Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘fatturazione elettronica’

“Fatturazione elettronica e accesso ai servizi digitali”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Pordenone. Martedì 5 febbraio, alle 09.30 (primo turno) e alle14.30 (secondo turno), la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, nella sede di Udine, organizza l’incontro “Fatturazione elettronica e accesso ai servizi digitali”. L’approfondimento, che si terrà nel laboratorio informatico dell’ente camerale, è finalizzato a far conoscere e apprendere l’utilizzo del software gratuito per la fatturazione elettronica messo a disposizione dalle Camere di Commercio a tutte le imprese iscritte. Obiettivo del servizio è agevolare le imprese ad adeguarsi alle nuove regole e favorire una rapida e completa transizione verso l’utilizzo delle tecnologie digitali. Durante l’incontro verranno illustrati gli aspetti pratici del servizio di fatturazione elettronica, la conservazione e il Cassetto digitale dell’imprenditore.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fatturazione elettronica: dal 1° gennaio 2019 obbligatoria per tutti

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2018

Dal 1° gennaio 2019 più di 8 milioni di titolari di partire Iva (liberi professionisti) saranno obbligati alla fatturazione elettronica. Si completa così una rivoluzione digitale – che interessa 6 milioni di imprese italiane – iniziata nel 2015, quando tutti gli operatori economici che avevano un rapporto commerciale con le PA hanno dovuto necessariamente emettere le proprie fatture in formato elettronico. Rivoluzione proseguita nel 2016 e 2017, con l’introduzione della fatturazione elettronica verso imprese e privati.Se ne è parlato in una stracolma sala convegni della Camera di commercio di Bari (più di 500 le registrazioni all’incontro pervenute nei giorni scorsi) nel workshop gratuito organizzato dallo stesso ente barese e dedicato a Fatturazione elettronica e nuovi servizi gratuiti per imprese e professionisti. La giornata è stata promossa da l’Agenzia per l’Italia Digitale, Unioncamere e Infocamere e cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma CEF (progetto .Igor). Il decisivo cambio di rotta in senso digitale della certificazione economica degli scambi ha visto dall’inizio in prima linea le Camere di Commercio italiane che, sin dal 2014 tramite la piattaforma di Infocamere 2014, hanno offerto il servizio base di fatturazione elettronica. Notevole il risparmio di costi che varia da 3 e 8 euro a fattura, come è emerso da un recente studio del Politecnico di Milano.Da aprile di quest’anno il servizio, totalmente gratuito, delle Camere di Commercio si é arricchito di un’ importante novità: la gestione delle fatture anche verso imprese e privati, non più solo verso la Pubblica Amministrazione.”La notevole risposta di pubblico – ha dichiarato il segretario dell’ente Angela Patrizia Partipilo – sta a testimoniare l’interesse per una materia che impatta non solo sulla gestione delle attività di imprese e professionisti, semplificando e facilitando molte operazioni, ma anche sul mercato in senso più ampio, riguardando potenzialmente tutti i consumatori. E ripaga l’attenzione puntuale del nostro ente verso l’introduzione e la promozione di tutti quei servizi che agevolano le imprese e quindi possano contribuire alla loro modernizzazione e competitività”.Fra i vantaggi della fatturazione elettronica, come evidenziato da Alessandro Alfano, dell’Agenzia per l’Italia Digitale: contenimento dell’evasione fiscale, monitoraggio della spesa pubblica certezza dell’avvenuta trasmissione della fattura, garanzia di autenticità ed integrità della fattura, riduzione degli oneri amministrativi, leva per la crescita digitale del Paese.Si è parlato anche di gestione in remoto dei libri sociali, dall’attivazione del cassetto digitale alla richiesta dello Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) con il quale accedere in modalità sicura ai servizi Online della Pubblica Amministrazione.Sono intervenuti all’incontro anche Mario Altavilla, Unioncamere, Area agenda digitale e registro imprese, Salvatore Stanziale, Dir.Sist. informativo della fiscalità, Min. dell’Economia, Dip. delle Finanze; Fabio Massimi, Agenzia per l’Italia Digitale; Maurizio Doni e Rosa Lattanzio di Infocamere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fatturazione elettronica un valore aggiunto per le imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2009

Si è svolto presso l’Aula de Carli del Campus Bovisa del Politecnico di Milano il Convegno “Fare sistema: il vero motore della Fatturazione Elettronica” organizzato dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano (http://www.osservatori.net/). Occasione del Convegno è stata la presentazione delle principali evidenze della Ricerca 2009, tra cui la verifica “sul campo” dei benefici e della redditività dei progetti di Fatturazione Elettronica e di integrazione del ciclo ordine-pagamento, la stima del grado di diffusione di queste soluzioni e la valutazione delle opportunità per il sistema Paese. La Ricerca si è basata sull’analisi approfondita di diversi casi aziendali, su un “censimento” dei progetti più interessanti, sul confronto con quanto sta avvenendo in altre nazioni europee e sullo sviluppo di modelli originali per la stima dei benefici a livello aziendale e di sistema Paese.  “Secondo le nostre stime, sono circa 1,3 miliardi le fatture B2b scambiate all’anno in Italia – in tutti i settori – e circa 1 miliardo le fatture B2c, prevalentemente nei settori energia, telefonia e prestazioni professionali – afferma Alessandro Perego, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio -. A questo totale di fatture si possono applicare benefici potenziali per ciascuna fattura compresi tra i 2-3 euro e gli 80 euro, in funzione del settore e del grado di copertura della soluzione implementata. Il beneficio potenziale per l’Italia – in termini di aumento di produttività – derivante dall’adozione diffusa della Fatturazione Elettronica risulterebbe compreso tra i 10 miliardi di € all’anno – se le logiche della dematerializzazione fossero applicate alla sola fase di fatturazione – e i 60 miliardi di € all’anno – nel caso in cui l’adozione fosse estesa all’intero ciclo ordine-pagamento. Si tratta di valori compresi tra l’1% e il 4% del PIL annuo. Un’adozione estesa della Fatturazione Elettronica avrebbe, inoltre, un impatto atteso sulla PA estremamente significativo – prudenzialmente stimato tra 300 milioni di € e 2 miliardi di € di benefici annui, in funzione del modello di adozione – e altrettanto significativa sarebbe la ricaduta potenziale sui fornitori della PA.”  Il valore potenziale per le imprese della Fatturazione Elettronica è ormai ampiamente dimostrato nei numerosi casi analizzati, relativi a realtà di varie dimensioni aziendali e appartenenti ai settori più diversi. La quantificazione della redditività dei progetti di Fatturazione Elettronica ha evidenziato come il Tempo di Payback sia generalmente inferiore a un anno. I benefici risultano ampiamente superiori ai costi correnti e agli investimenti necessari per conseguirli. Infatti, nel caso di adozione più completa e matura si osservano, in generale, risparmi di costo – considerando sia la relazione con i fornitori sia quella con i clienti – che possono valere da 1 a 3 punti di margine nel conto economico, a seconda del settore. Quanto detto rimane valido anche per le PMI, dove l’utilizzo di fornitori di servizi e soluzioni in outsourcing consente di abbattere gli investimenti tecnologici iniziali e di ridurre, al contempo, anche quelli di natura organizzativa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »