, le aziende sanitarie risparmierebbero il 3-4% sulla spesa complessiva per i farmaci”.
La sovrapponibilità  di qualità, sicurezza ed efficacia dei farmaci biotecnologici biosimilari con gli originatori è garantita da complesse procedure di immissione in commercio regolate, in Europa, a livello centrale dalla EMA (European Medicines Agency).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sesta giornata serie A

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Ecco le quote Better. Si parte con gli anticipi di sabato: alle 18, l’Udinese (a 1,75), fanalino di coda, cerca la prima vittoria in campionato contro una delle rivelazione di queste prime partite, il Cesena (a 4,85). Alle 20:45 il Milan (a 2,00), a Parma (a 3,75), vuole i tre punti per restare agganciata alle zone alte della classifica. Domenica s’inizia alle 12:30 con il Lecce (a 2,40), reduce da due pareggi consecutivi, che cercherà di sfruttare il fattore campo contro il Catania (a 3,00). Alle ore 15 le altre partite. Incontri equilibrati quelli che vedranno di fronte Bologna (a 2,55) e Sampdoria (a 2,75), Chievo (a 2,30) e Cagliari (a 3,20), Fiorentina (a 2,10) e Palermo (a 3,50), Napoli (a 2,40) e Roma (a 3,00). Il Genoa (a 1,95), in casa, affronta l’ostico Bari (a 4,00). La Lazio (a 1,70), all’Olimpico, ha una grande occasione per restare in vetta, affronta il Brescia (a 5,25) di Iachini, comunque da non sottovalutare. La sesta giornata di campionato si chiude con il posticipo serale che è anche il big match della giornata: Inter (1,90) e Juventus (a 4,25). Ecco tutte le quote elaborate e proposte da Lottomatica Scommesse:
Data    Campionato di serie A 2010-11    1    X    2
02.10 ore 18.00    UDINESE    CESENA    1,75    3,40    4,85
02.10 ore 20.45    PARMA    MILAN    3,75    3,30    2,00
03.10 ore 12.30    LECCE     CATANIA    2,40    3,15    3,00
03.10 ore 15.00    BOLOGNA    SAMPDORIA    2,55    3,15    2,75
03.10 ore 15.00    CHIEVO    CAGLIARI    2,30    3,10    3,20
03.10 ore 15.00    FIORENTINA    PALERMO    2,10    3,25    3,50
03.10 ore 15.00    GENOA    BARI    1,95    3,25    4,00
03.10 ore 15.00    LAZIO    BRESCIA    1,70    3,40    5,25
03.10 ore 15.00    NAPOLI    ROMA    2,40    3,15    3,00
03.10 ore 20.45    INTER     JUVENTUS    1,90    3,30    4,25

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quote better, champions league

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Domani inizia la seconda giornata della Champions League 2010-2011. Ecco le quote Better. La Roma (a 1,35), dopo la vittoria in campionato contro l’Inter, affronta i rumeni del Cluj (a 9,00). L’altra italiana, il Milan (a 2,55), in trasferta ad Amsterdam, incontra gli olandesi dell’Ajax (a 2,70). Dopo aver battuto nel primo turno la Roma, il Bayern Monaco (a 2,00) cerca conferma contro gli svizzeri del Basilea (a 3,80). Spartak Mosca (a 1,45) e Chelsea (a 1,30) cercheranno di far valere il fattore campo rispettivamente contro lo Zilina (a 7,50) e il Marsiglia (a 10,00). Per Real Madrid (a 1,55) e Arsenal (a 1,65) due trasferte difficili: gli spagnoli in Francia contro l’Auxerre (a 6,00) e gli inglesi in Jugoslavia, contro il Partizan (a 5,50). I portoghesi del Braga (a 2,35), dopo i sei gol presi nel turno precedente dall’Arsenal, cercano il riscatto contro i russi dello Shakhtar Donetsk (a 3,00).  Ecco le quote elaborate e proposte da Lottomatica Scommesse:

Girone    Champions League 2010-11    1       X       2E
ROMA    CFR CLUJ                          1,35    4,50    9,00E
BASILEA    BAYERN MONACO         3,80    3,25    2,00F
SPARTAK MOSCA    ZILINA             1,45    4,00    7,50F
CHELSEA    MARSIGLIA                  1,30    5,00    10,00G
AUXERRE    REAL MADRID             6,00   3,85    1,55G
AJAX    MILAN                                 2,70    3,25    2,55H
PARTIZAN    ARSENAL    5,50    3,55    1,65H
BRAGA    SHAKHTAR DONETSK    2,35    3,20    3,00

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il modello sociale europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

Premesso che il modello sociale europeo potrà essere valido solo se va consolidato, dobbiamo riaffermare  la convinzione che la politica sociale ed i risultati economici vanno sostenuti a vicenda. I sistemi di protezione sociale altamente sviluppati costituiscono un elemento fondamentale per la costruzione di un modello sociale all’avanguardia. Il primo passo è quello di adattare i sistemi europei, nelle loro svariate forme, al criterio di unicità di cui sono privi. Si tratta, ovviamente, di un’operazione complessa anche perché ciascun Stato membro deve trovare le proprie soluzioni, adatte al proprio sistema particolare. Ciò non di meno devono continuare a seguire la strategia di convergenza delineata più volte nelle varie raccomandazioni del Consiglio comunitario. D’altra parte la capacità di imparare gli uni dagli altri e di adattarsi rapidamente è un fattore essenziale del successo. In questo frangente l’Unione europea deve fungere da catalizzatore, per consentire agli Stati membri di imparare dalle esperienze degli altri e di adattarsi alle mutate circostanze. (fonte: forum socio economico Fidest)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I modelli sociali

Posted by fidest press agency su domenica, 16 agosto 2009

Premesso che il modello sociale europeo potrà essere valido solo se va consolidato, dobbiamo riaffermare  la convinzione che la politica sociale ed i risultati economici vanno sostenuti a vicenda. I sistemi di protezione sociale altamente sviluppati costituiscono un elemento fondamentale per la costruzione di un modello sociale all’avanguardia. Il primo passo è quello di adattare i sistemi europei, nelle loro svariate forme, al criterio di unicità di cui sono privi. Si tratta, ovviamente, di un’operazione complessa anche perché ciascun Stato membro deve trovare le proprie soluzioni, adatte al proprio sistema particolare. Ciò non di meno devono continuare a seguire la strategia di convergenza delineata più volte nelle varie raccomandazioni del Consiglio comunitario. D’altra parte la capacità di imparare gli uni dagli altri e di adattarsi rapidamente è un fattore essenziale del successo. In questo frangente l’Unione europea deve fungere da catalizzatore, per consentire agli Stati membri di imparare dalle esperienze degli altri e di adattarsi alle mutate circostanze. (Fonte: forum socio economico Fidest)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce il Laboratorio Internet e PMI del Lazio

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

Roma. Il Laboratorio si propone di fare ricerche, studi e iniziative sul grado di penetrazione delle nuove tecnologie del web tra le PMI del Lazio e di comprendere sia il  gap  che ne deriva per le imprese non ancora capaci di utilizzare la massimo le potenzialità della rete, sia il vantaggio competitivo che hanno quelle che invece ne hanno compreso le potenzialità.  Coordinerà gli studi la Dott.ssa Laura Michelini dell Università LUMSA di Roma. Ormai la diffusione di internet e delle banda larga è uno dei parametri utilizzato a livello internazionale per comprendere il livello di modernizzazione di una determinata area geografica, il livello di vita e di sviluppo economico. Noi riteniamo però che non sia tanto questo il fattore determinante, soprattutto per le PMI italiane e laziali, quanto la diffusione di una corretta  cultura  della Rete. In sostanza, ci pare che troppe imprese del Lazio, anche a causa delle piccole dimensioni, conoscano internet in modo superficiale, non ne sfruttino appieno le potenzialità, abbiano accumulato un vero e proprio  dumping tecnologico  che non deriva tanto dall accesso alle tecnologie, che è tutto sommato sufficiente, ma da una scarsa cultura dell impresa sul web, che spesso vede le pmi pensare di utilizzare internet perché hanno un proprio sito.  In un periodo di crisi globale come questo, internet non è più un accessorio, ma un fattore competitivo essenziale. Per questo il nostro Laboratorio vuole lavorare per studiare, comprendere e cercare di contribuire a risolvere questo ritardo.    ha dichiarato Franco Lugli, Responsabile del Laboratorio.Intanto è già on line il sito http://www.lipmi.it, sul quale nei prossimi giorni si potranno cominciare a leggere gli articoli sul tema ed i lavori dei primi panel che saranno costituiti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »